Sport

Sport (288)

COMUNICATO STAMPA

Sono già in 250 gli atleti di tutta Italia che si sono iscritti alla edizione 2019 della Marathon degli Aragonesi, la gara calabrese del circuito del Trofeo dei parchi caratterizzata dalla salita della Imperticata. La verticale che sale verso il Monte Moschereto, nel comune di Frascineto, una delle tre municipalità coinvolte nel percorso insieme a Civita e Castrovillari, è la fase pià dura della gara, ma anche la più affascinante dal punto di vista agonistico. Gli organizzatori, proprio per la durezza della salita, riservano una medaglia ricordo a tutti coloro che riusciranno ad arrivare in cima alla temuta e spettacolare Imperticata.

La Marathon degli Aragonesi, inoltre, da sempre si caratterizza come evento sportivo che ha voluto coniugare l’attenzione alla pratica agonistica unita alla promozione del territorio interessato dal circuito di gara. Il Comune di Frascineto, nel cui territorio ricade la salita dell’Imperticata che è diventata il tratto identitario di questa competizione in programma domenica 2 giugno 2019, è una di quelle realtà arbëreshe del comprensorio del Pollino da scoprire e vivere per entrare in contatto con la complessità culturale affascinante che è il mondo calabro dell'Arbëria. 

Per immergersi nella realtà delle minoranze linguistiche che abitano il territorio del Pollino, e che ne rendono ancora più affascinante l’area protetta, si può iniziare dalla visita al Museo delle Icone e della Tradizione bizantina che ogni anno attrae migliaia di visitatori da tutto il mondo.  

Ricco e variegato il comprensorio naturale custodito nel perimetro comunale che, oltre ai sentieri per escursionismo e mountain bike, riserva agli appassionati il fascino delle falesie di Frascineto, sulle cui pareti, con diversi gradi di difficoltà, centinaia di free climbing arrampicano ogni anno godendo di una vista mozzafiato su una parte inedita del Pollino che guarda verso la Piana di Sibari.

Avi Communication / Vincenzo Alvaro [ Giornalista ]

COMUNICATO STAMPA

Ritorna la gran fondo organizzata dall’Asd Ciclistica Castrovillari che quest’anno partirà da Civita, lo splendido borgo del Pollino affacciato sulle gole del Raganello. 

La sfida di gambe e sudore, sulle ripide pendenze dell'Imperticata, è pronta ad emozionare ancora i bikers del Sud Italia ed i tanti appassionati che hanno a cuore questo grande appuntamento di sport e promozione del territorio. La Marathon degli Aragonesi, organizzata dall'Asd Ciclistica Castrovillari, per l’edizione 2019 in programma il 2 giugnoha di fatto aperto le iscrizioni della gara per ruote grasse che quest’anno partirà dal borgo di Civita, la splendida località arbereshe che domina la valle del Raganello nel contesto naturalistico del Parco nazionale del Pollino che come ente patrocina e sostiene l’evento.  

Questa nuova location di partenza ridisegna in minima parte il percorso che porta all’Imperticata la più temuta salita della gara che si contraddistinta negli anni come segno identitario di questa kermesse ed è poi il momento di vera selezione per gli atleti che vogliono arrivare primi al traguardo. Ma si colloca anche nell’ottica di valorizzazione del territorio e delle comunità che accolgono l’evento, che è una delle prerogative che l’associazione sportiva si è data quando ha dato vita alla Marathon, inserita nel circuito nazionale del Trofeo dei Parchi Naturali.  

La nuova presidenza del sodalizio, guidata da Nardo Leograndeha accolto l'invito dell'amministrazione comunale arbereshe, già protagonista del percorso degli anni passati, che da quest'anno si intesta anche la partenza e l'arrivo della gara che ha un fascino tutto particolare. 

Fino al 30 aprile sarà possibile iscriversi ad un prezzo speciale di 20€. Anche quest'anno ci si attende il pienone di appassionati. La Marathon degli Aragonesi è già pronta per regalare emozioni, raccontando, su due ruote, un territorio unico.

– COMUNICATO STAMPA –

Il ruolo educativo per i giovani e con i giovani, lo sport come occasione di inclusione sociale, in particolare per le zone a rischio emarginazione. La premiazione degli atleti, delle società e dei dirigenti sportivi che si sono distinti nel 2018, organizzata dalla Polisportiva del Pollino - Città di Castrovillari, assume quest'anno un significato particolare e di specifica riflessione sui temi della pratica sportiva. 
 
Castrovillari Sport Awrads, in programma domani [oggi, per chi legge: EVENTO IN CORSO, N.d.R.] 29 dicembre alle ore 10.00 presso il Teatro Vittoria di Castrovillari, sarà un grande momento di festa e riflessione che il sodalizio sportivo presieduto da Luigi Filpo ha voluto mettere al centro di un anno ricco di successi importanti che hanno caratterizzato la vita delle società sportive della città del Pollino. 
 
Lo sport può rappresentare un momento di crescita e inclusione sociale importante che deve essere sostenuto, promosso e valorizzato da esperienze significative che siano modello trainante per l'intera società. Attraverso lo sport si impara il senso della fatica, il rispetto degli altri senza differenze di sesso, etnia e religione, si educa alle regole. La storia di Gianni Maddalonni, che a Scampia ha lavorato e continua ad essere momento di stimolo e speranza per tante famiglia in una periferia dimenticata da tutti, è l'esempio illuminante che sarà raccontato nel corso della manifestazione che vedrà al termine la premiazione degli atleti condotta da Luigi Di Dieco. Al dibattito "Sport, crescita e riscatto sociale" parteciperanno Gianni Maddaloni, il maestro di judo di Scampia, Tonino Rocca, selezionatore della nazionale di calcio Under 15, il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, e l'assessore alle infrastrutture della Regione Calabria, Roberto Musmanno. 
 
Vincenzo Alvaro
- giornalista -

 dibattito "Sport, crescita e riscatto sociale"

 COMUNICATO STAMPA –

CALABRIA - Si è costituita oggi [sabato 20 ottobre u.s., N.d.R.] la nuova filiera sportiva di CONFAPI Calabria, la prima in Italia ad essere interamente dedicata al mondo dello Sport. «Un settore importante per la nostra economia non solo per i numeri che emergono dai dati nazionali su strutture e sportivi presenti in Italia, ma che necessita di regolamentazioni e sicurezze» commenta il presidente regionale e vice presidente nazionale di CONFAPI Francesco Napoli.

In Italia sono più di 4 milioni e mezzo gli atleti tesserati, si contano oltre 62mila società sportive, di cui 1900 solo in Calabria, e 918mila operatori sportivi. Numeri vertiginosi di un mondo che necessita di essere rappresentato e di essere adeguato alle normative europee. Strutturare il settore sportivo come una filiera significa avere anche finanziamenti da investire sulla formazione degli operatori, poter migliorare le condizioni delle imprese e puntare sulla formazione degli sportivi: «Il nostro obiettivo – commenta Napoli – è di portare lo sport all’attenzione nazionale e internazionale come rappresentanti di una categoria che spesso non c’è, per adeguarla agli standard nazionali ed europei. Bisogna guardare a questo mondo come associazione datoriale per garantirne la sicurezza degli impianti sportivi e delle persone che in questi luoghi lavorano, dagli atleti, agli operatori, ai formatori».

Presenti all’inaugurazione del nuovo settore “Imprese Sportive” di Confapi Calabria, insieme al presidente Napoli, il direttore Confapi Calabria Pasquale Mazzuca e Carmine Manna, eletto a presidente della filiera sportiva. Non solo un evento storio quello di stamani, ma un nuovo modello che farà da apri pista anche per le altre sedi regionali di Confapi.

«Gli stessi sportivi in Calabria non hanno una linea guida, un trampolino di lancio - commenta il neopresidente Manna -. Attorno al mondo dello sport gravitano tantissimi giovani, alcuni per hobby altri con la voglia e la tenacia di diventare campioni, per questo il settore sportivo merita di essere rappresentato. È nostro dovere formare talenti e siamo al tempo stesso consapevoli che il mondo dello sport, in Italia, non è regolamentato in maniera efficiente».

In una delle strutture dirette da Manna si è formato, un esempio fra tutti, il giovane tuffatore Giovanni Tocci che ha conquistato la prima medaglia d’oro nel 2009 agli Europei Juoniores.

Carmine Manna, da quarant’anni attivo e presente nell’ambito sportivo, come atleta prima e come  dirigente poi, è Presidente CO.GE.I.S (Consorzio Cosentino Gestione Impianti Sportivi), per la gestione della Piscina Comunale di Cosenza, di Lamezia Terme (fino al 2012), di Malito, Villapiana, Serra San Bruno; Amministratore Delegato di 4BT srl (For Building Trade) società di partecipazione (capofila) per implementazione aziende estere produzione di Travi Solai e Colonne Prefabbricate a Cosenza; AD della società Emirates Italian For Building Trade LLC, con sede ad Abu Dhabi e Presidente di T&GM srl (Techonologies Global Management) Azienda di servizi.

[...]

Valeria Bonacci

[...]
 
Ufficio stampa 

 

– COMUNICATO STAMPA –

Sabato 20 ottobre, alle 17.30, nella Sala Consiliare del Comune di Figline Vegliaturo, si terrà l’incontro “Cara Vitamina D” organizzato dall’associazione Liberi nella Sclerosi Multipla, in collaborazione con la Pro Loco di Figline Vegliaturo.

Ospite dell’incontro sarà il dottor Paolo Giordo, neurologo ed esperto di medicina non convenzionale, che da anni guarda con interesse gli studi sulla corretta ed efficace integrazione della Vitamina D. Nell’occasione Giordo presenterà il suo libro “Vitamina D. Regina del sistema immunitario” edito da Terra Nuova con l’obiettivo di rispondere ad una serie di domande: cos’è la Vitamina D? Qual è il suo ruolo? Come fare per assumerla in quantità sufficienti? Nel volume Giordo approfondisce, soprattutto, il rapporto tra questa vitamina e alcune tra le malattie più diffuse. Il neurologo invita tutti a non demonizzare l’esposizione al sole, fonte principale di questo prezioso alleato della salute. Una corretta esposizione ai raggi solari, insieme a qualche lunga passeggiata, infatti, sono fondamentali per assorbire la vitamina e trattenerla nell’organismo. Il cibo può essere un’ulteriore fonte di approvvigionamento: la Vitamina D è presente soprattutto in alcuni pesci, pertanto è importante che coloro che scelgono un’alimentazione vegetariana e vegana prestino particolare attenzione. Gli integratori, insieme ad un regime alimentare vario, sono un ottimo aiuto nel caso in cui le proteine animali siano state escluse dalla dieta. Il libro si sofferma anche sulle principali malattie associate alla carenza di Vitamina D: dalle patologie autoimmuni alle malattie mentali, dal cancro alle malattie del sistema nervoso, dalle malattie cardiovascolari all’osteoporosi e ai problemi reumatici, dalle malattie infiammatorie intestinali croniche al diabete fino alla tiroidite autoimmune e alle malattie infettive.

L'associazione Liberi nella sclerosi multipla, da anni, organizza eventi per sottolineare l'importanza della prevenzione che si può ottenere solo curando sani stili di vita e con questo evento vuole far conoscere il ruolo fondamentale della Vitamina D che oggi si trova al centro di un vivace dibattito scientifico. La Pro Loco di Figline Vegliaturo ha accolto con entusiasmo la proposta di collaborare all’organizzazione dell’incontro proprio per portare avanti uno dei suoi obiettivi: la promozione del benessere. È essenziale, infatti, organizzare eventi di questo tipo per promuovere la cultura della prevenzione in una regione come la Calabria che ha numeri bassissimi per quanto riguarda la risposta alle campagne di screening oncologici gratuiti.

– COMUNICATO STAMPA –

Il Campionato Italiano Velocità Montagna chiuderà la stagione in provincia di Cosenza, con la classica e caratteristica cronoscalata Luzzi-Sambucina. L’evento, che avrà luogo dal 4 al 6 ottobre, rappresenterà infatti la tappa conclusiva del massimo campionato targato Aci Sport, e sarà organizzato dalla scuderia Cosenza Corse in collaborazione con il Comune di Luzzi, l’automobile club Cosenza, le amministrazioni provinciali e regionali e le forze sportive locali.

Le iscrizioni dei piloti si concluderanno il 1. ottobre, dopodiché verranno stilati gli elenchi dei partecipanti alla manifestazione nei vari gruppi. Si ripartirà dal successo di Franz Caruso, che nel 2017 è salito sul primo gradino del podio. Le verifiche sportive, per la validità dei documenti dei piloti, e quelle tecniche, relative invece alle vetture, si svolgeranno venerdì 5 ottobre dalle 15,30 alle 19,30 presso la Delegazione Comunale di Luzzi. Sabato 6 ottobre si disputeranno le prove ufficiali, in due manche, che consentiranno ai piloti di prendere confidenza col tracciato e mettere a punto le strategie in vista della gara. La prima manche inizierà alle 9,30. Domenica 7 ottobre, infine, il direttore di gara darà il segnale di start della prima salita alle 9, sul tracciato che dall’abitato di Luzzi conduce alla magnifica abbazia cistercense posta in località Sambucina. La premiazione avrà luogo presso l’anfiteatro della cittadina luzzese.

“È un grande orgoglio – ha dichiarato il presidente della Cosenza corse Sergio Perri – che questa magnifica manifestazione, che ogni anno anima il paese di Luzzi, sia tornata a ottenere la massima validità possibile nel campo dell’automobilismo in salita: il Campionato Italiano Italiano Velocità Montagna. Stiamo lavorando – ha concluso il presidente Perri – affinché tutto sia pronto, per offrire agli appassionati e ai piloti stessi uno spettacolo di alto livello”.

Pagina 1 di 29
Thursday the 23rd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.