Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

Semper adamas

«La mia gente non ha paura di nulla, nemmeno delle parole»
(Gabriele d'ANNUNZIO, principe di Montenevoso)

«Ritti sulla cima del mondo, noi scagliammo, una volta ancora, la nostra sfida alle stelle!»
(Filippo Tommaso MARINETTI, Manifesto del Futurismo, in «Le Figaro», PARIGI, 20 febbraio 1909)

Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Venerdì, 07 Settembre 2018 13:26

Inaugurazione del Centro Nuoto “Atlantis”

– COMUNICATO STAMPA –

Sarà il campione Olimpico di pallanuoto nonché allenatore della squadra maschile, “Rari Nantes” Crotone, Amaurys Perez, ad inaugurare venerdì 28 settembre alle ore 17,00 a Castrovillari, il nuovo Centro Nuoto “Atlantis”. La nuova realtà dei fratelli, Giorgio, situata a nord della città del Pollino in C.so calabria 123/c è un impianto dotato di una vasca semiolimpionica coperta. C’è grande soddisfazione da parte dei Fratelli Giorgio per essere riusciti, in questa che sembrava una vera e propria impresa, superando difficoltà burocratiche e meteo. La struttura riuscirà a rispondere alle esigenze ed alle aspettative dei cittadini di Castrovillari e del comprensorio. Nota importante, durante i corsi che partiranno il prossimo il primo ottobre, saranno effettuate selezioni per il nuoto agonistico. Siete tutti invitati.

Anna Rita Cardamone

– COMUNICATO STAMPA –

Dopo la straordinaria ultima apparizione al Mugello, il driver calabrese Simone Iaquinta punta alla riconferma nel penultimo appuntamento della Carrera Cup Italia, campionato monomarca Porsche. Sul circuito romano di Vallelunga, Iaquinta si concentrerà sulla elegante e potente 911 GT3 curata da Ombra Racing – Centro Porsche Catania, per tentare di salire ancora una volta sul podio, dopo la vittoria in gara uno e il terzo posto ottenuto in gara due nel weekend di gare al Mugello, durante la precedente uscita stagionale, prima della pausa estiva.

Il driver calabrese è pronto e determinato, conscio delle potenzialità della propria vettura e del lavoro eseguito insieme al team. “L’ultima gara, al Mugello, ha determinato un momento importante, e sono grato al team per aver creduto in me – ha dichiarato – Abbiamo intrapreso la strada giusta e sono convinto di poter fare bene anche questa volta, pur nella consapevolezza che non sarà semplice affrontare piloti forti e motivati come quelli che troverò ai nastri di partenza. Ma sono fiducioso e convinto di avere a disposizione una vettura prestante. Nelle ultime settimane abbiamo lavorato tanto – ha concluso – per arrivare al meglio a questo weekend romano”.

Il programma completo di questo penultimo appuntamento stagionale a Vallelunga inizia venerdì 7 settembre con la sessione di prove libere prevista dalle 14.15 alle 15.15. Sabato mattina le qualifiche determineranno pole position e griglia di partenza di gara 1 a partire dalle 10.50. Gara uno prenderà il via nel pomeriggio alle 16.15 (diretta tv in chiaro su Italia 2). Gara 2 concluderà il fine settimana targato Porsche Italia domenica alle 12.20, sempre in diretta su Italia 2. Le gare saranno trasmesse anche in live streaming in HD sul sito ufficiale www.carreracupitalia.it.

– COMUNICATO STAMPA –

Castrovillari. Fervono i preparativi per la VIII edizione del “Calàbbria Teatro Festival”. La macchina organizzativa non si è mai fermata durante tutto l’anno per offrire al pubblico del festival, un cartellone di qualità. Segno questo del lavoro certosino dell’Associazione Culturale “Khoreia 2000”, della direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di Angela Micieli. Anche in questa edizione: spettacoli, laboratori, corti teatrali, presentazione libri, incontri culturali, mostre d’arte, installazione artistiche, percorso enogastronomico e premio frontiere aperte. Dall’7 al 14 ottobre 2018, segna in agenda l’appuntamento che si svolgerà tra il Protoconvento francescano ed il Castello aragonese, nel cuore del “borgo antico” della città di Castrovillari, con l’info point nel foyer del Teatro Vittoria sull’isola pedonale di Castrovillari.

Il Calàbbria Teatro Festival è partito otto anni fa con la grande voglia dell’associazione di fare cultura; oggi è una realtà ben consolidata, frutto del lavoro di squadra. Tante le novità rispetto alle passate edizioni ma tante le conferme come il Festival dei Corti Teatrali, fiore all’occhiello della kermesse culturale-teatrale. Curiosità anche quest’anno dell’immagine che accompagnerà il festival nel suo viaggio targato 2018. Ma occhi attenti, così dice il vulcanico direttore artistico, Parrotta, già dai primi dettagli del manifesto che, sarà svelato nella sua completezza a giorni, si intuisce che la tematica quest’anno sarà dedicata ai giovani, alle nuove generazioni tra speranze e delusioni, proiettate verso un futuro migliore. Un festival che non mancherà di arrivare al cuore dello spettatore che diventerà attore protagonista dell’evento culturale.

Non prendete impegni dall’7 al 14 di ottobre 2018… stiamo arrivando.

Castrovillari 3 settembre 2018

Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

– COMUNICATO STAMPA –

“La manifestazione “Civita..nova” ,ieri sera [domenica, 2 agosto u.s., N.d.R.], si è congedata dal pubblico e dalla città di Castrovillari, certa che, ancora una volta, in lei- grazie alla partecipazione di tantissimi cittadini, di quanti sono giunti da fuori, nonché alla preziosa collaborazione di appassionati soggetti ed associazioni coinvolti, per di più alla sapiente direzione artistica della Pro Loco con l’apporto di consiglieri e figure dedicate-, si sono succeduti momenti densi, con approfondimenti, in cui l’assetto sociale è stato interrogato e suscitato nella consapevolezza che c’é ancora tanto da fare per rendere una storia, con la propria tradizione, ancora più importante, attraente e quindi da riguadagnare con dignità e slancio.”
Sono le parole di ringraziamento sentito e soddisfatto del Sindaco, Domenico Lo Polito, affidate agli organi di stampa, per quanti hanno reso tutto ciò possibile, vivibile ed incontrabile.
“Un’azione- aggiunge- che ridesta l’urgenza buona di creare crescita diffusa, quella che vuole e desidera l’Amministrazione per la comunità, mettendo in moto spinte propulsive che solo le capacità di uomini e donne possono innescare legando la vitalità dei loro temperamenti a quella che trasporta, da sempre, e sprigiona il patrimonio esistente e riscoperto, ancora, riferimento di un’azione che al centro ha la forza propria dei borghi antichi.”
La chiave del successo sta proprio in questi luoghi resi dall’aiuto di interpretazioni multi espressive, nel segno della storia e della nostra cultura.
“E’ grazie a questi diversi fattori- precisa il primo cittadino- , vivi e trascinanti, che l’iniziativa riscuote, come lo ha fatto pure in questi quattro giorni, lo straordinario consenso ed entusiasmo di tanti che hanno partecipato con la loro splendida vicinanza.”
Un consuntivo positivo, che deve spingere a fare sempre meglio e nel verso di un cammino conforme all’idea di sviluppo, anche urbano, rispettoso dell’esistente.
“Un avvenimento- rilancia il Sindaco concludendo- di conoscenza e riappropriazione consapevole di quanto abbiamo ereditato, grazie alle Tracce lasciateci da epoche precedenti e trasmesseci dai nostri padri. La giornata di#Aspettando Civita.. nova#, poi, ce lo ha pure rammentato all’inizio –sottolinea ancora-, riproponendo scorci bellissimi tra Santu Vitu e il Pontaniddo, sconosciuti ai più ma di una bellezza coinvolgente che richiama questo rigustare gli ambienti ereditati anche dalla natura e cura delle gente.”
Un lavoro, sicuramente, in evoluzione, che si offre come strumento per dare risposte allo sviluppo vocazionale locale, protagonista nell’affermare la portata di operare in tal senso che consiste non nel presumere di essere arrivati ma nel tendere ininterrottamente alla meta che valorizza la persona con le sue opere.
Questa l’impronta per continuare a camminare.

L’ufficio stampa del Comune di castrovillari
(g.br.)

– COMUNICATO STAMPA –

“Civita…nova” s’incammina verso l’ultima giornata dell’evento, in programma domenica 2 settembre, con un bagaglio di presenze che –data la rilevanza- già invita l’Amministrazione comunale, con i tanti soggetti coinvolti, e la Pro Loco, nella sua direzione artistica, ad andare avanti, spediti, per far palpitare ancora il centro storico di Castrovillari che non può fare a meno- alla maniera di altri- delle capacità degli uomini e donne del lavoro, come questi di lui, per battere, con continua determinazione, il sentiero dello sviluppo sostenibile, legato alle vocazioni e risorse millenarie, Cuore e Anima di ciascun Territorio.
”E’ la scommessa della strada intrapresa- asserisce il Sindaco, Domenico Lo Polito, soddisfatto della risposta di pubblico – che mette continuamente in gioco in un progetto che dev’essere di tutti e che abbiamo voluto riavviare, consapevoli del valore intrinseco di cui è ed era portatrice l’azione.”
“Da qui- aggiunge- la messa in atto di un momento totalmente del Comune, nel quale sono sintetizzate le espressioni multiformi della comunità locale, certa che queste hanno forza a partire dall’appartenenza alle proprie radici sinonimo pure di crescita corrispondente.”
Ecco allora un mondo di opportunità che accompagna l’idea guida e che anche nell’ultima giornata affianca cittadini e turisti i quali dalle ore 21 possono vivere tra le tante offerte che presenta l’evento nel percorso artigianale tra i vicoletti con animazioni, spettacoli, rassegne, impreziositi da location adibite alla degustazione dei prodotti enogastronomici e sana accoglienza. Per chi desidera sono ancora a disposizione il mercatino e le mostre nel Castello Aragonese con quella della collezione dei Fratelli De Bonis su “I liutai di Bisignano” la quale con altre, vedi quella sul Baco da seta, sulla storia delle Ferrovie della Calabria, tra foto indimenticabili, oppure ulteriori rappresentanti specificità diversificate, esprime l’eccellenza variegata della nostra Terra e la sua capacità propulsiva e inventiva nel fare e proporre come pure i balli ed i giochi tradizionali realizzano o, tra l’altro, la passeggiata narrata a cura di Mystica Calabria suggerisce con un percorso dal titolo “Ntrattinimintu d’autunnu” che è tutto un programma.
E’ la bellezza che si fa movenza tra le case, e in scenari che regala l’ambiente, per ripensare e ricevere, nel miglior modo possibile, gli ospiti. Uno spazio urbano che si reinventa, per le sue tipicità, e si presta a tutto ciò- come hanno espresso alcuni cittadini- coinvolgendo e tessendo, ogni volta, un immaginario filo che unisce le tante persone che l’onorano, visitandolo e condividendolo, alle attività pensate.
“Quanti sono guidati alla combinazione che crea questa effetti- rilancia il primo cittadino, soddisfatto- scopre aspetti unici, fattori che esprimono il rapporto con le testimonianze presenti le quali, declinate nella successione degli intrattenimenti proposti, cadenzati e ben miscelati dalla direzione artistica della Pro Loco, rendono tutta la loro capacità nell’essere opportunità d’incontro e volano per ciò che annoda.”
Questo è quanto vuole far riscoprire Civita..nova ai residenti ed al grande pubblico. Quest’ultimo sempre alla ricerca di un turismo new way o delle cosiddette nuove strade per integrare relax con conoscenza del patrimonio locale, più complessivamente inteso nelle varie forme.
Un caleidoscopio di fattori: con storia e musica, passioni e narrazioni, tradizioni e mestieri per provare ad assaporare diversamente e meglio i nostri tempi e ancora questa Terra di Calabria tutta da riscoprire e riguadagnarla con dignità.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari(g.br.)

– COMUNICATO STAMPA –

Nella sala giunta del Palazzo di Città di Castrovillari, alla presenza del sindaco, Domenico Lo Polito, del direttore artistico di EIF, Antonio Notaro, dalla funzionaria della Polizia Locale, Maria Rosa Mordacci, si è proceduto all’estrazione dei biglietti del contributo volontario della lotteria della 33 Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino. Prima di procedere all’estrazione, il Direttore Notaro, ha omaggiato con targhe a ricordo della manifestazione, consegnate dal primo cittadino, il Commissario Papaleo, per l’ottimo lavoro svolto dai suoi uomini durante tutti gli eventi del “Festival”; targa consegnata anche alla comandante della Polizia Locale, Losardo per l’ottimo lavoro svolto, ritirato dalla funzionaria.
Questo l’ordine dei biglietti estratti: 
1° N° 803 Crociera MSC Meraviglia nel Mediterraneo (Palermo, La Valletta, Barcellona, Marsiglia, Genova) con partenza da Civitavecchia il 9/12/2018 Valida per una persona offerta da Euro Pollino Travel- Mormanno
2° N° 828 Collana con turchese, onice e agata nera, offerta da “2AGioielli”
3° N° 708 “Angel” Collana in argento 925 realizzata a mano offerta da “Severini creazioni orafe”
4° N° 564 Radio con USB Majedtic
5° N° 1351 Bottiglia grappa 903 barricata offerta da “Bar Gran Caffè”
6° N° 1488 Asciugacapelli Imetec 2000w
7° N° 733 ferro da stiro
8° N° 682 Telefono Disney Minnie
9° N° 324 Ventilatore piantana
10 N° 944 Confezione Romeo Gigli offerta da “Theriam Service”
I premi potranno essere ritirati presentandosi presso l’Autoscuola Notaro, Via XX Settembre, Castrovillari muniti del biglietto vincente in originale

Castrovillari 28 agosto 2018
Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

– COMUNICATO STAMPA –

Lontananza e allontanamento. E’ stato questo il tema del primo laboratorio di scrittura – all’interno del cartellone estivo dell’Oriolo Cult Festival – tenutosi, lo scorso 24 agosto, presso la Biblioteca Civica di Oriolo (Palazzo Tarsia), promosso dall’Amministrazione comunale di uno dei “Borghi più belli d’Italia”, in collaborazione con la Biblioteca Minnicelli di Corigliano-Rossano. Il laboratorio è nato dall’incontro casuale tra il vicesindaco di Oriolo, Vincenzo Diego, e Ombretta Gazzola, direttrice della Biblioteca, i quali hanno deciso di collaborare e di mettere in rete le due biblioteche.
Dopo i saluti del vicesindaco, ha aperto i lavori Franco Dionesalvi, poeta e scrittore di origini cosentine ma trasferitosi da qualche anno a Milano dove lavora come insegnante e scrittore. Dionesalvi ha invitato i presenti a riflettere sul concetto di spaesamento e di come l’allontanamento, prima dal grembo materno e poi dai luoghi della nostra infanzia, possa costruire uno spazio, un tempo, un’emozione. «Noi – ha affermato – nasciamo nel momento in cui ci allontaniamo. Esistere è allontanarsi».
La seconda parte del laboratorio, dal titolo “Lo spazio della lontananza”, è stata curata dall’architetto Tiziana Visconti, casertana di origini ma da qualche anno residente all’estero. Dopo una breve passeggiata nei luoghi che hanno ospitato il laboratorio, la Visconti ha invitato i partecipanti ad immergersi nella magia dei luoghi, a fare uno sforzo per ritrovare quel “genius loci” (un’entità naturale e soprannaturale legata a un luogo e oggetto di culto nella religione romana ndr) che la società contemporanea non è più capace di riconoscere, distratta dal rumore assordante della tecnologia e della modernità.
A conclusione del laboratorio, Ombretta Gazzola, direttrice della Biblioteca Minnicelli nonché poliedrica artista e intellettuale, anche lei nata e cresciuta a Ferrara ma naturalizzata calabrese, ha condotto con i partecipanti delle vere e proprie “liberazioni artistiche”. Esperimenti in cui ciascuno si è potuto cimentare con l’arte nella rappresentazione delle proprie emozioni e stimolazioni ricevute durante le precedenti fasi.
Ultimo, ma non meno importante, il contributo del maestro oriolese Rocco Abate, il quale ha fatto un accorato appello ai numerosi partecipanti: «Nell’epoca in cui la parola è violentata e tradita, bisogna ritrovare il valore testimoniale dell’azione e del silenzio, per invertire quella pericolosa deriva di odio ed ignoranza che rischia di investire tutti».
Grande soddisfazione ha espresso il vicesindaco, Vincenzo Diego, sempre in prima linea quando si parla di cultura come bene collettivo.

Paese24.it - Media Partner

– COMUNICATO STAMPA –

Sabato primo settembre, terza giornata di appuntamenti dell’evento “Civita..nova vivere il centro storico” , Castrovillari accoglierà nel Chiostro del Protoconvento francescano, alle ore 18, la presentazione del libro “Quelli che se ne vanno”, edizioni Il Mulino, sulla nuova emigrazione italiana di giovani e meno giovani, del docente universitario, Enrico Pugliese, della “Sapienza” di Roma.
L’incontro è moderato dal Sindaco, Domenico Lo Polito, e prevede i contributi dei docenti UNICAL, Vittorio Cappelli e Matteo Marini, oltre quello del segretario comprensoriale della CGIL, Giuseppe Guido. Le conclusioni sono affidate naturalmente all’autore.
“Un appuntamento importante- sottolinea il primo cittadino- che non è assolutamente avulso dal contesto in cui si propone perché riguarda distacchi importanti crescenti e , per tale motivo preoccupanti per la nostra società; questi “esodi” rendono più difficile lo sviluppo dell’esistente bisognoso di capacità fresche e dinamiche per dare forza ai Territori. Un incontro ed uno spazio di dialogo- precisa- interessanti, che raccontano il nostro presente e il nuovo cambiamento nei luoghi della vita a partire da un testo estremamente realistico che fotografa la realtà oggi, in movimento.”
La manifestazione per vivere appieno il centro storico nel rione- quest’ultimo denominato anche salotto della città per le tracce identitarie che v’insistono- supportata nella quattro giorni dall’Amministrazione comunale con il patrocinio della Regione e l’ausilio dell’attenta e scrupolosa direzione artistica della Pro Loco attraverso Gerardo Bonifati, offrirà, ovviamente, come già presentato nel programma, altra animazione ed incontri. Alle ore 20 Reading teatrale di Maria Zanoni ed Enzo Cordasco ancora nel Chiostro del Protoconvento; a seguire l’apertura dei percorsi artigianali ed enogastronomici che accompagnano l’intera iniziativa; mentre alle ore 21,30 si terrà , tra i vicoletti, la sesta rassegna d’arte di strada tra giocolieri, teatro, musica e magia. Già le presenze, che hanno caratterizzato i primi giorni, esprimono coinvolgimenti importanti che registra l’appuntamento per come si pone e per quello che trasmette in un “fiume” di risorse.
Il tutto in un contesto arricchito dalle postazioni nel Castello Aragonese con mostre e proposte d’itinerari per conoscere e visitare come la passeggiata storico naturalistica in programma alle ore 16 con avvio da palazzo Cappelli alla riscoperta delle testimonianze presenti.
Il museo archeologico è aperto presso il Protoconvento a cura del Gruppo Archeologico del Pollino, mentre i diversi spettacoli animeranno, grazie alle associazioni partecipanti, i vari angoli: fatti dai location e Salotti, come tra gli altri farà quella culturale Kemusica nella piazzetta Sant’Andrea con lezioni, esibizioni e james session musicali.
Una girandola di opportunità, grazie alla presenza di uomini e donne del lavoro con le loro intraprese, che si offre, certi -aggiunge il Sindaco Lo Polito-, che i centri storici sono i veri motori identitari e trainanti del nostro tessuto sociale quando incontrano dedizioni appassionate: le forze che trasportano l’esistente.
“E’ questo il Cuore dell’evento – ricorda ancora –, che desidera rendere protagonista la realtà da suscitare, rilanciare e farla percepire come possibilità di crescita."

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Sempre sensibili alle tematiche dei cittadini tutti, soprattutto se appartenenti alle categorie più deboli, dichiarandoci vicini alle loro necessità, ricevuta questa lettera aperta, con preghiera di pubblicazione, provvediamo in tal senso, augurandoci che ciò contribuisca a una maggiore diffusione della condizione d'un lavoratore, il quale, ci auguriamo, possa vedere risolta la propria penosa condizione nel più breve tempo possibile.

Egr. Dott. Paolo MARINO
Amministratore Unico
Ferrovie della Calabria Srl
SEDE
Agli organi di stampa
LORO SEDI

Castrovillari 31/08/2018
Oggetto: Lettera APERTA

Egregio Dott. Marino,
questa, è la terza lettera aperta che Le scrivo, ma so per certo che, questa volta, posso esimermi da spiegarle chi sono, cosa faccio e cosa mi hanno fatto dentro Ferrovie della Calabria.
Sicuramente saprà che, sull'ultima mia missiva del 17 maggio u.s. dove Lei era in indirizzo, è stata aperta una inchiesta a mio carico,  per presunte “illazioni e le esternazioni” da me scritte.
Inoltre, la stessa "commissione di inchiesta" mi accusa di aver scritto sul social “Facebook” e “divulgato a mezzo stampa storie infondate, inesatte e diffamatorie” nei riguardi di Ferrovie della Calabria e per questo, passibile di destituzione, licenziamento e denuncia penale in base all'articolo 595 del C.P.
Oggi, riflettendo, pensavo alle parole scritte nel verbale delle contestazioni dalle persone incaricate dal D.G. secondo le quali, “dall’alto della mia condizione” (sic!) avrei approfittato della mia “autorità” (non riesco a ben capire dove stia). Ripeto a me stesso che l’unica autorità che conosco, è la macchina che filtra il mio sangue e l’unica posizione quella di essere sdraiato sul lettino dialitico che mi consente di sopravvivere.
Di conseguenza, sulla mia pelle, mi sono accorto che un lavoratore se chiede rispetto, soprattutto quando malato come nelle mie condizioni, finisce addirittura sotto inchiesta “avvisato” di un eventuale licenziamento e/o destituzione.
Ancora non riesco a spiegarmi, il motivo di una inchiesta dopo anni, per un singolo post su Facebook o di una lettera aperta, a carico di Francesco Martino, e non a carico di persone che hanno creato una serie di sperperi, vertenze legali e vessazioni ai lavoratori.
Non mi prolungo, perché sarebbe del tutto superfluo, ma da semplice “dipendente” (non si sa ancora per quanto tempo) dell’azienda che Lei amministra, Le chiedo di utilizzare qualche minutino (magari mentre io sono sdraiato a dializzare con gli aghi in arteria) per approfondire la questione e visionare la documentazione che mi riguarda, superando chi ha dichiarato di conoscere la mia situazione da qualche mese.
Infine, tengo a precisare che, se la corposa documentazione agli atti aziendali riguardante Francesco Martino non dovesse far venire a galla le condizioni positive ad una deliberazione di destituzione, licenziamento e querela sarà mia viva speranza che la commissione stessa allarghi gli orizzonti su chi abbia effettivamente creato questa “assurda” situazione e condizione.

Distinti Saluti
Francesco Martino
Matr.7036

Venerdì, 31 Agosto 2018 18:46

Oriolo. Cortometraggio “Bingo!”

– COMUNICATO STAMPA –

“Il vecchio e il bambino” cantava Francesco Guccini. Due figure spesso accostate per raccontare nostalgie e sogni diversi. Anche nel docufilm che gli studenti dell’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali “Aletti” di Oriolo hanno realizzato, troviamo un nonno ed un nipote che ognuno a suo modo cerca la libertà. Il cortometraggio di sette minuti è stato realizzato nel corso di un laboratorio cinematografico a cura del regista Vincenzo Greco presso l’istituto di Oriolo ed in collaborazione con il Comune. Alle lezioni teoriche sulla Storia del Cinema, sulle Tecniche Cinematografiche sono seguite le uscite esterne con i ragazzi che si sono cimentati in una vera e propria produzione di un film. Dalla ricerca delle location, alla scelta degli attori e delle comparse. Da costumi, dal trucco, alle riprese, sino al montaggio finale.

I protagonisti sono due Giorgio: un ragazzino ed un anziano, con il docufilm ambientato ad Oriolo con alcune scene girate proprio in un Centro Anziani con alcuni ospiti che fanno da comparsa. Se per il ragazzino (Giorgio Delia) la liberà è scorrazzare per le campagne con la bicicletta, per l’anziano (Giorgio Corrado), invece, la libertà significa “evadere” dall’ospizio per tornare a fare le cose di sempre. Il lavoro cinematografico, “Bingo!”, oggi tenuto nel cassetto affinché possa partecipare come inedito a vari concorsi e festival, ad esempio come il rinomato “Giffoni Film Festival”, è stato presentato  e proiettato ad Oriolo, nella sala conferenze di Palazzo Giannettasio (Casa della Cultura), in un appuntamento inserito nel cartellone estivo dell’Oriolo Cult Festival. Erano presenti, tra gli altri, il regista Vincenzo Greco; il sindaco Giorgio Bonamassa; il vicesindaco con delega alla Cultura, Vincenzo Diego; il dirigente scolastico, Marilena Viggiano e ovviamente di tutti i ragazzi che hanno partecipato a questo primo esperimento che segna l’inizio di un laboratorio cinematografico permanente.

Paese24.it - Media Partner

Pagina 2 di 178
Wednesday the 19th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.