Cultura

Cultura (493)

− COMUNICATO STAMPA −

Grande successo nella serata di lunedì con il prof. Renato Guzzardi che ha illustrato i criteri della bellezza da un punto di vista matematico, e il prof. Riccardo Barberi che ha guidato la serata sotto le stelle dedicata allo scienziato calabrese fra Paolo Antonio Foscarini. Ieri, martedì 29, è stata presentata da Enzo Pianelli la mostra Le vacche di Fanfani, visibile per tutta la settimana; padre Giovanni Cozzolino, dell’ordine dei minimi, ha fatto conoscere e riscoprire agli intervenuti uno dei miracoli più belli di San Francesco di Paola avvenuto a Corigliano Calabro: portare l’acqua potabile dalla montagna al convento in costruzione tracciando la via con il bastone.

info su www.settimanadellacultura.com

− COMUNICATO STAMPA −

Verranno inaugurate Venerdì 1 Settembre 2017 alle ore 18,00 nei sotterranei e nelle celle storiche del Castello aragonese di Castrovillari le installazioni artistiche di Giovanni Callisto, dal suggestivo titolo "Vanitas". L'iniziativa è promossa dall'associazione culturale Mystica Calabria, con il patrocinio del Comune di Castrovillari. Si tratta di una "site specific" in relazione ai luoghi in cui si espone e si ispira a quella vanitas che in pittura è una natura morta con elementi simbolici allusivi al tema della caducità della vita. L'esposizione è una vero e proprio percorso sperimentale, per la prima volta ideato e organizzato nelle segrete fino a qualche tempo fa inaccessibili dell'antico maniero castrovillarese (si potrà entrare solo a piccoli gruppi e si sconsiglia a chi soffre di claustrofobila). Il nome dato alla mostra deriva dalla frase biblica che ricorda come tutto sia vanità, intesa come trascorrere inesorabile del tempo, caducità della vita e delle cose materiali e i suoi elementi caratteristici sono, da secoli, i teschi, le candele, le clessidre, le rose. Per poter visitare la mostra, ogni sabato e domenica, (dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle19.00) si organizzeranno piccoli gruppi di massimo sette/otto persone. L'artista, Giovanni Callisto di Tropea (VV) si è avvicinato al mondo dell'arte da collezionista, durante la sua permanenza a Lugano e poi a Bologna. Ha frequentato diverse gallerie e ha partecipato a numerosi eventi artistici, rimanendo folgorato dall'arte contemporanea. Dal 1988 ha iniziato la sua produzione artistica, avvicinandosi all'astrattismo, affascinato dai colori a volte forti a volte tenui che emanano emozioni. Le sue opere vanno dall'astratto informale e geometrico al monocromo e, negli ultimi periodi, alle installazioni minimaliste e concettuali. L'artista ha esposto in varie collettive e personali in gallerie e musei in Italia e all'estero, tra cui si ricordano la Galleria "ARTES" a Parigi, la Galleria "ELLE" a Treviso, la Galleria e Casa d'Aste "PICENUM" a Macerata, la “DOMUS ROMANA” a Roma. La mostra che si inserisce all'interno del progetto Spazi Storici - Spazi d'Arte che l’associazione culturale Mystica Calabria sta portando avanti per la valorizzazione e la promozione della cultura nei luoghi storici della città, sarà fruibile fino al 30 settembre 2017

− COMUNICATO STAMPA −

E’ partita oggi [ieri, per chi legge, N.d.R.] l’ottava edizione della Settimana della cultura calabrese a Camigliatello Silano. A tagliare il nastro il vicepresidente della Giunta regionale della Calabria, Antonio Viscomi. Presenti all’inaugurazione il sindaco di Spezzano della Sila, Salvatore Monaco, il consigliere regionale Giuseppe Giudiceandrea, il presidente della Nuova Pro Loco di Camigliatello Silano, Eugenio Celestino, il presidente dell’Accademia dei giochi tradizionali, Pietro Turano ed il padrone di casa, organizzatore della rassegna, Demetrio Guzzardi, rettore dell’Universitas Vivariensis.

info su www.settimanadellacultura.com

 

 

− COMUNICATO STAMPA −

Domenica 27 agosto alle ore 18 sarà il vicepresidente della Giunta regionale della Calabria, il prof. Antonio Viscomi a tagliare il nastro inaugurale dell’ottava edizione della Settimana della cultura calabrese, la manifestazione che si tiene a Camigliatello Silano, organizzata dall’Universitas Vivariensis per presentare il meglio della cultura made in Calabria del 2017.

Il patron della manifestazione, l’editore Demetrio Guzzardi ci tiene a rimarcare il tema di quest’anno:Conoscere, studiare e raccontare la Calabria è già cambiarla, «quest’anno abbiamo ricevuto da parte della Regione il patrocinio gratuito per la nostra iniziativa con parole che sono davvero di incoraggiamento per chi come noi, fa iniziative culturali tutto l’anno; l’idea di mettere insieme in un unico contenitore le passeggiate silane ed i giochi tradizionali, le presentazioni di libri e il buon vino calabrese, gli scatti dei fotografi e i docu-film, la musica popolare e poi le mostre, il nostro mix è un racconto di gente che cerca ed ama la bellezza e che la si può incontrare nella conoscenza della nostra cultura a 360 gradi».

Come ogni anno la manifestazione ospita personalità ed intellettuali di grande rilievo, tutti impegnati in attività culturali che meritano di essere maggiormente conosciute e valorizzate. L’apertura del festival, come ogni anno, è riservato alla cultura del ricordo, a chi non c’è più, ma con la sua opera ha dato davvero molto all’intera comunità. Domenica verrà ricordato lo storico dell’arte Giorgio Leone che è morto lo scorso dicembre; a parlarne amici ed estimatori: il direttore della Biblioteca Nazionale di Cosenza Rita Fiordalisi; il sindaco di Soriano Calabro Francesco Bartone; il fotografo Giulio Archinà; il direttore del complesso monumentale San Francesco d’Assisi della Soprintendenza della Calabria e il presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci.

Da non dimenticare che all’interno della Settimana della cultura calabrese c’è il Torneo nazionale dello strummulu, indetto dall’Accademia dei giochi tradizionali; il record da battere è quello di Federico Donnici che lo scorso anno ha fatto girare la sua trottola per 2’54” e 78 centesimi.

Tutto il programma è sul sito:

www.settimanadellacultura.com

− COMUNICATO STAMPA −

Il Gruppo Archeologico del Pollino e il Servizio Civile progetto “Cibo per la mente”, al fine di promuovere la conoscenza del patrimonio culturale della Città di Castrovillari e del suo territorio effettua sabato 26 agosto dalle ore 15:30 alle ore 19:30 e domenica 27 agosto dalle ore 9:30 alle ore 13:30 e dalle ore 15:30 alle ore 19:30 l’apertura straordinaria del Museo Archeologico e della Pinacoteca Andrea Alfano di Castrovillari, consentendo a tutti i visitatori che giungeranno in città la possibilità di conoscere la ricchezza e l’importanza dei Beni Culturali del territorio castrovillarese.

Il Museo, riallestito dal Gruppo Archeologico del Pollino con più funzionali espositori e arricchito di pannelli illustrativi, documenta il patrimonio archeologico del territorio di Castrovillari e del suo circondario dalle epoche preistoriche fino all’alto medioevo e la Pinacoteca conserva importanti e significative opere dell’artista castrovillarese Andrea Alfano. Museo e Pinacoteca sono ospitati presso l’importante monumento del Protoconvento Francescano di Castrovillari.

Ufficio Stampa Gruppo Archeologico del Pollino

− COMUNICATO STAMPA −

Nella 32^ edizione dell’Estate internazionale del folklore, in programma a Castrovillari, con il patrocinio del Comune ed altri enti sino al 23 agosto, per mano delle Associazioni “Estate Internazionale del Folklore” e “Gruppo Folklorico Città di Castrovillari”, questa sera, dalle ore 18,30, nella sala consiliare del Palazzo di Città, si terrà un convegno su "Panama e i Migranti".

Un’occasione per andare, con testimoni e testimonianze, alle ragioni profonde di quella migrazione ed emigrazione che abbiamo vissuto e condiviso con Altri e che persistono ancora in altri termini e con altre modalità.

L'incontro, svolto pure con l'apporto dell'associazione Kontatto, coinvolge Carlo e Nico Gugliotti, oltre il Sindaco, Domenico Lo Polito, moderati da Pasquale Pandolfi, e registra le conclusioni a cura di Donatella Lo Prieno, docente di diritto dei migranti all'Unical.

Un'opportunità per ascoltare una Lunga Storia tra le tante vissute, ma anche per conoscere e capire le dinamiche che accompagnano e fanno scaturire le migrazioni, le quali interessano tutto il pianeta, anche se in maniera differente.

Un momento di riflessone che aiuta a far riflettere su ciò che avvenne tanti anni fa nel nostro Paese e continua a succedere ancora tra i popoli, segnati da tanti meccanismi che spingono a lasciare la propria Terra, sperando in approcci ed accoglienze adeguate a sanare o lenire disagi e sofferenze.

E' la sollecitazione che ritroviamo in questo Tempo per affermare l'importanza, come sempre, di avere uno sguardo diverso sull'Altro, fondamentale per ogni convivenza civile e per una effettivo sviluppo della promozione umana e del bene comune, determinanti per ogni crescita a cui si aspira.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Pagina 7 di 50
Wednesday the 20th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.