– COMUNICATO STAMPA 

Lunedì 6 agosto alle ore 19,30 la riconsegna alla città della strada di accesso al santuario della Madonna del castello. Lo rende noto il sindaco che invita tutti i cittadini a partecipare a questo importante momento.
Con l'occasione il sindaco ringrazia l'Ufficio di direzione dei lavori, costituito dagli ingegneri Milione, Saraceni, Morrone, il geometra Martire, il responsabile unico del procedimento che è il tecnico del Comune, l’ingegnere Roberta Mari, l’ingegnere Capani e i rappresentanti dell'impresa Verbicaro.
L’Amministrazione ha invitato per l’evento i gruppi folclorici della città : “Pro Loco”, l'Associazione “Città di Castrovillari” e “I Castruviddari” (ma questi ultimi non potranno essere presenti), che vestiranno i costumi tradizionali per rappresentare anche la continuità e unitarietà di tali sentimenti i quali animano fortemente la popolazione che li conserva validamente attraverso i tempi.
“L’importante opera – ha dichiarato il Sindaco, Domenico Lo Polito, annunciando la riapertura- è parte integrante del programma che stiamo portando avanti, consapevoli del ruolo che svolge l’esistente per la nostra gente. L’Amministrazione comunale di Castrovillari, così, continua ad affrontare ed accompagnare le varie questioni per la loro soluzione, fondamentale per la crescita della comunità e l’inserimento dignitoso dei luoghi in quelle “Vie” regionali che ci appartengono e che caratterizzano storia, tradizione, religiosità ed identità con il costume e la cultura che li rendono. In questo ambito si muove – spiega- pure la convenzione che ho firmato con la Regione per il finanziamento del consolidamento riguardante il versante nord del Santuario della Madonna del Castello (interessato da movimento franoso) che porta in città la somma di circa 3milioni di euro. Fa parte della programmazione dell’Ufficio del Commissario per gli interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico in Calabria. Questa opportunità è la continuazione dell’altro impegno che ha messo in sicurezza la strada di accesso che porta al Santuario".
Il momento verrà caratterizzato pure dalla premiazione del concorso, indetto dall’Amministrazione comunale, dei murales che arricchiscono la strada di accesso al Santuario.
A tale momento parteciperanno il Vescovo della Diocesi di Cassano allo Jonio, mons. Francesco Savino, il Rettore del Santuario, Don Carmine De Bartolo e la preside del liceo artistico, Elisabetta Cataldi (che fanno parte della giuria del concorso dei murales) nonché l'Assessore regionale Roberto Musmanno.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

– COMUNICATO STAMPA 

Domenica 5 agosto torna a Saracena “La Notte del Fuoco”. La manifestazione, giunta alla sua seconda edizione e promossa dall’Amministrazione Comunale nell’ambito del cartellone estivo “SaraEstate 2018”, rappresenta il primo evento in Calabria incentrato sull’arte del fuoco; anche quest’anno tre rinomatissime compagnie, sotto la direzione artistica di Alessio Dantignana, si esibiranno in tre spettacoli diversi e trasformeranno le piazze cittadine in teatri fiammeggianti intrattenendo ed emozionando il pubblico.

Il fuoco, elemento simbolico presente in tutte le culture e tradizioni del mondo, affascina da sempre le fantasie dei più piccoli e sarà, per l’occasione, l’elemento centrale per far sciogliere i cuori di tutti presenti.

Si parte alle 21.30, in Piazza Castello, con Nulleamai in “Atanor il sogno alchemico”. Uno spettacolo con esercizi molto complessi e con strumenti e effetti completamente originali. L’artista con questo progetto cerca di superare i suoi limiti, condensando dieci anni di esperienza negli spettacoli con il fuoco intorno al mondo, destrutturando molte volte il suo bagaglio di conoscenze sulla manipolazione del fuoco e riplasmandolo ogni volta, inseguendo sempre originalità e creatività senza compromessi.

Dalle 22.00 in Piazza Mazziotti, Niandra riserverà al pubblico un “Appuntamento al Buio”, un divertentissimo spettacolo in cui Niandra, donna sola, impaziente e dalle strane abitudini, scende in piazza con un tavolino imbandito per due a lume di candela. E sarà proprio da quella candela che prenderà vita il suo “Appuntamento al Buio”, spettacolo di fuoco e teatro di strada nel quale si mescolano la manipolazione del fuoco, la simpatia e la spontaneità del clown, ed improvvise incursioni acrobatiche. Ovviamente il pubblico sarà chiamato a non essere semplice spettatore ma a dare una mano a questa divertentissima performer.

L’ultimo spettacolo, alle 22.30, in Piazza XX Settembre vedrà protagonisti i Quetzalcoatl con “Ritual de Fuego” e le loro entusiasmanti ed adrenaliniche danze azteche.
Si tratta di quattro percussionisti Maya, che con i loro movimenti ricordano la fierezza di antiche tribù centroamericane. Con i volti pitturati e i corpi scolpiti, sono protagonisti di un viaggio immaginario che conduce lo spettatore in Messico, in una alternanza di danze di venerazione del fuoco e di combattimento per scacciare i demoni.
Fuego, è un crescendo di ritmi tribali ed acrobazie con il fuoco di grandissimo effetto scenico e di fortissimo impatto emozionale.
Dopo lo straordinario successo riscosso in patria, i Quetzalcoatl decidono di farsi conoscere in Europa, dove ottengono sempre un’entusiastica risposta del pubblico.


Oltre agli spettacoli del fuoco, alle 21.00 in Piazza Mazziotti ci sarà un nuovo appuntamento di “Leggimi una Storia”, iniziativa riservata ai più piccoli ma vivamente consigliata agli adulti.
Alle 23.30, invece, in via Carlo Pisacane concluderà la serata il concerto dei Baboomba Band, The Original Tribute Band of Zucchero che ripercorrerà i successi più famosi ottenuti in tutto il mondo dall’artista.


--
Renzo Russo
Sindaco di Saracena (CS)

 

 

– COMUNICATO STAMPA 

Il “Consorzio di tutela e valorizzazione dei vini Cirò Doc e Melissa Doc”  ha il piacere di presentare la terza edizione del Cirò Wine Festival, un evento che rappresenta ormai il culmine delle attività di promozione delle DOC del territorio.  
 
“Il Consorzio quest’anno ha deciso di arricchire il collaudato format che ruota intorno alla Gran Degustazione del 10 agosto a Madonna di Mare con altre attività che riempiranno una due giorni (9-10 Agosto), in cui si darà l’opportunità a tutti gli appassionati di immergersi nel mondo dei vini del Cirotano”. È con queste parole che il presidente Raffaele Librandi introduce l’edizione 2018 del Cirò Wine Festival.
 
La prima novità di quest’anno è la possibilità, a partire dal 4 Agosto, di registrarsi attraverso il sito vinocalabrese.it e prenotare dei mini tour di tre/quattro aziende, della durata totale di tre ore circa, in cui si potranno visitare direttamente le cantine per approfondire meglio quelle che sono le peculiarità dei singoli produttori. Ci saranno infatti due tour paralleli, uno la mattina e uno il pomeriggio del 9. In ugual modo si procederà il 10. Si tratta quindi di un totale di 8 tour, effettuati con dei minibus, tra i quali poter scegliere.   
 
Il 10 Agosto invece, si svolgerà la mini Maratona del Vino, una gara podistica amatoriale, organizzata insieme all’associazione “Cirò Marina che corre”. Lo scopo è quello di promuovere il vivere sano ma anche e soprattutto di promuovere l’esperienza del territorio a passo d’uomo, in modo da coglierne appieno la bellezza, i dettagli e la ricchezza di diversità. 
La gara avrà inizio alle 18.30 e partirà da Madonna di Mare, dove, dopo un giro di circa 9 km per le campagne circostanti il gruppo farà ritorno e i primi tre classificati in ambito maschile e le prime tre in ambito femminile, verranno omaggiati di premi in vino. Per le iscrizioni si può scrivere all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 
Sempre il 10, a partire dalle ore 21.00, avrà poi luogo la tradizionale Gran Degustazione dei Cirò e Melissa Doc. Sarà un momento speciale in cui appassionati, consumatori e clienti professionali potranno assaggiare i vini del territorio e interloquire direttamente con i produttori in un clima di festa, ma con tutta la professionalità necessaria per valutare al meglio i vini in degustazione.
La serata sarà allietata dall’intrattenimento musicale di Emilio Spataro e della sua band oltre che dalle proposte gastronomiche a cura della Proloco di Cirò Marina.
 
Il supporto del Comune di Cirò Marina, insieme a quello delle associazioni locali già citate, della BCC (Credito Cooperativo) e del media partner del Consorzio, vino calabrese.it, sono stati essenziali per l’organizzazione di questa due giorni che rappresenta ormai un momento di raccolta per tutti i produttori e la loro voglia di presentarsi uniti e determinati al proprio territorio, per raccoglierne il supporto e muovere decisi verso la conquista di sempre più ampi spazi sul mercato nazionale ed internazionale.

– COMUNICATO STAMPA 

Tutto pronto a Morano Calabro per l’inaugurazione della nona edizione della Settimana della cultura calabrese, che quest’anno essendo itinerante si terrà in 4 luoghi diversi per un totale di 12 giorni di iniziative.

Si inizia oggi pomeriggio (venerdì 3 agosto 2018) con un omaggio floreale al busto bronzeo di don Carlo De Cardona; subito dopo l’inaugurazione, al Museo della pastorizia e dell’agricoltura, con i saluti del sindaco di Morano Nicolò De Bartolo, del presidente della Provincia Francesco Iacucci, di Roberto Coscia De Cardona per la famiglia di don Carlo De Cardona e di Maria Locanto presidente del “centro studi calabrese Cattolici Socialità Politica”. Seguirà il momento dedicato alla “cultura del ricordo”:quest’anno un grato pensiero all’editore Luigi Pellegrini e al teologo mons. Ignazio Schinella, parleranno don Ennio Stamile, referente regionale di “Libera”, e gli editori Walter Pellegrini e Mimmo Sancineto.

Subito dopo si passerà alla presentazione del primo quaderno “Studi e ricerche su don Carlo De Cardona”, curato da Demetrio Guzzardi; sono previsti gli interventi di: Romilio Iusi, Antonio Acri, Biagio Giuseppe Faillace e del vescovo di Cassano all’Jonio mons. Francesco Savino.

Alle 21.30 al castello normanno svevo inaugurazione della mostra fotografica e presentazione del volume di Mario Greco “Calabria storie di uomini e di terre”.

 

 

Di seguito la presentazione del presidente della Banca di Credito Cooperativo “Mediocrati”, Nicola Paldino, al primo quaderno “Studi e ricerche su don Carlo De Cardona”

 

 

UN PASSATO SEMPRE VIVO

di Nicola Paldino

Presidente Banca di Credito Cooperativo «Mediocrati»

 

Da sempre ho sentito parlare di don Carlo De Cardona, che fu un autentico apostolo del Vangelo, alla luce dell’enciclica Rerurm novarum di papa Leone XIII. Don Carlo De Cardona (Morano Calabro, 4 maggio 1871-10 marzo 1958) è l’emblema dei preti sociali calabresi a cavallo fra XIX e XX secolo; ha fondato leghe contadine ed operaie e istituzioni economiche, quali le Casse rurali, volte allo sradicamento dell’usura, che colpiva maggiormente i ceti più umili. Nel 1898 l’arcivescovo di Cosenza, mons. Camillo Sorgente, lo chiamò come suo segretario: da allora De Cardona cominciò ad interessarsi alle problematiche sociali, che affliggevano il territorio calabrese, quali l’asservimento delle fasce deboli del proletariato ai ricchi possidenti e la lotta contro lo strozzinaggio che ne derivava.

Nel 1898 fondò il giornale La Voce cattolica, nel 1901 l’organizzazione della Lega del lavoro, e nel 1902 diede vita alla Cassa rurale cattolica di Cosenza. Nel 1906, dopo un comizio a Bisignano, 16 audaci operai costituirono la locale Cassa rurale, di cui don Carlo divenne presidente del Collegio sindacale nel 1919. Durante il regime fascista la stragrande maggioranza delle sue istituzioni furono azzerate, ma il seme, se è stato ben piantato, appena può, trova la strada giusta per rinascere. E così è stato.

Nomi, situazioni, avvenimenti che riguardano De Cardona fanno parte indelebile del mio vissuto; per questo ho chiesto al Consiglio di amministrazione della BCC «Mediocrati» di aderire al progetto proposto dal Centro studi calabrese Cattolici socialità politica, di patrocinare questi nuovi quaderni decardoniani, per rinverdire la memoria di noi tutti e per stimolare i più giovani nella conoscenza del fondatore del movimento delle Casse rurali calabresi. I quaderni avranno una periodicità semestrale con il compito di pubblicare nuovi studi, ma anche di riproporre saggi – ormai introvabili nelle librerie, se non in qualche biblioteca – che hanno già scandagliato in lungo ed in largo il personaggio De Cardona e il periodo storico in cui ha operato. Una particolarità sarà lo spazio dedicato alle tesi di laurea su don Carlo, sono tante e tutte meritevoli di essere conosciute e di entrare a pieno titolo, nella già consistente bibliografia decardoniana.

Da qualche anno, dopo l’apertura della causa di beatificazione e canonizzazione di De Cardona (5 novembre 2010), si sta catalogando tutta l’attività che il prete di Morano portò avanti nelle sue tante battaglie. Un solo cruccio: che il prof. Luigi Intrieri, il maggior studioso di don Carlo De Cardona, sia tornato lo scorso anno alla Casa del Padre. La BCC «Mediocrati» nel 2013 gli aveva assegnato il premio Melagrana d’argento, riconoscimento destinato a chi opera a vantaggio della crescita collettiva; alla sua memoria viene dedicato questo primo quaderno, che esce durante la nona edizione della Settimana della cultura calabrese, che vuole ricordare i 60 anni dalla morte di don Carlo De Cardona e di don Luigi Nicoletti, l’altro grande sacerdote sociale cosentino, che con il loro entusiasmo e la loro fede, hanno illuminato la Chiesa calabrese. Far crescere e potenziare l’economia del cosentino, per un istituto bancario come il nostro, fondato da un sacerdote in procinto di essere beatificato – e ci auguriamo presto canonizzato – è una grande responsabilità, che tutti i giorni ci sollecita a guardare ad «un passato sempre vivo», come abbiamo intitolato qualche anno fa, il fumetto dedicato a don Carlo, voluto dal Club giovani soci della nostra BCC Mediocrati.

– COMUNICATO STAMPA 

Continua a Castrovillari l’iniziativa “Evasioni al Castello Aragonese” con la Rassegna cinematografica Sotto le Stelle- supportata dalla Gas Pollino e da Sinfony & Sinfony. Questa si avvale della direzione artistica di Rosanna Iannicelli. La manifestazione ad agosto offrirà altri appuntamenti serali come in calendario, sempre ad ingresso gratuito.
Sempre con inizio alle ore 21, nel Castello, il 2 sarà proiettato “Un’ottima annata” di Ridley Scott drammatico del 2008; il 7 sarà la volta di “Paz”, una commedia del 2002 di Renato De Maria; il 9 il drammatico – avventuroso del 2004 di Wes Anderson “Le avventure acquatiche di Steve Zissou”; ed il 28 agosto “Il diritto di Contare”, drammatico del 2018 di Theodore Melfi.
A settembre la rassegna il 4 offrirà “Alice in Wonderland” fantastico – avventuroso del 2010 per bambini di Tim Burton; il 6 settembre, invece, sarà la volta del “Il capitale umano” di Paolo Virzi, drammatico –thriller del 2013; l’11 verrà proiettato il fantastico del 2017 sempre per bambini “La Bella e la Bestia” di Bill Condon, e il 13 settembre il drammatico del 2017 “ Fortunata” di Sergio Castellitto.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(Giampiero Brunetti)

– COMUNICATO STAMPA 

Per rendere più fruibile la città di Castrovillari nelle serate in cui prendono vita manifestazioni, eventi ed appuntamenti previsti nel centro, il Comando della Polizia Municipale, su richiesta dell’Amministrazione comunale, ha previsto, con propria ordinanza, la n.99 che si può reperire anche sul sito on-line dell’Ente, l’istituzione temporanea di una zona a traffico limitato su via Roma nel tratto compreso tra Via Casini, Via del Popolo e Corso Garibaldi.
La determinazione, che si protrarrà sino al 9 di settembre, prevede il fermo veicolare dalle ore 18,30 di venerdì sino alle ore 7,30 di ogni lunedì e, dalle ore 18,30 del lunedì alle ore 7 del giorno successivo, dal lunedì al giovedì della stessa settimana.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Pagina 3 di 416
FreshJoomlaTemplates.com
Wednesday the 22nd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.