Spettacolo

Spettacolo (428)

COMUNICATO STAMPA

Continua la XVII Stagione di TeatroMusica, organizzata da L’Allegra Ribalta in sinergia con il Comune di Morano. Domenica 4 febbraio, con inizio alle 18,30, all’ auditorium comunale “Massimo Troisi” sarà di scena la compagnia napoletana “Teatropernoi” con la commedia in due atti “Il primo amore non si scorda mai … la chitarra spesso!” di Gennaro Castaldo. Lo spettacolo, diretto da Ernesto Mignano, racconta di una coppia che vive immersa nella routine quotidiana. I sogni della gioventù se ne sono andati presto. Conosciutisi da ragazzi perché facevano parte della stessa scatenata rock band, si sono poi scontrati con le vicissitudini della vita quotidiana. Biagio si è man mano adattato al passare degli anni e ormai la coppia parla solo a monosillabi, a gesti e sguardi, e Sandra farebbe di tutto per riavere il Biagio di cui si è innamorata da giovane, ma questi sembra proprio non volerne sapere. Tuttavia, un giorno accade l'imprevisto: irrompono improvvisamente in casa un vecchio amico la cui moglie si lamenta della suocera, una coppia di ladri stranieri con pressanti problemi di "corna" e una coppia di poliziotti neuropatici con difficoltà di relazione con gli altri. La tranquillità e le certezze di Biagio vengono messe "seriamente" in discussione dai nuovi e inaspettati ospiti. Tra battute, gag e situazioni paradossali...la coppia scoppierà?

DOMENICO DONATO

UFFICIO STAMPA TEATROMUSICA

 − COMUNICATO STAMPA −

La stagione del more dedicata alla scena contemporanea, ideata e diretta da Scena Verticale in partenariato con Comune di Cosenza, il MiBACT e la Regione Calabria, non solo è un punto di riferimento per la scena teatrale di Cosenza, ma è letteralmente “qualcosa di più”: la compagnia di Castrovillari, da sempre attenta ai nuovi linguaggi degli artisti emergenti, propone un ampio cartellone dedicato non solo al teatro ma anche alla musica con una rassegna dedicata alla nuova scena musicale internazionale.

Tre gli appuntamenti in cartellone per la kermesse curata da Loredana Ciliberto.

Sarà Leelo ad inaugurare il More Music il 31 gennaio alle 21.30 al Palco di Cosenza, in via XXIV Maggio. La Cantautrice residente a Berlino ma originaria di Tartu, Estonia, ha accuratamente ideato uno stile che rende unico ogni singolo brano. Leelo è polistrumentista, con un background musicale classico, e la sua musica è un mix di indie melanconico, folk e rock, con enfasi su testi e melodie vocali.

Il 28 febbraio, sempre al Palco di Cosenza, potrete assistere al concerto/spettacolo "POP (octopus vulgaris)" del duo siculo-catalano de I Fratelli La Strada, mentre il 13 marzo dal Missori arriverà Ian Fisher con l’opening act della berlinese Ida Wenøe.

 

Leelo in concerto
mercoledì 31 gennaio ore 21.30
PALCO – via XXIV Maggio, 49 – Cosenza
*Ingresso libero

 − COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari. RE GIANGURGOLO E LE ARANCE D’ORO ” il secondo appuntamento della Stagione Teatrale Comunale di Castrovillari, organizzata in collaborazione con la Sinfony&Sinfony per la direzione artistica di Benedetto Castriota, è stato annullato per impossibilità di due attori ad essere presenti causa motivi di salute. Pertanto il suddetto spettacolo è stato rinviato a data da destinarsi.

Castrovillari 26 gennaio 2018

Ufficio Stampa

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −

MORANO CALABRO – Nuovo appuntamento tutto da ridere all’auditorium comunale di Morano Calabro. Domenica 28 gennaio, alle 18,30, la compagnia teatrale napoletana “Il Sipario” presenta “Sole all’improvviso” di Girolamo Palumbo per la regia di Sasà Palumbo. Al centro della vicenda ci sono un uomo (Antonio), la sua donna di origini francesi (Adèle Muller), i loro tanti problemi e Napoli sullo sfondo. Sì, tanti problemi, ma poi arriva “Sole” all’improvviso! Purtroppo però per Antonio, non è quello che uno si aspetta veder arrivare a dissipare le nuvole rischiarando la giornata: Sole è infatti una ragazzina di quindici anni che gli piomba in casa dicendo di essere sua figlia, nata da un rapporto occasionale di sedici anni prima. Che caos, la routine della coppia ne è sconvolta, ed ancor di più quando la ragazza chiede di essere riconosciuta e di fare il test del DNA. Antonio allora rifiuta. Perché dovrebbe riconoscerla, che gli frega di questa ragazzina di cui non ricorda nemmeno il volto della madre? Ma in ballo c’è una eredità di due milioni di euro a cui Sole, affidata dopo la morte della madre ad una casa famiglia, potrà accedere solo alla maggiore età oppure in caso fosse affidata al vero padre, e la promessa di dare una parte dei soldi ad Antonio se accetta di riconoscerla può sbloccare la situazione. Ma perché tanta fretta da parte di Sole ad entrare in possesso dei soldi? È solo avidità o sotto c’è dell’altro? Lo scopriremo, dopo molti colpi di scena, solo a fine spettacolo. Sul palco dell’auditorium “M. Troisi” ci saranno Sasà Palumbo, Raffaele Wirz, Elisabetta Fulgione, Sara Palumbo, Gianni Palumbo, Lucia Giugliano e Franco Tortora. È un gradito ritorno quello della Compagnia “Il Sipario” nella Stagione di TeatroMusica di Morano Calabro; l’anno scorso infatti, aveva presentato “Se... Mai, mi sposerò?!?”, commedia molto apprezzata dal pubblico moranese.

Domenico Donato
Ufficio Stampa TEATROMUSICA

− COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari. Secondo appuntamento della Stagione Teatrale Comunale di Castrovillari, organizzata in collaborazione con la Sinfony&Sinfony per la direzione artistica di Benedetto Castriota. In scena al Teatro Sybaris domenica 28 gennaio con inizio alle ore 21,00, lo spettacolo teatrale “Re Giargurgolo e le arance d’oro” della Compagnia Teatrale “ Porta Cenere”. Capitan Giangurgolo è la maschera del calabrese che ha attraversato secoli di storia di commedia dell'arte: spavaldo e ingordo, spaccone con i più deboli ma sottomesso coi più forti. In questo spettacolo, il nostro Capitano è diventato Re ed è pronto per una nuova avventura, che lo vedrà protagonista di un divertentissimo canovaccio, nel quale vivono personaggi che sotto una apparenza buffa e goliardica, nascondono debolezze e sentimenti profondi. Un viaggio alla scoperta della maschera del calabrese, che merita di essere conosciuta dalle nuove generazioni per aggiungere un tassello importante al composito mosaico della nostra storia.

​Il linguaggio è ricco ma chiaro, ed ha il preciso intento di non raccontare agli spettatori una storia piana, ma preziosa nella varietà espressiva che offre la lingua italiana. Il nostro eroe, strampalato ed egoista, viene calato in una atmosfera fiabesca e goliardica, alle prese con una figlia che pensa solo ad "uscire" ed un Consigliere candido e buono con cui tesse un rapporto fatto di equivoci e fraintendimenti, posti alla base di un dialogo comico fortemente ritmico, che prende le mosse e omaggia apertamente gli sketch del cinema italiano più famosi. Inganni, tranelli, fraintendimenti, giochi di parole, zuffe e misteri, si risolvono in una baruffa totale tra tutti i protagonisti che mette a posto ogni cosa, ristabilendo un nuovo equilibrio tra i personaggi, utilizzando il lieto fine, che tanto è atteso nelle commedie, nel quale scopriremo chi ha rubato le arance d'oro e aiuteremo la Principessa a trovare il vero amore, dando a Re Giangurgolo una bella lezione di umiltà!

Abbonamento platea intero €70, ridotto €60 (per gli ultra sessantacinquenni e i ragazzi sotto i diciotto anni). Per prenotazioni spettacoli www.tictewebonline.com oppure Sinfony & Sinfony 0981.48.90.08 – Deny music 0981.27.084

Castrovillari 23 gennaio 2018

Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −
 
L’edizione numero zero di Oscenica inverte la rotta, sul piano artistico e culturale, senza dimenticare le realtà virtuose già presenti sul territorio calabrese. Difatti, dopo il celebre “La Merda” di Cristian Ceresoli con Silvia Gallerano, che ha inaugurato la rassegna, il 27 gennaio, secondo spettacolo in cartellone, sul palco del Teatro Comunale arriverà una delle compagnie calabresi più affermate nel panorama nazionale e internazionale, Scena Verticale, con il pluripremiato La Borto, spettacolo di e con Saverio La Ruina.

La stagione di Oscenica - nuove frontiere del teatro contemporaneo, ideata e diretta da Divina Mania, con la direzione artistica di Mauro Lamanna e Gianmarco Saurino e quella organizzativa di Pietro Monteverdi e Rosy Chiaravalle, per la prima volta a Catanzaro, si dedica al contemporaneo grazie all’audacia della giovane associazione che consegna al pubblico un’attenta selezione di spettacoli, lontani dal mero intrattenimento, che portano lo spettatore a guardarsi e interrogarsi su sé
stesso e sulla realtà che lo circonda.

Premio UBU 2010 ‘Migliore testo italiano’, Nomination Premio UBU 2010 ‘Migliore attore’ e vincitore del Premio Hystrio alla Drammaturgia 2010, La Borto di Saverio La Ruina è la storia di una donna in una società dominata dall’atteggiamento e dallo sguardo maschili: uno sguardo predatorio che si avvinghia, violenta e offende; un atteggiamento che provoca gli eventi ma fugge le responsabilità. L’aborto ne è solo una delle tante conseguenze. Ma ne è la conseguenza più estrema.

Vittoria racconta il suo calvario in un sud arretrato e opprimente. E lo fa nei toni ironici, realistici e visionari insieme, propri di certe donne del sud. La protagonista racconta l’universo femminile di un paese del meridione. Schiacciata da una società costruita da uomini con regole che non le concedono appigli e che ancora oggi nel suo profondo stenta a cambiare.

Il testo vincitore dell’Ubu, oltre a contare numerose rappresentazioni all’estero, è stato tradotto in francese (Le Vortement nella messinscena in Lussemburgo e Arrange-toi nella messinscena in Francia) da Federica Martucci e Amandine Mélan con il sostegno della Maison Antoine Vitez.

 

SCENA VERTICALE
LA BORTO (75’)
di e con Saverio La Ruina
musiche composte ed eseguite dal vivo da Gianfranco De Franco
disegno luci Dario De Luca
organizzazione Settimio Pisano
produzione Scena Verticale

Pagina 7 di 43
Wednesday the 19th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.