Da più parti, in queste ore concitate, sono giunti attestati di vicinanza al sindaco Mimmo Lo Polito. Dal segretario comunale Maurizio Ceccherini, al Presidente Eugenio Salerno, dal Sindacato Avvocati Calabria, tutti hanno espresso solidarietà e condanna del vile gesto compiuto ai danni del primo cittadino. E' di poco fa la lettera aperta del consigliere comunale  PDL Anna De Gaio che così scrive:

"Leggere dai media della lettera anonima inviata a lei in qualità di amministratore della Città mi colpisce profondamente. L’azione politica è talvolta una battaglia dura ma che deve essere portata avanti con lealtà ed alla luce del sole, guardando negli occhi i propri interlocutori. E’ questo lo spirito che deve guidare chi decide di mettersi in gioco per il governo della Città. Proprio per questi motivi non posso che esprimere la massima solidarietà alla tua persona alla tua famiglia ed all’istituzione che rappresenti.  

L’anonimato e l’intimidazione deve essere respinto dalla nostra collettività, poiché rappresenta un regresso non solo della politica ma dell’intera civiltà, che ha sempre contraddistinto la nostra Castrovillari “Colpire” anonimamente il Sindaco di Castrovillari, significa colpire l’intera Città. Questa considerazione  mi induce a rendere pubbliche queste mie brevi riflessioni , come invito per tutti gli attori politico sociali, al rispetto reciproco, anche nella diversità e nella dialettica. Ci sono ragioni comuni, trasversali a tutti gli schieramenti ed una di queste è proprio il rispetto, sia per la persona, per la sua integrità umana e sociale  come anche per l’istituzione che rappresenta.

 Ho avuto spesso modo di dire che Castrovillari è una Città straordinaria con grandissime doti umane , è giunto il momento di chiedere, ancora una volta, a tutta la cittadinanza, una forte presa di posizione contro atteggiamenti e prassi che non appartengono ad un popolo maturo come quello di Castrovillari. "

E auspicando un ritorno alla bella politica, quella del rispetto e dei toni pacati sia pur nella diversità, anche Castrovillari in Rete si stringe in un abbraccio ideale al proprio Sindaco.

Angela Micieli

 

 

                                                                                             

Ad un anno dal suo insediamento l’Amministrazione comunale di Castrovillari, guidata dal Sindaco, Domenico Lo Polito, fa il bilancio delle azioni messe in campo.

Lo comunica con un comizio che terrà sabato 25 maggio, alle ore 19,30,  su via Roma, presente la maggioranza consiliare ed i partiti, uomini e donne,  che hanno concorso alla sua vittoria.

Una iniziativa – sostiene il primo cittadino- per dire pubblicamente, ed a Tu per Tu con la città, il lavoro svolto, le iniziative realizzate, gli impegni profusi e l’opera di recupero e razionalizzazione che stiamo portando avanti per rimettere in sesto l’Ente, segnata da superficialità del passato che la vedono oggi interessata in un affanno economico finanziario il quale coinvolge ogni livello della sua azione , resa ancora più fragile dai sempre minori trasferimenti erariali e da quella spending review a cui devono rispondere gli enti per razionalizzare al massimo le spese senza intaccare, per quanto possibile, i servizi più importanti, cercando di dare risposte alle esigenze della comunità che, comunque, un federalismo fiscale sempre più pervasivo vuole, in ciascun Comune,  sempre più autonoma nelle attività.”

“Naturalmente- aggiunge Lo Polito- faremo riferimento al lavoro per il recupero e la qualità ambientale, per rendere Castrovillari autonoma nella gestione dei rifiuti ,  per la scuola, per mettere in rete il comprensorio , per il lavoro, la sanità, il nuovo palazzo di Giustizia, la cultura, il sociale, l’impegno per rendere  il nuovo Bilancio di previsione il più partecipato possibile e tutto ciò in cui siamo coinvolti, informando anche sulle progettualità ed i percorsi in cui siamo Comune capofila e dove stiamo operando per ridisegnare urbanisticamente la città nel segno della riqualificazione e contro la cementificazione. Un momento, insomma,  che la città non può mancare.”

 (g.br.)

“Nella giornata di ieri, dopo la serie di minacce contro i commercianti di Castrovillari è arrivata una lettera intimidatoria anche al “primo cittadino” e all’amministrazione comunale, una lettera che vorrebbe riportare la nostra città in un clima irrespirabile .

Gli attacchi vili contro le attività commerciali e le lettere intimidatorie non faranno ripiombare Castrovillari nel timore e nel terrore; l’impegno delle forze dell’ordine è ai massimi livelli per troncare immediatamente una serie di eventi che non accettiamo e contro cui la Città ha già reagito.

Chi pensa che le minacce subdole possano far indietreggiare questa maggioranza sulle riforme messe in atto, ovvero sui tagli necessari posti in essere, nell’ottica della legalità e della trasparenza, ha sbagliato destinatari.

 Per chiarezza espositiva la risposta alla missiva è una: «La nostra maggioranza proseguirà nel cammino tracciato. Non abbasseremo la testa!»

L’intimidazione arriva proprio nel giorno in cui abbiamo richiesto un consiglio comunale straordinario, per denunciare i gravissimi fatti delle scorse settimane e essere vicini a quanti hanno subito gli ignobili atti che conosciamo. Il Consiglio si terrà domenica 26, proprio per permettere a tutti di partecipare e dimostrare che nessuno indietreggia davanti ai “tiranni senza volto”.

Purtroppo, ci duole constatare come, periodicamente, i fatti che nelle ultime settimane si stanno susseguendo, manifestino l’oscura presenza di piccoli gruppi che avvelenano il nostro territorio. Ciò, però, deve ancor più  farci  perseverare sulla strada del cambiamento: chi vuole far sprofondare la nostra comunità nella paura non può, non deve avere spazio!

La lotta a tutti i fenomeni malavitosi si combatte tutti insieme, l’uno affianco all’altro, perché il messaggio che deve essere forte e che le associazioni, come “Libera” e il “Movimento Ammazzateci tutti”, che da anni lottano contro la mafia, diffondono costantemente è che un ristrettissimo numero di individui non può sopraffare le persone oneste, che sono la maggioranza e che rappresentano il tessuto vero e vitale della nostra terra.

La risposta che come comunità, unita e solida, dobbiamo dare a questi “signori del male” è quella di denunciare ogni atto intimidatorio ed aiutare le forze dell’ordine in questa lotta alla legalità e contro la prevaricazione.

La migliore risposta, del tessuto sociale sano, è quella che diede un grandissimo uomo del nostro tempo, Giovanni Falcone : «Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola».”

 L’Amministrazione comunale

Tutti a tutela del bene comune ed a salvaguardia delle persone messo a rischio. In seguito ai fatti malavitosi che hanno segnato nei giorni precedenti e ripetutamente la collettività castrovillarese, le istituzioni e più specificatamente le capacità produttive del suo tessutto, il consiglio comunale domenica 26 maggio, discuterà di ordine pubblico e legalità in sessione straordinaria a partire dalle ore 10, 30 come era stato annunciato precedentemente dal Sindaco, Domenico Lo Polito.

Al Consiglio, convocato dal presidente, Eugenio Salerno, sono stati invitati  le Associazioni di Categoria  Confesercenti, Confcommercio, Confartigianato, CNA,  CIA e Coldiretti,  le Forze dell’Ordine, i Parroci della città , il Vescovo di Cassano allo Jonio, i dirigenti scolastici, il Questore ed il Prefetto di Cosenza e le organizzazioni sindacali.

Una vera e propria alzata di scudi della comunità in grande stile con le istituzioni ed in testa il Comune per far sentire forte la voce univoca della società castrovillarese contro tutto ciò la vorrebbe piegata alla logica della illegalità.

L’iniziativaafferma il primo cittadino che proprio ieri ha ricevuto una lettera di minaccia - pensata in sinergia con tutti i gruppi consiliari vuole essere oltre che una risposta  a chi ha colpito alcuni esercenti del capoluogo del Pollino anche un monito per dire che queste azioni troveranno sempre persone, organismi ed istituzioni uniti a tutela della giustizia nel rispetto dei diritti. Un attacco ripetuto alle capacità degli uomini e donne del nostro territorio, alle istituzioni ed agli uomini che le rappresentano – aggiunge il primo cittadino- non poteva ne passare inosservato, ne non essere rilanciato come forte momento di presa di coscienza a tutela dell’insidiato bene comune e della vita di ciascuno, che vuol dire  anche rispettare le leggi in un particolare momento d’emergenza nel quale  niente può essere lasciato al caso e dove la recrudescenza di più aspetti negativi affermano l’importanza di lanciare un grido d’allarme per non abbattere  quel desiderio di ripresa e di riscatto a cui ciascuno vuole contribuire nonostante i sacrifici che gli vengono richiesti. Ecco perché è importante – aggiunge - affrontare seriamente  tale questione che la vita ci presenta e dare risposte a quei bisogni che ci vengono continuamente e drammaticamente rappresentati. Per affrontare la realtà, la crisi e rilanciare l’esistente è fondamentale questo scatto civile, di orgoglio di dignità, che ci chiediamo oggi, tutti’insieme,  certi, pure,  che la partecipazione e condivisione è la strada maestra della democrazia che caratterizza da sempre la storia e la tradizione di questa città e che nessuno mai potrà strappare e cancellare.”

 (g.br.)

Gli atti intimidatori ad alcuni commercianti prima e la recente lettera di minacce giunta al sindaco Lo Polito sono i chiari segnali della tensione che si respira nella nostra città. Segnali  brutti che non sono certo mirati al miglioramento dello stato sociale.

Viviamo uno stato di disagio che perdura da mesi e che purtroppo non vede soluzione nell’immediato, nonostante gli sforzi che questa Amministrazione sta compiendo. Ma amministrare con le casse drammaticamente vuote penso non sia cosa facile per nessuno.

Leggo da più parti dichiarazioni d’amore verso la nostra cittadina, non paese, cittadina, così come leggo note sprezzanti, dimenticando spesso che un paese, una città è fatta di persone e dimenticando che ognuno di noi, nel bene e nel male, è parte integrante della stessa.
Le critiche non si risparmiano, ben vengano quelle costruttive, ma quelle mirate solo a distruggere tutto ciò che di buono si riesce a fare, concorrono solo ad alimentare la tensione. Una strategia che non fa bene a nessuno.

Più volte ci si appella al senso di responsabilità e nel nome della responsabilità ognuno fa un po’ quello che gli pare, dimenticando il bene comune. Quel bene comune che, mai come in questo momento, è auspicabile per tutti.

Poco più di un anno fa, in campagna elettorale, molti di noi parlavano di essere “comunità”, cerchiamo di esserlo davvero, non solo nelle parole ma nei fatti.
Per una volta tanto liberiamoci dei nostri piccoli, egoistici orpelli e lavoriamo insieme per uscire dalla crisi economica e sociale che ci attanaglia, senza strumentalizzazioni di sorta.

Forse è un sogno ma lasciatemi sognare. Lasciate sognare chi ancora lo sa fare!

Angela Micieli
Artista e cittadina

Mariarosaria D'Atri, nominata commissario dell'UDC cittadino, dichiara in una nota:
 
La sottoscritta in merito  alla nomina appena ricevuta dal Segretario Regionale dell' UDC on. Gino  Trematerra, nel ringraziare per la stima e la fiducia accordatami, auspica  la fattiva e concreta collaborazione degli iscritti e simpatizzanti del partito,  nonché di tutti i rappresentanti istituzionali.
Mariarosaria  D'Atri
 
Il Presidente Eugenio Salerno e il Capogruppo dell'UDC in Consiglio Pasquale Russo dichiarano: " Esprimiamo soddisfazione per l'importante scelta che ricade ancora una  volta su una donna impegnata da sempre e capace di interpretare le nuove  esigenze di una società che cambia, bisognosa di impego e forza delle  idee.
All'amica i nostri  cordiali auguri di buon lavoro, sicuri che porterà a buon fine il mandato che le  è stato chiesto dal Segretario Regionale dell'UDC on. Gino Trematerra, che  ancora una volta mette a disposizioni capacità umane di particolare eccellenza.  Ringraziamo anche il Commissario uscente  Cataldo Russo per il lavoro  svolto con  grande senso di responsabilità".
FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 16th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.