Angela Micieli

Angela Micieli

COMUNICATO STAMPA

La ministra Beatrice Lorenzin ha preferito la fuga piuttosto che incontrare le forze politiche e gli operatori sanitari e  conoscere la triste realtà dell’ospedale di Castrovillari.

Un tour elettoralistico della ministra che dopo aver “salvato” l’Italia tradendo Berlusconi ed il centro destra, aveva illuso i pochi sostenitori presenti che,  con la sua venuta avrebbe compiuto il miracolo e salvare l’ospedale di Castrovillari.

La visita ampiamente contesa e voluta dai consiglieri di alternativa popolare,  ha registrato l’assenza totale delle istituzioni e di cittadini castrovillaresi con la partecipazione di qualche sindaco del comprensorio,  e se non fosse stato per la presenza degli operatori sanitari, le forze di polizia ed il codazzo a seguito, la ministra avrebbe sfilata in assoluta solitudine  tra i reparti.  

Il tour elettoralistico a Castrovillari ed in  alcuni reparti,  tra cui l’emodinamica, ha messo in evidenza tutte le sue “conoscenze scientifiche mediche”  cadendo in un grossolano errore confondendo l’emodinamica che si occupa di patologie cardiache e di arterie, con l’ematologia.

La triste realtà che quotidianamente vivono  cittadini calabresi e del Pollino che non trovano risposte in un servizio sanitario pubblico e costretti ad attendere mesi per una semplice visita specialista ed emigrare verso altre realtà del Nord Italia.

Una gestione fallimentare della sanità calabrese e del commissario Scura, nominata proprio dal ministro Lorenzin per mettere ordine nella programmazione ed organizzazione sanitaria i cui risultati sono fortemente penalizzanti e che se solo si avesse un po’ di pudore doveva essere rimosso immediatamente così come il Presidente della giunta regionale Oliverio.

Nonostante i tagli ed  i pensionamenti senza integrazione con nuove assunzioni di medici, infermieri ed ooss, il deficit in soli tre anni passa da 30  a 100 milioni di euro, una mobilità passiva che va oltre 100 milioni di euro, i LEA che non vengono garantiti essendo anche l’ultima regione d’Italia in graduatoria, situazione che prolunga la gestione commissariale della sanità calabrese al collasso.

Questi sono i risultati del governo di centro sinistra regionale e nazionale mentre la ministra tutta presa a trovarsi un collocazione nel PD dopo che il suo partito si è dissolto come neve al sole.     

 

   Forza Italia – Noi con Salvini - Fratelli d’Italia – Popolari per L’Italia – Idea per Castrovillari           

 

COMUNICATO STAMPA

Da sempre in prima linea  nell’ascoltare e affrontare  questioni, problematiche ed anche proposte che provengono direttamente dai cittadini, sempre vicina ai bisogni e alle esigenze della comunità, l’Associazione Solidarietà e Partecipazione continua il proprio percorso di integrazione e crescita sociale  con l’apertura dello SPORTELLO “VICINO AL CITTADINO”, per favorire la comunicazione tra i cittadini e  la  realtà  sociale  e  territoriale,  per  facilitare l’accesso  alle  informazioni  e  quindi  alle opportunità ed ai diritti dei cittadini stessi.

Lo sportello “VICINO AL CITTADINO” è finalizzato a fornire a chiunque ne abbia necessità  un’attività di informazione e di orientamento, in maniera gratuita e sussidiaria, nei vari settori della società, compresi i rapporti con l’ente comunale, facilitando l’accesso dei cittadini alle informazioni ed agli atti e documenti amministrativi, per accrescere nella comunità la consapevolezza dei propri diritti e doveri e dare risposte, soluzioni e indicazioni ai problemi, alle segnalazioni e ai disagi dei cittadini, in modo da continuare a cooperare, insieme, allo sviluppo di una Cittadinanza proattiva al cambiamento.

Gli obiettivi sono, soprattutto, fornire informazioni, documentazione, consulenza e tutela su temi e problemi specifici mettendo a disposizione tutte le competenze ed esperienze  acquisite in tanti anni di attività sociale e di impegno politico-amministrativo e rispondere così al bisogno della comunità di disporre di un’informazione gratuita, pluralistica e affidabile, che faccia sentire ogni cittadino parte attiva e integrante del territorio.

L’attività di assistenza settimanale fornita dallo sportello, grazie ai volontari disposti ad ascoltare le esigenze delle persone che lo richiederanno, permetterà di individuare le problematiche più diffuse tra i cittadini, rispetto alle quali sarà possibile valutare la necessità di promuovere eventuali campagne di informazione oppure  iniziative specifiche.

Lo sportello sarà aperto al pubblico presso la sede dell’Associazione “Solidarietà e Partecipazione”, in via XX Settembre n. 37, il martedì dalle ore 17 alle 19.  Per info e contatti : 3491739497-3404187311; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.. 

Associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari

COMUNICATO STAMPA 

Si arricchisce la coalizione di centrodestra di Castrovillari con ulteriori  partiti ed Associazioni.

Dopo l’incontro dei tre principali partiti Forza Italia, Lega-Noi con Salvini e Fratelli d’Italia, il  centrodestra allarga la sua compagine con l’adesione dei Popolari per l’Italia e con  l’associazione Idea per Castrovillari.

Nella sede di Forza Italia si sono incontrati i coordinatori cittadini delle 5 forze politiche per  una nuova coalizione di centro destra superando le divergenze del passato che  hanno impedito di essere presenti alla precedente campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale. 

I coordinatori di Forza Italia, Roberto Senise, di Noi con Salvini, Pietro Epifanio, di Fratelli d’Italia, Leo Battaglia, dei Popolari per L’Italia, Vincenzo Fuscaldi, e di Idea per Castrovillari, Mimmo Munno in un clima di massima condivisione e grande entusiasmo hanno discusso di programma e progetti per il rilancio sociale ed economico della città.

I 5 coordinatori hanno dichiarato che la  nuova coalizione in primis,  nasce sul rispetto e  lealtà dei presenti e     si salda sulle idee e le soluzioni ai problemi della citta prima che sui nomi, che di entrambe le cose si ha capacità e competenza e che soltanto l’impegno politico, individuale e collettivo, può sperare di risolvere.

Una politica fatta alla luce del sole dove i cittadini possano essere partecipi, che i partiti ci sono e possono ancora dimostrare di essere utili ad una causa come il futuro di Castrovillari, dove uomini e donne di provata capacità e serietà, assieme alle idee ed alle risposte della Città, non mancano.

Non sono mancati i punti in comune, sanità, trasporti, viabilità, decoro urbano, agricoltura e la piena convinzione di una 'opposizione alla politica condotta all'attuale amministrazione, all'essere alternativi all'egemonia di governo del centro sinistra che sta disamministrando la città  fino alla consapevolezza che solo una coalizione delle forze politiche del centrodestra in un progetto nuovo può far sperare di vincere alla prossima tornata elettorale e far rinascere Castrovillari.

A breve le cinque forze politiche si incontreranno con altre associazioni e partiti di centrodestra, che hanno già chiesto di aderire,  per condividere il progetto con le tante forze sane della città e stare insieme per proporre alla città di Castrovillari nuove idee, nuovi volti, nuove possibilità di sviluppo del territorio.

                       

   Forza Italia – Noi con Salvini - Fratelli d’Italia – Popolari per L’Italia – Idea per Castrovillari            

 

 

COMUNICATO STAMPA

Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia cosi come a livello nazionale stringono una forte alleanza  a livello locale in previsione del prossimo appuntamento elettorale per il rinnovo del Parlamento Italiano. 

I  coordinatori dei tre  partiti più rappresentativi del centro destra, Roberto Senise per Forza Italia, Pietro Epifanio per la Lega e Leo Battaglia per Fratelli d’Italia, si sono riuniti  per definire un programma politico comune che guarda oltre le elezioni politiche perché, hanno dichiarato, non siamo concorrenti ma alleati.

Forza Italia, Lega  e Fratelli d'Italia ribadiscono un’alleanza di contenuti e di intenti che ha un preciso significato politico: noi siamo l'alternativa di governo al centrosinistra e a Lo Polito, con cui non si gioca, non si tratta, non si collabora. Siamo distinti e distanti.  Il nostro comune obiettivo di breve termine è riaffermare i nostri buoni amministratori nella Città e sconfiggere le forze che, anche grazie a stravaganti alleanze in stile prima Repubblica,  sta disamministrando la città. 

Proprio con questo intento ed   evitare fughe in avanti e soprattutto per non sviare l’elettorato,   i tre coordinatori dei principali  partiti caratterizzanti il centro destra a Castrovillari hanno inteso riunirsi e stabilire linee comuni di intervento per la coesione ed il coinvolgimento di altri partiti ed associazioni di centro destra.

Si è deciso di incontrare nella prossima settimana tutte le associazione e partiti  del centro destra e definire una comune tabella di marcia  perché uniti si vince nell’ottica di una alleanza e non in una fusione.

Fare un programma per la città, rispondere ai cittadini, aprire loro le porte senza arroccarsi guardando ai movimenti civici allargando i confini oltre i partiti.

Ce lo chiedono i cittadini che pretendono serietà, onestà e trasparenza, l’unione si costruisce confrontandosi con lealtà su temi ed idee  consapevoli che non siamo un unico partito ma con un unico obiettivo: perseguire il bene comune per lo sviluppo sociale ed economico di Castrovillari.

Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia esprimono un giudizio fortemente negativo contro la giunta di centro sinistra e del sindaco lo Polito  la cui azione amministrativa si sta caratterizzando sempre più all’insegna della superficialità e dell’approssimazione in tutti i settori del governo della città,   ed a pagarne   le conseguenze sono i cittadini,  speranzosi di un cambiamento promesso in campagna elettorale mai avvenuto.

Le fibrillazioni, lo scollamento della maggioranza e soprattutto il malcontento dei cittadini sono la dimostrazione emblematica di quel cambiamento propagandato e disatteso.

Il centro destra è la vera alternativa di rinnovamento e cambiamento.

 

        Roberto Senise        Pietro Epifanio       Leo Battaglia

 

COMUNICATO STAMPA

Il prossimo 3 dicembre si riunirà a Roma una grande assemblea democratica per il lancio di una lista unitaria civica, progressista e di sinistra. Un progetto condiviso da Articolo UNO - Mdp, Sinistra Italiana e Possibile, che già lo scorso 19 avevano avviato singolarmente un percorso in tale direzione e che si è consolidato nel corso del week end appena trascorso, con lo svolgimento delle assemblee territoriali svoltesi in tutta Italia.

Anche a Cosenza, domenica 26 novembre, presso il Centro Polifunzionale Auser del centro storico, si è tenuta l’assemblea provinciale alla quale, in un clima di grande entusiasmo e di piena condivisione del percorso intrapreso, hanno partecipato militanti e simpatizzanti delle tre formazioni politiche. L’intento è quello di costruire una comunità di uomini e di donne  che, nel pieno rispetto della Costituzione e delle Istituzioni, vogliono dar vita ad un progetto di concreto cambiamento della società italiana, capace di guardare all’Europa ed al mondo,  in un’ottica solidaristica, contro le diseguaglianze e lo sfruttamento e per ridare centralità e dignità al lavoro e che, nel rispetto delle persone, non lasci indietro nessuno e guardi con rinnovata speranza al futuro.

I lavori dell’assemblea unitaria, presieduta dal Comitato di Garanzia composto da Sergio Aquino, Letizia Parrilla e Fernando Pignataro, sono stati aperti da Venzo Morrone, Coordinatore provinciale di Articolo UNO – Mdp, con gli interventi di Lorenzo Caffè in rappresentanza del Comitato “Bernardino Telesio” Cosenza di Possibile e di Angelo Broccolo, Segretario regionale di Sinistra Italiana. Si è quindi proceduto alle incombenze di natura organizzativa, sulle quali sono state effettuate le votazioni di pertinenza di circa 200 aventi diritto.

E’ stata data lettura, pertanto, di tre ordini del giorno, due dei quali ad integrazione delle tematiche del documento “Per un nuova proposta” che saranno oggetto del dibattito nazionale ed un altro, proposto dai coordinatori locali delle tre formazioni politiche, in cui si auspica la continuazione del confronto con i promotori dell’Assemblea del Teatro Brancaccio. Tali documenti sono stati acquisiti all’unanimità e successivamente si è votato per designare i delegati della nostra provincia all’assemblea nazionale. I delegati, in numero di 18, eletti all’unanimità e con voto palese, sono Venzo Morrone, Sergio Aquino, Mario Bonacci, Giulia Caminiti, Vincenzo Fedele, Massimiliano Ianni, Pietro Lecce, Mirko Riccelli, Gianpaolo Schiumerini, Brunella Solbaro, Alessio Agostini, Angelo Broccolo, Emma Caferro, Lorenzo Caffè,  Angelo Cofone,  Raffaella Fortunato, Alberto Laise e Fernando Pignataro; sono stati eletti in qualità di supplenti Francesco Capano e Franco Provenzale.

 

                                                          Articolo UNO Mdp – Sinistra Italiana – Possibile

                                                            Assemblea Provinciale di Cosenza

         ”Per una nuova proposta”

COMUNICATO STAMPA

La Calabria è stata protagonista di un grande evento politico nazionale, sabato 25 novembre nella Sala del Cinema Teatro Ciminelli di Castrovillari, traspariva dai volti della gente e dei riferimenti Istituzionali, giunti da varie parti di Italia, l’entusiasmo di poter dire c’ero anch’io a chiedere ed offrire il volto bello della Politica.

Il punto centrale della manifestazione il Patto Federativo tra l’Associazione Fronte Democratico del Presidente Michele Emiliano e Piazza Dem del Presidente Mariella Saladino, analoghi i principi fondanti delle due Associazioni, supporto notevole alle grandi  battaglie intraprese e da intraprendere per le tutele ambientali, per il diritto al lavoro ed alla salute, per i diritti e contro le ingiustizie sociali, portate avanti con coraggio ed abnegazione negli ultimi anni. 

Non è stata una serata qualsiasi, tre ore di dibattito, in una sala gremita, attenta, a forte rappresentatività dei territori aderenti al progetto, sui Temi della Occupazione giovanile, del Lavoro innovativo e delle Tutele sociali ed ambientali, presenze e contributi importanti, dai due Presidenti Michele Emiliano, Leader PD e, Mariella Saladino, da Domenico De Santis, Vice Presidente del Partito Democratico al Sen. Francesco Lumia, già Presidente della Commissione antimafia, dal Segretario Nazionale Confial Benedetto Di Iacovo a Onofrio Introna, Presidente dei Socialisti d’Europa, ai quali Francesco Martino, Segretario cittadino, insieme a Emanuela Grassi, Donato Cilifrese, Lucia Blasi, Ferdinando De Noia, e Dirigenti tutti di Piazza Dem, hanno dato il benvenuto e l’augurio di una nuova prospettiva Politica nel PD e nell’area democratica e socialista. 

Quasi un Big Bang, un modello Politico, esposto con orgoglio nel Mezzogiorno d’Italia, in una Castrovillari, quella sera centro d’Italia, di certo la presentazione di una corrente di pensiero in forte ampliamento nel PD ed estesa a tutte le forze sane democratiche e socialiste, rappresentate dal mondo dell’associazionismo delle tutele e della gente comune, che resterà nel cuore e nella mente di ognuno dei partecipanti. 

Si è realizzato un filo rosso che cuce i territori, oltre 8 le regioni d’Italia rappresentate, che già unisce uomini e donne, smuove le coscienze delle persone, proprio mentre la politica annaspa e la gente si allontana. 

Nella splendida occasione si vedeva il sole dietro le nuvole in un susseguirsi di stupende luci dipinte con le matite colorate “in un mondo tinto di pace”, titolo dell’Inno di Piazza Dem che è stato presentato e cantato dalla sala in piedi con le emozioni che solo la bella Politica può dare, creando il collegamento dei cuori e delle menti rendendo tutti protagonisti, senza distinzione, mentre i territori cantavano il protagonismo del loro futuro. 

Un momento importante è stato un forte NO, di uomini e donne insieme, alla violenza, ai soprusi, la sala ha partecipato in piedi, prendendosi per mano formando un grande filo di solidarietà e soprattutto di impegno per il rispetto delle donne ed in generale per il rispetto di chi è costretto a soffrire, chiedendo alle donne di denunciare qualsiasi segnale finché tutto è ancora recuperabile ed allo Stato, di attualizzare le leggi affinché le pene siano uguali, se possibile, alle sofferenze ed ai timori che incutono con azioni indegne. 

Per un  minuto di emotivo silenzio, si è formata una ideale catena umana per rompere le catene nascoste dei soprusi e delle violenze, su donne ed uomini.

 Un altro momento che ha bloccato la curiosità, dall’inizio alla fine, dei partecipanti, è stato la costruzione in sala di un pannello formato da un  puzzle innovativo di mosaico digitale che testimonierà per sempre l’avvenimento,  su cui si è basata la esposizione orgogliosa e confermativa delle capacità ed intelligenze nazionali, da parte di Salvatore Pepe, imprenditore meridionale di spessore mondiale, dei progetti Mosaico Digitale e Greenswitch che uniscono economia con ecologia e ne realizzano quotidianamente modello di sviluppo mondiale. 

Un momento federativo intriso di Sociale e Politica, leva per richiamare tutti all’impegno, per far uscire nelle Piazze coloro i quali restano da tempo alla finestra, coloro che possono dare ma non ne vedono le condizioni. 

Perchè la scelta? La domanda posta da tanti a Mariella Saladino Presidente di Piazza Dem, perchè per noi federarsi è condividere idee e progetti, sociali e politici, è lottare, è fare fronte comune, è contribuire ad elaborare azioni istituzionali che portino alla adozione di leggi, norme e provvedimenti per la tutela dell’ambiente e dei soggetti deboli, è lavorare fianco a fianco per unire le forze e rendere protagonisti i cittadini ed i territori. 

Da anni offriamo la nostra capacità di ascolto alla gente che soffre, la nostra quotidiana elaborazione di ogni proposta che vada nella direzione della gente dei loro bisogni e dei loro disagi, il nostro confronto continuo ed ininterrotto con le avanguardie nelle Piazze e nelle periferie sociali, il nostro saper proporre con moderazione si, ma con tanta determinazione, alle Istituzioni strade e percorsi per migliorare la qualità della vita, del lavoro, del vivere quotidiano, della tutela dei malati e dei soggetti deboli. 

La strada è aperta, il lavoro Politico sui territori continua, accelerando, l’obiettivo è rendere protagoniste le Piazze e riportare la Politica ai Territori, sabato 25 è stato lanciato il forte messaggio, quale metodo Politico e corrente di Pensiero  per la coesione Sociale.

                                                                                                        Prodotto dall’Ufficio Stampa Piazza Dem

Per Piazza Dem

Mariella Saladino

Presidente Nazionale

                                                 

                                                                                                      

 

COMUNICATO STAMPA

Cari concittadini, quanto diciamo dell’attuale situazione amministrativa da tre anni a questa parte, purtroppo e con grande rammarico, trova conferma negli ultimi avvenimenti politici accaduti.

Un’amministrazione, quella di Giuseppe Lateano, ormai giunta al capolinea, caduta sotto i colpi degli abbandoni, tra gli altri della nostra Consigliera, Elvira Berlingieri, e dei ricatti, delle liti e dei dispettucci politici che hanno messo in scena una farsa che Altomonte non meritava e non merita. Denunciamo da tre anni le spaccature che segnano l’attuale compagine amministrativa, caratterizzata da una logica che privilegia, nella più che ordinaria gestione amministrativa, il favoreggiamento e gli interessi di gruppi e gruppetti in perenne guerra tra di loro.

Si è perso quel senso del Bene comune alla base del progetto al quale i cittadini avevano accordato speranza e fiducia; si è perso, con la nomina ad assessore esterno di una persona di provata esperienza amministrativa, l’obiettivo originario di portare ad Altomonte una ventata di novità con un’amministrazione caratterizzata da una forte presenza giovanile.      

Al contrario, si è procurata una frattura insanabile tra gli amministratori e i cittadini Altomontesi, che tutto potevano aspettarsi tranne quanto accaduto: un’odissea politica e amministrativa che ha accentuato il degrado sociale, politico e culturale (che a dire la verità, è iniziato già da qualche anno), e che ha danneggiato le attività economiche e i suoi abitanti.

Altomonte vive un declino inarrestabile mentre chi governa, se ancora governa, pensa a fare i propri giochini politici e tenta di salvare la propria poltrona per il futuro piuttosto che pensare alla collettività e ai suoi bisogni;ecco il grande sbaglio fatto: pensare al proprio io e ai propri tornaconti personali invece che dare voce ai bisogni, alle necessità, alle legittime richieste della popolazione.

Sinistra Italiana Altomonte chiede, pertanto, agli attuali amministratori, e in primis al Sindaco: per il bene della nostra Comunità, dimettetevi! dimettiti Sindaco Lateano, per evitare il continuo stillicidio che vi caratterizza, e per porre un freno all’inarrestabile decadimento politico e umano che vive Altomonte.

Sinistra Italiana lavora per dare una nuova prospettiva ad Altomonte, con il fine di proporre un rinnovato patto sociale tra chi si candida ad amministrare e la cittadinanza. È il tempo che ci si assuma la responsabilità di elaborare una proposta nuova per Altomonte, non ancorata alle logiche e alle vicende del passato, per far sì, invece, che la nostra Comunità ritorni a crescere e diventare nuovamente terra di tutti, accogliente e generosa.

SINISTRA ITALIANA ALTOMONTE

La Segreteria del Circolo “M. Presta”

COMUNICATO STAMPA

Le modalità con la quale questa Amministrazione comunale ha agito, proponendo il territorio del Pollino come pattumiera della provincia, ci lasciano perplessi e preoccupati come cittadini di un territorio ad alta vocazione agroalimentare e naturalistica.

Un mega impianto di selezione di rifiuti provenienti da tutta la provincia, contrasta palesemente con la tutela dei beni preziosi naturali che il Parco Naturale del Pollino preserva; contrasta con la tutela delle produzioni agroalimentari di qualità; contrasta con la tutela della salute dei cittadini residenti a poche centinaia di metri dal sito.

Inoltre l'istituzione del suddetto Ecodistretto non incentiverebbe la creazione di posti di lavoro ne tanto meno garantirebbe l'assorbimento e la ricollocazione degli operai della stessa cementeria.

Infine palesemente diverso dalle proposte nazionali che il movimento 5 stelle propone in tema di rifiuti, in linea con l'interrogazione parlamentare portata avanti dal nostro portavoce Paolo Parentela.

Constatiamo infine il modo di agire di un'amministrazione comunale che non guarda al bene del territorio e che non fa rete con i comuni adiacenti. 

Meetup CASTROVILLARI A 5 STELLE

Sabato, 18 Novembre 2017 22:09

Castrovillari. Presentata la mini Giunta

COMUNICATO STAMPA

Questa mattina, nel salone delle adunanze consiliari di Castrovillari, alla presenza dell’Amministrazione comunale, di consiglieri municipali, docenti e genitori, durante il Consiglio comunale dei Bambini e dei Ragazzi , appartenenti agli Istituti Scolastici di elementari e medie della città, è stata presentata solennemente dal piccolo Sindaco, Nicola Rubino-appena indossata la fascia e appena fatto l'appello nominale-, la mini Giunta e dopo che , nella precedente seduta, la giovanissima Assise cittadina aveva designato presidente dell’Assemblea Martina Manfredi. La convocazione è stata fatta dal primo cittadino, Domenico Lo Polito che ne ha guidato, discretamente, i primi adempimenti. Questi durante il momento ha sottolineato l'impegno dell'amministrazione per la scuola richiamando pure il progetto contro il bullismo che presto coinvolgerà, sensibilizzando gli adolescenti. La portata  del mini Consiglio è stata richiamata pure, a conclusione dei lavori, dalla presidente della commissione cultura, Serena Carrozzino, dal vice sindaco, Francesca Dorato,e dalla referente per il  progetto Verticalia, Cristina Cosentino. Queste hanno ringraziato istituzioni e famiglie per il coinvolgimento e quanti si sono adoperati in più modi, tra dirigenti, responsabili e docenti,come la professoressa Anna  De Gaio per aver  coordinato gli istituti scolastici coinvolti nel progetto e per l'aiuto dato nel  raccordo. 

Questa la baby Giunta con le competenze: il sindaco Nicola Rubini, della media, si occuperà di pubblica istruzione,politiche educative ed iniziative culturali; Danila Mari ,del primo circolo, seguirà sport, tempo libero,spettacolo e pari opportunità; Alessandro Esposito , del Vittorio Veneto, si interesserà dei diritti dei bambini, degli adolescenti e delle politiche per la famiglia; Giovanni Stivala, del secondo circolo, di sicurezza stradale, trasporti e segnaletica; Valentina Patella, sempre del secondo circolo, di legalità,bullismo,solidarietà ed assistenza ai giovani ed anziani; e Antonio Tolisano, del primo circolo, di politica ambientale ed urbanistica. Le funzioni di segretario sono state affidate Alessia Montilli della scuola media. 
I neo mini assessori come alcuni ragazzi del consiglio durante la seduta hanno posto alcuni punti su cui coinvolgere a partire da uno sguardo attento ai più deboli nelle scuole e non solo.
 
 
I mini consiglieri che definiscono, invece,  il parlamentino dei bimbi - lo ricordiamo solo per onor di cronaca- sono: Pierfrancesco Botta, Luigi Forte, Alessandro Chiaramonte, Gheslania Fasanella, Giuseppe Cirigliano, Martina Manfredi, Sara Sallorenzo, Cristiana Dattoli, Sara Grandi, Martina Bianco, Domenico Severino, Sofia Torsello, Michele Pignataro, Alessandro Barletta e Aleandro Donadio. 
 
Il “tenero” organismo, nato dal lavoro sinergico istituzione-scuola-genitori, e salutato pure dal consigliere regionale Mimmo Bevacqua che si trovava in Comune per un incontro, è configurato come regolamenta la delibera di Consiglio  n. 44 del 7 giugno 2016 e prende vita per la promozione della partecipazione istituzionale dei bambini alla vita politico ed amministrativa della Comunità locale.
 
L’esperienza, per la crescita culturale dei ragazzi, la conoscenza e graduale consapevolezza dei ruoli pubblico-amministrativi che si svolgono oggi e si elaborano, bisognosi di quella cittadinanza attiva, è parte di una sussidiarietà irrinunciabile; questa è fondamentale per uno sviluppo inclusivo, che oggi occorre saper accompagnare per permettere che in esso avvengano effettive esperienze di acquisizione critica e personale di una concezione globale dell’esistenza che non escluda alcun aspetto della realtà. “Un’opportunità civica - ha commentato il Sindaco, Domenico Lo Polito, a margine della seduta mini consiliare- che ci aiuta a recepire impulsi, a guardare meglio avanti e a ad andare incontro a quella democrazia partecipata che non può fare a meno di ciascuno. Ciò per rendere azioni che non dimentichino nessuno nel coinvolgimento sociale trasversale, importante per riscoprire il senso del vivere insieme in quel viaggio straordinario che si svolge nel tentativo continuo di porre sempre nuovi fattori per la crescita del bene comune, bisognoso pure di un sorriso oltre che del tentativo libero, creativo ed originale di misurarsi con l'esistente.”
 
L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

Questo pomeriggio, nel Palazzo di Città di Castrovillari, si è riunita la  Consulta Giovanile per eleggere il presidente, con poteri consultivi nei confronti del Consiglio e dell'Ammin­istrazione Comunale, il suo vice ed il segretario.

Erano presenti per l’occasione  il componente di diritto del Consiglio Comunale per la maggioranza,  Nino La Falce, oltre Cristina Cosentino, delegata del Sindaco nell’organismo e già referente per il progetto Verticalia. Invece, Giuseppe Santagada, componente di diritto del Consiglio per la minoranza, era assente per impegni di lavoro.

Il neo organismo ha, all’inizio, registrato il saluto del primo cittadino, Domenico Lo Polito.

A seguire, durante la riunione e dopo uno scambio di riflessioni, sono stati eletti nella qualità di presidente Pierluigi Abenante (nella foto a destra), di vice presidente Giuseppe Gaeta(nella foto a sinistra) e di segretario Alessia Stabile.  

La Consulta, nata con Delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 6 aprile 2016, è composta  da ragazzi di età compresa tra i 14 e i 28 anni che costituiscono  l’Assemblea la quale ha facoltà di presenta­re proposte riguardo a tematiche d’interesse giovanile, come la scuola, lo spor­t, le attività cultu­rali, nell’ottica di favorire un maggiore dialogo con le Istituzioni Comunal­i.

Lo strumento,  formulato nel segno della reciprocità del dialogo, del confronto a tutto campo e per la crescita del bene comune, fattori propri della sussidiarietà dal basso e della democrazia,  sarà un’occasione per portare avanti  le istan­ze dei giovani, ma non solo; anche per  costruire effettiva partecipazione e inclusione, rinnovato entusiasmo, voglia di futuro e rendere il coraggio- che caratterizza la nostra gente da sempre-  di misurarsi con le nuove sfide che abbiamo di fronte in un tempo di cambiamenti epocali.

Principi, questi, fondamentali per il corpo sociale, bisognoso di momenti civici del genere e per riscoprire il senso di quel vivere insieme per la collettività che non può fare a meno, nello sviluppo, di politiche ed impegni condivisi.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Pagina 1 di 207
Thursday the 14th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.