Cultura

Cultura (493)

− COMUNICATO STAMPA −

Parte sabato 21 ottobre la terza edizione di #ioleggoperché, la campagna nazionale di promozione del libro e della lettura promossa dall’AIE (Associazione Italiana Editori). Una grande raccolta di libri aperta a tutti i cittadini fino al 29 ottobre, a sostegno delle biblioteche scolastiche e che ogni anno mobilita, a partire dal mese di luglio, attraverso la piattaforma www.ioleggoperché.it, i lettori, i librai, le scuole di ogni ordine e grado e gli editori, di tutta Italia.

A partire dalla registrazione sulla piattaforma, scuole, librerie e messaggeri si gemellano per raggiungere lo stesso obiettivo: fare arrivare libri alle scuole, favorire gli incontri con il libro e la lettura, sensibilizzare la partecipazione di tutti i cittadini e contribuire così a raddoppiare il numero di libri grazie al contributo degli editori che si impegnano a donare alle scuole aderenti un monte libri pari al numero di libri donati dal pubblico fino a un massimo di 100.000 copie totali.

La libreria La freccia azzurra , gemellata con le scuole: Primaria SS.Medici, Istituto Paritario Vittorio Veneto, scuole dell’infanzia II Circolo Didattico “Porcione” e “Rodari”, ITIS “E.Fermi”, IPSEOA “K. Wojtyla” (Alberghiero di Stato), e L’istituto Omnicomprensivo Statale Frascineto (Polo Arberesh dei Comuni di Lungro, Firmo, Frascineto, San Basile, Acquaformosa, Civita) e la Primaria di Roseto Capo Spulico, sabato 21 ottobre, organizza “Nati e note per leggere” una serata sociale con musica dal vivo aperta a tutti, in collaborazione con i messaggeri della libreria, con la partecipazione degli studenti dell’ITIS e IPSOA di Castrovillari e dei tanti amici della libreria. Le musiche che animeranno la serata sono a cura di Luca Perrone (chitarra) e Massimo Affortunato (voce).

A partire dalle ore 19:00 e per tutta la serata i cittadini sono invitati in libreria, per avere maggiori informazioni sulla campagna #Ioleggoperché2017, ascoltare musica, stare insieme, donare un libro o solo un contributo in denaro. Il ricavato sarà poi devoluto in libri alle scuole gemellate. Le donazioni saranno aperte tutta la settimana, dal 21 al 29 ottobre. Tante inoltre le iniziative organizzate in libreria con le scuole gemellate durante la settimana: incontri di lettura e con gli autori, insieme agli alunni della Primaria Vittorio Veneto e SS.Medici e scuola infanzia “Porcione” .

− COMUNICATO STAMPA −

Insieme per ribadire, soprattutto, il ruolo dell'educazione e della didattica a servizio dei giovanissimi, e rilanciare le funzioni di tali azioni per permettere, sempre più, in loro esperienze volte all'acquisizione critica e personale di una concezione globale dell'esistenza che non escluda nessun aspetto della realtà, importante per la crescita soggettiva e sociale che vuol dire inclusione, integrazione, condivisione, rispetto della Libertà altrui, valorizzazione dell’unione dei saperi e difesa dai soprusi nonché riguadagnare ciò che abbiamo ereditato dai nostri Padri e che è fondamentale per creare sviluppo e crescita diffusa.

Questo, in sintesi, il filo conduttore ed il trait d’union, naturalmente, con chiavi di lettura diverse, ma univoche, della cerimonia d’inaugurazione dell’anno scolastico 2017/2018, tenuta questa mattina nel cortile del Liceo Classico “Garibaldi” di Castrovillari , che comprende il liceo artistico “ Andrea Alfano” e l’IPSIA “ Leonardo Da Vinci”.

Al momento -aperto dall’inno di Mameli e dalle ragioni che lo connota parte di un progetto di promozione della legalità e del rispetto della dignità del prossimo- il
dirigente dell’Istituto di Istruzione secondaria superiore (che accomuna le tre Scuole), Elisabetta Cataldi (la quale con passione, trasporto, dedizione, e grazie all’implicazione di docenti e discenti, ha dato il senso delle capacità in gioco e dello storico Liceo Classico castrovillarese espressione di oltre un secolo di formazione), il dirigente tecnico del MIUR, Roberto Santagada, il Sindaco, Domenico Lo Polito, il consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi, il capo dell’ufficio tecnico della Provincia, Claudio Carravetta, il consigliere regionale, Mimmo Bevacqua, il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, rappresentanti delle Forze dell’Ordine e di altre Scuole, di associazioni, nonché studenti, genitori e professori. Mentre il Vescovo di Cassano allo Jonio, mons. Francesco Savino, assente perché impossibilitato, ha inviato un suo saluto.

L’appuntamento è stato contrassegnato da un particolare allestimento artistico curato dai docenti dell’indirizzo Moda dell’Ipsia che ha abbracciato le presentazioni guida, le performances -come quella suggestiva sui gonfaloni storici delle scuole- , ed ancora testimonianze di ragazzi, momenti artistici e rappresentativi oltre che musicali con il Coro “Nova Vox Aurea” della Città e una ensemble della scuola media.

In un cambiamento d’epoca, che investe tutta la società, i giovani sono i più esposti- con il loro capitale umano e le personalità che li contraddistinguono- in una sfida a tutto campo che li provoca continuamente; fattori richiamati e menzionati nei vari interventi che hanno dato l’idea- con il loro contraccolpo- di cosa avesse provocato la proposizione messa in campo dagli istituti a partire da ciò che si sta vivendo nei corsi; nei contributi istituzionali hanno ruotato pure temi come l’edilizia scolastica, il dimensionamento, la volontà di creare sempre più interazione tra scuola e territorio seguendo vocazioni, inclinazioni ed esistente, fattori ineludibili per uno sviluppo concertato ed attento agli interpreti che rendono una Zona.

E’ con questi auspici, volontà e prospettive che si è ringraziato e salutato a conclusione della cerimonia per l’avvio dell’anno scolastico 2017/2018, consapevoli che la scuola ha il compito della discendenza culturale tra bisogno di verità e di significato delle azioni quotidiane, della trasmissione e della conservazione del passato, come anche del cambiamento, portando novità nella società e nella cultura nonostante la realtà sembri sempre meno comprensibile e il futuro meno prevedibile ed a volte più estraneo.

L’Ufficio stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

CITTA' DEL VATICANO, 12 OTT - "Diffondere il codice Braille è fondamentale e, allo stesso tempo, è doverosa l'attenzione verso le persone non vedenti che devono avere le nostre stesse opportunità.

Proprio per questo il libro su Papa Francesco è disponibile anche in versione Braille e audiolibro". E' quanto afferma Antonio Modaffari, autore di Buonasera. Francesco il primo papa social, testo edito dalla casa editrice cosentina Editoriale Progetto 2000, che rivive questi primi anni del pontificato di Bergoglio attraverso una lettura in chiave social.

"Dal Giubileo della Misericordia ai Bergoglismi sono tanti i gesti 2.0 rivoluzionari operati dal Pontefice argentino che sono entrati nella nostra vita, e uno di questi sarà sicuramente l'udienza riservata ai cani guida in programma il prossimo 18 ottobre - spiega Modaffari -. Ho deciso di donare il testo a Radio Scalo San Marco, che ringrazio per la preziosa collaborazione nella codificazione del lavoro e che, come già in occasione del mio primo libro su Papa Wojtyla, ha realizzato materialmente la trasformazione del libro dal nero al Braille perché leggere è un diritto di tutti e quella del Braille è una battaglia di civiltà per cui mi spenderò in prima persona". (ANSA).

− COMUNICATO STAMPA −

Giovedì 12 ottobre alle ore 17:00 verrà presentata, presso la libreria “La freccia azzurra” (C.so Calabria, 80), l’”Agenda sentimentale”, una novità della casa editrice CoccoleBooks. Un’agenda dove si trovano senz’altro le ore, i giorni e i mesi del tempo che scorre, ma anche uno spazio personale, delle frasi per ogni settimana che invitano a fermarsi, per annotare le esperienze più intime che accompagnano la complessa ed emozionante “vita scolastica”.

L’incontro rivolto al corpo docente, ai genitori, ai formatori, ha lo scopo di presentare l’ “Agenda sentimentale”, ma soprattutto soffermarsi sul ruolo dell’oggetto libro nell’interazione con la crescita personale e individuale di ogni ragazzo/a; le strategie, le tecniche e le modalità per permettere che si sviluppi quella fondamentale empatia tra i giovani e il mondo della letteratura loro dedicato.

Saranno presenti gli autori, Antonio Ferrara e Daniela Valente.

Antonio Ferrara è autore, illustratore e formatore. Per diversi anni ha lavorato presso una comunità alloggio per minori a Novara, dove è nato il suo interesse a diffondere la passione della lettura nei giovani. Nel 2012 ha vinto il Premio Andersen per la fascia over 15 con il libro Ero cattivo, il cui protagonista è un adolescente vittima di pregiudizi. Ha pubblicato con diverse case editrici come Mondadori, Rizzoli, Salani, CoccoleBooks, San Paolo, Interlinea, Artebambini ed altre. Tiene laboratori di illustrazione e scrittura creativa “per emozioni” per ragazzi, insegnanti, detenuti e degenti, presso scuole, biblioteche, librerie, carceri, associazioni culturali e ospedali.

Daniela Valente è autrice, formatrice e direttore editoriale della casa editrice CoccoleBooks per bambini e ragazzi, fondata insieme al marito Ilario Giuliano nel 2006. Autrice di diversi titoli per bambini e ragazzi, si occupa di promozione della lettura e tiene incontri di scrittura creativa e lettura interpretativa nelle scuole.

− COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari. “Premio “Frontiere Aperte” III edizione a due eccellenze castrovillaresi, al dr Bruno Rizzuti ( nell’ambito scientifico) e al dr.Gerardo Bonifati (nell’ambito culturale). Bruno Rizzuti, del Cnr-Nanotec di Rende che da un farmaco antipsicotico ha aperto nuove speranze contro il tumore al pancreas; Gerardo Bonifati, direttore artistico della Pro Loco di Castrovillari, vincitore dell’Oscar mondiale del folklore ad Haifa (Israele), assessore alla cultura FITP. Eccellenze capaci di portare fuori l’identità territoriale perche il premio si chiama “frontiere aperte”, si va oltre però poi si opera nel proprio paese, così il direttore artistico, Rosy Parrotta. Premio lo ricordiamo inserito nel cartellone della VII edizione del Calàbbria Teatro Festival, manifestazione inserita negli eventi storicizzati della Regione Calabria al VI° posto della graduatoria ed organizzato dall’Associazione Culturale “Khoreia 2000” in programma a Castrovillari fino al 15 di ottobre.

Onorati di aver ricevuto questo riconoscimento così i due premiati Rizzuti e Bonfati che hanno sottolineato che fa sempre piacere ricevere riconoscimenti per il proprio lavoro. Il merito però è frutto di un lavoro di squadra che da la dimensione di quello già fatto e uno sprone per andare avanti e continuare in quello che si sta facendo. Ma la seconda giornata del Festival si è aperta con la presentazione del libro, Cosa Manca di Giovanni B. ALGIERI (EDIZIONE PELLEGRINI) I° classificato alla I^ edizione del Premio Internazionale Città di Castrovillari – Poesia, Prosa, Arti figurative e Teatro, moderato dal direttore organizzativo dell’evento, Angela Micieli. Algieri, giovane calabrese di Corigliano Calabro, prende spunto da un documentario girato a Londra dove si parla dei giovani artisti in fuga dall’Italia. La prefazione del libro è stata curata dal cantautore Brunori Sas, di cui si richiama il verso: “…come in una specie di staffetta esistenziale, tra incanto e disincanto, questi poveri cristi dipinti da Giovanni Algieri si passano il testimone nell’eterna corsa ai traguardi della vita“. Un romanzo composto di cinque racconti, dove i protagonisti delle storie sono padri e figli a confronto: genitori apprensivi e tradizionali, con figli che se ne vanno in giro per il mondo e che padroneggiano il continente come nessun’altra generazione ha mai fatto prima d’ora.  La fuga dei giovani verso mete sconosciute in cerca di lavoro, ha dato modo di aprire il dibattito. Andare via è più facile che rimanere, spesso manca il coraggio di restare anche se ogni persona parte con dolore perché non ha la possibilità di rimanere così hanno sottolineato i tanti giovani presenti al dibattito che si sono confrontati con l’autore e con gli ospiti al tavolo. Mettersi in gioco essere attivi è la chiave di svolta dei territori, così il sindaco di San Basile nonché consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi presente all’evento. Manca il “tempo”, ricollegandosi alla tematica del festival, di vivere le cose e di capirle, così il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito; abbiamo la possibilità di vivere in una regione, la Calabria, dove la natura offre tante opportunità ma non riusciamo a coglierne la bellezza.

Il festival ha continuato questa sera alle 21,00 al Teatro Sybaris con il suggestivo spettacolo di Francesco Busani uno dei più grandi mentalist a livello nazionale “Mind Cabaret” in cui l’attore si racconta tra ricordi di infanzia e lo scorrere della vita attraverso l’arte del mentalismo.

Per mercoledì ad ingresso gratuito, i bambini avranno modo di essere incantati da Achille Veltri dell’Associazione di promozione sociale “Art Patachipi”,con lo spettacolo “la poesia in una bolla di sapone” .Uno spettacolo sul mimo con l’aiuto delle fantastiche bolle di sapone.

Da sottolineare che anche gli studenti under 19 grazie all’idea partita dall’associazione denominata “ A teatro con noi”entrano gratuitamente agli spettacoli.

PROGRAMMA

Teatro Sybaris

Martedì 10 ottobre – Ore 21:00

Francesco Busani
Mind Cabaret

Mercoledì 11 ottobre

Ore 21:00 – Teatro Sybaris

Associazione “Art Patachipi”, La Poesia in una bolla di sapone
Spettacolo di mimo di e con Clown Fofo (Ingresso libero)
Ore 22:00 – Protoconvento francescano

Convivio

Per prenotazioni ai laboratori punto informativo  Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20

Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20

L’evento è organizzato con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Gas Pollino e della Gestione Pollino Impianti, con il patrocinio della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza, con i brand ACT (Ambiente-Cultura- Turismo) e Attraversando Natura.

Castrovillari 10 ottobre 2017

Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari -Dopo le tappe in altre regioni, e che hanno suscitato entusiasmo e consensi, prosegue in Calabria il tour per la presentazione dell’originale prezioso libro “il cane e il gatto nelle massime di Franco Scillone” ( pagg. 176; 400 massime suddivise tra il cane e il gatto; 40 foto a colori a tutta pagina; Edizioni Prometeo), un raffinato tascabile che si differenzia totalmente, nella stesura, dalle tante pubblicazioni sui pet. Archiviata da poco la trionfale “serata” a Saracena, il volume “approda” a Castrovillari , dove sarà presentato sabato 14 ottobre , ore 17.30 – a cura  dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari , che vanta  il programma culturale “Incontro con l’autore” – nella Sala Convegni del Centro Efal (via Ettore Gallo, nei pressi della sede INPS). Relatori: dott. Ferdinando Laghi, presidente dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione”; dott.ssa Mariella Buono, del gruppo tematico “Passione Animali” inserito nell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” ; dott. Pierpaolo Avolio, Medico Veterinario; Franco Scillone, giornalista e scrittore. Moderatore: avvocato Francesco Martire. Ivana Trimani, studentessa universitaria, leggerà al pubblico alcune massime del libro.Schietta e immaginifica, generosa e palpitante, quest’opera letteraria che ha ottenuto – oltre agli unanimi giudizi positivi espressi  dalla stampa italiana ed estera , nonché dall’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali)- un autorevole e “storico” riconoscimento “da oscar” con la gentile e cordiale lettera di congratulazioni e di auguri inviata a Franco Scillone dalla Regina d’Inghilterra Elisabetta II, che ha esaltato il virtuoso valore del libro, rimarcandone l’intimo e riflessivo messaggio umano mirante a praticare, a rinvigorire e a diffondere l’impagabile dovere di amare, soccorrere e proteggere gli animali, nel rispetto puro e schietto, sano e incondizionato.

Gruppo ”Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari

Pagina 5 di 50
Wednesday the 20th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.