Angela Micieli

Angela Micieli

Per le imminenti elezioni politiche, la macchina organizzativa si muove anche a Castrovillari.

In un comunicato stampa, il dottor Franco Martino, responsabile dell’Ufficio elettorale, fa sapere “che sabato 23 febbraio, dalle ore 14 alle ore 15, nella Sala Giunta, al primo piano di palazzo Gallo, sede del Comune del capoluogo del Pollino, verrà consegnato ai presidenti di seggio il materiale, necessario per il servizio elettorale che dovranno effettuare nelle sezioni, domenica 24 e lunedì 25 febbraio prossimi in occasione delle elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica”.
“I presidenti di seggio dovranno presentarsi – ricorda sempre il responsabile dell’Ufficio Elettorale del Comune – muniti della nomina del Presidente della Corte d’appello, e accompagnati dal segretario, per espletare anche quelle formalità propedeutiche all’insediamento delle Sezioni.”

Conto alla rovescia quindi e tutto pronto alla partenza.

 

Angela Micieli

“In riferimento a quanto riportato da alcuni organi di stampa circa l’iniziativa  politica  tenuta dal PDL a Mormanno nella giornata di Domenica scorsa, dove l’onorevole Santelli ha chiesto  al sottoscritto  di spiegare le vicende,  relative  al riordino  delle circoscrizioni giudiziarie ed  alla scongiurata  soppressione del Tribunale di Castrovillari, preme evidenziare  alcuni fatti storici:

1)Nella proposta originaria l’unico Tribunale da sopprimere nella regione Calabria era quello di Castrovillari; questo è  quanto comunicato dall’onorevole Andrea Orlando alla nostra rappresentanza istituzionale recatasi a Montecitorio.

2) A seguito  della presa di posizione del sottoscritto e degli  altri rappresentanti istituzionali, il PD ha preso  una precisa posizione; questa il giorno successivo  all’incontro, tenutosi a Montecitorio, è stata  estrinsecata dal Commissario regionale del PD , Alfredo D’Attorre nella Sala 14  del Protoconvento francescano in Castrovillari ed  era  la seguente: nessun Tribunale  deve essere chiuso in Calabria. Tuttavia se va fatta  una graduatoria  il primo da salvare è quello  di Castrovillari.

3) Nel parere formulato dalla Commissione Giustizia  della Camera dei Deputati, relatore l’onorevole Donatella Ferranti del PD, venivano formulati  tre parametri  per la salvezza dei Tribunali: a) la presenza di nuove strutture; b)l’estensione geografica delle circoscrizioni; c) la presenza della criminalità. Castrovillari era l’unico  dei Tribunali a rischio  soppressione ad avere tutti e tre i requisiti. Il Ministero ha tenuto conto soltanto del dato della criminalità organizzata.

L’onorevole Iole Santelli, ad onor del vero, è stata la prima a comunicarmi la bella notizia, in netto anticipo, della salvezza del nostro Tribunale, rappresentando tutta la sua soddisfazione per il comune traguardo raggiunto.

Il Sindaco

Domenico Lo Polito

In un comunicato stampa, il Sindaco della città del Pollino annuncia ancora disagi nei prossimi giorni per i cittadini nell'ambito della raccolta differenziata. Essi continueranno a verificarsi  perché l’impianto  di Rossano, dove il  Comune di Castrovillari è autorizzato  a conferire i propri rifiuti in base all’Ordinanza del Commissario regionale, non è funzionante.

Angela Micieli

 

“A proposito del progetto “Ecologica Sud” e del nuovo comunicato stampa delle Liste Civiche, il sottoscritto ritiene opportuno che l’atto deliberativo del Consiglio comunale, insieme alle posizioni di tutte le parti politiche ed all’apposita disciplina legislativa di riferimento , inviati  alla Conferenza dei  Servizi, vengano trasmessi anche a questa forza  politica affinché si renda conto di ruoli, competenze e funzioni.

Questo Sindaco ha tutelato  ambiente  e salute, interessando della probabile contaminazione la Procura della Repubblica con denuncia a propria firma.

Nel  contempo  ha coinvolto  gli  organismi pubblici, preposti al controllo, per verificare quanto comunicato.

Per fortuna tali organismi hanno escluso i rischi paventati. L’Amministrazione comunale non ha partecipato a nessuna Conferenza  dei Servizi,  per il semplice motivo che un progetto  industriale per fortuna non richiede più l’avallo politico, ma solo  il parere  tecnico della  compatibilità urbanistica.

Un’attività industriale deve  essere svolta in zona industriale, qual è l’area ASI di Castrovillari.

Tutto il resto è pure e semplice demagogia di chi parla, mancando, sistematicamente, l’approccio risolutivo del problema.

Nel mentre si lavora con solerzia  alla soluzione  definitiva del problema rifiuti, che richiede diversi anni, “qualcuno” ancora  non si è accorto  che i rifiuti  non vengono  raccolti  perché gli impianti, di altri Comuni, non possono smaltire i rifiuti  di Castrovillari.

Anzi, si coglie l’occasione per segnalare ai cittadini dei disagi che continueranno a verificarsi  nei prossimi giorni perché l’impianto  di Rossano, dove il  Comune di Castrovillari è autorizzato  a conferire i propri rifiuti, in base all’Ordinanza del Commissario regionale, non è funzionante.”

Il Sindaco

Domenico Lo Polito

Martedì, 19 Febbraio 2013 16:32

Mattatoio: il Sindaco Lo Polito fa chiarezza

Per fare chiarezza! Si parla del mattatoio ed il consigliere provinciale, Riccardo Rosa, pone un problema che è già all’attenzione di questa Amministrazione.

Nessuno vuole vendere il vecchio mattatoio ed il piano di alienazione degli immobili di cui si è occupata questa Amministrazione riguarda il nuovo mattatoio di contrada Celimarro e non quello ubicato a valle di via Sant’Aniceto.

Quest’ultima struttura era stata destinata dalla precedente Amministrazione comunale a Centro di Aggregazione  Giovanile, ed in tal senso era stato richiesto il finanziamento nell’ambito  dei POR FESR 2007/2013- Linea 4.2.4.1. “per la realizzazione di nuove strutture nelle aree territoriali con maggiori criticità sociali”, non trovando finanziamento perché il progetto di recupero  si era classificato al 154° posto.

Questa Amministrazione, che non ha, come già detto, alcuna intenzione di alienare  il vecchio mattatoio di Via Sant’Aniceto ma, anzi, valorizzarlo per scopi socio - aggregativi e di sviluppo del territorio, per tale ragione, ha inserito la ristrutturazione  di questo immobile per la richiesta di un apposito finanziamento, in via di predisposizione, stante la prossima pubblicazione del Bando PSR Calabria 2007/2013 nell’ambito della Misura 323 per la "Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale".

Una procedura che tiene conto delle necessità della città e delle esigenze sempre più diffuse dei giovani di ritrovarsi, ma procedendo da atti e fatti precisi.”

Il Sindaco

Domenico Lo Polito

Martedì, 19 Febbraio 2013 16:24

Celentano: "Se non voti ti fai del male"

"Si dice in giro che fra i partiti c'è un'onda nuova che è partita dal niente e come una valanga sta avanzando come un ciclone per abbattere il marcio della nazione".

A pochi giorni dal voto fa discutere la canzone di Adriano Celentano da poco caricata sull'account ufficiale di YouTube. Chiaro il riferimento al Movimento 5 Stelle a cui il Molleggiato ha già in passato guardato con simpatia.

"Se non voti ti fai del male". L’inedito infatti, è un invito ad andare a votare: "Se non voti ti fai del male", dice Celentano nel ritornello. "E quindi cosa facciamo? Non c'è altro mezzo per risolvere la crisi, dobbiamo cancellare tutto ciò che ci rattrista, stracciare il brutto dell'Italia come si straccerebbe una lettera scritta da uomini bugiardi e piena di errori, ma soprattutto piena di inganni. Quindi non ci rimane che riscrivere la storia del nostro Paese e rifarlo da capo, cioè ricostruirlo da capo, ricostruirlo fisicamente... da capo", non dopo aver lanciato pesanti critiche e frecciate ai nostri politici: "promettono solo bugie. E ormai la politica è come lo sport, facciamo il tifo per chi ci tradisce".

Provocatorio come sempre, Celentano irrompe, come un fulmine, su questo scorcio di campagna elettorale.

Angela Micieli

"Il Comune di Castrovillari è riuscito ad affidare più di trenta cani grazie alla preziosa collaborazione dell’E.N.P.A. (Ente Nazionale Protezione Animali).

Lo rende notol’Assessore allo sviluppo ambientale, Angelo Loiacono, ricordando pure che “i cani sono stati prelevati dagli operatori dell’E.N.P.A., in due momenti differenti, tramite l’utilizzo di una ambulanza con personale qualificato al proprio interno, il quale ha monitorato lo stato di salute degli animali durante tutto il viaggio”.

L’intervento - aggiunge l’amministratore - ha suscitato un enorme entusiasmo tra gli addetti ai lavori del Servizio Igiene Ambientale, i quali, ogni giorno, si impegnano al fine salvaguardare sia l’incolumità dei cittadini dal pericolo del randagismo sia il benessere dei cani custoditi all’interno del canile. Non a caso il Comune è impegnato quotidianamente per il controllo del randagismo sul proprio territorio e per la gestione del canile municipale.”

Aver affidatoaffermano, poi, Roberta Mari (Responsabile del settore) e Franco Bianchimani (Responsabile del servizio) –  tanti cani alle cure ed alle attenzioni di nuovi cittadini, in diverse parti d’Italia, sicuramente amorevoli nei loro confronti, gratifica senza dubbio gli addetti ai lavori, e non solo, perché vedono volgere a buon fine il complesso lavoro di gestione del canile comunale.”

Sono davvero feliceafferma, tra l’altro, Carla Rocchi, Presidente Nazionale dell’E.N.P.A.che si sia stabilita questa collaborazione, con la quale Castrovillari si segnala come Comune pilota ed esempio per la sua regione e non solo.”

La soluzione di un problema complesso come il randagismoafferma l’Assessore allo sviluppo ambientale Angelo Loiacononecessita di uno sforzo ulteriore da parte dei Comuni, rafforzando la sinergia con il mondo associativo, in un cammino di confronto tra le parti da migliorare giorno dopo giorno, avendo quale obiettivo il benessere dei cani e la lotta al randagismo.”

Questa iniziativa non si risolve certamente oggi, ma – conclude l’Assessore Loiacono - data l’intesa instaurata con l’E.N.P.A., la collaborazione genererà ulteriori progetti che coinvolgeranno persone in tutta Italia, desiderose di garantire affetto ed una casa al “migliore amico dell’uomo”.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

La Giunta regionale si è riunita sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Scopelliti, come   informa una nota dell’Ufficio stampa, con l’assistenza del Dirigente generale Francesco Zoccali. 

Su proposta del Presidente Scopelliti è stata deliberata l’intitolazione dell’Aeroporto internazionale di Lamezia Terme a San Francesco di Paola.

Lo scalo venne inaugurato nel giugno del 1976 e nel dicembre successivo la compagnia aerea Itavia cominciò ad effettuare i primi voli di linea verso Roma Ciampino, Milano Linate, Catania e Palermo.

Angela Micieli

 

Curiosità dalla rete:

"La sigaretta elettronica è di nuovo al centro delle cronache e delle polemiche. Le malattie polmonari questa volta però non c'entrano. Una donna si trovava in auto con un'amica quando il dispositivo che usava per smettere di fumare e che aveva messo in carica è esplosa. La signora, una sessantenne di Rovereto, non è rimasta ferita e così l'altra passeggera, ma frammenti di sigaretta e liquido si sono sparsi nell'abitacolo spaventando le due donne.

La signora ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri, e ora i Nas accerteranno se l'incidente sia da attribuirsi a un guasto al caricabetterie o alla sigaretta difettosa.

In attesa del "verdetto", non si placa comunque la polemica sulla sigaretta elettronica. Oltre all'opinione pubblica, la stessa comunità scientifica è divisa. L’Istituto Superiore di Sanità ha di recente bocciato  le e-cig , perché quelle contenenti nicotina "sollevano preoccupazioni per la salute pubblica": potrebbero presentare potenziali livelli di assunzione della sostanza e non sono esclusi rischi per la salute, in particolare per i giovani. Infatti, secondol’Iss, il fumatore elettronico assume più nicotina anche di chi fuma 20 sigarette classiche al giorno. Pronta la replica della l’A.Na.F.E. (Associazione Nazionale Fumo Elettronico): le sigarette elettroniche non sono presentate, né vendute per smettere di fumare, ma come una valida alternativa al fumo di tabacco. Offrono ai fumatori "notevoli potenzialità sociali e sanitarie per ridurre i rischi connessi al tabagismo e ai prodotti tossici nocivi normalmente presenti nel fumo di tabacco".
 
La sigaretta elettronica attrae comunque sempre più seguaci in Italia. Sempre secondo l'A.Na.F.E., i fumatori elettronici sono il 2% dei fumatori nel nostro Paesi, la metà dei quali ha tentato almeno una volta di smettere di fumare e ricorre alla sigaretta elettronica come ultimo tentativo".  

(Affaritaliani.it)

Monday the 20th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.