Martedì, 23 Luglio 2013 16:49

L'antica fontana di Contrada San Giovanni

Scritto da

Castrovillari e il suo territorio continuano a regalare scorci incantevoli e manifestazioni artistiche interessanti, come una straordinaria, antica fontana monumentale rilevata nella contrada di san Giovanni, luogo oggi interamente inglobato nel tessuto urbano.  Come affermano i proprietari, nel cuore della splendida residenza naturalistica del Casale Valleverde appartenuta alle famiglie Mazzuca - De Luca sin dagli anni ’90, durante lavori di riordino e manutenzione è stata riportata alla luce una struttura architettonica rimasta per molto tempo completamente nascosta dalla vegetazione e sottoposta all’incuria incessante del tempo.  Da una primissima analisi si tratta, appunto, di una fontana ornamentale, un elegante costruzione realizzata, in gran parte, in pietra calcarea e mattoncini in terracotta. Nella sua architettura, suddivisa in due ordini, troviamo in basso la vasca, con tre bocche d’acqua che presumibilmente un tempo erano abbellite da maschere, ora perdute, dalla quale sgorgava acqua e nel mezzo una scritta che richiama, a caratteri grafici che troviamo solitamente utilizzati nel ventennio del 1900,  il nome di Lucio Dolcetti nonché le ultime due lettere della parola Villa, mentre, in alto,una serie di piccoli riquadri dove campeggia una delicata pittura murale. Come sostiene la dott.ssa Ines Ferrante chiamata a fotografare la costruzione e a darne notizia alla stampa, sembrerebbe essere “la suggestiva rappresentazione di uno scorcio paesaggistico, in cui si vede chiaramente una torre medievale, un gruppo di casette, i campanili di qualche chiesa e lontano, sullo sfondo azzurro, due barcarole e una vegetazione marina. Ad sommaria descrizione, il dipinto sembrerebbe essere la ricostruzione di un luogo ideale caratterizzato da elementi cari e ben noti al committente, probabilmente luoghi visitati o conosciuti attraverso l’apporto filologico, la composizione di un paesaggio, dunque, fortemente evocativo con chiari riferimenti simbolici”.   “Vi è nel dipinto - continua la Ferrante -  una capacità grafica nel costruire lo spazio non attinente alle regole della geometria benché diverso è da definirsi lo svolgimento dell’impianto cromatico che nella volumetria rispetta le tonalità. L’ingenuità rappresentativa  dove, appunto, la raffigurazione ideale si antepone al rigore prospettico, la contemporaneità di immagini che riconducevano al senso urbano di un luogo ameno, ci fanno propendere per un autore che, probabilmente, era più abile nella tecnica dell’acquerello e quindi nel cimentarsi in opere relative al piccolo formato, dal momento che nell’impianto dell’ideale paesaggio emergono esiti dettati da imperizie dovute al confronto fatto con superfici più ampie”. Pur mancando di dati più precisi e di fonti documentarie in tal senso, sappiamo che i terreni in cui si trovano i magnifici resti della fontana appartennero tra il XIII e il XVIII secolo alla Commenda dei Cavalieri di Malta che qui vi ebbero un grande, ricchissimo palazzo, una chiesa, una rinomata fontana nella quale “si ammiravano belle e preziose pitture”, un bellissimo parco e giardino. La Commenda, citata da molti storici locali tra cui Domenico Casalnuovo nel 1600 e Carlo Maria L’Occaso nel 1800, venne completamente distrutta al principio del secolo XVIII e sembra che sui suoi ruderi sorse uno dei latifondi della famiglia Dolcetti. Sappiamo anche che Lucio Dolcetti, presumibilmente committente dell’opera, fu sindaco di Castrovillari tra il 1892 e il 1894.  La famiglia Dolcetti, nobili castrovillaresi e ricchi proprietari terrieri, ebbero questi possedimenti almeno fino al 1932, quando donarono parte di essi al comune di Castrovillari per la costruzione del Villaggio Scolastico. La bella fontana, ai piedi di una millenaria pianta di cipresso che le campeggia alle spalle e che, malgrado fulmini e saette ne abbiano violentemente deturpato la bellezza, la natura ha avuto un nobile sopravvento ridando vigore e vegetazione alla pianta che già da molti anni ha ripreso a crescere dominando imperterrita la vallata, attira a sé l’attenzione e l’occhio stupito dell’osservatore,  pur nelle pieghe dei rimaneggiamenti e delle ridipinture successive. La struttura in origine era circondata da un pergolato e utilizzata per trovare ristoro durante le calure estive. Oggi è isolata e immersa in un paesaggio di rara bellezza, tra ulivi secolari, querce e piante da frutto, impreziosito da una ricca sorgente d'acqua e da ruscelli che creano uno spettacolo da sogno. La presenza di una costruzione, cosi unica al momento, arricchisce il territorio e il capoluogo del Pollino e rende Casale Valleverde un’altra  meta obbligata per i turisti e i visitatori della nostra città.

Martedì, 23 Luglio 2013 16:40

La bella estate castrovillarese

Scritto da

La Seconda Estate di appuntamenti in città di questa Amministrazione comunale ritorna ricca  e variegata  per rispondere, per quanto possibile, ai gusti dei cittadini, anche di quelli più piccoli. Lo avevo promesso l’anno scorso durante le presentazioni dei vari appuntamenti e lo abbiamo mantenuto grazie anche al coinvolgimento  della Pro loco e  delle Associazioni  Culturale “Città di Castrovillari”, Sifeum, Mistica Calabria, dell’Accademia dei Bardi e del  Peperoncino Jazz Festival.”

E’ quanto dichiara alla stampa il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, in occasione della pubblicazione della brochure (messa in distribuzione in città) che raggruppa e presenta il cronoprogramma delle manifestazioni , apertesi in città il 9 luglio con Cinema a Sud che offre 18 pellicole sino al 5 settembre attraverso un programma  ampio e variegato, senza perdere di vista l’integrazione, per l’apporto dell’Associazione “Integrando.Sì”,  ed i più piccoli grazie alla proficua e valida collaborazione di più soggetti.

L’altro momento , poi, su cui abbiamo puntato, consapevoli della validità dell’iniziativa- sostiene Lo Polito - , è  il Peperoncino Jazz festival che si svolge dal 19 al 24 luglio al Castello Aragonese, grazie all’associazione Picanto,  per poi ritornarvi l’uno e due settembre anche con iniziative di solidarietà ribadendo, tra l’altro, la validità  espressivo – culturale  dell’evento con forti  ricadute d’immagine per i territori e capacità calabresi.”

Non da menoaggiunge il primo cittadino - sarà l’ottava edizione della Rassegna Suoni in programma ancora al Castello Aragonese dal 6 all’otto agosto che si tiene  di concerto con l’Amministrazione comunale. L’appuntamento, studiato nei tempi per non intaccare l’attenzione sulle altre offerte musicali programmate, proporrà arie etnomeridionale, tra campana e pugliese con contaminazioni balcaniche e swing,  portando  a Castrovillari, e per la prima volta su un palco del Sud Italia, un gruppo di particolare valore  proveniente da Piacenza  di nome  Sugarpie & the Candymen con  performance di qualità che vedrà arricchire, in progress, la stagione del capoluogo del Pollino.”

Dal 16 al 20  agosto la città  rivivrà pure la 28ma edizione dell’Estate Internazionale del Folklore con i gruppi provenienti dall’Argentina,  Martinica, Paraguay, Ukraina, Messico ed Italia.

Mentre il “cuore” della devozione religiosa locale di questo periodo verrà vissuto il 14 ed il 16   agosto alla Chiesa di San Rocco ed il 15  alla Madonna della Pietà con le tradizionali feste.

Le iniziative ruoteranno anchericorda Lo Polito- sul mondo dei cartoon per i più piccini nelle apposite proiezioni del 31 luglio  e dell 21 e 28 di agosto nel giardino di palazzo Gallo, appositamente allestito; a loro saranno dedicati al Parco Giochi comunale anche momenti ludico -didattici  per lavorare l’argilla ( il 25 luglio), per fare una caccia al Tesoro (il 7 agosto), per avventurarsi con i giochi medievali (il 19 agosto), per improvvisarsi apprendisti archeologi all’opera  (il 26 agosto); ed ancora, questa volta pure per i più grandi, allo Stadio Mimmo Rende ci si cimenterà con  la seconda edizioni di Giochi senza frontiene (il 23 agosto) per divertirsi e mettere alla prova il gioco fi squadra; le serate di ballo liscio al Parco Giochi sono state programmate per gli appassionati  il 27 luglio, il 3 agosto ed il 4 settembre, mentre il 30 agosto al Largo Castello  si vivrà la Terza edizione di Civita Live per sognare e vivere emozioni. Durante l’intero periodo estivo, poi, sulle vie del centro,si terranno  sessioni di musica live.”

Oltre alle pellicole in programma nel giardino di palazzo Gallo, il Castello Aragonese accoglierà dal 10 agosto la Terza Mostra del Cinema sulla indimenticabile  Audrey Hepburn grazie a Enzo Bruno  ed alla collaborazione delle associazioni Mistica e Sifeum con l’apporto dell’Amministrazione.

Il programma, inoltre, prevede serate sportive in compagnia della VI edizione di Castro Volley il 30 , 31 luglio ed il 1° agosto per coinvolgere, mentre il 18 settembre ritorna Civita…nova, “la manifestazione  – precisa Lo Polito- che coniuga le capacità degli uomini e donne della città con il patrimonio storico- cultuale che possiede.”

Il 29 settembre, infine, sull’Isola Pedonale di via Roma una serata nel segno dei manufatti di qualità, grazie a mani capaci della grande sartoria locale,  con la manifestazione Moda in centro a firma di Pino Bruno con la collaborazione dell’associazione kontatto.

L’ufficio Stampa del comune di Castrovillari

(g.br.)

“Questa  Amministrazione comunale chiede al Direttore Generale dell’ASP  la revoca immediata del provvedimento che istituisce i posteggi a pagamento nell’Ospedale di Castrovillari che una Società del posto aveva richiesto.

L’Amministrazione, inoltre,  fa proprie le proteste di tutti gli operatori sanitari, diversi residenti fuori città, che hanno denunciato la scelta, assolutamente inadeguata ed inopportuna per un ospedale come Castrovillari.

E’ inaudito che in una città come la nostra possa realizzarsi una cosa del genere, in quanto la superficie del nosocomio del Pollino è utilizzata,   senza problemi alla circolazione interna all’area, per la sosta delle autovetture, da cittadini che hanno i loro familiari ricoverati o da medici, infermieri, tecnici ed operatori che svolgono le proprie funzioni nelle 24 ore.

Una scelta, anche questa,  quella dell’amministrazione sanitaria che la dice lunga su come sono veramente conosciuti i Territori di competenza con le loro strutture  e di  quali servizi hanno bisogno  i cittadini ed i  pazienti.

Un altro modo, insomma, che esprime l’inadeguatezza della dirigenza dell’ASP di gestire l’esistente, bisognoso di attenzioni sanitarie più che di interventi logistici legati al falso problema  posteggi e quindi alla più appropriata collocazione interna delle autovetture.

Invece di ciondolare sull’effimero e su situazioni inutili chiediamo ancora una volta all’ASP scelte sulle vere esigenze dell’Ospedale Spoke di Castrovillari che sono la vita dei Reparti, l’Emodinamica, le Sale Operatorie, il Prontosoccorso, le Unità a rischio per il quasi inesistente personale ed il fondamentale potenziamento di questo al fine di dare le giuste e legittime risposte alle attese del Territorio.

E’ su queste cose che attendiamo  determinazione  ed impegni, più che su questioni che non hanno nulla a che fare con il miglioramento del presidio.

Il diritto alla salute  su cui siamo costantemente impegnati in quel Tavolo Permanente  è l’unico obiettivo da raggiungere , per il quale è fondamentale dare giusti contenuti alle strutture riconosciute sul territorio e rispondere alle esigenze dei cittadini. Nient’altro che rispondi  a  questo,  più che a falsi problemi!”

L’Ammininistrazione comunale

“Il comunicato stampa delle liste civiche sul confronto tra nuova e vecchia amministrazione chiarisce che ormai non si tratta più di incapacità dei rappresentanti delle liste civiche ma di vera e propria malafede. Già da tempo avevamo evidenziato che il consigliere Santagada costituiva il “megafono” consiliare delle tesi economiche e finanziarie dell’ex assessore Attanasio. Oggi il comunicato stampa diffuso ne è la conferma. La similitudine denunciata dalle liste civiche tra il presunto (inesistente nella realtà) ritardo nella consegna del piano di riequilibrio, comunque discusso in consiglio comunale, e le determinazioni sulla richiesta della Corte dei Conti al Bilancio di previsione 2011 manifestano evidente disonestà politica. Nel primo caso trattasi di un piano i cui dati debitori erano stati forniti sia in sede di Consiglio comunale del 14 Dicembre 2012 e del 30 Dicembre 2012 con i dati macro aggregati consegnati in tempo per la discussione ed il piano completo prima della approvazione in consiglio comunale il 27 Febbraio 2013. La vecchia amministrazione, invece, ha omesso di comunicare ai consiglieri di opposizione, ed il punto non è mai stato discusso in consiglio comunale, la delibera della Corte dei Conti del Novembre 2011 sul bilancio di previsione 2011 amministrazione Blaiotta. E in tale delibera della Corte dei Conti, pag. 3, si sottolineava che il bilancio di previsione 2011 dell’amministrazione Blaiotta presentava “gravi irregolarità” e non era rispettato il requisito della “veridicità” (e se un dato non è vero chiediamo alle liste civiche vuol dire che è?).

Ancora le liste civiche mettono in dubbio la realtà e l’entità del debito quando lo stesso è stato documentato nel piano di riequilibrio pluriennale, certificato dai revisori dei conti, trasmesso alla Corte dei Conti ed alla Commissione speciale presso il Ministero dell’Interno. Dati e fatti certificati e documentati dagli organi ed uffici a ciò preposti e non chiacchiere da marciapiede.

Alle liste civiche, ed a questo punto anche ai cittadini ormai disorientati da questi comunicati stampa farlocchi, chiariamo definitivamente che il debito complessivo lasciato in eredità dall’amministrazione Blaiotta è di euro 39 milioni circa così composto: 22 milioni per mutui e prestiti e oltre 17 milioni (precisamente 17.656.251,76) di debiti ulteriori  così distribuiti:

parte corrente:

euro 3.470.000,00 per disavanzo di bilancio conseguente la radiazione di residui passivi inesigibili;

euro 3.868.812,00 per ricostituzione somme a destinazione specifica;

euro 3.312.989,00 per debiti fuori bilancio;

euro 4.070.000,00 per restituzione dell’anticipazione di tesoreria.

Parte capitale:

 euro 2.934.450,76 debiti fuori bilancio per investimenti.

Per comodità di consultazione segnaliamo alle liste civiche il riepilogo di detta enorme massa debitoria a pag. 52 del piano di riequilibrio finanziario pluriennale approvato con delibera di consiglio comunale n. 14 del 27 Febbraio 2013.

Quanto all’entità delle somme a destinazione specifica, superiore al nostro insediamento a 5 milioni di euro, si ricorda che la diversità dei dati è perché lo stesso si è ridotto oggi a poco più di due milioni di euro soltanto perché noi abbiamo pagato i debiti precedenti. Consigliamo loro di andarsi a leggere le distinte di pagamento per verificare che i debiti per tale voce e per circa tre milioni di euro, fatti dalla precedente amministrazione, sono stati estinti da questa amministrazione. 

Alle liste civiche ricordiamo che noi, in campagna elettorale, abbiamo parlato soltanto di programmi e non di debiti che ignoravamo fossero d tale entità (proprio per le omissioni segnalate ed ascrivibili alla vecchia amministrazione). Le liste civiche, invece, sin dal nostro insediamento si sono distinte per l’identità di vedute con il PDL ed i fuoriusciti UDC dalla maggioranza nelle persone di Salerno e Russo Pasquale. Identità di vedute che li ha visti lavorare alacremente in uno studio privato di un consigliere di opposizione, tutti insieme appassionatamente, per far saltare un consiglio comunale, l’ultimo, da loro stessi richiesto. Comportamento censurabile che è stato segnalato tanto al Prefetto che alla Magistratura. Perché le liste civiche, ed i cittadini tutti, devono sapere che noi non facciamo sconti a nessuno ed ognuno, noi per primi, deve prendersi le proprie responsabilità. Il tema dei conti paralleli non è da confronto pubblico ma da Autorità giudiziaria. Questo le liste civiche dovrebbero saperlo. Intanto segnaliamo loro di andare a vedere il conto n. 280015, estinto nel Gennaio 2012, per vedere se noi diciamo sciocchezze o lavoriamo per la Città e magari, una volta tanto, anche loro stare dalla parte giusta.

Il segretario dello SPI C.G.I.L., pure intervenuto sul tema, vogliamo rassicurarlo sul fatto che il nostro lavoro di risanamento dei conti pubblici, ed il lavorare per pagare i debiti del passato, non significa coprire la mala gestione del passato.

Non possiamo lasciare impuniti o ignorare che il secondo campo di calcio sia stato realizzato su terreno di privati e non più comunale; che l’area mercatale è stata presa in affitto ma le opere realizzate a spese del comune, per centinaia di migliaia di euro, al termine del periodo di affitto, della durata di anni dieci, resteranno gratuitamente al proprietario (art. 8 contratto del 7/3/2006); che è stata transatta con un privato, in data 20/11/2003, una questione che aveva visto il comune vincere la causa anche al Consiglio di Stato con sentenza del 24/11/1998 e gli è  stato assegnato il servizio di gestione delle lampade votive al cimitero per ben 20 anni che introita gran parte delle somme che pagano i congiunti dei defunti; che è stato affidato il sistema di gestione delle multe alla Sogefil oggi sotto inchiesta con danni economici per l’ente; che sono stati affidati numerosi incarichi legali senza impegni di spese; che sono stati spesi centinaia di migliaia di euro per realizzare un laghetto di pesca sportiva inutilizzabile per l’uso a cui era destinato per la presenza sopra di esso dei fili dell’alta tensione; che sono stati ceduti a privati beni terreni pubblici urbanizzati e con destinazione specifica, ecc.. Soltanto chiediamo di attendere il decorso dei tempi della giustizia contabile ed ordinaria.

Su queste problematiche e sulla pesante situazione debitoria e sulle responsabilità le liste civiche non hanno mai detto nulla. E’ evidente che l’identità di vedute con il PDL non è solo recente ma conferma che quella precedente era l’amministrazione voluta dalle liste civiche ed identificata come la “meno peggio”.

Alle liste civiche ricordiamo che in piena emergenza rifiuti, quando chiedevamo di riaprire la nostra discarica, sono pervenute direttamente da loro o indirettamente al nucleo VIA presso la regione Calabria ben 8 ricorsi contro l’utilizzo della discarica di Campolescia. Ovviamente tutti rigettati per infondatezza dei fatti denunciati ma che hanno fatto perdere mesi di tempo per la soluzione del problema.

Oggi, con il vostro modo di fare, continuate a lavorare contro Castrovillari. Del resto se per ben due volte l’elettorato Castrovillarese vi ha bocciato qualche domanda sulla credibilità della vostra proposta politica o sulla vostra credibilità personale dovete iniziare a porvelo.”

Mimmo Lo Polito
Sindaco di Castrovillari

COMUNICATO STAMPA

Sono passati pochi giorni dall’incontro fra la precedente Amministrazione, a guida Blaiotta, e l’attuale, a guida Lo Polito, e ciò che è emerso in maniera chiara e limpida, è la sconfitta anche politica di quest’ultimo!

In Città si parla a più voci di un’occasione persa, per l’amministrazione a guida PD, per fare definitivamente chiarezza sulla reale consistenza della posizione debitoria dell’Ente. L’incontro stimolato e voluto da Lo polito anche con roboanti e belligeranti proclami fatti in ogni occasione, anche dai palchi durante la campagna elettorale di un anno fa, ha partorito un topolino. Le risposte, anche se talora eccessivamente tecniche, specie quelle date dall’ex Assessore Attanasio, hanno spuntato le frecce all’arco del Sindaco Lo Polito, il quale in più di un occasione da presunto cacciatore si è trasformato in preda costretta a “fuggire” ed a rintanarsi per non finire sbranato dagli avversari.

Nel merito, ma senza scendere in altri tecnicismi, il Sindaco Lo Polito ha lamentato che l’amministrazione a guida Blaiotta non ha fornito al Consiglio le giuste informazioni circa le determinazioni richieste dalla Corte dei Conti per il bilancio preventivo del 2011. Ma tale censurabile comportamento non è però molto dissimile da quello assunto dall’attuale amministrazione la quale fornisce i dati a poche ore rispetto alla discussione (es. piano pluriennale di rientro). Si deve altresì evidenziare come nella risposta data dall’assessore Nicola Di Gerio, si sono dette gravi inesattezze circa il problema inerente le famigerate somme a destinazione vincolate “utilizzate per altro”. L’assessore ha sostenuto che tali somme, nel momento del loro insediamento, ammontavano a circa  € 5.400.000; tale importo non è corretto perché si riferisce alle somme “mancanti” al 31.12.2011 e non nel momento del loro insediamento avvenuto a giugno 2012. Tale errore, fra l’altro, è stato anche denunciato, dalle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” in Consiglio Comunale, durante la discussione sul piano pluriennale di rientro; a comprova è sufficiente verificare le registrazioni audio di quella seduta consiliare, e come ulteriore dato oggettivo si potrebbero verificare le date delle reversali e dei mandati.

Senza ripercorrere l’intero faccia a faccia vorremmo fare una domanda al Sindaco: che fine ha fatto la contabilità parallela denunciata sulla stampa? Perché in quella sede non si è fatto alcun riferimento ai vari conti “segreti”, in rosso, che hanno determinato il mancato pagamento degli stipendi dei dipendenti pubblici? Dove sono le responsabilità gravi, non solo di “natura contabile”, denunciate dai palchi dal sindaco Lo Polito? A questo punto è legittimo ritenere che siano stati solo spot elettorali, o giustificazioni puerili per celare una evidente incapacità amministrativa e gestionale. I cittadini che pagano il conto salato lo hanno già capito!

In conclusione il centro-destra ha dichiarato che non c’è pre-dissesto, il centro-sinistra sostiene che in cassa non c’è un euro. Speriamo che, almeno in questo, la colpa delle difficoltà finanziarie dell’Ente non sia, come al solito, delle Liste Civiche.

Coordinamento Politico delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”

Sabato, 20 Luglio 2013 16:18

Castrovillari. Prima Camminata della Salute

Scritto da

Questa mattina,alle ore 9,30, nel Parco Giochi comunale, è stato dato il via alla prima Camminata della Salute, progetto  che il Comune di Castrovillari, con le città di Cosenza e Rende, condivide come capofila in collaborazione con  l'Azienda Sanitaria – presidio di Castrovillari- Unità di Medicina dello Sport, Geriatria e Cardiologia, e la Regione. 

L’iniziativa, è stata salutata con soddisfazione dall’Assessore Nicola Di Gerio, il quale a nome e per conto dell’Amministrazione, nonché del Sindaco Lo Polito e del Vice Sangineti, assenti il primo per impegni istituzionali fuori città ed il secondo per questioni personali,  ha dato il benvenuto agli anziani, ribadendo il ruolo importante di queste iniziative per la vita di ciascuno e delle Associazioni coinvolte, ricordando tra l’altro la continua attenzione dell’Amministrazione per gli anziani e momenti dedicati alla migliore qualità della vita dei cittadini. 

Erano presenti il medico sportivo, Antonio Gradilone, responsabile dell'Unità di Medicina dello Sport di Castrovillari dell'Azienda Sanitaria provinciale, e la dottoressa  Rosanna Labonia, responsabile dell’Unità Operativa di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione, oltre ad alcunirappresentanti locali della Coldiretti con prodotti ortofrutticoli per affermare come l'alimentazione di qualità si è sempre sposata con l'attività fisica a difesa della salute. 

I Gruppi di Cammino sono  stati pensati per sensibilizzare la popolazione anziana sull'importanza di adottare stili di vita attivi e più sani per l’organismo. 

Nella mattinata gli anziani presenti, prima di iniziare il percorso,  guidati da alcuni conduttori, hanno svolto semplici esercizi di riscaldamento. L’iniziativa, sostenuta dal Comune di Castrovillari, è finalizzata a promuovere il benessere psico-fisico e la socializzazione, ma soprattutto a combattere e prevenire alcune patologie: come quelle cardiovascolari, l'ipertensione arteriosa,  l'obesità, la comparsa del diabete e le complicanze  del diabete,  l'osteoporosi, alcuni tumori (come al colon ed alla mammella); la depressione e l'ansia; il decadimento cognitivo (perdita di memoria, di attenzione, di orientamento).

La prima esperienza ha entusiasmato e coinvolto, creando interesse, importantissimo per un gesto che necessita solo di semplice adesione.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

FreshJoomlaTemplates.com
Friday the 19th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.