Varie

Varie (1543)

− COMUNICATO STAMPA −

Quindici milioni complessivi per 17 progetti che permetteranno di far rinascere il centro storico di Mormanno. I cittadini torneranno nelle loro case - abbandonate dopo la scossa del sisma Pollino del 26 ottobre 2012 - ed il cuore del borgo di Mormanno vedrà nuova luce e rilancio.

Il tutto condito da una modalità di operare unica in Italia - ha ricordato il presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra - che assegna, per la prima volta in Italia, al Comune interessato la totalità delle risorse, anche per i privati, e fissa un protocollo d'intesa con Sindacati e ditte per la promozione del coinvolgimento della manodopera locale e punta l'attenzione sui tempi certi di realizzazione delle opere e la legalità sui cantieri.

Per il Sindaco della comunità di Mormanno, Giuseppe Regina, un giorno di svolta. «Abbiamo raggiunto gli obittivi che ci eravamo prefissati fin dal nostro insediamento. Voglio dedicare questo risultato a chi si è speso tanto in questi anni perchè arrivassimo a questo punto: il mio precedessore, Guglielmo Armentano ed il Presidente del Parco, Domenico Pappaterra».

Da lunedì Mormanno si trasformerà in un grande cantiere per la ricostruzione del borgo colpito duramente dal sisma del 2012 che interessò vari comuni del Pollino ma che vide a Mormanno il suo epicentro, mettendo a rischio anche l'esistenza dell'Ospedale civile che fu evacuato. Nel giro di 36 mesi al massimo tutti i lavori dovranno essere consegati. «Si apre dunque una fase - ha ricordato Regina - in cui tutti gli attori coinvolti dovranno fare la propria parte. Dovremo lavorare in sinsergia affinchè questi cantieri possano procedere speditamente secondo il cronoprogramma previsto». Nei prossimi giorni si predisporrà un piano operativo per limitare i disagi alla circolazione e alle attività produttive. Ma la sfida è vinta ed ora serve continuare ad essere una comunità che «ha una maturità che le ha permesso di non arrendersi e rialzarsi».

Alla firma del Protocollo d'intesa con i Sindacati per la sicurezza e la legalità nei cantieri erano presenti Giuseppe De Lorenzo (Fillea Cgil), Pasquale Costabile (Fisca Cisl) e Bruno Marte (Feneal Uil) che hanno rimarcato il grande valore di questo atto che mutua l'esperienza dei cantieri dell'ammodernamento della Salerno - Reggio Calabria. «Ci impegniamo - hanno ricordato le OO.SS. - a vigiliare «affinchè il lavoro e la monodopera siano di qualità».

Di successo ha parlato anche il Presidente del Parco, Domenico Pappaterra, che ha sottolineato la valenza straordinaria di un percorso «unico in Italia e che può doventare esempio per il Paese». Non va dimenticato che per parlare di «missione compiuta» servirà completare l'opera della cantierizzazione delle opere con i 4 mega appalti che ruguardano l'area di Santa Filomena per la quale si sta già lavorando.

«In questa vicenda abbiamo sperimentato nuove prove di relazioni sindacali» e questo percorso «inedito in Italia da ogni punto di vista» impone che ci sia una reciproca consapevolezza e che si faccia squadra sapendo che siamo un tutt'uno».

Infine un ringraziamento è stato rivolto, sia dal Sindaco Regina che dal Presidente del Parco Pappaterra, a quelle famiglie che avevano anticipato le somme per i lavori e quindi hanno manifestato una grande voglia di rimanere un questa comunità e a chi in questi anni ha sopportato ogni tipo di ritardo.

 Vincenzo Alvaro
- giornalista -

− COMUNICATO STAMPA −

Il gruppo raccolta tappi di Castrovillari ,conclusa da poco la raccolta per l'anno 2017 , dersidera comunicare i risultati ottenuti: nella nostra città e nei paesi limitriofi abbiamo raggiunto  il peso di 1880 kg di tappi, pari ad un importo di euro 350,00.
 
Tale somma è stata inviata tramite bonifico bancario il 28 dicembre scorso al Centro Mondialità Sviluppo Reciproco di Livorno (www.cmsr.org), responsabile nazionale del progetto "dall'acqua per l'acqua".
 
Lo scopo di tale progetto è la costruzione di pozzi di acqua potabile nella regione di Dodoma in Tanzania.La siccità e le scarse condizioni igieniche rendono la vita degli abitanti del posto non dignitosa.
 
Con la raccolta dei tappi di plastica diamo un piccolo aiuto a  tanta gente: nel corso degli anni si sono potuti realizzare 34 pozzi e 5 acquedotti, si stima che questi abbiano portato acqua a circa 55000 persone.
 
La raccolta per il 2018 è già cominciata,come sempre facciamo appello alla coscienza dei castrovillaresi e dei cittadini dei paesi circostanti affinchè la quanttà dei tappi raccolti possa aumentare.
 
Tutte le info sulla raccolta tappi a Castrovillari sono disponibile sul sito www.castrovillariblog.it alla sezione "...dall'acqua...per l'acqua".
 
Chiunque voglia contribuire alla raccolta dei tappi di plastica può scrivere all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattare la Prof.ssa Enza Severino al numero 347.8493962.

− COMUNICATO STAMPA −

Lunedì 8 gennaio ad Amendolara ripartirà il servizio di Raccolta Differenziata "porta a porta", rinnovato nel metodo e negli obiettivi. Un percorso nuovo, in cui l'Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Antonello Ciminelli crede fortemente, consapevole dell'alto senso civico dei cittadini del "paese delle mandorle". Nelle settimane trascorse, le famiglie e gli esercizi commerciali sono stati informati sulle modalità del servizio, con la consegna da parte degli addetti, di tutto l'occorrente per rispondere in pieno al regolamento previsto dagli uffici comunali. Si parte lunedì 8 gennaio con la raccolta dell'umido, da conferire nella specifica busta all'interno del mastello (bio-pattumiera) in dotazione, entro le ore 7 davanti all'abitazione. La raccolta dell'umido è un processo alquanto delicato perché punta ad un umido puro, da compostaggio, che oggi il Comune conferisce nell'mpianto di Bucita (Rossano), ma che un giorno potrebbe anche pensare di gestire in proprio, ad esempio con un progetto di lombricoltura, per il quale il sindaco Ciminelli sta già lavorando e che porterebbe all'abbattimento dei costi di conferimento in discarica.

L'umido verrà raccolto tre volte a settimana (come da calendario consegnato). Negli altri giorni spazio a carta e cartone, vetro, plastica e metallo, indifferenziato. Con i sacchetti che dovranno essere adagiati sempre davanti all'abitazione per essere ritirati dagli operatori ecologici. Le categorie dei rifiuti, cosa e come conferire sono tutte indicazioni che i cittadini hanno già ricevuto direttamente a casa da diverse settimane. Prevista anche la raccolta di rifiuti particolari, come oli esausti vegetali, indumenti usati, pile, toner e cartucce, R.A.E.E. e ingombranti: anche in questo caso secondo le modalità ampiamente comunicate.

L'Amministrazione Comunale e il sindaco Ciminelli confidano nel rispetto delle regole e nel buon senso - doti ampiamente riconosciute - dei cittadini di Amendolara per l'avvio di questo nuovo processo, considerato una vera "sfida di civiltà". Un ruolo importante avranno gli operatori ecologici che nei primi giorni saranno chiamati ad educare le famiglie, indirizzandole verso il nuovo percorso. Anche se nell'ultima assemblea popolare, tenutasi a ridosso delle festività natalizie ad Amendolara Marina, alcuni cittadini hanno chiesto al Comune "tolleranza zero" nei confronti di eventuali incivili e "boicottatori" del servizio che con il loro eventuale comportamento potrebbero mettere a rischio il processo virtuoso e l'impegno della stragrande maggioranza degli utenti. Quindi educazione al servizio da una parte, e sanzioni dietro l'angolo dall'altra per gli incivili.

Vincenzo La Camera, giornalista
Comunicazione "Raccolta Differenziata" Amendolara

− COMUNICATO STAMPA −

La Città di Castrovillari, in merito alla raccolta differenziata, si attesta al terzo posto nella graduatoria regionale provvisoria tra i Comuni con popolazione sopra i 5mila abitanti che hanno candidato i propri progetti di miglioramento del Servizio.

Lo affermano con orgoglio il Sindaco, Domenico Lo Polito, e l’Assessore all’Ambiente, Pasquale Pace, i quali annunciano che per questo “ il capoluogo del Pollino avrà un finanziamento di 700mila euro, provenienti dai POR FESR FSE, al fine di migliorare la raccolta che si va affermando sempre più con percentuali interessanti grazie a maggiori coinvolgimenti e sensibilità civiche nonché ad una sinergia pubblico privato e ad una attività portata avanti dal Comune con gli Uffici e dalla Società che si occupa del Servizio, coinvolgendo e sensibilizzando.”

“L’erogazione -tengono a precisare gli amministratori- sono a riconoscimento dell’idea posta in essere dall’Ente, che si sta sviluppando a più livelli per un miglioramento , sempre più accentuato, della qualità ambientale e della stessa vita dei residenti che non possono prescindere dai nuovi percorsi virtuosi messi in campo dall’amministrazione per portare a questa fondamentale metodica per differenziare.”

“L’azione –aggiungono– non può prescindere da nessuno come da quell’accompagnamento ragionato e in atto per renderla efficace in tutte le sue forme d’intervento.”

“Il lavoro , naturalmente, -concludono- non termina qui perché l’obiettivo, sui diversi fronti che si stanno svolgendo, è responsabilizzare al massimo i cittadini per far conferire meno indifferenziato con il conseguente aumento di materiale differenziato. Ecco perché continueremo in maniera costante anche con l’aiuto delle nuove risorse destinateci. Accrescere la partecipazione a questo sistema sarà la svolta che, già dagli ultimi indicatori, ci da favoriti sulla strada di una adeguata raccolta differenziata, fattore determinante per rendere più vivibili e godibili il territorio ed i luoghi che lo contraddistinguono.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Venerdì, 05 Gennaio 2018 21:49

Messa della Stella

Scritto da

− COMUNICATO STAMPA −

La Basilica Minore di San Giuliano in Castrovillari anche quest’anno celebra la Messa della Stella. L’appuntamento è per la sera di giovedì 5 gennaio.

La ricorrenza prevede la processione, la quale si muoverà da Largo Caduti sul Lavoro(antistante palazzo Cappelli) -ex Largo Cavour-, alle ore 22 per arrivare in
chiesa, nel cuore del rione Civita, il centro storico del capoluogo del Pollino, a mezzanotte, dove verrà officiata la tradizionale liturgia della Epifania del Signore, la sua Manifestazione al Mondo.

La processione dopo essere partita da Largo Caduti sul Lavoro attraverserà via dei Martiri, via Mazzini, distributore Agip, via Roma, corso Luigi Saraceni, via Pollino, via xx Settembre, piazza Giovanni XXIII°, corso Garibaldi, il Ponte della Catena, via Giudeca, per giungere, infine, alla Basilica Minore di San Giuliano.

Come è ormai tradizione il momento è atteso e pregno di quella religiosità popolare che lo contraddistingue da secoli e che quest’anno continua ad affermare valori
come accoglienza, protezione, promozione ed integrazione richiamati ultimamente ancor più dal Papa. Per i bambini, come al solito ma sempre sorprendentemente, un’altra notte di attesa ed un risveglio a sorpresa. Per la città ultime ore prima di spegnere gli addobbi che hanno contraddistinto in questo periodo strade ed alcuni luoghi.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

L’amministrazione comunale di Mormanno ha emanato un’ordinanza – che resterà in vigore fino al 7 gennaio 2018 – che vieta la vendita di ogni tipo di fuoco d’artificio ascrivibile alle categorie IV e V. Sono esclusi i prodotti del tipo fontane, bengala, bottigliette a strappo lancia-coriandoli, fontane per torte, petardini da ballo, bacchette scintillanti e simili, trottole, girandole e palloni luminosi. E fa divieto di utilizzare ogni fuoco d’artificio, ivi compresi quelli appartenenti alla nuova categoria V, D ed E, in luogo pubblico e anche in luogo privato con eccezione per gli spettacoli autorizzati dei professionisti.

La volontà di bandire qualunque materiale esplodente è stato preso in ragione della tutela degli animali domestici (in particolare cani e gatti) e della fauna selvatica che per il forte boato derivante dai botti di fine anno ogni anno muoiono per paura.

Manuela De Luca, assessore comunale con delega al randagismo e tutela degli animali, a nome dell’esecutivo guidato dal Sindaco, Giuseppe Regina, ha espresso apprezzamento per la decisione assunta dalla giunta comunale. «Siamo nel Parco e la nostra scelta vuole tutelare anche la fauna selvatica e ci auguriamo che gli altri Comuni del Parco seguano il nostro esempio. Crediamo che ci si possa divertire anche senza botti di fine anno. E convinti di questo abbiamo optato di mettere in campo questa ordinanza».

A sostegno della scelta dell’Amministrazione comunale di Mormanno arriva anche la presa di posizione del Presidente della sezione Enpa di Rende/Cosenza, Lea Santaniello: «Faccio i miei complimenti a questa amministrazione comunale per avere emesso l’ordinanza di divieto dei botti di capodanno, un segno di apertura che mostra un reale interesse verso il benessere degli animali, che rischiano letteralmente la morte. Ogni anno sono, infatti, moltissimi i decessi per infarto di cani e gatti, per non parlare del disorientamento di tutta la fauna selvatica».

Vincenzo Alvaro
- giornalista -
Pagina 10 di 155
Friday the 22nd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.