Copia della lettera consegnata oggi da CGIL-CISL-UIL-FILCTEM-FLAEI-UILTEC al Presidente della Provincia di Cosenza su rischio chiusura presidi Terna a Castrovillari e Cosenza.

La Soc. TERNA Rete Italia – nella funzione di gestore della rete di Alta Tensione di energia elettrica sul territorio nazionale – su concessione dello Stato – sta attuando una riorganizzazione la cui ricaduta sull’area settentrionale della Regione  presuppone il superamento dell’attuale presidio del territorio, le cui postazioni sono oggi allocate in Cosenza e Castrovillari, allocando il futuro presidio e le relative risorse umane presso il Comune di Rotonda in Basilicata.

Tale proposta, ove dovesse essere definitivamente attivata, provocherebbe sicuramente un marcato scadimento del servizio elettrico, l’allontanamento delle risorse oggi colà impegnate e le prospettive di future occasioni di lavoro per la Calabria.

E’ il caso di segnalare che l’attività cui il personale è oggi impegnato, è indirizzato verso strutture ed impianti collocati fisicamente sul territorio Calabrese, pertanto tale progetto riorganizzativo suona come mera provocazione più che per razionale presidio di importantissime attività operative.

Considerato la strategicità che gli impianti di TERNA hanno in funzione della trasmissione della produzione elettrica dei vari siti insistenti in Calabria  (Termo, Idro, Solare-fotovoltaico, eolico e biomasse), sottrarre l’occupazione relativa ai suddetti impianti risulta una scelta beffarda.

Le chiediamo, nella sua alta funzione Istituzionale, l’attivazione di un tavolo aperto alla partecipazione dei Sindaci del territorio, per consentirci di meglio dettagliare la portata di tale progetto e le conseguenze che determinerebbe se attuato.

In attesa di riscontro, Le inviamo i più distinti saluti.

 

 

 

Venerdì, 12 Aprile 2013 13:32

Dell’amicizia

Scritto da
A prescindere che anche l'inimicizia ha i suoi valori (molti nemici, molto onore!), è indubbio che l'amicizia nel corso della Storia e in tutte le culture ha riscosso sempre una particolare attenzione.
 
Ciò non solo lo è da parte delle persone semplici, che vivono essa come il naturale sbocco della socializzazione, caratteristica che ci contraddistingue dagli altri animali (l'uomo è un animale sociale, affermava Aristotele), ma, oltre ai poeti, agli scrittori, ai drammaturghi, agli sceneggiatori, ai musicisti e a quant'altri lavorano colla parola, libera o in versi, declamata o cantata, che del trinomio cuore, dolore, amore (termini che a buon diritto entrano anche in questa tematica) hanno fatto la base delle loro opere, ciò lo è anche da parte dei filosofi, che si sa, per costituzione, non si intendono di cose amene, ed esplicativa a riguardo è l'opera più celebre sull'argomento, il Lelio sull'amicizia di Marco Tullio CICERONE.
 
L'amicizia, nel tempo e nei luoghi, si è configurata in molteplici aspetti, tanto da essere connotata da elementi differenti, dipendenti anche dal contesto in cui essa allignava. Alcuni di questi non sempre sono condivisibili in culture distanti (nel tempo come nello spazio): per ciò basta ricordare il rapporto amicale tipico della Grecia classica, espresso egregiamente da Aristocle, più famoso come Platone, nel suo Simposio, con caratteristiche apertamente sessuali: certamente non proponibili in una dinamica prettamente amichevole” nella nostra società (occidentale & contemporanea).
 
Per gli antichi Romani si identificava col senso di sodalitas, ovvero quella solidarietà che contraddistingue gli appartenenti a un gruppo umano accomunato da un medesimo scopo. Tipico, in tal senso, era il rapporto che contraddistingueva i legionari romani, traducibile col senso di cameratismo (ovvero di sentimento verso il camerata" con cui si divide il luogo deputato al sonno e verso cui si deve avere fiducia nel turno di guardia sua e attenzione nel turno di guardia propria) che contraddistingue chi, ancora oggi, divide pane & morte.
 
D'altronde il pane è uno degli elementi fondamentali dell'amicizia: condividere il pane, prototipo del cibo, è un po' come condividere la vita, e cosa sono i compagni se non degli amici con cui si con-divide la mensa (cum + panis); e ci fu qualcuno che intorno a una Mensa invitò i Propri compagni a volersi bene e istituì un memoriale con cui tutti i suoi seguaci, ricordandosi di quella Mensa, si sentissero amici. Di più: fratelli.
 
Se nei rapporti umani dovrebbe prevalere l'em-patia (ovvero il percepire dentro l'altro, il mettersi nei panni dell'altro), nell'amicizia deve prevale la sim-patia (ovvero il percepire con l'altro, cioè il percepire insieme, il provare le medesime emozioni). Ecco perché spesso il tradimento dell'amico è vissuto più fortemente del tradimento della persona amata. In alcune lingue (come l'inglese e il tedesco), addirittura non vi è un corrispettivo della frase italiana ti voglio bene (frase certamente adatta a due amici) che viene comunque tradotta come ti amo (che a sua volta è molto forte in italiano, avendo acquisito, nella nostra lingua, una connotazione di stampo sessuale e quindi poco adatta al contesto).
 
Dagli amici ci si aspetta di essere compresi, capiti, quasi in modo intuitivo, al punto tale da poter affermare che i veri amici sono come gli uccelli: si incontrano al volo.
 
Ecco perché chi trova un amico trova un tesoro. Da cui: chi perde un amico perde un tesoro. E quindi: chi ritrova un amico ritrova un tesoro!
 
Dedicato a tutti gli amici che per incontrarsi in cielo spesso si scontrano sulla terra!
 

COMUNICATO STAMPA

Oggi a Cosenza alla presenza del Coordinatore Regionale della UILTEC Gino Campana e del Segretario Generale della UIL Calabria Roberto Castagna, è stata costituita per la prima volta la Segreteria Provinciale della UILTEC.

A guidare la UILTEC provinciale sarà il Segretario Generale Benedetto Martino che ha condotto la UILCEM provinciale negli ultimi anni,  la segreteria che lo supporterà in questo compito è composta da Mario Greco settore Elettrico, Gianvincenzo Petrassi settore Tessile, Ippolito Massenzo settore Energia, Maria Iorfida Segreteria, Organizzazione e Pari opportunità, Antonio Volpintesta Tesoriere. Artigianato e PMI saranno per ora trattate direttamente dal Segretario Generale.

La UILTEC è la nuova grande categoria della UIL, Unione Italiana Lavoratori Tessile, Energia e Chimica è la federazione sindacale che riunisce e organizza i lavoratori delle imprese operanti nei settori produttivi ed industriali dell'abbigliamento, calzature, chimica e farmaceutica, gomma plastica e cavi, vetro e lampade, concia, ceramica e piastrelle, miniere, petrolio, ingegneria, energia, gas e acqua che fa capo alla Confederazione della UIL (Unione Italiana del Lavoro). La UILTEC nazionale è nata il 25 gennaio 2013 dalla fusione tra la UILCEM (Unione Italiana Lavoratori della Chimica Energia e Manifatturiero) e la UILTA (Unione Italiana Lavoratori del Tessile e Abbigliamento).

Roberto Castagna, Segretario Generale della UIL Calabria,  ha salutato questa nuova squadra con la convinzione che bene saprà rappresentare i lavoratori di questo grande settore industriale che mai come in questo momento vive forti incertezze e drammatici momenti di difficoltà.

Il Coordinatore Regionale della UILTEC Calabria Gino Campana, ha espresso il suo plauso per come in tempi rapidissimi si sia giunti ad unificare due categorie ben rappresentate entrambe fino ad ora e che avevano ottenuto larghi consensi separatamente, ora unite sapranno ancora meglio agire sul territorio provinciale.

Il neo Segretario Generale della UILTEC Cosenza Benedetto Martino, ha voluto ringraziare tutti gli iscritti della UILCEM e della UILTA che in questi anni hanno fatto crescere queste due organizzazioni, e tutti i lavoratori che votando UILCEM e UILTA alle elezioni RSU e a quelle sui Fondi speciali le hanno fatte collocare in un ruolo di primo piano a livello provinciale e porre all’attenzione delle Segreterie Nazionali,  ma ha voluto chiudere l’incontro con le parole del Segretario Generale della UILTEC Nazionale Paolo Pirani “Non abbiamo voluto costituire un nuovo sindacato ma un sindacato nuovo, oggi iniziamo un percorso nuovo e il nostro obiettivo è diventare un Sindacato di riferimento Vogliamo essere il Sindacato che da risposte concrete ai bisogni delle persone".

Cosenza 11 Aprile 2013

Un documento per sottolineare le preoccupazioni dei dipendenti circa una possibile riproposizione del problema :mancato accredito dello stipendio, un impegno per un confronto costante con l’Amministrazione, al fine di stimolarla, ed al più presto una nuova assemblea che informi sui nuovi passi effetuati dalla rappresentanza sindacale unitaria municipale.

Sono state queste le determinazioni dell’assemblea dei dipendenti comunali di Castrovillari, convocata dalla RSU per questa mattina, e nella quale è stato comunicato che gli stipendi del mese di marzo sono stati accreditati al personale, agli  LSU, LPU nonché a quelli impegnati  nelle attività socialmente utili grazie all’intercettazione di fondi.

L’informativa è stata fornita da Carmine Marini,  alla presenza dei colleghi  della RSU: Alessandro Lanzara, Raffaele Chiaramonte, Antonio Pandolfi e Giuseppe Rennis oltre al responsabile dell’ufficio finanziario dell’Ente, il dottore Luigi Presta, ed ai responsabili provinciali - funzione pubblica- della CISL e UIL, rispettivamente  Antonello Borsani e Fabio Donato (non era presente- come ha tenuto a precisare  Marini -  per impegni precedentemente presi  il segretario comprensoriale della FP CGIL, Gino Di Minco),   in seguito ad un colloquio che i rappresentanti sindacali comunali avevano avuto con il Sindaco, Domenico Lo Polito; “questi – hanno riferito le RSU- ha sostenuto  che l’inconveniente avvenuto non si dovrebbe più verificare e che eventuali prossimi ritardi potrebbero scaturire solo da diminuzioni di flussi di cassa.”

Da qui l’importanza da parte del Comune, con il pieno coinvolgimento dei dipendenti e come già rappresentato dall’Amministrazione nell’assemblea del 26 marzo scorso, per un lavoro di riscossione sempre più scrupoloso dei tributi contro l’evasione di quelle imposte locali, ormai fondamentali per i servizi, per le comunità ed amministrazioni nell’ambito di quel federalismo fiscale, dove le autonomie locali devono camminare con le proprie gambe alla luce anche dei minori trasferimenti da parte dello Stato e della spending review che impongono rigore della spesa e razionalizzazione a più livelli oltre a quel senso di responsabilità da parte di tutti nel rapportarsi con le varie questioni.

Durante il confronto la rappresentanza sindacale pur ritirando il ventilato stato di agitazione che aveva proposto nel caso in cui non si sarebbe dato corso alla corresponsione delle spettanze per tutti i lavoratori comunali, ribadisce la propria vigilanza, insieme con l’Amministrazione, su ciò che sta caratterizzando la vita finanziaria dell’ente, e un impegno che non può che vedere uniti dipendenti ed Amministratori sulle impasse presenti per risolverle.

Hanno preso la preso la parola, oltre al segretario territoriale Borsani che ha espresso la piena disponibilità, i dipendenti:  Mimmo Musmanno ribadendo l’importanza in questo momento  di difendere il salario per tutti; Fabio Donato, responsabili provinciale  FP UIL, che ha proposto di verificare i dati che hanno determinato tale situazione ed ancora Emma Campanella e Mario Rocco. Quest’ultimo , in particolare, ha chiesto che la RSU chieda all’Amministrazione quali azioni siano state intraprese sul contenimento della spesa, affermando, senza mezze misure, l’importanza di uno scatto di reni da parte di tutti i dipendenti per dare forza a quell’azione di risanamento avviata dall’ente che ha aderito al decreto “Salva Comuni”.

Non si è mancato neppure di ribadire, come aveva fatto presente il rappresentante Raffaele Chiaramonte, nella precedente riunione, che opportune manifestazioni possono essere sviluppate solo con l’unità di tutti, spiegando che la rappresentanza sindacale  ha significato e forza in quanto supportata concretamente dai lavoratori che l’hanno eletta.

L’iniziativa della mattinata, a cui non era presente il primo cittadino per impegni istituzionali fuori città come è stato precisato dai rappresentanti della RSU, si è svolta in seguito alle decisioni assunte dall’assemblea il 4 aprile scorso, dopo la comunicazione della responsabile dell’Ufficio Personale, dottoressa Campanella,  successivamente alle notizie del primo cittadino che le rimesse sarebbero state accreditate entro giovedì 11 aprile .

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

L’assemblea del personale del Comune di Castrovillari, tenutasi nell’atrio di Palazzo Gallo, alle ore 11,00 dell’11/4/2013, alla presenza della Rsu e dei Sindacati Territoriali Cgil – Cisl – Uil, dopo ampio dibattito, nella quale è stato riconfermato lo stato di preoccupazione e di allarme, in merito al riconoscimento della mensilità che ha subito momentanea situazione di difficoltà;

ha altresì discusso le possibili situazioni che hanno determinato l’attuale stato di cose.

Tra queste dinamiche che hanno prodotto la mancata retribuzione salariale del mese di marzo, sono state evidenziate le iniziative intraprese dall’amministrazione comunale in merito all’approntamento del piano di rientro, previsto dal c.d. “Decreto salva Comuni”, a cui ancora non è dato conoscere quali azioni sono state messe in atto.

Inoltre, nel dibattito, si è anche discusso dello stato attuale della contrattazione decentrata che già presenta ritardi di due anni.

Ciò premesso, l’assemblea all’unanimità, ha chiesto un incontro col Sindaco, onde poter essere portati a conoscenza:

  1. sulle reali cause che stanno ponendo a rischio le future erogazioni delle mensilità salariali;
  2. sulle iniziative che l’Ente ha intenzione di adottare in merito;
  3. sul grado di coinvolgimento in riferimento alle relazioni sindacali di informazione preventiva e partecipata sull’approntamento del bilancio;
  4. sulle iniziative in atto al piano di rientro approvato ed adottato nel rispetto del c.c. decreto “Salva Comuni” di cui alla deliberazione di consiglio comunale già approvata.

Infine, l’assemblea ha invitato le Rsu e le OO.SS. Territoriali presenti (Cgil-Cisl-Uil) a chiedere l’immediata apertura del tavolo, per la definizione e stipula del CCDI Integrativi agli anni 2012-2013.

I rappresentanti della RSU AZIENDALE

Chiaromonte Raffele

Pandolfi Antonio

Donato Angela

Marini Carmine

Tennis Giuseppe

Zanzara Alessandro

I Territoriali OO.SS.

CISL FP                     UIL FPL Prov.le Cs               CGIL FPC

                                            Antonello Borsani              Fabio Donato                 Carmine Marini  

 

Comunicato inviato da Fabio Donato

L’associazione  “ Kontatto Production “ ha organizzato, con il patrocinio del Comune di Castrovillari, per domani pomeriggio, venerdì 12 aprile,  con inizio alle ore 17,30, nella sala 14 del Protoconvento francescano, un convegno su " Il Futuro dei Trasporti nella Calabria Citeriore: sinergie tra Pollino e Sibaritide? ", al fine di approfondire, anche alla luce del nuovo Piano Regionale dei Trasporti, le iniziative che, in sinergia, potrebbero essere attivate dagli Enti locali per rilanciare i trasporti  nel Pollino e nella Sibaritide.

All’incontro parteciperanno i Sindaci di Cassano Jonio e Castrovillari, rispettivamente, Giovanni Papasso e Domenico Lo Polito, il Presidente dell’Ente Parco del Pollino, Domenico Pappaterra, il consigliere regionale, Gianluca Gallo, il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, il consigliere Provinciale , Piero Vico, il presidente del Distretto Scolastico n. 19, Giovanni Donato, l’assessore provinciale ai trasporti, Giovanni Forciniti e il consigliere regionale e componente della Commissione Trasporti della Regione Calabria, Mario Franchino.

 “ Il nostro scopo - dice il Responsabile delle Attività Culturali di Kontatto Production, Pasquale Pandolci che introdurrà e modererà il convegno – è che tutte queste iniziative contribuiscano a focalizzare importanti questioni inerenti lo sviluppo di Castrovillari e del nostro Territorio, e che si raccolgano su di esse  opinioni e proposte dei maggiori rappresentanti  delle  Istituzioni , della Cultura e della Società, in vista di una soluzione condivisa dei problemi che, allo stato, non consentono un armonico sviluppo della Calabria Citeriore”.

L’Ufficio Stampa del Comune di castrovillari

(g.br.) 

FreshJoomlaTemplates.com
Sunday the 21st. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.