Anche la 21^ edizione delle “Fucarin’i San Giseppu e della Sagra d’i laghin’e ciciri” e la 19^ del Torneo di Calcio Memorial “ Giovanni Visciglia”, organizzati  dall’Associazione Culturale Gruppo Folcloristico “Città di Castrovillari e patrocinati dall’Amministrazione comunale si sono conclusi dopo aver coinvolto tanta gente.

“La gara  “d’i fucarini”,  è stata vinta – comunicano il Sindaco , Domenico Lo Polito, ed il presidente dell’Associazione, Antonio Notaro-  dai cittadini del quartiere di Via Silvio Saraceni, per come hanno saputo preparare ed allestire la serata, tra  la realizzazione del  falò, l’animazione e l’offerta gastronomica, caratterizzata da una serie di piatti tipici. A loro è andata la Coppa offerta dall’Amministrazione municipale.

Il secondo posto è stato raggiunto dai cittadini di Contrada Bianchino per l’offerta enogastronomica e per aver saputo animare la serata. Il terzo posto è andato a via Albidona per la realizzazione del falò e l’offerta gastronomica.”

I premi, dopo una valutazione, sono stati consegnati nella Sala delle rappresentanze del Comune, al primo piano di palazzo Gallo, alla presenza del Presidente Notaro, dalla Giuria che era composta dal Sindaco Lo Polito, dal Vice, Carlo Sangineti, dai consiglieri comunali Lucio Rende ed Anna De Gaio, dall’Assessore Provinciale Leonardo Trento e da tre cittadini : Fedele Russo, Alfonso La Via e Antonio Carino.

Il 19^ Torneo  di Calcio “Memorial Giovanni Visciglia”, invece , è stato vinto dalla squadra “Gli Amici di Giovanni”.

Un’ occasione- aggiungono Lo Polito e Notaro -  che ha dato l’opportunità agli abitanti di socializzare.”

 Particolare interesse ha riscosso pure la sagra “ D’i Laghini e ciciri” con degustazioni, offerte gratuitamente in piazza Dante dall’Associazione culturale Gruppo Folclorico “Città di Castrovillari” .

“L’appuntamento hanno dichiarato inoltre Lo Polito e Notaro-   ha rappresentato, ancora una volta,  la capacità della gente di essere ancora interprete di questi momenti e di valorizzare quelle forme di ritualità che  persistono nella  nostra tradizione e che si vuole perpetuare, consapevoli del ruolo che hanno. Con queste ragioni l’Amministrazione comunale e l’Associazione “Città di Castrovillari” hanno inteso ancora una volta  coinvolgere  i rioni nella preparazione dei tradizionali falò”.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Il Comune di Castrovillari in qualità di ente capofila del Piano Locale per il Lavoro, denominato ”Neos POL.J.S.”, che guarda come gli altri a suscitare occasioni di lavoro tra i giovani attraverso più percorsi, ha presenziato, presso il Centro Agroalimentare di Lamezia Terme, con l’Assessore Giovanna Castagnaro, accompagnata dallo staff incaricato della progettazione, individuato nel Gal Pollino Sviluppo Scarl, alla cui guida vi era Francesco Arcidiacono, ai Laboratori “accompagnati”, predisposti  per la partecipazione al Bando regionale.”

Lo ha reso noto il Sindaco del capoluogo del Pollino, Domenico Lo Polito, sottolineando la valenza di questa partecipazione, per il comprensorio e la città, che offrirà alle giovani capacità opportunità nel lavoro, legate alle risorse ed opportunità presenti.

La giornata in-formativa dal titolo “L’idea progettuale prende forma”spiega l’Assessore Castagnaro- , da cui è emerso chiaramente come il PLL “Neos POl.J.S.” sia in sintonia con gli obiettivi (capacità dei territori di fare comunità) e le finalità (competitività ed innovazione dei mercati locali in una prospettiva estera) del bando, ha fatto emergere  come i 39 Comuni partner, esprimono un territorio forte e coeso a tal punto da meritare l’accezione di maturo.”

Gli enti locali, ed i Comuni in particolare, rivestono nella definizione del Piano un ruolo importante perché sono deputati ad interpretare le istanze di sviluppo del territorio attraverso l’applicazione di un approccio partecipato, fatto di incontri itineranti, come sta già avvenendo nel nostro comprensorio  e di Tavoli istituzionali di concertazione.

Di conseguenza, è risultato chiaro sin da subito il principio - aggiunge l’Assessore Castagnaroper cui tanto più ampio e omogeneo è il territorio rappresentato in ciascun PLL, tanto più facile sarà individuarne i limiti di crescita economica i quali, paradossalmente, attraverso l’applicazione dello strumento, potranno costituire il punto di forza ideale su cui intessere il rilancio delle eccellenze locali.”

Non a caso il “gioco di squadra”, innescato tra gli attori ed i soggetti influenti nei confronti di un'iniziativa economica, coinvolti- precisano Lo Polito e Castagnaroè il punto di forza della rete sapientemente attivata, che non è destinata ad esaurirsi nel PLL ma a perdurare nell’ottica di quel “filo rosso” che permetterà al nostro territorio di riacquistare il suo ruolo baricentrico a livello regionale, ambendo al raggiungimento delle finalità di crescita intelligente, solidale e sostenibile contenute nel programma Europa 2020.

Ecco perché è fondamentale che quanti , residenti nei Comuni che partecipano, aderiscano al Piano attraverso la compilazione della manifestazioni d’interesse scaricabile dal sito www.galpollino.it aperte ai giovani neo – laureati.

“Un’occasione concretaconcludono il Sindaco Lo Polito e l’Assessore Castagnaro- per il rilancio condiviso delle realtà comprensoriali e dei soggetti che vi risiedono. Questi ultimi alla ricerca di occasioni che possano coniugare le proprie aspirazioni con l’esistente che, di fatto,  non manca di nulla per poter creare occupazione stabile.

L’ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Rinviata al prossimo 18 aprile l’udienza  dinanzi al  Tar  della Calabria  contro il decreto regionale 191 riguardante l’accorpamento degli Ospedali di Castrovillari ed Acri in un solo Spoke.

Lo ha reso noto il Sindaco , Domenico Lo Polito, dopo che la responsabile dell’Ufficio legale del Comune di Castrovillari, l’avvocato Angela Giordano, questa mattina ha dovuto prendere atto, a Catanzaro, dove si era recata, che l’udienza veniva  rinviata  a seguito dell’istanza  presentata dal Comune di Acri attraverso il suo procuratore.

Proprio nell’ultimo Consiglio comunale in un punto specifico il primo cittadino del capoluogo del Pollino, Domenico Lo Polito, ha  ricordato  l’attività movimentista contro il Decreto regionale 191 e lo stato dell’arte dell’intera faccenda, ricordando l’impegno sul ricorso di sospensiva del Decreto 191 presentato al TAR della Calabria  e rammentando le altre iniziative presso il Tavolo Massicci affinché vengano  rispettate le indicazioni del decreto 18 del 2010 inerente le funzioni proprie configurate allo Spoke di Castrovillari e il decreto 106 del 2011 nel quale si prevedono i 223 posti letto ed i servizi che lo Spoke deve possedere.

Al momentoricorda Lo Polito, ribadendo il proprio impegno come primo cittadino e coordinatore del Comitato interterritoriale per la salute nel Comprensorionell’Ospedale di Castrovillari esiste una disuguale distribuzione degli organici oltre i minori posti letto (circa 110) rispetto ai previsti, ricordando  pure che il problema della sanità in Calabria è legata ad una non efficienza dell’offerta sanitaria e contrastante sostegno all’esigenza salute nei vari territori.

Per questo- aggiunge e conclude Lo Polito - siamo impegnati, consapevoli che questa battaglia  di civiltà è a tutela del diritto alla salute delle popolazioni del comprensorio come di altri, che necessitano di servizi, professionalità , strumentazioni e mezzi che , in ciascuna area, devono avere risposte certe. Ecco  la ragionevolezza di questa  legittima iniziativa  democratica ed  interistituzionale a più livelli e su più fronti che non si fermerà sino a quando non si vedranno riconosciute le indicazioni del Tavolo Massicci, certi,poi,che l’interesse per il bene comune passa, soprattutto, attraverso il rispetto di queste prerogative. La situazione sanitaria che questo comprensorio vuole rilanciare lo richiede,  in nome di un percorso che ha come minimo comune denominatore il bene e la salute di tutti.”

 L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Tempo fa girava a FIRENZE un pieghevole che illustrava un concorso di grafica e poesia intitolato “Passwords: 12 parole dedicate alla mia città”. I destinatari del progetto erano «gruppi di ragazzi tra gli 11 ed i 16 anni di qualsiasi nazionalità, delle scuole, delle associazioni, e di gruppi informali». I giovani erano «invitati ad esprimere, a partire dal confronto con gli altri su alcune» parole chiavi, «che rimandano a concetti base del vivere sociale, la loro idea di città futura». Essi venivano «invitati a riflettere in gruppo intorno alle parole individuate» e suddivise in 2 gruppi (le prime 6 nel Gruppo A, le seconde 6 nel Gruppo B), che potevano essere o scelti separatamente o analizzati insieme, «al fine di realizzare una poesia ed un'immagine grafica, che, partendo dal proprio vissuto quotidiano», esprimessero «quanto emerso dal confronto e che» palesassero «la loro idea di cittadinanza. Spazi e laboratori dove è possibile innescare come piccoli “incubatori” capaci di plasmare una nuova visione nella quale possiamo esprimere quel desiderio di bene per la nostra città che batte nell'intimo della collettività».

Il progetto scaturiva dalla proclamazione del 2013 come «anno europeo dei cittadini, ricorrendo il ventennale dell'istituzione della cittadinanza dell'Unione» ed era organizzato dal Centro internazionale studenti “Giorgio LA PIRA” di FIRENZE, in collaborazione con Toscana Impegno Comune, col contributo della Regione Toscana e il patronato della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù.

L'obiettivo del progetto era quello di «contribuire a far sì che le giovani generazioni si riapproprino del concetto di cittadinanza […] che si riveli essere prima di tutto un'esperienza con gli altri e con il territorio» colla convinzione che «essere cittadini consapevoli vuol dire avere valori di riferimento, principi sui quali basare il proprio vivere insieme con gli altri su un territorio».

Poiché, oltre all'apparenza quotidiana, anche «numerosi studi hanno evidenziato che l'intero tessuto sociale è in forte crisi ed appare quindi superfluo parlare di cittadinanza, di città, di società senza prima riscoprire il sistema di valori che può essere alla base del vivere sociale»», per questo motivo è sembrato giusto riproporre in questa sede le 12 parole individuate per rilanciarle per una più ampia e approfondita analisi della società in cui siamo tenuti a vivere e chiamati, non solo a preservarla, ma a migliorarla prima e consegnarla poi alle generazioni future, coscienti che «la Terra non l'abbiamo ricevuta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli», come dice un antico e noto proverbio masai.

Le 12 parole individuate sono:

RISPETTO – SOLIDARIETÀ – ASCOLTO – FRATERNITÀ – BELLEZZA – ONESTÀ – APERTURA – EQUITÀ – RESPONSABILITÀ – MODESTIA – CONDIVISIONE – AMORE.

Per una più approfondita analisi letteraria delle stesse dal punto di vista sociale, si rimanda alla nota sulla piattaforma sociale FB intitolata “12 parole per una comunità”: <https://www.facebook.com/notes/ad%C3%A0mas-m%C3%A8las/12-parole-per-una-comunit%C3%A0/490482961025556>.

Per un approfondimento della tematica, si rimanda ai seguenti collegamenti esterni:

<http://annoeuropeocittadini.politicheeuropee.it/>, a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento “Politiche europee”;

<http://cor.europa.eu/en/news/forums/Documents/backgroundnote_cor_citizenship_it.pdf>, per un'analisi della portata e dell'impatto a livello locale e regionale.

È in gioco l'Europa. Sei in gioco TU.

Buona cittadinanza a tutti!

Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

Ci lascia un Campione. Originario di Barletta, Pietro Paolo Mennea, all'età di 60 anni, si è spento in una clinica di Roma per una malattia incurabile. L’immagine che resta, e che resterà per sempre scolpita nei nostri cuori, è quella del 28 luglio 1980: Stadio Lenin di Mosca, Giochi della XXII Olimpiade. Per il boicottaggio degli Stati Uniti ai blocchi di partenza della finale dei 200 metri piani i favoriti sono il giamaicano Quarrie, il britannico Welles e l’italiano Pietro Mennea, 28 anni dalla Puglia, detentore del record del mondo, stabilito l’anno precedente alle Universiadi di Città del Messico con 19’72”. Sorteggiato in ottava corsia, l’atleta parte lento come al suo solito, ma la progressione è inarrestabile: quarto all’uscita della curva, nel rettilineo si mangia gli avversari uno dopo l’altro e va a vincere tagliando il traguardo per primo con 2” di vantaggio sul britannico. Pietro Mennea vince la medaglia d’oro entrando nella storia.

Oggi pomeriggio sarà allestita la camera ardente nella sede del Coni, a Roma.

Ciao Pietro, grande combattente, campione nello sport e nella vita.

Angela Micieli

Durante la notte , intorno alle ore 24:00, un’autovettura di proprietà dell’Ente, parcheggiata sotto gli Uffici comunali di palazzo Gallo, ove ha sede  anche quello del Sindaco, è stata data alle fiamme.

Non si conoscono  le ragioni dell’atto delinquenziale, ma sono già in corso  le indagini delle autorità.

Quello che è certo e che un atto di tale rilevanza rappresenta un grave attentato contro il patrimonio comunale, il bene comune e, probabilmente, contro gli stessi organi istituzionali.

Un atto di questo tipo si inserisce in un contesto di criminalità, che la nostra comunità ha sempre combattuto e, così, continuerà a fare.

Ecco la ragione per la quale si chiede, con determinazione, alle Forze dell’Ordine di individuare i responsabili di questo vile gesto, ripristinando, immediatamente, le regole del vivere civile che hanno sempre contraddistinto la comunità castrovillarese.

"A questi delinquenti l’Amministrazione comunale manda a dire che ancora , con maggiore forza, continuerà a perseguire scrupolosamente il principio di legalità, rispedendo al mittente ogni forma diretta o indiretta d’intimidazione.”

 

Il Sindaco

 Domenico Lo Polito

FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 29th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.