Angela Micieli

Angela Micieli

COMUNICATO STAMPA

Domenica 26 si svolgerà a Castrovillari, presso la sala consiliare, con inizio alla ore 10,00, la cosiddetta convenzione cittadina , 1^ fase dell’assise congressuale del PD che culminerà con lo svolgimento delle primarie “aperte” anche ad elettori e simpatizzanti, non iscritti al partito, il 30/04/17.

Com’è noto da alcune settimane a contendere la leadership al segretario uscente saranno il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ed il guardasigilli, Andrea Orlano. L’esposizione dei documenti programmatici dei tre candidati sarà preceduta dal saluto di tutte le forze politiche, partitiche e non, presenti sul territorio cittadino che, invitate, intenderanno partecipare. Si tratta, quest’ultima, di una peculiarità della convenzione cittadina castrovillarese che ha così inteso ripristinare un’usanza, in voga nella 1^ Repubblica, non per un mero atto di ossequio al passato ma, piuttosto, con l’intento di ripristinare un codice etico nei rapporti tra partiti e movimenti portatori di ideali e d’interessi contrapposti ma pur sempre attori d’un confronto democratico svolgentesi nel quadro della Costituzione repubblicana.

La politica non gode complessivamente di buona salute e, a sommesso avviso degli iscritti al circolo di Castrovillari,  la legittimazione ed il rispetto reciproco, nella conferma di diversità ed differenze, dev’essere il presupposto del confronto democratico.

Ciò premesso, dei temi di confronto interni all’assise del PD si discuterà, appunto, nel corso dell’assemblea cui potranno prender parte anche simpatizzanti e semplici elettori del PD i quali, però, non avranno, in questa fase preliminare, diritto di voto. L’avranno nella fase conclusiva allorquando saranno chiamati al voto nelle primarie aperte.

Gli iscritti non si nascondono che la fase che il partito sta attraversando è piena d’incognite e molto rischiosa per la sua tenuta ma noi del circolo di Castrovillari auspichiamo che il momento del confronto e del dibattito, dell’analisi e delle soluzioni proposte, a prescindere da chi le propone o sponsorizza, prevalga sul momento della conta dei voti e speriamo, in particolare, che questo momento prevalga soprattutto in Calabria dove finora ha prevalso l’appartenenza a gruppi piuttosto che l’adesione a tesi.

Come garante della convenzione cittadina la federazione provinciale ha inviato una figura storica dell’ex P.C.I. poi approdato al PD, attraverso il PDS ed i DS, Pietro Midaglia, mentre ad illustrare le tre mozioni saranno, il Presidente del Parco del Pollino, Mimmo Pappaterra per la mozione Renzi, il responsabile regionale della mozione Orlando, Giuseppe Terranova, e l’ex vice segretario del circolo di Castrovillari, ora approdato nella compagine amministrativa come componente dello staff del Sindaco, Francesco Crescente, per la mozione Emiliano

L’appuntamento è dunque per Domenica con l’invito ad elettori e simpatizzanti a partecipare al dibattito.

                                                                                                   Antonello Pompilio

Segretario PD Castrovillari

 

COMUNICATO STAMPA

L’Amministrazione comunale di Castrovillari dà attuazione al Regolamento che istituisce il Consiglio Comunale dei Bambini e dei Ragazzi, approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 44 del 7 giugno 2016.

Ne danno notizia Cristina Cosentino, delegata al progetto Verticalia-Democrazia dal basso, e Serena Carrozzino, Presidente della 4^ Commissione consiliare “Sport , Turismo, Pubblica Istruzione, Cultura e Tempo Libero”.

Il progetto- richiamano le due esponenti -  è volto a raggiungere importanti obiettivi, tra i quali : la promozione della partecipazione istituzionale dei bambini alla vita politica ed amministrativa della Comunità locale, la crescita culturale e didattica dei ragazzi, la conoscenza e graduale consapevolezza dei ruoli amministrativi che si svolgono oggi e si elaborano per il prossimo domani, bisognosi sempre di quella cittadinanza attiva per una crescita condivisa e che oggi occorrerà saper accompagnare.

Lunedì 27 marzo, così, si terrà il primo election junior day negli Istituti Scolastici di Primo e Secondo grado della città, dove i bambini, saranno chiamati a candidare i loro rappresentanti Consiglieri.

Martedì 4 aprile , invece, si svolgerà la seconda giornata elettiva, durante la quale i candidati, in “piena campagna elettorale”, presenteranno i loro programmi, delineando i progetti; la mini competizione si concluderà con l’elezione dei 16 Junior Consiglieri Comunali e, tutti in corsa, per la carica di Sindaco dei Bambini della città di Castrovillari.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(gbr.)

COMUNICATO STAMPA

Il presidente del Consiglio comunale di Castrovillari, Piero Vico, su determinazione della conferenza dei capigruppo, ha convocato l’Assise municipale per giovedì 13 aprile, in prima seduta, alle ore 9,30, e per venerdì, 14 aprile, in seconda, sempre a partire dalla stessa ora per la trattazione del bilancio di previsione 2017/2019 con tutti i punti propedeutici al documento finanziario.

Verosimilmente, comunque, il Consiglio si terrà nella prima convocazione, come discusso nella stessa conferenza di oggi pomeriggio .

Ben 14 i punti all’ordine del giorno.  Oltre le interrogazioni ed interpellanze il parlamentino locale deciderà sulle tariffe e contribuzioni  dei servizi pubblici a domanda individuale, sulle tariffe per occupazione di spazi pubblici,   dell’imposta  sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni, sui costi e sulle tariffe del servizio idrico integrato, sulla Tari 2017, sul tributo dei servizi indivisibili (TASI)e circa le aliquote e detrazioni per l’anno in corso, sull’imposta Municipale Propria (IMU), sull’approvazione dell’aliquota di compartecipazione dell’addizionale comunale all’imposta sul reddito (IRPEF) e sul piano  delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari;  verificherà, poi, le aree e fabbricati da destinarsi alla residenza e attività produttive che potranno essere ceduti in proprietà; deciderà ancora sugli incarichi di collaborazione autonoma, e quindi il documento unico di programmazione nonché il bilancio di previsione 2017/2019 con il piano triennale delle opere pubbliche e elenco annuale dei lavori.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Che Antonio Ventura, di adozione castrovillarese, ma originario di Sant’Arsenio, fosse stato un bravo  cantante di musica popolare era ben noto, ma che fosse anche l'interprete di una bellissima canzone presente nel film "Decameron" di Pier Paolo Pasolini è davvero incredibile.

A fare questa scoperta straordinaria, che riempie il cuore di emozioni e meraviglia, è stato recentemente proprio il figlio Vincenzo Ventura, imbattutosi casualmente sul web nella conferenza stampa durante quale si parlava del libro “Un cacciatore di suoni a Sant’Arsenio” sulla permanenza di  Alan Lomax, il più grande etnomusicologo popolare del 900 in Italia, tra il 1954 e 1955, tra Caggiano, Polla e Sant’Arsenio e si citava la voce femminile della canzone, Iolanda Pica e di quella maschile Antonio Ventura da lui stesso registrati. Incuriosito e sorpreso, Vincenzo Ventura ha fatto delle ricerche, risalendo all' autore del libro, Arsenio D’Amato e tramite questo alla signora Iolanda Pica ora 84enne, la quale ha confermato tutta la vicenda. Tutto accadde nel lontano 1955, quando Lomax a Sant’Arsenio, paese di Antonio Ventura, registra musiche e canzoni nel giardino della casa di Vico dell’Olmo dei Gagliardi. All'epoca Antonio Ventura era cantante del gruppo folk del paese,  cultore della tradizione popolare della sua zona  e autore di una raccolta di canti e poesie. La registrazione è avvenuta la sera del 4 gennaio 1955. Lomax, etnomusicologo di fama mondiale che amava la musica e i canti popolari e andava a caccia di melodie che rischiavano di scomparire, rimase estasiato di quei suoni  che rappresentavano espressioni autentiche e genuine di un territorio e di un popolo.

Alcune di queste registrazioni del 1955 verranno usate da Pier Paolo Pasolini come colonna sonora per il «Decameron» nel 1970 e, in particolare il motivo della «Serenata» che ritorna in molte parti del film di cui Pasolini usa solo la parte cantata dalla voce maschile, appunto quella bellissima di Antonio Ventura, e quella musicale con l’organetto. Nel film il motivo viene riproposto molte volte, arrangiato da Ennio Morricone,  a volte solo fischiettato o suonato con il mandolino. Con Alan Lomax la tradizione musicale popolare di Sant’Arsenio e di altri paesi del Vallo di Diano arrivò oltreoceano e i suoi tanti suoni, dalle ciaramelle alla zampogna, furono oggetto di studio da parte dell' antropologo e produttore discografico statunitense insieme a quella struggente serenata interpretata dai santarsenesi Iolanda Pica e Antonio Ventura, ripresa nel film del grande regista italiano. La volontà di Pasolini era proprio quella di «realizzare un cinema gaio e vitalistico, allegro e solare, capace di esprimere l’esistenza senza decifrarla e di operare una negazione del presente grigio e vuoto della contemporanea società dei consumi, che rimuove, nella sua corsa, i legami con le radici culturali», consapevole che solo la grande musica popolare e i canti tradizionali potevano riuscire nell'intento che gli valse l' Orso d’argento al XXI Festival di Berlino del 1971. 

Ines Ferrante

COMUNICATO STAMPA
 
E' stato firmato stamane dal presidente della Provincia di Cosenza, Francesco Antonio Iacucci, il decreto che ridona autonomia scolastica all'Ipsia "Leonardo Da Vinci" di Castrovillari. A darne comunicazione è il consigliere provinciale Vincenzo Tamburi che della vicenda si era interessato direttamente rispondendo alla sollecitazione del corpo docente dell'istituto castrovillarese. 
 
Accertata la presenza di un numero idoneo di alunni (400) per conseguire l'autonomia scolastica la provincia si è subito attivata rispondendo al bisogno del territorio del Pollino. 
 
Stesso dicasi anche per il comune di Cassano all'Jonio dove - in piena sintonia con il sindaco Gianni Papasso - la provincia con l'interessamento del consigliere provinciale Tamburi ha lavorato per rispondere alle richieste dell'istituzione locale rispetto ai plessi dell'I.C. Zanotti Bianco e dei due istituti comprensivi il Lanza Milani di Cassano e la scuola primaria di Doria Troccoli di Lauropoli. 
 
La grande attenzione verso le esigenze culturali e scolastico del territorio provinciale hanno portato il presidente Iacucci a lavorare per restituire la reggerenza id sede all'istituto Enzo Siciliano di Bisignano. 
 
«E' questa la politica che ci piace - ha commentato Tamburi - quella che ascolta il territorio, ne prende in carico le problematiche, fa rete con le istituzioni locali per rispondere ai bisogni reali e concreti della quotidianità». 

COMUNICATO STAMPA

Il 10 Marzo scorso i Deputati del Gruppo di Sinistra Italiana Celeste COSTANTINO, Nicola FRATOIANNI (Segretario del Partito) e Antonio PLACIDO hanno presentato una Interrogazione a risposta scritta al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, riservandosi la possibilità di discussione al Question time, riguardante l’assurda decisione del Ministro Del Rio di ritirare il progetto del 3° Megalotto della SS 106 tra Sibari e Roseto Capo Spulico e della relativa delibera Cipe che assegnava le risorse per l’avvio dei cantieri.

L’iniziativa parlamentare si è resa necessaria dall’urgenza di affrontare la questione in modo possibilmente risolutivo e dall’allarme che tale azione del Governo ha creato nelle popolazioni dell’Alto Jonio cosentino.

I Parlamentari di Sinistra Italiana interrogano il Ministro, dopo una attenta esposizione dell’iter del progetto, del suo finanziamento e anche delle contraddizioni ad esso legate, sulle motivazioni del ritiro e su come intenda procedere per garantire i quasi 3000 posti di lavoro che tale opera avrebbe creato tra dipendenti diretti ed indotto.

Con questa azione, Sinistra Italiana ha voluto rimarcare che, fermo rimanendo le questioni relative all’impatto ambientale e al rispetto paesaggistico, si tratta di un’opera strategica, indispensabile per il collegamento della Calabria, per il suo possibile sviluppo e per superare un isolamento strutturale ed economico, che la mette in una situazione di maggiore crisi anche rispetto alle altre regioni del Mezzogiorno.

Sinistra Italiana, proprio per il clamore che tale decisione ha prodotto si aspetta risposte a breve da parte del Governo.

 

                                             SINISTRA ITALIANA - CALABRIA

COMUNICATO STAMPA

Continua la serie di appuntamenti tematici presso la sede di Sarabella. Dopo aver parlato di Agricoltura, Forestazione, Lavoro, nei giorni scorsi si è focalizzata l’attenzione sui Giovani, Tempo Libero e Sport. Hanno introdotto i lavori Mattia Propato e Rosita Leonetti. Una riunione molto partecipata che ha visto la presenza di giovani e rappresentanti del mondo sportivo locale. Tanti spunti di riflessione, molti i suggerimenti programmatici. Il terzo appuntamento, invece, ha visto come protagonisti i Bambini, la Cultura, la Scuola. Il confronto è stato introdotto da Rosella Di Vasto che ha subito sottolineato che “i bambini sono il nostro futuro e dovranno avere un ruolo centrale nelle politiche della futura amministrazione comunale”. A seguire è toccato ad Adele Ferrara che ha acceso i riflettori su varie problematiche che investono il mondo scolastico: “Gli edifici scolastici per molto tempo sono stati trascurati. Le condizioni in cui versano sono sotto gli occhi di tutti. Per non parlare, poi, del nuovo edificio della scuola primaria ancora non finito e con la strada di accesso completamente inadeguata che crea numerosi problemi per i bambini”. Tanti gli interventi di numerosi genitori e cittadini presenti. Parte dell’edificio che ospita la scuola secondaria è da mesi inagibile. Bisogna intervenire subito per metterlo in sicurezza e restituirlo alla comunità scolastica. A tal proposito è intervenuto Biagio Diana: “Tanti comuni hanno messo in cantiere opere di adeguamento sismico degli edifici scolastici. L’Amministrazione Comunale ha programmato interventi di questo genere?”. Angela Pugliese ha poi sottolineato “la mancanza di iniziative culturali ormai da anni. Bisogna puntare con più forza sulla cultura con iniziative che possano far crescere l’intera comunità.”.  I lavori sono stati conclusi da Renzo Russo che ha sottolineato la vera novità di questo periodo che anticipa la campagna elettorale: “Con questa serie di riunioni tematiche abbiamo voluto mettere al centro il cittadino e farlo sentire protagonista della rinascita di Saracena. Stiamo provando a costruire il programma davvero dal basso ascoltando i cittadini, cercando di capire i loro problemi e le loro esigenze ma soprattutto facendo nostre le loro idee. Vogliamo coinvolgere l’opinione pubblica su scelte che possano andare a migliorare la qualità della vita dell’intera collettività. Saracena rinasce solo se ognuno fa la sua parte. Noi chiediamo, quindi, il contributo di tutti e siamo aperti alle sollecitazioni di ognuno. I cittadini sono protagonisti oggi del progetto che stiamo costruendo e saranno protagonisti domani della futura azione amministrativa”. L’ultimo appuntamento di questa prima serie di incontri tematici si terrà venerdì 17 Marzo alle ore 18.30: Montagna, Turismo, Centro Storico saranno i temi oggetto di discussione.

Renzo Russo

 

Il Comune di Castrovillari e l'Associazione Cuturale Mystica Calabria rendono omaggio al maestro Bruno Pisani. La mostra pittorica, a quindici anni dalla scomparsa dell'artista, curata da Enzo Bruno, sarà allestita presso la Sala Museale del Castello aragonese e sarà visitabile dall'11 al 26 Marzo.

L'inaugurazione dell'esposizione è prevista per Sabato 11 marzo alle ore 18.00, alla presenza della famiglia dell'artista, con gli interventi di  Francesca Dorato, vicesindaco di Castrovillari e dello stesso curatore.

L'allestimento, seguito da Matteo Grisolia e Francesco Propato, è un'occasione interessante per ammirare l'arte assolutamente originale di una autore ben noto nel panorama calabrese e non solo della fine del secolo scorso, "schivo e lontano da ogni forma di esibizione auto elogiativa", dove preponderante, nella sua produzione,  è la presenza femminile. Bruno Pisani si è particolarmente distinto nella pittura, nella scultura e nelle arti applicate con opere che ancora oggi si possono ammirare in molte città del nostro territorio, tra cui il "Monumenti alla pace" di Piazza Matteotti a Castrovillari.

La mostra è fruibile ogni venerdì, sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00

COMUNICATO STAMPA

Sarà proiettato venerdì 10 marzo, alle ore 17,30, al teatro Sybaris del Protoconvento francescano di Castrovillari (CS), il docu-film "Un'utopia che si fa storia. La Comunità di Capodarco", che racconta i cinquant'anni di storia della Comunità fondata da don Franco Monterubbianesi nel 1966 a Capodarco, in provincia di Fermo, e propagatasi dagli anni Settanta in poi, in altri luoghi delle Marche, a Roma e, quindi, in tutt'Italia. 


Il docu-film, di Maria Amata Calò (regista Rai), che ne ha curato la regia, e di Roberto Fittipaldi, (giornalista e autore Rai e direttore dell'Ufficio per le Comunicazioni Sociali della Diocesi di Cassano all'Jonio), che ne ha curato interviste e testo (della durata di 75 minuti) ripercorre, in lungo e in largo, per la Penisola storia e attività delle Comunità di Capodarco attualmente presieduta da don Vinicio Albanesi, che parteciperà all'incontro. 

Alla proiezione, infatti, seguirà una riflessione sul tema "La solidarietà ha trovato casa", alla quale interverrano, tra gli altri, il Vescovo di Cassano, mons. Francesco Savino e il presidente nazionale della Comunità di Capodarco, don Vinicio Albanesi.

L'appuntamento - organizzato dall'Ufficio per le Comunicazioni Sociali della Diocesi di Cassano allo Jonio, gode del patrocinio del Comune di Castrovillari e della collaborazione degli uffici diocesani Caritas, Scuola e Catechistico. 

 
Diocesi di Cassano all'Jonio
Ufficio per le Comunicazioni Sociali
Direttore: Dott. Roberto Fittipaldi

COMUNICATO STAMPA

Sinistra Italiana della Calabria condivide pienamente le motivazioni che hanno indotto il Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri” a convocare una conferenza stampa per Sabato 11 Marzo alle ore 11, a Catanzaro Lido, simbolicamente davanti alla sede della Sorical, per il rilancio della mobilitazione contro la privatizzazione dell’acqua e dei servizi pubblici locali.

Una delegazione di Sinistra Italiana parteciperà all’iniziativa, considerando grave la chiusura senza discussione del percorso della proposta di legge di iniziativa popolare, che era stato firmata da 11 mila cittadini calabresi, nel mentre si fa sempre più chiara l’intenzione dei colossi privati di assorbire tutte le società di gestione dell’acqua e dei servizi ambientali ed energetici, eludendo così il risultato referendario e puntando alla privatizzazione totale del settore.

Le stesse proposte contenute nella bozza del governo regionale, del resto, non lasciano tranquilli perché, pur dichiarando una scelta che privilegia il pubblico, possono aprire la strada a manovre speculative.

Allora è giusto, a nostro avviso allarmare i cittadini, riprendere la marcia verso un obiettivo largamente condiviso dalla stragrande maggioranza del popolo italiano.

Queste sono le ragioni per le quali condividiamo le parole d’ordine di convocazione dell’iniziativa dell’11 Marzo: BASTA SORICAL, chiedendone la definitiva chiusura; BASTA SPA, per una gestione interamente pubblica che operi nell’interesse del pubblico; PUBBLICO E PARTECIPATO, per forme di gestione pubbliche e partecipate, come richiesto appunto nella proposta di legge di iniziativa popolare.

 

Pagina 1 di 193
Tuesday the 28th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.