Politica

Politica (1273)

COMUNICATO STAMPA 

Il coordinamento cittadino di Castrovillari nell’ambito della sua azione politica è impegnato a sostenere il candidato al collegio della Camera dei Deputati,  l’avv. Andrea Gentile e la candidata al collegio del Senato della Repubblica, la dott.ssa Fulvia Caligiuri.   

La nostra sezione vive nella continuità di un lavoro territoriale svolto in tutto il comprensorio del Pollino e all'interno della società civile pertanto, siamo certi che i risultati e le soddisfazioni non tarderanno ad arrivare. 

In particolare sull'Avv. Andrea Gentile che conosciamo sin da giovane possiamo tranquillamente affermare che per la sua alta professionalità e vocazione agli studi giuridici attraverso cui è riuscito a conquistare anche la docenza universitaria, possiamo certamente ritenere che potrà essere punto di riferimento significativo per tutto il Collegio. Esprimiamo allo stesso modo vivo apprezzamento per la candidatura della Dott.ssa Fulvia Caligiuri, capacissima imprenditrice di grande stima del nostro  territorio e apprezzata presidente della Confagricoltura sezione di Cosenza. 

Forza   Italia   di   Castrovillari,   infine,   apre   le   porte   dell'organizzazione   ai   nostri   candidati,   e   nei prossimi   giorni  li   inviterà  al  fine   di  raccogliere   le  indicazioni   programmatiche  territoriali  della nostra zona da portare in discussione durante la campagna elettorale  e successivamente all'interno della Camera e del Senato della Repubblica. 

                              Coordinamento Cittadino

                                                                         Forza Italia Castrovillari

 

 

COMUNICATO STAMPA

Una bella notizia quella che ci è stata data qualche giorno fa sulla candidatura per il Partito Democratico di Mario Valente, segretario regionale Giovani Democratici Calabria nel collegio plurinominale Calabria 1. Una candidatura che rappresenta non solo una novità in quanto Valente è l'unico esponente dell'organizzazione giovanile del Partito Democratico in tutta Italia a essere candidato ma soprattutto grande orgoglio da parte dei Giovani Democratici calabresi che da anni lavorano sulle problematiche che affliggono la nostra regione, a partire dall'università, passando per la scuola, la sanità, il turismo, il lavoro, i trasporti e che vedono oggi il massimo esponente mettersi in gioco per portare in alto la loro voce. Durante il suo discorso a una sala gremita di giovani entusiasti Valente  ribadisce che la nostra attenzione da sempre è rivolta e verso le fasce più deboli, verso coloro che hanno perso la fiducia nella politica e verso le giovani generazioni.

Nonostante le nostre richieste a livello territoriale non siano state ascoltate dai vertici del Partito Democratico regionale, come Giovani Democratici del Pollino sosteniamo la candidatura di Mario Valente con la consapevolezza che sarà una sfida difficile ma che coinvolge la nostra generazione in prima persona, lavoreremo per far sì che l'Italia continui ad avere un governo che tuteli i diritti civili, l'Europa, l'ambiente, la cultura, il lavoro, il futuro. Impegnamoci quindi perché è il nostro momento, è la nostra storia.

 

Giovani Democratici del Pollino

  

COMUNICATO STAMPA

In seguito all’articolo titolato “Rivolta per le candidature, Sinistra Italiana si dissolve” ci preme evidenziare alcune precisazioni e puntualizzazioni. A partire dal sommario, che recita “la slavina provocata dal posto blindato di Broccolo”. Complessivamente, viene dipinto un quadro che non corrisponde esattamente a verità politiche.

Sinistra Italiana Calabria è una vera comunità politica, composta da compagne e compagne che condividono l’anelito per un mondo migliore e per il riscatto di questa nostra amata ma martoriata terra. Per quanto riguarda le nostre competenze, la fase che ha portato alla composizione delle liste è stata gestita dal gruppo dirigente regionale in modo assolutamente partecipato, democratico, includente. Sul tema vi sono state ben tre assemblee regionali ed una partecipazione dei quattro componenti calabresi alla direzione nazionale del nostro partito. Nelle assemblee regionali i numerosi presenti si sono espressi all’unanimità sull’indicazione del nostro segretario regionale Angelo Broccolo come testa di lista. La sua candidatura nel collegio proporzionale regionale per il Senato gratifica tutti noi, come riconoscimento del duro lavoro portato avanti dal partito calabrese da quando è nata Sinistra Italiana. Il suo nome, quindi, è espressione dal basso e viene fuori dai tanti militanti che si spendono con generosità per la crescita di un partito di sinistra, ecologista, laico, libertario. Ci sentiamo orgogliosi della sua candidatura e siamo pronti ad affrontare una dura ma entusiasmante campagna elettorale, che lo porterà, ne siamo certi, al Senato della Repubblica.

È pure vero che la lista Libera e Uguali guidata dal presidente Pietro Grasso, com’è noto, oltre che da Sinistra Italiana è composta da diverse sensibilità e movimenti politici. La composizione delle liste, di conseguenza, ha dovuto necessariamente tenere conto di una sintesi, con apporti e nominativi provenienti da tutte le componenti. È molto probabile che, qui e là per l’Italia, pezzi dei nostri partiti abbiano espresso perplessità sull’inopportunità politica di qualche candidatura. Per concludere ribadiamo che la candidatura di Angelo Broccolo non è assolutamente oggetto del contendere. Siamo pronti ad affrontare la campagna elettorale con l’entusiasmo e la passione di sempre, dalla quale Sinistra Italiana uscirà più forte e coesa che mai, altro che dissolvimento.

Sottoscrittori:

  • Domenico PANETTA – Presidente dell’Assemblea Regionale SI
  • Fernando PIGNATARO – Direzione Nazionale e Segretario Prov.le CS
  • Pietro SERGI – Direzione Nazionale
  • Lucrezia BRUNO – Segretaria Prov.le KR
  • Gernando MARASCO – Segretario Prov.le VV
  • Teresa FERRATO – Segreteria Regionale
  • Walter NOCITO – Segreteria Regionale
  • Antonio SERGI – Segreteria Regionale
  • Nicodemo BRUNO – Tesoriere Regionale
  • Nancy VALENTE – Segreteria Regionale
  • Mario CAFERRO – Presidente Assemblea CS
  • Maurizio ZAVAGLIA – Presidente Assemblea RC
  • Rita COMMISSO – Assemblea Regionale e candidata Camera dei Deputati
  • Raffaella FORTUNATO – Assemblea Regionale e candidata Camera dei Deputati
  • Francesco SAMMARCO – Assemblea Regionale (VV)
  • Silvio PRIMERANO – Assemblea Regionale (VV)
  • Gori COSENTINO – Assemblea Regionale (VV)
  • Fortunato PETROLO – Assemblea Regionale (VV)
  • Giovanni CUFARI – Assemblea Regionale (RC)
  • Antonio ASTORINO – Assemblea Regionale (CS)
  • Alberto LAISE – Assemblea Regionale (CS)
  • Emma CAFERRO – Assemblea Regionale (CS)
  • Alberto VUONO – Assemblea Regionale (CS)
  • Nicola CORBINO – Assemblea Regionale (CS)
  • Giovanni CAPORALE – Assemblea Regionale (CS)
  • Mario GRISOLIA – Segretario Circolo Amendolara (CS)
  • Francesco CAPANO – Segreteria Prov.le CS
  • Angelo COFONE – Segreteria Prov.le CS
  • Vincenzo ROSELLI – Coordinamento Circolo Acri (CS)
  • Francesco IMBROGNO – Segreteria Prov.le CS e Assemblea Regionale
  • Ottavia OLIVERIO – Segreteria Regionale (KR)
  • Rocco LORIA – Assemblea Regionale e Responsabile regionale Politiche Giovanili (KR)
  • Beatrice ANGELIERI – Assemblea Regionale (KR)
  • Francesca CARDAMONE – Assemblea Regionale (KR)
  • Vincenzo GRECO – Tesoriere Prov.le KR e Assemblea Regionale (KR)
  • Domenico BASILE – Assemblea Regionale (KR)
  • Giuseppe CANDELIERI – Assemblea Regionale (KR)
  • Francesca PRANTERA – Assemblea Regionale (KR)
  • Giovanni VERZINO – Presidente Assemblea Prov.le KR
  • Carmine MACRI’ – Assemblea Regionale (KR)
  • Luigi GUTTA – Assemblea Regionale (RC)
  • Ercole MACRI’ – Assemblea Regionale (RC)
  • Marcello CORSI – Assemblea Regionale (RC)
  • Giusy TRIMBOLI – Assemblea Regionale (RC)
  • Teresa MACRI’ – Assemblea Regionale (RC)
  • Giuseppe OPPEDISANO – Assemblea Regionale (RC)
  • Giuseppe GERASOLO – Assemblea Prov.le (RC)
  • Salvatore IAZZOLINO – Assemblea Regionale (CS)
  • Alfredo CAMPANELLA – Assemblea Regionale (CS)
  • Giovanni DONATO – Assemblea Regionale (VV)

COMUNICATO STAMPA

Il comunicato dei sindacati Cgil, Cisl e Uil funzione pubblica è davvero singolare, a tratti surreale. Accusano il comune, e quindi indirettamente l’amministrazione che oggi è al governo, di voler dividere i lavoratori precari e segnalano la necessità di rivedersi entro fine febbraio. Ma cosa ancora più particolare ritengono necessario predisporre un “piano” di stabilizzazioni del personale ancora oggi precario.

Nell’unico incontro avuto quest’anno, il 3 gennaio, in cui si è richiesta la presenza del segretario comunale proprio per registrare le posizioni delle parti ed evitare come spesso avviene rappresentazioni distorte delle volontà espresse, alla fine sottoscritto dal sindaco e da tutti i rappresentanti sindacali territoriali ed aziendali,  il sindaco dopo aver premesso che “ “….l’A.C. dovrà procedere ad aumentare le ore per i lavoratori part time e nello stesso tempo a stabilizzare parte dei lavoratori oggi contrattualizzati” assumendo come criterio il “funzionamento dei servizi “, ha concluso con la seguente proposta ” entro febbraio presentazione del piano con indicazione del personale da trasformare in full time sulla base delle indicazioni già richieste agli uffici nonché delle stabilizzazioni di parte dei lavoratori già contrattualizzati nell’ambito dei servizi”.   La proposta di predisporre un piano, di farlo entro febbraio e di prendere in considerazione sia i lavoratori part- time che i contrattualizzati (che oggi propongono i sindacati), nei limiti delle risorse disponibili pari ad euro 500.000,00 annui è del sindaco in rappresentanza dell’amministrazione. Siccome le risorse sono limitate, va fatta una scelta e l’amministrazione ha proposto un criterio “il funzionamento dei servizi”. La proposta dei sindacati in quella sede è stata unicamente aumento indiscriminato delle ore a tutti i lavoratori part-time. E Basta. Oggi leggiamo che il sindacato chiede un piano che tenga conto di part-time e stabilizzati. Praticamente la proposta dell’amministrazione comunale.  In quella sede, la proposta del sindaco, di stabilizzazione e di aumento di ore sulla base di un criterio generale, non discrezionale, è stata rigettata poiché la RSU ha verbalizzato “non condivide la posizione del sindaco”; CGIL; CISl e UIL ha definito la proposta “ampiamente insufficiente rispetto al mandato ricevuto dai lavoratori”.

Per rispettare l’interesse generale l’amministrazione comunale procederà con queste modalità: in primo luogo espletamento dei concorsi in numero di 16 (8 interni ed 8 esterni) così da portare giovani all’interno della struttura comunale; successivamente piano di stabilizzazioni dei precari e aumento ore per i part time, in contemporanea, sulla base della necessità di funzionamento dei servizi, con informativa ai sindacati per come previsto dal contratto collettivo.

Il Sindaco

 Domenico Lo Polito

 

COMUNICATO STAMPA

Si è tenuta lo scorso 18 gennaio, presso la Sala del Consiglio Comunale di Castrovillari, l’assemblea dei Lavoratori Comunali part time e dei Lavoratori Contrattualizzati, dipendenti dello stesso Ente.

L’assemblea è stata convocata dalla RSU e dal Sindacato Confederale unitario di Categoria, per esporre a tutti i Lavoratori interessati, il contenuto dell’incontro, avuto tra le OO.SS., la RSU e il Sindaco di Castrovillari lo scorso 3 gennaio, richiesto dal Sindacato per affrontare l’annosa questione relativa al miglioramento dei servizi, collegati all’incremento orario e alla stabilizzazione dei Lavoratori ad oggi contrattualizzati.

All’Assemblea hanno altresì partecipato, su richiesta della RSU, alcuni Consiglieri Comunali della minoranza.

Il Sindacato ha esposto le richieste inoltrate all’Amministrazione Comunale, che così si sintetizzano: in funzione del miglioramento e del potenziamento dei servizi offerti alla Collettività, e in considerazione del fatto che i numerosi pensionamenti verificatisi negli ultimi anni, stanno producendo un progressivo depauperamento sia della qualità che della quantità di lavoro svolto, il Sindacato unitario ritiene necessario che il Comune aumenti la platea di Lavoratori, sia procedendo con le stabilizzazioni dei Lavoratori ad oggi contrattualizzati, sia incrementando le ore di lavoro per i part time. D’altra parte, le risorse a disposizione dell’Ente, ci sono: basti pensare che il Comune sta risparmiando circa 500.000 euro annui, solo per le fuoriuscite di Personale registrate negli ultimi 5 anni.

“Ma – continua il Sindacato unitario – da troppi anni il Comune è retto da Personale con rapporti di lavoro part time, la cui professionalità si è accresciuta ed ha ora necessità di essere messa a disposizione della Collettività. Così come è pure necessario predisporre un piano di stabilizzazioni del Personale ancora oggi precario, che da troppi anni vive il proprio rapporto di lavoro senza la prospettiva di una continuità: questi Lavoratori, infatti, da ex-LSU/LPU, sono stati contrattualizzati con rapporti di lavoro a tempo determinato, oltre che part time, e prorogati di un ulteriore anno fino alla fine del 2018, ma per i quali è necessario costruire un percorso di stabilizzazione che li veda finalmente, dopo oltre 20 anni, aspirare concretamente a un lavoro a tempo indeterminato.

Per fare ciò, però, è necessario che la volontà dell’Amministrazione Comunale sia chiara, netta e ben definita; riteniamo pertanto fuori luogo e pericoloso, il tentativo di dividere i Lavoratori, o affidarli a valutazioni discrezionali dei Dirigenti o, peggio, degli Amministratori. I Lavoratori part time, come i Contrattualizzati, hanno bisogno di formazione professionale, e di sapere che il loro lavoro è organicamente inserito nelle prospettive di crescita dell’Ente. E pertanto rigettiamo ogni tentativo di individuare discrezionalmente i Lavoratori cui destinare qualche ora di incremento orario, perché ciò esclude l’individuazione di una programmazione sull’incremento e sulla qualità dei servizi. Così come riteniamo estremamente pericoloso il tentativo di dividere i Lavoratori Contrattualizzati, per i quali verrebbe prospettata qualche stabilizzazione, non inserita organicamente in un programma di crescita e di superamento definitivo del precariato.

Attendiamo una riconvocazione da parte dell’Amministrazione Comunale, prevista per la fine di febbraio, per capire in che direzione la stessa Amministrazione intenderà procedere.

Infine, ma non di secondaria importanza, aspettiamo la convocazione della delegazione per la definizione dell'accordo decentrato integrativo relativo all'anno 2017 già trascorso. La stipula permetterà il pagamento di TUTTI i Lavoratori, iniziando dai beneficiari del salario cosiddetto fisso e ricorrente sulle prestazioni già garantite (reperibilità, rischio, disagio, turnazione ecc.), ed evitando, pertanto, la palese discriminazione che si sta consumando in conseguenza del fatto che i titolari di posizioni organizzative sono stati mensilmente remunerati della  relativa indennità.

FP CGIL Comprensoriale          CISL FP Provinciale                        UIL FPL Provinciale

COMUNICATO STAMPA

Il vice sindaco di Mormanno, Paolo Pappaterra, è stato nominato dal Presidente dell'Anci Calabria, Gianluca Callipo, nella Consulta Regionale dei Piccoli Comuni. 

«Il Pollino, le potenzialità e le problematiche relative ai borghi che compongono il nostro meraviglioso territorio entrano a pieno titolo nella discussione programmatica dell'associazione nazionale dei comuni d'Italia della Calabria - ha commentato dopo la nomina Pappaterra - Ringrazio il presidente Callipo per avermi voluto in questo organismo e da subito assicuro pieno impegno per una fattiva collaborazione per il rilancio del nostro patrimonio di realtà dalle quali passa, ne sono convinto da sempre, il rilancio del turismo esperienziale che riguarda la Regione Calabria».  

Stamane a Lamezia l'Anci Calabria ha fissato la riunione che prosegue il cammino di ricostruzione del sodalizio per dare piena operatività all’associazione che riunisce le Amministrazioni comunali. La Consulta calabrese dei Piccoli Comuni (quelli sotto i 5mila abitanti, che nella nostra regione sono circa l’80%), è formato da 16 componenti e un coordinatore. Alla riunione ha partecipato anche il coordinatore della Consulta nazionale dei Piccoli Comuni, Massimo Castelli, con il quale sono stati approfonditi gli aspetti più qualificanti della nuova legge che riguarda le amministrazioni più piccole, con la previsione di nuovi fondi e, soprattutto, una serie di semplificazioni amministrative finalizzate a rendere meno gravosi gli adempimenti nei territori con un numero contenuto di abitanti. 

«Da subito - ha chiosato Pappaterra - lavoreremo alacremente per portare le migliori idee per le aree interne e i piccoli borghi della Calabria».

Vincenzo Alvaro

Pagina 7 di 128
Wednesday the 12th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.