Spettacolo

Spettacolo (428)

Mercoledì, 07 Marzo 2018 20:01

Al Teatro Sybaris, Croce e Delizia Signora Mia

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Penultimo appuntamento della XVII Stagione Teatrale Comunale organizzata in collaborazione con la Sinfony & Sinfony per la direzione artistica di Benedetto Castriota. In scena al Teatro Sybaris, sabato 10 marzo, con inizio alle ore 21,00, “ Croce e Delizia Signora Mia...” lo spettacolo musicale con Simona Marchini e Paolo Restani che raccontano   tre storie appassionanti (Traviata, Rigoletto, Trovatore), la cosiddetta trilogia popolare. Simona Marchini e la sua verve ironica ed elegante; Paolo Restani che descrive al pianoforte temi verdiani attraverso la parafrasi di Liszt.  Un  connubio audace su una materia che risuona nel profondo di ognuno di noi, su un genere denso di storia e di identità culturale.

Simona Marchini. La prima proposta professionale le arrivò da Elio Petri, quando aveva sedici anni, successivamente una cara amica, Delia Scala, la introduce nel mondo dello spettacolo.  Nel corso degli anni si è andata sempre più orientando verso il teatro. Ha raggiunto grande popolarità con la partecipazione, nel 1985, al programma di Renzo Arbore "Quelli della notte". La filmografia di Simona Marchini è davvero numerosa.

Paolo Restani. Allievo fino al 1984 di Vincenzo Vitale, si è successivamente perfezionato con Gerhard Oppitz all'Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera. Dopo il debutto in recital nell'83 all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, viene scritturato dai maggiori teatri italiani. Tra i riconoscimenti, di particolare rilievo quelli ottenuti in Sud-America (dove si reca ogni anno): l'Associazione della critica argentina lo premia nel 2005 come miglior interprete dell'anno e, nel 2011, con il Quartetto d'archi della Scala, come miglior ensemble.

Per prenotazioni spettacoli www.tictewebonline.com oppure Sinfony & Sinfony 0981.48.90.08 – Deny music 0981.27.084

 

Ufficio Stampa

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

 − COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari. Con leggerezza, condita da un pizzico di ironia, per trascorrere una piacevole e divertente serata, la Compagnia Teatrale Khoreia 2000 porta in scena, presso la propria Sala Teatro, sita a Castrovillari, in via del Pino Loricato,11, lo spettacolo “In Varietà… Costume e Società”. Un potpourri di situazioni al limite del grottesco dove a farla da protagonista è la moderna società, frivola e consumistica.

Angela Micieli, Giovanni Pisani, Nicola Graziadio ed Emanuele Piroli i protagonisti di queste esilaranti pieces teatrali, con la regia di Rosy Parrotta.

Tre gli appuntamenti in cartellone:
Giovedì 8 marzo ore 21:00
Sabato 10 marzo ore 21:00
Domenica 11 marzo ore 19:00
a cui farà seguito un momento conviviale.

Il ricavato sarà interamente devoluto al progetto "Insieme per Viole' - il film".

Il progetto prevede la realizzazione di un docufilm, tratto dal libro Viole’ di Angela Micieli, da distribuire in tutte le scuole d’Italia come mezzo di contrasto alla violenza sulle donne e sui minori e mostrare, nel contempo, l'altra faccia della Calabria, quella pulita, quella operosa, quella che non si arrende, quella che sa farsi comunità, che sa mettersi insieme in un progetto rivolto a tutti i giovani. A tutti i giovani di tutta Italia!

Per info e prenotazioni contattare Giovanni Pisani al 3477037704. Biglietti già disponibili.

Ufficio Stampa Khoreia 2000

COMUNICATO STAMPA

Compie vent'anni di attività bandistica e sinfonica l'Orchestra di Fiati di Morano Calabro, diretta dal Maestro Massimo Celiberto. Una storia lunga ed appassionata di formazione musicale che ha visto crescere, in questi anni, diversi musicisti che da giovani studenti tra le fila dell'associazione moranese sono poi diventati importanti promesse della musica sinfonica a livello nazionale.

 In questi giorni la compagine musicale, presieduta da Leonardo Di Luca, si prepara alacremente alla messa in scena del Rigoletto, opera in tre atti di Giuseppe Verdi - tratta dal dramma di Victor Hugo "Le roi s'amuse" (Il re si diverte) - che insieme con Il Trovatore e La Traviata compone la cosiddetta "trilogia popolare". Non solo uno spettacolo da portare su un palcoscenico per gli oltre quaranta elementi - per la maggior parte giovani - che compongono l'ensamble musicale, ma «una vera e propria scuola di formazione culturale - confessa il maestro Massimo Celiberto - per conoscere il contesto storico dell'opera, le sue sfaccettatture compositive, il periodo storico nel quale nasce, i messaggi sociali che nasconde ogni opera di un grande compositore». 

Da anni, infatti, il sodalizio nato nel 1998 da un gruppo di giovani orgogliosi della tradizione musicale moranese non solo mette in scena opere sinfoniche, concerti, performance anche in giro per l'Italia e all'estero, ma è diventata una vera e propria fucina artistica e formativa che sa coniugare l'apprendimento di uno strumento (attraverso corsi pomeridiani aperti a giovanissimi) con l'aspetto culturale organizzando sovente trasferte nei più prestigiosi teatri italiani per far ascoltare dal vivo opere che poi verranno messe in scena dall'orchestra moranese. 

E' indiscusso l'alto valore culturale dell'associazione il cui primo presidente fu Leonardo Bruno, al quale seguì Tonino Fuscaldo rimasto in carica fino allo scorso anno. Oggi Leonardo Di Luca guida questa realtà sociale, aggregativa e musicale che dal 2008 vede nelle vesti di direttore artistico il maestro Massimo Celiberto.

 Il 17 marzo (alle ore 20.30) e 18 marzo (ore 19.30) presso l'Auditorium "Massimo Troisi" di Morano Calabro le giovani promesse musicali della città si preparano a debuttare con l'opera Rigoletto di Verdi, per far rivivere la trama di un'opera che offre una combinazione di ricchezza melodica e potenza drammatica che fonde insieme passione, tradimento, amore e vendetta. L'attività culturale, finanziata con l'Azione 3 tipologia A degli interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione ed il rafforzamento dell'attuale offerta culturale presente in Calabria, vedrà coinvolto anche il coro lirico "Francesco Cilea" di Reggio Calabria. 

Per le prenotazioni "Au rendez-vous" in Via Maddalena di Di Leo Immacolata o contattare i numeri 329.2160645/345.3160095/324.8245107.

UFFICIO STAMPA

AVI COMMUNICATION di Vincenzo Alvaro

Martedì, 27 Febbraio 2018 16:17

Stagione Teatrale Comunale. Senza glutine di Argot

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Nel 1977 Lucio Battisti cantava Amarsi un po’, ricordando che in fondo siamo «vicini ma irraggiungibili». Secondo Giuseppe Tantillo, attore e drammaturgo palermitano, non si può. Resteremo legati, organicamente interdipendenti, come un mal di pancia. «La verità è che mi riesce difficile scindere il concetto di amore da quello di digestione. Li considero affini. In entrambi i casi, infatti, si tratta di assorbire e trasformare (alimenti o sentimenti) avendo cura di eliminare le scorie». Così si struttura la drammaturgia di Senza Glutine”, ultimo lavoro firmato Argot Produzioni, scritto, interpretato e co-diretto dallo stesso Tantillo insieme a Daniele Muratore. L’appuntamento rientra nel cartellone della XVII Stagione Teatrale Comunale di Castrovillari  organizzata in collaborazione con la Sinfony & Sinfony per la direzione artistico di Benedetto Castriota. L’appuntamento è in programma sabato 3 marzo con inizio alle ore 21,00 al Teatro Sybaris di Castrovillari. Circondati da muri ricoperti di una carta da parati giallognola simile alla juta, si presentano sulla scena Fran e Lisa (Giuseppe Tantillo,Valentina Carli) e Paolo e Felicia (Vincenzo De Michele,Orsetta De Rossi), trentenni i primi, cinquantenni i secondi annoiati di essere l’uno per l’altra la co(p)pia sfinita di un prima che si credeva eterno. Le storie di questi quattro amici e colleghi (Lisa e Paolo lavorano insieme) che sono anche compagni e amanti (Fran e Felicia si incontrano clandestinamente ogni martedì) si intrecciano spinte da urgenti esigenze di cambiamento: le noiose conversazioni di un dialogo piano e serale (fatto alla fine della giornata di lavoro e al ritorno a casa) vengono ravvivate dall’oscenità sconveniente di battute hard. Negli anni che attraversa la pièce ciascuno cercherà di perseguire la propria personale idea dell’amore , spesso a scapito di una ricerca comune. Ne verrà fuori un inevitabile incrocio che metterà a dura prova la solidità delle due coppie. Per prenotazioni spettacoli www.tictewebonline.com

Ufficio Stampa

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

COMUNICATO STAMPA

CollettivO CineticO arriva a Cosenza, unica data in Calabria, per il More – il progetto ideato e diretto da Scena Verticale in partenariato con il Comune di Cosenza, la Regione Calabria e il MiBACT – giovedì 1 marzo alle 20.30 al Teatro Morelli in scena con 10miniballetti.

La compagnia ferrarese, Premio Ubu 2017 come “miglior spettacolo di danza” con Sylphidarium. Maria Taglioni on the Ground, si conferma tra le più interessanti del panorama coreografico. La danza e i linguaggi legati al gesto e al corpo sono oggi tra le esperienze più innovative della scena contemporanea. Inserito nel cartellone come settimo appuntamento della stagione More – La scena contemporanea a Cosenza, 10 miniballetti è una personale antologia di danze di Francesca Pennini in bilico tra geometria e turbinio, cibernetica e grand-jeté dove l’elemento aereo è paradigma di riflessione sui confini del controllo. Correnti e bufere, ventilatori e droni, uccelli e grand-jeté diventano allegorie sul legame tra coreografia e danza in un’indagine che rimbalza tra la ripetibilità del gesto e l’improvvisazione, tra la scrittura e l’interpretazione.

A fare da spartito un quaderno delle scuole elementari di Francesca Pennini con decine di coreografie inventate e mai eseguite. Una macchina del tempo per un’impossibile archeologia che si declina sulla scena in una serie di possibilità strampalate.

Il corpo viene messo alla prova prendendo in prestito i principi della termodinamica passando dalla plasticità ginnica alla dinamica più vaporosa ed effimera. Tra contorsioni e sforzi asfittici si innesca uno scambio respiratorio che mescola i volumi tra corpo e spazio, tra scena e pubblico in una geografia mobile, sospesa e decisa, fluttuante e depositata.

CollettivO CineticO nasce nel 2007 ed è diretto della coreografa Francesca Pennini in collaborazione con il dramaturg Angelo Pedroni ed oltre 50 artisti provenienti da discipline diverse. La ricerca del collettivo indaga la natura dell’evento performativo muovendosi negli interstizi tra danza, teatro e arti visive. Uno dei caratteri salienti è l’ideazione di metodi di composizione e organizzazione del movimento in grado di incontrare corpi estremamente differenziati e dispositivi che discutono il rapporto con lo spettatore e la visione. CollettivO CineticO è compagnia residente del Teatro Comunale di Ferrara e ad oggi ha prodotto 37 creazioni ricevendo numerosi premi tra cui: “Jurislav Korenić Award Best Young Theatre Director”; “Premio Rete Critica” 2014 come ‘miglior artista’; “Premio Danza & Danza” 2015 a Francesca Pennini come ‘miglior coreografa e interprete’; “Premio Hystrio Iceberg” 2016; “Premio MESS” al BE Festival di Birmingham 2016; “Premio Nazionale dei Critici di Teatro” per il Teatro Danza 2016, “Premio Ubu 2017” a Sylphidarium. Maria Taglioni on the Ground come ‘miglior spettacolo di danza’. Dal 2013 la compagnia è sostenuta dal MiBACT, dal 2015 dalla Regione Emilia-Romagna e dal 2016 è “international artist” del network APAP - advancing performing arts project, presentati da Centrale Fies / Festival Drodesera. 

 

COLLETTIVO CINETICO

COMUNICATO STAMPA

Castrovillari. Quarto appuntamento della Stagione Teatrale Comunale di Castrovillari, organizzata in collaborazione con la Sinfony&Sinfony per la direzione artistica di Benedetto Castriota. In scena al Teatro Sybaris sabato 24 febbraio con inizio alle ore 21,00, lo spettacolo teatrale "DIARIO INTIMO DI UNA CAMERIERA”di O. Mirbeau a cura del Teatro "Gamma" di Catania."La regia è di Gianni Scuto e sul palco reciteranno Barbara Cracchiolo, Alessandro Gambino, Domenico Maugeri con la partecipazione straordinaria di  Nellina Laganà. Scene di Franco Weber, costumi di Gianni Cavalieri.

Uno spettacolo insolito ed originale liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Octave Mirbeau ed interpretato da quattro scatenatissimi interpreti che in circa 90 minuti riescono a far rivivere come ricorda lo stesso autore “.  Una quantità di figure così stranamente umane che sembrano quasi ossessionarmi, davanti a queste maschere ho sentito tutta la tristezza e la comicità dell’essere uomini.” Possiamo così ritrovare nella pièce quella tristezza che fa ridere e quella comicità che risolleva e ci accompagna col distacco dovuto verso le numerose peripezie e i numerosi scherzi della vita.

Per prenotazioni spettacoli www.tictewebonline.com oppure Sinfony & Sinfony 0981.48.90.08 – Deny music 0981.27.084

 

Ufficio Stampa

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Pagina 5 di 43
Wednesday the 19th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.