COMUNICATO STAMPA

Lo avevo dichiarato qualche settimana fa. Nel caso si fossero accumulati rifiuti nelle strade ed in altri luoghi, rendendo l’emergenza difficile, avrei  adottato tutti gli interventi che avrei ritenuto indispensabili per lo stoccaggio temporaneo dei rifiuti, nel rispetto dei cittadini e per evitare nuovi  e problematici accumuli.

Sembra che quel momento sia arrivato e che bisogni pensare, inoltre, fattivamente ad una alternativa che prenda in considerazione la realtà.

Un’esigenza dettata anche dall’arrivo della bella stagione. L’emergenza rifiuti che si sta vivendo, oltre a ricadere  sulla vita dei cittadini e sulle loro attività, coinvolgendo luoghi sensibili come l’Ospedale ,  la Casa Circondariale o altri ambiti come le Scuole, per fare qualche esempio, creando seri problemi e disagi alla normalità della vita dei residenti, necessita di una gestione efficace dell’emergenza  per non farla ricadere pericolosamente, con tutti i problemi connessi, sui cittadini che richiedono una nuova fase contrassegnata da interventi aderenti alle problematiche presenti.

Ecco perché l’importanza di una risposta immediata nel rispetto della legge per sviluppare maggiormente la raccolta   dei rifiuti sempre più a tutela dell’ambiente e della città.

Per questo ho pensato anche ad un provvedimento straordinario nell’interesse del bene comune che non può fare a meno di nessuno e, soprattutto, di quella corretta gestione  dei rifiuti tra recupero e smaltimento a tutela della qualità ambientale e della salubrità dei luoghi.

                                      

 Domenico Lo Polito  

Per conoscere meglio il famoso castrovillarese Andrea Alfano,  nato nel  1879 e morto a Roma nel 1967, il maggiore ritrattista di Calabria e dalle geniali attitudini artistiche nonché, come scrisse Antonio Mancini nel 1906, per una Mostra dove era presente l’artista :”qualità sincera  per amare  sempre di più l’arte che darà  tutto coll’entusiasmo del bello, del vero , del buono.”

Così, al teatro Sybaris, nel Protoconvento Francescano, dove molte delle sue opere alloggiano in bella vista  nella pinacoteca civica “alfaniana”, sull’intero lato nord, al primo piano dell’antico immobile, sabato 6 aprile, con inizio alle ore 16,30, si terrà la presentazione del lungometraggio, un interessante DVD, sulla figura di Andrea Alfano. “Ennesima iniziativa di Mimmo Pace, che l’ ha realizzata- precisa il Sindaco, Domenico Lo Polito- con la passione di sempre e come testimoniano i suoi lavori precedenti legati alle eccellenze naturalistiche, geomorfologiche e culturali del comprensorio.”

Con quest’opera Mimmo Pace si propone di celebrare e proporre, alle nuove generazioni, il grande Maestro Alfano, contribuendo a diffondere il suo messaggio artistico, culturale e umano.

Il DVD, della durata di un’ora e mezza circaspiega l’autore-, grazie ad un progetto tra ricerca e studio, attraverso una scrupolosa regia, supportata dalle moderne tecniche multimediali, offre sette capitoli, ognuno dei quali è fruibile con immediatezza, grazie alle selezioni sceniche previste nel menù. Alcuni di essi informano, con dovizia di particolari, sulla vita del Maestro, tra le sue inclinazioni  per la poesia e l’amore profondo per la pittura; altri, invece, creano un vero e proprio “catalogo digitale” delle opere custodite nella Pinacoteca Comunale ed in collezioni private.”

Un vero e proprio viaggio nella vita di Andrea Alfano, dove la creatività e la palpitante personalità dell’uomo e dell’artista, vengono espresse al meglio miscelando i fatti con i documenti e le opere.

Il lavoro è stato reso possibile anche per la collaborazione dell’attore Giuseppe Maradei, che con la sua esposizione accresce l’interesse del video, e dei docenti Adriana De Gaudio, fondamentale per la consulenza critico-letteraria, e Minella Bloise, quale voce narrante.

Insomma un lavoro interessante che esporterà nuovamente, oltre i confini regionali – sostiene il Sindaco, Domenico Lo Polito- , uno dei vanti espressivo - culturali castrovillarese e calabrese, nonché il più fecondo artista di Calabria, come lo ricordano le cronache storiche e di settore. Per questo – aggiunge il primo cittadino - l’Amministrazione Comunale ha inteso patrocinare l’evento, che è stato fatto coincidere con il “giorno di nascita” dell’insigne concittadino.”

Alla proiezione del filmato, seguiranno alcuni contributi di riflessione sulla personalità creativa di Alfano che verranno moderati dallo storico dell’arte,  Gianluigi Trombetti, e rappresentati dal Sindaco, Lo Polito, che porgerà anche il saluto agli intervenuti, dal delegato alla Cultura, il consigliere comunale Lucio Rende, dal già Sindaco della città, Gianni Grisolia, dal docente UNICAL, Vittorio Cappelli, che quando fu assessore alla cultura (dal 1998 al 2002) ampliò e diede appropriata sistemazione nel Protoconvento alla nuova pinacoteca “Alfano”, e dalla docente Adriana De Gaudio oltre che dall’autore Mimmo Pace che offre alla città questa sua nuova “fatica” editoriale.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)  

Venerdì, 29 Marzo 2013 10:46

Castrovillari invasa dai rifiuti

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Per Pasqua la città sarà pulita, promette l’amministrazione. Per quanto tempo?  E le contrade?  Intanto Castrovillari è invasa dai rifiuti. Dappertutto. L’ospedale è assediato da cumuli enormi di spazzatura. Ma anche le contrade, le Vigne in primo luogo, non hanno mai vissuto un simile degrado. E non da ora. Già da questa estate i cumuli di spazzatura invadevano strade e campi, complici vento e animali randagi che, ovviamente, lacerano le buste per trovare cibo. La raccolta della spazzatura, differenziata e non, sembra un optional. E’ emergenza sanitaria, prima che ambientale. Certo ci sono le criticità regionali, per altro un incubo ricorrente da 15 anni, malgrado le stratosferiche cifre dilapidate -inutilmente per i cittadini, assai utilmente per pochi altri- dall’Ufficio del Commissario (si parla di un miliardo e mezzo di euro, tremila miliardi delle vecchie lire !!!)investendo in discariche e inceneritori, assai graditi alla criminalità organizzata, assai meno all’Unione Europea che li pone agli ultimi posti nella graduatoria dei sistemi di smaltimento dei rifiuti.. Al primo posto ci sono le politiche per la riduzione dei rifiuti. Castrovillari:ASSENTE!. E poi, il recupero e il riutilizzo, delle materie prime-seconde che ulteriormente riducono i conferimenti in discarica e possono essere fonte di guadagno per il Comune e di risparmio certo per i cittadini. E, incredibilmente, invece quale sembra essere la “carta decisiva” che l’amministrazione Lo Polito vuole giocare? La riapertura di Campolescia! Discarica disastrata, pericolosa, illegale, inutilizzabile. Ancora una volta in perfetta continuità con la giunta Blaiotta (i cui vecchi rappresentanti non hanno mancato di sottolineare e lodare la cosa), esplicitamente criticata dall’allora Consigliere di minoranza Lo Polito che, avallava in Consiglio e invocava la “diversa cultura” dello smaltimento dei rifiuti proposta dalle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”. Ed ora questo voltafaccia totale e inspiegabile. Inspiegabile perché, se anche lo sciagurato progetto Blaiotta- Lo Polito (progetto identico, il Sindaco si informi…) andasse in porto, non risolverebbe certo il problema (tra l’altro i lavori di adeguamento non sono cose rapide…). Campolescia va bonificata (perde percolato!!!) e chiusa, una volta per tutte. Ma invece di affrontare strutturalmente il problema dello smaltimento dei rifiuti di Castrovillari, si danno pareri favorevoli, senza alcuna opposizione, malgrado quanto emerso in Consiglio comunale, a impianti di rifiuti speciali che nulla hanno a che fare con lo smaltimento di quelli di Castrovillari e che importeranno, da ogni dove -nel cuore del distretto agro-alimentare- decine di migliaia di tonnellate di percolato, fanghi e via distruggendo. Dichiarazioni roboanti e vuote su un fantomatico “ciclo integrato dei rifiuti” e poi, nella realtà, porte aperte al degrado ambientale, ai rischi per la salute, all’attacco all’economia e all’occupazione nel settore. Che delusione. Ma noi continueremo con ogni arma democratica e legale nella difesa del territorio e dei reali interessi dei cittadini. I quali è bene purtroppo che si preparino: per luglio è prevista un’ulteriore “stangata” economica sui rifiuti che rischia di diventare semplicemente impossibile da sopportare e che avrebbe potuto essere “tamponata” con una politica accorta e programmatoria. Vocaboli che, all’interno di una amministrazione in tutt’altre faccende affaccendata, sembrano non avere senso.

 

                                                                                              Coordinamento Politico Liste Civiche

di “Solidarietà e Partecipazione

“In questi giorni , ed entro sabato prossimo, la città di Castrovillari sarà ripulita con un intervento straordinario e lo stoccaggio temporaneo verrà effettuato in un sito del Comune nel rispetto  delle normative vigenti.

Questo sforzo straordinario, però, non potrà  essere ripetuto nel futuro. Per tale ragione occorre riprendere correttamente e seguire alla lettera il Calendario per la Raccolta Differenziata.

La Collaborazione di tutti è la migliore soluzione per mantenere pulita la nostra città.

Si invitano, pertanto, tutti i cittadini a non abbandonare  i rifiuti per strada,  nei pressi  delle “campane” per la raccolta del vetro, vicino ai contenitori per quella  dei vestiti usati, non essendo assolutamente luoghi idonei.

Anzi, l’abbandono di pochi sacchetti dei rifiuti per strada produce , in breve tempo, un grosso accumulo.

Per questo motivo il Sindaco ha prodotto una disposizione di servizio per il Comando di Polizia Municipale affinché effettui una vigilanza capillare sul territorio, sanzionando i trasgressori.

A tal riguardo l’Amministrazione ha fatto installare anche telecamere per visionare i luoghi e sanzionare i contravventori.

Nel contempo è stata richiesta la collaborazione di Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e Corpo Forestale dello Stato affinché collaborino al controllo del Territorio anche sotto l’aspetto ambientale.

Ci si augura che non sarà necessario procedere a sanzioni poiché la difesa del bene comune è patrimonio culturale di ogni castrovillarese.”

 

 

L’Assessore allo Sviluppo Ambientale                                                Il Sindaco

 Angelo Loiacono                                                    Domenico Lo Polito

Mercoledì, 27 Marzo 2013 18:25

Chiarafrancesca è volata via...

Scritto da
Ci uniamo al dolore della famiglia. In silenzio. Lucio Rizzica, dalla sua pagina Facebook, parla per tutti noi. Sosteniamo, a ricordo di Chiarafrancesca, l'Associazione "La Nostra Famiglia".

CHIARAFRANCESCA E' VOLATA VIA...

... lo ha fatto nella notte, silenziosamente, dolcemente, ancora accarezzando con gli occhi e le labbra i volti e le mani della mamma e del papà. Andando col pensiero un tempo felice al resto della famiglia che dormiva ignaro. Chiarafrancesca è volata via in punta di piedi. Colpa di un'influenza. Una di quelle cose banali che tutti curiamo con una scrollata di spalle, ma che per lei era da sempre una nemica giurata. Perché Chiarafrancesca lottava sin dalla nascita contro un destino segnato, che era sembrato da subito una beffarda e crudele data di scadenza anticipata al suo viaggio terreno. La sua famiglia straordinaria combatteva perchè quella data non arrivasse mai. Amandola, proteggendola, alleviandole il peso di una realtà pesantissima e difficile da affrontare, a un anno come a quattordici. A giorni Chiarafrancesca sarebbe tornata a districarsi fra aghi e provette per contribuire a cercare una via d'uscita per sé e per quanti come lei non vedono il futuro. Hai voglia a dirti che prima o poi sarebbe successo e che con certe crudeltà annunciate della vita bisogna imparare a fare i conti. Ma quando poi la notte si fa buia, e il sorriso dipinto sul viso si spegne, non ci sono più parole. E non ci sono lacrime a sufficienza per piangere , per chiedere perché, per implorare Dio di averla in gloria e tenerla accanto, per affrontare le macerie di una guerra perduta nonostante ci si fosse armati di tutto l’amore del mondo. Papà Lino mi ha telefonato con dignità e compostezza, più di quanta ne abbia mostrato io a lui con la mia voce rotta dalla commozione. Mi ha detto che Chiarafrancesca non c’è più. Con la voce calma e sicura di chi ha fede in quella fede che oggi un po’ traballa. Con la dolcezza di chi ama Dio mentre chiunque lo odierebbe con tutte le sue forze. Con la fermezza di un padre che ha speso ogni sua risorsa accanto a una mamma tenera e paziente come una Madonna, per insegnare agli altri bambini che Chiarafrancesca aveva bisogno di coccole e carezze, per non far mancare a Chiarafrancesca speranza infinita e quotidiani bagni di cuore. Con la tristezza e il dolore di chi ha fatto appena in tempo a salutare la sua bambina che volava via e sapeva di volare, mentre un ultimo fortissimo e caldissimo abbraccio cancellava anni di battaglie e ricerche e implacabile segnava l’arrivo del momento da sempre più temuto. Chiarafrancesca è volata via, angelo fra gli angeli. Ha guardato in volto mamma e papà e poi ha chiuso gli occhi. Per sempre. Spendete un po’ del vostro tempo per pregare per Lei e dedicarle un pensiero. Spendete un po’ del vostro amore per chi come Chiarafrancesca ancora lotta. Sosteniamo ‘La Nostra Famiglia’ con una donazione, come ha chiesto la famiglia di Chiarafrancesca. Perché Chiarafrancesca è un po’ tutti noi e noi tutti siamo la famiglia di chi lotta ancora, così come Chiarafrancesca ha lottato fino alla notte scorsa. Chiarafrancesca è volata via e si è portata dietro la sua breve vita e le lacrime di chi le ha voluto bene. E un po’ anche le mie. Non abbiamo risposte sul perché i bimbi che vanno via troppo presto diventino angeli. Né sul perché questo accada. Ma diamo a tutto questo un senso qui sulla terra. Chiarafrancesca è volata via, continuare la sua battaglia ci aiuterà a sentirla ancora vicina nel sorriso di chi resta a sfidare la vita. Adesso non più da solo. Ciao piccola…
 
Lucio Rizzica
Mercoledì, 27 Marzo 2013 17:15

È primavera?

Scritto da

Il 18 a sera, colle focarine di san Giuseppe, si bruciano i residui di dell'agricoltura invernale...

Il 21 (qualche volta anche il 20) è la data ufficiale di ingresso nella stagione dai colori pastello...

Il 25 era il capodanno secondo la datazione ab Incarnatione Domini nostri Iesu Christi...

Ma affacciandosi alla finestra l'inverno sembra ancora incombere...

Anche socialmente le cose sembrano in ritardo, se il nostro paese/Paese sembra ristagnare in una palude...

Il paese soffocato dall'immondizia che non è raccolta; il Paese soffocato dalla politica che non ingrana...

Anche il “Maestro” coll'uscita sulle “troie in Parlamento” (ci si augura un'incomprensione!) ha raggelato gli animi...

Povera Patria...

«La primavera intanto tarda ad arrivare»...

 

Franco BATTIATO, Povera Patria, da Come un cammello in una grondaia, Abbey Road Studios, LONDRA 1991:

 

Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

FreshJoomlaTemplates.com
Wednesday the 19th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.