Spettacolo

Spettacolo (428)

− COMUNICATO STAMPA −

Morano Calabro - Anche per il 2017 si rinnova la tradizione e la magia del Grande Concerto di Natale all’auditorium “M. Troisi” con il Coro Polifonico e l’Orchestra di Fiati di Morano. Il 26 e il 27 dicembre, con inizio alle 20,00, un ensemble con più di cento elementi, con le voci soliste di Francesca Senatore, Rosaria Vulcano e Francesco Laitano, diretti dal M° Massimo Celiberto, saranno i protagonisti di un appuntamento tanto atteso quanto amato e partecipato, divenuto ormai immancabile nel calendario natalizio di Morano. Il concerto, presentato da Emila Zicari, sarà un viaggio nel tempo attraverso le più celebri e intense melodie che evocheranno la magia del Natale (Holly night, Santa Claus is coming to town, Joy to world, All I want for Christmas is you) passando per i classici del pop e gospel americano. Un omaggio a due mostri sacri della nostra canzone d’autore come Battisti e De Andrè, le dolci melodie della colonna sonora de “La Bella e la Bestia” e tante altre sorprese in musica sapranno aggiungere magia all’atmosfera festosa e raffinata che questo concerto di Natale ogni anno rievoca. Appuntamento da non perdere per vivere al meglio le festività di questo santo Natale, il concerto è il sesto evento in programma nel ricco cartellone della XVII Stagione di TeatroMusica, organizzata dalla compagnia teatrale moranese l’Allegra Ribalta, con il patrocinio del Comune di Morano Calabro e il Parco Nazionale del Pollino. Lo spettacolo è fuori abbonamento e i biglietti si possono acquistare presso “Au Rendez Vous” in via Maddalena a Morano. Per info e prenotazioni chiamare al 329-2160645.

DOMENICO DONATO
UFFICIO STAMPA
XVII STAGIONE DI TEATROMUSICA

− COMUNICATO STAMPA −

Il Progetto 365 è rivolto a tutte le età e propone diverse attività, dalla formazione alla messa in scena, segno tangibile della nascita di un teatro, non inteso come luogo fisico, bensì come realtà che propone e produce cultura. Un progetto promosso dall’associazione culturale Avvistamenti, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Ricadi, con il patrocinio del Comune.

             Lo scorso agosto si è conclusa la seconda edizione della rassegna di nuova drammaturgia di Torre Marrana, “Avvistamenti Teatrali”, che ha visto la partecipazione di un pubblico numeroso e appassionato, oltre ogni aspettativa, con ben 1600 presenze.

            Iniziato l’autunno, nelle grandi città cominciano le stagioni teatrali e le tante attività formative di strutture pubbliche e private. A Ricadi invece il teatro diventa per tutti un lontano ricordo estivo. A partire da quest’anno però, le cose andranno diversamente.

            Attraverso una riflessione condivisa con il delegato alla cultura Mario Rizzo e il sindaco Giulia Russo, si è messo a punto un programma integrato di iniziative che vogliono mettere a frutto l’esperienza di Avvistamenti Teatrali, al fine di promuovere in pianta stabile la cultura teatrale nel nostro territorio. Tre sono le linee d’azione: un laboratorio all’interno delle scuole, corsi privati e piccoli “blitz teatrali”, con veri e propri spettacoli offerti alla cittadinanza.

 

Il programma

            Sabato 23 dicembre 2017 prende quindi ufficialmente il via il Progetto 365, con uno spettacolo inaugurale di burattini. Il giovanissimo crotonese Angelo Gallo del Teatro della Maruca, uno dei burattinai più attivi e talentuosi d’Italia, porterà in scena il divertentissimo “Zampalesta, u cani tempesta”, la storia di un cane lupo ridotto in catene dal suo padrone, che un giorno decide però di scappare, seminando il panico in tutta la comunità. Vorace, aggressivo e pericoloso, Zampalesta diventa il simbolo della paura verso gli animali e nei confronti di ciò che non si conosce. Come fare per arrestare la sua furia? Un spettacolo capace di far divertire i più piccoli e di far sorridere anche gli adulti, grazie a un linguaggio semplice e divertente, capace di veicolare i valori positivi del rispetto degli animali e della gentilezza verso il prossimo. L’evento, patrocinato e finanziato dal Comune di Ricadi, sarà in scena per due repliche, nelle due sedi del locale Istituto Comprensivo: alle 15:00 a Santa Domenica e alle 19:30 a Orsigliadi. L’ingresso è gratuito, ma per accedere sarà necessario prenotare il proprio posto, specificando la preferenza di orario e sede (tel. 3491049820 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

            Con il nuovo anno verranno attivati inoltre dei percorsi di formazione teatrale iniziando proprio dai più piccoli, in sinergia con l’Istituto Comprensivo di Ricadi, grazie all’intesa raggiunta con il preside Genesio Modesti e il presidente del consiglio d’istituto Antonello Scalamandré. Attraverso un percorso formativo parallelo alla programmazione scolastica, bambini e ragazzi saranno stimolati al gioco del teatro e dell’immaginazione, come occasione ludica per conoscere se stessi, indagare la relazione con gli altri e per far emergere la propria espressività, con attività anche di educazione alla voce e del corpo.

            Le novità però non sono finite qui perché l’associazione proporrà privatamente a partire da gennaio 2018 AvvistamentiLab,  una proposta con ben due corsi teatrali, dedicati alle fasce di età 14-20 e dai 21 in poi, per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al teatro, per chi vuole superare le proprie timidezze, imparare a parlare in pubblico, insomma mettersi in gioco. Al termine del percorso è prevista la messinscena di uno spettacolo.

            Tutti i laboratori saranno tenuti dalla docente Maria Irene Fulco. Diplomata in arte drammatica presso la Scuola Internazionale di Teatro dell’Arsenale di Milano, specializzata in pedagogia teatrale per ragazzi al Teatro della Zucca di Milano, ha insegnato fino al 2017 alla scuola “More” del Teatro Morelli di Cosenza, diretta da Dario De Luca.

            Per maggiori informazioni su tutte le attività del Progetto 365, è possibile seguire la pagina facebook di Avvistamenti Teatrali o utilizzare i contatti citati sopra. 

Valeria Bonacci

− COMUNICATO STAMPA −

Buona la prima con il duo FRANCESCO PAOLANTONI E STEFANO SARCINELLI che hanno aperto la XVI edizione di “Primafila” Rassegna di Teatro e Musica organizzata dall’Associazione Culturale “Novecento Teatri”, con presidente Luisa Giannotti, per la direzione artistica di Benedetto Castriota. “Ancora ?”, lo spettacolo andata in scena all’Auditorium “Massimo Troisi” di Morano Calabro ha divertito il pubblico presente. Un’ora e mezza di esilaranti “gag”, riflessioni, disillusioni, paure e qualche rammarico, sull’esperienza della vita, lette con la lente della comicità. Un rinnovato connubio per i due comici, Paolantoni-Sarcinelli, impegnati da sempre fra teatro, piccolo e grande schermo, autori ed interpreti dello spettacolo. I due hanno vestito i panni di comico e di spalla; con loro anche Carletto Di Gennaro, sulla scena, eclettico ed atipico musicista, che ha fatto da volta pagina-commento a i vari “quadri” dello spettacolo, di carattere sempre ironico ma anche conditi da  una punta di cinica amarezza.

Da non perdere l’appuntamento del 26 dicembre al Teatro Sybaris di Castrovillari , (inizio alle ore 21,30)’ il XVI° Festival della Comicità. Direttamente da “Made in Sud” e “Colorado”, Mino Abbacuccio, Carmine Faraco e i Cd Rom (Luca Bartolino e Gaetano DiBitonto) appuntamento storico della rassegna.

Il 27 dicembre 2017 ore 21:30 sempre al Teatro Sybaris di Castrovillari, con INGRESSO GRATUITO “UOMO E GALANTUOMO” di Eduardo De Filippo, fra tradizione e tradimento della compagnia dei “Dioscuri”. Il 28 dicembre, sarà la volta di SIMONE SCHETTINO in“ Il meglio di...”ore 21,30 Teatro Sybaris di Castrovillari. Il 29 dicembre il cartoon della disney tanto amato da bambini e adulti: “ FROZEN” della compagnia “ Readarto”, ore 18,30 Teatro Sybaris di Castrovillari. Il 30 dicembre ore 21,30 Teatro Sybaris di Castrovillari, di scena la PREMIATA FORNERIA MARCONI (nota anche come PFM). La band con il suo tour mondiale dall’Italia all’America, sarà a Castrovillari, UNICA TAPPA DELLA CALABRIA con “Emotionaltattoos” l’ultimo lavoro del gruppo musicale rock progressivo italiano degli anni 70.

“Primafila” ritornerà il 12 di gennaio 2018 ma a Cassano Jonio con lo spettacolo“ #TaleEQualeAME...Again”di GABRIELE CIRILLI; ore 21,30 Teatro Comunale. Si ritorna a Castrovillari il 18 febbraio con ENZO IACCHETTI in “ LIBERA NOS DOMINE”; ore 21,30 Teatro Sybaris. Il 23 febbraio la “Divina Commediola” con GIOBBE COVATTA alle ore 21:30 all’ Auditorium Comunale “ Massimo Troisi” di Morano Calabro. Chiude la stagione di “Primafila” BEPPE BRAIDA, il 17 marzo 2018 al Cine-Teatro Comunale di Mormanno con inizio alle ore 21,30, con “ ITALIANI.IT”.

I biglietti potranno essere acquistati online su www.ticketwebonline.com

L’evento, gode del contributo della Regione Calabria, del Parco del Pollino, dei Comuni di Castrovillari, Cassano J. Morano C. e Mormanno.

Castrovillari 18 dicembre 2017

Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari - L’associazione culturale Aprustum, dopo il grande successo ottenuto con “Masaniello”, torna in scena con “Lisistrata” di Aristofane. Lo spettacolo, per la regia di Casimiro Gatto, debutterà al Teatro Sybaris mercoledì 20 dicembre alle 21, con replica giovedì 21. Testo scritto duemilacinquecento anni fa ma di un’attualità disarmante per il modo ironico e licenzioso con cui vengono trattati temi così alti come l’impegno politico (l'emarginazione femminile e la guerra) ed etico, “Lisistrata” può essere considerata un vero e proprio manifesto pacifista anti litteram. Una commedia che più di ogni altra sottolinea la forza motrice del sesso, ritenuto già dai Greci tanto potente da poter condurre alla soluzione di una guerra. Aristofane qui pone le donne sullo stesso piano degli uomini inneggiando all’eguaglianza. È un riscatto di genere, o meglio una vera e propria guerra tra i generi, animata dall’intenzione più nobile: ristabilire la pace e la tranquillità. A far da sfondo alla vicenda sono le sanguinose guerre del Peloponneso (combattute tra il 431 ed il 404 a.C., da Sparta ed Atene) che spingono l’ateniese Lisistrata, a radunare le donne di Atene e delle città vicine nell’acropoli. Lisistrata ha un messaggio molto importante da portar loro, è sicura di avere trovato un mezzo per porre fine a ciò che provoca tanto dolore e tanta solitudine. Il sesso fa muovere il mondo e l’eroina ateniese lo sa, ne è convinta e mette in atto uno stratagemma creativo e surreale: tutte le donne greche dovranno astenersi dall’avere rapporti sessuali con i mariti cosicché questi finiranno per impazzire e allora, sedotti e non accontentati, potranno abbassare le armi e finalmente ascoltare le loro mogli.

Domenico Donato

Ufficio stampa Aprustum

− COMUNICATO STAMPA −

“Acqua di colonia” è un piccolo capolavoro di ironia. Candidato al Premio Ubu 2017 come miglior nuovo testo italiano, lo spettacolo della compagnia Frosini /Timpano andrà in scena per il secondo appuntamento del “More - La scena contemporanea a Cosenza” giovedì 21 dicembre alle 20.30 al Teatro Morelli.

Ideata e diretta da Scena Verticale in partenariato con il Comune di Cosenza, la Regione Calabria e il MiBACT, la stagione del More continua con proposte sempre attente al contemporaneo e alle compagnie emergenti. Nell’epoca dei migranti “Acqua di colonia” non è di certo una soluzione di oli eterici, bensì un viaggio nella storia del colonialismo e nella nostra dilagante ignoranza che rompe le barriere del perbenismo e i falsi miti. Una storia rimossa e negata, che dura 60 anni, inizia già nell'Ottocento, ma che nell'immaginario comune si riduce ai 5 anni dell'Impero Fascista. Cose sporche sotto il tappetino, tanto erano altri tempi, non eravamo noi, chi se ne importa. È acqua passata, acqua di colonia, cosa c'entra col presente? Eppure ci è rimasta addosso come carta moschicida, in frasi fatte, luoghi comuni, nel nostro stesso sguardo. Vista dall'Italia, l'Africa è tutta uguale, astratta e misteriosa come la immaginavano nell'Ottocento; Somalia, Libia, Eritrea, Etiopia sono nomi, non paesi reali, e comunque “noi” con “loro” non c'entriamo niente; gli africani stessi sono tutti uguali. E i profughi, i migranti che oggi ci troviamo intorno, sull'autobus, per strada, anche loro sono astratti, immagini, corpi, identità la cui esistenza è irreale: non riusciamo a giustificarli nel nostro presente. Come un vecchio incubo che ritorna, incomprensibile, e ci piomba addosso come un macigno.

Elvira Frosini e Daniele Timpano sono autori, registi e attori della scena contemporanea italiana che dal 2008 condividono un comune percorso artistico. Tra i lavori di Timpano prima del sodalizio ricordiamo: Dux in scatola (2006), finalista al “Premio Scenario” e “Vertigine”, e Reperto#01 (2006). Dal 2008 inizia la loro unione artistica dando vita ad importanti progetti: Sì l'ammore no (2009) finalista al “Premio Dante Cappelletti/Tuttoteatro.com”; Risorgimento pop (scritto con Marco Andreoli, del 2009); Ciao bella (2010); Digerseltz (2012); Aldo morto - tragedia (2012) vincitore del “Premio Rete Critica” 2012. Dux in scatola, Risorgimento Pop e Aldo morto sono stati tradotti e presentati a Parigi. Nel 2013 hanno realizzato con il Teatro dell'Orologio di Roma e Fondazione Romaeuropa il progetto Aldo morto 54 “vincitore del Premio Nico Garrone 2013”.

Nell'autunno 2012 hanno iniziato a lavorare sul nuovo progetto Zombitudine.
Crediti
FROSINI / TIMPANO
Acqua di colonia (100’) *

testo, regia, interpretazione  Elvira Frosini e Daniele Timpano
consulenza  Igiaba Scego
voce del bambino unicef  Sandro Lombardi
aiuto regia e drammaturgia Francesca Blancato
scene e costumi Alessandra Muschella e Daniela De Blasio
disegno luci Omar Scala
produzione Romaeuropa festival, Teatro della Tosse, Accademia degli Artefatti
con il sostegno di Armunia Festival Inequilibrio
si ringrazia c.r.a.f.t. centro ricerca arte formazione teatro

 

Accrediti stampa

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info biglietteria

POSTO UNICO INTERO €10,00

POSTO UNICO RIDOTTO (under 26 e over 60) € 8,00

POSTO UNICO RIDOTTO (spettatori Tau e universitari) € 5,00PREVENDITA INPRIMAFILA 

 

#keeptheticket

* CONSERVA IL BIGLIETTO DEGLI SPETTACOLI MORE E DEL TEATRO AUDITORIUM UNICAL Presentando il tuo biglietto degli spettacoli della stagione del TEATRO AUDITORIUM UNICAL, avrai diritto a un biglietto ridotto da € 5,00 per gli spettacoli della stagione MORE. Allo stesso modo, i possessori dei biglietti del MORE godranno della riduzione prevista per gli spettacoli della stagione del TEATRO AUDITORIUM UNICAL

Prossimo appuntamento Teatro Auditorium Unical

12 DICEMBRE 2017, ore 20:30 > The Spleen Orchestra - Tim Burton Show (biglietto ridotto € 10,00 presentando il biglietto dello spettacolo MORE "Fibre Parallele - THE BLACK'S TALES TOUR"

− COMUNICATO STAMPA −

Si alza il sipario sul primo dei 10 spettacoli in cartellone della XVI edizione di “Primafila” Rassegna di Teatro e Musica organizzata dall’Associazione Culturale “Novecento Teatri”, con presidente Luisa Giannotti, per la direzione artistica di Benedetto Castriota. Il 16 dicembre tutti in “Primafila” all’Auditorium “Massimo Troisi” di Morano Calabro per assistere allo spettacolo “Ancora ?” di FRANCESCO PAOLANTONI E STEFANO SARCINELLI. Dopo un lungo periodo da ‘solisti’, Francesco Paolantoni e Stefano Sarcinelli tornano a lavorare insieme per “Ancora?”, una rivisitazione del repertorio comico dei due artisti, con qualche piccola novità. I due saranno due agenti della polizia scientifica che indagano su fantomatici casi di cronaca nera ma che in realtà brancolano nel buio. Francesco Paolantoni, intervistato da Stefano, sarà un sociologo al quale il suo cane ha mangiato una schedina milionaria del super enalotto. Con “Song chef”, tra un quadro e l’altro, si parodieranno i programmi di cucina tanto di moda di questi tempi. Il signor “Farlocco”, cialtrone e arrogante, farà da sponsor con i suoi biscotti.

Non mancheranno monologhi divertenti e surreali che spazieranno dai luoghi comuni alla rilettura dei classici. Riflessioni, disillusioni, paure e qualche rammarico, sull’esperienza della vita, lette con la lente della comicità.

Paolantoni è un attore, comico e showman. Da Indietro tutta nel 1987 a Mai dire gol, da Quelli che il calcio all’Ottavo nano, è consacrato protagonista del panorama comico italiano.

Stefano Sarcinelli è tra gli autori/attori più versatili del panorama televisivo e teatrale italiano. Ha esordito a soli 17 anni con Nello Mascia. È passato da Zelig a Macao, è stato autore di Tintoria Show e fa da autore e spalla a Max Tortora.“Ancora?” è uno spettacolo da non perdere che mette in scena due artisti di grande calibro; si inizia alle ore 21,30.


I biglietti potranno essere acquistati online su www.ticketwebonline.com

L’evento, gode del contributo della Regione Calabria, del Parco del Pollino, dei Comuni di Castrovillari, Cassano J. Morano C. e Mormanno.

Castrovillari 9 dicembre 2017

Ufficio Stampa

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Pagina 9 di 43
Sunday the 23rd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.