– COMUNICATO STAMPA –
 
La preziosa terra del Cirotano ha vinto l'ottava edizione del Premio al Territorio, il riconoscimento che Vinarius attribuisce un particolare ambito geografico in virtù della sua vocazione vitivinicola, del suo paniere agroalimentare, dello sviluppo sostenibile, della tradizione, della storia e della sua accoglienza turistica. 
L'area vitata del Cirò è una fra le più prestigiose della Calabria; una tradizione millenaria la lega alla produzione vinicola in un ambiente unico al mondo che da una parte abbraccia il mare e dall'altra è stretto fra le montagne, come spiega Raffaele Librandi, Presidente del Consorzio del Cirò. 
 
“Sono particolarmente felice che l’associazione abbia scelto per l’8a edizione il territorio Cirotano - dichiara Librandi - per portarlo all’attenzione del pubblico di consumatori e appassionati del quale parleremo per tutto il prossimo anno. Ritengo importantissima questa scelta di riscoprire grandi territori di cui l’Italia è ricca, soprattutto in questo momento storico, per sostenere il settore e i giovani imprenditori dell’agroalimentare e turismo”.
 
Vinarius, l'Associazione delle Enoteche Italiane, rinnova anche quest’anno il suo impegno nella promozione e nella valorizzazione del patrimonio paesaggistico ed enogastronomico italiano e dal palco del Teatro Puccini, durante il Merano Wine Festival, il Presidente, Andrea Terraneo, ha esposto la motivazione con la quale è stata premiata la terra del Cirò: “Sorprendenti contrasti la caratterizzano e aspre contraddizioni ne fanno il concentrato di mare, terra e vento magicamente fuse e sapientemente domate nel tempo dall'uomo che le ha trasformate in arte, storia e cultura di cui la magna grecia è  un patrimonio trasmesso di generazione in generazione”.
 
L’annuncio di oggi è solo l’inizio di un cammino fianco a fianco fra Vinarius e l'area del Cirò: il Premio al Territorio prevedrà nei prossimi mesi un viaggio studio delle Enoteche Vinarius nel territorio premiato e la degustazione in contemporanea in tutte le enoteche dell’Associazione.
 
 
VINARIUS è l’associazione delle enoteche italiane che, ad oggi, conta un centinaio di locali sul territorio nazionale e una decina in tutto il mondo, impegnati nella promozione della cultura del vino italiano. L’associazione, nata nel 1981, si occupa in concreto della formazione dell’enotecario, dei suoi collaboratori e dipendenti, degli aggiornamenti professionali, individuando e ponendo in essere tutta una serie di attività che vanno dall’organizzazione di viaggi studio a stage di approfondimento nei vari luoghi di produzione, partecipando attivamente a convegni, mostre, fiere, manifestazioni di vario genere.

 

– COMUNICATO STAMPA –

Un workshop su due temi attualissimi ma anche il battesimo di Confapi segreteria di Crotone. La sede della CCIAA nella città pitagorica ha ospitato il workshop “Fatturazione elettronica e GDPR”, organizzato da Confapi, con il patrocinio di KappaService, Camera di Commercio e Ordine dei Commercialisti- in cui si è discusso del nuovo regolamento sulla privacy e della nuova normativa in materia di fatturazione elettronica.

Al convegno sono intervenuti il Vice presidente nazionale di Confapi, Francesco Napoli; Fabio Pisciuneri, responsabile regionale Confapi per l'internazionalizzazione; Alfio Pugliese, Presidente della Camera di Commercio di Crotone e Gianfranco Virardi, Presidente KappaSErvice Srl. Crotone. Su un piano tecnico-operativo,  Domenico Arcuri, Presidente dell'Ordine dei Commercialisti di Crotone, dell'avvocato Manola Sansone e di Salomone Masci, partner Passpartout hanno presentato una soluzione informatica sui due temi trattati.

«Siamo convinti che le nostre aree industriali possano essere trasformate in posti migliori” - così Francesco Napoli, Presidente di Confapi Calabria e vicepresidente nazionale. “L'area industriale di Crotone può e deve diventare polo di attrazione per le aziende produttrici. A questo obiettivo mira il  rapporto costruttivo con il presidente dell'Ordine dei commercialisti. Il nostro impegno è quello di batterci affinché venga applicata anche un'altra normativa europea, il pagamento tra privati, che sarà il nostro cavallo di battaglia. Viene completamente disattesa la direttiva europea 2011/7/UE che stabilisce i tempi entro i quali le fatture devono essere regolate (60 e 30 giorni) e prevede sanzioni pecuniarie nel caso non vengano rispettati”.

“Le Pmi di Crotone ora hanno una casa”. Con grande entusiasmo Fabio Pisciuneri, che in Confapi Calabria guida il settore internazionalizzazione, ha salutato il numeroso pubblico presente e partecipe al dibattito.  “Crotone ha bisogno di un nuovo rinascimento – ha aggiunto – e le imprese di Confapi sono pronte, col medesimo dinamismo della casa madre, a dare nuovo slancio allo sviluppo che questa città e il suo territorio, per la vocazione imprenditoriale che esprimono, meritano a pieno titolo”.

COMUNICATO STAMPA

La notizia apparsa oggi sulla stampa circa la non collaudabilità delle sale operatorie dell’Ospedale di Castrovillari, inaugurate nel giugno 2012 dall’allora Governatore/Commissario regionale alla Sanità, Giuseppe Scopelliti, è una notizia che la comunità  del capoluogo del Pollino  conosceva sin dal marzo 2018 allorché, in una riunione del Comitato Territoriale per la Tutela della Salute,  il direttore generale dell’ASP  di Cosenza consegnava  copia  della comunicazione  del collaudatore delle stesse.

Qualche giorno dopo, in occasione del Consiglio comunale del 23 marzo scorso, tale situazione fu rappresentata  nell’assise aperta, tenutasi  alla presenza dei rappresentanti  dell’Azienda Sanitaria Provinciale tra i quali l’ingegnere Abate.

Da quella data, però,  iniziò  una nuova fase  in quanto  la direzione  dell’ASP diede incarico all’ingegnere Braile d’indicare i lavori da effettuare per rendere  collaudabili le suddette sale operatorie.

Detta relazione fu consegnata ai vertici dell’ASP i quali adesso dovranno  porre in essere , con tempestività, tutti quegli interventi necessari a rendere dapprima collaudabili e poi funzionanti  le quattro sale operatorie.

Questo l’obiettivo prioritario  che deve perseguire oggi la politica per  rendere immediatamente  esigibili le prestazioni che sale operatorie , all’avanguardia, possono fornire.

A margine, per tutte le altre  azioni  d’individuazione dei responsabili, che hanno determinato tale grave situazione in questi anni di cui si chiede che vengano  accertati, errori, violazioni ed omissioni sia in sede  contabile che in quella giudiziaria, l’Amministrazione  comunale di Castrovillari  non esiterà a  costituirsi  parte civile  qualora dovessero essere attivati eventuali procedimenti penali.

Oggi, però, si ribadisce l’obiettivo da perseguire con immediatezza: è l’esecuzione di quegli interventi , necessari a rendere funzionanti le quattro nuove sale operatorie, troppe volte inaugurate e mai completate.

 

Il Sindaco

 Domenico Lo Polito

COMUNICATO STAMPA

Nelle scorse ore la Corte dei Conti – Sezione Regionale di Controllo per la Calabria, ritenendo insufficienti gli elementi integrativi forniti dagli uffici comunali nelle controdeduzioni alla propria deliberazione n.96/2017, ha inviato al Comune di Saracena una nuova deliberazione, la n.141/2018, con la quale “si evidenziano le irregolarità e le criticità ritenute pregiudizievoli o comunque sintomatiche di inefficienza della gestione finanziaria dell’Ente” e, a conclusione dell’attività istruttoria, ha accertato:

“1. ai sensi dell’allegato 1, punto 5, del D.lgs. n. 118/2011, la violazione del principio di veridicità ed attendibilità del bilancio il cui rispetto costituisce il presupposto ineliminabile per ogni valutazione ulteriore di competenza di questa Corte;
2. ai sensi dell’articolo 148-bis del D.Lgs. 267/2000, le gravi irregolarità e criticità elencate nella parte motiva, che si ritengono suscettibili di produrre squilibri economico-finanziari, attesa la violazione delle norme poste a garanzia della regolarità della gestione finanziaria.”
 

La Corte ha, quindi, disposto che il Comune di Saracena adotti le misure consequenziali entro il termine di 60 giorni dalla ricezione della deliberazione.

Quanto descritto dalla Corte dei Conti non fa altro che confermare la mala gestione dei conti pubblici sotto l’amministrazione a guida Gagliardi nel periodo 2014/2015. Il Consiglio Comunale, dunque, sarà chiamato ad ottemperare a quanto prescritto dalla Corte al fine di mettere al sicuro i conti del Comune senza arrecare ulteriore pregiudizio ai cittadini. Nelle prossime ore il Presidente del Consiglio Comunale invierà la deliberazione della Corte a tutti i consiglieri per renderli consapevoli delle gravi criticità evidenziate. L’Amministrazione Comunale informa sin da ora che azionerà ogni mezzo a sua disposizione affinché possano essere accertate tutte le eventuali ulteriori responsabilità di questa cattiva gestione dei conti comunali. I rilievi mossi dalla Corte dimostrano, ancora una volta, che l’amministrazione della cosa pubblica deve avvenire nel rispetto della legge e dei cittadini. Cosa, evidentemente, non avvenuta negli anni scorsi.

Renzo Russo

– COMUNICATO STAMPA –

Si è svolta la cerimonia di consegna dei premi del 1° Concorso Fotografico organizzato dal Fai – Pollino sul tema: “Angoli nascosti e realtà dimenticate nel Parco Nazionale del Pollino” alla presenza del presidente del Circolo Cittadino Antonino Ballarati, del presidente dello stesso Parco Domenico Pappaterra, del capo delegazione Fai – Pollino Donatella Laudadio e di numerosi docenti e dirigenti scolastici i cui alunni hanno partecipato a questa importante iniziativa. Nel suo indirizzo di saluto il presidente del Circolo Cittadino ha tenuto a sottolineare l’importanza delle finalità che animano il Fai per la valorizzazione ed il recupero dei beni ambientali del nostro territorio. Da parte sua il capo delegazione del Fai Pollino Donatella Laudadio ha messo in risalto quelle che sono le linee di indirizzo del sodalizio da lei rappresentato per fare in modo che ogni singolo bene possa essere fruito, ammirato e valorizzato da tutti. Il presidente del Parco Nazionale del Pollino Domenico Pappaterra ha invece evidenziato le azioni messe in campo dall’ente per lo sviluppo e la conoscenza degli angoli più belli dei nostri borghi, per accrescere l’interesse verso questi luoghi, per fare conoscere ed apprezzare tutte le risorse dei prodotti agroalimentari che ogni comunità custodisce gelosamente. “E’ un lavoro certosino che stiamo facendo da tempo – ha aggiunto Pappaterra – e che ora comincia a dare i suoi frutti grazie anche alla collaborazione delle singole realtà locali.” La relazione è stata tenuta dal delegato all’Ambiente del Fai Pollino Franco Caruso che ha curato anche le singole modalità del concorso il quale ha sottolineato lo scopo della iniziativa tesa a far conoscere sempre più e sempre meglio gli angoli nascosti e le bellezze naturalistiche dell’intera area del Pollino, anche per accrescere l’interesse dei giovani verso queste problematiche. Particolari apprezzamenti sono stati rivolti alla delegata alla scuola del Fai Pollino Maria Lucilla Aprile per l’impegno nella divulgazione nei vari istituti scolastici del concorso.

Si è proceduto quindi alla premiazione dei primi dieci classificati che hanno ricevuto coppe e targhe, mentre un attestato è stato consegnato a tutti i partecipanti.

1° classificato Alessandra Galizia del Liceo Classico premiato dal fotografo Gaetano Gianzi; 2° classificato Angelica Gaetani del Liceo Classico; 3° classificato Maria Francesca Iannelli del Liceo Classico; 4° classificato Alex Lo Prete dell’Istituto Tecnico Fermi; 5° classificato Chiara Di Lorenzo del Liceo Classico; 6° classificato Giuseppe Emanuele Rugiano del Liceo Scientifico; 7° classificato Lorenza Rende dell’Istituto Alberghiero; 8° classificato Anna Sola del Liceo Classico; 9° classificato Sofia Martire del Liceo Classico; 10° classificato Francesco Maradei del Liceo Scientifico.

Mario Alvaro
Delegato alla Comunicazione Fai Pollino

– COMUNICATO STAMPA –

Mattinata dedicata al ricordo dei Caduti di tutte le guerre, quella di oggi [avantieri, martedì 6 novembre, N.d.R.] ad Oriolo. Nei pressi del Monumento nella piazzetta vicino il Municipio si sono riuniti i bambini della Scuola Primaria che con tanto di coccarda tricolore sul grembiule hanno recitato parole in versi in ricordo dei caduti della Prima Guerra Mondiale, di cui quest’anno ricorrono i cento anni dall’armistizio del 1918 che vide la resa dell’impero austro ungarico e la conseguente vittoria dell’Italia.

Per l’Amministrazione Comunale di Oriolo – che annovera 66 cittadini tra i caduti della Grande Guerra – hanno presenziato alla cerimonia il sindaco Giorgio Bonamassa e il consigliere comunale Domenico Bonamassa. Presenti oltre ai Vigili Urbani anche i Carabinieri e i Carabinieri Forestali delle caserme di Oriolo. Ospite della commemorazione il sindaco di Nocara, Francesco Trebisacce che assieme al collega padrone di casa Giorgio Bonamassa ha deposto la corona di allora ai piedi del monumento, dopo aver portato entrambi il saluto istituzionale. Il professor Vincenzo Toscani ha letto la relazione dal taglio storico.

Doveva essere presente anche Livio Allisiardi, il primo cittadino di Costigliole Saluzzo (Cuneo), cittadina gemellata con Oriolo proprio nel ricordo di un evento bellico come l’eccidio di Ceretto del 1944 dove persero la vita 27 civili innocenti trucidati dai nazi-fascisti. E tra questi vi erano anche due cittadini oriolesi. Purtroppo il sindaco di Costigliole Saluzzo ha dovuto anticipare il suo rientro in sede per la scomparsa della madre. Messaggi di cordoglio da parte dell’Amministrazione Comunale di Oriolo e di tutta la comunità. A margine della giornata di oggi, il vicesindaco di Oriolo con delega alla Cultura, Vincenzo Diego ci ha tenuto a ricordare il testo di recente pubblicazione “Oriolo – I caduti della Grande Guerra (1915-1918)”, ringraziando l’autore Antonio Gerundino.

Vincenzo La Camera, giornalista
Comunicazione Istituzionale Comune di Oriolo

Pagina 16 di 441
FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 16th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.