COMUNICATO STAMPA
 
Non ci sono parole per descrivere il dolore e lo sgomento di queste ore. Ma ci sentiamo vicini al popolo di Civita, al Sindaco Tocci e alla sua comunità, come alle famiglie delle vittime, ai feriti ed a quanti sono rimasti coinvolti nella tragedia del Raganello. 
Per questo motivo abbiamo deciso, come amministrazione comunale, di annullare gli eventi ludici e di spettacolo in programma per oggi, come forma di rispetto nei confronti di quanti sono stati colpiti da tale evento luttuoso. Con il comune di Civita avevamo intrapreso un percorso condiviso di obiettivi comuni per la crescita del territorio. Oggi più che mai ci sentiamo in dovere di mettere a frutto questo percorso perchè insieme si possa risorgere da un fatto cosi tragico. Assicuriamo al Sindaco, Alessandro Tocci, e la sua comunità la vicinanza e solidarietà della nostra amministrazione e della popolazione tutta.
 
Amministrazione comunale di Mormanno

– COMUNICATO STAMPA –

Dopo le prime due serate dedicate all’intrattenimento, il popolo del Festival, sarà coinvolto, sabato18 agosto con inizio alle ore 20,30, nella “Cerimonia di apertura” della 33° Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino. I gruppi provenienti dalla Polonia, Ecuador, Francia, Corea del Sud, Martinica, Messico, Burkina Faso e naturalmente Italia, prenderanno parte alla sfilata che partirà intorno da Piazza Giovanni XXIII, per approdare nella centralissima piazza Municipio dove daranno vita alla coreografia della Maestra Tilde Nocera da ben 23 anni coreografa ufficiale del Festival, coadiuvata dal fratello, Daniele e dalle allieve del progetto C.E.A. , stupirà ancora una volta, il popolo del festival. Ad accogliere i gruppi, il direttore artistico, Antonio Notaro e le istituzioni. Occasione anche per i fotografi iscritti al concorso: “I Colori del Mondo” Premio Barbara Malomo, di catturare ed immortalare l’evento in un “Click”. Ma il festival partirà ancor prima. Alle 18,00 le Guide Ufficiali del Parco del Pollino, accompagneranno i tanti visitatori che in questi giorni sono presenti in città, a riscoprire gli angoli più suggestivi del centro storico di Castrovillari. Durante i giorni del festival è possibile visitare presso il Teatro Vittoria, la mostra espositiva “33 anni di ricordi” attraverso oggetti, strumenti musicali e costumi tradizionali che hanno fatto grande l’Estate Internazionale del Folklore.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Culturale E.I.F. con il contributo del Comune di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, in collaborazione con la Gas Pollino, Pollino gestione impianti , la F.I.T.P. (Federazione Italiana Tradizioni Popolari), lo I.O.V. Italia i brand ACT ( Ambiente, Cultura e Turismo), Castrovillari Città Festival e l’apporto di sponsor privati.

Castrovillari 17 agosto 2018

Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

– COMUNICATO STAMPA –

La manifestazione organizzata dall’Ass. Identità Territoriale, presidente Nicola Zaccato, noto alpinista e trekker, si terrà il 17 agosto 2018 in uno spazio del Festival del Mediterraneo Interiore denominato “Trekking tra i due mari”. Questo per mettere in risalto il lagame tra l’alto Ionio ed il Parco Nazionale del Pollino.

La manifestazione che avrà luogo presso Palazzo Giannetasio alle ore 21:30, nei pressi del castello di Oriolo ed il teatro San Giacomo, sarà preceduta dalla Passeggiata Culturale organizzata da Paese 24 dal titolo “Passeggiata culturale tra le bellezze di Oriolo”.

Progetti nelle scuole.

Uno degli scopi dell’associazione del trekker Nicola Zaccato è quello di promuovere la pratica motoria, fisica e sportiva, nonché diffondere una maggiore consapevolezza e cultura del movimento tra tutta la popolazione, con particolare attenzione ai più giovani, a partire dall’ambiente scolastico, attraverso offerte sportive ed interventi formativi specifici e mirati. Per realizzare questi obiettivi l’Associazione Identità Territoriale attua - in collaborazione con il Parco Nazionale del Pollino e con le altre Istituzioni – in questo caso specifico il Comune di Oriolo, diverse iniziative nella scuola. Partendo dall’impresa del Trekking dei 2 Mari che ha attraversato la Calabria dallo Ionio al Tirreno, passando per il Parco Nazionale del Pollino, si vuole proprio sottolineare questo legame presente in Calabria tra i 2 mari ed il Pollino.

Con questo Progetto, Identità Territoriale, attraverso la collaborazione del Parco Nazionale del Pollino, vuole offrirsi al mondo della scuola quale risposta concreta e
coordinata all’esigenza di diffondere l’educazione fisica per favorire i processi educativi e formativi delle nuove generazioni unitamente alla conoscenza del territorio che coincide con il Parco. Ecco la necessità di toccare i Comuni facenti parte del Parco Nazionale del Pollino per promuovere ed informare, attraverso la testimonianza delle imprese realizzate nel Pollino, attraverso la rivisitazione dei video del famoso “Trekking dei 2 Mari”. Primo trekking che ha visto la traversata del Prco dal Tirreno allo Ionio.

Programma.

 Il Video-documentario che verrà proiettato nel Comune di Oriolo all’interno del Festival del Mediterraneo interiore, sulle imprese di Nicola Zaccato, toccheranno le imprese realizzate all’interno del Parco Nazionale del Pollino, fino all’uscita dal territorio italiano, dalla conquista del Monte Bianco, partendo dal versante francese fino ad arrivare al versante italiano, fino all’ultima impresa realizzata, la scalata del monte Elbrus ai confini dell’Europa. Il video di quest’ultima impresa sarà proiettato durante il convegno.

 Il Convegno sarà aperto al pubblico che toccherà il Festival ma anche rivolto alle associazioni sportive e naturalistiche, speleologiche e culturali, alle comunità ed agli amministratori presenti all’interno del Parco Nazionale del Pollino. Il convegno incentrato sulle imprese di Zaccato mira a far conoscere anche le bellezze, gli usi, i costumi presenti nel Parco in una visione di comparazione con altri territori nazionali ed internazionali in una prospettiva di sviluppo economico eco-compatibile.

– COMUNICATO STAMPA 

La pittrice/poetessa romana Donatella Calì espone ai Laghi di Sibari. L’apertura della mostra si è tenuta il 14 agosto scorso e rimarrà aperta al pubblico fino al 25 agosto presso il Villaggio La Dersena Villaggio La Bricola – Laghi di Sibari – La personale di pittura che toccherà la Calabria, dallo Ionio fino ad arrivare al Pollino, si intitola “Zone di Luce”. La mostra si sposterà infatti a castrovillari il 27 agosto presso il Protoconcento francescano.

Per la presentazione ai Laghi di Sibari, l’artista, che ha il suo studio in Piazza Santa Maria Ausiliatrice a Roma, ha scelto come location il Villaggio “La Darsena”, “La
Bricola”. Per l’apertura della mostra in Calabria, ha scelto di affidarsi al “Centro Studi & Ricerche Eunomia”, grazie ad un contatto avvenuto in precedenza con la Presidente di Eunomia, la Dott.ssa Tina Zaccato. Nel corso dell’innagurazione ha arricchito il tavolo la presenza del Critico d’arte, saggista e critico letterario, Cinzia Baldazzi. Una presentazione tutta al femminile. Così alla mostra la presidente di Eunomia Tina Zaccato ha deciso di presentare l’artista al pubblico calabrese che non la conosceva, partendo proprio dal raccontare la sua vita ed il suo percorso.

“Donatella Calì:Una vita dedicata all’arte”.
Dall’istituto d’arte che la forma a livello tecnico al suo contatto con il mondo del teatro, da costumista.
Importante per la crescita non solo artistica di Donatella, la figura del padre, lo scultore Giovanni Calì, che fin da bambina l’ha introdotta al contatto ed all’amore per l’arte. Infatti Donatella, proprio da Enfante prodige, comincia a cimentarsi con colori e tele a soli 9 anni. Lì, come tutte le “nate per qualcosa…”, che secondo me “hanno un destino già segnato…” nel senso che “Non possono venir meno alla propria MISSIONE di VITA, capisce che NON PUO’ SOTTRARSI a tutto questo.

La sua formazione negli ambienti romani continua negli studi più importanti degli artisti romani e non solo. Da annoverare tra questi il Maestro BIAGIO CASCONE, che ha un ruolo importante nella presentazione della prima personale di pittura di Donatella. Era il 1994 e questo avveniva nella splendida cornice di Via Margutta all’interno della Galleria CONSORTI.
Tra le opere pittoriche di Donatella troviamo anche molti ritratti.

Tra i critici, i letterati, gli accademici, i giornalisti ed i vari intellettuali che hanno voluto dedicare dei pensieri alle opere di Donatella ed al suo personale modo di interpretare i nostri giorni, troviamo nomi importanti quali:
- Giuseppe Selvaggi, giornalista e poeta italiano, esperto egittologo;
- Pino Reggiani, famoso artista italiano che si è cimentato nel tempo in tutte le pratiche espressive che l’arte ci regala;
- Gennaro Coviello, architetto votato alla carriera artistica;
- Luigi Tallarico, famoso critico d’arte e giornalista italiano;
- Franco Veremondi, critico d’arte perugino residente a Vienna.
- Maurizio Pochesci, artista italiano figurativo, fautore di una delle ultime esposizioni di Donatella dove ha curato interamente la presentazione di opere e poesie.
- Non ultima, la giornalista Rai, esperta d’arte, poesia e letteratura, Cinzia Baldazzi. Legata a Donatella non solo da grande stima artistica ma anche da un profondo affetto.

Di questi illustri nomi appena citati, ognuno è riuscito a cogliere, penetrando l’anima e l’interpretazione artistica di Donatella, pensieri ed emozioni diverse.
Di ognuno vorrei prendere e riportare uno scorcio di pensiero, proprio a rendere il senso di come Donatella e le sue opere, sono state “rese al mondo”, questo un passaggio fondamentale nel contatto e nell’interpretazione delle opere di un’artista.

Vorrei partire però proprio da alcune parole di Donatella Calì, tratte da:

“Dialogo dell’anima con se stessa”

“Si può essere testimoni silenti di ciò che siamo e di ciò che non sappiamo di essere, ma dobbiamo cercare all’interno per trovare significati più profondi del nostro esistere di- ora e del dopo-. Per vincere la mia tempesta interiore devo dipingere e quindi raccontare.
Il passato può tornare presente nel mio quadro, quindi il tempo diventa vuoto, e ricomincia mentre mi ostino a dare un’anima a ciò che non la possiede più….”

Donatella Calì

“Si evince da qui un riferimento iniziale, ossia l’arte intesa come missione di vita, al quale non ci si può sottrarre.
Interessante da notare l’importanza data alla dimensione temporale, la dimensione del qui ed ora plasmata all’interno dei quadri dall’artista, che quasi ci gioca, facendo entrare il passato nel presente e vivecersa, ridando un’anima a chi l’ha persa o rianimando soggetti un tempo morti. Questa la magia dell’arte di Donatella, dei suoi giochi di luce, dei suoi giochi d’ombra. Non a caso l’artista ha deciso di chiamare questa personale di pittura ZONE DI LUCE, ed io immagino l’artista con il suo pennello in mano e la sua tavola di colori, così al pari di una fata, dà vita ad una nuova dimensione spaziale e temporale”. Cit. Tina Zaccato.
La città del Pollino ospiterà la personale di pittura dell’artista romana al Protoconvento francescano, ospitata dal Protos Cafè. Eunomia non potrà curare il vernisage dell’artista nella cittadina del Pollino in cui la accompagna, essendo la presidente, impegnata nelle prossime settimane in una ricerca presso l’Università di Pristhina, in Kosovo. La rete di contatti che il Centro Studi & Ricerche Eunomia ha tessuto insieme agli atri soggetti associativi negli anni è densa di mirabili presenze, quindi desiderio della Presidente, è che questa importante personale di pittura tocchi il Pollino e la sua più grande città, Castrovillari, alla quale Tina Zaccato è molto legata.

– COMUNICATO STAMPA 

Una "Passeggiata culturale tra le bellezze di Oriolo" è l'iniziativa di turismo esperienziale messa in campo da Paese24.it in collaborazione con il Comune e l'Associazione per lo Sviluppo dell'Alto Jonio. Puntare sui centri storici, recuperare i beni culturali presenti e rivalutare la storia e la cultura locale. La passeggiata tra i vicoli di uno de "I Borghi più belli d'Italia" condurrà il visitatore alla scoperta del "progetto Oriolo", in prima linea nella promozione di un nuovo modello di turismo. L'appuntamento è per venerdì 17 agosto alle ore 17 nella centralissima piazza del Borgo.

Da qui, dopo l'accoglienza dei partecipanti (che dovranno necessariamente prenotarsi entro il 16 agosto con una telefonata o messaggio wathsapp al 349.6076807), partirà la passeggiata, in compagnia di alcune guide, con tappe tra i tesori di Oriolo, ognuno dei quali è scrigno di bellezze e curiosità. La "Passeggiata culturale tra le bellezze di Oriolo", inserita nel programma estivo dell'Oriolo Cult Festival 2018, si concluderà con un momento conviviale dove i partecipanti potranno degustare una selezione di prodotti tipici del territorio sempre nel centro storico. Un servizio navetta garantirà agli ospiti il ritorno alle proprie auto. Il costo di partecipazione è di 5 euro (ingresso beni culturali e degustazione). Un'iniziativa tutta nuova che rientra in un progetto più ampio che Paese24.it sta proponendo sul territorio per un turismo coinvolgente, di qualità, emozionale e quindi con forme, contenuti e metodologie differenti, al passo con i tempi.

Paese24.it - Media Partner

– COMUNICATO STAMPA 

Dopo aver svelato il programma della 33° Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino in programma a Castrovillari dal 16 al 23 di agosto, con l’#tuttoilmondoinpiazzamunicipio, si dà l’avvio all’evento mondiale del folklore. Si parte giovedì 16 agosto alle ore 22,00 nella centralissima Piazza Municipio con il “Flash Mob” che richiamerà nella città del Pollino il popolo del festival che in un caleidoscopio di musiche, canti, danze e sfavillio di colori grazie alla presenza dei gruppi provenienti dalla Polonia, Ecuador, Francia, Corea del Sud, Martinica, Messico, Burkina Faso e naturalmente Italia darà vita all’evento. Una vera e propria finestra sul mondo. La serata proseguirà con il Festival Pary con i DJ: fader J e Big Voice. Una vera e propria discoteca
all’aperto sulla “T” commerciale.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Culturale E.I.F. con il contributo del Comune di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, in collaborazione con la Gas Pollino, Pollino gestione impianti , la F.I.T.P. (Federazione Italiana Tradizioni Popolari), lo I.O.V. Italia i brand ACT ( Ambiente, Cultura e Turismo), Castrovillari Città Festival e l’apporto di sponsor privati.

Durante i giorni del festival è possibile visitare presso il Teatro Vittoria, la mostra espositiva “33 anni di ricordi” attraverso oggetti, strumenti musicali e costumi tradizionali che hanno fatto grande l’Estate Internazionale del Folklore. Un festival da vivere e raccontare giorno per giorno.

Castrovillari 13 agosto 2018
Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Pagina 9 di 424
FreshJoomlaTemplates.com
Friday the 19th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.