Il Sindaco della città del Pollino, Mimmo Lo Polito, risponde con fermezza alle Liste Civiche dopo il parere favorevole, ottenuto ieri a Cosenza, durante la “conferenza per i servizi” circa l’impianto di raccolta rifiuti che dovrebbe sorgere a Cammarata ad opera della ditta Ecologica Sud.

Ci risiamo. Ogni volta che si parla di rifiuti le Liste Civiche sfoggiano un rosario di catastrofi che vanno dalla tutela ambientale all’occupazione, totalmente privi  di fondamento.

Il tutto condito da responsabilità variamente attribuite, tali da contestare ruolo e competenze di Provincia, Comune, ASP ed ARPACAL, essendo loro gli unici depositari di verità.

L’impianto per il quale gli Enti sopraddetti hanno espresso il parere tecnico, per come previsto dalla legge, è un mero deposito di stoccaggio temporaneo di rifiuti non pericolosi!

Nessuno mai si sognerà di portare rifiuti da tutta Italia in un deposito temporaneo, nell’attesa di essere trasferiti in impianti  di smaltimento, per il semplice fatto che nel nostro Territorio non esistono di funzionanti.

Del resto basta uscire per le strade della nostra città per vedere come i nostri rifiuti  non vengono raccolti poiché non c’è nessun impianto disposto a prendersi i rifiuti che i castrovillaresi producono.

Le Liste Civiche le quali ben sanno che la discussione sul punto dell’impianto di stoccaggio , con le posizioni di tutte le parti politiche e sociali, è stata racchiusa in una delibera di Consiglio Comunale e trasmessa alla Conferenza dei Servizi, che ha deciso positivamente per l’impianto, farebbero bene ad abbandonare la demagogia e ad attenersi agli atti ed alle competenze.

L’Amministrazione comunale  di Castrovillari, guidata dal sottoscritto, non si pone in nessun modo in continuità con l’Amministrazione Blaiotta ma, certamente, con la precedente Amministrazione ha il medesimo problema, costituito dallo smaltimento dei rifiuti in impianti oggi inadeguati, se non addirittura inesistenti.

E le responsabilità di chi governa sono quelle di risolvere i problemi dei cittadini, spesso anche contro una politica soltanto parolaia".

Angela Micieli

Chi ha detto che bisogna guardare il cielo solo a san Lorenzo? E chi ha detto che solo gli innamorati hanno il diritto di festeggiare? Se il giorno di san Faustino, oggi 15 febbraio, è già da tempo il dì riservato agli “scoppiati”, oggi la cosa sarà ancora più romantica anche per loro. Si sta avvicinando "2012 DA14". Con questo nome poco invitante, scoperto nel 2012 da un gruppo di astrofili spagnoli del programma “La Sagra Sky Survey”, si presenterà, a una velocità di 7,8 km/s, passando sopra le nostre teste alla distanza di 35.800 chilometri, un oggetto identificato dagli astronomi come un asteroide, del diametro ragguardevole di 45 metri e una massa di 135.000 tonnellate. Sarà visibile nei nostri cieli intorno alle 20:40, quando sorgerà, quasi in coincidenza col momento del massimo avvicinamento, alzandosi fra le stelle della costellazione della Vergine, per salire fra le stelle di quella del Leone, solcare poi quella dell'Orsa Maggiore e dirigersi, infine, verso la stella Polare. Il suo prossimo passaggio è previsto per il 2026.

Un regalo inaspettato per tutti coloro che oggi sperano sia la volta buona per esprime un desiderio per guardare in “compagnia” il cielo in futuro.

La scuola al servizio della crescita e dello sviluppo del territorio del Pollino è il tema “interessante oltre che attuale” di una  giornata di studio e formazione che si è tunuto presso l’auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “Pitagora - Calvosa” di Castrovillari, dove hanno relazionato il Sindaco, Domenico Lo Polito, e il neo Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Cosenza, Francesco Fusca.

Il momento è stato introdotto  dai saluti della dirigente scolastica, Franca Eugenia Guarnirei, la quale ha richiamato le ragioni dell’iniziativa, che è moderata  dal docente Domenico Iannibelli.

Sono stati invitati per l’occasione i dirigenti scolastici, docenti e rappresentanti degli studenti e dei genitori di altri Istituti, amministratori locali e rappresentanti del mondo del lavoro , delle associazioni e del volontariato  del comprensorio.

Lo sviluppo del territorio, così, è al centro delle attenzioni della scuola che, con gli altri soggetti, nessuno escluso, partecipa alla crescita anche della Zona attraverso la preparazione delle giovani generazioni, promuovendo, tra l’altro, tutto ciò che può legare queste capacità alla realtà.

Un’occasione, insomma,  per discutere su ciò che può fare una seria condivisione di programmazione attraverso una sinergia di azioni, di cui non si può più fare a meno per la vera crescita di un territorio come il Pollino.

“Fatti spiega il Sindaco Lo Polito - che esprimono il desiderio diffuso di partecipare allo sviluppo d’insieme del proprio comprensorio,che solo una condivisione d’impostazione può far crescere adeguatamente.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Venerdì, 15 Febbraio 2013 12:32

Scuola: "aria" di pagelle

Scritto da

Tempo di pagelle, o meglio schede di valutazione, per gli alunni delle scuole primarie e secondarie degli istituti comprensivi della città del Pollino, nati quest'anno tra non poche polemiche. Il primo quadrimestre è terminato e i voti non si fanno attendere. Entrano nelle case degli studenti, creando tensioni o plausi. E allora, per chi si trova alle prese con delle insufficienze è tempo di rimboccarsi le maniche per recuperare trascorrendo molto più tempo sopra i libri, ma è anche tempo di urla e punizioni da parte di mamma e papà:niente cellulare, niente computer, niente uscite. Chi, invece è andato bene, può tirare un sospiro di sollievo, e non deve fare altro che continuare a studiare con lo stesso impegno e la stessa dedizione dei mesi precedenti. Una cosa è certa: questo primo traguardo scolastico segna le sorti del secondo quadrimeste. E in una società che tanto declama la meritocrazia, studiare deve essere una priorità sin da piccoli. Educare allo studio significa educare a migliorare se stessi. E in questo senso, insegnanti e genitori hanno una grande responsabilità.

Rosy Parrotta

Dopo un incalzante ed efficace tam tam mediatico, nelle ore pomeridiane di ieri, 14 febbraio, la giovane donna di COSENZA scomparsa domenica scorsa ha potuto fare felicemente ritorno a casa. La sorella, dalla bacheca del suo profilo FB, già nelle prime ore pomeridiane, dava notizia di un suo avvistamento a CORIGLIANO CALABRO (CS), specificando, in un'impostazione successiva, che due amici davano riferimento del medesimo luogo: il centro commerciale, rafforzando le speranze dei congiunti. Esortava, pertanto gli “amici” della città ionica, anche se si avessero avuto dei dubbi, a scattare foto, a contattare le Forze dell'ordine e a postare sulle proprie bacheche la foto con su scritto “AVVISTAMENTO A CORIGLIANO”. dalle descrizioni pervenute risultava “con lo sguardo perso e infreddolita”.

Commovente l'appello di un contatto:

Un appello per tutti gli abitanti di Corigliano Calabro. La ragazza scomparsa l'hanno avvistata per favore chiunque la vedesse non abbia il timore di telefonare ai Carabinieri, Vigili. Insomma chiunque pensasse di averla riconosciuta a Corigliano avvisi subito le autorità!!! Grazie amici!!! Per favore riportiamo a casa questa ragazza alla famiglia che sta vivendo l'inferno!!! Grazie!!! chiedo scusa se sto occupando la pagina ma sinceramente non riesco e non posso continuare a fare link quando una mia cara amica (sorella) sta vivendo un dramma!!! Grazie a tutti gli abitanti del posto!!! E anche a chi sta continuando a far girare la foto!!! Dai popolo italiano facciamo vedere che quando serve siamo tutti uniti!!! Vi amo!,

postato più volte dalla sorella e tantissime altre condiviso dal popolo di FB.

Nelle ore pomeridiane l'annuncio del felice esito della vicenda e poco dopo quello del suo rientro a casa e il commiato con tutti gli amici virtuali che avevano partecipato affinché questo triste evento potesse risolversi il più presto possibile nel migliore dei modi. Subito dopo si scatenavano le impostazioni e i commenti di felicitazione per la piacevole conclusione della storia. E intorno alla mezzanotte il messaggio rassicurante:

Ciao amiciii, tutto bene quel che finisce bene, Giudi sta bene ha mangiato ed è andata a dormire, non è successo niente di male per fortuna. Si è allontanata per cercare lavoro, ed è ritornata con le sue gambe... Io ringrazio infinitamente tutti di cuore siete stati stupendi, magnifici, meravigliosi e potrei aggiungere ancora migliaia di aggettivi detti con il cuore, anche Giudi ringrazia all'infinito... Io sono provata stanca e non realizzo ancora, ho bisogno di una bella tisana e di dormire fino a dopodomani!!! Vi auguro un buon San Valentino... 

Non c'è che dire: nella giornata di ieri, auspice un san Valentino promotore d'amore, abbiamo avuto conferma che un uso sano e intelligente, nonché “sociale” delle reti, appunto, sociali, possa essere un volano di condivisione dei sentimenti e miglioramento della società intera.

Auguri alla famiglia e complimenti a quanti hanno, a vario modo, partecipato per il gioioso ricongiungimento.

 Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

Venerdì, 15 Febbraio 2013 09:35

Lo Polito risponde a Tamburi sul Tribunale nuovo

Scritto da

Relativamente alla costruzione del nuovo Tribunale, di catastrofico vi è soltanto l’approssimazione con  la quale il coordinatore del PDL locale, avv. Giuseppe Tamburi, tratta un argomento così importante senza conoscerne i contenuti, incurante dei danni che infondate notizie di questo tipo possano produrre all’intera Città.

Va subito chiarito che giammai il sottoscritto ha detto che i lavori sarebbero stati ultimati il 31/12/2012. Questa data, infatti, era quella di scadenza del termine di consegna dei lavori che l’impresa non ha potuto rispettare per 2 ragioni:

1)      La necessità di ulteriori lavori di divisione interna di alcuni locali della nuova struttura resisi necessari per accogliere tutti gli uffici ed il personale amministrativo e giudiziario provenienti da Rossano;

2)      Le difficoltà dell’impresa nel recuperare il proprio credito. Si ricorda, infatti, che al momento dell’insediamento del sottoscritto quale sindaco di Castrovillari, l’impresa accreditava nei confronti del comune ben  un milione e duecentomila euro. Somme, queste, a destinazione specifica, che il Ministero della Giustizia aveva trasferito all’amministrazione Blaiotta e da questi destinati ad altre spese. Tale debito, con enormi sacrifici, è stato quasi interamente onorato da questa amministrazione.

Per queste 2 ragioni è stata concessa una proroga soltanto sino al 31/3/2013. Tale proroga, che non ne vedrà altre, è stata l’ultima. E tale concetto è stato ribadito ai legali rappresentanti della società appaltatrice, anche alla presenza del Procuratore Generale della Procura di Castrovillari durante il sopralluogo di verifica che in data 13/2/2013 è stato effettuato con il sottoscritto accompagnato dal RUP  e dal Direttore dei lavori. Si è trattato di un normale ed estemporaneo sopralluogo dovuto alla presenza in loco dei titolari della società appaltatrice che definivano gli ultimi dettagli circa l’impiantistica ancora mancante.

L’importo dei lavori ancora da realizzare è di entità modesta. E proprio per tale ragione il sottoscritto circa 15 giorni addietro ha trattato direttamente al Ministero della Giustizia in Via Arenula le modalità di realizzazione e finanziamento degli arredi, cablaggio e sicurezza non facenti parte dell’appalto, che costituiscono la parte conclusiva di un intervento che dal 1/9/2013 vedrà la nuova sede pronta per accogliere tutti gli uffici del nuovo Tribunale di Castrovillari ampliato nella circoscrizione territoriale e nell’organico per come definito nel provvedimento di riordino delle sedi giudiziarie.  

Domenico Lo Polito

FreshJoomlaTemplates.com
Sunday the 22nd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.