– COMUNICATO STAMPA –

Corigliano: Dopo Castrovillari, la carovana di “Primafila”, Rassegna di Teatro e Musica, organizzata dall’Associazione Culturale Novecento Teatri, con presidente Luisa Giannotti, per la direzione artistica di Benedetto Castriota, si sposta su Corigliano-Rossano, al Teatro Metropol”, palcoscenico nuovo per la rassegna e, lo fa con lo spettacolo di Francesco Cicchella, vincitore della quinta edizione di “Tale e Quale Show” di Rai1, “Mille voci tonight show”, per la regia di Gigi Proietti, venerdì 25 gennaio 2019 con inizio alle ore 21.00.
Un vero show comico-musicale nel quale il camaleontico artista napoletano, mostra tutte le sue doti di comico, cantante ed intrattenitore. Il titolo, che strizza l’occhio al celebre varietà televisivo degli anni ’70, è quanto mai emblematico. Le mille voci a cui fa riferimento sono quelle che Cicchella porta sul palco, facendo vivere una moltitudine di personaggi e giocando continuamente con la sua vocalità anche quando veste i panni di se stesso. Sul palco, infatti, oltre alle celebri parodie televisive del comico (Massimo Ranieri, Michael Bublé, Gigi D’Alessio etc.) , che rientrano tra i momenti più esilaranti dello spettacolo, diversi numeri da vero showman, che proiettano il pubblico in un viaggio assolutamente ironico e giocoso attraverso il mondo della musica, condotto in maniera sorniona da Cicchella, il quale si dimostra capace di impressionare e divertire il pubblico, spiazzandolo continuamente con numeri caratterizzati allo stesso tempo da grande spessore musicale ed artistico, ma anche da devastante forza comica. Il performer fa apprezzare le sue doti canore passando da Stevie Wonder a Pino Daniele, da Michael Jackson ai Maroon 5, da Bruno Mars a Tiziano Ferro, senza mai prendersi troppo sul serio ed offrendo sempre allo spettatore un nuovo punto di vista, originale ed ironico, dal quale partire per giocare con la musica. Cicchella esamina la musica ed i cantanti attraverso la lente del comico, regalando momenti di puro divertimento oltre che performances musicali di classe, in uno show fresco, leggero, sempre godibile e di pregevole fattura.

BIGLIETTERIA AUTOMATIZZATA www.ticketwebonline.com o c/o “INPRIMAFILA” , Via Marconi, 140 Cosenza. 0984-795699. Bar Alfieri Corigliano Scalo 339-6584695, Bar Capani Rossano stazione 0983-515791. Ulteriori informazioni, potranno essere richiesti all’Associazione Culturale Novecento

Castrovillari 4 gennaio 2019
Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −

La 13^ edizione della “Befana del Poliziotto”, organizzata dal Sindacato Italiano Unitario Lavoratori di Polizia, il SIULP, con il patrocinio del Comune di Castrovillari, dell’Ente Parco nazionale del Pollino e dell’A.N.A.S.- Ente del Terzo settore, arriverà puntuale sabato, il pomeriggio del 5 gennaio, al Teatro Sybaris del Protoconvento francescano, carica di doni, grazie ad una sinergia di sensibilità capace tra spettacolo , con il famoso e simpaticissimo attore-comico e showmen Pippo Franco, la Scuola di Ballo “Sogno Latino Ballet Academy“ di Brunella Musmanno, la sesta edizione del Concorso Artistico- Letterario per il conferimento di una consegna di Beneficenza, nel segno della solidarietà ed attenzione all’altro, nonché con la riflessione, a più voci, sul ruolo de “La Ludopatia (psicoterapia che consiste nella pratica di giochi organizzati e svolti sotto controllo medico): quando il gioco diventa fenomeno sociale e patologico”.
Qui interverranno il Vescovo di Cassano allo Jonio, monsignor Francesco Savino, il Sindaco, Domenico Lo Polito, lo psichiatra Domenico Cortese, la psicologa Rosa Cerchiara, i segretari provinciale di Cosenza, il segretario regionale e nazionale del SIULP, rispettivamente Luciano Lupo, Giuseppe Lupia e Franco Caracciolo, moderati dalla giornalista Paola Chiodi.
L’intrattenimento verrà, invece, condotto, da Antonio Pandolfi e Cinzia De Santis.
L’appuntamento coinvolge diversi sponsor e ribadisce il ruolo educativo di momenti del genere che non possono fare a meno di una partecipazione diffusa e molteplice di soggetti attenti anche alla crescita, sviluppo e prevenzione dei più piccoli.
Occasioni che hanno bisogno, continuamente, di ogni ambito della società per essere promossi e partecipati, affermando il vero Cuore di ciò che si vuole richiamare oltre- in questo caso come da anni nel capoluogo del Pollino- il significato sostanziale dell’Epifania e, come pensato per la serata, tra espressioni di condivisione, circa il ruolo vero del gioco per i giovanissimi che oggi si può sostenere con un metodo psicoterapico fondato sui benefici effetti di un'attività ricreativa razionalmente organizzata.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

Nell'augurare un felice 2019, il gruppo raccolta tappi di Castrovillari vuole condividere i risultati

raggiunti nell'anno appena trascorso. Grazie all'aiuto di tanti si è arrivati al peso totale per l'anno 2018 di 2780 kg di tappi di plastica raccolti , i quali diventando (grazie ad un processo di riciclo) cassette di plastica, hanno fruttato la somma di 465,00 euro.

Giorno 14 dicembre abbiamo provveduto ad inviare tale somma (copia bonifico disponibile sul sito web www.catrovillariblog.it ) al C.M.S.R. ( www.cmsr.org) di Livorno che da anni progetta e realizza pozzi di acqua potabile in Tanzania, in particolare nella regione del Dodoma dove la situazione idrica è tra le più carenti.

Nel corso degli anni si è fatto molto per la popolazione locale, in Italia grazie al progetto "...dall'acqua...per l'acqua" numerosi villaggi hanno oggi accesso all'acqua in modo diretto.

Il gruppo raccolta tappi di Castrovillari, coordinati da Prof.ssa Enza Severino ringrazia di cuore tutti coloro che si sono impegnati nel corso dell'anno nella raccolta dei tappi di plastica e invita chi ancora non l'avesse fatto a contribuire nel proprio piccolo al progetto "...dall'acqua...per l'acqua" conservando i tappi di plastica di bottiglie e vari contenitori e consegnandoli ai varicentri di raccolta sparsi per la città.

Tutte le info le trovate sul sito web : www.castrovillariblog.it scrivendo all'indirizzo mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando al : 347.8493962

 

Grazie 

− COMUNICATO STAMPA −

Non poteva iniziare meglio il nuovo anno per l'esecutivo politico amministrativo guidato dal Sindaco Giuseppe Regina. Il bando relativo ai "Festival storicizzati di rilevanza nazionale" promosso dalla Regione Calabria ha visto premiare la progettualità messa in campo dall'amministrazione comunale di Mormanno che si aggiudica circa 100 mila euro per l'Agosto Mormannese.

«Con questo finanziamento - ha dichiarato il Sindaco, Giuseppe Regina - portiamo a casa un altro importante risultato, coordinato dal nostro assessore al turismo Flavio De Barti, che si inquadra in quella strategia di marketing territoriale legato alle nostre identità culturali, territoriali e storiche. Avremo la capacità e la forza attrattiva di destagionalizzare gli eventi di punta del nostro cartellone spalmandoli lungo tutto il corso dell'anno, portando Mormanno ad essere appetibile dai turismi di ogni genere, creando quell'indotto economico che si basa sulla promozione delle nostre eccellenze». 

«La nostra proposta culturale e di eventi storicizzati con questo finanziamento non solo è corroborata di contributi ma viene riconosciuta capace di poter assumere il ruolo di evento a rilevanza nazionale, questione che ci gratifica oltremodo perchè abbiamo da sempre creduto nel valore della cultura e della promozione del territorio come tassello fondamentale di una strategia d'insieme che ci permettesse di travalicare i confini strettamente regionali».

Il risultato conseguito è frutto di «un grande lavoro di squadra - ha concluso il primo cittadino del paese del Faro votivo - che consolida ancora di più la nostra azione politico amministrativa a servizio della comunità che ci ha chiesto di traghettarla in un futuro più roseo e ricco di nuova speranza».

 
Vincenzo Alvaro
- giornalista -

– COMUNICATO STAMPA –

Torna “Mondo gatto” : il corso per tutti gli amanti dei gatti . Il corso giunto alla quarta edizione è organizzato dal Gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari. Obiettivi dell’iniziativa sono quello di far conoscere tutto il corredo comportamentale del gatto. Altro punto fondamentale è il tema della comunicazione ovvero sia tra gatto e uomo sia tra gatto e gatto. Insomma , un aiuto concreto per capire come è più opportuno comportarsi sia col micio di casa che con la colonia del quartiere vicino . Il corso è aperto a tutti e si svolgerà Sabato 19 Gennaio 2019 dalle 15.30 alle 19.30 presso il Centro di Formazione Efal di Castrovillari. Relatore del corso sarà il medico veterinario di Castrovillari dott. Antonio Varcasia. Per informazioni e prenotazioni iscrizioni è possibile contattare uno dei seguenti numeri 3404187311/3471959887/3881709734 oppure tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

– COMUNICATO STAMPA –

Nel rione Civita di Castrovillari il Presepe Vivente intitolato ” Il Cantico dei Pastori”, che richiama la tradizione napoletana del 1700, trasmette pure la “manifestazione” al Mondo di Gesù Bambino, la cosiddetta Epifania.
La rievocazione, voluta dall’amministrazione comunale, il 4 gennaio, dalle ore 17,30 alle ore 22, si ripresenta al pubblico, dopo il momento del 26 dicembre, con la direzione artistica di Tilde Nocera e Renato Zicari nonché il prezioso coinvolgimento di associazioni, della Parrocchia della S.S. Trinità e dell’apporto del Liceo Artistico Andrea Alfano, per affermare la nostra identità e il Mistero della Natività.
La proposizione si rifà ad un’epoca nella quale tale tipo di Presepe visse un momento particolare a tal punto da essere tramandato a testimonianza della capacità del popolo napoletano di saper rappresentare, con propri tratti, l’evento d’Amore che accompagna l’Umanità intera.
Un testo del 1324 lo ricorda in un atto notarile, redatto in quei territori nel 1021, perché uomini e donne non dimenticassero la portata di questo gesto di Tenerezza calato nel Tempo.
E’ l’espressione di una preoccupazione forte: per i più deboli e per i semplici di Cuore.
Il Presepe, con i suoi interpreti, costumi, luoghi, attenziona l’Umanità dell’Uomo, il tema della coesistenza di culture diverse all’interno di un contesto sorpreso pure nel desiderio di verità e di dignità a cui ciascuno tende e dove può rinascere l’ “io” vessato e percosso dall’egoismo come ha spesso richiamato il Papa e ultimamente anche in occasione del 70° della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, uguali ed inalienabili per ciascuno, fondamento di libertà, giustizia e per la pace nel mondo.
La Natività, come la Manifestazione di Gesu’ Bambino, pone il dato indiscusso e fondamentale dell’Accoglienza dell’Altro, senza “ma” o “però”, in un complesso districarsi tra le ragioni dei singoli popoli con giudizi e pregiudizi che richiamano alla memoria il conflitto che esiste, a più livelli, sulle diversità da includere, causa di ferite, persecuzioni e rivalità spesso difficili da dimenticare e mettere da parte.
Gli ambienti della ricostruzione dell’antico presepe, però, riescono a declinare, con i tanti elementi inseriti dalla tradizione popolare, il messaggio universale per la storia dei popoli dentro le vicissitudini dei singoli, concretizzandolo con l’esigenza di gesti convinti, irriducibili, inequivocabili, irrinunciabili ed attività che ripudino i vecchi stereotipi e dissapori anche se impressi negli antichi dolori.
Ecco a cosa aiuta questa proposta nel nostro Tempo, annichilito dalla durezza di Cuore e di Cervice (e votato alla visibilità oltre che al solito potere), per rivivere una vera compassione invece che l’odio verso l’altro.
E’ in tale densità di approccio che emerge l’intenzione vera della direzione artistica, di chi l’ha voluta, pensata ed ha dato collaborazione, per affermare e ridestare, ancora una volta, l’impossibilità di prescindere, nell’uomo, da una umanità uguale alla propria ed a fianco della sua cirrisponente, tra l’altro, all’integrazione multiculturale.
Fattore che trasforma- afferma sempre l’Avvento- la disputa in condivisione e comprensione del dolore del proprio fratello come rilancia il Presepio a partire dalla “Luce” e da quel “Piccolo” venuto al Mondo, in una mangiatoia, per Tutti, per Salvare il Mondo e per Riscattare ciascuno.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Pagina 8 di 441
FreshJoomlaTemplates.com
Sunday the 18th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.