Angela Micieli

Angela Micieli

COMUNICATO STAMPA

La Protezione Civile Regione Calabria ha effettuato un sopralluogo ad Oriolo con il geologo Paolo Cappadona, responsabile del coordinamento delle emergenze, che assieme all'Ufficio Tecnico comunale, con il capo area Luigi Formichella e allo staff di tecnici esterni incaricati, coordinato dal geologo Franco Martorano, hanno esaminato la zona interessata dal recente movimento franoso. Da quanto emerso, e come dichiarato dallo stesso Cappadona, la situazione è complessa e delicata e quindi necessita di interventi urgenti. Oltre all'abitazione maggiormente interessata lungo la salita che d Piazza del Borgo conduce al castello, dal sopralluogo sono emerse altre criticità concentrate in un'area più vasta e che riguardano altre strutture, nonché la stessa strada in selciato che porta al maestoso maniero, alla chiesa madre nel cuore del centro storico, che si presenta come l'accesso principale a quella zona del paese e che oggi appare visibilmente deformata.

Sono in corso le indagini geofisiche e georadar per stabilire l'esatta entità del movimento franoso che appare comunque ancora in evoluzione e con una profondità ad oggi di circa cinque metri. La Protezione Civile Regione Calabria ha confermato l'iter previsto in questi casi che è partito con la messa in sicurezza della zona interessata, dove alcune persone sono state costrette ad abbandonare la propria abitazione. Il programma sta proseguendo con le indagini di approfondimento che condurranno ad una relazione tecnica da fornire alla stessa Protezione Civile che valuterà di concerto con l'assessorato regionale ai Lavori Pubblici, retto da Roberto Musmanno, il da farsi e il come farsi, stanziando quindi le risorse economiche necessarie.

Hanno accolto la Protezione Civile Regionale il sindaco di Oriolo, Giorgio Bonamassa, il vicesindaco Vincenzo Diego e i consiglieri comunali Domenico Bonamassa e Vincenzo Brancaccio. La calamità che ha colpito il comune di Oriolo (la stessa zona era stata già interessata da movimenti franosi nel 1929 e nel 1936) ha tutti i requisiti, ascoltando i pareri tecnici, per rientrare in un pacchetto di interventi per la salvaguardia del suolo ma anche del patrimonio paesaggistico. Nel primo caso perché la zona è regolarmente abitata e questo presuppone interventi rapidi e definitivi per la sicurezza dei cittadini e nel secondo caso anche perché Oriolo, presente nel club dei Borghi più belli d'Italia, si sta inserendo in un prestigioso circuito turistico fondamentale per evitare lo spopolamento del paese e che non può rischiare di compromettere, proprio adesso, questo percorso virtuoso a causa di mancati interventi strutturali necessari per ripristinare sicurezza e fruibilità della zona. Infine il geologo Cappadona, durante un sopralluogo nella zona di San Leo, cartolina della rovinosa frana del 2015, si è complimentato con l'Amministrazione Comunale di Oriolo per la gestione dei finanziamenti ottenuti che hanno portato alla realizzazione degli interventi previsti in breve tempo e con risultati degni di nota. 

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)

 

Mercoledì, 07 Marzo 2018 20:01

Al Teatro Sybaris, Croce e Delizia Signora Mia

COMUNICATO STAMPA

Penultimo appuntamento della XVII Stagione Teatrale Comunale organizzata in collaborazione con la Sinfony & Sinfony per la direzione artistica di Benedetto Castriota. In scena al Teatro Sybaris, sabato 10 marzo, con inizio alle ore 21,00, “ Croce e Delizia Signora Mia...” lo spettacolo musicale con Simona Marchini e Paolo Restani che raccontano   tre storie appassionanti (Traviata, Rigoletto, Trovatore), la cosiddetta trilogia popolare. Simona Marchini e la sua verve ironica ed elegante; Paolo Restani che descrive al pianoforte temi verdiani attraverso la parafrasi di Liszt.  Un  connubio audace su una materia che risuona nel profondo di ognuno di noi, su un genere denso di storia e di identità culturale.

Simona Marchini. La prima proposta professionale le arrivò da Elio Petri, quando aveva sedici anni, successivamente una cara amica, Delia Scala, la introduce nel mondo dello spettacolo.  Nel corso degli anni si è andata sempre più orientando verso il teatro. Ha raggiunto grande popolarità con la partecipazione, nel 1985, al programma di Renzo Arbore "Quelli della notte". La filmografia di Simona Marchini è davvero numerosa.

Paolo Restani. Allievo fino al 1984 di Vincenzo Vitale, si è successivamente perfezionato con Gerhard Oppitz all'Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera. Dopo il debutto in recital nell'83 all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, viene scritturato dai maggiori teatri italiani. Tra i riconoscimenti, di particolare rilievo quelli ottenuti in Sud-America (dove si reca ogni anno): l'Associazione della critica argentina lo premia nel 2005 come miglior interprete dell'anno e, nel 2011, con il Quartetto d'archi della Scala, come miglior ensemble.

Per prenotazioni spettacoli www.tictewebonline.com oppure Sinfony & Sinfony 0981.48.90.08 – Deny music 0981.27.084

 

Ufficio Stampa

Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Mercoledì, 07 Marzo 2018 19:53

Vincenzo Tamburi. È nata la terza Repubblica

COMUNICATO STAMPA

Queste elezioni politiche potrebbero rappresentare l'inizio di un nuovo percorso storico: forse una terza Repubblica.

Vincenzo Tamburi, consigliere provinciale e Sindaco di San Basile, commenta a caldo il dato elettorale che segna la sconfitta pesante per il centro sinistra ed il Partito Democratico in particolare. 

«Gli Amministratori locali, trincea e prima linea dei malesseri e delle paure, da tempo percepivano questo stato di inquietudine. Oggi al centrosinistra non resta che rinascere, rinnovare e innovare utilizzando metodi e linguaggi nuovi; partendo proprio da quei territori dove tanti colleghi amministratori (Sindaci, assessori, consiglieri) svolgono con sacrificio il loro ruolo al fianco della gente, nella vita reale». 
 
E' tempo di «raggruppare tutte le buone forze presenti sui territori per far rinascere un nuovo centrosinistra». L'analisi si sintetizza con una frase di Einstein il quale diceva che è «follia pensare di fare sempre la stessa cosa pensando in un risultato diverso». 
 
In attesa di questo percorso di rinnovamento della classe dirigente del centro sinistra calabrese Tamburi esprime il proprio auguro di buon lavoro ai nuovi onorevoli calabresi. Per loro si apre il tempo di «una bella sfida» al servizio del Paese.
Mercoledì, 07 Marzo 2018 19:47

Saracena Wine Festival. Dal 23 al 25 marzo

COMUNICATO STAMPA

Il programma della nona edizione del wine festival vedrà protagonisti tanti ospiti Luciano Pignataro, Daniele Cernilli, Piero Sardo, Salvatore Ciociola. Insieme a loro, nel borgo famoso per il Moscato, tanti appuntamenti, degustazioni e confronti.

Si svolgerà in una cornice unica la nona edizione del Saracena Wine Festival. A fare da casa all’evento in programma dal 23 al 25 marzo, sarà il Palazzo Mastromarchi nel cuore del centro storico e sede della Pinacoteca “Andrea Alfano”, che vanta una tra la più importanti collezioni del ‘900 meridionale. Al suo interno si trovano esposte 236 opere di pittura, grafica e scultura tra le quali figurano opere di artisti del calibro di Renato Guttuso e di Giulio Turcato, sculture di Emilio Greco e dipinti di Renzo Vespignani.

Sarà tra questi capolavori dell’arte contemporanea che si vivranno gli eventi principali del Saracena Wine Festival organizzato dall’Amministrazione Comunale di Saracena e finanziato dalla Regione Calabria con il fondo dedicato agli eventi culturali. In questa cornice eccellente arriveranno i nomi importanti del giornalismo di settore.

L’evento si aprirà venerdì con LA PIU GRANDE DEGUSTAZIONE DI MOSCATO DI SARACENA mai svolta fino ad ora, con i prodotti di 9 aziende che si cimentano con la produzione del Presidio Slow Food e la cena con i giovani chef della rinnovata cucina calabrese.
Sabato sarà la volta di Daniele Cernilli, giornalista enogastronomico italiano fondatore della rivista Gambero Rosso e direttore di DoctorWine, protagonista di una grande degustazione sui rossi calabresi.

Luciano Pignataro, giornalista de “Il Mattino” e editor di LucianoPignataro.it profondo conoscitore dell’enologia italiana e del sud in particolare, sarà chiamato a coordinare, sempre sabato pomeriggio, un importante momento di confronto su analisi e prospettive del vino calabrese stimolando la discussione tra i presidenti dei consorzi regionali del vino e le istituzioni. Domenica 25 marzo invece Piero Sardo, presidente della Fondazione Internazionale per la Biodiversità di Slow Food, presenterà il suo libro dedicato ai formaggi naturali, ed aprirà la strada ad un grande momento di degustazione dedicato ai presidi italiani del passito che nel pomeriggio coinvolgerà Salvatore Ciociola, dell’ufficio nazionale dei presidi Slow Food. Ogni giorno sarà possibile partecipare ai banchi di assaggio di tutti i produttori presenti all’evento e vivere il dedalo di vie del borgo antico animato per l’occasione con botteghe del gusto, osterie tipiche e musica del vivo.

L’evento si candida ad essere un’arena di confronto tra gli operatori di tutto il comparto regionale e gli esperti di settore grazie anche alle importanti partnership del comparto agroalimentare che hanno già aderito alla manifestazione: l’Enoteca Regionale della Calabria, i Consorzi di Tutela dei vini Terre di Cosenza e Cirò e Melissa, la rete Vigne del Greco di Bianco, l’Associazione Produttori Moscato di Saracena, la delegazione calabrese della FIVI – Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, Slow Food Pollino Sibaritide Arberia, il Centro per la Valorizzazione dell’Agroalimentare Meridionale, Aprozoo e i Produttori del Presidio della Podolica, il Movimento turismo vino Calabria e la straordinaria partecipazione della Fondazione Internazionale Slow Food per la Biodiversità. Realizzato grazie alla partnership tecnica di Vinocalabrese.it, Il Gusto della Passione. 

COMUNICATO STAMPA

Compie vent'anni di attività bandistica e sinfonica l'Orchestra di Fiati di Morano Calabro, diretta dal Maestro Massimo Celiberto. Una storia lunga ed appassionata di formazione musicale che ha visto crescere, in questi anni, diversi musicisti che da giovani studenti tra le fila dell'associazione moranese sono poi diventati importanti promesse della musica sinfonica a livello nazionale.

 In questi giorni la compagine musicale, presieduta da Leonardo Di Luca, si prepara alacremente alla messa in scena del Rigoletto, opera in tre atti di Giuseppe Verdi - tratta dal dramma di Victor Hugo "Le roi s'amuse" (Il re si diverte) - che insieme con Il Trovatore e La Traviata compone la cosiddetta "trilogia popolare". Non solo uno spettacolo da portare su un palcoscenico per gli oltre quaranta elementi - per la maggior parte giovani - che compongono l'ensamble musicale, ma «una vera e propria scuola di formazione culturale - confessa il maestro Massimo Celiberto - per conoscere il contesto storico dell'opera, le sue sfaccettatture compositive, il periodo storico nel quale nasce, i messaggi sociali che nasconde ogni opera di un grande compositore». 

Da anni, infatti, il sodalizio nato nel 1998 da un gruppo di giovani orgogliosi della tradizione musicale moranese non solo mette in scena opere sinfoniche, concerti, performance anche in giro per l'Italia e all'estero, ma è diventata una vera e propria fucina artistica e formativa che sa coniugare l'apprendimento di uno strumento (attraverso corsi pomeridiani aperti a giovanissimi) con l'aspetto culturale organizzando sovente trasferte nei più prestigiosi teatri italiani per far ascoltare dal vivo opere che poi verranno messe in scena dall'orchestra moranese. 

E' indiscusso l'alto valore culturale dell'associazione il cui primo presidente fu Leonardo Bruno, al quale seguì Tonino Fuscaldo rimasto in carica fino allo scorso anno. Oggi Leonardo Di Luca guida questa realtà sociale, aggregativa e musicale che dal 2008 vede nelle vesti di direttore artistico il maestro Massimo Celiberto.

 Il 17 marzo (alle ore 20.30) e 18 marzo (ore 19.30) presso l'Auditorium "Massimo Troisi" di Morano Calabro le giovani promesse musicali della città si preparano a debuttare con l'opera Rigoletto di Verdi, per far rivivere la trama di un'opera che offre una combinazione di ricchezza melodica e potenza drammatica che fonde insieme passione, tradimento, amore e vendetta. L'attività culturale, finanziata con l'Azione 3 tipologia A degli interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione ed il rafforzamento dell'attuale offerta culturale presente in Calabria, vedrà coinvolto anche il coro lirico "Francesco Cilea" di Reggio Calabria. 

Per le prenotazioni "Au rendez-vous" in Via Maddalena di Di Leo Immacolata o contattare i numeri 329.2160645/345.3160095/324.8245107.

UFFICIO STAMPA

AVI COMMUNICATION di Vincenzo Alvaro

Mercoledì, 28 Febbraio 2018 21:07

Forza Italia. Appello prima del voto

COMUNICATO STAMPA

 Ormai siamo giunti alla fine della campagna elettorale, i candidati hanno avuto modo di farsi conoscere e, soprattutto, far conoscere i loro programmi per le aree di riferimento del loro collegio di Camera e Senato della Repubblica. Con loro ed insieme alla nostra buona volontà, siamo sicuri che la nostra città avrà l’occasione per una vigorosa rinascita. 

Andrea Gentile e Fulvia Caligiuri, volti nuovi, legati da una forte tradizione con il territorio, spinti dalle esperienze di famiglia, sapranno rappresentare tutta l’area del Pollino, e Castrovillari avrà una voce nel Parlamento Italiano.

L’appello che facciamo a questa nobile Città, a tutti i cittadini Castrovillaresi che si recheranno alle urne domenica 4 marzo, di esprimere un voto utile, e di votare i candidati di Forza Italia. Solo così, potremmo darci la possibilità di far ripartire l’Italia, dopo che i tre Governi fallimentari del centro sinistra l’hanno ridotta in questo stato. Il voto di domenica a Forza Italia dovrà significare anche un forte NO alla politica di centro sinistra della Regione Calabria degli ultimi anni, nonché un forte NO alla gestione stagnante ed agonizzante del governo cittadino. Gli indici economici sono tutti in forte calo. Aumento della disoccupazione giovanile, aumento degli immigrati, una sanità che non garantisce più i diritti essenziali ai Calabresi. Solo chiusure di presidi ospedalieri e ridimensionamento di reparti. E’ ora di dire Basta!!

Dare più forza al nostro partito significa ritornare ad avere punti di riferimenti certi, per poter ripartire. Ridare speranza per affrontare con maggiore vigore le battaglie che ci attendono. In ambito nazionale con la vittoria di Berlusconi si potrà puntare sull’abolizione dell’Irap; l’abolizione della tassa sulla prima casa (l’IMU) come fece già nel 2008 eliminando l’ICI; l’abolizione della tassa sulla prima auto di proprietà. Saranno innalzate le pensioni minime fino a 1000 euro, cosi come è avvenuto nel Governo Berlusconi, allorquando vennero portate ad un milione di lire. La decontribuzione per i nuovi assunti, per sei anni, per alleviare la disoccupazione giovanile; l’espulsione dei migranti clandestini. L’abbassamento dell’aliquota fiscale al 23%, la c.d. FLAT TAX, che elimina l’oppressione fiscale, allarga la base imponibile e da respiro alla piccola e media impresa, riduce le tasse per famiglie e combatte l’evasione e l’elusione fiscale.

Per un’Italia più forte, per una Castrovillari che vuole ripartire torniamo a dare fiducia a Forza Italia, garantendo un ampio consenso ai suoi candidati.  

I candidati Andrea Gentile e Fulvia Caligiuri, a conclusione della campagna elettorale,  insieme al coordinatore di Forza Italia Roberto Senise ed a tutti i membri, unitamente ai tanti amici che sono stati vicini in questa campagna elettorale, ringrazieranno tutti per l’impegno profuso in loro sostegno e per testimoniare la loro vicinanza alla città.        

                                                             

                                                                              FORZA ITALIA CASTROVILLARI

                                                                                           Roberto Senise

COMUNICATO STAMPA

La dottoressa Emma Campanella, responsabile dell’Ufficio Personale del Comune di Castrovillari, è andata in pensione.

Una grande “perdita” per la struttura municipale in termini di capacità , professionalità e, perché no, semplice nonché piacevole ed arguta umanità.

Così è percepita nel Cuore e nella Mente di tanti che l’hanno conosciuta e ne apprezzano modi e carattere, anche determinati,  sempre rappresentati con essenzialità, grande discrezione, tatto, disponibilità e cortesia. 

Persona schietta di temperamento diretto nelle interlocuzioni, ha svolto con diligenza, impegno e senso del dovere - impresso sino all’ultimo momento in più contrattazioni- il proprio delicato ruolo, divenendo un valido punto di riferimento nell’ente per i suoi colleghi e non solo.

Connotazioni e doti richiamate anche dalla dirigente del Dipartimento Amministrativo e Finanziario, Beatrice Napolitano, durante la semplice cerimonia tenuta in Comune dove la Campanella ha salutato, ringraziando, ed è stata salutata e festeggiata con grande affetto e contributi da dipendenti, rappresentategli personalmente pure dal Segretario Generale, Angelo Pellegrino, e da quanti sono intervenuti per l’occasione.

L’andata in quiescenza ed il suo impegno per gli altri- caratterizzato quest’ultimo da ascolto e importanti consigli e suggerimenti- sono stati tratteggiati dalle parole del primo cittadino, Domenico Lo Polito che a nome suo,  dell’Amministrazione partecipante con il presidente del Consiglio in rappresentanza della massima assise cittadina, e di tutti i dipendenti presenti, ha voluto ringraziare sentitamente la Campanella per “ la sua tensione, il delicato e certosino lavoro svolto in questi anni nell’istituzione, sempre improntato da correttezza, buon senso, ma anche da lungimiranza e sguardo attento sulla realtà e le situazioni che s’imponevano, portando a termine importanti e delicati obiettivi.”

“Aspetti- ha precisato il Sindaco-, che l’hanno contraddistinta anche nei confronti dei cittadini. Un pilastro, un valore e una presenza apprezzata e preparata che mancheranno fortemente a tutti indistintamente.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

Attenzione costante da parte dell'Amministrazione Comunale di Oriolo sul nuovo movimento franoso che alcuni giorni fa ha interessato una zona centrale del paese e precisamente proprio a ridosso di Piazza del Borgo. Nella giornata di ieri (martedì) sono arrivati ad Oriolo l'assessore regionale ai Lavori Pubblici, Roberto Musmanno e il consigliere regionale nonché presidente della Commissione Ambiente, Domenico Bevacqua. Ad accoglierli per un sopralluogo nella zona interessata dalla frana (nella foto)c'erano il sindaco e il vicesindaco di Oriolo, Giorgio Bonamassa e Vincenzo Diego; l'assessore Nicola Pugliese e il presidente del Consiglio Comunale, Alfredino Acciardi. Dal sopralluogo è emersa una situazione alquanto delicata che prevede interventi urgenti. La zona interessata, che tende a sprofondare, riguarda la pavimentazione ed alcune abitazioni ed edifici che sorgono in prossimità del semaforo, sulla salita in selciato che dalla piazza principale del paese porta al castello (nella foto in basso).

Intanto domani (giovedì) per dare un seguito tangibile ai sopralluoghi di questi giorni, conditi anche da diversi carotaggi da parte dei tecnici, è previsto un tavolo tecnico, per le 10.30, a Palazzo di Città, coordinato dal sindaco Giorgio Bonamassa. Oltre ai tecnici comunali e del territorio interessati alla risoluzione del problema, è atteso anche, per la Protezione Civile Regione Calabria, il geologo Paolo Cappadonna, responsabile del Coordinamento delle emergenze, dei sistemi informativi territoriali e CED (Centro Elaborazioni Dati). L'obiettivo è quello di convergere su una progettazione condivisa da riprodurre su un apposito documento e che possa portare nel più breve tempo possibile all'attuazione pratica degli intereventi di ripristino della zona interessata dalla frana.

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)

COMUNICATO STAMPA

Il Consiglio comunale di Castrovillari, riunito in seconda convocazione, martedì 27 febbraio, nella sala consiliare del palazzo di città, ha affrontato celermente, com’era in parte prevedibile,  i pochi  punti all’ordine del giorno, ratificandoli  all’unanimità (maggioranza, Liste Civiche e l’indipendente di centrodestra Sara Astorino), anche dopo i passaggi nelle apposite Commissioni consiliari.

Erano assenti per impegni di lavoro i consiglieri Dario D’Atri, Onofrio Massarotti, Peppino Pignataro e Serena Carrozzino, e per motivi di famiglia Maria Antonietta Guaragna.

In apertura di seduta il presidente Piero Vico ha letto una missiva di commiato  del Comandante della Polizia Stradale di Frascineto, l’ispettore Giuseppe Lufrano in quiescenza, che in una comunicazione all’Ente, e non solo, ringrazia per collaborazione e sinergia, precisando  l’impegno della Polstrada nel territorio e richiamando il proprio operato negli otto anni di guida della Stradale a tutela della sicurezza delle persone, e promossa anche con più soggetti.

Dopo il Sindaco, Domenico Lo Polito, ha ricordato, facendolo seguire da un minuto di silenzio,  il consigliere e amministratore comunale, recentemente scomparso, Nunzio Masotina, pugliese d’origine, castrovillarese d’adozione e, soprattutto, innamorato del capoluogo del Pollino tanto da essere continuamente attento -  ha sottolineato il primo cittadino-  allo sviluppo e vocazioni della città. L’Expo per la promozione dell’artigianato ed ancora le interlocuzioni con  le imprese al fine di ottenere opportunità di occupazione e crescita integrata sono alcuni delle cose che esemplificano- ha aggiunto- questa tensione. Degna di segnalazione pure- ha ribadito- la sua azione contro i lotti interclusi e per una dedizione a tutto ciò che la politica può realizzare per il reale sviluppo delle Zone. Una persona che, pur operando da posizioni politiche diverse dalle mie- ha ripreso Lo Polito-, è da guardare come riferimento proprio per come si poneva ed interfacciava continuamente con la realtà nell’interesse del bene comune e perché appassionato al destino di Castrovillari come delle cose che la coinvolgevano. Sicuramente- ha aggiunto concludendo- faremo qualcosa che lo rammenti meglio.

Successivamente il consigliere Francesco Battaglia ha ufficializzato  il suo passaggio da Fratelli d’Italia/AN alla Lega di Salvini, ridefinendo contestualmente il gruppo in Consiglio. Nella sua dichiarazione ha pure chiesto, per quanto possibile, una maggiore puntualità sugli orari che indicano l’avvio dei lavori del Consiglio.

Poi, invece, il consigliere Giuseppe Santagada, a nome dei colleghi delle Civiche, di Ferdinando Laghi e Maria Antonietta Guaragna, ha presentato una mozione , passata all’unanimità anche con il voto favorevole della maggioranza,  dell’indipendente Astorino e della Lega di Salvini rappresentata dal consigliere Battaglia, con la quale  il Consiglio ha dato mandato all’Amministrazione comunale di chiedere al Settore Viabilità della Provincia di Cosenza, che ha provvidenze specifiche,  interventi strutturali migliorativi della sede stradale provinciale 241 che porta e attraversa  la contrada di Cammarata, da tempo in cattive condizioni, sede di crescente traffico, anche pesante, e già teatro di incidenti  tra cui recentemente anche uno mortale.

L’ordine del giorno del Consiglio è stato conseguentemente definito a partire dalla  modifica statuaria per l'ampliamento dell'oggetto sociale della partecipata Pollino Gestione Impianti s.r.l.,  illustrata dall’Assessore Maria Silella e affrontata in Consiglio a seguito di richiesta formale- come è stato ricordato tra l’altro dall’Assessore - inviata dal presidente della Società, Esposito, discussa in Commissione bilancio.La proposta accolta favorevolmente all’unanimità già da tutti i “consiglieri commissari” per ampliare i servizi della società partecipata, renderla più competitiva sul mercato, dandole la possibilità di iscriversi nell'elenco comunale delle società di beni e servizi, si muove in quella volontà comune del Consiglio affinché la Pollino Gestione Impianti possa, a partire dalle proprie competenze, essere meglio strutturata per dare più servizi nell’esistente. Fattori  richiamati con diverse chiavi di letture nei contributi al punto dai consiglieri  Peppe Santagata, Gerry Rubini, Nino La Falce e dal Sindaco Lo Polito. Tutti questi, oltre a dettagliare la capacità dell’intrapresa, a cui-come è stato riconosciuto pure dalle Civiche- il presidente Esposito ha impresso un particolare passo e spinta, hanno sottolineato l’importanza di tale patrimonio e valore aggiunto, per la città e il Comune, che con l’altra,  la Gas Pollino , sono da tutelate e sostenere. Nella discussione non sono mancati, per la Pollino Gestione Impianti, i riferimenti alle difficoltà vissute di cui già un precedente Consiglio si era occupato, affermando impegni e propensioni.

La discussione , più avanti,  ha interessato le modifiche riguardanti il regolamento per la concessione di aree per la costruzione di edicole private nel cimitero di Castrovillari , come introdotte dall’Assessore Aldo Visciglia, indicando alcune procedure, richiamate anche dal consigliere Santagata, per meglio chiarire e offrire adempimenti utili a cui sono tenuti i concessionari dei lotti.

I lavori sono stati conclusi da alcune integrazioni e modifiche al regolamento del Consiglio dei ragazzi deliberato nel 2016, spiegate dal consigliere Carmine Lo Prete oltre a ribadire la valenza dell’iniziativa. Queste concernono le votazioni, la doppia preferenza per la parità di genere e la posticipazione al 31 ottobre 2018 della durata dello stesso mini consesso. A tal proposito per le Civiche è intervenuto il consigliere Santagada che oltre ad affermare la bontà dell’esperienza ha sollecitato alla maggioranza, nel suo contributo,  più attenzione quando si varano regolamenti come quello per il Consiglio dei Bambini al fine di non ritornare in Consiglio per correzioni e per  rendere al meglio il percorso dell’azione che si vuole offrire. Le difficoltà che in parte ha registrato l’inizio dell’esperienza- ha sottolineato- li avevamo paventati. L’importanza, però, è dargli forza.

 

COMUNICATO STAMPA

La campagna elettorale per le politiche 2018 volge agli ultimi giorni , dopo gli impegni sul territorio degli attivisti, la cena "il parlamentare che ti serve" con Nicola Morra e Massimo Misiti presso un noto ristorante moranese, l'agorá pubblica tenuta con il Nicola Morra e gli attivisti Castrovillaresi e la presentazione, avvenuta nella biglietteria del Teatro Vittoria, dei candidati locali per il movimento cinquestelle Alessandro Melicchio, Francesco Forciniti, Massimo Misiti, Elisa Scutellà lo scorso 22 febbraio, adesso la campagna elettorale volge alla fine.
Gli attivisti del meetup Castrovillari a cinquestelle vi aspettano con gli ultimi due incontri pubblici di queste campagne in programma per giovedì 1 marzo alle ore 18:00 in via Roma con un gazebo informativo sul programma e sulle modalità di voto, seguirà Venerdì 2 la chiusura della campagna elettorale alle 18:00 Invia Roma per trasmettere poi dalle ore 20:00 presso la biglietteria del teatro Vittoria la proiezione in diretta della campagna elettorale a Roma.
 
Meetup Castrovillari a 5 stelle
 
Pagina 8 di 223
Wednesday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.