Castrovillari sempre più città solidale a tutela della dignità della persona e dei più deboli e bisognosi di percorsi dedicati d’attenzione.

Questa mattina il Sindaco, Domenico Lo Polito, ha incontrato nel suo studio, al primo piano di palazzo Gallo,  una rappresentativa dell’Associazione Nazionale Genitori di soggetti autistici che , con il Vespa Club di Castrovillari,  ha fatto,  nel capoluogo del Pollino,  la XIV^ tappa, vero e proprio giro di boa in Calabria, del Giro d’Italia in Vespa per sensibilizzare l’opinione pubblica sul delicato problema  dell’autismo.

La carovana, arrivata il 22 settembre scortata dal Vesca  Club di Rossano, da cui proveniva, e da quello di Castrovillari, guidata  da Augusto Gaudino, Carlo Morandi, Domenico Gelmi e Giuseppe Bezzon, è stata salutata dal primo cittadino, dal Vice ed Assessore al Welfare, Carlo Sangineti e dal presidente del Vespa Web locale , Gaetano Bloise che hanno sottolineato la portata e valenza sociale dell’evento.

Questa mattina stessa il tour si è mosso alla volta della Puglia ed oggi si fermerà prima Castellaneta per poi fare tappa, questa sera, a Taranto.

 Il Giro , che ha una durata  di 30 giorni, è stato avviato a Biella il 7 settembre scorso e si concluderà a Santhià, in provincia di Vercelli, il 6 di ottobre.

28 le Tappe , circa 7mila i chilometri con convegni, conferenze, interviste, approfondimenti dedicati sul problema hanno legato l’Italia e la sua sensibilità per questo particolare momento che “ancora una  voltaha affermato il Sindaco, Lo Polito- vede lo sport e l’associazionismo portatori di valori ed esigenze importanti nonchè di quei diritti fondamentali di cui fa parte anche quello alla salute ed all’ assistenza di tutti che non può prescindere dal sostegno e coinvolgimento di ciascuno.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

Mi duole replicare  il primo cittadino di Castrovillari ma, considerato ciò che vuole far intendere ai propri concittadini riguardo i PISL è davvero raccapricciante. Dichiarare alla stampa che i PISL, grazie ai quali il comprensorio del pollino e la città di Castrovillari avrà ingenti risorse pubbliche (5.417.981,84 Sistemi Turistici Locali e 5.571.428,57 Sistemi Produttivi Locali)  per lo sviluppo e la valorizzazione  del territorio,  sono frutto dell’impegno politico della loro amministrazione comunale, ci lascia veramente allibiti!

 Il sindaco della città si è sentito in dovere di precisare alcune cose, dimenticando di indicare, e dunque lo facciamo noi, che l’avviso pubblico dei bandi PISL (Progetti Integrati di Sviluppo Locale), è stato pubblicato, dal Governo Regionale a guida Giuseppe Scopelliti, il 12/08/2011, sul BUR Calabria parte III supp. Str. N°1 al N°32, in piena amministrazione Blaiotta, dove i progetti finanziati sono stati ideati, approvati e inoltrati alla Regione, dalla Giunta di centro destra( delibere di giunta nr.205 – 206 - 207 - 220 del 2011), finanziate dalla Regione Calabria per un importo complessivo, per il solo Comune di Castrovillari, di euro 1.974.824,94 per la valorizzazione degli antichi tracciati e per il progetto intercomunale di information tecnology e di marketing territoriale.

Ci meraviglia come un Sindaco, rivendichi come proprio il lavoro di altri, unicamente per la sottoscrizione della convenzione con la Regione Calabria. Ora la speranza è che questa amministrazione riesca ad attuare e realizzare i progetti finanziati.

Riguardo il problema del randagismo e adozione dei cani, probabilmente “sfugge” quanti siano stati i cani affidati e le sterilizzazioni effettuate anche nei precedenti anni, pertanto riteniamo “normale”  l’azione dell’amministrazione di sinistra su tale tema. Se Castrovillari oggi possiede una struttura Sanitaria efficiente e un Oasi del Cane, realizzata ed ampliata durante il nostro governo,  dove è possibile effettuare il ricovero, le sterilizzazioni e le adozioni dei cani, non è sicuramente merito dell’attuale Amministrazione Comunale, che nulla di nuovo ha fatto a riguardo.

In riferimento al dissesto idrogeologico, fa bene il Sindaco a dribblare il discorso, nascondendosi dietro la frana del Santuario della Madonna del Castello (per la quale in un anno non è riuscito neanche a far redigere un proprio progetto), senza però rispondere se nel bilancio in corso di approvazione, e dunque nell’azione programmatica di governo della città, abbia o meno intenzione di continuare le opere per la previsione e la mitigazione del rischio idrogeologico nel centro storico, azione politica non emersa nelle dichiarazioni rese dall’assessore all’urbanistica.

I debiti, che ancora si continuano a sbandierare, non sono né più e né meno di quelli trovati prima dell’insediamento del centro destra al governo cittadino, con la differenza però che la Città di Castrovillari può vantare un accresciuto e migliorato patrimonio comunale, grazie al quale abbiamo creato i presupposti per non perdere la funzione di centralità del territorio. Sessanta milioni di euro di opere pubbliche di cui, il solo Tribunale rappresenta un investimento di circa 12 milioni di euro, finanziati quasi interamente dal Ministero della Giustizia, grazie al quale Castrovillari è riuscita a mantenere il proprio presidio di giustizia. Non è stata dunque una politica dello spreco, come il Sindaco vuol far intendere, bensì un restyling del volto della Città.

Riguardo la commissione mista, che porteremo come punto all’o.g. nel prossimo consiglio per la costituzione, saremo ben lieti di averne affidata la presidenza, considerata la totale mancanza di idee da parte dell’amministrazione di centro sinistra.

                                                                                                                                                                           PDL Castrovillari

Francesco Condemi

Domenica, 22 Settembre 2013 14:42

CIVITA...nova. Gran finale con gli Almamegretta

Scritto da

Nella giornata di Domenica 22 dalle ore 9.00 la civita ospiterà il mercatino  delle pulci, ’estemporanea di pittura, a cura di Salvatore Diodati, dalle ore 10.00, la presentazione del libro “All’ombra della torre” di Dedo Di Francesco nel Castello Aragonese, alle ore 10.30, a cura di Khoreia 2000 e gli antichi giochi popolari, ore 11.00, nel piazzale antistante il Protoconvento Francescano a cura del Gruppo Archeologico del Pollino. Nel pomeriggio la premiazione della IV edizione del Concorso nazionale di Narrativa storica inedita “Leggenda italiana: storia popolari di uomini e di mondi” a cura dell’Associazione Sifeum, nel Castello Aragonese, la farsa dialettale “Zi franciscu, cuma Maria e Carmaledda” a cura del Centro Arte e Cultura 26 con Maria Zanoni, Carmen e Franco Pirrera. La manifestazione sarà conclusa dagli Almamegretta con il concerto alle 21.30 in piazza Castello per la tappa del Controra tour 2013.  Durante tutto l’arco della manifestazione saranno attive “La sartoria”, il salotto in situazione off con “Spighe e Spine”, la “Putìa” a cura di Stefania Monaco e Antonio Oliva, che realizzeranno anche i laboratori del gusto (aperti su prenotazione a max 40 partecipanti) per approfondire birre artigianali, lieviti, farine e oli, le mostre fotografiche “Luoghi ed edicole devozionali nel centro antico di Castrovillari” (protoconvento francescano), “Mostra in omaggio ad Audrey Hepburn” a cura di Enzo Bruno (Sala museale del castello aragonese), “Obiettivo carnevale”. Sarà la Scuola superiore di Musica “F. Cilea” a realizzare i percorsi musicali nei vicoli del centro storico, mentre Sifeum e Mystica Calabria organizzeranno visite guidate ed animazione in costume d’epoca nel Castello Aragonese. L’Accademia Pollineana, invece, promuoverà il “Muro-movie” sui paesaggi calabresi ed i temi della letteratura storiografica meridionalista che trasformerà le architetture della civita in cinema all’aperto. Ed ancora la personale di pittura di Fabio Maestripieri “Paesaggi di passaggio”, “Novart” mostra ed estemporanea di pittura e scultura a cura di “Nativa - cantiere creativo” con la collaborazione di Franco Zaccaro e la proiezione video di Fedele Tocci e Stefano Contin, e la collettiva “Luoghi nel centro storico” a cura di Saverio Santandrea, formeranno il potpourri davvero ampio che sarà realizzato nel corso della manifestazione per vivere e gustare la civita come borgo delle eccellenze enogastronomiche, artigiane, artistiche, culturali, associative, produttive, intelligenti e dinamiche della città e del comprensorio del Pollino.

La torre del Castello Aragonese di Castrovillari è la scenografia affascinante che accoglierà i gruppi folklorici del Pollino per la serata dedicata al folklore all’interno della terza giornata di Civita...nova, vivere il centro storico

La manifestazione voluta dall’Amministrazione comunale di Castrovillari, guidata dal Sindaco Domenico Lo Polito, attraverso l’assessore alle attività produttive, Nicola Di Gerio, in collaborazione con la Pro Loco, presieduta da Giovanni Amato, e la proficua sinergia di Unpli Cosenza, Confesercenti, Confartigianato, Cia e Coldiretti, riserva per sabato 21 settembre la giornata clou dell’evento. 

La cultura sarà protagonista principale della penultima giornata di rassegna già dal mattino con la presentazione, alle ore 10.30, del libro “Sciugafrì” di Rosario Mastrota, edito da Loquendo Editrice Pavia, che sarà presentato dall’attore Dario De Luca di Scena Verticale. Un libro ricco di racconti di genere “sour” in cui emerge l’analisi satirico-critica di una società manipolata da aggeggetti e falsi miti che inevitabilmente destinano alla caduta libera verso l’amaro (realistico) finale. Alle ore 11.00, invece, l’Accademia Pollineana si confronterà con gli studenti - presso il Teatro Sybaris - sul tema guida del città intelligente, coniugato dal punto di vista della Rivoluzione digitale e delle Smart cities. Con l’ausilio della testimonianza video di Michele Vianello, presidente del Parco scientifico-tecnologico Vega, e l’intervento diretto di Gaetano Marcovecchio, vicesindaco di San Basile sull’utilizzo del wifi e Paolo Rende, sul tema delle start up. Tema che sarà ripreso al pomeriggio, alle ore 17:00, presso la sala 14 del Protoconvento, con un reading musicato, in collaborazione con associazioni “Anime Salve” su “I poeti e la città”, a cura di Giuseppe Lo Polito

Sarà lo storico Gianluigi Trombetti a condurre il pubblico attraverso il “sacro” delle chiese del centro storico castrovillari alle ore 16.00 con la visita guidata al patrimonio artistico e religioso della “civita”, mentre alle ore 18.00 le eccellenze gastronomiche ed artigiane del comprensorio del Pollino saranno di nuovo in mostra nel tour gastronomico ed artigianale inserito tra i vicoli e le piazze del borgo antico. Artisti di strada a colorare ed animare il borgo per la seconda serata del primo street festival di genere che vede protagonisti Riccardo Pisani, Josè Martinez Navarra, Gnegno e mr D, Gagà Esposito, Gennaro Calone, Alessandra Favilene e Fatina Colorina a partire dalle ore 19.00. 

Stefano Bellini si esibirà con il suo pianoforte nel chiostro del Protoconvento Francescano alle ore 20.00 .

Sempre alle ore 20:00, nelle Celle del Castello Aragonese, l’associazione Khoreia 2000 proporrà “Voci dentro” . Voci dentro, uno spettacolo sensoriale che stimola tutti i sensi, ma non la vista. Due donne si raccontano, raccontano la loro prigionia, il loro “essersi rese invisibili” nel buio tunnel della vita. Prigioniera dell’ossessione di un amore malato l’una, prigioniera per commissione di reato l’altra, due donne prigioniere che il destino rende uguali nella disperazione e nella loro unica via d’uscita. Due donne le cui storie non sono un modello da imitare ma un invito alla riflessione. Buio totale in scena. Nessuno può vedere. Nessuno deve vedere. Attore e spettatore sono messi nella stessa situazione di non visibilità. “Mi proibisce di vedere i miei genitori, i miei amici, nessuno può aiutarmi”, “Qui a nessuno è concesso guardare ” , regole di reclusione, queste, che non permettono agli occhi, a volte perché troppo distratti, di andare oltre le sbarre. Solo il respiro, l’ultimo respiro può oltrepassarle.

Spazio al folklore alle ore 21.30 con la rassegna di musica popolare “Tarantelle nelle civita” che vedrà protagonisti il “Gruppo folklorico della Pro Loco” di Castrovillari, i “Miromagnum” di Mormanno e “A pacchianedda sansustisa” di San Sosti.

Durante tutto l’arco della manifestazione saranno attive “La sartoria”, il salotto in situazione off con “Spighe e Spine”, la “Putìa” a cura di Stefania Monaco e Antonio Oliva, che realizzeranno anche i laboratori del gusto (aperti su prenotazione a max 40 partecipanti) per approfondire birre artigianali, lieviti, farine e oli, le mostre fotografiche “Luoghi ed edicole devozionali nel centro antico di Castrovillari” (protoconvento francescano), “Mostra in omaggio ad Audrey Hepburn” a cura di Enzo Bruno (Sala museale del castello aragonese), “Obiettivo carnevale”. Sarà la Scuola superiore di Musica “F. Cilea” a realizzare i percorsi musicali nei vicoli del centro storico, mentre Sifeum e Mystica Calabria organizzeranno visite guidate ed animazione in costume d’epoca nel Castello Aragonese. L’Accademia Pollineana, invece, promuoverà il “Muro-movie” sui paesaggi calabresi ed i temi della letteratura storiografica meridionalista che trasformerà le architetture della civita in cinema all’aperto. Ed ancora la personale di pittura di Fabio Maestripieri “Paesaggi di passaggio”, “Novart” mostra ed estemporanea di pittura e scultura a cura di “Nativa - cantiere creativo” con la collaborazione di Franco Zaccaro e la proiezione video di Fedele Tocci e Stefano Contin, e la collettiva “Luoghi nel centro storico” a cura di Saverio Santandrea, formeranno il potpourri davvero ampio che sarà realizzato nel corso della manifestazione per vivere e gustare la civita come borgo delle eccellenze enogastronomiche, artigiane, artistiche, culturali, associative, produttive, intelligenti e dinamiche della città e del comprensorio del Pollino.

La manifestazione si concluderà domenica 22 settembre con il concerto degli Almamegretta in piazza castello, preceduta da tutta una serie di iniziative a partire dalle 9.00 della mattina. 

 

Per amore della verità e per distribuire equamente meriti e responsabilità mi sento in dovere di precisare che:

1)   i progetti dei PISL, per cui oggi c’è stata la sottoscrizione , rimodulati e approvati, sono dell’attuale Amministrazione comunale, basta leggere la data della delibera di approvazione;

2)   il progetto sul randagismo e adozione dei cani è anche di questa Amministrazione comunale;

3)   il mancato controllo e monitoraggio del dissesto idrogeologico nel rione Civita è dell’Amministrazione Blaiotta, tanto è vero che se lo studio idrogeologico, commissionato all’Università della Calabria, l’avessero fatto prima e non dopo, avrebbe evitato la ferita inferta al costone che oggi impedisce l’accesso al Santuario della Madonna del Castello,

4)   se l’attuale Amministrazione comunale, poi, ha dovuto rivedere gli importi delle tariffe dei servizi cittadini è per recuperare l’enorme debito  che hanno lasciato alla città di Castrovillari.

Per essere, infine, effettivamente operativi  ed a  sostegno vero degli imprenditori che, strumentalmente, oggi il PDL dichiara di voler aiutare, proponessero, al prossimo Consiglio comunale, la Commissione mista che hanno indicato e, con enorme gioia, gli affideremo anche la presidenza, dando loro la possibilità di passare dalle chiacchiere ai fatti, considerato che il settore produttivo della nostra città ha un valore assoluto senza distinzione di colore politico.

Il Sindaco

Domenico Lo Polito

COMUNICATO STAMPA

E’ interessante ammirare con quale impegno l’Amministrazione Comunale voglia far “rinascere” il centro storico di Castrovillari attraverso le iniziative esposte dall’Assessore Castagnaro; iniziative in parte condivisibili, anche se, considerata l’elevata tassazione attivata da questa amministrazione comunale circa le attività produttive, viene spontaneo chiederci se, imprenditori dei settori menzionati dall’assessore, siano o meno disposti a creare impresa nella nostra città.

Sorge, inoltre, spontaneo chiederci il perché, nelle progettualità esposte, non vi sia l’attenzione verso uno dei problemi principali del Centro Storico castrovillarese, quello del dissesto idrogeologico, poiché diverse abitazioni sono a rischio.

Ci chiediamo che fine abbia fatto lo studio sul dissesto idrogeologico, commissionato dalla precedente amministrazione comunale,  redatto dall’Università della Calabria Dipartimento di Scienze della Terra, dove era stato fatto un approfondimento delle problematiche idrogeologiche, con particolare riferimento al centro storico cittadino. Ci chiediamo dunque, se è intenzione, o meno, di questa amministrazione comunale continuare sul solco di quelle iniziative volte alla tutela e prevenzione del rischio nel centro storico, attraverso anche il completamento e la realizzazione di opere già  messe in cantiere negli anni di amministrazione del centro destra, che, anche relativamente al monitoraggio idrogeologico del territorio aveva istituito un apposito capitolo di bilancio per la prevenzione e il monitoraggio.

Riguardo poi, al tema del randagismo e dei PISL, non possiamo che essere soddisfatti, poiché questa amministrazione sta portando avanti progetti e iniziative già attivate dal centro destra castrovillarese quando amministrava la città, dunque nulla di nuovo che possa segnare, la volontà di questa amministrazione comunale, a cambiare la nostra impostazione di governo, che tanto ha criticato quando sedeva nei banchi dell’opposizione.

                                                                                                                                                         PDL CASTROVILLARI

Francesco Condemi

FreshJoomlaTemplates.com
Saturday the 26th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.