Venerdì, 11 Gennaio 2019 11:17

Parco Nazionale del Pollino. Approvato Bilancio 2019

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Mimmo Pappaterra Mimmo Pappaterra

COMUNICATO STAMPA

Il Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Pollino riunitosi in data 8 gennaio ha approvato il Bilancio di Previsione per il 2019 con il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti. Molto  soddisfatto il Presidente dell’Ente Mimmo Pappaterra  non solo per il larghissimo sostegno del Consiglio ma soprattutto per le previsioni in esso contenute che consentiranno all’ente di programmare nel corso del 2019 notevoli risorse per tutelare la straordinaria biodiversita’ del parco, per la promozione del territorio e per la realizzazione di numerosi interventi che qualificheranno ulteriormente il sistema infrastrutturale dell’area protetta.

Relativamente alle AZIONI DI TUTELA  CONSERVAZIONE  oltre a proseguire le attivita’ finanziate con la Direttiva Biodiversita’ del Ministero dell’Ambiente e con i fondi regionali ( conservazione della lontra, interazione tra cinghiale e biodiversita’, monitoraggio del gatto selvatico e della martora, programma INNGREENPAF, progetti boschi e faggete vetuste, rete natura 2000, indagini ulteriori sul pino loricato)  il Parco ha fatto una scelta  che il Presidente Pappaterra non ha esitato a definire un’ imponente operazione di tutela ambientale dall’istituzione del parco ovvero l’acquisizione alla proprieta’ dell’Ente di alcuni terreni di proprieta’ privata ubicati nel comune di Viggianello ricadenti in zona 1 tra Serra del Prete, Timpone della Capanna e parte di Piano di Ruggio al fine di sottrarre dal continuo pericolo di tagli boschivi questi luoghi straordinari ed unici al  mondo fruiti dalla gran parte dei visitatori del parco. Un’altra scelta qualificante che il Consiglio ha approvato e’ stata quella di sostenere la prosecuzione dell’attivita’ dell’Universita’ di Messina della campagna di scavi archeologici in corso nel comune di Laino Borgo per volonta’ del compianto Sindaco Franco Armentano che potrebbe riportare alla luce l’antica citta’ di Laos.

Per quel che concerne la PROMOZIONE DEL TERRITORIO innanzitutto  e’ stato confermato l’impegno per finanziare i bandi sul turismo scolastico e sociale sostenuto anche dalle Regioni Calabria e Basilicata che in questi anni ha realizzato risultati positivi portando nel nostro territorio in periodi di bassa stagione circa ventimila persone all’anno. Cosi’ come utilizzando i fondi messi a dispeiszione dal Por Calabria saranno attivate tutte le misure previste nel Piano di Marketing Territoriale. Facendo riferimento alle decisioni approvate dalla Comunita’ del Parco nella riunione dedicata alla vicenda del Raganello sono stati appostati nel bilancio i fondi occorrenti per iniziative che rilancino quel territorio particolarmente segnato da quella immane tragedia da svolgere attraverso il coinvolgimento di associazioni ambientaliste, le guide del parco, gli operatori economici, il mondo della comunicazione e quello dei grandi eventi legandoli in parte agli appuntamenti di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 che saranno inaugurati il prossimo 19 gennaio dal Presidente della Repubblica  Sergio Mattarella e al 2019 proclamato Anno del Turismo lento.

Con riferimento agli INVESTIMENTI nel corso del 2019 saranno avviati tutti gli interventi finanziati dal parco o da altri enti a partire dalla manutenzione e riqualificazione della Rete Sentieristica in collaborazione con il CAI ed il SOCCORSO ALPINO rendendo fruibili e sicuri un numero limitato di sentieri all’interno dei quali il visitatore dovra’ essere obbligatoriamente accompagnato da una Guida Ufficiale del Parco. Tra gli altri interventi si richiamano la messa in sicurezza del costone sul Ponte del Diavolo a Civita, la Ciclovia dei parchi, la strada di collegamento Terranova del Pollino/San Lorenzo Bellizzi, il completamento del Parcheggio adiacente la sede del parco di Rotonda,il Polifunzionale di Campotenese con annessa Caserma dei Carabinieri Forestali, il Cammino Mariano nel versante lucano e tutti i progetti finanziati ai comuni del parco nell’ultimo triennio.

Infine aggiunge il Presidente Pappaterra abbiamo ritenuto di rifinanziare tutte quelle attivita’ legate alla salvaguardia ed alla fruizione  del territorio  quali il Piano AIB, il sostegno ai comuni per lo sgombero della neve dalle strade di alta montagna, gli indennizzi per danni da fauna, il piano di controllo degli ungulati  e quelle riferite alla valorizzazione naturalistica e turistico culturale quali le aree faunistiche di bosco Magnano ed Acquaformosa, l’Ecomuseo di Rotonda ed alcuni musei comunali, la Carta Europea per il Turismo Sostenibile, il  Geoparco, il Marchio del Parco ,la Comunita’ del Cibo, la partecipazione a fiere di settore, il sostegno ai Grandi Eventi , Naturart , attivita’ di ricerca con le universita’ e borse di studio.

Credo di poter affermare  ha concluso il Presidente Pappaterra che questo ricco carnet di progetti ed iniziative in ogni settore testimoni la vitalita’ ed il dinamismo del Parco del Pollino che in questi anni si e’ collocato stabilmente tra le piu’ virtuose ed attive aree protette del nostro paese.

Ufficio Comunicazione

Parco Nazionale del Pollino

Tuesday the 23rd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.