Martedì, 16 Aprile 2019 16:25

COMUNICATO STAMPA

Mercoledì 17 aprile incontro Astronomia, per guardare oltre il futuro con l'astrofisica finita sulla copertina del Time. 

Astrofisico tra i più apprezzati al mondo, che ha lavorato nei migliori centri internazionali ed ha conquistato la copertina del Time entrando nel gotha dei personaggi illustri della storia contemporanea sarà protagonista dell'incontro "Astronomia, per guardare oltre il futuro" in programma mercoledì 17 aprile alle ore 18.30 presso il Lab Center - Sala polifunzionale di San Basile.  

Lei nel pieno della sua carriera ha rifiutato un'offerta di lavoro prestigiosa a Parigi per tornare a casa, nella sua terra, dove oggi vive e lavora come ordinario di astrofisica presso l'Università della Calabria a Rende.  

L'incontro sarà aperto dai saluti del Sindaco di San Basile, Vincenzo Tamburi, e curato nell'introduzione dal Tommaso Ferrari. Presenterà la serata il docente di fisica Angelo Quartarolo. La professoressa Sandra Savaglio relazionerà e concluderà l'incontronel corso del quale ci sarà spazio per interventi dal pubblico.

Martedì, 09 Aprile 2019 17:19

COMUNICATO STAMPA

L’Amministrazione Comunale di Oriolo, guidata dal sindaco Giorgio Bonamassa, continua il suo percorso virtuoso per il recupero del centro storico. Un ulteriore finanziamento di 600.000 euro registrato in questi giorni consentirà al Comune di recuperare alcune abitazioni. L’obiettivo dichiarato è quello di ripopolare il centro storico rendendolo sempre più vivo e ospitale per tutto l’anno, ridando un’anima a quelle case oggi abbandonate. Sempre lungo il solco di questa politica, l’ultima iniziativa dell’Amministrazione Comunale e del suo vice sindaco con delega alla Cultura e ai Beni Culturali, Vincenzo Diego, consiste nel vendere le case del centro storico ad un prezzo simbolico di 100 euro con l’obbligo per il nuovo proprietario di ristrutturare l’abitazione acquistata.

In questa operazione saranno agevolate le associazioni, le fondazioni, le cooperative ma ci sarà spazio anche per eventuali privati cittadini interessati all’acquisto. Stesso intervento è previsto per i tanti terreni agricoli che il Comune ha intenzione di vendere a prezzi ribassati rispetto al mercato, anche qui con l’impegno da parte del nuovo proprietario di valorizzare il bene acquisito. Proprio nella giornata di ieri, domenica, un nutrito gruppo di visitatori provenienti da Calabria, Puglia e Basilicata ha visitato il centro storico di uno de “I Borghi più belli d’Italia” e la preziosa reliquia dell’alluce di San Francesco di Paola. Nella chiesa madre di San Giorgio Martire, al cospetto della reliquia (nella foto), è stata intonata in anteprima una canzone scritta da Antonio Labate dedicata proprio all’alluce di San Francesco. La canzone approderà anche in Vaticano dove lo stesso Labate la canterà nel corso di un concerto.

 

Vincenzo La Camera, giornalista

Comunicazione Istituzionale Comune di Oriolo

 

Martedì, 09 Aprile 2019 17:15

COMUNICATO STAMPA

Anche quest’anno grande interesse per il “corso di primo soccorso animali feriti” : un corso su come comportarsi nelle emergenze che possono riguardare il proprio animale o un animale randagio. Il corso , giunto alla settima edizione, si è svolto sabato 6 aprile presso il Centro di Formazione Efal di Castrovillari ed è stato organizzato dal Gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari. L’iniziativa rientra tra le attività di sensibilizzazione che il gruppo “Passione animali” dell’associazione “Solidarietà e partecipazione” organizza ogni anno  contro l’abbandono degli animali e il randagismo e al fine di un corretto rapporto tra le persone e gli animali. Relatori del corso sono stato i medici veterinari Dott. Francesco Spanò e Dott. Edmondo Altimari.

 

Giovedì, 04 Aprile 2019 22:36

COMUNICATO STAMPA

Dopo la positiva esperienza della prima edizione ritorna il Corso “il cane amico dell’uomo” : corso formativo rivolto ai detenuti del carcere di Castrovillari. Il corso formativo è organizzato dal Gruppo “Passione animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari in collaborazione con i servizi veterinari di Castrovillari dell’Asp di Cosenza. L’iniziativa rientra nell’ambito di un protocollo d’intesa siglato dal Gruppo "Passione Animali" dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” con la Casa Circondariale di Castrovillari diretta dal dott. Giuseppe Carrà al fine di coinvolgere il carcere nelle tematiche sociali quali, nello specifico, la tutela degli animali di affezione e prevenzione del randagismo e allo stesso tempo consentire ai detenuti coinvolti nell’iniziativa l’acquisizione  di competenze specifiche nel settore della cura e mantenimento degli animali al fine di consentire al termine della pena l’eventuale impiego lavorativo presso canili e strutture specializzate.Il corso si svolgerà nel mese di aprile 2019 ed è strutturato in incontri teorici proponendosi di fornire nozioni di base sulla salute del cane; etologia del cane; informare sugli obblighi di legge del proprietario (anagrafe canina, normativa sul randagismo e sugli animali d’affezione, responsabilità civili e penali del proprietario); sugli aspetti sanitari, organizzazione, funzionamento, lavoro e sicurezza nei canili. Relatori del corso saranno la biologa dott.ssa Mariella Buono, i medici veterinari dei servizi veterinari di Castrovillari ASP Cosenza dott. Tullio Tommaso, dott. Antonio Varcasia e dott. Pierpaolo Avolio  e,  per la parte legislativa, l’avvocato Francesco Martire.

Giovedì, 04 Aprile 2019 22:30

COMUNICATO STAMPA

L'amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giuseppe Regina continua la sua azione di promozione e valorizzazione del borgo e marketing territoriale. Il monumento regionale dedicato ai caduti della prima guerra mondiale, simbolo della comunità, nelle prossime settimana sarà inserito, grazie alla collaborazione con Anas e la Regione Calabria, nella cartellonistica che accompagna il viaggiatore lungo l'arteria autostradale del Sud.

Lo vedranno migliaia e migliaia di viaggiatori che da Nord a Sud attraverseranno la A2 del Mediterraneo, la più importante infrastruttura viaria del Mezzogiorno. Il monumento simbolo di Mormanno, il faro votivo d'Italia, eretto a memoria dei caduti della Guerra del 1915-1918, sarà inserito nelle prossime settimane nella cartellonistica autostradale che accompagna gli automobilisti alla scoperta delle bellezze del territorio e suggerisce le tappe intermedie da non perdere lungo il viaggio che si percorre, alla scoperta dei borghi che vale la pena fermarsi a visitare. 

Il monumento regionale eretto nel 1928 su proposta del presidente della Deputazione provinciale di Cosenza e dieci anni dopo, per volere dell'Aereonautica, diventato uno dei punti di riferimento per la navigazione aerea, fermato nello scatto del fotografo Fabio Filomena, giovane professionista di Mormanno, sarà l'immagine simbolo che racconterà Mormanno e la sua identità. Grazie ad Anas e alla collaborazione con l'assessore alle infrastrutture della Regione Calabria, Roberto Musmanno, Mormanno entra a far parte di questo grande sistema di racconto per immagini che la A2 del Mediterraneo propone ai viaggiatori. 

 Soddisfatto l'esecutivo Regina che attraverso il vice sindaco, Paolo Pappaterra, ha voluto «esprimere il suo ringraziamento agli autori di questo nuovo importante percorso di valorizzazione di Mormanno e delle sue peculiarità storico - artistico - culturali ed enogastronomiche che dall'inizio della nostra consiliatura ci siamo impegnati a portare avanti. Con questo nuovo tassello che aggiungiamo alla nostra ricca attività di marketing territoriale leghiamo il nome di Mormanno alla più importante infrastruttura viaria che collega il Sud al resto del Paese. Il faro votivo ci rappresenta e racconta la nostra identità, quella che vogliamo far conoscere al mondo intero aprendoci ai turismi esperienziali che solo l'entroterra può regalare a chi si vuole concedere un viaggio nel sapore autentico dei territori e del Pollino in particolare».

 

Giovedì, 04 Aprile 2019 22:25

Tutela del patrimonio forestale, valorizzazione della risorsa ambientale, occupazione di manodopera forestale. Con il bando sulla forestazione dedicato alla pulizia del sottobosco e la piantumazione di nuove specie arboree in zone interessate a disboscamento San Basile e Morano Calabro, che da tempo viaggiano in cordata istituzionale per partecipare alla programmazione regionale inserita nel PSR 2014 - 2020, hanno portato a casa altri 600 mila euro complessivi con due bandi differenti.  

 ono ormai una coppia vincente le amministrazionidi San Basile e Morano Calabro che sulla forestazione continuanoa portare a casa risultati consistenti in termini di risorse economiche e conseguente occupazione di manodopera specializzata in attività agroforestali. Gli ultimi in ordine cronologico sono due bandi distinti che hanno visto capofila San Basile in partenariato con Morano Calabro che hanno permesso alle due municipalità di aggiudicarsi ben 600 mila da destinare alla pulizia del sottobosco e la piantumazione di nuove specie arboree in aree comunali interessate dal disboscamento. 

COMUNICATO STAMPA

Un nuovo grande risultato a tutela del patrimonio forestale dei due comuni ed inserito in una precisa programmazione che punta sempre più a valorizzare l’ambiente, a custodirlo nella maniera migliore, creando al contempo una ricaduta occupazione importante per territori con sempre meno occasioni di lavoro. In particolare per le attività messe in cantiere con le risorse da spendere saranno in gran numero le maestranze agroforestali da coinvolgere negli interventi sul territorio. 

«L’idea di tutela della realtà forestale di cui siamo chiamati ad essere custodi – ha spiegato il Sindaco di San Basile, Vincenzo Tamburi – riscontra sempre più i favori dei valutatori dei bandi regionali. Questo ci inorgoglisce e ci gratifica dal punto di vista della progettazione ma anche e soprattutto perché certifica e sostiene la nostra idea di sviluppo e tutela del territorio che mette al centro l’ambiente e la sua valorizzazione e conservazione come elemento qualificante per una antropizzazione che sia capace di rispettare l’esistente. Inoltre poter realizzare questi successi in partenariato – ormai consolidato – con il comune di Morano Calabro, nostro confinante, ci permette di ragionare in un ottica di territorio allargato, stabilendo una sinergia istituzionale che sta diventando un modello di sostenibilità e governabilità da imitare». 

Di «buona pratica da continuare» ha parlato anche il Sindaco di Morano Calabro, Nicolò De Bartolo, che soddisfatto di questo «nuovo importante risultato per le nostre comunità» ha voluto evidenziare come sia «necessario perseverare con la tutela dell’ambiente ed il miglioramento delle condizioni di vivibilità dei territori nell’ottica di custodia del creato al quale siamo chiamati – prima come cittadini e poi come amministratori – a fornire il nostro contributo nella visione prospettica di eredità importante da lasciare in dono ai nostri figli». 

 Avi Communication / Vincenzo Alvaro 

Mercoledì, 03 Aprile 2019 15:23

COMUNICATO STAMPA

Il Parco Nazionale del Pollino nel 2015 è entrato a far parte della rete Europea e Globale dei Geoparchi, programma ufficiale dell’Unesco: 
“Programma Internazionale delle Geoscienze e dei Geoparchi”, con la denominazione di “Pollino UNESCO Global Geopark”.
Un UGG (Unesco Global Geopark) valorizza il patrimonio geologico locale, in stretta connessione con il patrimonio naturale e culturale presente nella medesima area.
La maggior parte dei siti (geositi) presenti nel territorio di un Geoparco deve appartenere al patrimonio geologico, ma il loro interesse può anche essere archeologico, naturalistico, storico o culturale. 
Infatti uno dei geositi del “Pollino UNESCO Global Geopark” è la Grotta del Romito e gli importanti ritrovamenti archeologici presenti nella stessa.
Da diversi anni insieme il Comune di Papasidero, l’Ente Parco del Pollino, la Soprintendenza ai beni Archeologici e la Regione Calabria, lavorano in sinergia con l’Università di Firenze (Istituto di Preistoria) per studiare e valorizzare nel migliore dei modi questo giacimento preistorico attraverso strumenti rivolti non solo agli addetti ai lavori, ma anche ai visitatori curiosi di informazioni e di maggiori conoscenze.
La Grotta del Romito, a seguito del riconoscimento Global Geopark Unesco del Parco del Pollino, ha assunto una maggiore valenza internazionale che ha portato ad una accelerazione delle attività di programmazione volte ad una più incisiva valorizzazione di questo sito.
Per tali motivi l’Ente Parco, in azione sinergica con il Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria di Firenze e il comune di Papasidero, ha inteso realizzare la nuova  guida in doppia lingua sulla Grotta del Romito, che ha il duplice scopo di aggiornare sull’avanzamento dei risultati degli scavi archeologici e di illustrarli in modo esaustivo e completo anche a un pubblico straniero, la cui presenza è sempre maggiore nelle visite alla Grotta, così come testimoniato dalla rilevazione delle presenze fatte sul sito dagli operatori del comune di Papasidero, che garantiscono l’apertura del museo e degli scavi della grotta in modo continuativo.
Nella mattinata di venerdì 5 aprile prossimo, sarà presentata la nuova guida in doppia lingua I/E: “GROTTA DEL ROMITO A PAPASIDERO - Una storia calabrese da 24.000 anni fa” e il sito Web ufficiale della Grotta del Romito www.grottaromito.com.
Interverrano l’On. Domenico Pappaterra (Presidente Parco Nazionale del Pollino), il Prof. Ing. Giovanni Del Prete (Dirigente Istituto Scolastico Omnicomprensivo), il Dr. Mario Pagano (direttore Sabap-cs), il Dr. Luigi Bloise (Resp. Geoparco Parco Pollino), il Prof. Fabio Martini e il Dr. Domenico Lo Vetro (Università di Firenze) conclude i lavori la Prof.ssa Maria Francesca Corigliano (Assessore Regionale Attività Culturali).
Il Presidente dell’Ente del Parco Nazionale del Pollino Domenico Pappaterra esprime grande soddisfazione: << La Grotta del Romito rappresenta da sempre una delle peculiarità archeologiche preminenti del Parco Nazionale del Pollino e, dal 2015, è anche uno dei 69  geositi  del Pollino UNESCO Geoparco Globale. In virtù di tale riconoscimento le azioni rivolte alla sua tutela e valorizzazione hanno acquisito una sempre maggiore importanza e non possono che essere espletate se non attraverso un’azione congiunta tra tutte le istituzioni coinvolte: nella ricerca scientifica, nella gestione e nell’attività di valorizzazione>>.
Il Sindaco di Papasidero Fiorenzo Conte afferma che questo ulteriore tassello premia la sinergia tra il proprio Comune e gli altri Enti che operano costantemente per dare dimensione internazionale al sito e favorire sempre una maggiore presenza di visitatori. A tal proposito, si coglie l’opportunità per ringraziare chi lavora e si occupa costantemente di questo eccezionale insediamento preistorico.

Mercoledì, 03 Aprile 2019 15:17

COMUNICATO STAMPA

Il Gruppo Folklorico Pro Loco di Castrovillari, che si accinge a festeggiare i 90 anni, custode attento delle tradizioni popolari cittadine è, nel suo genere, uno dei più antichi sodalizi italiani. Fu fondato, infatti, nel 1929 con la denominazione "I Canterini di Castrovillari" dal compianto Aldo Schettini e da un piccolo gruppo di volenterosi ed appassionati cultori di arti e tradizioni popolari.Dal 1959, anno di fondazione della Pro Loco,diretto dal Prof. Vittorio Vigiano, è stato assorbito dall'Ente imponendosi, grazie alle sue doti artistiche, all'attenzione nazionale ed internazionale. Validamente guidato da tanti illustri concittadini, oggi opera con il nome di "Gruppo Folklorico della Pro Loco del Pollino di Castrovillari". Tanti i riconoscimenti conseguiti negli anni, tra cui è importante ricordare il premio quale gruppo folklorico per l’unità d’Italia, per aver interpretato, con canti e musiche, la straordinaria stagione del RISORGIMENTO.

In occasione dei festeggiamenti che si terranno nella prima settimana di luglio, giorno 28 marzo si è insediato il Comitato Organizzatore, che ha discusso di tutte le azioni propedeutiche all’avvio delle iniziative previste nel fitto programma.

Il comitato sarà composto dai responsabili artistici che si sono succeduti nel tempo e da tutti i presidenti della pro loco dal 1959 ad oggi, che hanno raccolto, a loro volta, l’eredità del glorioso gruppo fondato nel 1928 il comitato nella prima seduta ha provveduto a nominare il presidente, facendo ricadere la scelta sul decano del gruppo , nella persona di Ornella Presta Inoltre si è nominato quale componente di diritto in rappresentanza della famiglia Schettini, il Dott. Elio Schettini figlio del fondatore del gruppo.

L’iniziativa prevede il coinvolgimento di tutti quei cittadini che  hanno fatto parte del gruppo e di tutti coloro che vorranno dare la propria collaborazione per la raccolta di documenti, foto, video, articoli di giornale, oggetti e di tutto ciò che rappresenta la storia del gruppo. inoltre la Proloco cittadina e il comitato organizzatore sono disponibili a raccogliere suggerimenti riguardo a tutte quelle iniziative che possono essere inserite nel programma o apportare modifiche migliorative agli eventi previsti.

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Martedì, 02 Aprile 2019 15:22

COMUNICATO STAMPA

Da sempre centro nevralgico della vita sociale del paese, Piazza Skanderbeg ha visto iniziare da qualche giorno i lavori che ne riqualificheranno l'insieme per rendere ancora più bello ed accogliente il "salotto buono" della cittadina amministrata dall'esecutivo guidato dal Sindaco Vincenzo Tamburi. 

 Un vero e proprio restyling da considerarsi «storico - afferma il capogruppo Lillino Bellizzi - a distanza di decenni dall'ultimo intervento nel cuore della città che porterà l’agorà di SanBasile a diventare ancora più bella e vivibile» grazie al rifacimento della pavimentazione con materiale di pregio, un nuovo arredo urbano con uno sguardo alla storia della comunità, conservando la vasca principale, ed inserendo un'area pedonale che fino ad ora mancava. 

 «Con questo intervento - ha dichiarato il Sindaco, Vincenzo Tamburi - prende vita un altro pezzo fondamentale di San Basile, che si inserisce in quell'ottica di riqualificazione complessiva che fino ad ora ha interessato il Municipio, piazza Bellizzi e piazza mercato». 

 «Interventi programmati e pensati - ha concluso l'assessore ai lavori pubblici, Gaetano Marcovecchio - per rendere sempre più attrattivo il nostro borgo che, con l'ultimo evento delle Giornate di Primavera, ha dimostrato di poter pensare al turismo inottica globale e territoriale, facendo dello sviluppo urbanistico una cartina al tornasole di quel che vogliamo essere e di quanto accogliente vogliamo rendere la nostra comunità».

 Avi Communication / Vincenzo Alvaro [ Giornalista ]

Lunedì, 11 Marzo 2019 00:01

– COMUNICATO STAMPA –

Il Vescovo di Cassano all’Jonio, mons. Francesco Savino, com’è solito fare, ha incontrato le detenute nel carcere di Castrovillari. Questa volta, però, per l’occasione della festa della donna, ha portato con sé una mimosa con un messaggio:

A te donna,
prigioniera del male che ti colse
da colpevole o va scontare in detenzione:
un rametto di mimosa
con il profumo della primavera
ti rechi l’annuncio del riscatto
pagato per te e tutti
da Gesù, il Signore, trafitto sulla croce.
Ogni colpa è redenta
la libertà restituita e garantita.
Anche tu, figlia dell’unico Padre,
sei beata!

Diocesi di Cassano all'Jonio
Ufficio per le Comunicazioni Sociali
Direttore: Dott. Roberto Fittipaldi
Sunday the 21st. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.