Sabato 4 maggio al Teatro Sybaris, alle 21, nell’ambito della XIV Stagione teatrale comunale di Castrovillari, sarà di scena: “Occhi a perdere – incubo premonitore”, dall’Edipo Re sofocleo e da “Navi a perdere” di Carlo Lucarelli. Lo spettacolo, a cura della compagnia “La Buffa Agitatori culturali” e del Comitato Civico “Natale De Grazia” di Amantea, s’inserisce a pieno titolo nel filone degli spettacoli impegnati e di grande impatto civile che hanno contraddistinto buona parte di questa rassegna. La pièce prende spunto dalla triste vicenda della nave Jolly Rosso e lancia un monito: Come Edipo va incontro alla tragedia, giacendo con la madre e assassinando il padre, nonostante le avvisaglie di Tiresia e degli oracoli, così l’uomo contemporaneo va verso il disastro nonostante gli avvisi derivanti dalle sensibilità ecologiste. Floriano Canonaco, Annamaria Liguori, Luciano Gagliardi, Marzia  Bencardino e Loredana Ponti sono i cinque performers, che, con l’ausilio di musiche e proiezioni, saliranno sul palcoscenico del Sybaris per dar vita a questa storia. Così ci presenta lo spettacolo il regista Virgilio Gallo: “Sulla battigia della costa tirrenica calabrese, il 14 dicembre 1990 anni fa venne ad arenarsi una nave dal nome già tristemente noto in precedenza, la “Jolly Rosso”. Essa qualche anno prima era già stata protagonista di un’odissea: nessuno Stato del Mediterraneo ne permise l’approdo per un lungo periodo perché trasportava rifiuti altamente pericolosi non meglio identificati. Nel 1990 ci risiamo, la “Rosso”, in seguito ad una tempesta, si arena davanti ad Amantea, essa rimane sulla spiaggia diverso tempo e il suo carico viene fatto sparire misteriosamente. Nel corso degli anni vengono aperte alcune inchieste e dopo molto tempo la radioattività di una collina dell’hinterland risulta essere di molto superiore alla norma. Il Capitano De Grazia, l’ufficiale di marina che dirige le indagini, muore misteriosamente nel 1995 durante un viaggio a La Spezia che doveva portare ad importanti novità (tra l’altro a La Spezia nella casa di un faccendiere legato con l’armatore della “Rosso”, viene trovato il certificato di morte della giornalista Ilaria Alpi). Lo spettacolo non vuol essere documentario di un intricatissimo mistero all’italiana non ancora risolto, ma è il racconto di un incubo che prende le mosse dalle suggestioni avute dall’ “Edipo Re” sofocleo e da “Navi a Perdere” di Carlo  Lucarelli sul traffico illegale di rifiuti”. Alcuni link drammaturgici sono immediati e molti altri lasciati alla riflessione dello spettatore: la peste su Tebe come rifiuti tossici, la madre violata come madre terra stuprata, la cecità di fronte alla tragedia, la visione profetica, il non voler vedere, Edipo “uomo che cerca” analogamente al Capitano De Grazia. Le musiche di Bjork, Stravinsky e Sergio Endrigo cesellano tragedia e ironia. Una visione pessimistica di tali vicende che speriamo possa essere smentita. Domenica 5 maggio il teatro lascia spazio alla magia della musica. In pomeridiana alle 18,30, con ingresso libero, sarà recuperato il Concerto per pianoforte e violino a cura del Conservatorio Giacomantonio di Cosenza, che si sarebbe dovuto tenere domenica scorsa. Al teatro Sybaris, si esibiranno il pianista Angelo Luigi Marino e il violinista Alessandro Acri. Entrambi giovanissimi, ma con un curriculum di tutto rispetto, i due musicisti calabresi uniscono il loro talento in questo concerto che lascia preannunciare forti e coinvolgenti emozioni. Questo il programma completo della serata: La Preghiera (Camillo Sivori), Concerto per violino e orchestra op. 77 e Sonata per violino e pianoforte in re minore op. 108 (Johannes Brahms), Liebesleid e Schön Rosmarin (Fritz Kreisler), Polonaise de concert” op.4 (Henryk Wieniawski).

Domenico Donato

Laura Capalbi

Ufficio stampa XIV STAGIONE Teatrale Comunale

Oggi, giovedì Primo maggio 2013, alle ore 11:00, presso il santuario diocesano di Santa Maria del Castello, si è tenuta, colla consueta partecipazione di popolo che la caratterizza e considerata la perdurante difficoltà di raggiungimento del luogo di culto, la messa solenne in onore della “prima e principalissima” (come recita un documento del XVIII secolo) patrona cittadina. A presiedere il rito S.E. mons. Nunzio GALANTINO, ordinario della diocesi di CASSANO ALL’IONIO, che ha concelebrato insieme col vicario zonale, don Franco OLIVA, il rettore del santuario medesimo, mons. Carmine DE BARTOLO e il clero castrovillarese.

Il pastore ha esternato con quanto giubilo egli recandosi presso la nostra cittadina si fa visitatore della Madre e Regina dei castrovillaresi e di come viva con apprensione la drammatica situazione derivata dall'evento calamitoso della frana del colle su cui sussiste il tempio mariano, che ha reso impossibile l'accesso al luogo sacro coi vari mezzi, e quindi difficoltoso a quanti non siano nelle piene condizioni per impegnarsi in una faticosa salita. Simpatico il ricordo di quando, la prima volta che ebbe la ventura di giungervi, esortato a pregare per l'ottima e pronta soluzione della situazione, lasciò esterrefatta una pia donna colla risposta che non è colla preghiera che si risolvono tali problemi, aggiungendo poi, in seguito al suo stupore, che è l'impegno degli uomini a dare esito alle circostanze varie, e che la preghiera in questi casi serve solo a chiedere allo Spirito Santo di infondere nell'animo il desiderio della giusta azione e la sua pronta attuazione.

A fine culto, ha avuto luogo il tradizionale rito della consegna delle chiavi che, porte dal rettore del santuario al primo cittadino, Domenico LO POLITO, sono state da questi offerte al presule.

Subito dopo tale cerimonia, il sindaco, per la prima volta partecipante alla liturgia in questa funzione, si è prodotto in un'allocuzione tanto icastica, quanto significativa: sostenendo che quello non fosse né il luogo né il tempo riservati a lui per parlare di cose che si prometteva di affrontare in un altro dove e in un altro quando, porgeva le sue scuse alla comunità dei fedeli e a quella dei cittadini, di cui, partecipandovi a entrambe e per via del suo mandato, sentiva particolarmente la sofferenza.

Tra le autorità presenti, il vicesindaco, Carlo SANGINETI e il consigliere provinciale Piero VICO.

Nella mattinata, alle ore 07:00, nel contesto della prima messa del giorno di festa cittadino, celebrata da don Federico BARATTA, parroco della Pietà, si era tenuta la seconda cerimonia dell'Incoronazione e Offerta dell'oro alla Madonna. Pochi sanno, infatti, che tale rituale, che in prima battuta avviene il giorno precedente durante la messa solenne delle ore 11:00, viene ripetuto nel giorno odierno in tale cornice.

I festeggiamenti, che sono iniziati colla giornata antecedente l'attuale, durante la quale, oltre alla prima cerimonia oggi reiterata si è tenuta anche la processione della statua della Madonna del Castello e della Pace, si protrarranno, come di consuetudine, fino al giorno 3 p.v., quando, colla festa del santissimo Crocifisso, che vedrà interessata la basilica minore di San Giuliano, dove, nella cappella DOLCETTI, appunto anche detta “del Crocifisso”, è custodito l'artefatto ligneo che sarà portato in processione, avranno conclusione.

Martedì, 30 Aprile 2013 17:25

Castro...Canta 2013 - I vincitori

Scritto da

Giovanni Palmisano di Castrovillari è il vincitore della categoria over 18 della sesta edizione del Castro..Canta, a lui anche il premio del pubblico. Nella categoria 6-9 anni vince Anastasia Marcacci di Frascineto, mentre  quella 14-17 anni se la aggiudica Morgana Serafino di Nardò.  Miglior inedito a Valentina Audia di San Giovanni in Fiore, premio Mia Martini ad Adriana Iorfida di Marano Marchesato. Questi dunque i vincitori della sesta edizione del concorso canoro per nuovi talenti con brani editi ed inediti, aperto a tutti i generi musicali e a tutti i cantanti maschili e femminili, organizzato dall’associazione culturale Khoreia 2000 di Castrovillari, sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e Luca Viceconte e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Castrovillari e della Gas Pollino. La serata, all’insegna della buona musica e delle splendide esibizioni di tanti giovani talenti di cui la nostra Terra è ricca, è stata presentata dall’artista Angela Micieli e da Nicola Graziadio. Un piacevole momento che ha deliziato i numerosi presenti, nella sala teatro di Khoreia, domenica sera. La giuria che a fine serata ha decretato i vincitori, ha espresso una valutazione artistica e tecnica. I criteri hanno tenuto conto della validità artistica, della originalità e della capacità interpretativa- esecutiva. Quest’anno anche il pubblico ha potuto esprimere il proprio giudizio sulle esibizioni.  Per l’occasione erano presenti il sindaco della città del Pollino, Mimmo Lo Polito, i consiglieri comunali Armando Garofalo, Lucio Rende, Antonio Viceconte ed  Anna De Gaio. Molto soddisfatti per l’ottima riuscita della manifestazione si sono detti gli organizzatori. Insomma una bella serata di note e musica.

Martedì, 30 Aprile 2013 17:11

La sera del 2 i consueti fuochi d'artificio

Scritto da

“Anche quest’anno , ancorchè in misura ridotta e nonostante la crisi economica si effettueranno,  la sera del 2 maggio, a partire dalle ore 22, in rione Giarre,  i consueti fuochi d’artificio.”

Lo ha reso noto il Sindaco della città di Castrovillari, Domenico Lo Polito, precisando che “tale iniziativa si è resa possibile grazie ad un piccolo contributo che la Cementeria di Castrovillari ha voluto offrire nell’ambito dei rapporti di collaborazione instaurati con l’Ente, tenuto conto anche della valenza che detta festa ha nella nostra comunità che la tramanda  da secoli con semplicità ed autentica devozione.”

I festeggiamenti civili, voluti dalla comunità, sono la gioiosa espressione di questo sentimento religioso che coinvolge l’intera popolazione.

Quest’anno, così, pur  in presenza delle difficoltà finanziarie in cui ci si trova, l’Amministrazione comunale, grazie al contributo di privati, ha ritenuto promuovere, con sobrietà, quanto necessario per lo svolgimento di questa festa.

 

(g.br.)

FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 16th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.