Martedì, 21 Maggio 2013 12:02

Lo Polito: la nota di Martucci una vigliaccata

Scritto da

La nota a firma del segretario del Partito Socialista, Gaetano Martucci, rappresenta una vera “vigliaccata”.

Perché viene dal segretario di un partito di maggioranza che ha nella giunta il vice sindaco.

Perché viene da un segretario che partecipa a tutti gli incontri di maggioranza che si svolgono ogni settimana per discutere dei problemi della Città e delle possibili soluzioni.

Perché viene da un soggetto che era presente all’ultima riunione di maggioranza di Giovedi 16 Maggio ove si è discusso delle difficoltà connesse alla carenza di personale, anche per la sospensione dell’attività di manutenzione dal mese di Febbraio dei lavoratori della Pollino Gestione Impianti che svolgevano attività per il comune.

Perché ha assistito alla richiesta di collaborazione all’Afor, prontamente concessa, che da ieri lunedi 20 Maggio ha iniziato i lavori di sistemazione del verde.

Perché è a conoscenza che il Sindaco, sin dal suo insediamento, ha emanato un’ordinanza per sanzionare i proprietari dei cani che non raccolgono gli escrementi dei loro amici a quattro zampe e la vigilanza ed esecuzione è affidata alla Polizia Municipale e non al Sindaco.

Perché è a conoscenza che il Sindaco ha fatto installare i dispensatori gratuiti di sacchetti per la raccolta degli escrementi.

Perché un segretario di partito non può ignorare quello che ogni cittadino conosce circa la competenza dell’ASP ad accalappiare i cani randagi.

Perché il segretario del partito socialista ha determinato la vera crisi di maggioranza con la fuoriuscita dal gruppo del proprio capogruppo Pasquale Russo.

Perché la responsabilità di tale crisi è soltanto sua atteso che, durante la formazione delle liste elettorali (dopo aver rigettato a muso duro l’accordo che voleva fare con i socialisti dei fratelli Battaglia), di fronte al diniego degli alleati di introdurre nella maggioranza gli appartenenti al gruppo API, capitanati da Pasquale Russo, aveva garantito che si trattava di iscritti regolari al Partito Socialista, che addirittura avevano sottoscritto un documento di impegno a dimettersi in caso di cambio di casacca, circostanze rivelatesi tutte farlocche.

Perché davanti alla crisi politica creata dal comportamento di un eletto nel suo partito non ha sentito il bisogno di scusarsi né con la Città né con gli alleati né di assumere comportamenti conseguenti.

Perché da un segretario di un partito ci si attende che contribuisca a risolvere i problemi e non che li segnali, con dubbia ironia, dal momento che i cittadini con molta più attenzione, puntualità e spirito collaborativo, partecipano all’amministrazione le problematiche presenti nella nostra Città.

Il Sindaco

 Domenico Lo Polito

Apprendo dalla stampa, con mio grande stupore, che il segretario della locale sezione PSI Gaetano Martucci, ha attaccato inspiegabilmente il Sindaco Lo Polito, accusandolo di non essere attento alle problematiche della città.

Si parla di giardini sporchi, di cani randagi la cui competenza non è del comune ma dell’azienda sanitaria, e fa illazioni presupponendo chissà quali strane alchimie.

Rimango basita di fronte alla lettura di questo comunicato, a firma di Martucci, non solo perché sono l’unico consigliere, nonché capogruppo, a rappresentare in consiglio comunale il PSI, ma soprattutto, cosa più grave, perché non è stato convocato nessun incontro in  partito per  discutere tale personale posizione.

Iter veramente strano che una organizzazione democratica, come lo è sempre stato il Nostro partito, non ha mai seguito.

Anche perché,  esplicitamente, le  regole statutarie del partito impongono sempre una seria ed attenta discussione tra le parti prima di assumere decisioni così rilevanti e per quanto mi riguarda,  in questo caso  senza dubbio, non condivisibili.

Rimango basita  perché conosco e condivido con questa maggioranza  il lavoro delicato, serio e certosino che sindaco, assessori e consiglieri stanno svolgendo quotidianamente per cercare soluzioni adeguate ai tanti e grossi problemi, ereditati, che affliggono la nostra città, in un momento storico per la politica e per l’economia del nostro paese difficile e per certi versi devastante.

Un partito di maggioranza responsabile e rispettoso, che ha contribuito alla vittoria di questa amministrazione , non può e non deve assumere posizioni pubbliche così ostili, lavoro che viene solitamente lasciato alla minoranza, ma se mai all’interno, attraverso la dialettica giusta e pertinente, deve proporre soluzioni e contribuire al miglioramento di ciò che viene contestato.

Per tali motivazioni, mi riservo di chiedere,come membro del direttivo e consigliere del PSI, chiarimenti al segretario Martucci e agli organi competenti, con il solo scopo di fare chiarezza e per meglio sottolineare la mia personale  e politica posizione che rimane ferma e decisa a sostegno dell’operato del  Sindaco Lo Polito e della maggioranza di centro sinistra.    

 

Giovanna D’Ingianna Capogruppo PSI

Lunedì, 20 Maggio 2013 12:51

Castrovillari. Una giornata di Cani

Scritto da

Continuano gli incontri in Comune per redigere un bilancio di previsione il più possibile partecipato.

Dopo il confronto svoltosi nei giorni scorsi con le organizzazioni sindacali, con le associazioni che operano nel sociale e per le attività sportive,  questa mattina, coordinata e promossa dall’Amministrazione comunale di Castrovillari, si è svolta, in sala Giunta, al primo piano di palazzo Gallo,  la riunione con le Associazioni di Protezione Civile a cui hanno preso parte pure  “La Pegaso”, la “Croce Rossa”, “Lipambiente”, la “Misericordia” e l’Associazione Nazionale dell’Arma dei Carabinieri.

Il Sindaco, Domenico Lo Polito, introducendo e concludendo i lavori ha puntualizzato l’intenzione di creare un Bilancio il più rispondente alle diverse esigenze della città e della popolazione, rammentando, comunque, i sempre minori trasferimenti erariali, il rispetto della spending review a cui devono rispondere gli enti ed i vari soggetti, e quell’importante percorso di risparmio su più fronti avviato e voluto dall’Amministrazione per razionalizzare al massimo le spese senza intaccare, per quanto possibile, i servizi più importanti, cercando di dare risposte alle esigenze della comunità che un federalismo fiscale, ormai oggettivo , vuole determinare, ribadendo il ruolo sempre più autonomo e da interpreti che devono svolgere le pubbliche amministrazioni e, quindi, i Comuni nei territori.

E’ con questo grande senso di responsabilità- ha detto il primo cittadino a margine della riunioneche vogliamo realizzare il nuovo strumento contabile di previsione, ed è con questa preoccupazione e tensione che desideriamo tesserlo, convinti che una partecipazione condivisa può anche meglio affrontare le difficoltà del momento che pretende sacrifici da parte di tutti, i quali potranno essere meno percepiti se adeguatamente considerati.”

Le audizione con altre espressioni della città continueranno nei prossimi giorni.

 (g.br.)

Sabato 18 maggio, presso la sede del CSV di Castrovillari si è tenuto il congresso per il rinnovo del consiglio direttivo del CIF della città del Pollino, alla presenza della presidente provinciale Gisella Florio e della segretaria Olimpia Campobasso.

 Le votazioni hanno decretato  la riconferma di   Rosalia Vigna come presidente, come vicepresidente  è stata eletta Raffaela Liccardo, segretaria Milena Pettinato, tesoriera Elisabetta Russo.

 Consigliere  Rosy Parrotta, Annamaria Leone, Assunta Di Maio, Mariarosaria D’Atri, Loredana Ferraina, Simona Pettinato e Maria Braconaro.

 Delegate provinciali Ines Raisa Fortunato e Valeria Nulli, delegate regionali Rosetta  Dramisino e Rosa Alba Galeandro.

“Ringrazio per la stima dimostrata – dichiara la presidente  Rosalia Vigna – e confido in una sempre più proficua collaborazione tra le iscritte per continuare il processo di crescita in un momento difficile per il settore delle pari opportunità anche per i continui tagli economici soprattutto nei confronti delle associazioni femminili”.

  Un forte incoraggiamento a continuare così arriva dalla presidente provinciale, che ritiene il CIF di Castrovillari tra le associazioni  più attive del territorio e la stessa ha formulato gli auguri di  un buon lavoro al nuovo direttivo.

 

L’ufficio stampa dell’associazione.

Nel segno e per il recupero della qualità ambientale, fondamentale per una città come Castrovillari che è anche  capoluogo di un’area famosa per i suoi ecosistemi legati al Parco del Pollino, e desiderosa di coniugare sempre più questa volontà nell’esistente.

L’Assessore  allo Sviluppo Territoriale e delle progettazioni, Giovanna Castagnaro, con il consigliere comunale con delega alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Russo, e l’ingegnere Fedele L’Avena, dell’Ufficio del Piano, hanno incontrato ieri le quarte classi della Scuola elementare “Santissimi Medici”  per illustrare il progetto “Educare al paesaggio attraverso il paesaggio”.

Questo verrà approfondito didatticamente, nell’apposita programmazione scolastica dell’istituto e nell’ambito dell’azione che sta portando avanti l’Amministrazione Lo Polito per la riqualificazione del territorio contro la cementificazione delle aree agricole.

L’iniziativa- hanno precisato a margine dell’incontro l’Assessore Castagnaro ed il consigliere Pino Russo- è stata studiata per le scuole primarie e secondarie al fine di far recepire concretamente che cambiare e migliorare l’ambiente che ci circonda si può, come è possibile riprendere un nuovo contatto con la natura ridandole dignità ruolo e rispetto . I prossimi appuntamenti - hanno preannunciato  gli amministratori - si terranno alla presenza del Sindaco sabato 25 maggio nella scuola “Giustino Fortunato” e venerdì 31 maggio nel Villaggio Scolastico.”

 (g.br.)

FreshJoomlaTemplates.com
Tuesday the 16th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.