COMUNICATO STAMPA

La II e IV classe della scuola primaria “Istituto Vittorio Veneto” hanno fatto visita alla Biblioteca Civica “U. Caldora” per partecipare alle attività di lettura coordinate dallo scrittore cosentino Michele D’Ignazio, autore, tra le altre opere, di apprezzati libri come “Storia di una matita”, “Storia di una matita. A scuola” “Pacunaímba (L’avventuroso viaggio di Santo Emanuele” e “Dizionario per un lavoro da matti”, nonché di alcuni pregevoli documentari.   

Salutati dal sindaco di Castrovillari, avvocato Domenico Lo Polito, particolarmente soddisfatto dell’iniziativa (che «ben si colloca nel percorso di promozione culturale avviato dall’amministrazione comunale, anche attraverso le scelte fatte a sostegno della Biblioteca civica, del Museo Archeologico e della Pinacoteca “A. Alfano”»), e accolti nella sala 14 del protoconvento francescano dal personale addetto, i bambini hanno così potuto viaggiare in un mondo fantastico – uno di quelli che si possono incontare e visitare solo nella magia delle pagine di un libro –  ma anche conoscere o ritrovare i luoghi che oggi ospitano la Biblioteca “Caldora”: con cui, come ha detto il professor Giovanni Donato, direttore dell’Istituto Vittorio Veneto, presente all’evento, «una scuola deve interagire e cooperare, se pretende di avere un ruolo decisivo nella formazione civile dei cittadini presenti e futuri di una comunità, perché siano pronti a dare il loro contributo alla sua buona organizzazione e al suo buon funzionamento».

Antonello Fazio

COMUNICATO STAMPA

Per una pulizia, la più diffusa possibile. E’ con questo preciso intento che l’Amministrazione comunale di Castrovillari continua la sua azione per il decoro urbano.

Lo affermano il Sindaco, Domenico Lo Polito, e l’Assessore all’Ambiente, Pasquale Pace, i quali annunciano che “in seguito ad una precisa mappatura della città, grazie ai competenti Uffici municipali, verranno posizionati in settimana i cestini portarifiuti e spegni e riponi mozziconi di sigarette ( nel rispetto pure delle nuove normative in materia ambientale) che “aiuteranno”  i cittadini a mantenere ancora più puliti e  decorosi gli spazi ed i percorsi urbani”.

L’azione- fanno sapere- si affianca ad altre per l’ottimizzazione dell’esistente. Un intervento- asseriscono- programmato al fine di evitare che si buttino o abbandonino per terra, con superficialità e “poco” senso civico, piccoli rifiuti o mozziconi di sigaretta, pensando che, comunque, ci sarà sempre qualcuno che pulirà.

L’installazione dei piccoli contenitori, contro le cattive abitudini e per educare ad un corretto rapporto con  l’ambiente  i cittadini, fa parte dell’azione più ampia che si sta portando avanti- aggiungono-  e per assicurare una città bella da vedersi e godibile.” 

Tutto ciò - spiegano gli amministratori, concludendo-,  però, non può fare a meno, per realizzarsi, della preziosa opera collaborativa dei cittadini.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

Oggi al Senato si tiene un’importante confronto sui piani di sviluppo delle regioni meridionali tra Governo, regioni stesse, Sindacato confederale e Confindustria, alla quale parteciperà anche il Presidente della Regione Calabria in qualità di componente la Cabina di regia del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020.

Siamo molto perplessi rispetto alla enorme aspettativa che si è creata intorno a questo appuntamento da un lato, ma anche dopo le dichiarazioni del Presidente Oliverio, nella conferenza stampa di metà mandato, della disponibilità di 9 miliardi di euro nei prossimi anni e delle possibilità di sviluppo della nostra regione.

Certo il confronto, oltretutto con interlocutori nazionali è importantissimo, soprattutto in una fase, oramai abbastanza lunga, di grande disattenzione rispetto al Mezzogiorno, sia da parte del Governo che delle grandi aziende di caratura nazionale, partecipate o meno.

A nostro avviso non ci si rende conto che si è passati, nel giro di qualche anno, all’abbandono totale della programmazione e degli investimenti che riguardavano il Sud del Paese e che questo vero e proprio ritiro ha portato, a macchia di leopardo, ad una stagnazione dell’economia, ad una perdita complessiva di competitività delle aziende meridionali, ad un depauperamento del tessuto produttivo delle aree più a Sud del Paese.

La stessa teoria per cui il Mezzogiorno era l’area più in arretrato di sviluppo e, quindi, l’unica dove ci potevano essere progetti ed investimenti utili per la crescita complessiva del Paese, è stata cancellata da un periodo lungo di crisi economica mondiale, che ha fatto emergere nuove aree di disagio e di decrescita.

La centralità del Mezzogiorno rischia così di non esserci più sia per motivi oggettivi che per scarsa capacità politica.

Allora oggi non può bastare la riapertura di un confronto generico, di annuncio della quantità della spesa possibile, della riproposizione di una vecchia e ripetitiva politica del sostegno alle imprese per la creazione di occasioni di lavoro.

Intanto perché la spesa così fatta non ha migliorato occupazione e condizione di vita dei calabresi in tutti questi anni di intervento delle risorse comunitarie, fallendo di fatto, da noi più che altrove,  gli obiettivi strategici del sostegno alle aree in ritardo di sviluppo del cosiddetto Obiettivo 1.

Occorre cambiare rotta, dagli annunci alle politiche, dall’approccio clientelare e paternalistico, ad un vero e proprio progetto industriale che individui soggetti, territori, settori e filiere su cui investire e da cui recuperare crescita di un moderno sistema di imprese e dell’occupazione.

Agricoltura e agroalimentare, energia e sistemi ambientali, riassetto del territorio, trasporti e sistema delle comunicazioni, produzioni industriali con altissimo valore aggiunto, servizi alle persone, beni comuni e politica dell’accoglienza possono rappresentare un’agenda del fare, della possibilità di creare le condizioni di uno sviluppo sostenibile che faccia superare alla Calabria questa perseverante condizione di isolamento fisico, economico e culturale.

Per fare questo, però, c’è bisogno di energie, di piattaforme sulle priorità e sulle scelte da compiere o imporre, sul rilancio di una vera e propria vertenza Mezzogiorno e, al suo interno, di una evidenza calabrese, di una regione sempre più agli ultimi posti in Italia e in Europa.

Per raggiungere questi obiettivi occorre che ognuno faccia la sua parte, la politica, i soggetti sociali, il sistema delle imprese, le regioni. E’ giunto il momento di dire basta ad un ottimismo di facciata più utile alla “cucina interna” delle lobbies e delle correnti di partito, ma quanto meno fuori luogo in una realtà in cui le aree del disagio e povertà diffuse sono in aumento esponenziale.

Ci aspettiamo che per imporre idee e politiche adeguate alla gravità della situazione si aprano confronti e tavoli, ma che ci sia un forte sostegno delle popolazioni attraverso iniziative di lotta.

 

                                               Fernando PIGNATARO

                                                                   Coordinamento Sinistra Italiana CALABRIA

COMUNICATO STAMPA

Il consueto incontro, tra l’Amministrazione comunale di Castrovillari ed i cittadini , denominato “Democrazia e Partecipazione, il cui prossimo appuntamento avverrà sabato 11 marzo, è stato improntato, questa volta, sull’assetto urbano di alcune aree, tra necessità di risanamento, di pulizia, di miglioramento della qualità della vita, di regole e di educazione civica.

Gli interventi, rappresentati, ieri pomeriggio, nella sala consiliare del Palazzo di città,  sono stati aperti da Silvestro Carrieri,del Comitato di Quartiere n. 7, il quale  ha posto alcune questioni  relative:  all’area nord di Castrovillari,  tra corso  Calabria, via Falese, via Polisportivo, via dell’Agricoltura, via Veterani dello Sport, Via ss. Medici, mortificata da abbandono di rifiuti e lavori non ultimati; alla villetta situata all’incrocio tra via dell’Agricoltura e via dei Longobardi, richiedendo per questa se l’Amministrazione avesse intenzione di svolgere opere in economia al fine di riconsegnarla alla pubblica fruizione; e lumi sul vecchio immobile non ultimato, ubicato tra via dell’Agricoltura e via Polisportivo, di proprietà dell’Azienda sanitaria Provinciale per la quale ogni iniziativa –gli è stato spiegato- necessita di molte risorse e del coinvolgimento della proprietà.

Sulla prima e sulla seconda interrogazione l’Assessore ai Lavori Pubblici e Pianificazione Territoriale, Aldo Visciglia, ha spiegato, con una precisa cronistoria, che tali assetti fanno parte del Programma PRU, partito da un’azione di recupero urbano che dal 2008 ad oggi ha visto la realizzazione di 6 dei 10 progetti pubblici in capo all’Ente, che è al lavoro per riavviare i rimanenti (non conclusi per ragioni che coinvolgono anche soggetti terzi oltre che il Comune), con altri quattro interventi privati, in alcuni casi sospesi o non avviati. Anche la villetta su cui si chiede decoro - ha aggiunto-  è parte di questa azione da sviluppare e rendere, ma interventi differenti da quelli previsti a progetto richiedono autorizzazione da parte da parte del competente comitato. A tal proposito è stato assicurato che presto sarà predisposta un’informativa per spiegare ai cittadini il vero stato dell’arte e qual’è la causa di ciò che emerge. Per quanto riguarda,poi, la pulizia delle aree menzionate anche l’Assessore all’Ambiente, Pasquale Pace, ha assicurato un maggiore impegno che – ha affermato- non può fare a meno del senso civico dei cittadini affinché pulizia e decoro primeggino sugli abbandoni di rifiuti.

Più avanti, sollecitati da altri esponenti dei Comitati di quartiere, si è riparlato di via Camporota (chiusa al traffico in ambo i sensi) per la quale gli Assessori Francesca Dorato, alle Attività Produttive e Vice Sindaco, Visciglia, alla Pianificazione Territoriale, e Pace, All’Ambiente, hanno assicurato una nuova valutazione da parte degli Uffici preposti, con il Comando Vigili- circa le richieste- ,per calibrare ancora meglio le  priorità nonché le esigenze tecniche del tratto con la  necessaria sicurezza stradale dello stesso, rispettando le attività commerciali per le quali c’è massima attenzione. A seguire sono stati risollecitati interventi  circa il rispetto delle regole per l’occupazione di suolo pubblico e per rendere pedonale o meno- a seconda di cosa intenda fare l’Amministrazione a riguardo-   via Roma, la quale in  entrambi i casi- è stato sottolineato- necessita di regole certe e precise.

In merito a richieste d’informazione riguardanti le prossime bitumazioni stradali, l’Assessore Visciglia ha precisato che l’intervento era stato già programmato nel 2016 e investirà circa 150mila euro per essere realizzato nel prossimo aprile e per rendere la città ancora più vivibile e adeguata ad accogliere pure il grande evento che la vedrà,il prossimo 12 maggio,Tappa di partenza del 100Giro ciclistico d’Italia. Nel confronto non sono mancati richiami all’Amministrazione,da parte di qualche rappresentante di Comitato, sul ruolo che si dovrebbe far svolgere a tali organismi civici di base.

Al momento erano presenti oltre a cittadini e rappresentanti dei Comitati di Quartiere 3,4,5,7 e 8, Cristina Cosentino, collaboratrice del Sindaco e delegata al progetto "Verticalia-democrazia dal basso",  l’Assessore alle Politiche Sociali, Pino Russo, e il presidente del Consiglio comunale, Piero Vico.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

La solidarietà è ancora un tangibile messaggio di speranza per chi soffre disagi in seguito al suo stato e per chi condivide e partecipa a questo sguardo d’attenzione diffusa verso l’altro più debole.

Lo ha sottolineato implicitamente ed in tutta la sua forza il semplice gesto di chi ha donato liberamente  oggi a Castrovillari nella Giornata di Raccolta del Farmaco,  a cura della Fondazione  Bancofarmaceutico Onlus ed altri enti, per rendere più facile e veloce poter donare un medicinale a chi ne ha bisogno e non può.

202 medicinali raccolti dinanzi a quattro farmacie  (Filpo, Giannoni, D’Atri,  Blandi) da parte di 10 volontari è il dato- affermano loro stessi- di un altro momento d’adesione sentito al bisogno che ha contraddistinto pure il capoluogo del Pollino in questa scommessa a più voci  contro il disagio ed a sostegno di cittadini piu’ fragili che non hanno la possibilita’ di acquistare  farmaci.

Domenica, 12 Febbraio 2017 10:56

Carnevale di Castrovillari. Svelato il programma

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Una 59 sima edizione del Carnevale di Castrovillari  ricca di novità  quella che tra pochi giorni invaderà la città del Pollino.  La novità in assoluto, comunicata dal Sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, l’On. Dorina Bianchi, durante la conferenza stampa di presentazione del programma dell’evento carnascialesco è che,  il Carnevale di Castrovillari ha vinto il bando MIBACT per i Carnevali Storici. In sintesi, la Pro Loco, attraverso un progetto ideato e realizzato dall’europrogettista, la dott.ssa Anna Amato e da Francesco Varcasia, accederà al finanziamento di 1.000.000,00 di euro, messo a disposizione dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e verrà distribuito tra i Carnevali più importanti d’Italia quali, Viareggio, Venezia, Putignano,Acireale, Fano, Cento, solo per citarne alcuni e tra questi anche il Carnevale di Castrovillari.  Io spero ha concluso, l’on Bianchi che su questo Carnevale si continui a lavorare in sinergia con la Regione Calabria .

Una bella soddisfazione per la Pro Loco cittadina che da oltre 50 anni  organizza uno dei Carnevali più belli del meridione d’Italia. Un importante obiettivo raggiunto anche dalla città, ha rimarcato in conferenza stampa il direttore artistico Gerardo Bonifati, quello di essere stati  attenzionati dal MIBACT. Non ha mancato di ringraziare tutti i presidenti che in questi 59 anni si sono avvicendati alla guida dell’’Ente, sottolineando il grande intuito del prof Vigiano che ha dato inizio a questa tradizione carnascialesca senza tralasciare,  il mondo del volontariato che  con straordinaria professionalità rende sempre grande e importante il Carnevale di Castrovillari.  Entriamo a pieno titolo all’interno di quel gruppo di Carnevali prestigiosi, ha sottolineato il Presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli, che è quello dei “Carnevali  d’Italia”. Sicuramente davanti a noi abbiamo altri Carnevali che hanno tradizioni altrettanto prestigiose come la nostra, però ha concluso, noi ci sentiamo orgogliosi di far parte di questa grande famiglia, forte, nutrita e siamo veramente contenti di aver vinto questo bando. La presenza del sottosegretario Bianchi, ha sottolineato il Presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra,  è la testimonianza di un ulteriore impegno che abbiamo messo in campo, non per riaccendere i riflettori nazionali su una kermesse che di fatto li ha conquistati da tempo ma, oggi c’è questo rinnovato impegno del Governo Nazionale  a dare grande centralità a questa manifestazione  che è annoverata tra i grandi Carnevali del nostro Paese. Questo è sicuramente un motivo di vanto che deve inorgoglire gli organizzatori e tutto il nostro territorio e gli Enti che sostengono questo grande evento e farlo con la consapevolezza che ormai ogni edizione deve sempre arricchirsi di più.

Una edizione di transizione per che ci proietta verso la sessantesima, ha detto la Vicesindaco di Castrovillari , Francesca Dorato, noi come Amministrazione Comunale diamo l’impegno di prepararci sin da ora a lavorare per il prossimo anno. A riaffermare la vicinanza  della Provincia di Cosenza, la presenza del neo Consigliere Vincenzo Tamburi. Sicuramente, il mio impegno e quello del neo Presidente Iacucci, sarà quello di non  farà mancare il giusto contributo ad una manifestazione importante per tutto il territorio. Sarà un investimento per il  futuro, ripartendo  subito dopo la conclusione di questa edizione ad elaborare un programma ancora più fitto con la presenza della Provincia di Cosenza.

A fare gli onori di casa, il presidente del Circolo Cittadino, Angelo Giannoni che ha sottolineato la valenza dell’evento  e l’ottima organizzazione della Pro loco e quanto per i castrovillaresi sia importante il Carnevale.

Il programma è stato illustrato dal direttore artistico, Gerardo Bonifati, che si aprirà sabato 18 febbraio alle ore 21,00 nel Teatro Sybaris, con un spettacolo fatto di magia, danza, musica, ventagli, piume , lustrini e comicità,  “ Comedy & Burlesque” ideato da “V eventi” e dal castrovillarese, Francesco Pucci, con un passato professionale di tutto rispetto tra Mediaset e Magnolia dove è stato per anni produttore esecutivo e da  Alessandro Pavanelli e Daniele Ceva; spettacolo che vedrà la partecipazione di due comici di rispetto; Nando Timoteo di Colorado e Francesco Rizzuto di Zelig detto Ciccio e due performer di burlesque, Artisia Starlight e Miss La Mousse. Il Carnevale entrerà nel vivo giovedì grasso 23 febbraio con l’incoronazione di “Re Burlone” a cura della compagnia teatrale “ I Pirrupajni” e  con il corteo storico  della Festa della Bandiera di Morano Calabro, per l’occasione a portare i saluti in conferenza stampa, il Sindaco, Nicolò De Bartolo. Presente anche quest’anno “Calabria Sona” con 3 appuntamenti per far divertire e per promuovere la musica MADE IN CALABRIA.  Antonio Grosso , gli “AMAKORà“, CICCIO NUCERA BAND”  e “CLAUDIO CAVALLO Mascarimirì”, durante le serenate tradizionali, ed ancora cultura con il focus di approfondimento sulla “Puglia”, curato dall’Accademia Pollineana, sport, gastronomia, mostre ma soprattutto,  tanto divertimento. E poi la danza, impreziosita dalla  presenza di una vera e propria icona, a livello mondiale, della danza sportiva: la famosissima Carolyn Smith, personaggio di punta, tra le altre cose, della fortunata trasmissione  di Rai 1 condotta da Milly Carlucci, “ Ballando con le stelle”; senza dimenticare le sfilate clou della manifestazione, quella di domenica mattina con la “ Parata della Gioia”, del pomeriggio che vedrà sulle principali strade cittadine un serpentone colorato di figuranti e carri allegorici e quella conclusiva di martedì grasso.

Un plauso alla Scuola professionale di danza “ Progetto danza” e alle allieve della maestra Tilde Nocera che hanno aperto la conferenza stampa con una coreografia a carattere carnascialesco che ha coinvolto il pubblico presente.

Per chi volesse sostenere l’evento, lo può fare attraverso la “Lotteria del Carnevale”,  sponsorizzata da “Paponetti Gioielleria” di Castrovillari   e distribuita dalla nascente delivery agency  “ Tic Toc” di due giovani castrovillaresi, Giovanni De Santo e Fernando Loricchio.

E che la festa abbia inizio. Buon Carnevale a tutti.

L’ evento è organizzato dalla Pro Loco cittadina in collaborazione con la locale Amministrazione Comunale,  la Regione Calabria, il Parco Nazionale del Pollino, la BCC Medio Crati di Rende, la Gas Pollino , patrocinata dalla Provincia di Cosenza e sostenuta da numerosi sponsor privati che da anni credono nella manifestazione ed impreziosita dai brand A.C.T. ( Ambiente, Cultura,Turismo) e da “ Castrovillari Città Festival”.

 

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Pagina 3 di 322
FreshJoomlaTemplates.com
Saturday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.