− COMUNICATO STAMPA −

Dopo l’affollatissima data del Peperoncino Jazz Festival continua la rassegna “Il giovedì che ci piace” che sta richiamando tanto pubblico nel live club castrovillarese

Rivalutare e rivisitare il patrimonio linguistico musicale dei brani appartenenti all’intera area del massiccio del Pollino e della tradizione calabro – lucana è l’intento sul quale si fonda il progetto dei Radiolausberg che calcheranno il palcoscenico del Déjà Vu Garden il 20 luglio. Dopo la tappa del Peperoncino Jazz Festival che ha scelto il live club castrovillarese come prima data per la cinque giorni programmata nella città del Pollino, la rassegna Il giovedì che ci piace continua con un nuovo appuntamento dando spazio al progetto dei Radiolausberg nato nel 2014 il 20 luglio a partire dalle ore 22.00

L’idea del nome RL deriva dalla voglia di trovare una denominazione adatta al concetto di gruppo progetto che meglio esprime i valori come il forte senso di appartenenza alle proprie radici e che meglio veicoli il concetto di base del pensiero del gruppo: libertà, collaborazione, contaminazione, umiltà e naturalezza nel comporre e fare musica.

Radio lausberg è un modo d’essere e di pensare oltre ad essere un laboratorio in constante movimento dove idee e musicisti sono legati dagli stessi gusti, dagli stessi ideali e dalla voglia di fare musica, non dimenticando mai le origini umili e di campagna.

Poliedricità è l’essenza ed il corpus dell’ensemble che sposa diversi generi musicali, passando dall’acustico al popolare a quello colto, non disdegnando le sonorità elettriche e sperimentali. 

Vincenzo Alvaro
- giornalista - 

− COMUNICATO STAMPA −

Nella “Grande raccolta della Corsa Rosa”, come l’hanno battezzata gli organi d’informazione, Castrovillari s’impone tra le più attive nel progetto ecosostenibile dedicato all’ambiente e alla raccolta differenziata durante la centesima edizione del Giro d’Italia.

“Così dopo il ringraziamento da parte dell’Organizzazione del Giro d’Italia per il supporto organizzativo, l’accoglienza e il calore trovato e ricevuto a Castrovillari, 7^ Città Tappa del Giro , da cui i ciclisti hanno raggiunto Alberobello, in Puglia, il capoluogo del Pollino , il 13 luglio scorso , nel Centro Congressi Eataly Smeraldo di Miano, ha ottenuto il riconoscimento per essersi piazzato tra i primi nella graduatoria –dei luoghi di partenza- che meglio hanno risposto al progetto Ride Green, iniziativa di eco sostenibilità legata al Giro d’Italia.”

Lo richiama, al di là delle tante notizie rilanciate in questi giorni ed a più livelli, immediatamente dopo la conferenza stampa svoltasi nel capoluogo lombardo con la presentazione dei risultati e le premiazioni dei Comuni virtuosi, la stessa Amministrazione Comunale che, per il particolare evento, opportunamente ha inviato, a ritirare il premio, l’Assessore all’Ambiente , Pasquale Pace.

La consegna ha riguardato quelle Città di Tappa che si sono distinte per aver raggiunto una elevata percentuale di raccolta differenziata durante le giornate della manifestazione sportiva partecipando al concorso, organizzato da RCS Sport ed E.R.I.C.A. .

L’iniziativa era finalizzata a ridurre l’impatto ambientale in tutti i luoghi che accoglievano la Carovana, e Castrovillari si è classificata al secondo posto “grazie ad un più che soddisfacente risultato pari all’ 84% - spiega l’Assessore Pace- di raccolta differenziata” nella Categoria e tra le 21 che accoglievano la partenza.

Per l’amministrazione comunale “questo risultato si è potuto ottenere per la preziosa collaborazione di quanti, a diverso titolo, hanno a cuore le problematiche ambientali; in particolare gli ispettori volontari, che sono stati impegnati in prima linea nella corretta gestione delle postazioni di raccolta installate per l’evento, i responsabili ed i dipendenti dell’Ufficio Ambiente, che hanno coordinato le operazioni sul territorio con puntualità e precisione, e la ditta Calabra Maceri che, attraverso i suoi operai, ha offerto un particolare sostegno prima, durante e dopo l’evento per fare in modo che a poche ore dalla fine della Tappa tutto fosse in ordine e pulito come prima che la città venisse invasa da migliaia di persone.

Abbiamo sperimentato- ha richiamato l’Amministrazione- come le cose possano funzionare e diano frutti, che diventano anche esempio, soltanto se si lavora insieme perseguendo degli obbiettivi comuni che facciano riscoprire il senso nel condividere non solo gli spazi ma anche i momenti.

“Quanto è stato assaporato durante la Tappa e offerto da questo importante riconoscimento di valore sociale ed ambientale- sottolinea il Sindaco, Domenico Lo Polito- saranno lo stimolo per continuare e fare meglio nelle prossime sfide che potremo affrontare solo con l’aiuto e la partecipazione di tutti.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Comunicato Stampa

Si svolgerà nei giorni 6-11 Agosto 2017 la undicesima edizione del CALABRIA FESTIVAL, Festival Internazionale del Folklore itinerante patrocinato dal CIOFF®, partner ufficiale dell’UNESCO.

A sostenere la manifestazione, organizzata dall’Associazione Culturale “Calabria Festival” presieduta da Vincenzo Piovaccari e diretta da Bruno Daniele, ci sono le Attività Commerciali, l’Ente Parco Nazionale del Pollino, i Comuni di Acquaformosa, Laino Borgo, San Basile, San Marco Argentano, Morano Calabro e San Sosti.

Parteciperanno al Festival gruppi provenienti da CILE-GEORGIA-ITALIA-UCRAINA, coordinati per il tour italiano da Leonardo D’Agostino, membro d’onore della Sezione CIOFF ® Italia. Un punto interrogativo -ancora- sulla effettiva partecipazione al Festival di un gruppo del TOGO al quale l’Ambasciata Italiana pare non voglia rilasciare il visto d’ingresso nel nostro Paese.

Quest’anno la manifestazione si avvale dell’importante collaborazione sia del Gruppo Folk “’A pacchianeddra sansustisa” di San Sosti, diretta da Pasquale Ranuio, sia della Compagnia Folklorica Provinciale “Calabria Citra” presieduta e diretta da Remo Chiappetta e Luigi Stabile.

La Direzione Artistica del CALABRIA FESTIVAL è affidata alla dott.ssa Rosanna D’Agostino, membro della Commissione Culturale del CIOFF ® mondiale e Presidente del Gruppo per le Attività Culturali (Commissione Culturale) della Sezione CIOFF® Italia.

Durante il Festival, oltre agli spettacoli di folklore internazionale, ci saranno momenti di animazione e sfilate, visite guidate alla scoperta del territorio del Parco Nazionale del Pollino, momenti di preghiera, scambi dei doni, i laboratori musicali curati dai musicisti castrovillaresi Gabriele Perrelli e Roberta Russo, la sagra dei maccarruni e purpetti.

Si comincia giorno 6 Agosto ore 21.30 ad Acquaformosa con lo spettacolo di folklore internazionale curato dal gruppo Savutich di Zaporizhia-UCRAINA, valorizzando il territorio del Parco Nazionale del Pollino e coinvolgendo la comunità italo-arbëreshë ben nota in Calabria, e nel resto del Paese, per aver fatto dell’accoglienza dell’altro uno stile di vita.

Per ulteriori informazioni: https://www.facebook.com/Calabria-Festival-902790996401482/?ref=ts&fref=ts

 

L’Associazione Culturale “CALABRIA FESTIVAL”

 COMUNICATO STAMPA

 Disponibile in libreria il secondo volume de  Le leggende popolari del Pollino curato da Ines Ferrante per Promoidea Pollino. Il libro contiene oltre ottanta nuove leggende popolari del territorio sovrastato dalla catena del Pollino, raccolte, come dice l'editore nella sua prefazione come all'interno di «un piccolo museo in cui l’autrice, oltre che della documentazione, si avvale della sua creatività nel saper gestire con disinvoltura una copiosa eredità di indizi[...]». Anche questo secondo volume si arricchisce al suo interno di una serie di illustrazioni a firma di Anna Nigro, autrice anche dell'immagine di copertina, con il lavoro grafico di Elmira Boosari. Ines Ferrante racconta ancora una volta una terra ricca di storie leggendarie e di superstiziose credenze, una terra di grotte e di castelli, di misteri e di segreti, dove anche il mare, poco lontano, è memoria antica di saghe e di eroi e tenta di immortalare, anche attraverso molti racconti orali, i paesaggi, gli angoli caratteristici, le ambientazioni e gli scenari che fanno da sfondo alle storie raccolte che, rispondendo fantasiosamente ai tanti perché di un popolo, celebrano fatti e personaggi che hanno fatto la storia di quel popolo, spiegano eventi, rituali e regole di cui non si comprende il senso e servono «a scacciare alcune paure ancestrali, a rallegrare i bambini, a trasformare una persona in un eroe, a spiegare l’inspiegabile, a rendere più interessante un aspetto noioso della realtà e a insegnarci a vivere in armonia tra di noi e con la natura che ci circonda». L'autrice dedica questa seconda pubblicazione a tutti i lettori che hanno letto avidamente e apprezzato la prima e afferma: «ogni leggenda è la memoria stessa di un popolo, di una comunità ed è da preservare. Ecco perché le ho raccolte: per custodirle, tutte assieme, in questo secondo volume» 

COMUNICATO STAMPA

Tutto è pronto a Castrovillari per ospitare la XII edizione di “ Suoni” Festival Etno Jazz; evento nato dodici anni fa con l’intento di regalare a tutti novità assolute: la prima è la rara opportunità di ascoltare e apprezzare artisti straordinari di riconosciuto valore, capaci di rappresentare con progetti originali carichi di affascinanti contaminazioni etno-jazz, l’arte e la cultura dei rispettivi paesi di appartenenza; la seconda, e forse la più importante, valorizzare i musicisti della nostra terra, dando loro la possibilità di condividere palco e musica con artisti di assoluto valore. Una manifestazione nata per richiamare il ruolo della mediterraneità e delle contaminazioni tra generi musicali intramontabili. L’evento è organizzato dalla Pro Loco cittadina, con il contributo del Comune di Castrovillari, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco Nazionale del Pollino, in collaborazione con la FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari) e con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di numerosi sponsor privati. Anche quest’anno, il festival che si svolgerà tra il Castello Aragonese e il Protoconvento francescano, nel cuore della Castrovillari storica, vedrà alternarsi nelle due location, artisti di caratura nazionale ed internazionale e sarà suddiviso in due momenti; il primo riguarderà la danza popolare affidate a  , ESTADANZA”; incontri, scambi e corsi di musica popolare a cura dell’Associazione Culturale TARANTA Tradizioni Popolari con la supervisione di Lega Danza UISP. I corsi saranno tenuti dal prof Pino Gala, ricercatore etnocoreologo, antropologo della danza che nel 1987 ha fondato l’Associazione Culturale “ Taranta” e dal 96 dirige la prima Scuola Nazionale di Formazione per insegnanti di danza popolare, i corsi  saranno gratuiti per i residenti e si svolgeranno dal 23 al 30 di Luglio.  L’intento è quello di mantenere vivi balli e musiche tradizionali e soprattutto quell’atmosfera festosa tipica della tradizione popolare. La seconda parte del  festival “ Suoni” è in programma dal 26 al 30 di Luglio 2017 e sarà opportunità d’incontro e scambio, di apertura e condivisione delle esperienze; spazio aperto a tutti, “luoghi emozionali” dove chiunque, dai bambini agli anziani, potrà  “agire”. Sette giorni da vivere intensamente tra musica, storia e cultura.

La presentazione dell’evento avrà luogo lunedì 17 alle ore 11,00 presso Palazzo di Città (sala giunta); in quella occasione saranno svelati gli artisti presenti a questa edizione.

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA Communication

Martedì, 11 Luglio 2017 14:44

Il Peperoncino Jazz Festival al Déjà Vu Garden

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

La manifestazione jazzistica più importante di Calabria sceglie il live club castrovillarese per la prima data nella città del Pollino. Un riconoscimento al valore della proposta musicale del green garden music club immerso nella campagna di contrada “vigne”

Riconoscimento importante per il live music club Déjà Vu Garden. Il Peperoncino Jazz Festival edizione 2017 ha scelto il locale immerso nella campagna castrovillarese come sede del primo concerto che vedrà protagonista la città del Pollino. Nella programmazione de Il giovedì che ci piace, la proposta estiva che sta riscuotendo sold out tappa dopo tappa, il 13 luglio a partire dalle ore 22.00 arrivano i Groovin’ High, quartetto nato dall’incontro romano di due talentuosi musicisti calabresi (Roy Panebianco – chitarrista già applaudito con Gegè Telesforo, Marcello Rosa, Daniele Scannapieco, Leo Corradi, Crystal White, Jenny B. ecc. - e il contrabbassista Sasà Calabrese – collaboratore di grandi nomi del jazz italiano, nonché di artisti del calibro di Mariella Nava, Mario Venuti, Joe Amoruso, Linda ecc.) con il portentoso sassofonista pugliese Costantino Ladisa (membro degli Adika Pongo e apprezzato, tra gli altri, al fianco di Niccolò Fabi, Mike Francis e Steve Khan, nonché autorevole critico musicale) e con il batterista Saverio Gerardi (Renzo Arbore, Nicola Piovani, Carmen Consoli, Franco Battiato).

L’esclusivo club music gestito da Antonio De Biase si aprirà dunque a questa nuova collaborazione con il direttore artistico del PJF, Sergio Gimigliano, che nell’edizione XVI del festival jazz più importante di Calabria si prepara a vivere un’intensa cinque giorni itinerante in varie luoghi della città di castrovillari, partendo proprio dal Déjà Vu Garden, il garden music club immerso nella campagna di contrada “Vigne”, ormai punto di riferimento per la musica d’autore.

Il quartetto musicale proporrà un concerto improntato sulla matrice funky del periodo d’oro, proponendo una rivisitazione di brani celebri dei capisaldi del groove, con in repertorio pezzi di Lee Ritenour, George Benson, Stevie Wonder ed altri ancora. Lasciando spazio all'improvvisazione e all'interplay, inoltre, i musicisti omaggeranno anche i giganti del Jazz, da Miles ad Hancock, interpretandone in chiave del tutto personale brani che inevitabilmente e inconsapevolmente fanno muovere i piedi.

 Vincenzo Alvaro

Pagina 2 di 349
FreshJoomlaTemplates.com
Monday the 24th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.