− COMUNICATO STAMPA −

Il formaggio pecorino del Monte Poro, al termine di una complessa procedura è stato riconosciuto Presidio dalla Fondazione Slow Food. Un riconoscimento al lavoro faticoso, scrupoloso e appassionato di un gruppo di piccoli allevatori che trasformano il latte con procedimenti che si tramandano fin dal 1500 e che rendono questo formaggio veramente unico. Nato dall’azione coordinata di Fausto Marino, Fiduciario della Condotta Slow Food di Vibo Valentia, di Silvio Greco, direttore scientifico dell’Istituito centrale per la ricerca applicata al mare e responsabile ambiente di Slow Food Italia, il Presidio è stato fortemente voluto dalla Fondazione Slow Food nelle persone di Piero Sardo, Presidente di Slow Food Italia e uno dei massimi esperti mondiali di formaggio e da Salvatore Ciociola funzionario dell’Associazione. Grande soddisfazione è stata espressa, naturalmente, dal responsabile regionale dei presidi calabresi, Alberto Carpino, che ha sottolineato come questo risultato, raggiunto grazie alle sinergie messe in campo tra allevatori e strutture tecniche dell’Associazione, premia e mette sotto tutela una delle produzioni più rappresentative calabresi, che era a rischio estinzione.

L’allevatore e casaro Gabriele Crudo è l’artefice di questo meraviglioso successo ottenuto insieme a Leonardo Tropea e Sebastiano Caparra (solo trasformatore), con i quali ha dato vita dapprima alla Comunità del cibo del pecorino del Monte Poro e successivamente sono approdati al presidio.

Il Pecorino del Monte Poro Presidio Slow Food è stato definito da Piero Sardo uno dei più buoni formaggi al mondo. È fatto con latte crudo proveniente dalle pecore di razza Comisana e Sarda e talvolta dalle pecore di “Malvizza” (una popolazione ovina autoctona poco produttiva e di difficile gestione ma che dà un latte di eccellente qualità), allevate allo stato brado per gran parte dell’anno.

Il Monte Poro è un altopiano, a sud-ovest di Vibo Valentia, che fornisce eccellenti pascoli caratterizzati da una grande biodiversità di erbe che conferiscono al formaggio pecorino, unitamente ai trattamenti che subisce in crosta, caratteristiche aromatiche particolari: in certi casi si sentono la menta, il fiore selvatico e il sottobosco; in altre, il fieno secco a cui si aggiunge spesso anche un sentore animale.

Il formaggio Pecorino del Monte Poro Presidio Slow Food ha affrontato recentemente la ribalta internazionale, avendo partecipato alla rassegna Cheese che si è tenuta nello scorso mese di settembre a Bra (CN). 370 mila visitatori, 300 espositori da 23 nazioni sono i numeri della prestigiosa kermesse. Tra gli stand, per la Calabria, non poteva mancare il neonato presidio del pecorino del Monte Poro e il Caciocavallo di Ciminà (RC) presidio Slow Food, rappresentato dall’allevatore Rocco Siciliano, che hanno ben figurato tra i 95 presidi nazionali di formaggio.

Slow Food ha sempre sostenuto le produzioni artigianali di qualità, promuovendo l’utilizzo del latte crudo, la biodiversità delle razze, il legame con il territorio, il benessere animale, il rispetto per il paesaggio, i saperi legati ai mestieri del latte – pastori, casari, affinatori e selezionatori –, e mostrando come tutti questi elementi siano profondamente connessi a formaggi più interessanti e complessi sotto il profilo gustativo.

Il Pecorino del Monte Poro incarna tutte questa caratteristiche ed è per questo motivo che si è imposto all’attenzione della comunità Slow Food che ha inteso “premiare” questi giovani, coraggiosi, eroici produttori: piccoli allevatori con un centinaio di ovini ciascuno. Il Presidio coinvolge al momento due piccoli produttori artigianali e un trasformatore che lavorano il latte dei propri ovini e quello di alcuni allevatori vicini. Sono loro i due capisaldi sui quali si fonda nella fase di avvio il progetto del Presidio, il cui obiettivo è promuovere il pecorino anche al di fuori dell’area del Monte Poro perché diventi una risorsa per il futuro di questo territorio. In questo modo i produttori che oggi non possono accedere al mercato potranno farlo in futuro, trovando un mercato più attento e sensibile e, auspicabilmente, risorse e sostegno da parte delle istituzioni per realizzare laboratori e stagionature adeguate.

Da oggi i produttori del pecorino del Monte Poro presidio Slow Food potranno accompagnare il loro prodotto con “l’etichetta narrante”, un nuovo modo di fare comunicazione introdotto per la prima volta da Slow Food. L’etichetta narrante, (una contro-etichetta), accanto alle indicazioni previste dalla legge, fornisce informazioni precise sui produttori, sulle loro aziende, sulle varietà vegetali o le razze animali impiegate, sulle tecniche di coltivazione, allevamento e lavorazione, sul benessere animale, sui territori di provenienza.

Secondo Slow Food, la qualità di un prodotto alimentare è innanzi tutto una narrazione, che parte dall’origine del prodotto (il territorio) e comprende la tecnica di coltivazione, di trasformazione, i metodi di conservazione e, naturalmente, le caratteristiche organolettiche e nutrizionali. Soltanto la narrazione può restituire al prodotto il suo valore reale.

Alberto Carpino
Responsabile Regionale Presidi Slow Food - Calabria

− COMUNICATO STAMPA −

Sono arrivati fin dalla costa jonica gli appassionati ed i camminatori che in gran numero hanno preso parte alla prima edizione della Camminata tra gli Olivi, promossa dall'Associazione nazionale Città dell'Olio ed alla quale hanno aderito, in comunione di intenti, le municipalità di San Basile e Saracena.

Un gemellaggio istituzionale all'ombra di alberi secolari che disegnano il panorama collinare dell'entroterra del Pollino reso forte dalla sinergia nella promozione del territorio, della imprenditoria sana che sceglie il territorio per fare economia nel segno dello sviluppo sostenibile, del ritorno alla terra come filosofia ed approccio culturale al quale educare le giovani generazioni. Ma anche un momento di promozione del turismo dell’olio «puntando - hanno sottolineato i sindaci Vincenzo Tamburi (San Basile) e Renzo Russo (Saracena) sul patrimonio indissolubile dei nostri territori, un valore che dovrà costituire ricchezza per le future generazioni, proprio nell’anno, il 2017, che l’ONU ha dichiarato Anno Internazionale del Turismo Sostenibile».

La camminata di due chilometri immersi tra gli olivi dell'azienda Agribio sas di Francesco Bloise ha visto la partecipazione di comitive giunte da Trebisacce, Castrovillari, Saracena e San Basile, Frascineto ed altri comuni del circondario, segno importante della grande attenzione verso questa tematica di sostenibilità ambientale ed economica. 

«Un risultato di partecipazione del quale siamo contenti e soddisfatti - hanno specificato i due amministratori - che è il preludio di una serie di attività di promozione a sostegno dell'agroalimentare sostenibile che ci identifica in un comprensorio, come quello del Pollino, ricco di eccellenze che possono diventare la nostra forza economica».

A coordinare la giornata il consigliere Gianmario Pugliese (delegato all'agricoltura di San Basile) e l'assessore Franco Gagliardi (del comune di Saracena) che insieme al consigliere Rosita Leonetti sono stati l'anima pulsante di questo appuntamento che ha unito due comuni viciniori con la stessa attenzione verso l'ambiente e le produzioni identitarie.

La prima edizione della Camminata tra gli olivi, che ha preso il via dal Municipio di Saracena, si è conclusa presso il Frantoio Exabbatia dei fratelli Gialdino a San Basile.

Vincenzo Alvaro
- giornalista -

− COMUNICATO STAMPA −

L’Amministrazione comunale di Castrovillari, attraverso il Settore pianificazione e Gestione del Territorio, ha bandito un concorso d’idee per il miglioramento funzionale di piazzetta civitanova, cuore del rione più antico della città e fulcro di una serie di azioni che vengono perpetrate per il rilancio dell’identità popolare e di quanto la rappresenta in capacità, risorse ed emergenze monumentali.

Per tale motivo quanti sono interessati al Concorso dovranno elaborare una proposta che sarà valutata da una commissione giudicatrice la quale affiancherà a ciascun progetto un punteggio selettivo; l’apposita documentazione dovrà essere consegnata da parte dei concorrenti in un plico anonimo e con la dicitura “Concorso di Idee per piazzetta Civitanova”.

L’ente, poi, con l’assegnazione del premio, che prevede un primo di millecinquecento euro, un secondo di mille euro ed un terzo di 750 euro, assume la proprietà della proposta. Indicazioni sulle elaborazioni delle idee, documentazioni e modalità potranno essere, comunque, reperite nel bando pubblicato oggi.

Questo, reperibile sul sito del comune, desidera individuare il soggetto vincitore a cui verranno affidate, poi, le fasi successive della progettazione e direzione dei lavori.

Il costo stimato per la realizzazione dell’opera è di 50milaeuro compresa di iva.

Il calendario del bando prevede, inoltre, la richiesta di chiarimenti entro il prossimo 31 dicembre, la consegna della documentazione entro le ore 12 del 10 gennaio 2018,il termine dei lavori della commissione giudicatrice entro il 10 febbraio, la pubblicazione della graduatoria entro il 10 marzo e la pubblicazione e mostra di tutte le proposte ideative partecipanti entro il 10 maggio 2018. I partecipanti non potranno competere in più configurazioni ma singolarmente o in forma individuale.

“L’iniziativa-richiama il Sindaco, Domenico Lo Polito- oltre a voler dare maggiore dignità e fruibilità al luogo è per accrescere il miglioramento del quartiere, da anni, ormai, riferimento di convegni, spettacoli, intrattenimenti e performances ,connotando la Civita tra i percorsi interessanti nonché vera traccia di storia e impronta del Passato oltre che vetusto incrocio di culture, epoche, presenze e periodi indissociabili. Da qui la determinata intenzione di ottimizzare al massimo il luogo a bando. “

L’Ufficio stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

Da oggi, come annunciato nei giorni scorsi e dopo il momento di sperimentazione, il Comune di Castrovillari fornirà il documento personale elettronico che attesta l’identità del cittadino.

Il momento è stato sancito questa mattina negli Uffici dell’Anagrafe alla presenza del Vice Sindaco, Francesca Dorato, dell’Assessore, Maria Silella, del Segretario comunale, Angelo Pellegrino, e dei dipendenti con la responsabile Maria Guaragna.

La nuova Carta si dovrà richiedere alla scadenza della propria (o in seguito a smarrimento, furto o deterioramento) presso il Comune, dove la si potrà ritirare o chiedere di riceverla a casa.

Realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito, dotata di sofisticati elementi di sicurezza, supporterà , in progress,altri servizi.

Un avvio nel segno della modernità e per la semplificazione che vuole facilitare e diffondere quegli strumenti necessari ad una maggiore e migliore correlazione tra cittadini e pubblica amministrazione.

Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari. Maschere, coriandoli, tradizione, teatro, folklore, cultura, mostre, sport, focus…in una parola, Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore dal 3 al 13 febbraio 2018. Castrovillari si prepara a festeggiare i 60 anni di questa tradizione carnascialesca che dal 1959 viene organizzata dalla Pro loco di Castrovillari con il patrocinio della locale Amministrazione Comunale, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, della Federazione Italiana Tradizioni popolari, dell’ Ente Parco Nazionale del Pollino e dello I.O.V Italia. La tradizione, si perde nella notte dei tempi. Alla prima metà del 1600, proprio in occasione dello
svolgimento dei riti carnascialeschi, venne rappresentata presso il Comune di Castrovillari, nel febbraio del 1635, la farsa dialettale di Cesare Quintana “Organtino”. La pubblicazione del testo teatrale e la sua rappresentazione testimoniano l’origine della manifestazione. Manifestazione che si inserisce a pieno titolo tra i carnevali storici e di prestigio al pari di Viareggio, Venezia, Putignano, Sciacca, Cento etc.; il riconoscimento è avvenuto lo scorso anno dal MIBACT ed ancora è stato inserito dal Touring Club, tra i 10 più importanti del meridione. Il presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli ed il direttore artistico, Gerardo Bonifati insieme al Cda dell’Ente organizzatore, ai volontari e a quanti credono nella manifestazione, stanno lavorando alacremente, per festeggiare, come si conviene, questo sessantesimo compleanno.

ANTEPRIMA DI CARNEVALE

Dal 3 al 7 di febbraio 2018 aspettando il carnevale con teatro, concerti, elezione della “Madrina” e “Scuole di danza a confronto”;
- 8 febbraio Incoronazione di “Re” Carnevale e Sirinata d’a savuzizza - XVI Concorso per serenate tradizionali “Gianni Francomano”;
- 9 febbraio “Organtino” rappresentazione teatrale e presentazione delle antiche maschere della commedia castrovillarese;
- 10 febbraio il “Fanciullo ed il Folklore”- Festival del Folklore per bambini;
- 11 febbraio la “Sfilata”- Carnevale dei bambini “Parata della Gioia”; Quelli che aspettano la sfilata, sfilata dei gruppi mascherati, Carri allegorici e gruppi folklorici;
- 12 febbraio “Gran Galà del Folklore” …Focus “ Sicilia”;
- 13 febbraio la “Sfilata” dei gruppi mascherati, Quelli che aspettano la sfilata, Carri allegorici e gruppi folklorici, “Morte e falò di Re Carnevale”… Gran Finale.

DURANTE LA MANIFESTAZIONE
. Concorso per carri allegorici
. Concorso per gruppi mascherati
. Focus Sicilia
. XXVI Seminario di Studi Demo-Etno- Antropologico
. VI Concorso artistico/letterario “ U Monachiddu”
. XVIII Premio Paponetti/Sovrani
. XIII Cineforum “Carmine Bonifati”
. XXVI Concorso fotografico “Racconta il Carnevale”
. V Concorso “Vetrine e maschere”
. XIV Concorso artistico per la realizzazione del manifesto del “Carnevale dei bambini”
. Concorso di pittura
. Mostra fotografica
. Lotteria del 60° Carnevale di Castrovillari
. IX Torneo di Calcio “Coppa Carnevale”
. VI Torneo Tennis tavolo “ Coppa Carnevale”

Sono aperte le iscrizioni per il “ Concorso dei Carri Allegorici” e dei “Gruppi Mascherati”

Per partecipare chiedere informazioni alla Pro Loco
C.so Garibaldi,160 Castrovillari
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. telefono 0981-27750
www.carnevalecastrovillari.it
www.prolocodicastrovillari.it

“Programma non definitivo che potrà subire variazioni”

Castrovillari 28 Ottobre 2017

UFFICIO STAMPA
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −

Il nuovo sistema di tracciabilita' dei rifiuti e' stato presentato questa mattina (ieri, per chi legge, N.d.R.) dall' Amministrazione comunale di Castrovillari nella sala Giunta, al primo piano del palazzo di citta'.

Presenti per l'occasione  il Sindaco, Domenico Lo Polito,  l’Assessore all’Ambiente, Pasquale Pace,  Maria Teresa Celebre e Salvatore Falcone in qualità di rappresentanti della ditta Calabra Maceri  oltre i responsabili e dipendenti dell’Ufficio Ambiente.

La principale novità che verra' avviata nelle prossime settimane - si e' richiamato- consistera' nella distribuzione di un nuovo contenitore,da utilizzare per il conferimento della sola frazione secca indifferenziata (quella che si porta il lunedì sera), dotato di un microchip a radiofrequenza che l'operatore incaricato della raccolta avrà modo di leggere in maniera automatica ad ogni vuotatura. Il microchip del contenitore sarà abbinato al profilo specifico dell' utente iscritto al ruolo TARI al momento della consegna per tenere traccia del numero di volte che avvengono gli svuotamenti e comportamenti in termini di produzione di rifiuti. Naturalmente più si differenzia, in modo corretto, minore sarà la quantità di rifiuto indifferenziato residuo che incide pesantemente sui costi di smaltimento. Su questo l'Amministrazione, con  la ditta per la raccolta differenziata e l'ausilio dei propri Uffici, sviluppera' una ferma campagna di sensibilizzazione.

Gia' il 7 Novembre presso il Centro Sociale di Cammarata sara' messo in movimento il primo gazebo itinerante per distribuire e sottolineare-e' stato affermato- l’importanza della partecipazione delle zone periferiche a questo nuovo processo. E al più presto, inoltre, verrà comunicato il calendario con tutti i punti di distribuzione itineranti, fermo restando che l’Info Point, attualmente ubicato presso l’ex Tribunale, verrà spostato presso Palazzo Gallo dove sarà attrezzata in maniera permanente una apposita area per il ritiro dei contenitori.

L’idea guida del nuovo sistema di tracciabilità - e' stato richiamato nella presentazione a piu' voci- è proprio quella di responsabilizzare i cittadini portandoli a conferire meno indifferenziato con il conseguente aumento di materiale differenziato.

Per l'esatezza: dopo la distribuzione dei contenitori alle circa 12.000 utenze cittadine sarà avviata la fase di sperimentazione del nuovo sistema di tracciamento del rifiuto proprio per collezionare una quantità significativa di dati al fine di  implementare un sistema di tariffazione puntuale (TARIP) che sfavorisca coloro i quali non differenziano in maniera corretta, producendo molto rifiuto indifferenziato.

In poche parole: all'utente verranno addebitate un numero minimo di vuotature annuali in funzione del proprio nucleo famigliare e se questi non lo supererà avrà ottenuto il massimo risparmio; in caso contrario il costo delle vuotature aggiuntive verrà addebitato nella prima bolletta dell'anno successivo.

La sensibilizzazione del nuovo sistema non si esaurirà con la distribuzione dei contenitori ma continuerà, comunque, in maniera costante perché il fine ultimo è quello di far crescere la partecipazione a questa metodica, fondamentale- e' stato dichiarato a margine della presentazione dal sindaco Lo Polito e dall'Assessore Pace- per trattare i rifiuti che, saputi "gestire", possono rendere un Grande servigio alla collettivita' in materia di qualita' dei luoghi quanto di salubrita' degli stessi oltre che di effettivo risparmio sul dovuto individuale.

L'ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

Pagina 5 di 374
FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 20th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.