Una giornata per ricordare insieme quelli che hanno perso la vita in incidenti stradali in un contesto, così scottante, com’è la sicurezza stradale. 

Il 26 maggio, per non dimenticare mai questo , al Teatro Sybaris, a partire dalle ore 21, si terrà il concerto  dell’artista Mark Baldwin Harris nello spettacolo Piano solo Fiftieth Tour, patrocinato dall’Amministrazione comunale di Castrovillari, grazie ad un'idea e  in collaborazione con “Radio Nord Castrovillari” e l’Associazione “Dolce Sara”. 

“Mark Harris, senza dubbio uno dei più importanti protagonisti e testimoni della musica degli ultimi decenni, in occasione anche del suo  primo mezzo secolo di spettacoli- riferiscono i ben informati - porta sul palco castrovillarese  un concerto di pianoforte, come un inno alla vita, che spazia senza scaletta fra tutti i generi musicali che ama.” 

Un evento unico e irripetibile per la vita come “lo è la vita stessa”, che ci aiuterà a capire un "Big" della canzone, un talento  che  ha girato  il mondo , lavorando  anche al fianco di  grossi personggi  come  Al Jarreau,  Katia Ricciarelli, jazzisti come Enrico Rava, e con compositori di musica contemporanea come Alvin Curran (nell'importante ensemble "Musica Elettronica Viva"). 

Lo troviamo nei dischi di quasi tutti i grandi artisti del pop e del rock italiano:
Alice, Articolo 31, Enzo Avitabile, Francesco Baccini, Pierangelo Bertoli, Edoardo Bennato, Vinicio Capossela, Claudio Chieffo, Fabrizio De André, Eugenio Finardi, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci, Mia Martini, Napoli Centrale, New Perigeo, Mauro Pagani, Patty Pravo, Eros Ramazzotti, Vasco Rossi, Antonella Ruggiero, Alan Sorrenti, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Renato Zero e tanti altri. 

Un’eccellenza, insomma, da incontrare e seguire che farà dell’appuntamento castrovillarese un momento importante che rilancia il motivo per cui è stato pensato, organizzato e voluto.

 (g.br.)

Prendiamo spunto da un comunicato stampa in difesa dell’ospedale di Cetraro, il cui laboratorio ha 4 tecnici, per chiarire che quello di Castrovillari, comunque non ne dispone di tredici. Con la consapevolezza di evitare la solita “guerra fra poveri” e la cattiva informazione è opportuno fare alcune precisazioni: nei 13 tecnici riportati nell’articolo, sono stati compresi anche le 4 unità di Mormanno, trasferite a Castrovillari solo in occasione della transitoria chiusura dell’ospedale a causa del terremoto ora riaperto. Si deve precisare, altresì, che in concomitanza  del sisma 2 tecnici di Castrovillari erano stati trasferiti proprio a Cetraro, in maniera transitoria, e quindi il rientro è stato un atto assolutamente legittimo. Per il 27 maggio è intanto prevista la sottrazione definitiva, e questa si “arbitraria”, di un’altra unità sempre in favore del nosocomio  di Cetraro; aggiungendo a ciò la prematura scomparsa di un’altra unità risulta evidente che i dati pubblicati sono errati.

Ci domandiamo pertanto come mai, in assenza di una graduatoria provinciale, nell’ambito del personale dell’ASP, si stia sempre attingendo da Castrovillari, dove, ad oggi, gravita tutto il carico di lavoro  delle urgenze della ex ASL n° 2 del Pollino, dopo la chiusura di tutti e tre gli altri pronto soccorsi dell’area. Forse prima di disporre trasferimenti  da Castrovillari, complessivamente affetta da cronica carenza di personale, bisognerebbe fare le opportune considerazioni e verifiche in modo da constatare come in realtà il personale di laboratorio complessivo sia più numeroso in altre ex ASL.

Cogliamo l’occasione per ribadire che l’ospedale di Castrovillari attualmente dispone di 130 posti letto (Day Hospital compresi), invece dei 223 previsti; che presenta un organico deficitario di 33 medici  81 infermieri e 42 oss; che non riesce ad aprire le sale operatorie; che ha un pronto soccorso con soli 4 medici che turnano sulle 24 ore (con una media di circa 56 accessi giornalieri); un ortopedia ed una pneumologia con soli 2 medici; la chiusura dello storico reparto di otorino; il declassamento di oncologia che è stata la “più produttiva della provincia” (attualmente con 2 soli medici); la mancanza di personale per far funzionale l’emodinamica pur costata 2 milioni e mezzo di euro, e così via…

Riteniamo pertanto che siano necessarie chiarezza e trasparenza anche nel comunicare i dati, in relazione alla definizione degli organici ed alla distribuzione delle risorse. Sappiamo che l’area del Pollino non arriva neanche ai 2 posti letto per 1000 abitanti a fronte di una media nazionale di 3,7. Il nostro auspicio, infine, è che le istituzioni sanitarie e politiche lavorino per garantire i livelli di essenziali assistenza in modo equo e trasparente al fine di garantire il diritto alla salute costituzionalmente garantito e non mossi da altri fini.

Coordinamento politico Liste Civiche

Il Vespa club Castrum Villarum, in collaborazione con il Comune di Castrovillari, la Provincia di Cosenza e con l’egida dell’ AICS, organizza per domenica 26 maggio su via Roma  la 4.a tappa di Coppa Italia Gimkana Vespa, indetta dal Vespa Club D’Italia, le cui premiazioni saranno effettuate lo stesso giorno dell’iniziativa intorno alle ore 17.

Le diverse gare programmate si svolgeranno per come prevede l’apposito regolamento.

La manifestazione, che vede Castrovillari una delle tre tappe  che accoglie nel Meridione, insieme a  Caltanissetta e Taranto, la Coppa Italia, è un’occasione per promuovere i luoghi delle città, legandoli a percorsi che offrono caratteristiche sportivo – turistiche, fondamentali per la crescita e conoscenza dei centri storici e degli ambienti che li caratterizzano e li accolgono grazie pure al sostegno delle attività produttive degli uomini e donne del lavoro, portavoce di manufatti unici della nostra tradizione.

 ( g.br.)

Venerdì, 24 Maggio 2013 08:14

A Morano rivive il mito di Evita Peron

Scritto da

All’Auditorium comunale sabato 25 e domenica 26 maggio, gran finale per la XIIa Rassegna di “TeatroMusica”, ideata e organizzata da L’Allegra Ribalta, sotto la direzione artistica di Franco Guaragna. In scena, alle 20,30, “Evita per amore”, la commedia musicale ispirata a Eva Duarte Peron, la 'mamma' del popolo argentino, che votò la sua vita alla causa popolare, divenendo il simbolo del riscatto sociale dei deboli.  Alle 20,25 del 26 luglio 1952 scompariva a soli 33 anni per un cancro, ma nasceva il suo mito che ancora oggi appare solido, impossibile da scalfire. Nel Paese venne proclamato un mese di lutto nazionale. Il corpo venne imbalsamato ed esposto fino al 1955, quando un golpe estromise il marito dal potere. Ispirato al celebre musical inglese “Evita”, lo spettacolo, la cui versione italiana è stata curata da Francesca Senatore e da Marco Savatteri, da spazio all’Eva donna e diva, all'Eva politica e "Santa dei diseredati", all'Eva carismatica e voce dei descamisados argentini.  Di umili origini, un passato da attrice, moglie di un presidente, Evita è un personaggio che non ci si stanca di scoprire e riscoprire. “Generosa e impulsiva, era anche rancorosa e vendicativa. Fedelissima negli affetti e nelle amicizie finché rimanevano tali, era capace di odiare intensamente (…) E’ difficile dire quale fosse davvero la sua casa: i palazzi del potere, la piazza, il teatro, la pampa, la suburra” scrive di lei lo storico Franco Cardini.  Evita ha ispirato e continua a ispirare opere teatrali, libri, film e mostre. Basta ricordare la miniserie “Evita Peron” con Faye Dunaway, il film di Alan Parker “Evita” con Madonna protagonista, “La vera storia di Eva Peron”, nel quale il ruolo principale è affidato all'argentina Esther Goris e il film “Little Mother”. In scena all’auditorium di Morano Calabro ci saranno Emilia Zicari, Katia Sartore, Andrea Magnelli, Alessandro Laitano, Adele Schifino e Nunziato Di Benedetto, attori de L’Allegra Ribalta. I brani saranno cantati da Francesca Senàtore, Rosa Sposato, Rosaria Vulcano, Lorenzo Lazzarini, Mario Nugara e Francesco Laitano. Tanghi e balli saranno eseguiti da Francesco De Bonis, Maria Antonietta Crescente, Francesco Redavid e Ida Lucchetta. Le scenografie sono di Andrea Magnelli, la regia musicale è di Filippo Nanni, mentre la parte recitata è affidata a Casimiro Gatto. Prevendita dei biglietti presso “Au Rendez-Vous” di Morano.

DOMENICO DONATO

Ufficio stampa TEATROMUSICA

L’Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla - Calabria ha realizzato un cortometraggio dal titolo “Presto” per raccontare, con un linguaggio vicino ai giovani, la sua mission. L’Associazione intende, infatti, incoraggiare, coordinare e sostenere la ricerca rivolta alla prevenzione, diagnosi e cura della Sclerosi Multipla con particolare riferimento alle sue connessioni con l’Insufficienza Venosa Cronica Cerebro - Spinale (CCSVI). L’Associazione vuole dare visibilità al movimento di malati che sostiene le ricerche del Professore Paolo Zamboni e del Dottor Fabrizio Salvi, secondo i quali la Sclerosi Multipla potrebbe essere legata all`Insufficienza Venosa Cronica Cerebrospinale, una malformazione dei vasi sanguigni. 

Il cortometraggio, diretto dal regista Gianluca Sia, vuole essere un “inno” al coraggio, alla grande forza di volontà, al vivere il presente senza risparmiarsi. Lunedì 27 maggio, alle ore 18.00, presso il Cinema Italia di Cosenza, si terrà la prima del cortometraggio che vede anche l’amichevole partecipazione dell’attore Costantino Comito (Squadra Antimafia, il Capo dei Capi, Gente di Mare). Gli altri attori sono: Domenico Barbaro, Serena Ferrante, Antonio Crescibene, Francesco Cerminara, Luigi Sprovieri e Rita Locanto. Le musiche originali sono di Giovanni Gatto. Testimonial del progetto l’attrice Larissa Volpentesta.

Saranno presenti il Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto e il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio.

Dopo la visione del cortometraggio si terrà una tavola rotonda alla quale parteciperanno  Assunta Mazzei, Presidente Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla Calabria, Giovanni Perri,  Radiologo, il regista Gianluca Sia, l’attore Costantino Comito, l’attrice Larissa Volpentesta, il musicista Giovanni Gatto e gli attori protagonisti, Domenico Barbaro e Serena Ferrante. L’associazione consegnerà un ricordo della serata a chi ha contribuito alla realizzazione del cortometraggio. 

L’ingresso è libero.

 

Giovedì, 23 Maggio 2013 09:11

Castrovill​ari. Verso la Partita del Cuore

Scritto da

Nel segno della solidarietà. Il ricavato anche quest’anno verrà devoluto per finanziare progetti ed iniziative scientifiche finalizzate a fornire strumentazioni a tutela della salute della persona.

E’ il fine del 12° Trofeo di Calcio “U. Amato – R . Tafuri”, organizzato dall’Associazione Parrucchieri, in collaborazione con  “Famiglie Disabili”, Fondazione “Il Filo d’Arianna” di Castrovillari, Centro Diurno del D.S.M. ed il patrocinio del Comune, per  sabato 1 e domenica 2 giugno , al Campo “Mimmo Rende”. 

Sul rettangolo di gioco, per queste giornate della solidarietà e per la ricerca scientifica, denominata “Partita del Cuore” - affermano gli organizzatoriscenderanno in campo sabato, alle ore 15,30 le compagini  dei “Pulcini” delle squadre “New Team Castro”, “USC Castrovillari”, “New Real Castrovillari” , “U.S Geppino Netti – Morano Calabro”, “Scicchitano/Cesarini –Castrovillari” e “Scicchitano/Cesarini –Mormanno”; domenica le gare prenderanno il via alle ore 10 con le rappresentative “dell’Amministrazione Comunale” e delle “Forze di Polizie”. Tra queste chi vincerà dovrà vedersela con le squadre dei giornalisti, denominata “Info Castro”, e dei “Carabinieri”; la finale verrà disputata subito dopo questi confronti. Seguiranno nella stessa serata la finale dei “Pulcini” e la Partita del Cuore  tra  la “Scolastica mix Castrovillari Calcio Femminile” , “Centro Diurno DSM Castrovillari” e “AVO Giovani.”

Le iniziative correlate hanno registrato anche una manifestazione di calcio fra le rappresentative scolastiche. “La manifestazione  -  ha ricordato la docente Mariella Greco in qualità di referente del Comitato Organizzatore per tale incontro -  era inserita anche nel programma nazionale European Football Week 2013 che si tiene dal 18 al 26 maggio in tutte le regioni.  Per l’appuntamento del capoluogo del Pollino sono state coinvolte associazioni sportive, professionali, scolastiche e di volontariato del territorio.” 

La Partita del Cuorespiegano i promoter-  è divenuto ormai un punto di riferimento  della stagione primaverile  nel territorio del Pollino per sostenere tutto ciò che possa servire a migliorare la qualità della vita di chi soffre per patologie specifiche”.

Da qui il forte invito  degli organizzatori ai cittadini di essere particolarmente numerosi al campo sportivo per festeggiare e contribuire al lavoro della ricerca scientifica “che- richiamano la presidente delle Famiglie Disabili, Tina Uva Grisolia, e il responsabile del “Filo d’Arianna” Antonio Di Dieconon deve essere mai dimenticato.” 

“Su questoaggiungono il Sindaco Domenico Lo Polito ed il Vice, nonché Assessore allo Sport, Carlo Sangineti- oggi la città  è chiamata a rispondere, dando ragione alla sua risaputa solidarietà  a difesa della dignità umana ed a sostegno delle opere nate in ambito sociale.”

Un’occasione da non perdere- richiama ancora Colautti per l’Associazione dei Parrucchieri- che ci deve mobilitare sul rispetto della vita umana”. Per questo è importante e fondamentale la presenza  dei cittadini  alla manifestazione che vuol dire solo un forte impegno verso una personale responsabilità nei confronti della salute.

(g.br.)

FreshJoomlaTemplates.com
Wednesday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.