Martedì, 25 Aprile 2017 06:44

− COMUNICATO STAMPA −

La Terza edizione di “Invito al Teatro” dell’Associazione culturale Aprustum, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, è in svolgimento con una programmazione, tesa a coinvolgere ed a porre ancora una volta la “recitazione” come un’importante momento culturale.

Non a caso l’invito del Sindaco, Domenico Lo Polito, per partecipare a tale offerta d’intrattenimento che si protrarrà sino all’otto di luglio.

A sottolinearne l’azione, la passione, l’amore, il cuore ed il lavoro espressivo per quest’altro “Invito” che si fa alla comunità, è la serie di eventi in programma che ribadiscono la capacità di quanti, a vario titolo, partecipano a questo percorso “che ribadiscono – aggiunge il primo cittadino- l’attività di Aprustum nell’avvicinare al Teatro con sempre maggiori elementi di qualità, aprendo, così, più spazi possibili ai protagonisti dell’attività artistica.”

La bella e singolare proposta avviata al teatro Sybaris  il 29 e 30 aprile prevede lo spettacolo fuori abbonamento “L’uomo, la bestia e la virtù” di Luigi Pirandello, portato in scena dalla Compagnia romana Darkside Company.

Gli altri riguardano una commedia per ragazzi dal titolo “Gli Uccelli” prevista per il 12 maggio e omaggi , vedi quello per Gabriella Ferri, in programma il 9 giugno, o richiami alla storia contemporanea, offerta del 20 maggio, grazie all’opera “Moro: i 55 giorni che cambiarono l’Italia”. Naturalmente il programma è arricchito anche da altro e unico il filo conduttore che lega i lavori, annodati con la dedizione per ciò che suscita e crea la realtà a cui ciascuno deve guardare per leggere l’esistenza e, dunque, i fatti della vita . E’ il vincolo di questo amore per il Teatro che porta in scena Aprustum il quale desidera, da sempre, essere occasione per avvicinare a ciò che attira il cuore dell’uomo per esprimersi e lanciare messaggi. Una comprensione ragionevole e condivisibile da chiunque, capace di andare sino alle radici dell’io.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Venerdì, 21 Aprile 2017 05:58
− COMUNICATO STAMPA −
 

La Terza edizione di “Invito al Teatro” dell’Associazione culturale Aprustum, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, inizierà domani [oggi, per chi legge N.d.A.] 21 aprile con una programmazione importante , tesa a coinvolgere ed a porre ancora una volta la “recita” come un importante occasione d’incontro culturale per suscitare.

Da qui l’invito del Sindaco, Domenico Lo Polito, alla cittadinanza di partecipare a questa offerta d’intrattenimento, densa di emozioni, spunti , messaggi e riflessioni che si protrarrà sino all’otto luglio.

A sottolineare l’azione, la passione, l’amore, il cuore ed il lavoro espressivo per quest’altro “Invito” che si fa alla comunità, è proprio la serie di eventi in programma che ribadiscono la capacità di quanti, a vario titolo, partecipano a questo percorso e “che ribadiscono – aggiunge il primo cittadino- l’attività di Aprustum per arricchire la tradizione teatrale castrovillarese con sempre maggiori elementi di qualità, aprendo, così, più spazi possibili ai protagonisti dell’attività artistica.”

La bella e singolare proposta aprirà al teatro Sybaris  con la commedia “Tonino Cardamone giovane in pensione”, a cura della Compagnia L’Allegra Ribalta, per la regia di Casimiro Gatto, per passare il 29 e 30 aprile con “L’uomo, la bestia e la virtù” di Luigi Pirandello, portato in scena dalla Compagnia romana Darkside Company, spettacolo fuori abbonamento.

Gli spettacoli accompagneranno il capoluogo del Pollino con presentazioni anche per ragazzi come la commedia “Gli Uccelli” prevista per il 12 maggio e con omaggi , vedi quello per Gabriella Ferri in programma il 9 giugno, o con richiami alla storia contemporanea, offerta del 20 maggio grazie all’opera “Moro: i 55 giorni che cambiarono l’Italia”. Naturalmente il programma è arricchito anche da altro e unico il filo conduttore che lega i lavori, annodati con la dedizione per ciò che suscita e crea la realtà a cui ciascuno deve guardare per leggere l’esistenza e, dunque, i fatti della vita .

E’ il vincolo di questo amore per il Teatro che porta in scena Aprustum il quale desidera, da sempre, essere occasione per avvicinare a ciò che attira il cuore dell’uomo per esprimersi e lanciare messaggi. Una comprensione ragionevole e condivisibile da chiunque, capace di andare sino alle radici dell’io.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Giovedì, 20 Aprile 2017 08:27

− COMUNICATO STAMPA −

In scena Castrovillari – Venerdì 21 aprile si alza il sipario sulla terza edizione di “Invito al Teatro”, rassegna teatrale ideata e realizzata dall’associazione culturale Aprustum in sinergia con il comune e con il patrocinio della Gas Pollino. Primo appuntamento in programma alle 21 al teatro Sybaris è l’esilarante commedia “Tonino Cardamone giovane in pensione” a cura della compagnia L’Allegra Ribalta, per la regia di Casimiro Gatto. Tonino Cardamone è un cavallo di battaglia di Paolo Caiazzo, uno dei comici di punta di “Made in Sud”, “Zelig” e “Colorado”, nonché ideatore di personaggi di grande successo quali il giapponese ‘Ndò, Tonino Cardamone (‘a capa mia non è buona) e Max Playstation. La vicenda è ambientata a Napoli in casa Cardamone. Tonino, quarantenne precocemente pensionato per disturbi mentali, vive con la sorella Maria, zitella e tirchia innamorata di Ciro detto “Che Guevara”, disoccupato e pseudocomunista ed il cugino Ettore, sfrattato dalla moglie, che si crede il nuovo Zeffirelli. Da poco tempo, nell'appartamento affianco si è trasferita l'avvenente signorina Olga Suite e la sua cameriera ucraina Karina. Non si riesce a capire la vera professione della bella vicina ma poco importa, visto che si offre, grazie alle sue amicizie al Ministero, di far avere un aumento della pensione ai Cardamone, unica fonte di reddito della casa. Olga è naturalmente ben vista dai vicini di sesso maschile ma ovviamente in conflitto con Maria, fino a quando, intuito il debole di questa per “Che Guevara”, le offre consigli per poterlo conquistare. Maria accetta ed organizza una cenetta intima con l’amato: cibo afrodisiaco fornito e portato a casa dal cuoco giapponese 'Ndò. Mari e Ciro restano soli, ma nel momento culmine suonano alla porta. Da questo punto in poi tutto va storto e la trama si ingarbuglia con continui colpi di scena ed equivoci degni della miglior tradizione teatrale napoletana. “Invito al teatro” continua poi il 29 e 30 aprile con “L’uomo, la bestia e la virtù” di Luigi Pirandello, portato in scena dalla compagnia romana Darkside Company, spettacolo fuori abbonamento. Puntare sulla cultura e attirare più gente possibile al teatro, partendo proprio dai giovani, questo l’intento principale di “Invito al Teatro – terza edizione”, e per questo gli organizzatori hanno pensato ad un abbonamento a cinque spettacoli a soli 25 euro.

Domenico Donato

Ufficio Stampa Aprustum

Martedì, 18 Aprile 2017 21:54

− COMUNICATO STAMPA −

Marina Rei, tra le artiste più complete della scena musicale italiana, sarà l’ospite dell’undicesima edizione di “Radio Eventi.. Generazioni”, rassegna nata nel 2005 da un’idea di Antonio D’Agostino e Federico Oliva, nonché supportata dall’associazione socio sviluppo culturale “Antropos” e da “Radio Nord Castrovillari”, presieduta da Giuseppe D’Agostino.

La manifestazione si svolgerà con il patrocinio del Comune di Castrovillari, dell’Ente Parco Nazionale del Pollino ed è sostenuta da importanti realtà imprenditoriali calabresi. Altresì comunicazione e marketing sono stati affidati a Francesco Martino.

Dopo il sold out di Roma (06 Aprile-Auditorium Parco della Musica) e Milano(07 Aprile -Blue Note), sabato 22 aprile l’artista riprenderà il tour dal Teatro Sybaris di Castrovillari, in provincia di Cosenza, unica data in Calabria.

Alternandosi tra chitarra, batteria e pianoforte la cantautrice interpreterà i suoi brani in una veste insolita, accompagnata dal violoncellista Mattia Boschi.

Ad aprire il concerto acustico sarà Greta, giovanissima cantante e compositrice di origini americane che negli ultimi mesi è stata protagonista di numerosi showcase a Los Angeles.

Un progetto unico nel suo genere nel quale Marina Rei porrà l’accento sulle sue doti di raffinata cantautrice, nonché di talentuosa musicista.

Dunque, un set acustico in cui l’artista incanterà il pubblico con la passione e la grinta che caratterizzano il suo sound.

Dopo l’ultimo fortunato tour del 2016 che l’ha vista impegnata in Italia e in Europa, Maria Rei riparte dalla musica per parlare di sé.

Info e prevendite: posto unico € 10,00 Dany Music – via Mazzini - Castrovillari (CS) tel: 0981.27084

Sabato, 15 Aprile 2017 23:36

− COMUNICATO STAMPA −

La rassegna teatrale di Aprustum dal 21 aprile al 8 luglio Castrovillari - È stata presentata nella sala giunta del Comune la terza edizione di “Invito al Teatro”, rassegna teatrale ideata e realizzata dall’associazione culturale Aprustum in sinergia con il comune e con il patrocinio della Gas Pollino. Alla conferenza stampa sono intervenuti il regista e presidente di Aprustum Casimiro Gatto, l’attore della compagnia teatrale Luca Donadio e per il Comune di Castrovillari l’assessore all’Ambiente Pasquale Pace. Puntare sulla cultura e attirare più gente possibile al teatro, partendo proprio dai giovani, questo l’intento principale della rassegna, e per questo gli organizzatori hanno pensato ad un abbonamento a cinque spettacoli a soli 25 euro. Otto spettacoli in programma, dal 21 aprile all’8 luglio, che porteranno al Protoconvento Francescano opere dei grandi nomi della drammaturgia come Aristofane e Pirandello, il teatro di denuncia e quello più leggero, il contemporaneo ed il teatro canzone. Filo conduttore della rassegna saranno la qualità e la varietà delle proposte, ci sarà la compagnia Aprustum in scena e ci saranno compagnie e artisti di livello nazionale. Il sipario del Sybaris si alzerà il 21 aprile con “Tonino Cardamone giovane in pensione”, cavallo di battaglia di Paolo Caiazzo, uno dei comici di punta di Zelig e Colorado Café. L’esilarante commedia napoletana è a cura de L’Allegra Ribalta di Morano e porta la firma di Casimiro Gatto. Il 29 e 30 aprile sarà la volta della compagnia romana Darkside Company con “L’uomo, la bestia e la virtù” di Luigi Pirandello, spettacolo fuori abbonamento. Regista e protagonista dello spettacolo un giovane di Castrovillari, Matteo Fasanella che ha mossi i primi passi del percorso artistico proprio con Aprustum e che da anni è a Roma dove lavora come regista e attore. Ci sarà poi il teatro ragazzi con l’esito finale del laboratorio che sarà un adattamento dell’opera immortale di Aristofane: “Gli Uccelli”. Lo spettacolo, a cura di Aprustum, è previsto per il 12 maggio con ingresso gratuito. Si tratta di una trasposizione integrale de “Gli Uccelli” con uno sguardo però alla contemporaneità senza mai perdere di vista l’elemento ludico e la spontaneità dei ragazzi. Il 20 maggio, un gradito ritorno a Castrovillari, quello di Ulderico Pesce fra gli autori più originali e scomodi del panorama teatrale italiano. Questa volta l’autore lucano, con testimonianze del giudice Ferdinando Imposimato, porta in scena “Moro: i 55 giorni che cambiarono l’Italia” , un intenso monologo sul caso Moro partendo da una prospettiva diversa: quella delle famiglie dei ragazzi della scorta - i primi a cadere sulla scena di via Fani, i primi a essere dimenticati - con un lutto mai completamente elaborato. Il 9 giugno si cambia registro con lo spettacolo concerto dedicato alla grande Gabriella Ferri con Antonella Morea. “Io la canto così!” è un gioco di specchi fra l’interprete e l’oggetto della sua interpretazione. La cantattrice napoletana ripercorre la carriera di un’artista eccentrica, eccessiva, con uno spettacolo sincero ed essenziale, un vero atto d’amore per la cantante simbolo della canzone popolare romana e napoletana. Il 22 giugno Fabio Pagano e Cecilia Ventriglia sono i protagonisti di “Amateurs”, spettacolo fuori abbonamento coprodotto da Sosta Palmizi, dove un uomo e una donna danno corpo e voce, con poliedrica teatralità e fisicità, a grotteschi personaggi, con la ricca coloritura sonora di un prezioso musicante. Con ricercata gamma di linguaggi che vanno dalla commedia dell’arte al teatro dell’assurdo, dal teatro-danza alla pantomima farsesca, a tanta televisione, fra lirismi e anacronismi. A chiudere “Invito al Teatro” due spettacoli di Aprustum il primo dal titolo “42 Kilometri”, il 1 luglio, risultato finale di un lavoro di gruppo attraverso una serie di incontri aventi come tema conduttore la corsa e il runner; il secondo, il 7 e 8 luglio nei chiostri del Protoconvento, è invece il “Masaniello” di Elvio Porta e Armando Pugliese sui leggendari moti del 1647 a Napoli. Uno spettacolo a sua volta storico, questo “Masaniello”, che già nel 1974, quando andò in scena per la prima volta, abolì ogni separazione fra protagonisti recitanti e spettatori.

Domenico Donato

Ufficio Stampa Aprustum

Martedì, 21 Marzo 2017 10:21

− COMUNICATO STAMPA −

MORANO CALABRO – Sabato 25 e domenica 26 marzo a TeatroMusica arriva l’evento più importante dell’intera stagione, l’evento più atteso: “La Traviata” di Giuseppe Verdi. “All’indomani dell’Elisir d’amore di Donizetti dello scorso anno ci siamo subiti messi al lavoro per affrontare questa nuova sfida. Portare all’auditorium l’opera immortale di Verdi, eseguita integralmente nella sua versione classica, con scene e costumi dell’epoca ed un ricco cast di professionisti. – spiegano gli organizzatori – Con un unico intento, quello di regalare al pubblico qualcosa di grandioso”. A Morano è il terzo appuntamento con la lirica, dopo le opere buffe “Don Pasquale” e “L’elisir d'amore” si passa al dramma e ancora una volta, l’auditorium comunale si trasforma in Teatro d’Opera; con una “buca per l’orchestra”, allestita per l’occasione che accoglierà i 45 elementi dell’Orchestra di fiati di Morano Calabro, diretta dal M° Massimo Celiberto. Nella serata della prima il sipario si aprirà alle 20,30 mentre domenica l’inizio è previsto per le 19,30. Rosaria Buscemi (soprano - Violetta Valery), Santina Tirotta (mezzosoprano - Flora Bervoix), Giada Borrelli (soprano - Annina), Alessandro D’Acrissa (tenore - Alfredo Germont), Luca Bruno (baritono - Giorgio Germont), Andrea Tanzillo (tenore - il Visconte Gastone), Michele Bruno (baritono - il Barone Douphol), Giovanni De Benedetto (basso - il Marchese d’Obigny) e Cesare Tenuta (basso - il dottor Grenvil) sono i nove protagonisti, cantanti di indiscutibile talento, ognuno dei quali vanta collaborazioni con importanti enti teatrali e attività concertistica sul territorio nazionale e non. Con loro sulla scena si muoveranno i ballerini coreografati dai Maestri Sara Mola e Mario Palermo e numerose comparse in costume. Ad impreziosire il tutto quest’anno ci sarà il prestigioso coro lirico “Francesco Cilea” di Reggio Calabria. Scene e regia sono a cura di Andrea Magnelli, le luci e i titoli (per seguirla meglio l’opera è interamente sopratitolata) sono di Eva Iannuzzi mentre la fonia è affidata a Nellino Cosenza. La Traviata, melodramma in tre atti, su libretto di Francesco Maria Piave è basata su “La signora delle camelie”, opera teatrale di Alexandre Dumas (figlio) e rappresentata per la prima volta al Teatro La Fenice di Venezia nel 1853. Diversamente dall’opera di Dumas, la prima non ebbe un’accoglienza entusiasta. Anzi, Verdi la definì un «fiasco»: se è vero che ci furono problemi con la compagnia di canto del teatro, a influire negativamente sul giudizio del pubblico fu il pesante intervento della censura che impose un’ambientazione settecentesca in luogo di quella contemporanea. La storia di una prostituta d’alto rango, decisa a cambiare vita nell’inutile tentativo di farsi accettare all’interno della società borghese, era considerata decisamente immorale e scandalosa. Dopo un breve, intenso Preludio in cui si affacciano i due temi musicali dell’amore e della morte, la scena d’apertura del primo atto de La Traviata introduce nell’ambiente della mondanità parigina. C'è una gran festa nell'elegante casa parigina di Violetta Valéry, una mondana famosa amante del barone Douphol. Violetta confida all’amica Flora Bervoix l’angoscia che l’opprime a causa della sua salute malferma. Il visconte Gastone De Letorières presenta a Violetta un giovane, Alfredo Germont, già suo ammiratore. Questi invita Violetta a ballare, ma dopo pochi passi la donna, colta da una violenta crisi di tosse, è costretta a fermarsi. Alfredo le dichiara il suo amore e Violetta gli dona una camelia, il suo fiore preferito, invitandolo a tornare da lei quando sarà appassita. Partiti gli invitati e rimasta sola, Violetta si rende conto di essere per la prima volta veramente innamorata.

Domenico Donato

Per l’Ufficio Stampa

della XVI Stagione di TEATROMUSICA

Martedì, 07 Marzo 2017 13:26

COMUNICATO STAMPA

L’associazione socio sviluppo culturale “Antropos” e Radio Nord Castrovillari, con il patrocinio del comune di Castrovillari e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, per l’undicesimo appuntamento di “Radio Eventi Generazioni” dal Teatro Sybaris di Castrovillari (CS), presentano “Marina Rei in concerto”.

La tecnica, il talento, la sensibilità, la passione e l’energia di una vera artista

Vieni e condividi con noi le avvolgenti atmosfere delle magiche emozioni, che solo la musica dal vivo trasmette!

Sabato 22 aprile, alle ore 21,00 scopri una nuova primavera con Marina Rei in “Unplugged tour”.

Prevendite: posto unico a soli € 10,00 presso la Dany Music, in via Mazzini – Castrovillari (CS) telefono: 0981-27084;  infoline: 3403291454.

 

Sabato, 04 Marzo 2017 11:06

COMUNICATO STAMPA

In occasione della Giornata internazionale della donna l’associazione culturale Aprustum in collaborazione con la FLAI-CGIL territoriale porta in scena “7 Minuti - Consiglio di fabbrica” di Stefano Massini, per la regia di Casimiro Gatto. Lo spettacolo, in programma al Teatro Sybaris l’otto marzo alle 20.30, è ispirato ad un fatto di cronaca realmente accaduto nel 2012 a Yssingeaux, nell’Alta Loira. Una multinazionale, che ha appena fagocitato una media impresa tessile, attraverso i suoi manager 'incravattati' fa una proposta al Consiglio di fabbrica, composto da undici addette tra operaie e impiegate. Chiuse in una stanza a discutere, le donne, diverse per età, provenienza, esperienze di vita, paure e ossessioni; alcune più conformiste altre più ribelli, dovranno decidere se accettare la riduzione di sette minuti della pausa pranzo. Sette minuti sembrano pochi e la delegata del Consiglio di fabbrica all'inizio è la sola ad avere dei dubbi. Ma a poco a poco il dibattito si accende e ognuna delle donne dovrà ripercorrere pubblicamente la propria vita prima di arrivare al voto. L'originale percorso di Stefano Massini, autore fiorentino fra i più tradotti e rappresentati all’estero, nei territori del teatro politico e sociale lo riporta, in questo caso, sui binari di uno schema classico basato su un fitto dialogo a molte voci in una scena fissa. Il modello potrebbe essere quello di "La parola ai giurati", un famoso film scritto da Reginald Rose e diretto da Sidney Lumet. Come in quel film i componenti della giuria rappresentavano uno spaccato della variegata società americana degli anni Cinquanta, così in "7 minuti" emerge la complessità della società europea di oggi. “Come in tante occasioni di cui la Storia è piena si ha davvero la sensazione che nel piccolo di quella riunione a Yssingeaux si sia realizzato il modello in miniatura del più̀ tremendo dramma del nostro tempo – dice l’autore Stefano Massini -  il dibattito fra quelle undici donne, diversissime, è in fondo il sismografo di un inizio secolo iper-contraddittorio in cui la bussola del lavoro sbanda impazzita, tirando nel vortice la stessa identità̀ del cittadino europeo moderno”. In scena al teatro Sybaris a dar vita al Consiglio di fabbrica ci saranno Martina Aloisio, Rosa Maria Cappelli, Natasha Chernikova, Filomena De Tommaso, Luana Fazio, Giulia Gesualdi, Rosanna Guaragna, Federica Iannuzzi, Agnese Kaissan Katassou, Rossella La Falce e Lucrezia Zaccaro. Il costo unico del biglietto è di 5 euro, per info e prenotazioni rivolgersi presso Dany Music in via Mazzini a Castrovillari.

Domenico Donato

Ufficio stampa APRUSTUM

Sabato, 04 Marzo 2017 10:57

COMUNICATO STAMPA

La Pro Loco di Castrovillari, organizzatrice del 59° Carnevale di Castrovillari, al fine di garantire la regolarità e la trasparenza del concorso di maschere e carri allegorici, come di consueto, dopo ogni edizione, esegue il controllo dei punteggi attribuiti ai Gruppi Mascherati e Carri Allegorici partecipanti ai concorsi. Pertanto alla presenza dei responsabili dei gruppi mascherati e carri allegorici e dei membri della giuria ha proceduto anche quest’anno al controllo dei punteggi. Di conseguenza ha verificato che, alla luce dei conteggi effettuati, si è verificato un puro errore matematico che ha determinato una classifica diversa da quella precedentemente divulgata alla fine della sfilata del martedi 28 febbraio. Ufficializza, pertanto, la nuova e definitiva classifica, approvata da tutti i presenti, che vede al primo posto EL CIRCUS DE LAS MERAVIGLIAS; al secondo posto PINOCCHIANDO; al terzo posto L’APPARENZA INGANNA. In allegato, la classifica finale definitiva aggiornata dopo i controlli effettuati alla presenza dei responsabili dei gruppi mascherati, carri allegorici e della giuria.

UFFICIO STAMPA

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

 

Mercoledì, 01 Marzo 2017 17:51

COMUNICATO STAMPA

“Un nuovo riconoscimento ad una delle capacità del team di Scena Verticale, richiama  la passione  di Chi il teatro ce l’ha nel cuore e nel sangue da una vita.

È quanto, in sintesi, afferma  il Primo Premio Tragos, nell’ambito di quello europeo di Drammaturgia dedicato alla memoria di Ernesto Calindri, consegnato a Dario De Luca al Piccolo Teatro di Milano, per la sua intensa regia ne "Il Vangelo secondo Antonio”.

Un dato che scaturisce dalla stupenda tenerezza umana di Dario nell’aver saputo esprimere ed imprimere in questo lavoro, anche con caratterizzazioni simpatiche tra le diverse, pregne di riguardo per l’Altro, la sofferenza di quanti vivono accanto ai malati di Alzheimer, riscoprendo e rilanciando,anche per caso, in tale libertà di essere e di porsi, la bellezza e la vertigine della nostra condizione, fragile,insufficiente, comunque ferita e sempre alla ricerca della verità di se.

Intuizioni e ricerca che fanno, comunque, grande la gente, come la Compagnia-Laboratorio di Scena Verticale, produttrice di elaborazioni, come quella altamente riconosciuta, e Dario a cui vanno i miei auguri a nome e per conto pure dell’Amministrazione e della città che, in queste testimonianze, non può che sorprendere, ancora una volta, la forza propulsiva della nostra cultura tra identità, sensibilità , percezioni ed esistenza.

Fattori per cui vale la pena mettersi in gioco nella realtà, con dignità e abnegazione, come ha dimostrato Dario in questo suo coinvolgimento, confermando l’importanza e l’essenza della condivisione. Ancora ad maiora!”

 Il Sindaco

 Domenico Lo Polito

 

 

Wednesday the 26th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.