− COMUNICATO STAMPA −

Le suggestioni suscitate dai canti (tra ritmi e melodie), dalle interpretazioni, dalle espressività, per richiamare radici culturali, etniche ed umane, tra rassegne, mostre , idee, percorsi enogastronomici e socialità, che hanno introdotto, mercoledì sera, ed accompagneranno, con altre “sfumature”, la 5giorni di “civita Nova”, dal 6 al 10 settembre, per vivere il centro storico, hanno affermato, ancora una volta, il Cuore della manifestazione, voluta dall’Amministrazione comunale con la direzione artistica della Pro Loco del Pollino, che desidera, attraverso questo metodo, rilanciare le opportunità ed eccellenze che offre il patrimonio, con tutto ciò che lo comprende e caratterizza, per la crescita delle capacità che v’insistono.

Una scommessa nata diversi anni fa, guardando ed intuendo la portata del potenziale esistente, che continua a far parte di quel progetto, attento a ciò che la città ha ereditato dai suoi Padri e che desidera riguadagnare per creare sviluppo e crescita diffusa, i quali non possono passare se non da una partecipazione e condivisione diffusa della realtà che si pone.

Fattori che portano ad un’inclusione, senza eccezioni, fondamentale per ciò che viene tramandato dalla cultura “palpitante” al fine di essere riconsegnato sempre nel migliore dei modi. Su questa scia si muovono la filosofia e le ragioni dell’appuntamento che fanno vivere momenti di vario genere per godere appieno di tracce e testimonianze uniche oltre che di intraprese interessanti, accese dall’appartenenza alle Origini che aiutano a scoprire il senso di un cammino scelto.

Da qui la proposta che si tiene per coinvolgere, con elementi diversificati (ma uniti da un unico filo) e rivolti a suscitare emozioni e suggestioni per stringere, sempre più, l’Animo di ciascuno alla Bellezza che sprigionano le testimonianze tra i luoghi e le tante partecipazioni a partire da quel mettersi in gioco di ogni singolo o componente associativa, all’opera per organizzare, costruire, ripensare e accogliere un “crocevia” di vivacità proprie della nostra indole.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

A seguito dell’odierno [per la precisione, di ieri, N.d.R.] comunicato stampa diffuso dal gruppo “Passione Animali”, caratterizzato da toni preoccupanti ed allarmistici, è doveroso da parte di questa Amministrazione chiarire alcuni punti:

 L’attenzione verso le problematiche del randagismo a Castrovillari non sono mai state sottovalutate da questa Amministrazione che tiene a sottolineare con forza come non sia prevista alcuna chiusura ne ridimensionamento del Canile Rifugio (Oasi), uno dei pochissimi casi di canile gestito integralmente dal comune con fondi propri, che rappresenta un punto di riferimento per l’intero territorio in termini di efficienza e buon funzionamento, anche grazie al contributo dei tanti volontari ed associazioni che prestano il loro servizio in maniera gratuita e disinteressata, rendendo possibile l’esistenza ed il corretto funzionamento di una delle pochissime realtà totalmente pubbliche dalla nostra Regione.

 Riguardo al Canile Sanitario (per intenderci quella zona ove vengono effettuate le sterilizzazioni dei cani randagi), attualmente risulta ospitato nella stessa area del canile Rifugio, in deroga rispetto alla normativa in materia che prescrive una distanza minima rispetto al canile Rifugio pari ad almeno 500 m.

 Riguardo l’individuazione, da parte dell’azienda sanitaria di Cosenza con propria delibera n° 136 del 9-2- 2017, di un nuovo canile Sanitario da costruire nel comune di Saracena che rappresenterebbe il canile di riferimento per l’intera area nord della provincia, e si ribadisce solo sanitario perché il canile rifugio di Castrovillari continuerà ad ospitare i circa 180 cani, si fa presente come questa Amministrazione con una nota del 16-02- 2017 Prot. n°3656, indirizzata alla Regione Calabria ed all’ASP, abbia prontamente e tempestivamente segnalato le carenze della procedura che incidono sulla legittimità dei modi di scelta di tale sede, presentato altresì, una valida alternativa logistica da implementare nel nostro territorio senza ricevere alcun riscontro dagli interlocutori. Stessa proposta il comune di Castrovillari l’aveva avanzata, nel rispetto delle procedure, con nota prot. n. 22687 del 6/10/2013.

Una lucida analisi di questi punti chiarisce in maniera inequivocabile l’attenzione costante che l’Amministrazione Comunale rivolge alle problematiche connesse al fenomeno del randagismo che si stanno affrontando nelle giuste sedi, sempre nel solco della legalità e senza creare inutili allarmismi e strumentalizzazioni politiche.

Castrovillari lì 07/09/2017
L’Assessore all’Ambiente

Il Sindaco
f.to Pasquale Pace f.to Domenico Lo Polito

− COMUNICATO STAMPA −

Al via domani, 8 settembre, alle ore 17, nella Parrocchia San Girolamo, di Castrovillari, la terza Assemblea Ecclesiale Diocesana convocata dal Vescovo di Cassano allo Jonio, mons. Francesco Savino sul tema: "Evangelizzazione. Iniziazione Cristiana e Comunità". 

Oltre 300 i delegati parrocchiali e rappresentanti delle associazioni religiosi, partecipanti. 

DIRETTA STREAMING SU www.diocesicassanoalloionio.it

[...]

Al seguente collegamento, la lettera di convocazione di SER [N.d.R]: <http://www.diocesicassanoalloionio.it/diocesi-cassano-jonio/vescovo-convoca-la-terza-assemblea-ecclesiale-diocesana-2017/>.

[...] 

Diocesi di Cassano all'Jonio
Ufficio per le Comunicazioni Sociali
Direttore: Dott. Roberto Fittipaldi

 − COMUNICATO STAMPA −

Giovedì 7 Settembre

Ore 21.00: Apertura percorso enogastronomico.

Ore 21.00 Presentazione squadra Castrovillari  - Castello Aragonese

Ore 21.30 : “CIVITA in…  Musica e Teatro”. Percorso dedicato alla musica e al teatro di strada a cura delle Ass. Culturali Scena Verticale J Pirrupajini, Chimera.

 

CORSI E LABORATORI

Da Giovedì 7 a Domenica 10 Settembre

Ore 18.00 Corsi di danza e giochi tradizionali per bambini a cura di Tiziana La Vitola- Castello Aragonese

Ore 20.00 “BimbiInArte”  Laboratori di ascolto e creativi per bambini, a cura dell'Associazione "Leggi che ti leggo" , libroteca "La freccia azzurra" e CidisOnlus – Episcopio.

Ore 21.00 “Ricette di un Tempo “  informazioni e lezioni sulla cucina tradizionale, a cura del Centro Anziani “A.Varcasia” – Castello Aragonese.

 

DANZA

Da Giovedì 7 a Domenica 10 Settembre

“TANGO in PIAZZA… e non solo”  a cura della Scuola di Ballo New Dance Only Dance – Via Ripa Fiumara dell’Episcopo.

Giovedì 7, Sabato 9 e Domenica 10 Settembre

Animazione e lezioni di danza a cura di Sarà Danza e Cuba Dance

“Ricette di un Tempo “  informazioni e lezioni sulla cucina tradizionale, a cura del Centro Anziani “A.Varcasia” – Castello Aragonese.

 

CONCERTI – SPETTACOLI – ANIMAZIONI

 

Da Giovedì 7 a Domenica 10 Settembre

“Sere tra lupi” si canta, si vive e si mangia – RitmoNovo e la Cumparanza- Fossato Castello Aragonese

 

Da mercoledì 6 e Domenica 10 settembre

SALOTTO DEL GUSTO – Corte Castello Aragonese

 

Giovedì 7, Venerdì 8 e sabato 9 settembre

Associazione Culturale “Città di Castrovillari” – Via S.Francesco di Paola.

 

Giovedì 7 e Venerdì 8 Settembre

“Castrum Sound” – Largo Vescovado

 

MERCATINI

Da Giovedì 7 a Domenica 10 Settembre

Mercatino dell’artigianato a cura dell’Associazione Giracose- Via S.Francesco di Paola.

Percorso Artigianale Borgo Antico.

informazioni e lezioni sulla cucina tradizionale, a cura del Centro Anziani “A.Varcasia” – Castello Aragonese.

 

DURANTE LA MANIFESTAZIONE.

MOSTRE

Da Mercoledì 6 a Domenica 10

-         Mostra del Cinema -  VII Mostra sul Cinema, Castrovillari “Citta’ del Cinema”rende omaggio a Cinecittà per i suoi 80 anni , a cura di Enzo Bruno  e Francesco Propato in collaborazione con Francesca Tocci per gli abiti  – Sala Museale Castello Aragonese.

-         “Il Giro riparte da Castrovillari” mostra fotografica sul Giro d’Italia a cura di Nicola Caracciolo- Castello Aragonese.

-         Mostra Fotografica Carnevale -A Carnevale ogni Foto Vale ”, mostra sulla 59ª edizione del Carnevale di Castrovillari, a cura di F. Limonti – Castello Aragonese.

-         "Vanitas" esposizione  dell'artista Giovanni Callisto, promossa dall'associazione culturale Mystica Calabria - Sotterranei dl Castello aragonese

-         “C’era una volta la Lambretta” mostra fotografica per i 70 Anni della Lambretta a cura dell’Associazione Lambretta  Club Calabria  -  Via S.Francesco di Paola;

-         “La tortura nel Medioevo” : strumenti e metodi .

 

-         “ Insediamenti Castellari nella Calabria Settentrionale“ a cura del Polo   Tecnico Turistico “Tra Sybaris e Laos”  Ipseoa di Castrovillari .

 

Ufficio Stampa

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −

Nella mattinata del 5 settembre 2017 i rappresentanti del gruppo “Passione animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari, Mariella Buono e Francesco Martire, hanno incontrato la Task Force Commissariale Sanità Pubblica Veterinaria e igiene degli Alimenti  della regione Calabria. L’incontro fa seguito alle iniziative promosse dalle associazioni del territorio in merito al declassamento del canile sanitario di Castrovillari (limitato alle sole emergenze) in seguito ad un provvedimento dell’ASP di Cosenza, a firma del Direttore Generale, dott. Raffaele Mauro. Declassamento, atto già di per sé incomprensibile, che fa temere addirittura la chiusura completa della struttura.

Nell’incontro i rappresentanti dell’associazione hanno espresso  tutte le ragioni della contrarietà all’attuale declassamento, che prevede le sole emergenze del canile sanitario di Castrovillari. Una decisione che, fatti alla mano, appare illogica e incomprensibile e che ha già indebolito fortemente e ingiustamente il canile sanitario di Castrovillari, che, giova ricordarlo, è una struttura pubblica e non privata.

Le iniziative intraprese dall’ASP, che riguardano anche altri canili sanitari, non vanno certamente nella direzione della lotta al randagismo, che rappresenta un problema sociale di grandissima rilevanza, e non paiono, per di più, in linea con quanto previsto dalla legge quadro sul randagismo (281/91) e della normativa regionale vigente.

Infatti declassando solo per le emergenze tutti i canili della zona del pollino, tra cui il canile sanitario di Castrovillari non si può più programmare alcun tipo di sterilizzazione di cani randagi presenti nel territorio, anche alla luce del fatto che non esiste alcun altro canile sanitario attivo in zona.

Il randagismo non può essere affrontato in modo emergenziale ma richiede una programmazione continua e capillare di cui le sterilizzazioni rappresentano la “pietra angolare”. I rappresentati di “Passione Animali” - Martire e Buono- hanno anche evidenziato ai Rappresentanti dell’Ufficio del Commissario, come l’eventualità di spostare cani dal canile ad altri canili –e addirittura anche fuori regione- rappresenti   con aggravio di spese per il contribuente.

Il declassamento attuale del Canile sanitario di Castrovillari sta penalizzando le tante associazioni e i cittadini di un comprensorio come quello del Pollino che nella struttura del canile di Castrovillari -sia sanitario che rifugio- hanno un punto di riferimento importante e necessario nella lotta al randagismo canino, arginato, in questi anni, proprio grazie soprattutto al volontariato, con tante adozioni, interventi sanitari, di sterilizzazione e reimmissione dei cani nel territorio come cani di quartiere. 

Nell’incontro si è inoltre fatto rilevare l’incongruenza del provvedimento dell’ASP, che individua come canile dell’area nord della provincia di Cosenza il canile sanitario di Saracena (che allo stato NON ESISTE !), attraverso un percorso decisionale tutto da chiarire e che presenta in ogni caso, evidenti e clamorose incongruenze.

In tutto ciò certamente inspiegabile l’atteggiamento passivo del sindaco Lo Polito e dell’assessore all’ambiente di Castrovillari che, con ogni evidenza, non si stanno occupando di questa problematica per come dovrebbero, mentre le associazioni anche questa volta devono sopperire e sostituirsi agli enti per difendere le strutture importanti per il territorio e i diritti dei cittadini.

Nell’incontro i rappresentanti di “Solidarietà e Partecipazione” hanno perciò sottolineato l’urgenza di provvedere alla riapertura completa del canile sanitario di Castrovillari in tutte le sue funzioni, nonché di rivedere la programmazione per la sanità veterinaria dell’area nord della provincia di Cosenza.

La Task Force Commissariale ha preso atto di quanto emerso nell’incontro, impegnandosi ad un rapido approfondimento delle relative problematiche, garantendo una serena e approfondita valutazione delle stesse, anche da parte del Commissario ad Acta per il piano di rientro, ing. Massimo Scura, per le opportune decisioni del caso.

Castrovillari 06-09-2017

Gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari

− COMUNICATO STAMPA −

Sarà Saverio La Ruina a rappresentare la Calabria nel progetto speciale Mibact del Teatro di Roma con Ritratto di una nazione – L’Italia al lavoro. Venti quadri teatrali dalle regioni del Paese. Un nuovo “paesaggio teatrale” del Teatro di Roma in arrivo dalle 20 regioni della Nazione, con il sapore delle sue varietà geografiche, naturali, sociali, antropologiche, linguistiche, aprirà la stagione del Teatro Argentina dall’11 al 16 settembre.

Dopo il grande successo di Ritratto di una Capitale – Ventiquattro scene di una giornata a Roma, nel novembre 2014 e nel dicembre 2015, pochi giorni prima che Mafia Capitale scoppiasse come una eruzione che ancora oggi scotta, ecco Ritratto di una Nazione – L’Italia al lavoro. Venti quadri teatrali dalle regioni del Paese.

Sono quattro i “ritratti teatrali” che il direttore Antonio Calbi ha messo in cantiere al suo arrivo nel maggio 2014, quasi dei “manifesti programmatici”: restituire al teatro la sua funzione sociale, il suo essere strumento di indagine del presente, attraverso creazioni collettive, veri e proprio “polittici” a più mani e di durate extra-ordinarie. I temi sono quelli che di volta in volta sono sentiti urgenti e che indagano le geografie a diversa scala: la Capitale ieri, la Nazione oggi, l’Europa e il mondo nei prossimi anni.

Questa volta il progetto di Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri è dedicato al nostro Paese: Ritratto di una Nazione si compone di 20 pièce teatrali, commissionate ad altrettanti autori, uno per ciascuna regione, che affrontano e indagano la tematica del lavoro nelle sue diverse criticità, secondo il punto di vista di chi ce l’ha e di chi l’ha perduto o mai trovato. Un polittico etico, estetico, poetico che, per questa prima parte, presenta 11 “scene” dall’Italia di oggi: 11 tasselli – le prime 9 regioni, più un prologo scritto dal premio Nobel Elfriede Jelinek e un pezzo sulle lotte sindacali in Italia – per un’opera polifonica in forma di puzzle e montata in un unicum, grazie al lavoro del regista Fabrizio Arcuri, del dramaturg Roberto Scarpetti, alla colonna sonora live dei Mokadelic, al set virtuale di Luca Brinchi e Daniele Spanò.

Coinvolti nel progetto grandi drammaturghi e attori dall’interna Penisola, da Marco Martinelli a Michela Murgia, da Wu Ming 2 ad Alessandro Leogrande, da Giuseppe Battiston a Michele Placido. La Calabria sarà ritratta da Saverio La Ruina  in “30 minuti”, questo il titolo della pièce da lui scritta che interpreterà sul palco dell’Argentina. Un’attraversata urbana e storica, che vede impegnati due uomini, con partenza da via del Popolo a Castrovillari: l’uomo di oggi impiega 2 minuti, l’uomo del passato la percorreva in 30 minuti, una doppia velocità che rileva come siano cambiate le relazioni sociali anche grazie al lavoro. 

11 _ 16 settembre Teatro Argentina

 

 RITRATTO DI UNA NAZIONE – L’ITALIA AL LAVORO

Venti quadri teatrali dalle regioni del Paese

Prima parte

un progetto di Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri

regia Fabrizio Arcuri

dramaturg Roberto Scarpetti

colonna sonora composta ed eseguita dal vivo da Mokadelic

set virtuale Luca Brinchi Daniele Spanò

scene Andrea Simonetti

luci Giovanni Santolamazza

 

Prologo

Elfriede Jelinek - RISULTATO DA LAVORO

 

Testi

Marta Cuscunà - ETNORAMA 34074 (Friuli Venezia Giulia)

Davide Enia - SCENE DALLA FRONTIERA da Appunti per un naufragio (Sicilia)

Renato Gabrielli - REDENZIONE (Lombardia)

Saverio La Ruina - 30 MINUTI (Calabria)

Alessandro Leogrande - PANE ALL'ACQUASALE (Puglia)

Marco Martinelli - SALUTI DA BRESCELLO (Emilia Romagna)

Michela Murgia - FESTA NAZIONALE (Sardegna)

Ulderico Pesce - PETROLIO (Basilicata)

Vitaliano Trevisan - NORTH BY NORTH-EAST. Coffee shop e Start-up (Veneto)

Wu Ming 2 e Ivan Bentrari - MECCANICOSMO (lotte sindacali)

 

Interpretati da

Giuseppe Battiston, Francesca Ciocchetti, Roberto Citran, Maddalena Crippa, Gigi Dall’Aglio,

Michele Di Mauro, Davide Enia, Saverio La Ruina, Paolo Mazzarelli, Lino Musella, Filippo Nigro,

Gianni Parmiani, Ulderico Pesce, Michele Placido, Arianna Scommegna, Vitaliano Trevisan

e con

Antonio Bannò, Antonietta Bello, Giulio Barocchieri, Vincenzo D’Amato, Fonte Fantasia, Cosimo Frascella,

Alessandro Minati, Paolo Minnielli, Martina Querini, Stefano Scialanga, Francesca Zerilli

 

PRODUZIONE TEATRO DI ROMA – TEATRO NAZIONALE

PROGETTO SPECIALE MiBACT

Valeria Bonacci
Pagina 3 di 361
FreshJoomlaTemplates.com
Thursday the 21st. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.