− COMUNICATO STAMPA −

Bottino pieno per la ASD CORRICASTROVILLARI in quel di Schiavonea nella I^ Edizione della “RUNDAYS” della Decathlon. Vince la gara maschile con Antonio Amodeo e la femminile con Valentina Maiolino.

Completano il successo tutto il podio maschile con Michele Spingola e Umberto Marino. Al 5 Giacomo Gigliotti, 7 Rosario Zicaro ed al 8, 9 e 10 rispettivamente Gianluca Arcidiacone, Giuseppe Mancuso e Domenico Figoli. Tra le donne, oltre a Samanta Ouardhani e Rossella Maltese conclude come prima di categoria la sua prima gara Cinzia Conte.

La partenza dei circa 120 atleti viene data alle 10:30  sul bel lungomare da percorrere in due giri. Al primo passaggio di 2km già avviene la prima importante selezione con Amodeo, Spingola e Marino che comandano con il gruppo a 300m distante. Ai 5km i primi 3 passano singolarmente staccati di 5 sec uno dall'altro nell'ordine: Amodeo, Spingola e Marino seguiti da Propato di Nova Siri, Gigliotti, Mazzotta della Marathon Cosenza e Zicaro. A seguire altro gruppetto di 3 atleti (Arcidiacone, Mancuso e Figoli tutti della CORRICASTROVILLARI). Segue la prima della femminile Valentina Maiolino e distanziate Martucci del Team Magna Gaecia di Cassano e la Bartoletti della Cosenza k42.

La bella giornata di sole fa da ottimo contorno ad un percorso da valorizzare con prossime gare. La gara si avvia al termine senza scossoni rispetto alle posizioni delineate .

A tagliare il traguardo, Amodeo con la sua poderosa falcata con un tempo di tutto rispetto di 34:04, al secondo Michele Singola con 35:07 ed al terzo Umberto Marino con 35:52, si completa così il podio con l'amplein della ASD CORRICASTROVILLARI.

La gara femminile si conclude con la campionessa della CORRICASTROVILLARI Valentina Maiolino che arriva con il tempo di 43:05 seguita da Verdiana Martucci (pol Magna graecia) 46:38, Maria Gabriella Bartoletti (Cosenza k42) 50:01.

A premiare gli atleti, sul bel lungomare che sarebbe un ottimo luogo perfetto gare ancor più partecipate, l’assessore Benito Apicella e il presidente della pro loco Franca Grillo Continua la soddisfazione della ASD CORRICASTROVILLARI per questi risultati del 2017 e ci si prepara per i prossimi campionati regionali e di montagna. Appuntamento al 23 Aprile sul lago Mormanno per la 1 tappa del campionato regionale e al 7 Maggio per la 6^ Edizione della “CORRICASTROVILLARI”.

Castrovillari 10 aprile 2017

COMUNICATO STAMPA

“Mercoledì 19 aprile, alle ore 11, nella Sa­la Consiliare del Palazzo di Città di Castrovillari si ter­rà il Convegno di pr­esentazione della Co­nsulta giovanile, approvata con Delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 6 aprile 2016. “

Lo rendono noto il delegato del Progetto Verticalia – Democrazia dal basso – Cristina Cosentino, l’assessore all’Istruzione Giuseppe Russo , la presidente della quarta Commissione consiliare “Sport , Turismo, Pubblica Istruzione, Cultura e Tempo Libero”, Serena Carrozzino.

“L'organismo sarà composto- viene spiegato- da ragazzi di età compresa tra i 14 e i 28 anni, i quali andranno a costituire un'Assemblea e ad eleg­gere il Presidente della Consulta con poteri consultivi nei confronti del Consiglio e dell'Ammin­istrazione Comunale.” 

“La Consulta- viene ancora precisato- avrà, inoltre, facoltà di presenta­re proposte riguardo a tematiche di interesse giovanile, come la scuola, lo spor­t, le attività cultu­rali, nell’ottica di favorire un maggiore dialogo con le Istituzioni Comunal­i, spesso distanti delle reali esigen­ze della popolazione giovanile della Cit­tà.”

I ragazzi saranno eletti all'interno de­lle scuole superiori della città in numero di 2 per ogni istituto.

Sarà possibile candida­rsi anche attraverso le associazioni presenti sul territorio e le forze politiche giovanili.

“Il Convegno di pres­entazione- viene fatto presente -  sarà interamente organ­izzato e tenuto da alcuni dei rappresent­anti degli Istituti Superiori di Castrovillari. Nei giorni successivi al Convegno, poi, il Comune pubblicherà l’Avviso Pubblico, con tutte le indicazioni occorrenti, per la presentazione delle domande di partecipazione.”

“Sarà un valido strumento ed un’importante occasione – si richiama - per portare avanti pu­bblicamente le istan­ze dei giovani di Ca­strovillari, che avvertono, con senso di responsabilità, i problemi della città, offrendo loro la possibilità di costruire un presente migliore e di contribuire alla futura formazione della classe dirigente. Naturalmente- sottolineano i rappresentanti istituzionali- la cittadinanza tut­ta è invitata a partecipare al convegno del 19 aprile.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

Di seguito [...] alcuni appunti tratti dal suo [del vescovo, N.d.R.] intervento in Cattedrale (a cura di Marco Leone).

Benvenuti nella Basilica Cattedrale di Cassano, casa di tutti

Partiamo dagli auguri per questa Pasqua, ma prima una breve premessa: veniamo da una settimana drammatica a livello mondiale e vi invito a prendere coscienza, da Vescovo ho l’impressione che stiamo riportando le lancette della storia ai periodi più bui del secolo scorso. Ieri in due chiese copte si sono verificati due attentati. Papa Francesco, nel corso della celebrazione delle Palme, ha dichiarato che siamo nel mezzo dello scontro tra civiltà, questa, ahimè, è una contraddizione in termini poiché se è civiltà non ci può essere scontro. Pensiamo alla Siria, l’azione di Trump ha destabilizzato equilibri non solo politici, e in queste ore il pensiero va alla Svezia. La guerra davvero può essere soluzione ai problemi? Il novecento, allora, non ci ha insegnato nulla? Un pensatore giapponese dopo la caduta del muro di Berlino aveva dato la Storia per finita, ma la Storia deve ancora fare i conti con questi episodi di violenza. 

Voi sindaci siete le figure istituzionali presenti sul territorio, e comprendo quanti problemi affrontate giornalmente senza avere la possibilità oggettiva di trovare soluzioni. Siamo ancora nella fase dell’assistenzialismo, ma sto riflettendo di proporre un nuovo welfare: il welfare generativo.

Citando Steve Jobs, forse dobbiamo ritrovare l’immaginazione per le risposte che la politica deve dare alla gente spesso disperata. E quando la gente non riesce a mangiare le conseguenze possono essere tragiche, questo è il motivo per cui si sta riparlando di lotta di classe. Ma la risposta è solo una: la giustizia sociale. E lo dico da vescovo a cui stanno a cuore i vostri comuni, la sfida contemporanea è la ridistribuzione delle risorse. L’ultimo rapporto OXFAM indica otto uomini come detentori del potere economico. La guerra in questo quadro non può e non deve essere la soluzione, la risposta sta nell’organizzare la speranza, prendiamo atto quanto sia disperata la gente, giorno dopo giorno, e facciamo qualcosa di tangibile e duraturo.

Ieri, Domenica delle Palme, ho spiegato il senso della Palma: è simbolo di martirio. E per questo motivo la funzione religiosa di ieri avrà realmente raggiunto l’obiettivo se le nostre città migliorano, e finché il Signore mi darà forza, darò la mia vita per questo territorio che amo e mi sta a cuore.

Oggi siamo chiamati a svegliare le coscienze, e voi come uomini della politica siete chiamati a scuotere le coscienze, e da Vescovo rispettando la vostra laicità vi starò accanto. 

È l’ora dell’insurrezione delle coscienze!

La parola Pasqua viene dall’ebraico Peach che vuol dire andare oltre, questo è il momento giusto per far innescare lo scatto di qualità alla politica, poiché io non credo all’idea populista e generalista che indica la politica come morta, anzi oggi è il momento del riscatto. 

La politica si distingue, tra tutti i temi salienti su: sanità, welfare e formazione professionale su questi presupposti si fonda la “politica alta”. 

Quando la politica funziona diventa strumento di cambiamento e dopo la morte dell’ideologia scongiuro l’evaporazione degli ideali per lasciare affermare il pragmatismo che giustifica regolarmente “tutto il contrario di tutto”, altrimenti viviamo la paranoia della politica e la politica della paranoia. O peggio, si corre il rischio di incorrere nel “narciCinismo” guardare solo alle azioni riconducibili al bene di me stesso non credendo in maniera convinta al futuro.

È il tempo delle decisioni forti! Non abbiate paura di prendere decisioni forti. Faccio l’esempio dell’accoglienza di chi lascia la propria terra e arriva sulle coste Italiane, ma non solo, guardiamo alla ludopatia: se volete bene alle vostre comunità arginate con tutte le vostre forze il fenomeno del gioco d’azzardo, il potere criminale sta prendendo il controllo degli strumenti di gioco. 

Prendete decisioni forti vi prego! Forse all’inizio non verrete compresi, ma poi verrete benedetti dalla gente. 

Al centro ci sono gli adolescenti, le ragazze del nostro tempo sono spesso tentate, e qualcuno cede alla prostituzione per acquistare l’ultimo modello di smartphone. Mi rivolgo spesso agli studenti per stimolarli a non farsi strumentalizzare e non lasciarsi guidare dai poteri forti, ma di riuscire a pensare sempre con la propria testa. 

I nostri ventidue comuni sono uno più bello dell’altro, e dobbiamo fare in modo che nessuno tocchi e comprometta questa bellezza dal mare alla montagna. Dobbiamo urlare per il bene comune, potremmo prendere il quadro “L’urlo” di Edvard Munch come icona dell’azione collettiva degli uomini impegnati nella politica in Diocesi.

Sui temi affrontati nel corso di questo incontro solo insieme possiamo fare molto, e vi chiedo di riunirvi e ragionare insieme su eventuali soluzioni e decisioni, la politica è la mistica arte ed è la forma elevata di carità.  

Buona Pasqua anche alle vostre famiglie spesso trascurate per i vostri impegni istituzionali. 

Sono intervenuti: il sindaco di Cassano allo Ionio, Giovanni Papasso, il presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, il sindaco di Trebisacce, Francesco Mundo e il presidente del Consorzio del Limone IGP di Rocca Imperiale, già sindaco di Rocca, Vincenzo Marino. 

Diocesi di Cassano all'Jonio
Ufficio per le Comunicazioni Sociali
Direttore: Dott. Roberto Fittipaldi

COMUNICATO STAMPA

I 16 Consiglieri Comunali junior che costituiscono l’Assise dei Bambini e dei Ragazzi di Castrovillari appartenenti agli Istituti Scolastici di Primo e Secondo grado della città sono: Pierfrancesco Botta, Luigi Forte, Alessandro Chiaramonte, Gheslania Fasanella, Giuseppe Cirigliano, Martina Manfredi, Sara Sallorenzo, Cristiana Dattoli, Sara Grandi, Martina Bianco, Domenico Severino, Sofia Torsello, Michele Pignataro, Nicola Rubino, Maria Cristina Barletta e Aleandro Donadio. Questi entro 30 giorni procederanno ad eleggere, a sorteggio, il proprio primo cittadino.  Il Sindaco, Domenico Lo Polito, comunque, a sua volta, proclamerà i neo eletti consiglieri mediante pubblicazione sull’Albo Pretorio del Comune.

Il mini organismo, nato dal lavoro sinergico istituzione-scuola e configurato come regolamento nella delibera di Consiglio, la n. 44 del 7 giugno 2016, s’insedierà presto.   L’elezione ha riguardato preventivamente le candidature e le presentazioni dei programmi su cui si è sviluppata una campagna per raccogliere le preferenze.

Il progetto, voluto e sostenuto per la promozione della partecipazione istituzionale dei bambini alla vita politica ed amministrativa della Comunità locale, tende alla crescita culturale e didattica dei ragazzi, alla conoscenza e graduale consapevolezza dei ruoli amministrativi che si svolgono oggi e si elaborano continuamente per il prossimo domani, bisognosi di quella cittadinanza attiva , fondamentale per una crescita condivisa e che oggi occorre saper accompagnare.

La neonata assemblea è quanto mai di buon auspicio, poi, per la vita , più in generale, della comunità, - dichiarano Cristina Cosentino, delegata al progetto Verticalia-Democrazia dal basso, e Serena Carrozzino, Presidente della 4^ Commissione consiliare “Sport , Turismo, Pubblica Istruzione, Cultura e Tempo Libero- che s’insedia nel 70° della Costituzione nella quale i padri costituenti dedicarono un  importante articolo (tra i diversi che contempla)  per l’associazionismo : il n. 18 che attiene proprio alla formazione dell’uomo, per vivere insieme, per aiutarsi con l’altro e rispettare il pensiero altrui.

Un’occasione, insomma,  per iniziare un nuovo percorso educativo nel quale l’incontro con l’altro per costruire e scegliere insieme è ancora il “genio” della nostra Repubblica, della nostra Carta, della nostra “Impalcatura” istituzionale nazionale per realizzare modelli ed azioni nei quali l’altro è una risorsa per la democrazia, come l’idea che a tutti i membri della comunità deve essere facilitato l’esercizio del diritto/dovere di partecipare alla vita pubblica è una crescita da promuovere.

Qui la scommessa a più voci - che diviene ancora determinante in un Territorio come il nostro ed in una regione come la Calabria- è vitale affinché tutto ciò ricominci ad accadere e si diffonda per suscitare quella rinnovata operatività in un orizzonte ideale. Questo è fondamentale - per la conoscenza della cultura civica e della vita civile- perseguire in modo più consapevole e condiviso e che desueti luoghi comuni e vecchi stereotipi hanno ridotto, asfissiando, anche inconsapevolmente, ogni vera capacità che si proponeva.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

La Calabria insolita in tutto il suo slancio rivoluzionario, testimoniato da una rinascita diffusa di aziende e territori, sarà protagonista nel cuore di Verona con un fuori salone del Vinitaly unico nel suo genere organizzato dai Consorzi di Tutela di Cirò e Melissa e Terre di Cosenza con il contributo del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria

Il 10 aprile, alle 20, presso il Teatro Nuovo (ingresso piazzetta Navona) l’appuntamento è con 70 produttori di vino calabresi che racconteranno la regione con 140 etichette, progetti che affondano le radici in una cultura vitivinicola millenaria e che guardano al futuro puntando sull’unicità del patrimonio ampelografico.

Insieme a loro, saranno testimonial del territorio i giovani chef del collettivo Cooking Soon. Proporranno un percorso nell’alta e nuova cucina calabrese attraverso un menu incastonato tra i monti e i mari della regione eletta dal New York Times meta italiana del 2017. La ricchezza, la storia, l’identità di una Calabria da scoprire saranno veicolate dall’unione di un comparto vinicolo in forte crescita e di uno scenario culinario in pieno fermento che sta conquistando la scena contemporanea.

La potenza dei vini regionali si abbinerà alla creatività dei piatti di Caterina Ceraudo, stella Michelin e anche la prima e unica aver ricevuto il nuovo premio Donna Chef istituito dalla prestigiosa guida francese, e Luca Abbruzzino, stella Michelin e miglior giovane chef da L’Espresso 2016, insieme alla capacità evocativa dei sapori di montagna di Sila, Pollino e Aspromonte interpretati dagli emergenti Antonio Biafora, Emanuele Lecce, Nino Rossi e Gennaro Di Pace, e alla ricchezza della mare declinata da Emanuele Strigaro. Insieme ai piatti dei giovani chef saranno protagonisti i grandi prodotti dell’agroalimentare calabrese, diventati icone nazionali: la cipolla di Tropea, la ‘nduja e i salumi, i pecorini crotonesi e del Poro, laliquirizia, il caciocavallo silano, il bergamotto, i limoni di Rocca Imperiale, la patata della Sila, il torrone di Bagnara, i fichi di Cosenza e l’olio evo di Lamezia, della Dolce di Rossano e Bruzio, il cedro e i pani di Cuti e di Cerchiara.

Il finale è affidato ai Coltivatori di Musica con Resistenza Gastrofonica Viaggiante, una performance sentimentale che utilizza il linguaggio del sorriso, dell’ammiccamento, di vecchie e polverose canzoni italiane. 

L’evento progettato da vinocalabrese.it è aperto, su invito, agli operatori della comunicazione enogastronomica italiani ed esteri, ai buyer, agli operatori di settore per raccontare in maniera efficace la ricchezza e la storia, la magia e l’identità di una terra che vuole giocare da protagonista la scena contemporanea dell’enogastronomia e del turismo.

Info Vincenzo Alvaro

− COMUNICATO STAMPA −

Una bici in rosa con fioriere, realizzati in materiale riciclato, a chiusura dell’isola pedonale di Via Roma, grazie al Pony Express “Tic Toc” di Govanni De Santo e Fernando Loricchio (piccola intrapresa locale nata per chi ha bisogno di aver recapitato o far consegnare generi od oggetti) e a Floreal ’93 (che ha offerto le piante) di Francesco Pala, è l’elemento di arredo urbano di cui si arricchisce Castrovillari, per mano di privati, d’intesa con l’Amministrazione comunale, e che si accompagna con altre iniziative pensate in Città per attendere il 100 Giro d’Italia.

La posa è stata sottolineata da una semplice cerimonia. Idea e tipologia di proposta che si ripeterà per caratterizzare il capoluogo del Pollino, allacciando l’esigenza di una qualità ambientale, che non può prescindere dalle capacità degli uomini e donne del lavoro, con il desiderio di accogliere un evento come si deve , anch’esso bisognoso di azioni che possano esaltare questo desiderio del bello e della passione sportiva, sono stati tratteggiati dal Sindaco, Domenico Lo Polito, che ha sottolineato la portata di questa creatività suscitata.

Un momento che esprime- è stato richiamato,raccogliendo l’intuizione offerta- anche come il riciclo può caratterizzare qualsiasi momento a partire da quel semplice riutilizzo dei materiali, manifestazione di ciò che può comportare e favorire un diverso approccio con ciò che usiamo e riteniamo “andato” o “perduto”.

“Insomma- ha affermato il primo cittadino- una bella occasione per rilanciare, in rosa, la cultura civica e della vita civile nonché osservare come queste, quando sono provocate, creano opere nel vero senso della parola che, come nel caso specifico, festeggiano la manifestazione sportiva, rivitalizzano la città, riproponendo e rilanciando cosa può fare la stessa qualità ambientale perseguita.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Pagina 4 di 332
FreshJoomlaTemplates.com
Wednesday the 26th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.