COMUNICATO STAMPA

Ignobile atto perpetrato sulla lapide della tomba del papà del Sindaco di Cassano all’Jonio, Gianni Papasso. 

A lui e alla sua famiglia esprimo la solidarietà mia personale e dell’intera Diocesi. 

Ferma è la condanna per il gesto deplorevole e particolarmente irriguardoso della memoria dei defunti. 

Nella preghiera e nell’impegno civile continuiamo a dire NO a stili che non appartengono minimamente all’antica civiltà del popolo cassanese. 

Fiduciosi nell’azione di salvaguardia e tutela del territorio da parte della Magistratura e delle forze dell’ordine, auspichiamo che si possa perseguire la costruzione della pace per il bene comune.


   Francesco Savino

Vescovo di Cassano all’Jonio

COMUNICATO STAMPA

Quando un amministratore locale viene così vigliaccamente colpito negli affetti e nella memoria dei propri cari abbiamo perso tutti. Chi si batte quotidianamente per la crescita civile e democratica delle comunità, come il collega sindaco Gianni Papasso, va sostenuto e difeso non solo dalle istituzioni, ma da tutta la società civile che non si riconosce in questi simili atti intimidatori.

È per questo che mi stringo al fianco di Gianni Papasso che sul territorio di cassano sta conducendo una battaglia di rinascita della cittadina chiamata ad amministrare, senza piegare la testa difronte al malaffare, alla criminalità e agli interessi di bottega. 

La notizia del vile gesto che ha riguardato la tomba del padre, arrivata nel mentre eravamo a Reggio Calabria per celebrare l'assemblea del consiglio regionale delle autonomie locali, ha fatto decidere per la sospensione dell'assemblea in segno di rispetto e solidarietà per il sindaco di Cassano all’Jonio.

 Ma ora è arrivato il momento di dire basta a questa spirale subdola ed anonima. Serve invertire la tendenza e non lasciare solo Papasso e tutti gli amministratori che come lui si battono per il nuovo corso delle amministrazioni locali. 

 Vincenzo Tamburi
Consigliere provinciale e Sindaco di San Basile

 

COMUNICATO STAMPA

Desideriamo che l’iniziativa d’incontro “democrazia e partecipazione”, varato dall’amministrazione comunale di Castrovillari affinché privati, associazioni, consiglieri o gruppi di cittadini chiedano o pongano quesiti, problemi, proposte, cresca e si ampli , e che pure il popolo locale di facebook porti, contestualmente,  i propri legittimi richiami, perplessità, denunce, che ci indirizza dalla piattaforma multimediale o piazza virtuale, come dir si voglia, anche in questo confronto mensile che si offre il secondo sabato di ogni mese in un Tu per Tu senza rete.”

Lo ha ribadito l’Assessore alle Politiche sociali, Giuseppe Russo, il quale aveva espresso delle valutazioni a riguardo - non al microfono-  nell’emiciclo, tra un botta e risposta delle componenti, e  subito dopo il Consiglio comunale del 14 febbraio a conclusione della discussione e affronto del punto su “le modifiche al regolamento dei comitati di quartiere” che ha posto una particolare attenzione pure su questo sentito momento di coinvolgimento pubblico, registrando due posizioni: per le Civiche la necessità di  rafforzarlo  con un’effettiva capacità attrattiva che trasmetta vero ascolto a chi presenta interrogazioni o chieda lumi su fatti, azioni o interventi, e per la maggioranza la certezza che la partecipazione nasce da una coscienza civica che non si può pretendere e neppure imporre, se non risvegliare , e accompagnare, nei tempi delle persone, solo  con assidue azioni dedicate di sollecito.

La sussidiarietà è una pratica- ha affermato al riguardo Russo- che si costruisce e per cui tutti devono concorrere a suscitarla perché si realizzi nel migliore dei modi. Ecco perché intendiamo continuare su questa strada, nonostante difficoltà e limiti oggettivi.Il terzo  incontro, tra l’Amministrazione comunale di Castrovillari ed i cittadini, quelli che riterranno di partecipare al momento di sabato 11 marzo nella sala consiliare del palazzo di città (per il quale non si pretende a tutti i costi la presenza, pur auspicandola) vuole continuare questa sfida e scommessa che, crediamo, debba essere affrontata consapevoli che c’è ancora tanta strada da fare insieme con i cittadini quanti si adoperano in questo principio di coinvolgimento per la crescita diffusa.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Venerdì, 17 Febbraio 2017 10:22

Cisl Fp Cosenza. Quinto Congresso Territoriale

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Si è appena concluso il V congresso territoriale della Cisl Funzione Pubblica di Cosenza. Nella mattinata la relazione introduttiva è stata affidata a Pierpaolo Lanciano, segretario generale Cisl Fp Cosenza, mentre a seguire l’assemblea ha registrato gli interventi di Tonino Russo, segretario generale Ust Cisl Cosenza, e Paolo Tramonti, segretario Generale Cisl Calabria. Ha chiuso il tavolo congressuale Antonio Bevacqua, segretario generale Cisl Fp Calabria. Alla manifestazione erano presenti i circa novanta delegati del territorio cosentino, molti dei quali sono intervenuti, e i segretari della Cisl Fp delle altre province calabresi. Nel corso della relazione introduttiva, il segretario della Cisl Fp Cosenza Pierpaolo Lanciano, ha presentato i temi congressuali, la questione del come il sindacato debba puntare ad avere meno leggi e più contrattazione, del ruolo della professione e del lavoro svolto dal sindacalista. La sua relazione, basata sul suo lavoro di segretario da soli 8 mesi, è stata poi incentrata sulla situazione locale e, in particolare, sulle autonomie locali e sulla sanità pubblica e privata. «Mentre la quarta rivoluzione industriale – ha spiegato Lanciano – con lo smart working e il lavoro agile spinge su un coinvolgimento del lavoratore sui processi e sui risultati, nella pubblica amministrazione, invece, ad iniziare dai procedimenti sul disciplinare, si pone attenzione prevalentemente sulla presenza. Una luce si vede nell'accordo sul lavoro pubblico firmato dal Governo con le organizzazioni sindacali. Si vuole creare una svolta dando fiducia alle parti sociali del settore pubblico per rilanciare e, potremmo dire senza retorica, per "salvare il settore pubblico", colpito più da una crisi funzionale di motivazione ed impegno delle risorse umane, che da una crisi finanziaria». Tonino Russo, segretario generale Ust Cisl Cosenza, ha messo in risalto come si stia portando avanti, faticosamente ma con forza, un modello di sindacato fatto da uomini che stiano lì nei luoghi di lavoro, lì dove sono le realtà. Tramonti ha fatto notare come dalla relazione del segretario Pierpaolo Lanciano emergano tante problematiche che poi esulano, alla fine, dal semplice discorso sindacale perché, ad esempio, i problemi della sanità sono problemi di tutti. E i problemi del servizio quasi sempre carente non possono essere risolti di certo attraverso i tagli alla busta paga dei dipendenti e né a loro può essere data la colpa di tutto questo. Ecco, l’obiettivo del sindacato è mettere insieme la parte sana della comunità perché se ci sono persone serie allora si avvicineranno altrettante persone serie per un unico fine comune. Nel tirare le conclusioni dei lavori della mattinata Antonio Bevacqua, segretario generale Cisl Fp Calabria, ha sottolineato come la Cisl debba essere sempre più un sindacato di prossimità e di partecipazione. Prossimità perché deve essere sempre più fatto di uomini e donne presenti nei luoghi di lavoro e sempre a disposizione dei lavoratori. Partecipazione perché ormai pare chiaro che la pubblica amministrazione non vada riformata solo o non solo attraverso le leggi ma attraverso la partecipazione di cittadini e lavoratori. Bevacqua ha spiegato come bisogni ripartire dai territori e non da soli cercando alleati tra le istituzioni, anche se è difficile, con i corpi intermedi e la società civile. La crisi attuale della pubblica amministrazione si spiega perché i sette anni di blocco delle assunzioni e del turnover hanno fatto regredire la pubblica amministrazione stessa invece che farla progredire. È stato un cattivo modo di affrontare la crisi economica che ha portato comunque ad un aumento della spesa pubblica pur tagliando le assunzioni. Si può portare ad una innovazione e ad una revisione delle scelte errate fatte dalla pubblica amministrazione attraverso un incremento della contrattazione facendo, invece, meno ricorso all’uso delle leggi. Nel pomeriggio, poi, Pierpaolo Lanciano è stato eletto per 4 anni alla direzione della segreteria della Cisl Fp Cosenza. Eletti anche i componenti del consiglio generale e della segreteria della Cisl Fp di Cosenza.

Agenzia Stampa Cisl Fp Cosenza

COMUNICATO STAMPA

La Regione Calabria , con proprio decreto n. 1423 del 13 febbraio scorso, assunto dall’apposito dipartimento, ha finanziato le spese dei Comuni, come Castrovillari, che sono sede di partenza o arrivo del 100°Giro d’Italia.

Lo ha reso noto il Sindaco della città, Domenico Lo Polito, sottolineando l’importanza del sostegno per ciò che significano tali provvidenze in termini , soprattutto, di aiuto alla promozione d’immagine, turistica , economica e sportiva dei luoghi di Calabria, bisognosi di tali attenzioni.

Da sempre, come insegna la storia del Giro, l’evento oltre ad essere un momento di particolare significato sportivo, che afferma, in più gare, i fattori  di competitività, dedizione e sacrificio che accompagnano il ciclismo, grazie ad atleti e squadre, è- aggiunge il primo cittadino che è pure Assessore allo Sport-  per mettere in bella mostra , sulla ribalta internazionale, i patrimoni che caratterizzano il nostro Paese.

La 7^ tappa, che si muoverà il 12 maggio dal capoluogo del Pollino, per portare i “girini”, dopo circa 193 chilometri, ad Alberobello , in Puglia, in forza di un’azione messa in essere dall’Amministrazione- fa presente Lo Polito sarà, infatti,  l’occasione per richiamare questi Tesori, oltre a far rivivere al nord Calabria ed alla città emozioni già abbracciate,  che si è voluto ri-intercettare. Per questo è stato pure distinto, con  i monumenti –simbolo di altre città, nell’iniziativa “l’Italia del Giro si è illuminata di Rosa” , il nostro Palazzo di Città, al fine di  cominciare quel conto alla rovescia che, seguito da altre proposte collaterali “Aspettando il Giro”, ci condurrà all’evento per festeggiare non solo “un secolo di gesta del Giro” con le nuove emozioni che offrirà, ma anche la generosità di quel  Cuore Sportivo che ha sempre contrassegnato la nostra storia cittadina.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

La II e IV classe della scuola primaria “Istituto Vittorio Veneto” hanno fatto visita alla Biblioteca Civica “U. Caldora” per partecipare alle attività di lettura coordinate dallo scrittore cosentino Michele D’Ignazio, autore, tra le altre opere, di apprezzati libri come “Storia di una matita”, “Storia di una matita. A scuola” “Pacunaímba (L’avventuroso viaggio di Santo Emanuele” e “Dizionario per un lavoro da matti”, nonché di alcuni pregevoli documentari.   

Salutati dal sindaco di Castrovillari, avvocato Domenico Lo Polito, particolarmente soddisfatto dell’iniziativa (che «ben si colloca nel percorso di promozione culturale avviato dall’amministrazione comunale, anche attraverso le scelte fatte a sostegno della Biblioteca civica, del Museo Archeologico e della Pinacoteca “A. Alfano”»), e accolti nella sala 14 del protoconvento francescano dal personale addetto, i bambini hanno così potuto viaggiare in un mondo fantastico – uno di quelli che si possono incontare e visitare solo nella magia delle pagine di un libro –  ma anche conoscere o ritrovare i luoghi che oggi ospitano la Biblioteca “Caldora”: con cui, come ha detto il professor Giovanni Donato, direttore dell’Istituto Vittorio Veneto, presente all’evento, «una scuola deve interagire e cooperare, se pretende di avere un ruolo decisivo nella formazione civile dei cittadini presenti e futuri di una comunità, perché siano pronti a dare il loro contributo alla sua buona organizzazione e al suo buon funzionamento».

Antonello Fazio

Pagina 6 di 325
FreshJoomlaTemplates.com
Saturday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.