Cultura

Cultura (508)

Dalle radici dell'erotismo agli scandali che sconvolsero la corte estense agli inizi del Cinquecento. Un manoscritto perduto, una serie di delitti eccellenti e due figure d'ombra e splendore del nostro Rinascimento: Isabella d'Este e Lucrezia Borgia. Sullo sfondo, rancori, tradimenti, teatro del mondo.                             

Prende spunto dal primo lavoro letterario di Carlo Minervini – Eros in Biblioteca, che sarà pubblicato nei prossimi mesi, la conferenza per parole e immagini che permetterà di entrare nella storia letteraria, erotica e culturale del nostro Paese attraverso uno sguardo nuovo e trasgressivo.

L'evento è inserito nell'ambito della rassegna Eros di Alt-Art – Creazioni in corso, ed è in programma per il 22 febbraio alle 18 nella sede di Alt-Art in via Longeni 25, alle spalle del complesso San Gennaro (di fronte la chiesa dei Dehoniani) a due passi dall'Università della Calabria.

Carlo Minervini propone una lettura provocatoria della genesi erotica, e si addentra nelle latebre della storia rinascimentale per raccontare i misteri sensuali e gli scandali oscuri ancora oggi sepolti dal velo nobile del tempo. Mette a nudo particolari inediti, e propone e una personalissima teoria sulla sparizione di un manoscritto conteso dalle nobildonne di corte e sulla morte di numerosi personaggi illustri nella Ferrara del tempo, sotto il sanguinario pontificato di papa Alessandro VI.

L'ufficio stampa

Con questo articolo iniziamo anche la rubrica culturale dedicata alle recensioni. In questa occasione, ci avvaliamo della collaborazione di un amico, che per il momento ha deciso di assumere come pseudonimo proprio quello del protagonista di questa storia.

Buona lettura!

 Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

 

Una panchina in un parco, due uomini che chiacchierano mentre tutto intorno la vita scorre come se niente fosse.

Un giovane e un adulto. In apparenza un padre e un figlio, in realtà due spie.

Il ragazzo è Harold Adrian Russel Philby, agente al soldo di Mosca che a cavallo tra gli anni Trenta e Sessanta mise a rischio l'incolumità dell'Impero britannico.

Robert Little, autore de Il giovane Philby (Fanucci editore 2012), racconta in chiave di romanzo storico gli 'anni verdi' di una delle più famose spie della guerra fredda.

Figlio di St John Philby, diplomatico, esploratore e studioso di culture orientali convertito all'Islam, Harold sceglie di chiamarsi Kim affascinato dalla lettura del Kim di Rudyard Kipling.

Brillante studente della Cambridge University, rampollo dell'alta borghesia inglese, dai modi fini ed educati, Kim viene notato dagli agenti in servizio all'ambasciata sovietica di Londra nei primissimi anni Trenta.

Facendo leva sul sincero credo del giovane nell'ideologia comunista, la OGPU lo arruola auspicando riesca a sfruttare le sue conoscenze per infiltrarsi negli ambienti governativi inglesi.

Intraprendente e coraggioso, il giovane Philby non delude le aspettative dei superiori attirando addirittura su di sé l'ammirazione dei vertici del Cremlino.

Al suo fianco troverà i colleghi di college John Cairncross, Anthony Blunt, Guy Burgess e Donald Mac Lean anch'essi inquadrati nell'organico dei servizi segreti bolscevichi. I cinque amici passeranno alla storia con il nome di Cambridge five, astuti doppiogiochisti infiltrati tra le fila del celebre MI6, il controspionaggio britannico.

Una vicenda vera magistralmente narrata dal romanziere newyorkese Robert Little, già autore dei best sellers L'Oligarca e L'epigramma a Stalin. Ma appunto perché l'avventura del giovane Philby è verità e non solo spy story, Littell propone anche una sua versione circa l'operato di Kim.

Al lettore l'ardua sentenza.

Kim

 

Robert LITTLE, Il giovane Philby, FANUCCI Editore

collana TIF EXTRA
genere THRILLER E NOIR
anno 2012
pagine 240
prezzo € 16,00
isbn 9788834719558
traduttore Olivia Crosio

 

Scheda tratta dal sito dell'editore

Inaugurata nel pomeriggio di oggi, presso la Galleria d’arte Editrice Il Coscile di Castrovillari, la mostra “Omaggio a Mimmo Rotella”, a cura di Giuseppe Brunacci e che sarà allestita fino al 28 febbraio. “Un’iniziativa che risveglia la sensibilità, il bello, e soprattutto ci sottrae con forza a quelle che sono le fatiche quotidiane che purtroppo, non sono belle, come questa serata”. Con queste  parole il sindaco della città, Domenico Lo Polito, ha sottolineato la sua attenzione e la sua vicinanza al mondo artistico culturale che Castrovillari promuove. “Dobbiamo riconquistare tutto ciò che abbiamo perso in questi ultimi anni per rinascere attraverso la cultura” è la volontà espressa da Domenico Sancineto, che da anni persegue la strada dell’arte e la sua divulgazione.

Rosy Parrotta

Inaugurata nel pomeriggio di oggi, presso la Galleria d’arte Editrice Il Coscile di Castrovillari, la mostra “Omaggio a Mimmo Rotella”, a cura di Giuseppe Brunacci e che sarà allestita fino al 28 febbraio. “Un’iniziativa che risveglia la sensibilità, il bello, e soprattutto ci sottrae con forza a quelle che sono le fatiche quotidiane che purtroppo, non sono belle, come questa serata”. Con queste  parole il sindaco della città, Domenico Lo Polito, ha sottolineato la sua attenzione e la sua vicinanza al mondo artistico culturale che Castrovillari promuove. “Dobbiamo riconquistare tutto ciò che abbiamo perso in questi ultimi anni per rinascere attraverso la cultura” è la volontà espressa da Domenico Sancineto, che da anni persegue la strada dell’arte e la sua divulgazione.

Rosy Parrotta

La scuola al servizio della crescita e dello sviluppo del territorio del Pollino è il tema “interessante oltre che attuale” di una  giornata di studio e formazione che si è tunuto presso l’auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “Pitagora - Calvosa” di Castrovillari, dove hanno relazionato il Sindaco, Domenico Lo Polito, e il neo Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Cosenza, Francesco Fusca.

Il momento è stato introdotto  dai saluti della dirigente scolastica, Franca Eugenia Guarnirei, la quale ha richiamato le ragioni dell’iniziativa, che è moderata  dal docente Domenico Iannibelli.

Sono stati invitati per l’occasione i dirigenti scolastici, docenti e rappresentanti degli studenti e dei genitori di altri Istituti, amministratori locali e rappresentanti del mondo del lavoro , delle associazioni e del volontariato  del comprensorio.

Lo sviluppo del territorio, così, è al centro delle attenzioni della scuola che, con gli altri soggetti, nessuno escluso, partecipa alla crescita anche della Zona attraverso la preparazione delle giovani generazioni, promuovendo, tra l’altro, tutto ciò che può legare queste capacità alla realtà.

Un’occasione, insomma,  per discutere su ciò che può fare una seria condivisione di programmazione attraverso una sinergia di azioni, di cui non si può più fare a meno per la vera crescita di un territorio come il Pollino.

“Fatti spiega il Sindaco Lo Polito - che esprimono il desiderio diffuso di partecipare allo sviluppo d’insieme del proprio comprensorio,che solo una condivisione d’impostazione può far crescere adeguatamente.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

[Continua]

Tutti coloro che volessero approfondire la conoscenza di questo personaggio, maschera della Commedia dell'Arte chiamata quest'anno a rappresentare il Carnevale di CASTROVILLARI, possono reperire informazioni presso i seguenti indirizzi, che rappresentano, per altro, l'istocorografia (la raccolta dei vari siti) del lavoro svolto:

  1. <http://it.wikipedia.org/wiki/Giangurgolo>

  2. <http://www.kaulon.it/giangurgolo.htm>

  3. <http://www.nonsolocittanova.it/cittanova_il_carnevale/giangurgolo.html>

  4. <http://www.partecipiamo.it/carnevale/giangurgolo.htm>

  5. <http://www.carnevalemaschere.com/maschera-di-giangurgolo.html>

  6. <http://www.soveratoweb.it/miscellanea/11.htm>

  7. <http://www.ilpaesedeibambinichesorridono.it/giangurgolo.htm>

  8. <http://www.costaviolaonline.it/4899-giangurgolo_la_maschera_calabrese.html>

  9. <http://www.soveratiamo.com/spettacolo/soverato/item/5908-re-act-e%E2%80%99-molto-piaciuto-il-giangurgolo-maschera-per-antonomasia-di-catanzaro>

  10. <http://www.calabriaonline.com/col/arte_cultura/personaggi/letterati/giangurgolo.php>

  11. <http://www.treccani.it/enciclopedia/giangurgolo/>

  12. <http://www.tropeaedintorni.it/giangurgolo.htm>

  13. <http://it.wikipedia.org/wiki/Capitano_(maschera)>

  14. <http://cantelmigroup.myblog.it/archive/2012/02/16/omaggio-a-giangurgolo-maschera-tipica-calabrese.html>

  15. <http://allaricercadeltempoperduto.forumcommunity.net/?t=24759066>

  16. <http://langolinomagico.forumfree.it/?t=45746790>

  17. <http://didtrentacapilli.garamond.it/utenti/kairos_didtrentacapilli/Ariel53/spazioscrittura/carnevale.htm>

  18. <http://it.wikipedia.org/wiki/Jean-Claude_Richard_de_Saint-Non>

  19. <books.google.it/books?id=ju6PvsnRTZYC&pg=PA104&lpg=PA104&dq=giangurgolo+maschera+calabrese&source=bl&ots=Xq44_uuwSV&sig=xj1Dfsv_jAyAwzY1u2vR-oSZeis&hl=en&sa=X&ei=_pgMUcSXNOSo4ATWz4D4Ag&ved=0CIUBEOgBMA8#v=onepage&q=giangurgolo%20maschera%20calabrese&f=false>

  20. <http://books.google.it/books?id=7xZaBTDw4Q8C&pg=PA89&lpg=PA89dg=capitani#v=onepage&q=capitani&f=false>

E inoltre:

  1. <https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=341226732660292&id=170455703013763>

  2. <http://www.domuspueri.it/carnevale/calabria.htm>

  3. <http://www.stpauls.it/gio98/0798gi/0798gi4b.htm>

[Fine]

Articolo precedente: <http://www.cvinrete.it/index.php/component/k2/item/89-giangurgolo-una-maschera-calabrese-tra-carnevale-e-commedia-dellarte-%E2%80%93-12a-parte-conclusioni>

Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

Pagina 49 di 51
Thursday the 20th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.