Angela Micieli

Angela Micieli

COMUNICATO STAMPA

Il sindaco di Castrovillari ha chiesto al Direttore dell'ASP di  Cosenza, unilateralmente, un incontro per discutere della preoccupante  situazione dell'ospedale cittadino, invitando il "Comitato  Territoriale delle Associazioni a difesa della salute e dell'ospedale  di Castrovillari" a partecipare alla riunione accordata per il 19 del  corr. mese.  Inviamo lettera che il Comitato Territoriale ha inviato in data  odierna al sindaco di Castrovillari

Oggetto: Situazioni di grave criticità dell’Ospedale di Castrovillari.

"A riscontro delle Sue dell’8 e del 12 marzo uuss, relative alla problematica in oggetto, riteniamo che l’incontro con il Direttore Generale dell’ASP, dottor Raffaele Mauro, debba necessariamente essere preceduto da un incontro preliminare della Commissione Speciale sulla Sanità di cui lo scrivente Comitato Territoriale delle Associazioni per la Tutela della Salute e dell’Ospedale di Castrovillari fa parte.

Ciò, per la necessità di discutere e dettagliare le singole criticità presenti nell’Ospedale di Castrovillari ed orientare così –diversamente da quanto avvenuto in passato- l’incontro con il Direttore Generale dell’ASP, chiedendo risposte dettagliate e specifiche cadenze temporali sui singoli problemi (sui quali crediamo altresì utile presentare un documento dettagliato).

A tal proposito riteniamo anche utile che al richiesto incontro preliminare sia invitato a partecipare anche il Responsabile della Direzione Medica del P.O. di Castrovillari che potrà relazionale compiutamente sulla situazione in atto.

In ragione dei tempi ristretti, diamo la più ampia disponibilità a incontrarci il giorno e l’ora che Ella riterrà opportuni, ma comunque sempre prima del 19 marzo.

Potrà comunque valutare se, alla luce della presente nota, sia necessario chiedere al Direttore Mauro un leggero posticipo dell’incontro che, a nostro avviso, risulterebbe, in tal modo ben più utile e fruttuoso.

In difetto dell’accoglimento delle nostre richieste, non parteciperemmo all’incontro del 19 pv, le cui modalità ricalcano, allo stato, quelle di precedenti e infruttuose riunioni.  

Distinti saluti".

Per il Comitato Territoriale delle Associazioni

per la Tutela della Salute e dell’Ospedale di Castrovillari

COMUNICATO STAMPA

E’ tutto pronto per il debutto de Il Rigoletto, opera in tre atti di Giuseppe Verdi - tratta dal dramma di Victor Hugo "Le roi s'amuse" (Il re si diverte) - che insieme con Il Trovatore e La Traviata compone la cosiddetta "trilogia popolare". Dopo mesi di prove, approfondimenti culturali, la matineè aperta alla scuole ora è il momento del debutto per i giovani musicisti dell’Orchestra di Fiati di Morano Calabro, diretti dal maestro Massimo Celiberto.

Il doppio appuntamento presso l'Auditorium "Massimo Troisi" di Morano Calabro è per sabato 17 (alle ore 20.30) e domenica 18 marzo (ore 19.30) per rivivere la trama di un'opera che offre una combinazione di ricchezza melodica e potenza drammatica, ma pone lucidamente in evidenza le tensioni sociali e la subalterna condizione femminile in una realtà nella quale il pubblico ottocentesco poteva facilmente rispecchiarsi.

Centrato sulla drammatica e originale figura di un buffone di corte, Rigoletto fu inizialmente oggetto della censura. Per l'Orchestra di Fiati di Morano Calabro, esempio di laboratorio artistico e crescita culturale per tanti musicisti del territorio, è la nuova sfida musicale alla quale più di quaranta giovani artisti si sono preparati da tempo per arrivare pronti al debutto.

L'attività culturale, finanziata con l'Azione 3 tipologia A degli interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione ed il rafforzamento dell'attuale offerta culturale presente in Calabria, vedrà coinvolto anche il coro lirico "Francesco Cilea" di Reggio Calabria, diretto da Bruno Tirotta, il maestro accompagnatore, Andrea Bauleo, ed il direttore dell'orchestra moranese, presieduta da Leonardo Di Luca, Massimo Celiberto.

Scene e regia dell'opera saranno allestite da Andrea Magnelli, i costumi dalla Sartoria Pipi di Palermo, luci e titoli a cura di Eva Iannuzzi, la fonica affidata a Nellino Cosenza. In scena nella parte di Rigoletto Luca Bruno, Gilda sua figlia sarà interpretata da Rosaria Buscemi, mentre i panni del Duca di Mantova saranno vestiti da Alessandro D'Acrissa. Il resto del cast vedrà protagonisti Michele Bruno (Sparafucile), Gabriella Grassi (Maddalena), Santina Tirotta (Giovanna, Contessa di Ceprano), Marcello Siclari (il Conte di Ceprano), Andrea Tanzillo (Borsa), Angelo parisi (Marullo), Demetrio Marino (Monterone), Margiorgia Caccamo (Paggio).

Per le prenotazioni "Au rendez-vous" in Via Maddalena di Di Leo Immacolata o contattare i numeri 329.2160645/345.3160095/324.8245107. 

UFFICIO STAMPA

AVI COMMUNICATION di Vincenzo Alvaro

COMUNICATO STAMPA

Il Sindaco e l’Assessore all’ambiente del Comune di Castrovillari, rispettivamente Domenico Lo Polito e Pasquale Pace hanno preso parte, l’altra mattina, nella Scuola Media “ Enrico De Nicola”, all’iniziativa conclusiva del progetto “Service e Territorio” promosso dal Lions Club Castrovillari in collaborazione con il Raggruppamento Carabinieri Biodiversità di Cosenza e l’Amministrazione Comunale di Castrovillari, impegnati, in sinergia, in questa sensibilizzazione a più voci a difesa e promozione dell’umana dimora.

Una preoccupazione- hanno sottolineato gli amministratori a margine dell’incontro , elogiando, tra l’altro, l’azione dei soggetti organizzanti e promuoventifondamentale quanto importante in un mondo bisognoso di attenzioni, prevenzioni e cura per essere tramandato e che vede anche l’Amministrazione comunale di Castrovillari sensibile quanto impegnata con le proprie azioni e tensioni, insieme ad altri autorevoli soggetti, in un’opera encomiabile, sempre più sentita ed avvertita trasversalmente nell’intero corpo sociale, per educare  all’amore ed al rispetto della Terra e delle sue creature.

 Il “service” dei Lions – è stato spiegato- ha visto impegnati il personale dei Carabinieri Forestali  in una assidua campagna di sensibilizzazione sui problemi legati all’ambiente attraverso una serie di incontri con le prime classi della Scuola Secondaria di 1° Grado di Castrovillari - guidata dal  dirigente  scolastico  Gianmarco  D’Ambrosio che è intervenuto alla manifestazione dando il proprio contributo- , durante i quali si sono affrontati i temi di legalità, biodiversità ed educazione ambientale . Il progetto, legato ad un concorso artistico, ha visto vincitrice la Classe I° L. I lavori sono stati giudicati da una commissione che li ha valutati secondo criteri specifici. Oltre alla classe vincitrice è stata conferita anche una “Menzione speciale” alla classe I° C. Fattori che hanno sottolineato , con forza,  la capacità della scuola tutta, tra discenti, docenti, personale  e dirigente, di saper interloquire con questi temi civici, sensibili ed educativi, fondamentali per ogni città e Territorio che si rispetti e che sono interessati ad accompagnare, con attenzione, la crescita del proprio patrimonio, bene comune vitale ed indispensabile da proteggere.

A premiare i vincitori, a cui è stato consegnato anche un portachiavi ricordo,  realizzato dalle maestranze dei Carabinieri Forestali, il Ten. Col. Gaetano Gorpia, Comandante del Raggruppamento Biodiversità di Cosenza e il Presidente del Lions Michele Martinisi. Presenti, tra gli altri, il comandante della stazione Carabinieri M.llo Sup Martines ed il  Comandante Stazione Carabinieri Forestali M.llo Melfi .

I due elaborati premiati verranno realizzati in legno ed adeguatamente posizionati presso la villetta comunale situata in via XX settembre, precedentemente intitolata a Melvin Jones fondatore dei Lions Clubs, in una apposita cerimonia che si terrà il prossimo 21 Marzo per salutare l’arrivo della primavera.

La valenza di  tali percorsi virtuosi che accomunano sotto gli stessi intendi formativi ed educativi le Amministrazioni Comunali, le Associazioni e le Forze dell’Ordine- è stato sottolineato -, fanno sperare in un futuro migliore, in cui le nuove generazioni dovranno essere, ancor più,  i veri custodi dell’ambiente che ci accoglie. Da qui l’importanza di un nuovo e più adeguato rapporto uomo-ambiente, nel quale la persona si concepisca come custode – amministratore dell’ambiente e delle relative risorse e come  centro di elaborazione per una più corretta gestione dell’ambiente  per un globale miglioramento della qualità della vita.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

Il Sindaco di Castrovillari ha inviato una nota ai componenti la Commissione speciale Sanità (comprendente Associazioni e rappresentanti politici) e ai Sindaci del territorio, denunciando la gravissima situazione dell’Ospedale di Castrovillari e minacciando manifestazioni popolari e esposti alla Procura, qualora il Direttore Generale non dia soddisfacenti risposte nell’incontro fissato per lunedì 19.

Meglio tardi che mai, verrebbe da dire. Il Sindaco che ha sempre giustificato e sostenuto, nei fatti, le scelte dell’ASP, bollando come allarmisti e incompetenti i Consiglieri Comunali delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” e boicottando tante iniziative promosse dal Comitato dalle Associazioni a tutela dell’Ospedale e della sanità del territorio, finalmente si sveglia e si ricrede sui metodi e nel merito.

Soltanto che quanto da lui proposto è inconsistente e insoddisfacente. Nel merito e nel metodo.

Non possiamo continuare ad andare a Cosenza col cappello in mano, riportandolo indietro pieno solo di chiacchiere e promesse. Mai mantenute.

Castrovillari e i Castrovillaresi devono essere pienamente informati e poter dire la loro agli Amministratori tutti. E TUTTI gli Amministratori, insieme, devono decidere una linea comune. La tutela della salute non può essere un obiettivo di parte. Basta con le riunioni ristrette e inconcludenti, alla “volemose bene”.

Per una volta, il Direttore Generale, Mauro, venga lui a Castrovillari, a rendere conto e a dare risposte. Come ha già fatto in tanti altri Comuni, da Lungro ad Acri, sullo Jonio e sul Tirreno. O a Castrovillari non riconosce dignità sufficiente per un intervento  pubblico?

Per questi e tanti altri motivi, i rappresentanti delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” hanno già chiesto un Consiglio comunale urgente, aperto e con la partecipazione del Direttore Mauro, sulla intollerabile situazione dell’Ospedale.

Noi sappiamo bene come si fanno le mobilitazioni. L’informazione e il coinvolgimento popolare ne sono parte imprescindibile, oltre che insostituibile debito di democrazia.

Senza lottare non otterremo nulla e senza l’appoggio della popolazione non rappresentiamo niente.

 

                                                                       I Consiglieri Comunali delle Liste Civiche

                                                                       di “Solidarietà e Partecipazione”

COMUNICATO STAMPA

La reazione degli esponenti delle Liste Civiche cittadine, dopo l’iniziativa del Sindaco di Castrovillari, è tipico “dei bambini a cui hanno rotto il giocattolino”.

Questo primo cittadino ha nei giorni scorsi, per scritto,  posto al centro dell’Agenda politica della comunità e del territorio il problema dell’Ospedale di Castrovillari e di tutte le criticità riscontrate a seguito dei vari incontri effettuati anche presso lo stesso Nosocomio.

Lo ha fatto in qualità di presidente del Comitato Territoriale per la Difesa dell’Ospedale, costituito con delibera di Consiglio comunale  n.40 del 3 novembre 2015.

L’attenzione sul problema, poi, è fondamentale precisare,  non è stata avanzata ad un gruppo ristretto di amici ma, direttamente,  al Direttore dell’ASP di Cosenza, al Direttore dell’Ospedale di Castrovillari, alle Associazioni che fanno parte del Comitato ed ai Sindaci del Territorio.

Lo sanno molto bene Due dei tre rappresentanti delle Liste Civiche che, in quanto componenti del Comitato Territoriale, hanno ricevuto una comunicazione scritta da parte di questo Sindaco ben 5 giorni prima della loro estemporanea richiesta, al presidente del Consiglio comunale, che duplicava l’analoga già avanzata, sempre dal primo cittadino di Castrovillari, a seguito  dell’iniziativa intrapresa.

A Chi giova, allora, alla vigilia di una battaglia politica importante, indebolire, attaccandolo, la posizione di questo Sindaco quando , per la imprescindibile difesa della Salute, è necessaria, invece, una unità sostanziale senza alcuna colorazione politica?

Infine sono fondamentali due precisazioni. La prima è che l’Amministrazione comunale ha partecipato, compatta, ad ogni iniziativa a difesa dell’Ospedale, anche organizzata da altre forze politiche. E tanto dovrebbe  ricordarlo un esponente delle Civiche che, in un’occasione, alla presenza del Vescovo della Diocesi di Cassano all’Jonio, ha allontanato un amministratore  della Giunta municipale perché non poteva stare in prima fila.

Secondo: è strano che i rappresentanti delle Civiche  rammentino la presenza del Direttore dell’ASP in altre realtà territoriali e dimentichino quella dello stesso nella nostra città allorché, chiamato a verificare sul posto le problematiche del Nosocomio del capoluogo del Pollino, venne “rapito”, per circa mezz’ora, al fine di discutere di problematiche individuali, mentre tutto il resto del Comitato attendeva, paziente, dinanzi il bar dell’Ospedale.

Da ultimo l’invito pressante a mettere da parte i personalismi, quelli che hanno ucciso ed ammazzano questo Territorio, e unire le Forze su obiettivi comuni , quali quelli per la difesa della salute.

Il Sindaco di Castrovillari

Domenico Lo Polito

COMUNICATO STAMPA
 
Si sono corsi a Gubbio i Campionati italiani di corsa campestre. Lungo il perimetro del teatro romano della città umbra un percorso di circa 2km ad anello ha accolto le migliori società italiane, giunte dopo la fase di qualificazione che le ha viste impegnate sui rispettivi contesti di gara regionali. La pioggia incessante ha reso il percorso pieno di fango, regalando spettacolo agli spettatori presenti. A rappresentare la Calabria, sia in campo femminile che maschile, c'erano gli atleti dell'Asd CorriCastrovillari del presidente Gianfranco Milanese. 
 
Al via per la categoria femminile c'erano 227 atlete che si sono contese il primato sugli 8 km previsti. La miglior prestazione di squadra per i colori sociali è arrivata da Valentina Maiolino (179° posto) seguita a sole due posizione da Letizia Spingola. Paula Dominguez Teresa al suo esordio in una manifestazione del genere ha chiuso al 212° posto. La somma del punteggio delle 3 atlete ha permesso alla società Castrovillerese di classificarsi al 45º posto di categoria.  Nella gara maschile, disputata sulla lunghezza dei 10 km, con 325 atleti al via, buona prova del già più volte Campione Italiano Marco Barbuscio che ha chiuso al 168º posto seguito al 236º dall’ex maglia azzurra su pista Antonio Amodeo. Al 269º posto il neo acquisto Salvatore Arena, al 274º posto Umberto Marino seguito da Michele Spingola al 282º posto. Questi risultati hanno permesso all’Asd CorriCastrovillari di classificarsi 53º posto tra le società italiane.

COMUNICATO STAMPA

L’intero coordinamento cittadino di Forza Italia di Castrovillari si schiera al fianco del proprio Coordinatore Roberto Senise.

Una presa di posizione molto netta quella del Coordinatore Senise, in linea con diversi esponenti del partito dislocati in tutte le province calabresi e sostenuta, tra gli altri, dalle dichiarazioni del neo Senatore della Repubblica Marco Siclari.

Dichiarazioni, quelle di Senise che sono servite ad ingrossare uno scossone nel partito ed hanno permesso di riaccendere il dibattito politico di Forza Italia in Calabria.

 Non si tratta di personalismi ma, diversamente invece, si tratta di provocare un dibattito in un partito che senza infingimenti anche in Calabria ha chiare e precise responsabilità. Lo testimonia la circostanza che numerosi esponenti politici di Lamezia Terme, di Catanzaro e soprattutto nel Reggino hanno assunto le medesime determinazioni di Senise. Il coordinamento cittadino di Castrovillari a riscontro delle parole di Rosario Esposito, fa chiarezza sulla posizione del partito, definendo inopportuna la reazione di quest’ultimo che bene avrebbe fatto ad interpretare l’analisi fatta con maggiore obiettività. I dati esposti ed analizzati dal Coordinatore del partito a Castrovillari, infatti, sono sotto gli occhi di tutto e quindi neanche Esposito nel suo intervento li ha potuti confutare. Sulla base dei risultati ottenuti era ed è necessario auspicare una riorganizzazione del partito, ed è questo quello che si legge a chiare note da gran parte del partito in tutta la Calabria. Oggi è il momento di intestarsi le ragioni di un cambiamento che deve partire da un dibattito franco e schietto, che non deve e non può avere padroni. Bisogna avere il coraggio di rendersi conto che la gente ha bisogno di discutere quotidianamente delle necessità dei propri territori, dei loro bisogni. E Forza Italia non può attendere oltre. L’anno prossimo ci attende la competizione amministrativa regionale, dobbiamo insieme evitare che si arrivi tardi e che i movimenti della protesta possano sostituirsi anche qui alle ragioni della proposta. Noi tutti, senza che si facciano interpretazioni arbitrarie e di speculazione, abbiamo il dovere di suggerire anche dal Pollino che è il tempo di una diversa e più incisiva organizzazione, perchè insieme si possano affrontare con maggiore vigore, le sfide che ci attendono. Nulla di personale, quindi, con i vertici di partito e nessun risentimento, solamente un monito ed uno stimolo per ripartire più forti, nella consapevolezza e nella speranza che adesso siamo ancora in tempo.     

Pertanto, il Coordinamento cittadino annuncia dunque pieno ed incondizionato sostegno a Roberto Senise a cui viene dato merito di aver preso in mano tre anni fa un partito inesistente e di averlo portato ad una percentuale del 22%, ben 9 punti in più della media nazionale. Segno che il lavoro portato avanti dal nostro coordinatore e dalla nostra squadra è stato apprezzato dall’elettorato castrovillarese.  

 

                                                                                                        Coordinamento Cittadino Castrovillari

                                                                                                                      

COMUNICATO STAMPA

Ultimo appuntamento della stagione 2017/2018 dedicata al contemporaneo del progetto More domenica 18 marzo alle ore 20.30 al Teatro Morelli: in scena la compagnia piemontese ACTI Teatri Indipendenti in Piccola Società Disoccupata, affresco sul mondo del lavoro nella società postindustriale. Il More, ideato e diretto da Scena Verticale in partenariato con il Comune di Cosenza, la Regione Calabria e il MiBACT, dopo aver aperto, per la prima volta quest’anno, una finestra anche sulla danza contemporanea con la brillante compagnia ferrarese CollettivO CineticO, chiude la stagione con la commedia diretta da Beppe Rosso, che lo vede anche interprete accanto a Ture Magro e Barbara Mazzi.

Tre attori di diversa generazione formano una “piccola società disoccupata” interpretando vari ruoli in un gioco cinico ed esilarante. Personaggi che si dibattono in una lotta senza esclusione di colpi per conservare o trovare lavoro, una lotta del tutti contro tutti, in cui non mancano slanci d’amore, ingenuità e momenti di grande illusione. Una commedia contemporanea dove ogni scena apparentemente reale, attraverso lo humour e il paradosso, viene portata ad estreme conseguenze tragicomiche. Il testo di Rémi De Vos tocca quasi tutti i ruoli che attualmente offre il mercato del lavoro: il precario, il disoccupato, il freelance, l’occupato a tempo indeterminato o l’occupato in via di licenziamento. Una Piccola Società Disoccupata che riflette sul passato e sul futuro, su cosa avviene in una società centrata sul lavoro quando il lavoro viene a mancare. Dove porterà questa nuova rivoluzione? Condurrà alla società della disoccupazione o a quella del tempo libero? Evidenti le diverse considerazioni e risposte che le generazioni ancora attive ne danno ed evidente è il conflitto strisciante che le contrappone. Immersi dentro un mondo in cui tutto è mercato, un vortice di mutazione sociale ed antropologica sempre più veloce dominato da formule matematiche, statistiche e ricerche di mercato.

Fondata nel 1997,la compagnia ACTI Teatri Indipendenti, diretta da Beppe Rosso, si occupa di divulgare la cultura teatrale attraverso la produzione e l’organizzazione di stagioni, rassegne e laboratori di formazione. La compagnia porta avanti la sua ricerca teatrale nell’ambito della drammaturgia contemporanea attraverso la scrittura scenica, la ricerca formale dello spazio, il rapporto movimento/voce/musica e la sperimentazione di nuovi linguaggi evocativi. Dal 2006 al 2012 l’associazione è stata titolare della Residenza Multidisciplinare – I Linguaggi della Contemporaneità presso il Comune di Rivoli (TO). La compagnia ha diretto la stagione teatrale “Rivoli Teatro”, il festival estivo “Con-temporanea” e la rassegna di teatro ragazzi “TeatrArte Ragazzi”. ACTI è sostenuta dal MiBACT, dalla Regione Piemonte e, per alcuni progetti specifici, dalla Fondazione Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione CRT. 

COMUNICATO STAMPA

La sfida di gambe e sudore, sulle ripide pendenze dell'Imperticata, ci sarà sempre. Ma la Marathon degli Aragonesi, organizzata dall'Asd Ciclistica Castrovillari, porta con se tante novità nell'edizione 2018 prevista per il 3 giugno. Innanzitutto la nuova location della cittadella di arrivo e partenza. I tantissimi atleti che saranno protagonisti della nuova edizione della gara di mountain bike nel Parco Nazionale del Pollino si ritroveranno nello spazio messo a disposizione dal Comune di Frascineto. Una novità che si muove nella direttiva di voler promuovere, con la gara che attrae centinaia di atleti da tutta Italia, i centri e le bellezze culturali e naturalistiche dei comuni toccati dalla gara valevole per il Trofeo dei Parchi Naturali. 

La nuova presidenza del sodalizio, guidata da quest'anno da Nardo Leogrande ha accolto l'invito dell'amministrazione comunale arbereshe, già protagonista del percorso proprio per l'Imperticata, che da quest'anno si intesta anche la partenza e l'arrivo della gara che ha un fascino tutto particolare. Questo cambio di partenza ha permesso agli organizzatori di ridisegnare il percorso di gara che nei primi 25km sarà completamente diverso rispetto al passato, portando gli atleti ad immergersi in un nuovo contesto dell'area protetta, caratterizzando la gara con nuovi scenari naturali che sono il vero biglietto da visita di questa competizione. 

Nel nuovo tracciato sarà inserito un single track inedito denominato "Il giardino delle rocce" con il quale gli atleti si dovranno cimentare sfruttando al meglio le capacità tecniche del percorso per provare a tagliare per primi il traguardo. 

Dal 15 marzo partono le iscrizioni ufficiali alla corsa del 3 giugno 2018. Anche quest'anno ci si attende il pienone di appassionati. La Marathon degli Aragonesi è già pronta per regalare emozioni, raccontando, su due ruote, un territorio unico.  

Ufficio stampa Marathon degli Aragonesi: Vincenzo Alvaro

COMUNICATO STAMPA

Con profonda amarezza, apprendo dagli organi di stampa, dell’iniziativa del Coordinatore Cittadino, dalla quale il sottoscritto Vice Coordinatore, insieme ad altri militanti e simpatizzanti, si dissocia, poiché sia l’iniziativa sia l’analisi, sono riconducibili al personalismo e protagonismo politico e non frutto di un dibattito interno al partito, che tende a minare il buon risultato ottenuto da Forza Italia a livello locale e regionale alle ultime politiche, alla luce dell’ondata di protesta degli elettori, che ha investito soprattutto i partiti della sinistra. 

A mio parere, non è giusto scaricare responsabilità sui vertici provinciali e regionali, poiché, tutti, nessuno escluso, hanno dato il massimo, in una campagna difficile, che ha inteso premiare il dissenso e la protesta. 

Ricordo, al coordinatore cittadino, che Castrovillari ha premiato e rieletto un Senatore (5 stelle) uscente, che è stato promotore di un’iniziativa “Anti Tribunale” e ciò nonostante, l’elettorato lo ha premiato.

Questo a ribadire, che il problema, non erano i candidati, che ringrazio per l’impegno profuso (Caligiuri, Gentile, D’Affinà), ma era l’ondata del dissenso e della protesta nei confronti della politica, soprattutto di quella degli ultimi 5 anni di un mal Governo, non eletto dal popolo. 

Al coordinatore cittadino, contesto l’iniziativa intrapresa, poiché in politica le analisi, le discussioni e le eventuali esternazioni, si fanno, doverosamente all’interno del partito e non sugli organi di stampa. Cosa ancora più grave, che un Coordinatore Cittadino autonomamente assuma iniziative non coinvolgendo il Vice Coordinatore, in un’analisi precisa e puntuale del voto, trascinando, irresponsabilmente, il partito in polemiche che, per rispetto degli elettori, dei candidati, dei militanti, dei vertici provinciali e regionali, sicuramente non merita. 

Ritengo, che in politica, validi dirigenti, soprattutto se hanno ricoperto importanti cariche istituzionali, debbano assumersi le proprie responsabilità, e riparare i propri errori, attraverso lo strumento delle dimissioni.

 

                                                                                                                 Rosario Esposito

                                                                                                                     Vice coordinatore ex Ass. LL.PP 

Pagina 6 di 223
Wednesday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.