Perché ogni impegno, atto e azioni possa essere un risultato nell’interesse del Comprensorio. Il Tavolo permanente per la Sanità, composto dalla Conferenza dei Sindaci del Pollino e della Valle dell’Esaro, dal Comitato Territoriale delle Associazioni, dalle Rappresentanze Politico – Istituzionali, e dalle organizzazioni sindacali, presenti l’onorevole Gianluca Gallo oltre i Sindaci di Morano e Frascineto, rispettivamente Francesco Di Leone e Francesco Pellicano, i consiglieri comunali alla sanità ed ai rapporti con le istituzioni, Dario D’Atri e Giovanna D’Ingianna, nonché i dottori Placco per l’Associazione “Amici del Cuore”, Gianni Cicero quale esperto e rappresentante dell'Associazione “Non più soli”, i dottori Rosanna Maritato ed il dottore Pino Angelastro per “Avis”, si è incontrato questa mattina a Castrovillari, nella Sala delle rappresentanze, al primo piano di palazzo Gallo, con il direttore del presideio ospedaliero, Salvatore De Paola, per fare il punto sull’offerta ospedaliera e sanitaria a partire da ciò che l’Ospedale Spoke possiede e può essere migliorato nell’interesse dell’intero comprensorio.

Il Sindaco , Domenico Lo Polito, in qualità di coordinatore del Tavolo, introducendo i lavori  ha ricordato l’impegno costante del direttore De Paola per l’ospedale di Castrovillari precisando tra l’altro : ”che se l’Ortopedia non si è chiusa ed il Prontosoccorso e la Broncopneumologia hanno ricevuto dei sollievi per dare migliori risposte ai cittadini lo dobbiamo a questi, impegnato  affinché si migliorino le prestazioni e si promuovi la credibilità dell’Ospedale con tutte le sue capacità e professionalità presenti.

Le novità sul lavoro che si sta portando avanti per migliorare  la struttura  le ha illustrate il dottore De Paola il quale dopo aver asserito “che quanto raggiunto non poteva avvenire senza l’impegno del direttore generale Scarpelli”, ha spiegato che ci si sta adoperando “per migliorare strutturalmente la casetta Laboratorio ( verificando se attrezzarci una sala prelievi o per la microbiologia),  aggiungendo la realizzazione del restyling della facciata del vecchio Ospedale, l’ampliamento  dell’Unità di Medicina e la volontà di cambiare l’allocazione di Oncologia che si vuole portare al quarto piano del nuovo stabile. C’è anche un impegno per dare giusta collocazione al Centro Trasfusionale e si sta lavorando per  aprire le nuove sale operatorie che si spera possano essere inaugurate entro la fine dell’anno. Nel suo dire il responsabile sanitario ha anche preannunciato la volontà di dare vita ad un Archivio per le Cartelle Cliniche.

Naturalmente non sono da meno le attenzioni per il personale sociosanitario e per tutti gli altri reparti. In particolar modo ci si è soffermati sull’emodinamica che secondo De Paola ha bisogno di iniziative coraggiose e di un’attenzione in più da parte della politica e della sanità per conferire la dignità che compete al Servizio,  bisognoso, indicativamente –ha detto il Direttore del Presidio-, di  circa 45 infermieri e oltre 20 medici in pianta stabile .

Questo con le sale operatorie - ha richiamato il Direttore De Paola-  potrebbero far fare l’auspicato salto di qualità al presidio castrovillarese facendo ottenere un risultato qualitativamente importante all’intero comprensorio.

Gli interventi dei vari rappresentanti intervenuti hanno ruotato su queste ed altre considerazioni, per portare avanti quella battaglia di civiltà per la salute, su cui il Tavolo con tutti i suoi soggetti è impegnato al fine di dare giusti contenuti alle strutture riconosciute sul territorio e rispondere alle esigenze dei cittadini.”

Le dotazioni organiche sono state l’altro punto con ciò che riguarda la medicina di base al centro  del confronto che non ha tralasciato nulla d’intentato per sollecitare ciò che ha bisogno lo Spoke di Castrovillari per essere tale fino in fondo e per il quale il “Tavolo” ha ribadito la continuazione delle iniziative di tutela e potenziamento.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

E’ stato un successo di pubblico per l’interesse e l’attenzione raccolti. Il Workshop  dal titolo: “ La tutela e il benessere degli animali di affezione “, tenutosi nel Protoconvento Francescano di Castrovillari a cura dell’Amministrazione – Assessorato allo Sviluppo Ambientale ieri ha registrato la presenza di numerose associazioni e cittadini attenti alla problematica inerente il randagismo e, più in generale, agli animali, senza perdere di vista  quelle iniziative civiche d’adozione tanto importanti per le persone quanto per i cuccioli “trovatelli” come  diversi momenti in città hanno testimoniato ampiamente. 

La presenza – ha affermato  l’Assessore allo Sviluppo Ambientale Angelo Loiacono - della senatrice Carla Rocchi, presidente nazionale dell’E.N.P.A. e del dottore Gianluca Grandinetti, TASK FORCE per le Attività Veterinarie della Regione Calabria, testimonia l’attenzione che vi è intorno alla nostra Città  in merito alla problematica inerente il randagismo. Il lavoro profuso, tra mille difficoltà, errori, mancanze e soluzioni perfettibili – ha spiegato l’Assessore- , prodotto dall’Amministrazione comunale, ha portato al riconoscimento dei partecipanti degli sforzi profusi al fine di tutelare il benessere degli animali e garantire un risparmio per l’Ente, in linea con i tagli imposti dai sempre minori trasferimenti erarariali e da quella spending review per la razionalizzazione della spesa pubblica.” 

Durante l’incontro, Giorgia Rozza giornalista del Corriere della Sera e responsabile adozione del progetto E.N.P.A. “tutti a casa”, ha illustrato le immagini dei circa 70 cani adottati da tutta Italia, spiegando per ognuno i luoghi in cui si trovano oggi i nostri amici a “quattro zampe”, che sono passati dal canile al calore umano delle famiglie. La giornalista nello specifico  ha aggiunto: «Castrovillari è molto famosa da alcuni mesi in Italia, è al centro di un progetto realizzato, i cui risultati, in pochi mesi, sono tangibili.” Inoltre, la senatrice Rocchi ha sottolineato come “dopo il progetto Castrovillari, molti Comuni abbiano contattato l’E.N.P.A. per avviare progetti simili, che garantiscono un risparmio per l’Ente e svuotano i canili, permettendo un miglior controllo del territorio.”

Il lavoro che in questi mesi le associazioni, del Forum comunale dell’ambiente, hanno svolto all’interno delle riunioni, apportando contributi importantissimi, nella predisposizione delle modifiche al “Regolamento comunale per al tutela degli animali”, e nell’impegno concreto e quotidiano presso il canile comunaleha aggiunto l’Assessore Loiacono legando gli interventi come moderatore del workshop- , deve sottolineare quanto di buono ci sia nella nostra Città. Solo unendo gli sforzi posti in essere dall’amministrazione comunale, dall’ASP, dalle associazioni e dai volontari si potrà realizzare un cammino capace di portare Castrovillari ad essere un esempio virtuoso. “

Le relazioni deldirigente dei servizi veterinari aria “A” di Castrovillari dell’ ASP di Cosenza, Ennio Golia, che ha illustrato “la situazione del randagismo canino nell’ASP di Cosenza e nell’ area di Castrovillari”,  e del Direttore Sanitario del Canile del capoluogo del Pollino e dei  Servizi Veterinari dell’ ASP di Cosenza  Tullio Tommaso, che ha parlato del“canile sanitario di Castrovillari tra  prospettive di sviluppo, alla luce della nuova organizzazione  regionale”, hanno evidenziato con elementi alla mano “come Castrovillari sia un centro che si candida, per collocazione geografica ed esperienza maturata, a diventare una città su cui la programmazione della Regione Calabria dovrà soffermarsi, valutando la possibilità di ampliare la struttura esistente garantendo un servizio fondamentale per molti dei Comuni limitrofi.” 

La responsabile del Settore Urbanistica e Assetto del Territorio  del Comune, Roberta Mari, ed il responsabile del servizio Igiene Ambientale dello stesso Ente, Francesco Bianchimani, hanno rispettivamente illustrato “lo stato dell’arte per quanto riguarda il canile comunale ed esposto, sinteticamente, i tratti essenziali del “Regolamento comunale per la tutela degli animali”, che  è bene ricordarlo si ispira alla “Dichiarazione Universale dei diritti dell’animale” e richiama tutte le disposizioni di legge, nazionale e regionale, emanate dal 1979 al 2012, inserendo spunti di unicità nell’istituzione dell’Ufficio diritti Animali e del cimitero degli animali.”

Il Regolamentoha affermato  in proposito Loiacono - verrà portato nuovamente all’interno del Forum comunale dell’ambiente, successivamente in Commissione Ambiente, per poi passare in Consiglio Comunale. Un iter in cui si sono ascoltati i suggerimenti delle associazioni, dell’ASP, dei volontari e della Regione Calabria, nel modificare il testo, che si auspica possa essere proposto all’interno del prossimo consiglio comunale. Il cammino intrapreso da Castrovillari, così come ha sottolineato la Sen. Rocchi, «è un cammino virtuoso» che ci vede protagonisti, grazie all’eccellente organizzazione e all’amore che l’E.N.P.A. mette in questa opera, nel dibattito nazionale sulle adozioni dei cani nelle famiglie italiane, ma molto c’è ancora da fare per migliorare il servizio. È bene sottolineare come, nello specifico, l’ottimo lavoro profuso dall’Ufficio Ambiente, abbia portato a dei risultati tangibili, supportati da dati e da autorevoli pareri esterni, che ne definiscono i contorni e la portata.

In conclusione, l’Assessore all’Ambiente Loiacono, a nome e per conto dell’Amministrazione Lo Polito, ha affermato: “È chiaro che Castrovillari si candida ad essere individuata, all’interno della programmazione regionale sui canili pubblici, quale sito per l’ampliamento ed il miglioramento dei servizi esistenti, in modo tale da poter garantire un importante servizio a tutto il territorio del comprensorio, in quanto Città baricentrica, di provata esperienza  e che si fregia di avere una cittadinanza attiva partecipe e attenta alla problematica.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Tutto quello che è importante conoscere su come le istituzione si muovono sul randagismo, per contenere questo fenomeno e su come vengono sviluppate quelle iniziative civiche d’adozione tanto importanti per le persone quanto fondamentali per i cuccioli o “trovatelli” come momenti sperimentati in città hanno testimoniato ampiamente.

Nella Sala Conferenze del Protoconvento Francescano dii Castrovillari, martedì 16 luglio, dalle ore  17, si terrà un workshop dal titolo “ La tutela e il benessere degli animali di affezione “.

L’iniziativa, organizzata dal Comune, prevede- spiegano il Sindaco, Domenico Lo Polito, e l’Assessore allo Sviluppo Ambientale, Angelo Loiacono-  la partecipazione dei Sindaci del Territorio, dell’Azienda Sanitaria Provinciale attraverso i Servizi veterinari del posto, dei membri della “Commissione ambiente e sanità” del Consiglio Comunale, delle Associazioni  “Amici della Terra”, “OASI”, “Pensieri liberi”  Pollino, dell’ Agesci,   delle sezioni locali dell’E.N.P.A.  e della F.I.A, nonchè del Gruppo “Passione animali”, della delegazione locale di “Guardie Ambientali d’Italia” oltre della sezione castrovillarese di “LegAmbiente”.

“Un altro momento nel solco della partecipazione e condivisione  di un percorso – aggiungono gli amministratori-  che vogliamo legare con quel principio del “filo rosso” che sta caratterizzando le diverse azioni su cui siamo impegnati.”

Il programma, nello specifico, prevede, dalle ore 18,  il saluto del Sindaco Lo Polito e l’apertura dei lavori con un contributo dell’Assessore Loiacono che modererà gli interventi. Subito dopo gli interventi di Gianluca Grandinetti, Dirigente   veterinario,  componente della task force per le attività veterinarie del Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie della Regione Calabria che affronterà “la razionalizzazione degli interventi in materia di randagismo e l’istituzione di una rete di canili  sanitari nel territorio regionale”, e di Carla RocchiPresidente nazionale E.N.P.A. (ente nazionale protezione animali –Onlus-) che riferirà “sull’importante collaborazione tra Comuni, ASP e Associazioni per l'applicazione della normativa animalista, trattando il modello Castrovillari quale possibile prototipo per la realtà calabrese".

Seguiranno le comunicazioni: del responsabile del Settore Urbanistica e Assetto del Territorio  del Comune, Roberta Mari  , la quale tratterà“lagestione pubblica del canile di Castrovillari; del dipendente del  Servizio Igiene Ambientale dello stesso Ente, Francesco Bianchimani che approfondirà  “il nuovo regolamento comunale per la tutela degli animali”;mentre ildirigente dei servizi veterinari aria “A” di Castrovillari , Ennio Golia, dell’ ASP di Cosenza, spiegherà“la situazione del randagismo canino nell’ASP di Cosenza e nell’ area di Castrovillari “;Giorgia Rozza ,  responsabile adozioni progetto Enpa: “ tutti a casa”, poi, richiamerà il progetto “ "tutti a casa": i cani di Castrovillari”.Invece,Tullio Tommaso,  Direttore Sanitario del Canile del capoluogo del Pollino e dei  Servizi Veterinari dell’ ASP di Cosenza  parlerà del“canile sanitario di Castrovillari tra  prospettive di sviluppo, alla luce della nuova organizzazione  regionale”.

L’intera materia sarà oggetto di interlocuzioni e testimonianze oltre che di domande, le quali saranno sviluppate nel “question time” (precisamente nella fase dei lavori- come previsto-, durante la quale vengono illustrate alcune questioni già presentate e riguardanti anche argomenti particolari, su cui viene data risposta dagli organismi preposti),prima delle conclusioni ed il punto di sintesi  sulla full immersion.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

“L’arroganza, l’incapacità, l’incompetenza  ed il pressapochismo di questo  nuovo Coordinamento del PDL  non conosce limiti, ma neanche la decenza del minimo confronto democratico.

Oggetto della discussione e del confronto  richiesto un anno fa all’Amministrazione Blaiotta e ottenuto soltanto per giovedì prossimo, 18 luglio, nel luogo, all’ora con le modalità e con il giornalista che loro stesso hanno scelto, trova nel comunicato stampa del Coordinatore del PDL un’ulteriore mistificazione.

Infatti, oggetto del confronto sono i 10 anni di Amministrazione di centrodestra ed i guai economici, giudiziari, finanziari che hanno lasciato in eredità alla città.

I documenti di 10 anni di disastro li devono portare loro. I documenti richiesti, quelli in possesso dell’Ente, sono stati trasmessi, via pec,  in data odierna dall’Ufficio di Segreteria. Ma la richiesta del 2 luglio era chiaramente pretestuosa.

Come può uno schieramento politico , il PDL, dire che non ha i documenti,  oggetto di ampia discussione in Consiglio comunale, se ha affrontato  e votato nel parlamentino locale il Bilancio di Previsione 2012, le Controdeduzioni  formulate dalla Corte dei Conti con la delibera del 6 dicembre 2012, l’Adesione al Piano di Riequilibrio Pluriennale, al Bilancio di Riequilibrio Pluriennale e  al Rendiconto di Gestione 2012?

Perché 2 sono le cose: o vengono in Consiglio comunale ad improvvisare e discutere su documenti di cui hanno la piena disponibilità ma  non li hanno mai letti, oppure i documenti ce li hanno ed oggi trovano il pretesto per far saltare il tanto atteso Confronto del 18 luglio; ma noi per toglierli ogni alibi li abbiamo mandato nuovamente i documenti di cui avrebbero dovuto avere la disponibilità, facendo venir meno anche questo ulteriore pretesto.

Perché davvero non si riesce  a comprendere quali carte devono studiare se per 10 anni hanno amministrato loro, i documenti li hanno prodotti loro e quindi li dovrebbero conoscere e spiegarli alla città.

Si ricorda a tal proposito che tutto nasce  dalla intimazione della Corte dei Conti di Catanzaro che, con la delibera del 6 settembre 2012, ordinava al Comune di Castrovillari  di spiegare le ragioni dello squilibrio strutturale di Bilancio  e le misure concrete da attuare  per evitare  il dissesto  del Comune.

E con la predetta delibera  della Corte dei Conti veniva controllato il Rendiconto di Gestione 2010-piena Amministrazione Blaiotta-, approvato anche con il voto determinante  del consigliere Condemi, consigliere di maggioranza  che, unitamente  agli altri  del suo schieramento, ha contribuito alle condizioni di squilibrio strutturale delle finanze del Comune di Castrovillari, ai limiti del dissesto.

Giudizio questo che non è una libera interpretazione del centrosinistra, che oggi guida il Comune di Castrovillari, ma decisione deliberata dalla Corte dei Conti della Calabria.

Un’ultima precisazione: per avere  una maggioranza numerica, come quella che oggi  governa la città di Castrovillari, è stata, dal Sindaco Blaiotta, buttata a mare l’intera Giunta comunale e sostituita con una totalmente nuova, ove erano stati ceduti all’UDC, in cambio del voto dell’unico consigliere che gli consentiva di avere la parità numerica con la minoranza.

La volgarità di questo nuovo Coordinamento del centrodestra si spiega chiaramente con una grave crisi di astinenza dal potere.

Sembra quasi  di vivere la situazione politica che nel 2008, a livello nazionale, ha visto cadere il Governo Prodi.

Oggi sappiamo che a quel tempo vi fu una compravendita di parlamentari , ed oggi  ci sono dei processi in corso.

Questi metodi, propri del centrodestra, sono patrimonio evidente sia del Centro che della Periferia, dove  pur di tornare al potere si utilizza  qualunque sistema: lecito o illecito.

Mi auguro, comunque,  che giovedì 18 luglio l’ex Sindaco Blaiotta e l’ex Assessore Attanasio possano confrontarsi con il sottoscritto e con l’Assessore Di Gerio, rifuggendo i toni e la barbarie propri di alcuni aspiranti politici che oggi rappresentano il centrodestra cittadino.”

Il Sindaco

Domenico Lo Polito

La 12^ edizione del Peperoncino Jazz Festival, si terrà dal 19 al 24 luglio a Castrovillari, presso la location del Castello Aragonese”.

Lo rende noto il Sindaco, Domenico Lo Polito, il quale ricorda che “l’iniziativa ideata da Sergio Gimigliano e Francesca Panebianco (quest’ultima presidente dell’Associazione Picanto), grazie alla loro dinamicità e forza per  aver saputo creare un prodotto culturale-espressivo di particolare portata nazionale per contenuti, per saper mettere in rapporto con l’altre, per messaggi, ricadute d’immagine e per il vigore che la loro iniziativa infonde alle opportunità di promozione per i territori calabresi, quest’anno si muoverà dal Pollino per poi invadere piacevolmente la regione secondo una precisa tabella di marcia che coinvolge 3 Parchi nazionali, 5 province e 26 Comuni con oltre 50 eventi.”

A Castrovillari metterà le tende al Castello Aragonese il primo giorno per una serata di beneficenza del tutto  speciale, nel corso della quale il quartetto del cantante Walter Ricci (M. Bublè, M. Biondi, S. Di Battista ed altri) con ospite di rilievo il sassofonista americano Andy Farber (accompagnato da W. Marsalis, S. Wonder , BB King , B. Dylan , R. Charles , J Cocker, G. Benson ed altri) riinterpreterà le pagine più belle della musica di Frank Sinatra in ricordo di quello che è stato, per tutti i castrovillaresi, “l’uomo dal sorriso dolce e rassicurante”: Franco Fortunato (Sindaco della città dal 1998 al 2002), dando inizio, di fatto, ad una intensa “cinque giorni” all’insegna del miglior jazz newyorkese, patrocinata dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America e dall’Amministrazione comunale di Castrovillari, e resa possibile anche grazie al sostegno di diverse aziende del territorio (come la Gas Pollino e la Pollino Gestione Impianti oltre alla disponibilità di diverse capacità di uomini  donne del lavoro, da sempre appassionati, con le loro attività, alla crescita dell’esistente e ad offrire eccellenze).

Nei giorni successivi,  sempre nel Castello Aragonese, si esibiranno le formazioni guidate da:  Michael Blake (sabato 20 luglio), Eric Daniel (domenica  21) e Kurt Rosenwinkel (lunedì 22); martedì 23 sarà la volta, poi,  dell’attesa esibizione di uno dei gruppi più importanti della storia della fusion (gli Spyro  Gyra), mentre  mercoledì 24 luglio i Blues Factory ed il Duo formato da Alex Kubotha e Kris Argentino condivideranno la serata in un doppio set a termine della prima parte del Peperoncino Jazz Festival a Castrovillari.

La 12° edizione del Peperoncino Jazz Festival ritornerà a Castrovillari altri due giorni a settembre: il 1° con la presentazione, in anteprima nazionale, del nuovo album di Daniele Scannapieco e, il 2, con l’esibizione di Mario Panebianco; a seguire con  il Balkanica Quartet e con l’ospite Achille Succi. La seconda tappa nell’area del Pollino si muove nell’ambito di una settimana della solidarietà, per una raccolta fondi per le zone terremotate, voluta dal Presidente del Parco Nazionale del Pollino, onorevole Domenico Pappaterra, sponsorizzata dalla Picanto Records.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

 

“Piena solidarietà all’amico e collega Sindaco di Cassano allo Jonio, oggetto di un atto d’intolleranza che vede ancora una volta i rappresentanti degli enti locali al centro degli obiettivi della delinquenza.

Un fatto che deve far riflettere la collettività di questo comprensorio, dove atti del genere  si continuano a registrare nei confronti di chi,  nel nome del diritto e delle regole, vuole portare avanti un modo diverso di rapportarsi alla realtà ed alla quotidianità, nel rispetto della legalità e di quelle buone pratiche amministrative che intendono ottimizzare il ruolo della pubblica amministrazione tra le attività degli uomini e donne del lavoro.

L’impegno che svolge in questa consiliatura Gianni Papasso, rappresenta questo sforzo, questa volontà, finalizzati a migliorare l’esistente e quei rapporti ed interlocuzioni che contribuiscono a fare dell’azione di un Comune atti di qualità nell’interesse del Territorio e della popolazione che governa.

E’ con questa consapevolezza e sentimenti che mi sento vicino ed a fianco di Gianni, solerte amministratore quanto appassionato alla crescita della sua città, senza mai perdere di vista quell’importante e fondamentale sinergia che relaziona tutto il comprensorio per renderlo propulsivo e riferimento di uno sviluppo intrinseco, caratterizzato da risorse ed ambienti che sono uno funzionale e di supporto all’altro.

E’ questa rotta, con l’intera azione che sta tracciando, che sicuramente dà fastidio a chi vorrebbe ed è interessato ad altro, a discapito del bene comune.

Ed è anche per questo che ribadisco la vicinanza mia, dell’Amministrazione e della città che rappresento, chiedendo a Gianni di proseguire nella sua opera con il suo programma, per affermare, ancora con più forza, che la politica ha un compito di sostegno per le aspettative di ciascuno,  nel rispetto gli uni degli altri, come la sta promuovendo e connotandola nell’interesse di quella giustizia civile che qui da noi necessita di coraggio per riaccendere quell’io  che desidera essere protagonista di un riscatto oltre che di un vero risveglio di coscienze nuove. Vai avanti con decisione Gianni!”

Il Sindaco

Domenico Lo Polito

FreshJoomlaTemplates.com
Wednesday the 22nd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.