Varie

Varie (1539)

COMUNICATO STAMPA

Fratelli, se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dov’è Cristo, seduto alla destra di Dio; rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra. Voi infatti siete morti e la vostra vita è nascosta con Cristo in Dio!

Quando Cristo, vostra vita, sarà manifestato, allora anche voi apparirete con lui nella gloria (Col 3, 1-4).

La Resurrezione come Ricerca

Cercate le cose di lassù! L’imperativo di Paolo risuona come un invito pressante al nostro cuore pensante e a cui non possiamo non rispondere. Questo invito viene introdotto da Paolo ad una condizione: Se siete risorti!
Molte volte consideriamo la resurrezione come qualcosa di con nato al di là della morte.
Ma Paolo ci dice che la resurrezione è una condizione che travalica il tempo: una condizione che irrompe già nella nostra vita terrena mettendo in moto un dinamismo di ricerca. Lo confessa con intenso pathos nella Lettera ai Filippesi, quando sottolinea che la nostra cittadinanza è nei cieli ed è di là che attendiamo come salvatore il Signore Gesù Cristo. Quel Signore che tras gurerà il nostro umile corpo conforme al suo corpo glorioso, in virtù del potere che egli ha di sottomettere a sé tutte le cose (cf. Filippesi 3,20-21)
Risorgere significa innanzitutto ricercare! S’impongono a questo punto alcune domande: cosa cercare? In quale direzione cercare? Per Paolo non ci sono dubbi: se e poiché siamo risorti con Cristo, la direzione in cui cercare è quella che va dal basso all’alto: verso una cittadinanza che non è di questo mondo, ma che appartiene ai cieli. Chi realmente partecipa della risurrezione di Cristo, porta dentro di sé un frammento del cielo verso il quale, guidato dallo Spirito del Risorto, dovrebbe cercare senza sosta: come il nomade alla ricerca della sua patria. Dunque una prima veri ca: abbiamo nostalgia della nostra patria celeste? Siamo cioè alla ricerca della pienezza dell’umano?

Paolo ci suggerisce una ricerca ascensionale: ciò che è in basso, l’umano, deve “vincere” l’insieme delle forze che tendono a non farlo elevare.
La vera destinazione dell’umano per Paolo, la sua collocazione originaria, è il cielo.
Questa ricollocazione dell’umano, in una ricerca esistenziale e sapienziale delle ragioni del vivere e del morire, è ciò che il Nuovo Testamento, soprattutto nei testi proposti dalla liturgia nel periodo di Quaresima, indica con il termine greco metànoia (cf. Marco 1,12-15).
È un vero e proprio capovolgimento della “freccia conoscitiva” che porta a conoscere se stessi “puntando” alle cose di lassù, alla nostra vita risorta in Cristo.
Si conosce autenticamente solo se “lanciamo” il nostro pensiero “verso l’alto”, dove Cristo siede alla destra di Dio! E lanciamo il nostro pensiero verso l’alto poiché dall’alto e di nuovo i credenti nascono con il battesimo partecipando al mistero pasquale. È la folgorante e autentica verità che Gesù ha rivelato a Nicodemo, durante il loro intenso dialogo notturno: “Se uno non nasce dall’alto, non può vedere il regno di Dio” (Giovanni 3,3). Nascere dall’alto è essere generati dallo Spirito che ci sospinge verso l’alto. Cioè verso la pienezza.

Morte e desiderio malato

Tutta la società occidentale, di cui noi siamo gli, è una società che costruisce sia l’identità personale che quella comunitaria a partire dalla logica del desiderio.
Ma non dobbiamo avere paura del desiderio. Anzi, dobbiamo sempre ricordarci che, con S. Agostino, è stato il cristianesimo a intuire che il desiderio è l’energia che muove la creatura sempre alla ricerca del Creatore.
Ma di quale desiderio parliamo?
Desiderare è una parola che è costruita sul pre sso de- indicante il discendere da qualcuno/qualcosa e, quindi, il tendere verso qualcuno/qualcosa, insieme al termine -siderare derivante dal latino sidera che sono gli astri del rmamento, il luogo delle cose ferme. Ma anche delle cose di cui sentiamo la mancanza.

È la ricerca di questo luogo delle cose ferme che è il motore di ogni desiderio.
Per noi cristiani è Gesù il luogo autentico e originario della stabilità “delle cose ferme”, è Gesù la via, e dunque la verità e la vita, che ci indica la strada.
Se non incontra Gesù, il desiderio lineare di ciascun essere umano rimane astratto, non riesce a “scaricarsi a terra”, nendo per subire una “deformazione”, in modo particolare quando l’uomo entra in relazione con gli altri esseri umani.

Occorre stare attenti però: la relazione con gli altri esseri umani, cambia la “geometria del desiderio”: da desiderio lineare, delle cose ferme, delle cose stabili ed eterne, diventa “desiderio triangolare”, “desiderio delle cose dell’altro”. Il rischio è che il desiderio delle cose dell’altro si ammali: narcisismo, autoreferenzialità, perdita della gioia per le piccole cose, uso delle cose in senso adulterato, sino al mordi e fuggi che caratterizza oggi le stesse relazioni umane. Quando ciò accade, l’altro diventa non solo modello da imitare nell’oggetto del suo desiderio, ma anche rivale da scon ggere nel raggiungimento di tale oggetto.

L’oggetto del “desiderio malato” assume l’identità di qualsiasi cosa l’altro desideri e muta inde nitamente con il mutare delle cose.
Ma in questo modo noi non facciamo altro che nascondere l’angoscia di morte che attanaglia l’anima di ciascun uomo sotto il cielo.
Tale angoscia di morte, che parte dalla percezione di una mancanza di stabilità della propria condizione, viene sublimata nella rivalità con l’altro.
Questo meccanismo “compensatorio”, messo in atto da ogni cultura umana, mostra però tutta la sua violenza quando prende possesso oltre che del cuore degli uomini, delle stesse istituzioni, delle relazioni economiche, culturali, politiche e persino religiose. Ciò infatti provoca un vero asservimento dell’uomo a tutte queste “forze deviate” che lo attirano verso il basso.
L’uomo diventa passivo, incapace di libertà, “carne da macello” di una mentalità che de niamo “ma osa”, un peso che precipita sempre più giù nella non conoscenza di sé, di Dio e del mondo che lo circonda.

La Resurrezione come puri cazione del desiderio

La Resurrezione di Cristo puri ca il desiderio malato dalla sua triangolarità intra-umana riportandolo alla sua vera triangolarità, quella umano-divina. E in questo modo esso apre “un’era” di umanità intra-divina e di divinità intra-umana. Attraverso la resurrezione, il desiderio diventa manifestazione dell’umano in una nuova luce: la luce della gloria di Cristo.

Ogni opera, ogni pensiero, ogni progetto umano, manifestandosi in questa nuova luce, mostra la sua appartenenza al mondo della Gioia, della pienezza della presenza e della compiutezza del Regno di Dio. L’altro è simbolo del Cristo, via per riaprire la vita al dinamismo della ricerca di pienezza.
Così ogni relazione diventa manifestazione di questa luce!

Lo indica con e cacia visiva e cromatica la pala di Tiziano Vecellio denominata “Il Risorto appare alla Madre”, dipinta in tarda età dal pittore ra gurante il Cristo Risorto con la Vergine in mistico colloquio. Questo mistico colloquio ci fa capire come opera la Resurrezione di Cristo: puri ca anche il desiderio di Maria di trattenere solo per sé suo glio Gesù. Maria è in posizione accogliente e custodente, mentre il Cristo glorioso protende a lei una sola mano, tendendo l’altra a ciò che con la resurrezione si è lasciato alle spalle: la morte in croce.
Anche l’umanità redenta e risorta (rappresentata da Abramo e Noè, da Adamo che mantiene la croce ed Eva) partecipa allo splendore della luce a cui assistono estasiati i cherubini e i sera ni.
Questo dipinto è un vero e proprio “trattato” ecclesiologico: in un mondo sempre più so erente e bisognoso di luce la chiesa è una Comunità di Risorti! Se e poiché siamo risorti con Cristo, soltanto se volgiamo lo sguardo verso l’alto siamo in condizione di testimoniare una vita da risorti che si puri ca dalle innumerevole forme di malattia del desiderio che non appagheranno mai il nostro insopprimibile desiderio del cielo.

S.E. Mons. Francesco Savino

 

 

COMUNICATO STAMPA

Lunedì 19 febbraio, alle ore 17,30  nella sala consiliare del palazzo di città di Castrovillari si terrà la presentazione -le cui conclusioni saranno tratte dal Presidente della Giunta Regionale, Mario Oliverio- del programma d’area integrato “Transumanze culturali tra due Parchi” finanziato dal Ministero dei Beni  e delle Attività Culturali e del Turismo in seno all’Avviso pubblico “Pac 2007/2013- Intervento per la valorizzazione  delle aree di attrazione culturale-Linea 2 -Progetto Cultura”.

In rappresentanza del Comune capofila della cordata interistituzionale comprensoriale(tra due parchi nazionali, Parco Nazionale del Pollino, versante calabro, e Parco Nazionale della Calabria, con la Sila Grande),che coinvolge ben 45 Sindaci, lo annuncia il primo cittadino di Castrovillari, Domenico Lo Polito, il quale introdurrà e coordinerà l’evento a cui interverranno i Presidenti dei Parchi Nazionali del Pollino, Domenico Pappaterra, e della Sila, Sonia Ferrari sul ruolo della Strategia d’Area nella Programmazione Regionale.

Saranno presenti per l’occasione, oltre i Sindaci che hanno sottoscritto l’accordo di programma “Transumanze Culturali tra due Parchi”, i tecnici progettisti dell’RTP “Progettare Cultura “ che hanno redatto il Piano Strategico Integrato ed  i loro colleghi della “Rubrik”, incaricati di comporre il Marchio d’Area, il Piano Marketing e l’App sulle etnie Arbereshe.

Un momento importante- afferma Lo Polito- che sancisce pubblicamente  le capacità poste in essere degli enti i quali si sono messi in gioco, implicandosi, per rilanciare unitariamente la cultura identitaria dei propri Territori, ammessi a finanziamento europeo al fine proprio di valorizzare ancor più queste Aree di attrazione culturale del Sud, humus del nostro patrimonio ed essenza della storica proposta turistica più complessiva della Calabria.”

Un’espressione concreta, nel segno ormai delle linee d’intervento europeo per le varie Zone del Continente, per capire, ancora una voltasostiene il primo cittadino cosa possono produrre le aggregazioni virtuose di più soggetti quando decidono di operare insieme. E’ una ulteriore testimonianza richiama -di quella laboriosità integrata, fondamentale per sottolineare affermare le energie presenti ed imprimere marce qualificanti alle azioni di vera crescita. L’iniziativa-  conclude Lo Polito invitando alla manifestazione attesta il ruolo ineludibile di tutto ciò per il nostro sviluppo, legato alla memoria rurale regionale e al recupero conservativo vitale per la promozione turistico-culturale del nostro esistente e tramandato.”

 “L’idea, di fatto, - termina - si muove su nuove concentrazioni che, per la prima volta, mettono insieme aree distanti come la Sila, la pre-Sila, la valle del Crati oltre all’ Esaro e all’Alto Tirreno, in una nuova logica d’insieme tesa alla salvaguardia e sviluppo delle aree interne bisognose di questi metodi per il loro sviluppo integrato.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.) 

Lunedì, 12 Febbraio 2018 13:52

Politiche 2018. Elenco degli scrutatori nominati

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Ecco, dopo la consueta verifica,  l’elenco degli scrutatori della tornata elettorale per le politiche del 4 marzo prossimo al fine di eleggere la Camera dei deputati e del Senato della Repubblica , sorteggiati e nominati,  nella seduta pubblica presso la sala consiliare del palazzo di città, dalla Commissione Elettorale comunale, presieduta dal Sindaco, Domenico Lo Polito,  costituita dai componenti Maria Antonietta Guaragna, Serena Carrozzino e Carmine Lo Prete, assistita dal Segretario Generale, dott. Angelo Pellegrino, dai dipendenti degli Uffici preposti nonché dalla responsabile dell’Elettorale, Maria Guaragna, quest’ultima con le funzioni di segretario verbalizzante.  Qui di seguito, dunque, gli scrutatori effettivi e le sezioni dove opereranno. I cittadini, naturalmente,  potranno trovare tali elenchi con altre comunicazioni sull’albo pretorio online , sezione elettorale, andando sul sito dell’ente www.comune.castrovillari.cs.gov.it.

 

1

SARNELLI GIULIA

1

MACRINO CARMELA

1

DI MARE MICAELA

1

REGINA NICOLA

2

FERMA ROSALINA

2

VITA RITA

2

LA FALCE FRANCESCO

2

AVERSA ROSSELLA

3

CHIODI DANIELA

3

DE SANTO LUCIA, ANNA

3

CALA' SIMONE

3

FILOMIA FRANCESCO   GIOVANNI

4

LAINO GIUSEPPINA

4

BRILLANTE LUCIO DOMENICO

4

DONATO TERESA ANTONIETTA   CRISTINA

4

ARCIDIACONO ANDREA

5

MASSAROTTI MARGHERITA

5

BLOISE SIMONETTA MONIA

5

STIGLIANO ADELE

5

GUARAGNA DOMENICO

6

BISCARDI FRANCESCO

6

ALFANO CARMINE

6

VALENTE ROBERTA

6

PROPATO ARIANNA

7

DI VASTO DOMENICO

7

AMATO VALERIA

7

CALVOSA VERONICA

7

SALERNO LUCIA

8

COLOSIMO FABIO

8

IACOVINO CONCETTA

8

MARTINO ROBERTO

8

CRESCENZO DANILO RAFFAELE

9

SIRANGELO EMILIA

9

PRICOLI DOMENICO

9

SGANGA EUGENIO

9

MARINO FEDERICA

10

D'ASSISI ANTONELLA

10

DANIELE DANIELE

10

PITTARI MARTINA

10

FIORAVANTE LUCIA

10 PECIALE

AVERSA LUCIA

10 PECIALE

RUSSO IRENE

11

DI MAIO FEDERICA

11

ALOISIO MARTINA

11

MAINIERI DANIELA CARMELA   ALMERINDA

11

FAVRE FRANCESCO

12

MILIONE VERONICA

12

MILIONE MARIA

12

LA FALCE MARIA FERNANDA

12

MARTUFI MYRIAM

13

ATENE SIMONA

13

SURIANO IDA

13

MARTINO ANDREA

13

CARBONE MARIA FRANCESCA

14

LAUDADIO MANUELA

14

PALOPOLI MARIA GRAZIA

14

CAPUTO FRANCA BIANCA

14

DI DIECO DORA

14 SPECIALE

MUSCA FEDERICA

14 SPECIALE

OLIVETO GENEVIEVE

15

MORELLI ANNA

15

BELLINI MARIA ANTONIA

15

SALERNI MARIA FRANCESCA

15

D'AGOSTINO MARIA

16

RIZZO FRANCESCO

16

TOCCI LUCIA

16

TROTTA ALESSANDRA

16

TORCICOLLO PATRIZIA

17

FERRARI SIMONA

17

RUBINO NICOLA

17

D'INGIANNA ELISABETTA

17

DI GAETANI GIUSEPPE

18

SCHETTINO MICHELA

 

18

GENOVESE FABIO

 

18

RUBINO CARMEN

 

18

BIFANO ANNA TERESA

 

19

ARMENTANO ROSSANA

 

19

DE BIASE SIMONA

 

19

MORANO ANTONIO

 

19

PELLEGRINO ANGELO

 

20

VARCASIA FRANCESCO

 

20

D'ATRI GIOVANNI

 

20

DI VASTO SAMIRA

 

20

GUARASCIO ROSARIA

 

21

FILOMIA FRANCESCO

 

21

ROCCA PASQUALE

 

21

LOIACONO STEFANIA

 

21

MAINIERI ALESSANDRA

 

22

BIFANO SALVATORE

 

22

PERCOCO RITA MARIA

 

22

D'ATRI PARIDE

 

22

D'ATRI EZIO

 

ELENCO SCRUTATORI SORTEGGIATI PER EVENTUALE SOSTITUZIONE

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                           
   

MAZZA ANNA

   
   

GATTO VINCENZO

   
   

BUCCOLO MARIA

   
   

SCORZA FRANCESCO

   
   

GIREFFO FILOMENA     DANIELA

   
   

MILIONE FRANCESCO

   
   

BLOISE PAOLO

   
   

LISI MARIA

   
   

CIMINELLI DORIANA

   
   

SANTANDREA MARIA

   
   

MARTINO DEBORA

   
   

RUSSO ANDREA

   
   

GIOVAZZINI LEONARDO

   
   

TRAMAGLINO CARMINE

   
   

MARANGON CINZIA

   
   

DORATO FRANCESCA

   
   

FERRARI FILOMENA

   
   

BARONE TOMMASO

   
   

GAETANI ANGELO

   
   

PIOVACCARI MARCELLA

   
   

AMATO EMMA

   
   

D'INGIANNA LUCIANA

   
   

MECCHIA SELENE

   
   

NICOLAO CRISTIAN

   
   

PORCHIA ANDREA

   
   

PASSARELLO ANNA MARIA

   
   

D'ANGELO ROSSELLA

   
   

D'ASSISI MARIA LETIZIA

   
   

PRESTI GIOVANNA

   
   

ANZILLOTTA ROSSELLA

   
 

 

           

 

Mentre questi sono i Presidenti nominati dalla Corte d’Appello:

 

SEZIONE  N. 1  –  Buccino Angela

SEZIONE  N. 2  -   Vinieri Rosita

SEZIONE  N. 3  -   Fregene Antonio

SEZIONE  N. 4  -   Maio Biagio Salvatore

SEZIONE  N. 5  -  Oliva Ilaria

SEZIONE  N. 6  -   Di Mare Franca

SEZIONE  N. 7  -   Di Vasto Serena

SEZIONE  N. 8 -    Bagli Giusy

SEZIONE  N. 9 -    Donato Cristina

SEZIONE  N. 10 – Montone Vittoria

SEZIONE  N. 10  - SPECIALE  - Atene Simona

SEZIONE  N. 11 -  Diodati Michele

SEZIONE  N. 12 -  Mauro Domenico

SEZIONE  N. 13 -  Pugliese Fabiola

SEZIONE  N. 14 – Tarantino Giuseppe

SEZIONE  N. 14  - SPECIALE -  Verta Alberico

SEZIONE  N. 15  - Fortunato Ines Raisa

SEZIONE  N. 16  - Capparelli Annamaria

SEZIONE  N. 17 -  Tramontana Giuseppe

SEZIONE  N. 18  - Vizzi Teresa

SEZIONE  N. 19  - Aloia Francesco

SEZIONE  N. 20  - Gabellone Maria Antonietta

SEZIONE  N. 21  - Notari Pasquale

SEZIONE  N. 22  - Pugno Antonio

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

COMUNICATO STAMPA

Finanziato il nuovo impianto di depurazione. Con le somme destinate l'amministrazione provvederà anche all'adeguamento e rifunzionalizzazione del depuratore in località Salviera, la realizzazione di due nuovi impianti di fitodepurazione a servizio delle località in via Luigi Sturzo e Zona Pip, la realizzazione di condotte fognarie per collettamento delle zone Palazzetto dello Sport, Via Kennedy e area Sud. Ovest del territorio comunale.  

«Un grande traguardo raggiunto ed al quale abbiamo lavorato dalle prime settimane di amministrazione alla guida della città, allorquando abbiamo ricevuto la lettera di infrazione della Commissione Europea per il sistema di depurazione inadatto per la nostra comunità». Il lavoro di squadra dell'amministrazione guidata da Giuseppe Regina ha portato i risultati sperati. Nella seduta dell'8 febbraio scorso la giunta regionale ha deliberato un Programma di 138 interventi per il sistema di depurazione regionale per un costo complessivo di oltre 194 milioni di euro. Tra questi interventi il Comune di Mormanno è beneficiaria di 1 milione 460 mila euro che saranno destinati alla realizzazione di un nuovo impianto per la depurazione a fanghi attivi, l'adeguamento e rifunzionalizzazione del depuratore in località Salviera, la realizzazione di due nuovi impianti di fitodepurazione a servizio delle località in via Luigi Sturzo e Zona Pip, la realizzazione di condotte fognarie per collettamento delle zone Palazzetto dello Sport, Via Kennedy  e area Sud. Ovest del territorio comunale (Via Matteotti). 

Le risorse per la copertura di questi interventi derivano congiuntamente dal Patto per lo Sviluppo della Regione Calabria e dal POR Calabria 2014/2020. 

Grande soddisfazione è stata espressa dagli amministratori mormannesi. «Iscriviamo questo nuovo risultato al lavoro di squadra che stiamo portando avanti per il bene della comunità che abbiamo scelto di servire con il nostro impegno politico - amministrativo finalizzato fin dal primo giorno alla risoluzione delle problematiche che da anni affliggono la nostra cittadina - ha ricordato il Sindaco, Giuseppe Regina - Ringraziamo anche il presidente Oliverio e l'assessore Musmammo per l'attenzione dimostrata nei confronti del nostro territorio che ha voglia di tornare alla normalità anche dal punto di vista di infrastrutture che servono per assicurare qualità ambientale ad un comprensorio che vive di turismo e agricoltura». 

Per il Presidente della giunta regionale, Mario Oliverio, il programma approvato «è una pietra miliare per la gestione del ciclo passivo delle acque in Calabria» ricordando «quanto sia delicato e urgente intervenire» in un settore fondamentale e per il quale «la Regione ha impegnato energie e risorse importanti per risolvere il problema».

Vincenzo Alvaro

COMUNICATO STAMPA

La città del Pollino si appresta a vivere appieno la 60 Edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore. Si parte  domenica mattina (11 febbraio) con la “Parata della Gioia” la manifestazione, curata da Tiziana La Vitola  e Khadigia Russo. L’evento viene pubblicizzato attraverso un disegno realizzato dagli alunni delle III, IV, V delle scuole primarie , che partecipano al “Concorso Artistico” giunto alla XIV edizione. Il disegno viene giudicato da un’apposita giuria e fa da testimonial alla manifestazione.

Al pomeriggio la prima delle due sfilate (l’altra si terrà martedì 13 febbraio) dei gruppi iscritti al concorso. Sulle strade cittadine si riversano gruppi mascherati e carri allegorici che, in un caleidoscopio di colori, rendono frizzante la manifestazione. Il concorso per maschere è giunto alla XXVI edizione, unitamente al concorso per carri allegorici, dedicato al compianto Franco Minasi che per anni “ha rappresentato un valore aggiunto” per la Pro Loco ed il suo Carnevale, partecipando a tante edizioni con estro e originalità e all’allestimento di maschere e carri esilaranti. Entrambi i concorsi si avvalgono quest’anno di un nuovo regolamento, infatti, oltre alla giuria tecnica, i gruppi mascherati potranno essere votati dalla una giuria popolare rappresentata dal pubblico che, attraverso l’acquisto del biglietto della lotteria, con un tagliando apposito, potrà esprimere la propria opinione votando il miglior gruppo mascherato.

QUESTI I GRUPPI ISCRITTI AL CONCORSO

GIOCOLANDO CON L’ARCOBALENO - Scuola dell’Infanzia  -Rione Civita-   MELTING POT – Scuole Medie DI Castrovillari - SBANDIERANDO IL MONDO IN ALLEGRIA -  PER RE CARNEVALE ….OGNI PACCO VALE

LE NOBIL DAME -   ORIGINALI “S.KARMA”- SCATTI DI COPPIA… LA FANTASIA IN UN CONFETTO - SPIRITI LIBERI - Centro Sociale Anziani l’Amicizia - 60 ANNI E NON SENTIRLI-  I.I.SG.Garibaldi/A.Alfano/ L.DaVinci (con      carro) - 60 ANNI BRILLANTI… SIAMO TUTTI DIAMANTI- I.I.S  “E.Mattei” “Calvosa Pitagora” (con carro) - IL BOSCO DEI VALORI (con carro) - ART TALENT (con carro) - KINK KONG L’arte di realizzare di Malvito e San Marco Argentano - LA GRANDE RIS…ATA – I.P.S.E.O.A. “Karol Wojtyla”-  Alice nel Paese delle Meraviglie (fuori concorso). 

SFILERANNO ANCHE: Banda Città di Amantea - Cavalli RANGE LE VIGNE

Carrozza con la madrina del Carnevale,  Giada Sartori – la Banda Folklorica la Velocissima- Carro Re Carnevale – Carro ORGANTINO - “Piccoli della Pro Loco”  -  Gruppo Folklorico Pro Loco- Carro orchestra Pro Loco - Sbandieratori Siciliani- Gruppo Folk Città di Castrovillari –Pacchianedda Sansustisa - Gruppo Folk I Castruviddari - Gruppo Folkloristico "TARATATA”- Gruppo folk Sicilia - Banda Circo Samba –BRASILEEEEEE - Banda Street Band.

 

Intanto questa sera, con inizio alle ore 21,00, presso il Teatro Sybaris sarà di scena “Organtino”farsa di Cesare Quintana 1635 a  cura della Compagnia Teatrale Aprustum-  (FOTO Elmira Boosari)

 

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Venerdì, 09 Febbraio 2018 19:32

Amendolara. Di elevata qualità organico conferito

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

A distanza di un mese del nuovo corso del servizio di raccolta differenziata porta a porta, l'Amministrazione Comunale di Amendolara, guidata dal sindaco Antonello Ciminelli procede ad un primo, parziale, bilancio. Presso l'area smaltimento - polo tecnologico di Rossano, sono state eseguite  le prime analisi merceologiche sulla tipologia di rifiuto umido/organico che il Comune di Amendolara conferisce. Dai risultati è emersa un'alta percentuale di materiale compostabile, per la precisione il 97,7%. «Uno dei nostri obiettivi dichiarati all'inizio di questo nuovo corso della Differenziata - ha commentato il sindaco Ciminelli - era quello di realizzare stabilmente un ottimo organico. Siamo partiti con il piede giusto anche e soprattutto grazie alla collaborazione dei cittadini che dimostrano impegno e senso civico». Riconoscenza dell'Amministrazione Comunale verso il senso del dovere della stragrande maggioranza dei cittadini, ma, allo stesso tempo, pugno duro nei confronti di una sparuta minoranza di trasgressori che nei giorni scorsi ha abbandonato buste di rifiuti non differenziati in luoghi pubblici. Tramite l'ispezione dei rifiuti, gli addetti sono riusciti a risalire ad alcuni responsabili che verranno raggiunti dalle dovute sanzioni. Nelle prossime settimane, intanto, il servizio di raccolta differenziata "porta a porta" verrà ulteriormente potenziato con l'entrata in vigore del conferimento di alcune tipologie di rifiuti particolari (toner, farmaci, pile), mediante appositi contenitori che verranno sistemati in alcune attività commerciali e altri punti strategici. Nell'agenda dell'Amministrazione Comunale anche due incontri di sensibilizzazione per le scuole da realizzare a stretto giro prima per i piccoli della Scuola Primaria e successivamente per i più grandicelli della Scuola Secondaria, affinché possano apprendere attraverso un linguaggio consono l'importanza della raccolta differenziata, tanto da poter partecipare attivamente alla separazione dei rifiuti all'interno dei propri contesti familiari.

Vincenzo La Camera, giornalista

Comunicazione "Raccolta Differenziata" Amendolara

 

Pagina 7 di 154
Tuesday the 19th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.