Varie

Varie (1646)

Sabato 23 e Domenica 24 Novembre dalle ore 17.00 si terrà, presso la Sala Museale del Castello Aragonese "Ispirazioni fashion: Europa week-end", un originalissimo laboratorio-mostra curato da Mariaconcetta Gaetani e Tiziana Messina, in arte May12 che rievoca, attraverso vecchi ricordi ritratti e descritti in vari tessuti e trame, l’utilizzo di tecniche antiche, esistenti già ai tempi delle nostre nonne, che creano e ricreano accessori attualissimi per la donna di oggi. Ci saranno anche svariate dimostrazioni e prove su come si realizzano alcuni accessori femminili. L’appuntamento presentato dall’associazione Mystica Calabria, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Castrovillari e della Gas Pollino, rientra in quei laboratori natalizi, sulla lavorazione del feltro e della cera, sulle principali tecniche di decoupage e foglia d’oro, sul quel “cucito vintage” – cosi lo definiscono gli organizzatori – che, in attesa del Natale, sono rivolti a tutti  coloro a cui piace imparare a creare oggetti unici, dal gusto natalizio e che hanno sempre pensato di non esserne capaci. Laboratori, dunque, che vogliono stimolare capacità espressive individuali, ma anche il desiderio di relazionarsi con gli altri e l’entusiasmo di apprendere nuove tecniche. Mariaconcetta Gaetani e Tiziana Messina hanno già esordito con la bella sfilata di moda Ricreo, nell’estate dello stesso anno, che ha riscosso un grande successo per la qualità e la particolarità dei motivi proposti e ora si apprestano a stupire ancora il pubblico per le sorprese e le idee “rubate” alle tre più belle città dell’Europa Parigi, Londra e Roma e,  quindi,  anche i loro stili di vita. 

 “Un Sud migliore per un’Italia più forte” è la riflessione , a più voci, sul ruolo del Mezzogiorno per la crescita del Paese che propongono l’Associazione socio-culturale Kontatto Production di Castrovillari ed il Comune per  sabato 23 novembre, a partire dalle ore 17, nella sala 14 del Protoconvento Francescano.

L’appuntamento verrà concluso  dall’onorevole Cesare Marini, direttore della rivista trimestrale “Nuove Lettere Meridionali”,  che sarà presentata durante i lavori, con le importanti valutazioni che raccoglie e propone.

Questi verranno introdotti dal saluto del Sindaco , Domenico Lo Polito, ed arricchiti dai contributi  del consigliere comunale di Castrovillari, con delega alla Cultura, Lucio Rende, del Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, di Francesco Lo Giudice, ricercatore presso l’Università della Calabria, e di Domenico Cersosimo, docente di economia sempre nello stesso ateneo.

L’introduzione ed il coordinamento è affidato a Pasquale Pandolfi, responsabile delle attività culturali del sodalizio castrovillarese che con l’ente locale ha programmato il momento.

La full immersion sarà un’ottima occasione per richiamare il ruolo che il Mezzogiorno deve svolgere-  senza dimenticare anche la Questione Meridionale-, tra capacità e risorse. Le stesse, con l’aiuto di uomini e donne, stanno creando sviluppo, senza bypassare la sostenibilità che è stata scelta e che deve essere affiancata,  necessariamente, all’innovazione, alla ricerca, al credito, al credito d’imposta, alla formazione ed alla sicurezza, i quali  sono importanti per rendere più forte l’azione dell’intrapresa diffusa e, contestualmente, la nazione che non può prescindere, per una presenza più determinante in ambito europeo, da ciascun territorio o regione con le proprie specificità e necessità diversificate per partecipare e dare il proprio contributo alla crescita.

Questo cammino deve essere favorito, poi, da uno sguardo più attento  alle tante opere che il Meridione possiede e che nascono dall’impeto positivo di uomini e donne come risposta organica ai loro bisogni e alle esigenze del bene comune che urgono, specialmente in questo momento storico, d’iniziative più forti.

La storia ce lo suggerisce, ce lo ricorda - anche per quello che eravamo un Tempo come Meridione- e lo insegna anche se non esiste una ricetta precisa. Un minimo, comunque,  per stare di fronte a tali questiono con responsabilità e caparbietà propositiva c’è ed è quello di non sentirsi mai arrivati, misurando ogni giorno, nelle circostanze, la forza delle idee , da condividere, dei talenti  che possediamo,che fanno la differenza e possono aiutare sempre più il cammino comune.

Nel segno di diritti inviolabili e valori fondamentali ed ineludibili. “L’uguaglianza di genere e il benessere dei bambini vanno mano nella mano. Dichiarazioni, convenzioni e obiettivi non sono abbastanza. Bisogna passare dalle parole ai fatti”. Lo affermava Ann M. Vennan, Dirigente Generale dell’Unicef nel 2006  e lo rilancia oggi  la fondatrice e Presidente dell’Associazione “Centro Studi Oltre la Difesa, l’avvocato Adriana Chiaramonte la quale, insieme al sodalizio che guida, l’Associazione “Centro Confidenziale italiano di Ascolto e di Orientamento” ed il “Movimento per la Vita” che hanno organizzato il momento, ribadirà nell’appuntamento corale, condiviso ed aperto a cittadini, rappresentanti di organismi ed istituzioni, i principi della Giornata Mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che si celebra ogni anno a novembre per ricordare proprio il giorno in cui fu deliberata dall’ONU: 20 novembre 1989.  
                                                                                                                     
L’iniziativa, che  si terrà mercoledì 20 Novembre nel teatro Sybaris del Protoconvento Francescano, è strutturata in due momenti: alle ore 10 con la rappresentazione della favola “ I Due Mondi Paralleli, scritta proprio dalla Chiaramonte, coreografata dall’Associazione Culturale "Centro Espressione Artistica" diretta da Tilde Nocera. La manifestazione sarà coordinata dalla dottoressa  Milena Bruno educatrice e vice presidente dell’associazione  "Centro Studi Oltre la Difesa” e dall’educatrice Ippolita Gallo.  Alle ore 16, 30 , invece, si terrà l’incontro - dibattito sul tema “ Ci sono anch’Io, la mia voce è la voce di tutti quelli che non parlano" che svilupperà il tema dei diritti del minore, dalla Costituzione alla Carta Europea”. 

Entrambi i momenti sono patrocinati dal Comune di Castrovillari. “L'evento si proponespiegano gli appartenenti delle Tre associazioni che hanno organizzato il momento - di sollecitare il mondo adulto , la famiglia, la scuola e le istituzioni ad un preciso impegno per tutelare i minori da ogni sopruso, richiamando l’attenzione sulla costruzione di una società globale culturalmente attenta al bambino, al diritto alla vita e al rispetto dell’essere quale persona in ogni sua forma di tutela.”

Il momento prevede i saluti del Sindaco, l’avvocato Domenico Lo Polito. Nella seconda sessione il Presidente Tribunale di Castrovillari, la dottoressa Caterina Chiaravalloti, interverrà con una sua relazione. La stessa tra le numerose e significative esperienze professionali si è occupata della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro. Ha fatto parte della delegazione italiana del G8, come componente designato dal Ministro della Giustizia, per il sottogruppo di cooperazione Giudiziaria. Inoltre, si è occupata presso il Ministero degli Esteri del settore della Criminalità organizzata e terrorismo internazionale.    

Gli altri contributi verranno dall’avvocato Ernesto D’Ippolito,  Presidente dell’accademia cosentina e noto penalista; dalla dottoressa Stefania Graziadio, Psicologa e psicoterapeuta, quest’ultima si è occupata dei minori presso il Tribunale dei minori di Catanzaro vivendo un’esperienza da giudice onorario; dall’avvocato Antonio Bianchi, Presidente Camera minorile di Castrovillari, Fondatore e presidente dell’associazione “Petali di Rosa” il quale ha scritto numerosi libri sul tema della violenza minorile; da Umberto Pandolfi, studente al quinto anno del  Liceo scientifico “ Enrico Mattei ” di Castrovillari, vincitore del 25° concorso scolastico Europeo  sul Tema “ l’Europa di domani è nelle Vostre mani” che si sta occupando anche dell’iniziativa dei cittadini Europei “UNO DI NOI”, progetto sul riconoscimento del diritto alla vita del bambino concepito e non ancora nato, nonché dalla dottoressa Alessandra Stabile, referente provinciale del progetto Nati per Leggere Calabria e del coordinamento locale "Leggi che ti leggo" riferente al progetto nazionale "Nati per Leggere".

Moderatore dell’incontro sarà il dottore  Franco Marzano, Presidente di sezione emerito della Corte Suprema di Cassazione. Marzano si è occupato del diritto penale e in tale contesto, tra l’altro, del rapporto terapeutico tra medico e paziente e della tematica riguardante il diritto di vivere ed il diritto di morire. Ha scritto vari articoli su riviste giuridiche tra cui “Cassazione Penale”.

COMUNICATO STAMPA

L’udienza del TAR per la Centrale del Mercure si è tenuta! Malgrado la supina subalternità del Presidente del Parco, Pappaterra, agli interessi dell’Enel. E questa è già una grande vittoria. Pappaterra che, senza alcun mandato degli stessi Organi il cui parere aveva invocato e preteso per opporsi alla centrale, a titolo personale ed evidentemente padronale, si è accordato con l’Enel per rinviare il procedimento cui l’Ente, da lui –malamente-presieduto, aveva dato corso.

Ben diverso il comportamento delle Associazioni Ambientaliste e dei valorosi Sindaci di Viggianello e Rotonda –Corraro e Pandolfi-  che non si sono piegati a lusinghe e pressioni, in nome degli interessi –salute, occupazione, sicurezza sociale- degli abitanti della Valle. Perciò due delle tre cause in corso si sono discusse. La vergogna è tutta e solo di chi l’Ente Parco indegnamente rappresenta!

Belle le parole del sindaco Corraro, presente a Catanzaro: “Superando tutti gli ostacoli frapposti da Enel, Regione Calabria ed Ente Parco siamo riusciti a far decidere la causa contro la riattivazione della Centrale del Mercure, la cui sentenza è prevista al massimo tra una ventina di giorni. Per come è emerso nella discussione, i motivi di illegittimità da noi lamentati sono così gravi ed evidenti da far ritenere ragionevolmente che la verifica giudiziale non possa che essere positiva. All’udienza hanno assistito centinaia di persone che affrontando il disagio di un viaggio di oltre tre ore, hanno inteso far sentire le loro preoccupazioni, l’indignazione per quanto si vorrebbe fare sulla propria pelle e l’affettuosa vicinanza ai comuni che si stanno tutelando le loro aspettative nell’ambito turistico e sanitario. L’importanza e l’evidenza della questione ha ottenuto vasta eco di condivisione anche fra i tanti occasionalmente presenti, tra cui il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, che ha garantito la sua vicinanza alle popolazioni del Mercure”.
A margine dell’udienza una incredibile e spiacevole vicenda che, se fondata, darebbe l’esatto livello di nervosismo e frustrazione –oltre che della consueta aggressiva tracotanza- dell’Enel. Pare che il sindaco di Viggianello sia stato spintonato ed insultato da un dirigente dell’Enel. Se ciò dovesse essere vero, sarebbe cosa di inaudita gravità e certamente suscettibili di sviluppi imprevedibili.

Intanto ieri una rappresentanza del Forum “Stefano Gioia” si è recata a Scanzano Jonico, per il tour in Basilicata di Beppe Grillo. L’Enel sappia, una volta per tutte, che non mancheremo una sola occasione per svergognare, a tutti i livelli,  l’incredibile e rapace aggressione al territorio del Parco Nazionale del Pollino e alle popolazioni che vi abitano.

 

                                                                    Forum “Stefano Gioia”

                                                                     delle Associazioni e Comitati calabresi e lucani

                                                                      per la Tutela della Legalità e del Territorio

Per un maggiore coinvolgimento e coscienza di quello che sta avvenendo in questi giorni, e nel segno della solidarietà, del sostegno e nel fermo auspicio che la vertenza  dei Lavoratori Socialmente Utili, di Pubblica Utilità e di quelli delle Attività Socialmente Utili vada verso la soluzione definitiva delle loro problematiche.

E’ stato questo il messaggio, in una iniziativa valutata unica per come concepita, proposta e realizzata, nel panorama regionale, che si è elevato dall’assemblea dei dipendenti comunali, riuniti nella sala 14 del Protoconvento francescano, su convocazione della Rappresentanza Sindacale Unitaria  per ribadire , ancora una volta, la vicinanza a questi colleghi del precariato storico istituzionalizzato calabrese, impegnati nei Comuni, ed il netto “No” alla provvissorietà ed incertezza continua  del loro status che non aiuta a scorgere alcun futuro, alcuna crescita e, soprattutto, alcuna  sicurezza , mortificando, così, capacità indispensabili per i servizi, anche essenziali come quelli per l’assistenza alle persone diversamente abili, per il sociale o per i più piccoli negli asili, che erogano gli enti.

Al momento erano presenti il Sindaco, Domenico Lo Polito,  il Vice, Carlo Sangineti, Andrea Ferrone della Cgil , competente per la problematica di questi lavoratori, e Michele Tempo, responsabile della Camera del Lavoro Cgil di Zona di Casrovillari, che hanno ribadito , in più modi, la giusta battaglia che stanno portando avanti tali lavoratori, fondamentali nell’erogazione dei servizi pubblici municipali.

Insomma, un’occasione per sottolineare il permanere dello stato di disagio di giovani, meno giovani, padri e madri di famiglia che si trovano in questa condizione, umanamente inaccettabile che necessita di risposte e soluzioni immediate.

L’iniziativa di sostegno è stata introdotta dal componente della Rsu, Raffaele Chiaramonte che ha criticato, tra l’altro,  come sta affrontando il problema la Regione; il collega Carmine Marini  con lui , poi, ha affermato la valenza dell’incontro, spiegando ulteriormente il perché di questo momento d’unità. A precisare, invece,  la condizione degli Lsu è stata Giusy Pugliese che, oltre a ringraziare la RSU e tutti i colleghi,  ha denunciato lo stato di malessere in cui vivono gli oltre 5mila precari del bacino calabrese, stanchi di questa condizione di “limbo” persistente e di essere assistiti. “Vogliamo lavorare- ha detto tra l’altro- con dignità.”

Non sono mancati valutazioni e domande preoccupate circa lo stato dell’intera questione. Il Vice sindaco, Sangineti, ha ribadito con forza, ancora,  l’importanza di un’unità sostanziale che accompagni in ogni luogo la vertenza, “come sta facendo- ha ricordato-  l’Ammmministrazione comunale” senza prescindere dal  sostenere quella “lotta”, anche se lontana dai Tavoli di confronto,  che vuole affermare  la volontà di tutto un popolo a favore di questa vertenza.

Sulla stessa scia ha dato il proprio contributo anche il Sindaco Lo Polito per il quale la battaglia in atto si svolge in un momento storico particolare per l’intero Paese , dove la stessa Regione non è preparata a tale tipo di problema anche per le dimensioni consistenti che riguardano l’intero bacino del precariato. Da qui l’importanza- ha aggiunto -  di una solidarietà concreta e forte intornoa tale vertenza è d’obbligo. Nel suo intervento, rispondendo anche ad alcune domande, ha ricordato l’impegno , svolto in passato, con il consigliere Lucio Rende, per la creazione degli LPU a Castrovillari grazie ad opportunità regionali e per dare risposte di lavoro ad esigenze e bisogni pressanti.

Altri contributi sono arrivati dai sindacalisti della CGIL Ferrone e Tempo i quali, nello spiegare l’intera questione ed i passi che sta svolgendo il Sindacato per essa “divenuta- è stato detto- una polveriera”, hanno ricordato, con più esempi,  l’impegno che si sta portando avanti senza tregua per un problema sociale di grande e delicata portata il quale deve vedere , sempre più, ciascuno coinvolto per ridare slancio al lavoro mortificato in tante capacità.

A partire da questo assunto indignitoso e mortificante l’altro ieri si è svolto in Comune, a seguito della mobilitazione avvenuta a Reggio Calabria,  pure un incontro tra LSU-LPU ed Amministrazione comunale di Castrovillari, rappresentata dal Vice Sindaco Carlo Sangineti- presenti pure  per la CGIL il segretario generale comprensoriale Angelo Sposato e Andrea Ferrone- nel quale è stato fatto il punto della situazione, dove Sangineti ha ribadito la piena vicinanza, sostegno ed appoggio dell’Amministrazione a questa legittima e giusta “battaglia” per il lavoro stabile, e dove, inoltre, sono state espresse le varie questioni che preoccupano, e spiegati, ancora, i passi che si stanno effettuando e che hanno ottenuto la convocazione di un nuovo  Tavolo di confronto a Roma, il prossimo 21 di novembre.

Intanto, al Comune di Castrovillari, gli  appartenenti al bacino del precariato storico calabrese sono da questa mattina nuovamente al lavoro, affermando, così, il senso di responsabilità che li connota nonostante la continua e seria preoccupazione per il loro futuro.

La manifestazione della Rappresentanza sindacale Unitaria del Comune in questo spaccato- hanno sottolineato a margine dell’assemblea i membri che costituiscono  l’organismo aziendale- vuole rappresentare quella coralità sociale cosciente e consapevole che questo stato di cose non può più permanere se è vero, come è vero, che la reale crescita di un Paese passa per il lavoro stabile il quale rappresenta, da una parte, il modo con cui ogni persona partecipa al sistema produttivo e determina le condizioni materiali dell’esistenza e,  dall’altra, la possibilità di crescita della persona stessa attraverso la concreta espressione della propria responsabilità.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari  (g.br.)

Dal 2006   il gruppo “Passione animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari è impegnato a  sensibilizzare la popolazione di Castrovillari e del territorio del Pollino ad  una  corretta convivenza tra le persone e gli animali. In questa direzione rientra una nuova idea dell’associazione rivolta a tutti gli amanti dei gatti. Il corso “Mondo gatto”, questa il nome dell’iniziativa, ha l’intento di far conoscere tutto il corredo comportamentale del gatto: sapere cosa l'animale sta provando è il punto di partenza per una adozione ben riuscita, ma anche semplicemente per essergli d'aiuto. Altro punto fondamentale è il tema della comunicazione  ovvero sia tra gatto e uomo sia tra gatto e gatto. Chi frequenterà il corso approfondirà questi aspetti.
Insomma , un aiuto concreto per capire come è più opportuno comportarsi sia col micio di casa che con la colonia del quartiere vicino . Il corso è aperto a tutti e si articola in due lezioni : sabato 25 Gennaio 2014 dalle 17.30 alle 20.30 e domenica  26 Gennaio 2014 dalle 10 alle 12.30. Relatore del corso sarà il medico veterinario di Castrovillari dott. Antonio Varcasia. Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare uno dei seguenti numeri 3404187311/3471959887/3881709734 oppure tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Per aderire al corso il contributo di partecipazione è di 5 euro. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari.

Tuesday the 11th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.