COMUNICATO STAMPA

Ultimo appuntamento della stagione 2017/2018 dedicata al contemporaneo del progetto More domenica 18 marzo alle ore 20.30 al Teatro Morelli: in scena la compagnia piemontese ACTI Teatri Indipendenti in Piccola Società Disoccupata, affresco sul mondo del lavoro nella società postindustriale. Il More, ideato e diretto da Scena Verticale in partenariato con il Comune di Cosenza, la Regione Calabria e il MiBACT, dopo aver aperto, per la prima volta quest’anno, una finestra anche sulla danza contemporanea con la brillante compagnia ferrarese CollettivO CineticO, chiude la stagione con la commedia diretta da Beppe Rosso, che lo vede anche interprete accanto a Ture Magro e Barbara Mazzi.

Tre attori di diversa generazione formano una “piccola società disoccupata” interpretando vari ruoli in un gioco cinico ed esilarante. Personaggi che si dibattono in una lotta senza esclusione di colpi per conservare o trovare lavoro, una lotta del tutti contro tutti, in cui non mancano slanci d’amore, ingenuità e momenti di grande illusione. Una commedia contemporanea dove ogni scena apparentemente reale, attraverso lo humour e il paradosso, viene portata ad estreme conseguenze tragicomiche. Il testo di Rémi De Vos tocca quasi tutti i ruoli che attualmente offre il mercato del lavoro: il precario, il disoccupato, il freelance, l’occupato a tempo indeterminato o l’occupato in via di licenziamento. Una Piccola Società Disoccupata che riflette sul passato e sul futuro, su cosa avviene in una società centrata sul lavoro quando il lavoro viene a mancare. Dove porterà questa nuova rivoluzione? Condurrà alla società della disoccupazione o a quella del tempo libero? Evidenti le diverse considerazioni e risposte che le generazioni ancora attive ne danno ed evidente è il conflitto strisciante che le contrappone. Immersi dentro un mondo in cui tutto è mercato, un vortice di mutazione sociale ed antropologica sempre più veloce dominato da formule matematiche, statistiche e ricerche di mercato.

Fondata nel 1997,la compagnia ACTI Teatri Indipendenti, diretta da Beppe Rosso, si occupa di divulgare la cultura teatrale attraverso la produzione e l’organizzazione di stagioni, rassegne e laboratori di formazione. La compagnia porta avanti la sua ricerca teatrale nell’ambito della drammaturgia contemporanea attraverso la scrittura scenica, la ricerca formale dello spazio, il rapporto movimento/voce/musica e la sperimentazione di nuovi linguaggi evocativi. Dal 2006 al 2012 l’associazione è stata titolare della Residenza Multidisciplinare – I Linguaggi della Contemporaneità presso il Comune di Rivoli (TO). La compagnia ha diretto la stagione teatrale “Rivoli Teatro”, il festival estivo “Con-temporanea” e la rassegna di teatro ragazzi “TeatrArte Ragazzi”. ACTI è sostenuta dal MiBACT, dalla Regione Piemonte e, per alcuni progetti specifici, dalla Fondazione Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione CRT. 

COMUNICATO STAMPA

La sfida di gambe e sudore, sulle ripide pendenze dell'Imperticata, ci sarà sempre. Ma la Marathon degli Aragonesi, organizzata dall'Asd Ciclistica Castrovillari, porta con se tante novità nell'edizione 2018 prevista per il 3 giugno. Innanzitutto la nuova location della cittadella di arrivo e partenza. I tantissimi atleti che saranno protagonisti della nuova edizione della gara di mountain bike nel Parco Nazionale del Pollino si ritroveranno nello spazio messo a disposizione dal Comune di Frascineto. Una novità che si muove nella direttiva di voler promuovere, con la gara che attrae centinaia di atleti da tutta Italia, i centri e le bellezze culturali e naturalistiche dei comuni toccati dalla gara valevole per il Trofeo dei Parchi Naturali. 

La nuova presidenza del sodalizio, guidata da quest'anno da Nardo Leogrande ha accolto l'invito dell'amministrazione comunale arbereshe, già protagonista del percorso proprio per l'Imperticata, che da quest'anno si intesta anche la partenza e l'arrivo della gara che ha un fascino tutto particolare. Questo cambio di partenza ha permesso agli organizzatori di ridisegnare il percorso di gara che nei primi 25km sarà completamente diverso rispetto al passato, portando gli atleti ad immergersi in un nuovo contesto dell'area protetta, caratterizzando la gara con nuovi scenari naturali che sono il vero biglietto da visita di questa competizione. 

Nel nuovo tracciato sarà inserito un single track inedito denominato "Il giardino delle rocce" con il quale gli atleti si dovranno cimentare sfruttando al meglio le capacità tecniche del percorso per provare a tagliare per primi il traguardo. 

Dal 15 marzo partono le iscrizioni ufficiali alla corsa del 3 giugno 2018. Anche quest'anno ci si attende il pienone di appassionati. La Marathon degli Aragonesi è già pronta per regalare emozioni, raccontando, su due ruote, un territorio unico.  

Ufficio stampa Marathon degli Aragonesi: Vincenzo Alvaro

COMUNICATO STAMPA

Con profonda amarezza, apprendo dagli organi di stampa, dell’iniziativa del Coordinatore Cittadino, dalla quale il sottoscritto Vice Coordinatore, insieme ad altri militanti e simpatizzanti, si dissocia, poiché sia l’iniziativa sia l’analisi, sono riconducibili al personalismo e protagonismo politico e non frutto di un dibattito interno al partito, che tende a minare il buon risultato ottenuto da Forza Italia a livello locale e regionale alle ultime politiche, alla luce dell’ondata di protesta degli elettori, che ha investito soprattutto i partiti della sinistra. 

A mio parere, non è giusto scaricare responsabilità sui vertici provinciali e regionali, poiché, tutti, nessuno escluso, hanno dato il massimo, in una campagna difficile, che ha inteso premiare il dissenso e la protesta. 

Ricordo, al coordinatore cittadino, che Castrovillari ha premiato e rieletto un Senatore (5 stelle) uscente, che è stato promotore di un’iniziativa “Anti Tribunale” e ciò nonostante, l’elettorato lo ha premiato.

Questo a ribadire, che il problema, non erano i candidati, che ringrazio per l’impegno profuso (Caligiuri, Gentile, D’Affinà), ma era l’ondata del dissenso e della protesta nei confronti della politica, soprattutto di quella degli ultimi 5 anni di un mal Governo, non eletto dal popolo. 

Al coordinatore cittadino, contesto l’iniziativa intrapresa, poiché in politica le analisi, le discussioni e le eventuali esternazioni, si fanno, doverosamente all’interno del partito e non sugli organi di stampa. Cosa ancora più grave, che un Coordinatore Cittadino autonomamente assuma iniziative non coinvolgendo il Vice Coordinatore, in un’analisi precisa e puntuale del voto, trascinando, irresponsabilmente, il partito in polemiche che, per rispetto degli elettori, dei candidati, dei militanti, dei vertici provinciali e regionali, sicuramente non merita. 

Ritengo, che in politica, validi dirigenti, soprattutto se hanno ricoperto importanti cariche istituzionali, debbano assumersi le proprie responsabilità, e riparare i propri errori, attraverso lo strumento delle dimissioni.

 

                                                                                                                 Rosario Esposito

                                                                                                                     Vice coordinatore ex Ass. LL.PP 

COMUNICATO STAMPA
 
Una sala consiliare gremita ha accolto Il neo deputato Massimo Misiti , nella prima tappa post-elezioni che lo ha visto partire proprio da Castrovillari .
Il candidato pentastellato eletto nel collegio uninominale Castrovillari Paola ha voluto ringraziare personalmente i castrovillaresi per la fiducia che hanno riposto in lui e nel Movimento 5 Stelle.
"Un risultato storico che può essere contraccambiato soltanto con una presenza costante di noi portavoce sul territorio , creando quel filo diretto con il Parlamento che riavvicini la gente alla buona politica".
"Vedere la gente interessata alle nostre proposte e partecipare a questi incontri pubblici è già di per sè una vittoria , che bisogna coltivare e trasformare in energia per risolvere i problemi di questo territorio"
L'incontro pubblico moderato dagli attivisti del meetup "Castrovillari a 5 stelle" ha avuto come temi, oltre ai ringraziamenti post elezioni, le lotte che ci saranno da affrontare in tema nazionale e locale con un'attenzione particolare alla questione sanità.
Gli attivisti del meetup hanno colto l'occasione per invitare tutti i cittadini che hanno a cuore le sorti ed i problemi di questa città ad avvicinarsi al meetup come assemblea pubblica di cittadini interessati alle sorti del proprio territorio e dei propri cari.
Gli attivisti ringraziano l'amministrazione comunale per la disponibilità a far svolgere l'evento E ringraziano gli attivisti di Altomonte, Morano Calabro e Lungro per il supporto e la partecipazione alle iniziative.
 
MeetUp CASTROVILLARI A 5 STELLE
Lunedì, 12 Marzo 2018 16:50

Forza Italia Castrovillari. Analisi del voto

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Le liste di Forza Italia in Calabria alla Camera ed al Senato sono frutto di una composizione “scellerata e sciagurata”, finalizzate solo al posizionamento di Occhiuto e Santelli, i quali hanno subito solo il fascino della ricandidatura nei listini bloccati, sfuggendo al confronto nei collegi uninominali dove le soprese, come si e ' verificato, potevano essere assai amare, e dove occorreva affrontare una competizione elettorale direttamente, intercettando ed acquisendo il voto del singolo elettore.

Veniamo nei dettagli della scelleratezza e sciaguratezza delle liste che, relativamente alla provincia di Cosenza, ha fatto sì di aver perso almeno un Senatore ed un Deputato.  

L’affermazione di Forza Italia di Castrovillari per aver conseguito il 22% dei consensi, diventando il secondo partito nella città, è emblematica di come un partito organizzato che sta con la gente e tra la gente possa riscuotere consensi.

Così come i candidati di Camera e Senato, Andrea Gentile e Fulvia Caligiuri, dove il primo in tutto il collegio Castrovillari-Paola ha conseguito oltre 41.000 voti conseguendo un percentuale del 34%,  ben oltre 10 punti percentuali degli altri candidati dei collegi di Corigliano e di Cosenza mentre,  la seconda, Fulvia Caligiuri, non eletta nel listino proporzionale per una mangiata di voti solo ed esclusivamente  per responsabilità di Santelli ed Occhiuto.  

La doppia ripetizione, anzi la tripla ripetizione  nella circoscrizione Calabria 1 (Occhiuto, Santelli, Tripodi) e nella Circoscrizione Calabria 2 ( Santelli, Occhiuto, Tripodi ) è una vergogna che la Santelli vuole attribuire a responsabilità di  Berlusconi per aver composto le liste, ma sappiamo che non è così. 

Si è voluto annientare tutta la classe dirigente e dei tanti giovani attivisti del partito che avrebbero apportato  linfa fresca in modo da intercettare i voti dei giovani.     

Stessa cosa dicasi per il listino al Senato per aver privilegiato la Provincia di Vibo con due candidature,   quattro volte più piccola di Cosenza,  ed in entrambi i casi è venuto a mancare quel valore aggiunto da conquistare i collegi e di eleggere qualche deputato in più e,  sicuramente anche  Fulvia Caligiuri  che manca l’ingresso al Senato  per pochi voti. 

Così come l’atteggiamento di apparire bravi a livello nazionale capitalizzando il lavoro degli altri,  nonché ridicolo postare fantomatiche graduatorie di comuni con 400 abitanti per aver conseguito un’alta percentuale di consensi per Forza Italia nascondendo dati catastrofici nei collegi di Corigliano con un misero 13%, mentre nel collegio di Cosenza si è giunti al paradosso se non alle  comiche, il duo Santelli-Occhiuto che ha rivendicato come un successo quella che in effetti è stata una sciagura, dove in una città retta da un Sindaco di Forza Italia,  dai parlamentari Occhiuto e Santelli nonché  vice sindaco, si è registrato un risultato  estremamente negativo con un misero 15%.

Forza Italia deve rinnovarsi, deve cambiare modus operanti e non può focalizzare la sua attività politica  solo a Cosenza abbandonando i territori.

Negli ultimi anni abbiamo registrato solo sconfitte nei comuni oltre i 15.000 abitanti come Cassano Allo Ionio, Castrovillari, Paola, San Giovanni in Fiore.

Sedi di partito neanche l’ombra nei comuni se non quella di Castrovillari.

Un coordinamento Provinciale e Regionale  mai riunito per un confronto con i dirigenti del territorio e radicare il nostro partito. 

Alla luce dei fatti diventa opportuno e doveroso il ricambio al vertice del partito Regionale per assicurare una ripresa seria e positiva.

 

                                                                                                        Coordinamento Cittadino Castrovillari

                                                                                                                      Roberto Senise                          

COMUNICATO STAMPA

Il progetto per la realizzazione di un centro polifunzionale per persone con disabilità della Fondazione di Comunità “Casa della Misericordia” a Castrovillari, rappresenta l’inizio di un percorso finalizzato non solo alla disponibilità di adeguate strutture, ma soprattutto all’attivazione di processi partecipativi con al centro le famiglie. E’ quanto sottolinea il Vescovo di Cassano allo Jonio, mons. Francesco Savino, presentando il seminario su “Disabilità e sussidiarietà: Il ruolo delle famiglie” che si terrà nel salone della Parrocchia San Girolamo, a Castrovillarigiovedì 15 marzo 2018, dalle ore 16 alle ore 19.

«Lo scopo del seminario – prosegue il presule – è quello di riflettere circa le nuove forme di sussidiarietà che garantiscano, attraverso una struttura organizzata, come la Fondazione di Comunità, obiettivi di assistenza conosciuti e condivisi, caratterizzati da una spiccata attenzione alla dimensione familiare ed in linea con gli indirizzi della Legge 112/2016 sul “Dopo di Noi”».

All’incontro del 15 marzo Interverranno, oltre il Pastore della Chiesa locale di Cassano, mons. Francesco SavinoRaffaele Bloise, direttore della Fondazione di Comunità “Casa della Misericordia” di Castrovillari e relazioneranno: Sandro Banella, Presidente della Fondazione “Dopo di noi” La Crisalide di Orvieto che tratterà il tema “Dall’Associazionismo dei familiari delle persone con disabilità alla Fondazione di Partecipazione per il “Dopo di Noi”: L’esperienza di Orvieto” e Michela Aversa, Responsabile Operativa della Fondazione “Dopo di Noi” La Crisalide di Orvieto che parlerà di: “Durante di Noi”: Un percorso necessario e consapevole delle famiglie”.

(nella foto allegata, un’immagine dell’ex Convitto vescovile di Castrovillari che è in fase di ristrutturazione per ospitare un Centro polifunzionale per persone con disabilità.)

Diocesi di Cassano all'Jonio
Ufficio per le Comunicazioni Sociali
Direttore: Dott. Roberto Fittipaldi
Pagina 7 di 404
FreshJoomlaTemplates.com
Wednesday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.