Cultura

Cultura (508)

− COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari -Dopo le tappe in altre regioni, e che hanno suscitato entusiasmo e consensi, prosegue in Calabria il tour per la presentazione dell’originale prezioso libro “il cane e il gatto nelle massime di Franco Scillone” ( pagg. 176; 400 massime suddivise tra il cane e il gatto; 40 foto a colori a tutta pagina; Edizioni Prometeo), un raffinato tascabile che si differenzia totalmente, nella stesura, dalle tante pubblicazioni sui pet. Archiviata da poco la trionfale “serata” a Saracena, il volume “approda” a Castrovillari , dove sarà presentato sabato 14 ottobre , ore 17.30 – a cura  dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari , che vanta  il programma culturale “Incontro con l’autore” – nella Sala Convegni del Centro Efal (via Ettore Gallo, nei pressi della sede INPS). Relatori: dott. Ferdinando Laghi, presidente dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione”; dott.ssa Mariella Buono, del gruppo tematico “Passione Animali” inserito nell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” ; dott. Pierpaolo Avolio, Medico Veterinario; Franco Scillone, giornalista e scrittore. Moderatore: avvocato Francesco Martire. Ivana Trimani, studentessa universitaria, leggerà al pubblico alcune massime del libro.Schietta e immaginifica, generosa e palpitante, quest’opera letteraria che ha ottenuto – oltre agli unanimi giudizi positivi espressi  dalla stampa italiana ed estera , nonché dall’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali)- un autorevole e “storico” riconoscimento “da oscar” con la gentile e cordiale lettera di congratulazioni e di auguri inviata a Franco Scillone dalla Regina d’Inghilterra Elisabetta II, che ha esaltato il virtuoso valore del libro, rimarcandone l’intimo e riflessivo messaggio umano mirante a praticare, a rinvigorire e a diffondere l’impagabile dovere di amare, soccorrere e proteggere gli animali, nel rispetto puro e schietto, sano e incondizionato.

Gruppo ”Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari

− COMUNICATO STAMPA −

Con la collettiva d'arte contemporanea πάντα ῥεῖ PantaReiTuttoScorre, in perfetta sintonia con il tema della VII^ edizione del “Calàbbria Teatro Festival”, il “tempo”, si è aperta l’edizione 2017 dell’evento culturale, manifestazione inserita negli eventi storicizzati della Regione Calabria al VI° posto della graduatoria. Il festival è organizzato dall’Associazione Culturale “Khoreia 2000” sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di Angela Micieli, in programma a Castrovillari fino al 15 ottobre 2017.

La collettiva d’arte contemporanea, curata dall’ Associazione culturale “Mystica Calabria” con la sua dinamica presidente, Ines Ferrante, ha visto la partecipazione di ben 27 artisti che si sono cimentati attraverso la pittura, la scultura, la fotografia e le installazioni, nello scorrere del “Tempo” attraverso la loro visione personale. Questi gli artisti presenti alla mostra allestita nella sala museale del Castello aragonese visitabile tutti i giorni fino al 15 ottobre dalle ore 18.00 alle ore 20.00, Francesco Aversa, Enzo Bruno, Luigi Caputo, Giovanni Di Cunto, Gianni De Marco, Dario Di Giosa, Maria Di Lorenzo, Giuseppe Diodati, Salvatore Diodati, Massimo Donato, Salvatore Doni, Francesco Gagliardi, Matteo Grisolia - Pietro D'Agostino, Antonio Grobi, Rita Mantuano, Roberto Mendicino, Enzo Martire, Anna Nigro, Francesco Ortale, Francesco Ottato, Carmelo Perri, Antonio Pesce, Francesco Senise, Salvatore Sisca, Mario Talarico Stefania Vena, Fabio Vindigni Ricca. E poi una sezione speciale dell'artista Lucia Longo dal titolo "Hic et Nunc, il tempo di un fiato". Al taglio del nastro, Rosy Parrotta e Angela Micieli, rispettivamente direttore artistico e direttore organizzativo del festival, Ines Ferrante, presidente Associazione “Mystica Calabria” organizzatrice dell’evento artistico, il consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi ed il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito che ha sottolineato la passione, che hanno messo i 27 artisti presenti alla collettiva d’arte, la crescita culturale per la città di Castrovillari e la grande professionalità degli organizzatori del Calàbbria Teatro Festival.

Due gli appuntamenti in programma per oggi lunedì 9 ottobre. Si parte alle ore 18,00 al Teatro Vittoria la presentazione del libro Cosa Manca di Giovanni B. ALGIERI (EDIZIONE PELLEGRINI) I° classificato alla I^ edizione del Premio Internazionale Città di Castrovillari – Poesia, Prosa, Arti figurative e Teatro Intervengono:Vincenzo TAMBURI – Consigliere provinciale, Domenico LO POLITO – Sindaco di Castrovillari e Giovanni B. ALGIERI – Autore. Coordina: Angela MICIELI Direttore organizzativo del festival. A seguire la Cerimonia di premiazione del Premio “Frontiere Aperte” che quest’anno verrà conferito, nell’ambito scientifico al dr Bruno Rizzuti (ricercatore) in quello delle tradizioni popolari al dr. Gerardo Bonifati (direttore artistico della Pro Loco di Castrovillari) per essersi distinti nei campi di appartenenza.

Parte oggi il primo dei tre laboratori quello cinematografico per ragazzi “L’utopia di fare il cinema” a cura dell’Associazione culturale “Gli Utopisti”, un’Associazione che nasce da un gruppo di persone desiderose di trasmettere la propria passione e le proprie conoscenze del cinema ma, soprattutto, dalla convinzione che quest’arte sia un incredibile veicolo di tolleranza e coscienza delle diversità. Il laboratorio si svolgerà al Castello aragonese da oggi (9 ottobre) fino al 14 di ottobre dalle 15,00 alle 18,00. Iscrizione gratuita. Prenotazione obbligatoria. Il progetto si propone di sensibilizzare i ragazzi verso una comprensione e una conoscenza approfondita e diretta del cinema. Il fine del corso è quello di presentare la narrazione cinematografica come un tramite per la rielaborazione della realtà in cui i ragazzi vivono e crescono. Il corso prevede, infatti, la realizzazione di un cortometraggio. Le competenze fornite risulteranno frutto di un percorso di studio e di analisi dei processi di visione, ideazione e critica di opere cinematografiche, oltre che della capacità di rielaborazione e concezione di testi cinematografici.

Per prenotazioni ai laboratori punto informativo  Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20 Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20 L’evento è organizzato con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Gas Pollino e della Gestione Pollino Impianti, con il patrocinio della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza, con i brand ACT (Ambiente-Cultura- Turismo) e Attraversando Natura.

Castrovillari 9 ottobre 2017

Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

PROGRAMMA

Lunedì 9 ottobre

Ore 18:00 – Teatro Vittoria
Presentazione del libro Cosa Manca di Giovanni B. ALGIERI

A seguire
Cerimonia di premiazione del Premio “Frontiere Aperte

Cosa Manca di Giovanni (edizione Pellegrini)- B. ALGIERI :C'è Carlo Barbagallo, il Geppeto felice del paese, benvoluto e amato da tutti e che con il suo agriturismo e le sue euforie ha allietato i palati, le giornate e gli umori di intere generazioni. Quando durante la festa dei suoi sessant'anni,
balzando a piedi nudi sul suo tavolo, annuncia pubblicamente di voler trasformare lo storico agriturismo Barbagallo in una scuola di salsa, suo figlio Tibaldo, umile e anonimo supplente di italiano, lo crede pazzo e vi si oppone a modo suo cercando l'assenso della famiglia e dei conoscenti, imbattendosi in paradossali incontri ed avventure che mai avrebbe immaginato di vivere. C'è Pito, ricciolone sbarbato, laconico e introverso, che vive da due anni in un buco nero fatto di caffè, fotocopie e scontrini per il rimborso spese. Quando realizza che tra una settimana sarà avvocato, gli crolla il mondo addosso. E così, in una afosa mattina di luglio, durante la proclamazione di laurea della sua migliore amica Valentina, sfida il suo cervello, cambia sguardo e cerca, inconsciamente, ogni appiglio, ogni piccola occasione che potrebbe stravolgergli la vita pur di non passare da un buco nero a un altro.

Martedì 10 ottobre

Ore 21:00 Teatro Sybaris
Ore 22,00 convivio Protoconvento francescano
Francesco Busani
Mind Cabaret
Tra ricordi d’infanzia e oggetti unici e misteriosi il mentalista e cantastorie Francesco Busani racconta episodi in cui la sua vita si è intrecciata con l’impossibile e il paranormale. Toccando le emozioni del pubblico – per una volta non solo spettatore, ma vero e proprio protagonista – parlerà i amore, viaggi, sogni e paure. Il suo tavolo sarà essenziale: solo un mazzo di tarocchi, una candela e alcuni artefatti risalenti alla tradizione spiritica del primo Novecento. Mind Cabaret è uno spettacolo che mescola emozioni forti, misteri e risate. Perché Francesco è un mentalista che non riesce a prendersi quasi mai sul serio. Nemmeno quando parla della morte.

Francesco BUSANI
È un mentalista di fama nazionale, indagatore dell’occulto e studioso di misteri e della tradizione esoterica. Si è esibito in teatri e locali, nell’ambito di convegni e festival di strada. È il primo al mondo ad aver approfondito dal punto di vista teorico e pratico il mentalismo “uno a uno”. Scrive su svariate riviste del settore illusionistico ed è autore di due saggi: Neuro Bill (2012) e Magia a tu per tu (2015). Ha presentato conferenze per prestigiatori in tutta Italia. «Sono, semplicemente, un Mentalista. Ognuno di noi possiede una dote, la mia è quella di riprodurre i fenomeni paranormali. La utilizzo per emozionare il pubblico: che siano mille persone, oppure una soltanto, non importa. Mi chiamano anche mindperformer oppure psychic entertainer e sono in grado di dimostrare la mia abilità nel leggere il pensiero, nel predire eventi futuri, nel muovere oggetti senza toccarli e, in generale, di compiere ogni tipo di meraviglia che potrebbe legittimamente essere scambiata per paranormale».

− COMUNICATO STAMPA −

Sarà inaugurata sabato 7 ottobre 2017 alle ore 17 a Cosenza nel Complesso monumentale di San Domenico la mostra personale di Sandro Nucci, dal titolo Nel vento dei miei sogni. Nucci già dirigente comunale, più volte capo di gabinetto, sindacalista, Presidente del Distretto Scolastico per oltre 30 anni, è un protagonista della vita culturale della nostra città grazie al suo talento artistico che lo ha visto realizzare decine di mostre personali e partecipare ad innumerevoli mostre collettive.

Autore di una particolarissima interpretazione della Via Crucis nella Chiesa Santa Maria di Monserrato a Rende, è ricordato anche per le tante copertine e le illustrazioni di libri e per essere stato negli anni '90, vignettista del settimanale Buongiorno Cosenza.
Colpito nei mesi scorsi dalla perdita della carissima moglie, Nucci ripresentare il suo lavoro nella sua città dopo circa 15 anni, ospite dell’Amministrazione comunale, riproponendosi in veste di sensibile pittore che riesce a comunicare sensazioni e stati d’animo. Grandi tele, piccoli paesaggi e scatole, cornici, orologi dipinti, avvolti dal “vento dei suoi sogni… veri, reali e vivi con il loro movimento” cercheranno di coinvolgere quanti hanno seguito l’evolversi della sua pittura negli oltre 40 anni di impegno e quanti vorranno incontrarlo in questa sua nuova mostra.
I saluti dell'Amministrazione comunale cosentina saranno portati dall'assessore alla Comunicazione Rosaria Succurro, mentre un intervento introduttivo alla mostra sarà portato da Angela Cenisio. La mostra sarà visitabile fino a sabato 14 ottobre 2017.

− COMUNICATO STAMPA −

L’utopia di fare il cinema, Circum-navigando e Arti manuali e tradizioni sono i tre laboratori inseriti nel cartellone della VII edizione di Calàbbria Teatro Festival, manifestazione inserita negli eventi storicizzati della Regione Calabria al VI° posto della graduatoria. Il festival è organizzato dall’Associazione Culturale “Khoreia 2000” sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di Angela Micieli, in programma a Castrovillari dall’8 al 15 ottobre 2017. E’ una manifestazione, giovane e frizzante ed è rivolta in modo particolare ai giovani e agli studenti ed ecco il laboratorio cinematografico per ragazzi a cura dell’Associazione culturale “Gli Utopisti”, un’Associazione che nasce da un gruppo di persone desiderose di trasmettere la propria passione e le proprie conoscenze del cinema ma, soprattutto, dalla convinzione che quest’arte sia un incredibile veicolo di tolleranza e coscienza delle diversità. Il laboratorio si svolgerà al Castello aragonese dal 9 al 14 di ottobre dalle 15,00 alle 18,00. Iscrizione gratuita. Prenotazione obbligatoria. Il progetto si propone di sensibilizzare i ragazzi verso una comprensione e una conoscenza approfondita e diretta del cinema. Il fine del corso è quello di presentare la narrazione cinematografica come un tramite per la rielaborazione della realtà in cui i ragazzi vivono e crescono. Il corso prevede, infatti, la realizzazione di un cortometraggio. Le competenze fornite risulteranno frutto di un percorso di studio e di analisi dei processi di visione, ideazione e critica di opere cinematografiche, oltre che della capacità di rielaborazione e concezione di testi cinematografici.

Circum-navigando è un laboratorio per bambini a cura di Teatro Alchemico e si svolgerà sempre al Castello aragonese dal 12 al 14 di ottobre dalle ore 17,00 alle 18,30 con iscrizione gratuita e prenotazione obbligatoria. Il progetto Circum-navigando è un laboratorio dimostrativo innovativo che si pone l’obiettivo di fornire ai bambini uno spazio di libertà attraverso il circo. Un modo di esprimere il loro mondo interiore mediante il linguaggio del pagliaccio e delle arti circensi.
Il laboratorio prevede un’introduzione alle arti della giocoleria, dell’acrobatica, dell’equilibrismo, al fine di contribuire allo sviluppo delle capacità fisiche e sociali dei ragazzi. Circum-navigando aiuta i ragazzi a conoscere meglio sé stessi e gli altri, e diventa un momento creativo e formativo nel quale i ragazzi diventano protagonisti ed imparano facendo, attraverso il coinvolgimento di tutti i loro sensi. Il Teatro Alchemico è una compagnia di ricerca e sperimentazione, è nata a l’Aquila a seguito del drammatico terremoto. Adesso è ospitata stabilmente dal reatino, ma porta teatro su tutto il territorio nazionale. Ha relazioni attive con diversi gruppi indipendenti del Centro Italia, aprendo allo scambio la sua sperimentazione sul training e sulla danza, in una continua formazione che spinge periodicamente la compagnia anche fuori dai confini nazionali, come ad esempio in India per studiare la danza classica Odissi.Tra i fondatori c’è uno psicologo clinico e questo riesce ad unire il lavoro teatrale a quello nel sociale, attivando progetti con il Dipartimento di Patologie d’Abuso della AUSL di Rieti, con il Centro per l’Autismo Il Cireneo di L’Aquila, con la Home Care del Distretto di Rieti, con il Servizio Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, con l’Unicef, con le Politiche Sociali di Rieti e Cantalice.

L’ultimo laboratorio è quello di Arti manuali e tradizioni curato da Rosa Gugliotta. Si svolgerà al Castello aragonese domenica 14 ottobre dalle 9,30 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 18,30 sempre con iscrizione gratuita e prenotazione obbligatoria. Un laboratorio manuale rivolto sia ai bambini che ai ragazzi ma anche agli adulti. Il materiale verrà fornito dall’organizzazione. Gli oggetti realizzati rimarranno di proprietà dei partecipanti. Rosa GUGLIOTTA, da sempre attenta alle varie tecniche di decorazione ha affinato le proprie conoscenze presso aziende di hobby italiane. Specializzata in dècoupage, scrapbooking e home decor non disdegna di avvicinarsi ad altre tecniche sempre nell’ambito della decorazione e realizzazione di oggetti unici. Da tempo inoltre si dedica anche alla pittura prediligendo l’acquerello. Non da ultimo un occhio attento al riciclo creativo per dare nuova vita ad oggetti oramai in disuso.

L’esito di tutti e tre i laboratori si avrà domenica 15 ottobre alle 10,30 presso il Teatro Vittoria di Castrovillari.

L’evento è organizzato con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Gas Pollino e della Gestione Pollino Impianti, con il patrocinio della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza, con i brand ACT (Ambiente-Cultura-Turismo) e Attraversando Natura.

Per prenotazioni ai laboratori punto informativo Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20.

Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20.

Castrovillari 05 ottobre 2017
Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −

“civita Nova, vivere il centro storico”, manifestazione annuale del capoluogo del Pollino programmata e svolta nel rione Civita, il cosiddetto salotto buono della città di Castrovillari, per contribuire, con la tradizione, le espressioni culturali presenti, le vocazioni e il patrimonio, al miglioramento del quartiere, da anni, ormai riferimento di convegni, spettacoli, intrattenimenti e performances, è entrata a far parte delle Vetrine d’eccellenza della Calabria per essere stata premiata nel Bando degli Eventi Storicizzati della Regione che supportano e promuovono le identità territoriali.

Il progetto che racchiude l’azione , segnatamente riconosciuta , e finanziato per un anno è stato predisposto dal Sindaco, Domenico Lo Polito, e dall’architetto Giovanna Castagnaro a cui vanno i ringraziamenti dell’Amministrazione .

La notizia, anticipata nel consiglio comunale del 3 ottobre dal consigliere Nicola Di Gerio durante un suo contributo, è stata rilanciata con particolare soddisfazione dal primo cittadino il quale ricorda che “questa testimonianza avvalora la portata dell’evento che si vuole portare avanti per il ruolo che può svolgere nell’interesse di quello sviluppo sostenibile che si desidera perseguire coniugando l’Esistente con il Patrimonio e il Costume con la Tradizione e la Memoria.”

E’ con questa coscienza che l’Amministrazione vuole portare avanti l’appuntamento, motore propulsivo- afferma- per il borgo antico, ambito naturale di un popolo per affermare , a partire dalle Radici, la propria umanità e vita.

“Un percorso, naturalmente, da svolgere con l’apporto di tutti in un luogo- ripete ancora una volta il Sindaco Lo polito- che si offre come ulteriore strumento per contribuire a dare risposte allo sviluppo vocazionale locale, valorizzando, sostenendo e rendendo protagonista l’esistente. In questo stanno le ragioni del riconoscimento regionale per il progetto civita..Nova che desidera crescere per affermare il ruolo inclusivo e propulsivo del patrimonio che si è tramandato.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari. Conquista del passato , le sfide del presente e le visioni verso il futuro; in una parola “Calàbbria Teatro Festival” l’appuntamento autunnale con il teatro organizzato dall’Associazione Culturale Khoreia 2000 per la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di Angela Micieli, in programma a Castrovillari dall’8 al 15 di ottobre 2017. L’edizione 2017 è stata presentata al Teatro Vittoria della città del Pollino, riaperto per l’occasione e che è fino al 15 sarà punto informativo del festival e location culturale della manifestazione, gli altri due spazi saranno il Castello aragonese che ospiterà i laboratori e la collettiva d’arte contemporanea ed il Protoconvento francescano per gli spettacoli teatrali ed il convivio. La tematica di questa edizione è dedicata al “tempo”, rappresentato anche nel manifesto nello scatto realizzato da Fosbury Style Visual Art (Fabrizio Burreci e Tommaso Barone). Le quattro donne sono Francesca Stancati, Laura Greco, Elisabetta Francomano, Maria Battipede. Una scala generazionale che rivela le tracce del passaggio del tempo. Quattro figure femminili che guardano nella stessa direzione e i cui occhi mettono a fuoco ciò che questa VII^ edizione propone così in conferenza stampa Rosy Parrotta, direttore artistico del Festival che ha invitato i giovani ad essere vicino alla manifestazione. E proprio per gli studenti under 19 grazie all’idea partita dall’associazione denominata “ A teatro con noi”entreranno gratuitamente agli spettacoli mentre, la voce giovane del festival, è stata affidata agli studenti del liceo Scientifico che sotto la direzione della professoressa Milena Filomia, daranno vita ad un “blog” per raccontare la manifestazione. Ancora i giovani saranno coinvolti attraverso un laboratorio cinematografico curato dall’Associazione culturale “Gli Utopisti” alla realizzazione di un cortometraggio. Il prodotto cinematografico finale sarà la comprensione dei concetti base che si definiranno nelle varie fasi del progetto, così da acquisire le capacità tecniche, critiche e terminologiche che permetteranno ai ragazzi di potere sviluppare dei percorsi espressivi autonomi anche al di fuori del corso. Ancora un laboratorio per bambini a cura di Teatro Alchemico e un altro quello di Arti manuali e tradizioni a cura di Rosa GUGLIOTTA. Il Calàbbria Teatro Festival è anche collettiva d'arte contemporanea, ben 27 artisti coinvolti nel progetto “PantaReiTuttoScorre” curato da Ines Ferrante dell’Associazione Mystica Calabria. Ed ancora cultura con il libro “Cosa manca di Giovanni” B. ALGIERI I° classificato alla I^ edizione del Premio Internazionale Città di Castrovillari – Poesia, Prosa, Arti figurative e Teatro. E poi “Premio “Frontiere Aperte” che quest’anno verrà conferito, nell’ambito scientifico al dr Bruno Rizzuti (ricercatore) in quello delle tradizioni popolari al dr.Gerardo Bonifati (direttore artistico della Pro Loco di Castrovillari) per essersi distinti nei campi di appartenenza. Due tipologie di spettacoli sorprenderanno il pubblico di CTF, uno rivolto a tutti (martedì 10 ottobre) di Francesco Busani “Mind cabaret” in cui racconta tra ricordi di infanzia e lo scorrere della vita racconta, l’arte del mentalismo; l’altro (mercoledì 11 ottobre), ingresso gratuito, pensato per i bambini dove Achille Veltri, tra spettacolo e mimo, racconterà la poesia delle bolle di sapone. Quarta edizione per il “Festival dei Corti” che quest’anno diventa internazionale. In 30 minuti gli attori sul palco del Sybaris , a tema libero, cattureranno con tre spettacoli ogni sera, lo spettatore che diventerà attore principale. Infatti con l’acquisto del biglietto, alla modica cifra di 7 euro, oltre a godere dello spettacolo potrà , attraverso una scheda votare decretando il vincitore della “giuria popolare”; I°- II° e III° posto sarà ad appannaggio della “giuria tecnica” composta (Umberto CARACCIA, Diletta D’ASCIA, Federico PROSPERI, Federica GRISOLIA). L’esito delle votazioni si avrà domenica 15 ottobre. Le compagnie invece, in una sorta di “residenza artistica”, avranno modo nei tre giorni, di confrontarsi tra di loro e di conoscere il territorio attraverso le visite guidate a cura del Parco Nazionale del Pollino e quelle curata dal Gruppo Archeologico del Pollino e dal Servizio Civile progetto “ Cibo per la mente”. Tutto questo è il Calàbbria Teatro Festival presentato in conferenza stampa. Presente il sindaco, Domenico Lo Polito che ha sottolineato la valenza culturale dell’evento che ha varcato gli orizzonti regionali e quest’anno anche internazionali; il direttore del Parco Nazionale del Pollino, Giuseppe Milione che ha sottolineato il connubio tra il Parco ed il Festival che di fatto apre di eventi invernali programmati dall’Ente, presente tra gli altri, il consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi, il coordinatore cittadino di F.I., Roberto Senise ed il presidente dell’Associazione politica-culturale “Piazza Dem”, Maria Saladino. Il direttore organizzativo del Festival, Angela Micieli ha rimarcato che chi fa arte deve comunque fermarsi e fare i conti con l’economia , non basta solo la creatività ma le idee spesso lottano con i numeri, nonostante ciò, 11 spettacoli avranno un abbonamento di 20 euro, vale a dire, uno spettacolo costerà meno di 5 euro. E poi un vero e proprio fiume in piena, il direttore artistico Rosy Parrotta, cresciuta a pane e cultura che ha preferito rimanere ed investire nella sua città. La conferenza stampa è stata scandita dalla performance delle allieve della Scuola di Danza Khoreia, proprio sul “tempo”. Appuntamento dunque a Castrovillari dall’8 al 15 di ottobre con la VII edizione del Calàbbria Teatro Festival. Non fartelo raccontare…vivilo.

L’evento è organizzato con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Gas Pollino e della Gestione Pollino Impianti, con il patrocinio della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza, con i brand ACT (Ambiente-Cultura- Turismo) e Attraversando Natura.

Castrovillari 2 ottobre 2017
Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Programma
Domenica 8 ottobre
Ore 18:00 – Castello aragonese
Inaugurazione della collettiva d’Arte contemporanea (pittura, scultura, fotografia, installazioni) “πάντα ῥεῖ PantaReiTuttoScorre”

Lunedì 9 ottobre
Ore 18:00 – Teatro Vittoria
Presentazione del libro Cosa Manca di Giovanni B. ALGIERI

A seguire
Cerimonia di premiazione del Premio “Frontiere Aperte”
Martedì 10 ottobre

Ore 21:00 – Teatro Sybaris
Mind Cabaret con Francesco BUSANI

Ore 22:00 – Protoconvento francescano
Convivio

Mercoledì 11 ottobre
Ore 21:00 – Teatro Sybaris
Associazione “Art Patachipi”, La Poesia in una bolla di sapone
Spettacolo di mimo di e con Clown Fofo (Ingresso libero)

Ore 22:00 – Protoconvento francescano
Convivio

Giovedì 12 ottobre
Ore 21:00 – Teatro Sybaris
IV Festival di Corti teatrali
 Compagnia teatrale Onirika del Sud, Io non avevo mai deciso di volare
 Compagnia teatrale La Ribalta Teatro, Piscik
 Associazione artistico-culturale “Ettore PETROLINI”, Decisamente single

Ore 22:30 – Protoconvento francescano
Convivio
Intrattenimento musicale a cura dell’Associazione culturale “Kemusica”

Venerdì 13 ottobre
Ore 21:00 – Teatro Sybaris
IV Festival di Corti teatrali
 Compagnia Teatrale DaMaRTE – Vinni a u’ munnu
 Ass. Cult. Space – Spazi di creatività eclettica – Ilse Stuttgard, Vedova Kaufmann
 Compagnia Teatrale Coperte Strette – Tiffany

Ore 22:30 – Protoconvento francescano
Convivio
Intrattenimento musicale a cura dell’Associazione culturale “Kemusica”

Sabato 14 ottobre
Ore 21:00 – Teatro Sybaris
IV Festival di Corti Teatrali
 Compagnia Teatrale Macondo – Rukelie
 Compagnia Teatrale Le Baobab – L’uovo Bob
 Compagnia Teatrale Kamma – Anna Cappelli

Ore 22:30 – Protoconvento francescano
Convivio
Intrattenimento musicale a cura dell’Associazione culturale “Kemusica”

Domenica 15 ottobre
Ore 10:30 – Teatro Vittoria
Esito del laboratorio cinematografico

Ore 10:30 – Teatro Vittoria
Esposizione laboratorio Arti manuali e tradizioni

Ore 11:30 – Teatro Vittoria
Esito del laboratorio Circum-navigando

Pagina 7 di 51
Thursday the 20th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.