Mercoledì, 27 Febbraio 2013 16:45

Emergenza rifiuti: Lo Polito scrive al Prefetto

Scritto da

Città ancora in forte difficoltà per cause esterne alla sua volontà. Il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, ha inviato per questo una comunicazione urgente al Prefetto di Cosenza, Raffaele  Cannizzaro , segnalando le criticità che sta vivendo il capoluogo del Pollino per non poter conferire i propri rifiuti nel sito di Rossano, come indicatogli dall’Ordinanza del Commissario Straordinario regionale, sollecitando, così, un intervento urgente proprio per la problematica dello smaltimento, sempre più critica.

Questo Comuneha scritto il primo cittadino nella missivaormai da anni ha avviato , come per legge, la raccolta differenziata dei rifiuti con il sistema “ porta a porta“, raggiungendo , nel tempo, ottimi risultati. Ciò nonostante , a causa della mancanza di impianti di smaltimento per la frazione residua indifferenziata, si è verificata – fa sapere - una grave situazione di emergenza sanitaria ed ambientale, che sta mettendo in ginocchio l’intera Città .

Pur nelle difficoltà finanziarie- sostiene Lo Polito nella lettera -  si sta cercando di garantire , con costi superiori, lo smaltimento di alcune frazioni, quali l’umido , in impianti privati il cui costo è triplicato rispetto ai pubblici.

Purtroppo è ormai impossibile richiama ancora - conferire la frazione indifferenziata che , da settimane , fa “ brutta mostra” di sé sulle strade cittadine , anche per la mancanza dei cassonetti non più presenti per il tipo di raccolta effettuata. Oggi , poi - rende noto -  stante l’ennesimo inutile viaggio all’impianto di Rossano , ove il Comune di Castrovillari è autorizzato e tenuto a conferire l’indifferenziato per ordinanza del Commissario Regionale , la misura è colma.

Stante l’impossibilità di interloquire con il Commissario Regionale e considerato che non è più possibile garantire i servizi essenziali quali il ritiro dei rifiuti presso ospedale , scuole  e istituto penitenziario, si chiede – precisa Lo Polito al Prefetto- un Suo autorevole ed immediato intervento per le ripercussioni che tale situazione può avere per l’igiene , la salute e l’ ordine pubblico.

A tal propositoconclude il Sindaco Lo Polito nella lettera - ,  chiediamo  di intervenire presso il Commissario per l’emergenza rifiuti regionale affinchè consenta , nell’immediato , di conferire la frazione indifferenziata , anche per un solo giorno , presso la vicina discarica di Cassano allo Jonio, ovvero presso la stazione di trasferenza di Villapiana , al fine di svuotare i mezzi della ditta che gestisce il servizio e consentire alla stessa di procedere alla raccolta degli ingenti quantitativi di rifiuti accumulati in città.

La situazione al momento – fa sapere il Sindaco Lo Polito- è monitorata costantemente dall’Amministrazione, attraverso gli Uffici Comunali dell’Assessorato, che , comunque, ringrazia i cittadini non solo per la grande tolleranza verso tale empasse , ma, soprattutto, per il buon senso, grande civismo e senso di responsabilità con cui rispondono a tale disagio.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

In una nota stampa, il vicesindaco Carlo Sangineti esprime, a nome della'Amministrazione Comunale tutta, piena solidarietà alla giovane mamma che, in attesa del suo terzo figlio, vive reclusa con gli altri due, in una cella della Casa Circondariale di Castrovillari.

"Una situazione vergognosa che vede un’intera famiglia costretta in “pochi metri quadri” con tutto ciò che si ripercuote sui due piccolissimi. Dove sono andati a finire i diritti dei bambini? - si chiede Sangineti - E’ possibile che nel terzo millennio, nel cosiddetto, mondo avanzato ci siano ancora queste situazioni? Il problema è particolarmente delicato ed ammette un attento sguardo da parte della Giustizia che sollecitiamo come esponenti istituzionali ed Assessore alle Politiche Sociali di una città e che siamo sicuri interverrà.

Da qui la richiesta a chi è preposto di fare subito, senza perdere tempo, in nome di quel diritto dei minori, a tutela della dignità della persona che non vede nessuno escluso, fermo restando il corso che deve fare la Legge.

Siamo per una giustizia giusta e solidale, che sappia guardare  con considerazione al singolo come a situazioni specifiche come queste le quali necessitano di essere trattate in altro modo, nel rispetto proprio dei più piccoli: i più deboli ed a rischio.

Siamo sicuri che questi elementi i giudici li vaglieranno tutti attentamente senza perdere di vista la realtà e le esigenze di chi è più indifeso. Lo sguardo verso chi ha veramente bisogno è rispondere concretamente, circostanza dopo circostanza umana,  alla realtà  che la vita il più delle volte pone".

Auspichiamo che la denuncia di Franco Corbelli, leader del Movimento dei Diritti Civili, a cui Sangineti fa riferimento, abbia una pronta e doverosa risoluzione.

Angela Micieli

Sul Piano di Rientro, apre il tavolo delle discussioni, del consiglio comunale di Castrovillari, il sindaco della città Domenico Lo Polito, sottolineando l'impegno del centrosinistra nella stesura di un piano di riequilibrio inteso ad evitare il dissesto.
Una situazione di deficit strutturale di bilancio ereditata dalle precedenti amministrazioni e che l'attuale Amministrazione tenta di risanare con un documento che prevede una copertura di dieci anni e che chiede un massimo sforzo; documento che rimane l'unico atto dovuto politicamente e moralmente per il bene dei cittadini, per tentare di dare fiato alle casse del comune.
Documento che fa discutere nei contenuti e nella forma i consiglieri di minoranza.
“Piano di riequilibrio arrivato il giorno prima via mail e non stampabile” - sottolinea il consigliere Santagada che lo considera, oltremodo, l'epilogo di una triste pagina della città del Pollino. “Un modo lacunoso ai limiti della decenza nell' affrontare il problema, che ricorda il gioco delle tre carte, in una partita gestita nel peggior modo possibile”.
Sul senso di responsabilità riporta la discussione l'assessore Di Gerio, ribadendo che il piano di riequilibrio é stato realizzato facendo una ricognizione dei beni dell'Ente tutelando le fasce più deboli.
 Vicino alle famiglie e alla situazione di crisi il consigliere Pasquale Russo che invita il Sindaco a tracciare delle linee di sviluppo per la città, mettendo il cittadino nella condizione di poter pagare le tasse. E chiede, come fatto già dal consigliere Santagada, e come faranno poi, il consigliere Rosa e il consigliere Laghi, di poter contribuire attivamente nei meriti della scelta e non fermarsi ad una semplice formalità degli atti.
E’ Lucio Rende a ribadire con fermezza quanto l’eredità dalla precedente Amministrazione sia stata pesante e quanto questo atto sia necessario per avviarsi verso una nuova stagione.
“Essere concreti e cercare di salvare la propria città vuol dire anche salvare le aziende, tenere in piedi una economia seppur con ristrettezze. E noi, ce la stiamo mettendo tutta per recuperare errori ereditati. Sacrifici chiesti, sacrifici praticati”, è quanto infine dichiarato con fierezza dal consigliere Garofalo.
Dopo le dichiarazioni di voto, si procede per alzata di mano. Il Piano di Rientro è approvato con 11 voti favorevoli e 4 contrari.

Angela Micieli

Prime valutazioni e riflessioni sulla recente consultazione elettorale ci giungono dagli Amici Cattolici - democratici e di Matteo Renzi a firma di Gianni Donato.

Il risultato elettorale del PD in Calabria ed a Castrovillari, in modo particolare, deludente ed inferiore rispetto  alle  aspettative della vigilia, è stato oggetto di analisi e discussione da parte degli Amici Cattolici - democratici e di  Matteo Renzi , presenti nella nostra Città, alcuni dei quali impegnati attivamente nella Sezione del Partito Democratico.
Innanzitutto , con rammarico e disappunto, si è constatato il mancato successo al Senato che ha consentito, soltanto, l’elezione di due candidati rispetto ai sei che sono stati assegnati al PDL; la delusione per non avere aggiunto un decimo deputato ai nove eletti per la Camera; la crescita esponenziale nella Regione del Movimento “ 5 Stelle”; l’amarezza per essere stati superati, a Castrovillari, sia alla Camera che al Senato, dai “ Grillini” e dal PDL; lo stupore per la primazia,  in Città, del  Movimento “ 5 Stelle” !
Brucia, in modo particolare, questa situazione di attuale inferiorità se si confrontano i dati emersi dalle recenti elezioni amministrative e dalla plebiscitaria partecipazione alle primarie per la scelta del candidato a Sindaco.
Un'involuzione, a dire il vero, già preannunciata nei documenti e negli appelli  da noi indirizzati all’attuale Dirigenza del Partito Cittadino in cui si chiedevano, a gran voce: la riforma  immediata di questo aberrante sistema elettorale; i Congressi zonali, provinciali e regionale del Partito Democratico; la fine dell’umiliante Commissariamento;  lo svolgimento delle primarie per la scelta dei candidati da aprire alla partecipazione di tutti, come già avvenuto in altre occasioni sia in Calabria che a Castrovillari ; l’inserimento nelle liste elettorali,  in posizione utile, di  candidati che fossero espressione del Territorio; il riequlibrio delle varie “ anime” all’interno del Partito. Questa analisi trova origine già dalle discussioni emerse prima e dopo le primarie per la scelta del Candidato del PD alla Presidenza del Consiglio, quando  si chiedeva un radicale rinnovamento e nuovi metodi per ottenere il consenso elettorale. 
L’attuale situazione che, nonostante tutto, ci premia a livello nazionale e ci fa ben sperare per il Governo del Paese, sicuramente non ci appaga perchè crediamo, ora più che mai,  nell’indispensabilità di prendere atto della prevedibile ma clamorosa  protesta dell’antipolitica ed in quel rinnovamento di persone e di metodi che, indubbiamente,  non potrà essere guidato da chi a esso era ostile, anche nella nostra Città.

 

                                                            Per gli Amici Cattolici - democratici e di  Renzi

                                                                               Giovanni DONATO

Dedicata a tutte le donne del nostro territorio, amanti del bello e dell’esclusivo,  dalle donne del gruppo Dieci Dita, abili artiste, appassionate di “preziosità” uniche e originali,  “Degno di una regina”  è un’esposizione di gioielli artistici tutti al femminile.  Il gruppo Dieci Dita, nato per promuovere e diffondere l’hand made dei maggiori e più bravi hobbisti del Pollino, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Castrovillari e del CIF di Castrovillari,  propone una suggestiva mostra d’arte di gioielli interamente realizzati a mano che si ispira ai grandi tesori regali di ogni tempo, appartenuti alle regine più famose della storia, dall’antichità alle epoche più recenti. Da Nefertari a Pentesilea, regina delle Amazzoni, dalla sfarzosa Isabella di Castiglia, all’ elegantissima Margherita di Savoia, il gruppo Dieci Dieta vuole offrire tutto lo scintillio e lo splendore di gemme, perle e pietre dal fascino intramontabile, legato in maniera indissolubile alla figura femminile.  L’azione sinergica del gruppo con Ines Ferrante e Carmelina Guida, esponenti dell’Associazione Culturale Sifeum che hanno curato l’allestimento dei pannelli illustrativi e didascalici della mostra,  ha reso possibile la realizzazione di un lungo momento dedicato alle donne, per le donne.  Il gruppo Dieci Dita si auspica l’attenzione e il gradimento del pubblico, colto e raffinato interlocutore delle eccellenze locali, e intende rendere l’iniziativa un evento itinerante per contribuire alla valorizzazione della cultura, con particolare riferimento alla Calabria. La mostra, proposta nella Sala Museale del castello Aragonese di Castrovillari, verrà inaugurata il 3 Marzo alle ore 17.30 e sarà fruibile ogni sabato  e domenica, fino al 24 Marzo.

Rosy Parrotta

Martedì, 26 Febbraio 2013 12:44

Ancora neve in Calabria

Scritto da

La neve torna a imbiancare la Sila e l'Aspromonte portando, con sè, un freddo intenso in gran parte della Calabria. Perchè dove non scendono i fiocchi, la pioggia non ritarda ad arrivare. Temperature basse dunque, anche di 3-4 gradi sotto zero sui rilievi e al di sopra degli 800 metri, per questo mese di febbraio nella morsa del gelo. E chissà cosa ci aspetta per marzo "pazzerello". Sciarpa, guanti e cappelli ancora alla mano. Il freddo c'è e si fa sentire! Ma soprattutto pneumatici da neve o catene a bordo per chi, in queste ore, deve percorrere la statale 107 Silana Crotonese tra Caccuri e San Giovanni in Fiore.

Rosy Parrotta

FreshJoomlaTemplates.com
Thursday the 21st. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.