− COMUNICATO STAMPA −

Aspettando "Civita… Nova", venerdì 25 agosto, a partire dalle ore 21,  presso l’ex mattatoio di via Sant’Aniceto, oggi Accademia dei Saperi e dei Sapori, con Daniele Moraca, Marco Trifilio ed Elisa Costanzo, tre talenti della nostra terra. Nel corso della serata, verrà presentato il manifesto che accompagnerà l’edizione 2017 di “Civita…Nova”.

“Civita…Nova”: uno spettacolo a cielo aperto.

Castrovillari 22 agosto 2017


Il Presidente della Pro Loco 
Dott. Eugenio Iannelli

Il Sindaco
Avv. Mimmo Lo Polito

Il Direttore Artistico
Dott. Gerardo Bonifati

Il delegato del Sindaco
Franco Pirrera

COMUNICATO STAMPA

Sinistra Italiana Cosenza, alla luce del tragico incendio divampato giorno 18 in uno stabile del centro storico di Cosenza che ha causato la morte di tre persone, denuncia un evidente e profondo problema sociale, che vede sempre di più le persone lasciate sole al proprio destino.

Da qualche anno il centro storico della città Bruzia è stato al centro di attenzioni per un importante recupero storico-architettonico che senza alcun dubbio è essenziale per poterne mantenere l’inestimabile valore che tale centro possiede. Ma non bisogna dimenticarsi anche e soprattutto delle persone! Lo “scarica barile” sulle responsabilità non fa che alimentare inutili polemiche senza proporre una seria strategia per affrontare il problema. Due delle vittime dell’incendio da tempo erano note ai servizi sociali della città e al locale centro di igiene mentale. Erano state in cura e da tempo venivano monitorate. Ma, visto l’epilogo, probabilmente non abbastanza.

Stupisce che in una realtà come quella cosentina, l’Amministrazione comunale non abbia ritenuto di vitale importanza la condizione di queste persone, spronando il più possibile le autorità competenti affinché si potesse sventare una tale tragedia. Una comunità può vantare una rinascita economica e culturale solo se unisce all’aspetto pubblico, con il rilancio dell’immagine della città, l’aspetto sociale e umano, ponendo la sua attenzione anche su situazioni di degrado e disagio. Eventi, come quello di Cosenza, che ha distrutto delle vite ed un immenso patrimonio artistico e culturale devono far riflettere tutti affinché chi governa prenda giusti provvedimenti per evitare che ciò accada in futuro. 

 Avv. Giovanni Caporale

Segretario Sinistra Italiana Cosenza

 

Segreteria Provinciale SI - Cosenza

 

− COMUNICATO STAMPA −

Avvistamenti Teatrali, la rassegna di nuova drammaturgia ideata dall’Associazione Avvistamenti con la direzione artistica di Andrea Paolo Massara e in partenariato con il Comune di Ricadi, continua a registrare successi. La seconda edizione del festival ha già registrato oltre 1200 spettatori, superando in soli tre appuntamenti gli ottimi numeri dell'intera rassegna 2016.

Chiude il cartellone di Avvistamenti venerdì 25 agosto nell’anfiteatro Torre Marrana di Ricadi Malanova, monologo di Ture Magro e Flavia Gallo prodotto da Sciara Progetti. La compagnia emiliana incontra e mette in scena un fatto di cronaca accaduto nel reggino e per anni passato in sordina. La vicenda è stata resa pubblica nei suoi particolari nell’omonimo romanzo scritto dalla giornalista Cristina Zagaria e da Anna Maria Scarfò, edito dalla Sperling & Kupfer.

Malanova è una cattiva notizia, qualcosa che nessuno avrebbe voluto sapere. Nel 1999, in Calabria, una ragazzina di tredici anni viene avvicinata da un ragazzo più grande, che sembra volerla corteggiare. In poco tempo, Anna diventa per tutto il paese una malanova. In questo spettacolo la vicenda è raccontata da un giovane uomo, Salvatore (in scena Ture Magro), che ricorda di averle voluto bene, di averla desiderata e di averla ritrovata dentro ad una storia di violenza sconvolgente. Salvatore farà partecipi di quel sopruso più sottile, subdolo, sotterraneo che passa per i gesti di tutti, che si muove attraverso una parola che mal nutre una mentalità incarnata, quasi impossibile da scorporare. «Il miracolo di questo spettacolo, - scrive Cristina Zagaria in un articolo su La Repubblica - è parlare di donne e di violenza e mettere al centro dell’attenzione sotto le luci bianche il corpo e il cuore di un uomo. Capovolge ogni punto di vista maschile e femminile fino ad ora affrontato».

La compagnia Sciara Progetti – Ture Magro, Flavia Gallo, Emilia Mangano, Sarah Patanè –incontrando le autrici del libro e la loro storia, ha subito capito di avere percorsi e obbiettivi simili: la denuncia e la presa di coscienza.

Una storia cruda e inenarrabile, ma edificante come tutte le storie compiute e non puramente celebrative o provocatorie. Malanova è il tentativo fatto a quattro mani dai due autori teatrali, un uomo ed una donna, che hanno deciso di non nascondere mai la propria fragilità, perfettamente in accordo nel voler trasformare la retorica della denuncia in un’indagine
al maschile, un’esplorazione
edipica sulla responsabilità, sulla convivenza e
sull’essere coinvolti, come esseri umani, in una trama di fondo che ci rende tutti ugualmente responsabili della vita degli altri.

Info e prenotazioni su www.avvistamentiteatrali.it

[...]

− COMUNICATO STAMPA −

Enorme successo per la quarta serata della 32^ Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino, aperta dall'Accademia Cuba Danza e che ha visto protagonisti i gruppi della Ucraina e della Nuova Zelanda.

l terzultimo appuntamento con il festival si è aperto con un’escursione al belvedere sulla Valle dell’Antico Sybaris, a cura delle guide ufficiali del Parco. Nel pomeriggio, presso la sala consiliare di Palazzo di Città, si è tenuto il convegno dal titolo “Panama e i Migranti, una lunga storia”, al quale ha partecipato, tra gli altri, Donatella Lo Pieno, docente di Diritto dei migranti all’Unical.

L’appuntamento fisso delle 21.30 in Piazza Municipio, non ha smentito il successo ottenuto nei giorni scorsi.

Il pubblico ha assistito alle esibizioni dell’Ensemble “Gorizwit” dell’Ucraina, che ha allietato gli spettatori con il suo repertorio di canzoni popolari russe, ucraine e cosacche esprimendo la propria tradizione folklorica attraverso abiti che manifestano artisticamente i principi fondamentali della società, impreziositi da ricami ed intrecci portati avanti, nel passato, da un lungo lavoro nel periodo invernale, quando le attività all’aperto erano limitate.

La folla, poi, è letteralmente impazzita per il gruppo “Tutarakauika ki Rangataua” assistendo incantato alle danze tradizionali esultando con più di una standing ovation. Il gruppo prende il nome da una balena ancestrale identificata come spirito guida dell’oceano che indicava passaggi sicuri nei viaggi dei propri antenati ed onora i propri spiriti guida personificando i valori di forza, coraggio e tenacia catturando gli occhi impressionati del pubblico attraverso le tipiche danze, le nudità dei corpi ed i tatuaggi significativi. Il momento “Maori” si è, poi, concluso con un omaggio molto significativo al direttore artistico del Festival, Antonio Notaro, a cui è stato consegnato l'elemento principale delle loro performance: il remo, accompagnato da una preghiera.

Al termine degli spettacoli, le lezioni di danza in strada hanno travolto il popolo dell’estate del folklore per le strade del centro, trasferendosi ,poi, al “Salotto del Festival “per approfondire la conoscenza dei gruppi stranieri e di tutte le sfumature del folklore.

− COMUNICATO STAMPA −

Nella gara organizzata dalla Polisportiva Magna Graecia Michele Spingola (Asd CorriCastrovillari) vince con il tempo di 33.45 staccando di 6 secondi Aldo Carbone (Cosenza k42) e di 26 secondi Paolo Audia (Jure Sport) e Luca Ursano (Fiamma Catanzaro). E' questo il quartetto che ha animato la gara fin dalle prime battute e che nel finale ha visto l'allungo di Spingola e Carbone che si sono contesi la prima piazza sul podio, conquistato dallo sprint bruciante dell'atleta castrovillarese. La gara femminile è stata vinta da Francesca Labianca (Atletica Locorotondo) con il tempo di 39:03 seguita da Francesca Maniaci (Eneas Ecosport) con 42:15 e Faustina Bianco (Atl Locorotondo) con 43:29. La quarta edizione della Stracasanno, valevole come 13ª tappa del campionato regionale master di corsa su strada, ha visto circa 200 atleti al via alla presenza del sindaco di Cassano Papasso. Tra i partecipanti, invece, un altro primo cittadino, il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito con i colori dell'Asd CorriCastrovillari, premiata dall'organizzazione come società più numerosa presente al raduno sportivo, con ben 25 atleti partecipanti. Michele Spingola all'arrivo ha sottolineato come di recente ha «ritrovato gli stimoli giusti che gli hanno permesso di battere atleti molto più giovani grazie ad un gruppo ed una società che sta vicino agli atleti facendoli sentire una grande famiglia». 

La classifica Fidal ha visto al primo posto la Cosenza k42, seguita dalla Asd CorriCastrovillari del presidente Gianfranco Milanese, che rafforza con questo risultato, il quarto posto nella classifica generale del campionato, respingendo le insidie dell'Atletica Sciuto di Reggio Calabria. 
 
La società sportiva castrovillarese ora guarda al Trofeo degli Aragonesi, previsto per il 3 settembre nella città del Pollino, gara valevole per il campionato interregionale di corsa in montagna. Competizione nella quale la CorriCastrovillari è in testa tenendo alle spalle le 160 squadre provenienti da Puglia, Basilicata e Calabria. L'appuntamento sportivo del 3 settembre, organizzato dall'Asd CorriCastrovillari, sarà un grande evento di sport e promozione del territorio al quale si attendono centinaia di atleti provenienti da tutto il Sud.

 − COMUNICATO STAMPA −

Non solo spettacoli a ScillaFest. La rassegna di teatro e danza contemporanea - ideata e diretta dal Teatro Proskenion - giunge quest'anno alla sua terza edizione con un cartellone ricco di eventi collaterlai. Al centro delle cinque giornate, incontri, laboratori e seminari. Con i workshop si inizia giovedì 31 agosto negli spazi del Castello Ruffo di Scilla: “Training e formazione – La tradizione dell'attore: energia, ritmo e creazione” curato dal Teatro Proskenion e guidato da Nino Racco, Nando Brusco, Giovanni Battista Gangemi e Mariangela Berazzi. Focus del laboratorio l’attore/danzatore che, con il suo corpo, è chiamato a fabbricare le parole e a metterle in risonanza con quanto lo circonda. Approfondendo l’uso dei gesti che possono penetrare, abbellire oppure sottolineare, sia acusticamente sia “visivamente”, uno spazio teatrale. Nel pomeriggio, la compagnia di casa farà da apripista agli appuntamenti con le grandi associazioni che promuovono e valorizzano la Calabria attraverso la cultura. L'incontro “Altra Calabria” - tenuto da Nando Brusco - metterà a confronto le realtà che sono riuscite a ridisegnare il panorama teatrale del nostro territorio: per il Cleto Festival, Ivan Arella e Carola Nicastro, parleranno della cultura come il recupero di uno spirito di comunità per rivivere e definire il territorio; Biagio Accardi (Viaggiolento), mostrerà l'esperienza di un cammino artistico insieme all’asinella “Cometina” nei caratteristici borghi del Parco Nazionale del Pollino; il Collettivo Manifest – “Manifest. Scrittura e azione” , punterà l'attenzione sulla cultura solidale e ricca di diversità e differenze che compongono il mondo. Venerdì 01 Settembre, sarà il giorno dedicato al Teatro nel sociale: Vincenzo Mercurio (Teatro Proskenion), modererà l'incontro "Il teatro e l'aggettivo sociale";. Preziosa Salatino (Teatro Atlante), presenterà il progetto “Il Corpo Recluso: tre anni di laboratorio teatrale nella Casa di Reclusione Ucciardone”. Per tre anni l'associazione Teatro Atlante, nell'ambito del progetto "Classici in Strada" che coinvolge diverse scuole di Palermo,  ha realizzato - presso la Casa di Reclusione Ucciardone - laboratori teatrali rivolti ai detenuti. Attraverso l'Odissea, il Don Chisciotte e le favole di Esopo, più di 50 persone hanno affrontato le tematiche del conflitto, del potere, della giustizia, analizzate attraverso le tecniche del Teatro dell'Oppresso e portando in scena, come esito del progetto, spettacoli aperti alle proprie famiglie. Valerio Apice e Giulia Castellani - del "Teatro Laboratorio Isola di Confine" - presentano il progetto “Il Villaggio del Teatro": il teatro nella comunità come strumento di trasformazione e di inclusione ha l’obiettivo di introdurre, attraverso la scuola, la presenza stabile del teatro. Si propone di diffondere in tutta la comunità la cultura del teatro, coinvolgendo le amministrazioni locali, le famiglie, l’intero contesto. Sabato 02 spazio alla drammaturgia. Enzo Moscato ci porterà al Castello Ruffo per il laboratorio “Scrittura e vissuto personale”. Al centro del lavoro - analizzato sia a livello formale che contenutistico - testi e spettacoli costruiti per la scena dallo stesso ‘drammaturgo’ Enzo Moscato, con particolare riferimento ai legami che intercorrono tra il vissuto personale dell’autore e la tradizione napoletana di teatro a lui precedente. Il fenomeno della scrittura, pertanto, affrontato sia in senso generale che in quello particolare di drammaturgia. Chiuderà il ciclo di laboratori Ginevra Sanguigno, fondatrice di Clown One Italia e impegnata in iniziative umanitarie in tutto il mondo al fianco di Patch Adams, con il seminario “Il corpo che ride. Presenza, ritmo e energia”, esercizi pratici e di danza di un clown umanitario. Il seminario esplora i potenziali del nostro “cuore”, quella parte di noi dove risplende l’energia creatrice e rigeneratrice e la poesia folle e gioiosa. Il clown è la figura che concentra maggiormente queste caratteristiche. Si lavorerà sul Caring Clown (Clown che si prende Cura) che spesso non ha bisogno del naso rosso, che ascolta i bisogni dell’altro e si presenta al mondo con coraggio ed umiltà. Si presenta così questo nuovo clown ambasciatore del sorriso, che viaggia nei paesi in guerra, nei paesi poveri, nelle carceri, negli ospedali, in strada. Un clown pronto a portare sollievo nelle situazioni di sofferenza. 

Per info, iscrizioni e prenotazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina 8 di 362
FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.