COMUNICATO STAMPA

RACCONTA IL CARNEVALE è il titolo del XXV Concorso Fotografico curato da  Francesco Limonti.  Il concorso, che ogni anno è ricco di premi, è aperto a tutti e le opere fotografiche, dovranno essere immagini del 59° Carnevale di Castrovillari .

I partecipanti dovranno raccontare attraverso un numero limitato di fotografie (fissato in 10 scatti) un aspetto del carnevale che simboleggi la festa, i sentimenti e le manifestazioni correlate  tale da contribuire, ognuno con la propria sensibilità,  ad una visione  più ampia della manifestazione.

Verranno giudicate quindi non le singole foto ma l'intero portfolio digitale che il partecipante avrà deciso di proporre alla giuria nei termini specificati di seguito.

Le foto dovranno pervenire in  formato digitale saranno valutate da una giuria, il cui giudizio è insindacabile e che si riunirà per esaminare le opere pervenute e aggiudicare i premi. Tutte le opere che hanno partecipato, faranno parte di una collettiva che verrà organizzata successivamente al Carnevale. Le stesse foto verranno inserite online sulla pagina Facebook della Pro Loco di Castrovillari con l’intenzione di coinvolgere Il pubblico osservatore, affinchè contribuisca attraverso il proprio “Like” a scegliere l'immagine della locandina per la  prossima edizione del concorso fotografico.

La partecipazione al concorso è aperta a tutti i fotografi senza limiti d’età. La quota di partecipazione è di € 20,00 (€ 5,00 a titolo di rimborso spese, € 15,00 come caparra che verrà restituita alla consegna delle foto del concorso alla Pro Loco). Ogni partecipante dovrà inviare 10 fotografie in formato digitale più una stampa 20x30 (la più significativa) a scelta tra le dieci del suo portfolio. La scheda di partecipazione deve essere ritirata, compilata e firmata presso la Pro Loco di Castrovillari e consegnata alla stessa, entro il 26/02/2017.

La consegna delle opere, dovrà avvenire entro e non oltre venerdì 31/03/2017 presso la Pro Loco di Castrovillari, Corso Garibaldi n. 160. In caso di spedizione a mezzo posta farà fede data e timbro di spedizione. Il materiale richiesto dovrà essere inserito in una busta chiusa, priva di qualsiasi nome o altro segno di riconoscimento dell’autore (pena esclusione dal concorso).

Info ed Iscrizioni

Pro Loco di Castrovillari - Corso Garibaldi 160 - 87012 Castrovillari

Tel. 0981/27750 - www.prolocodicastrovillari.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

 COMUNICATO STAMPA

Due finanziamenti per un complessivo plafond di un milione e quattrocentomila euro. Tutti da spendere per l’adeguamento sismico dell’istituto omnicomprensivo della città guidata dal Sindaco, Vincenzo Tamburi. «Dopo le azioni di efficientamento energetico con questo nuovo capitolato di spesa investiamo sulla sicurezza dei giovani studenti, dei docenti e di quanti operano nella struttura pubblica per la formazione». 

Ancora un cantiere, ancora rivolto alla scuola pubblica statale. Questa volta grazie alla «attenzione che la Regione Calabria, con il Presidente Mario Oliverio, rivolge ai territori di periferia come il nostro, che investono nella progettazione per il bene e la crescita della comunità». La scuola omnicomprensiva statale (che raggruppa le classi di elementari e medie) a breve sarà oggetto di un grande restyling di adeguamento antisismico che le consentirà di elevare il quoziente di sicurezza in un territorio ad alto rischio sismico. Nella programmazione regionale sono stati inseriti due distinti progetti del Comune di San Basile, finanziati con un importo complessivo di un milione e quattrocento mila euro, che andranno interamente investiti per rendere l’istituto cittadino più conforme alle norme sulla prevenzione dei terremoti. 

Questo nuovo corposo finanziamento si aggiunge a quelli già ricevuti e messi in opera negli anni passati e che hanno riguardato il rifacimento del cappotto termico e della pavimentazione della scuola, rendendola moderna e in linea con gli standard di efficientamento energetico previsti dai nuovi accordi sul clima della comunità europea. 

«La nostra sfida è sempre stata quella di far crescere la comunità di San Basile secondo gli standard migliori che riguardassero i parametri vitali di una collettività che pensa in grande. Da sempre abbiamo puntato sulla scuola come fucina di coscienze e sviluppo. Poter dire ai figli dei nostri concittadini di crescere in un ambiente sano, ma anche sicuro dal punto di vista strutturale, è per noi segno di attenzione alla comunità tutta che sulle nuove generazioni riversa le attese per un futuro ricco di speranze». 

Vincenzo Alvaro
- giornalista - 

COMUNICATO STAMPA

A Cassano si parla di area vasta e alla costruzione della città di Sibari. Mi sono lungamente chiesto cosa questo significhi e se sia prevista giuridicamente l’area vasta. Ma non credo. Mi sono anche chiesto cosa significhi parlare di costruzione della città di Sibari. Inserendoci ora nella fusione tra Corigliano e Rossano non credo acquisiremmo centralità, anzi. Mi sembra di tornare agli anni ottanta quando ci faceva sognare con “Sibari 2000”. Quando in una campagna elettorale qualcuno sventolava un decreto per la costruzione di un depuratore a Sibari che avrebbe servito l’intero comune con rete fognaria comprese nelle contrade ma alla fine sappiamo tutti com’è andata: il depuratore si è perso per strada come i sogni sull’aeroporto della provincia. Per la rete fognaria a Lattughelle e Corsi, ad esempio, si è dovuti aspettare dopo 20 anni con l'amministrazione capeggiata da Gianluca Gallo.

In passato la politica non ha voluto guardare al di là del proprio naso puntando su Lauropoli invece che su Sibari. A differenza delle vicine Corigliano e Rossano che hanno puntato sulle loro coste e oggi, nonostante la crisi economica che attanaglia il Paese è l’Europa, riescono a parare i colpi con la loro economia turistica ed agricola. Una fusione tra comuni non si può improvvisare. Corigliano e Rossano sono due grandi belle realtà che insieme superano gli 80.000 abitanti. Sono simili tra di loro sotto tanti aspetti: la loro vocazione agricola e turistica, hanno un territorio omogeneo e con la costruzione del nuovo ospedale diventeranno un’unica realtà. Sono arrivati alla consultazione referendaria dopo più di due anni di vari dibatti politici e incontri con parti sociali e le associazioni che avevano iniziato a lavorarci anni prima. Non sarebbe più realistico partire dalla “Unione dei comuni” come strumento associativo come previsto dalla legge e lavorare insieme su i grandi temi che coinvolgono molti comuni limitrofi? Ad esempio: su i trasporti, un tema indispensabile per il rilancio del turismo su tutta la Costa.

Se proprio si deve parlare di fusione sarebbe meglio guardare ai comuni che hanno delle similitudini tra di loro. Per noi forse sarebbe meglio guardare verso o l’Alto Jonio, da Villapiana a salire comprendendo Castrovillari e i comuni sulla costa, anziché guardare verso due grosse realtà che ormai hanno iniziato un percorso comune da anni, a noi ci soffocherebbero soltanto e andremmo soltanto a svolgere un ruolo di borgata, non avendo ad oggi nemmeno riferimenti politici autorevoli che garantiscano per il nostro territorio. Basta pensare che all’ultima competizione provinciale non abbiamo avuto l'intelligenza politica di eleggere un consigliere provinciale di qualsiasi area politica da Rocca Imperiale fino a Corigliano compresa l’area interna. Sicuramente la fusione tra comuni riduce i costi della politica: leggi in materia prevedono contributi straordinari per alcuni anni dei trasferimenti dello stato, ci sono regioni che favoriscono la fusione. Oltre ai benefici, però, ci sono tante criticità come la perdita d’identità delle popolazioni interessate, la perdita della propria autonomia da parte delle originarie comunità locali e, per questo, è molto difficile soprattutto sul nostro territorio superare le diffidenze i localismo e i campanilismi. 

Leonardo La Regina

Gruppo Iacobini Sindaco

COMUNICATO STAMPA

Mi preme dover tornare tornare sulla questione delle recenti elezioni provinciali e mi interessa fare alcuni chiarimenti necessari e di natura esclusivamente politica. Al fine di spazzare via tutte le inesattezze, i dubbi e tutto quanto hanno potuto generare le voci cittadine, i post su Facebook e gli articoli di stampa di questi giorni, mi interessa chiarire la mia posizione nei confronti del consigliere Ivan Iacobini verso il quale ho profuso tutto il mio impegno nella sua candidatura nel 2016 e prima nel 2012 quando sono stata, se non la prima, una delle sue principali promotrici anche se poi la storia è stata diversa.

Ribadisco la mia vicinanza a lui e alla sua famiglia per la vicenda che li ha colpiti sabato, il giorno prima delle elezioni provinciali, e sulla quale non proferirò altra parola. E’ mia abitudine però operare però nella chiarezza e nella trasparenza. Ci tengo a precisare che non ho imposto a nessuno di votarmi, né tantomeno a Iacobini di lasciare le proprie problematiche per recarsi alle urne per forza. Ma la stessa chiarezza che ho sempre dimostrato e dimostro la vorrei anche dalle persone intorno a me. Dalla stampa in questi giorni è emerso chiaramente un problema politico: a stranire non è il suo non-voto, ma è il fatto che la sua preferenza fosse poco chiara, indirizzandosi verso almeno due direzioni. Poco importa, in ogni caso sono convinta che questa chiarezza oggi non serva più perché i fatti sono stati più che chiari e sono eloquenti. Per il bene di Cassano, e ci tengo a ribadirlo, non c’è nessuna rottura o spaccatura. Questo significa che ci saranno ancora discrasie nella minoranza consiliare. Il posto che gli elettori di Cassano hanno affidato a me e ai consiglieri di opposizione è quello di vigilare e di proporre. Fedele ai miei compiti istituzionali e ai miei elettori, al gruppo “La Calabria che vuoi” e alla coalizione con la quale ho condiviso la campagna elettorale, porterò avanti il mio ruolo e sarò aperta al dialogo con tutti, compreso lo stesso consigliere Iacobini. Per le future scelte politiche, però, ormai più nulla sarà scontato.

Sono arrivata ad un passo dalla elezione in consiglio provinciale, per Cassano e non per me, sarebbe stato importante avere una rappresentanza in un periodo dove l’Alto Ionio, nello scacchiare politico provinciale e regionale, conta sempre meno.

Elda Cosenza

La Calabria che Vuoi

COMUNICATO STAMPA

Come è costume de “La Calabria che vuoi” non guardiamo mai a come sarebbero potute andare le cose, ma guardiamo a come sono andate e a come questi ci possono aiutare sempre di più per essere e per dare voce alle istanze dei territori.

Il risultato delle elezioni provinciali, anche se non coronato dall’ingresso di un componente della lista “La Provincia che vuoi” all’interno del consiglio provinciale di Cosenza, è straordinario. Una lista con soli otto candidati che per un solo voto ponderato non è riuscita ad ottenere il risultato nonostante si fosse a conoscenza che il candidato del centrosinistra avrebbe avuto sicuramente la presidenza. Ma c’è un altro grande risultato che invece è stato conseguito: quasi 90 amministratori dei comuni di tutta la provincia di Cosenza hanno scelto di appoggiare una lista che è espressione di un movimento politico che, sin dalla sua fondazione, è una voce al di fuori di taluni schemi consolidati apparsi chiari e derivati dalla gestione di potere. E continueremo a lavorare proprio attraverso questi amministratori, gli iscritti e i simpatizzanti che mostrano attaccamento al movimento. Ringrazio tutti i candidati sindaci e consiglieri regionali perché, in un momento politico così difficile, invece di guardare al governo regionale e ai consiglieri regionali in carica, hanno mostrato attaccamento e voglia di misurarsi. Presto ci sarà anche un approfondito esame del voto col comitato provinciale per programmare l’immediato futuro e i vari congressi cittadini.

 

Gianluca Gallo

Segretario Movimento “La Calabria che Vuoi”

Mercoledì, 08 Febbraio 2017 20:32

Castrovillari. Il Carnevale è anche sport

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Il Carnevale di Castrovillari è anche sport. E’ giunta infatti alla V edizione la “Coppa Carnevale di Tennis Tavolo”, inserita nella 59^ dizione dell’evento carnascialesco. Un plauso per l’ottima organizzazione a Giuseppe De Gaio, consigliere regionale FITET Calabria e presidente dell' ASD Tennis Tavolo Castrovillari, per l’impegno profuso nella manifestazione e per i lusinghieri risultati raggiunti in campo nazionale dalla sua associazione sportiva. La Coppa Carnevale è un momento sportivo ormai diventato appuntamento fisso della grande festa  carnascialesca. Un evento come sempre che porta a Castrovillari atleti provenienti da tutta la regione. I vincitori conquisteranno i titoli di “Campione Provinciale” 2017. L’appuntamento è in programma lunedì 27 febbraio 2017 con inizio alle ore 15,00 c/o la Palestra dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “Pitagora- Calvosa”, C.so Calabria, 139 Castrovillari.

Albo d'oro

2013
Sergio Bartolini 
Castrovillari

2014 
Miriam Carnovale - Marzia Terranova - Maria Rita Maisano
ASD Piscopio Vibo
Luca Lombardi -- Antonio Corrado 
ASD Cassano

2015
Giada D'Elia --- Antonio Corrado
ASD Castrovillari

2016

Giada D'Elia --- Antonio Corrado - ASD Castrovillari

Classifica società: 1° Castrovillari , 2° Spezzano Albanese, 3° Luzzi , 4° Cosenza

5° Dipignano

E ancora sport con il VIII Torneo di Calcio “Coppa Carnevale”  a cura dell’A.S.D. Real Castrovillari , che si terrà lunedì 27  febbraio con inizio alle ore 15.00 c/o il Polisportivo Comunale I° Maggio-Stadio Comunale “ Mimmo Rende”.

L’ evento è organizzato dalla Pro Loco cittadina in collaborazione con la locale Amministrazione Comunale,  la Regione Calabria, il Parco Nazionale del Pollino, la BCC Medio Crati di Rende, la Gas Pollino , patrocinata dalla Provincia di Cosenza e sostenuta da numerosi sponsor privati che da anni credono nella manifestazione diretta artisticamente da Gerardo Bonifati e presieduta da Eugenio Iannelli, ed impreziosita dai brand A.C.T. ( Ambiente, Cultura,Turismo) e da “ Castrovillari Città Festival”.

  

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Pagina 4 di 322
FreshJoomlaTemplates.com
Saturday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.