Politica

Politica (1278)

Sul Piano di Rientro, apre il tavolo delle discussioni, del consiglio comunale di Castrovillari, il sindaco della città Domenico Lo Polito, sottolineando l'impegno del centrosinistra nella stesura di un piano di riequilibrio inteso ad evitare il dissesto.
Una situazione di deficit strutturale di bilancio ereditata dalle precedenti amministrazioni e che l'attuale Amministrazione tenta di risanare con un documento che prevede una copertura di dieci anni e che chiede un massimo sforzo; documento che rimane l'unico atto dovuto politicamente e moralmente per il bene dei cittadini, per tentare di dare fiato alle casse del comune.
Documento che fa discutere nei contenuti e nella forma i consiglieri di minoranza.
“Piano di riequilibrio arrivato il giorno prima via mail e non stampabile” - sottolinea il consigliere Santagada che lo considera, oltremodo, l'epilogo di una triste pagina della città del Pollino. “Un modo lacunoso ai limiti della decenza nell' affrontare il problema, che ricorda il gioco delle tre carte, in una partita gestita nel peggior modo possibile”.
Sul senso di responsabilità riporta la discussione l'assessore Di Gerio, ribadendo che il piano di riequilibrio é stato realizzato facendo una ricognizione dei beni dell'Ente tutelando le fasce più deboli.
 Vicino alle famiglie e alla situazione di crisi il consigliere Pasquale Russo che invita il Sindaco a tracciare delle linee di sviluppo per la città, mettendo il cittadino nella condizione di poter pagare le tasse. E chiede, come fatto già dal consigliere Santagada, e come faranno poi, il consigliere Rosa e il consigliere Laghi, di poter contribuire attivamente nei meriti della scelta e non fermarsi ad una semplice formalità degli atti.
E’ Lucio Rende a ribadire con fermezza quanto l’eredità dalla precedente Amministrazione sia stata pesante e quanto questo atto sia necessario per avviarsi verso una nuova stagione.
“Essere concreti e cercare di salvare la propria città vuol dire anche salvare le aziende, tenere in piedi una economia seppur con ristrettezze. E noi, ce la stiamo mettendo tutta per recuperare errori ereditati. Sacrifici chiesti, sacrifici praticati”, è quanto infine dichiarato con fierezza dal consigliere Garofalo.
Dopo le dichiarazioni di voto, si procede per alzata di mano. Il Piano di Rientro è approvato con 11 voti favorevoli e 4 contrari.

Angela Micieli

Prime valutazioni e riflessioni sulla recente consultazione elettorale ci giungono dagli Amici Cattolici - democratici e di Matteo Renzi a firma di Gianni Donato.

Il risultato elettorale del PD in Calabria ed a Castrovillari, in modo particolare, deludente ed inferiore rispetto  alle  aspettative della vigilia, è stato oggetto di analisi e discussione da parte degli Amici Cattolici - democratici e di  Matteo Renzi , presenti nella nostra Città, alcuni dei quali impegnati attivamente nella Sezione del Partito Democratico.
Innanzitutto , con rammarico e disappunto, si è constatato il mancato successo al Senato che ha consentito, soltanto, l’elezione di due candidati rispetto ai sei che sono stati assegnati al PDL; la delusione per non avere aggiunto un decimo deputato ai nove eletti per la Camera; la crescita esponenziale nella Regione del Movimento “ 5 Stelle”; l’amarezza per essere stati superati, a Castrovillari, sia alla Camera che al Senato, dai “ Grillini” e dal PDL; lo stupore per la primazia,  in Città, del  Movimento “ 5 Stelle” !
Brucia, in modo particolare, questa situazione di attuale inferiorità se si confrontano i dati emersi dalle recenti elezioni amministrative e dalla plebiscitaria partecipazione alle primarie per la scelta del candidato a Sindaco.
Un'involuzione, a dire il vero, già preannunciata nei documenti e negli appelli  da noi indirizzati all’attuale Dirigenza del Partito Cittadino in cui si chiedevano, a gran voce: la riforma  immediata di questo aberrante sistema elettorale; i Congressi zonali, provinciali e regionale del Partito Democratico; la fine dell’umiliante Commissariamento;  lo svolgimento delle primarie per la scelta dei candidati da aprire alla partecipazione di tutti, come già avvenuto in altre occasioni sia in Calabria che a Castrovillari ; l’inserimento nelle liste elettorali,  in posizione utile, di  candidati che fossero espressione del Territorio; il riequlibrio delle varie “ anime” all’interno del Partito. Questa analisi trova origine già dalle discussioni emerse prima e dopo le primarie per la scelta del Candidato del PD alla Presidenza del Consiglio, quando  si chiedeva un radicale rinnovamento e nuovi metodi per ottenere il consenso elettorale. 
L’attuale situazione che, nonostante tutto, ci premia a livello nazionale e ci fa ben sperare per il Governo del Paese, sicuramente non ci appaga perchè crediamo, ora più che mai,  nell’indispensabilità di prendere atto della prevedibile ma clamorosa  protesta dell’antipolitica ed in quel rinnovamento di persone e di metodi che, indubbiamente,  non potrà essere guidato da chi a esso era ostile, anche nella nostra Città.

 

                                                            Per gli Amici Cattolici - democratici e di  Renzi

                                                                               Giovanni DONATO

Con 2926 voti alla Camera e 2451 al Senato, Il Movimento 5 Stelle è il primo partito a Castrovillari. Seguono Pdl e Pd. Lo tsunami Grillo si è abbattuto con forza anche sulla città del Pollino.

http://elezioni.interno.it/senato/scrutini/20130224/S180250330.htm

http://elezioni.interno.it/camera/scrutini/20130224/C230250330.htm

Continua intanto lo spoglio a livello nazionale che vede il testa a testa tra il Centrosinistra e il Centrodestra. Caos e ingovernabilità prodotti dal "Porcellum" al Senato. Si attendono i dati definitivi alla Camera.

Grillo: "Siamo diventati il primo partito in assoluto in tre anni e qualche mese, senza prendere un rimborso. Non prenderemo soldi e continueremo così''.

Angela Micieli

Lunedì, 25 Febbraio 2013 16:36

Elezioni politiche 2013

Scritto da

Al Senato Sezioni 21.299 su 60.431

Coalizione di Centro - sinistra 33,29%

Coalizione di Centro - destra 28,55%

Movimento 5 Stelle 24,36%

Con Monti per l'Italia 9,15%

Rivoluzione civile 1,82%

Lunedì, 25 Febbraio 2013 16:23

Elezioni politiche 2013

Scritto da

Primi dati ufficiali al Senato: sezioni 10.722 su 60.431

Coalizione di Centro - sinistra 34,60%

Coalizione di Centro - destra 27,17

Movimento 5 Stelle 24,47%

Con Monti per l'Italia 9,10%

Rivoluzione civile 1,79%

Lunedì, 25 Febbraio 2013 15:38

Elezioni politiche 2013

Scritto da

Prima proiezione contraddice instant poll: al Senato Cs 29,5% e Cd 31% Grillo primo partito col 25,1%

Sunday the 24th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.