Varie

Varie (1653)

– COMUNICATO STAMPA –

La nuova edizione di “Civita…nova, Vivere il Centro Storico” aprirà i suoi battenti, nel Castello Aragonese, giovedì 30 agosto, alle ore 18, con la mostra “Il Mediterraneo ed i Colori di Mimmo Sancineto”, sottolineando che siamo al Centro di un’area ricca di Tracce originali e di sfumature epocali.
Alle ore 20, invece, con una nota prettamente sportiva, al teatro Sybaris, nel Protoconvento francescano, la presentazione della squadra del Castrovillari Calcio e la consegna del premio per meriti sportivi. Un ambito , anche qui, espressione di storia e tradizione sentite.
Gli appuntamenti precedono l’avvio del percorso artigianale ed enogastronomico che accompagnerà, nell’antico Rione, la Quattro Giorni farcita di espressività multivalenti le quali danno prestigio alla nostra Terra come l’evento che li preannuncia e che, a partire dalle ore 21,30, nella prima serata, farà gustare un singolare accompagnamento tra musica e teatro di strada a cura di associazioni culturali.
Tutto ciò comincerà a far toccare con mano ed a far capire cosa l’evento desidera legare e che tipo di messaggio intende trasmettere. Questi sintetizzano, anche quest’anno, di voler “possedere” e rilanciare, con dignità, quello che i nostri padri hanno tramandato.
Il “Tornese”, per esempio, antica moneta in uso nella Castrovillari antica, che tanto successo ha riscosso lo scorso anno tra i visitatori, coniata esclusivamente per l’evento e per poter acquistare qualsiasi prodotto in vendita solo ed esclusivamente durante la manifestazione e all’interno dei suoi spazi, è uno dei fattori che richiama, in piccolo, questo forte desiderio di tramandare e valorizzare, sensibilizzando. Ciò viene coniugato grazie alla direzione artistica della Pro Loco, per la sua Capacità, ed all’Amministrazione comunale per la continua Volontà di affermare- con l’appuntamento annuale- questi fattori identitari che, “mescolati nella storia attuale- ricorda, continuando, il Sindaco Domenico Lo Polito-, ribadiscono l’impegno di rendere luoghi, interpretazioni e chiavi di lettura strumenti di rivitalizzazione con le risorse e talenti presenti, veri potenzialità di un territorio.”
L’Amministrazione comunale, anche a tal riguardo, per il tramite dell’Ufficio Pianificazione, diretto dall’ingegnere Roberta Mari, esporrà i progetti che hanno concorso al Bando per il miglioramento funzionale di piazzetta Civitanova.
Ad abbracciare l’evento , sin da mercoledì 29 agosto, mostre di foto antiche e non solo, ospitate nel Castello Aragonese e riguardanti tra l’altro: “Le Ferrovie della Calabria” a cura dell’Associazione Culturale Fremo Calabria; “C’era una volta la locomotiva a vapore” a cura di Carmine Bonadies; ”L’affascinante mondo del baco da seta” a cura del centro studi Momorandum Cortale di Catanzaro; ”I liutai di Bisignano” per mano dei Fratelli De Bonis; ed ancora “Racconta il Carnevale” mostra sulla 60^ edizione a cura di Francesco Limonti;”Esposizioni statiche di auto d’epoca” per mano del Historic Club Castrovillari; ”La tortura Medievale, strumenti e metodi” mostra a cura del Polo Tecnico Turistico tra Sybaris e Laos; una Collettiva di Pittori oltre un omaggio al fachiro castrovillarese “Blacaman” a cura di Mistyca Calabria e una mostra fotografica di Federica Marino. Dal 30 agosto tutto ciò sarà ulteriormente reso palpitante da animazioni per opera di più soggetti e lezioni di danza a cura della Scuola di Ballo “New Dance Only Dance” e “Liscio Mania Dance”.
Ma tanto altro ancora arricchisce l’appuntamento teso a far visitare, a far conoscere quelle testimonianze storiche e quegli ambienti nei quali la risorsa umana è principe di ogni condivisione che suscita come i mercatini dell’usato e dell’artigianato richiameranno.
Da qui l’ennesima sfida a colpi di attenzione sugli aspetti che ci possono rendere ancor più attraenti dal punto di vista turistico e ricettivo, e che i protagonisti delle attività culturali impreziosiscono.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

– COMUNICATO STAMPA –

"Torna dal 30 agosto al 2 settembre “CIVITA...nova”, la manifestazione che coniuga, nel rione Civita, “cuore antico” di Castrovillari, il patrimonio storico, con le capacità degli uomini e donne della città che caratterizzano la vita culturale, sociale ed economica del Pollino, espressione di legami connaturati.”
La rilancia, dopo la presentazione in città, il Sindaco, Domenico Lo Polito, in una dichiarazione affidata alla stampa nella quale precisa, tra l’altro, la valenza dell’iniziativa che si svolge con la direzione della Pro Loco ed il coinvolgimento di altri soggetti per mettere in moto fattori propulsivi.
Ancora nucleo dell’evento il principio che i centri storici e, quindi, i borghi antichi sono i veri motori identitari e trainanti del nostro tessuto sociale, con le dedizioni di tanti e di quella crescita sostenibile che si vuole perseguire coniugando l’Esistente con i Manufatti, il Patrimonio e il Costume con la Tradizione e la Memoria.
“E’ questo il Cuore irriducibile dell’evento – ricorda il primo cittadino riaffermando le ragioni della manifestazione prossima all’apertura- per far pulsare, ancora una volta, il rione Civita e rilanciare la valenza di queste occasioni per lo sviluppo vocazionale locale, valorizzando, sostenendo e rendendo protagonista la realtà, la conoscenza e l’offerta delle specificità sussistenti."
“L’azione castrovillarese nella “Città Festival” e dei festivals riconosciuti – conclude Lo Polito- è, dunque, per promuovere la città e le risorse presenti, tracce inestimabili delle nostre comunità, in una progettualità più ampia che riguarda la valorizzazione del territorio, delle capacità esistenti, dei prodotti locali con il recupero del centro storico, delle bellezze artistiche e naturalistiche nonché una forte attenzione all’aspetto turistico e ricettivo.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

COMUNICATO STAMPA

In data odierna L’Ente Parco Nazionale del Pollino, per come richiesto nel corso della riunione del 21 agosto scorso, ha trasmesso al Ministro dell’Ambiente una dettagliata relazione sui compiti e sulle attività dell’Ente.

La relazione, partendo dalla finalità principale per cui è stato istituito il Parco ovvero, quella della tutela della biodiversità, oltre a descrivere il quadro normativo di riferimento, contiene un dettaglio sulle attività di tutela e conservazione che sono state effettuate nel sito stesso e chiarisce quello che è stata l’attività dell’Ente nel “Progetto Gole Sicure” finalizzato, relativamente alle competenze del Parco, alla  sostenibilità ambientale attraverso la mitigazione degli effetti della pressione antropica sulle Gole del Raganello.

La stessa relazione è stata inviata nell’ambito delle attività di carattere amministrativo al Prefetto di Cosenza, rimanendo a disposizione per ogni ulteriore e necessaria collaborazione.

Ufficio Comunicazione Ente Parco Nazionale del Pollino

Venerdì, 24 Agosto 2018 13:54

Amendolara. Alla scoperta del Pollino

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Un percorso fotografico esperienziale per andare oltre gli occhi e coinvolgere tutti i sensi. Il Pollino assume, così, luci e forme inedite, con i suoi pini loricati e le sue nuvole, i paesaggi e gli scenari più suggestivi, in un rapporto tra l’uomo e la natura che diventa sempre più stretto e autentico, attraverso gli scatti del reporter Adriano Affortunato. La mostra fotografica "Il Pollino in un percorso fotografico sensoriale" - promossa da Paese24.it e dal suo direttore Vincenzo La Camera -  dopo l'inaugurazione di venerdì 10 agosto, presso l’Agriturismo Masseria “La Lista” di Amendolara Marina, è rimasta a disposizione di visitatori - turisti per alcuni giorni. L’evento ha goduto del sostegno della Banca di Credito Cooperativo Mediocrati - con il centro direzionale a Rende (Cs) e una filiale proprio ad Amendolara.

Valorizzare il territorio alla scoperta delle bellezze del Parco più grande d’Europa, dove i colori si alternano e le stagioni dipingono nuovi scenari. L’alta valle del Raganello a San Lorenzo Bellizzi, la Grande Porta, Serra delle Ciavole, il crinale dell’Orsomarso, le vette più alte, il monte Dolcedorme, torrenti, pini secolari che fanno da guardiani e sentinelle. Tutto immortalato ed esposto tra gli alberi dell’Agriturismo, così da creare una cornice naturale in un ambiente rural e suggestivo.

All’evento inaugurale, oltre al giornalista Vincenzo La Camera e al fotografo Adriano Affortunato, sono intervenuti anche Roberto De Marco, esperto di canyoning, il sindaco di Amendolara, Antonello Ciminelli e il gestore della struttura ricettiva, Giuseppe Benvenuto. Promuovere la qualità e l’esperienza contrapponendosi al turismo di massa, veloce e di consumo che poco valorizza le tipicità di un luogo. E’ quanto emerso durante l’incontro in un salotto all’aperto tra la natura e per la natura, dove i visitatori hanno goduto della visione degli scatti grazie anche al supporto di didascalie descrittive in un viaggio ideale in chiave “slow” che coinvolge anima e corpo.

 

Federica Grisolia (Paese24.it)

 

COMUNICATO STAMPA
 
Non ci sono parole per descrivere il dolore e lo sgomento di queste ore. Ma ci sentiamo vicini al popolo di Civita, al Sindaco Tocci e alla sua comunità, come alle famiglie delle vittime, ai feriti ed a quanti sono rimasti coinvolti nella tragedia del Raganello. 
Per questo motivo abbiamo deciso, come amministrazione comunale, di annullare gli eventi ludici e di spettacolo in programma per oggi, come forma di rispetto nei confronti di quanti sono stati colpiti da tale evento luttuoso. Con il comune di Civita avevamo intrapreso un percorso condiviso di obiettivi comuni per la crescita del territorio. Oggi più che mai ci sentiamo in dovere di mettere a frutto questo percorso perchè insieme si possa risorgere da un fatto cosi tragico. Assicuriamo al Sindaco, Alessandro Tocci, e la sua comunità la vicinanza e solidarietà della nostra amministrazione e della popolazione tutta.
 
Amministrazione comunale di Mormanno

– COMUNICATO STAMPA –

La manifestazione organizzata dall’Ass. Identità Territoriale, presidente Nicola Zaccato, noto alpinista e trekker, si terrà il 17 agosto 2018 in uno spazio del Festival del Mediterraneo Interiore denominato “Trekking tra i due mari”. Questo per mettere in risalto il lagame tra l’alto Ionio ed il Parco Nazionale del Pollino.

La manifestazione che avrà luogo presso Palazzo Giannetasio alle ore 21:30, nei pressi del castello di Oriolo ed il teatro San Giacomo, sarà preceduta dalla Passeggiata Culturale organizzata da Paese 24 dal titolo “Passeggiata culturale tra le bellezze di Oriolo”.

Progetti nelle scuole.

Uno degli scopi dell’associazione del trekker Nicola Zaccato è quello di promuovere la pratica motoria, fisica e sportiva, nonché diffondere una maggiore consapevolezza e cultura del movimento tra tutta la popolazione, con particolare attenzione ai più giovani, a partire dall’ambiente scolastico, attraverso offerte sportive ed interventi formativi specifici e mirati. Per realizzare questi obiettivi l’Associazione Identità Territoriale attua - in collaborazione con il Parco Nazionale del Pollino e con le altre Istituzioni – in questo caso specifico il Comune di Oriolo, diverse iniziative nella scuola. Partendo dall’impresa del Trekking dei 2 Mari che ha attraversato la Calabria dallo Ionio al Tirreno, passando per il Parco Nazionale del Pollino, si vuole proprio sottolineare questo legame presente in Calabria tra i 2 mari ed il Pollino.

Con questo Progetto, Identità Territoriale, attraverso la collaborazione del Parco Nazionale del Pollino, vuole offrirsi al mondo della scuola quale risposta concreta e
coordinata all’esigenza di diffondere l’educazione fisica per favorire i processi educativi e formativi delle nuove generazioni unitamente alla conoscenza del territorio che coincide con il Parco. Ecco la necessità di toccare i Comuni facenti parte del Parco Nazionale del Pollino per promuovere ed informare, attraverso la testimonianza delle imprese realizzate nel Pollino, attraverso la rivisitazione dei video del famoso “Trekking dei 2 Mari”. Primo trekking che ha visto la traversata del Prco dal Tirreno allo Ionio.

Programma.

 Il Video-documentario che verrà proiettato nel Comune di Oriolo all’interno del Festival del Mediterraneo interiore, sulle imprese di Nicola Zaccato, toccheranno le imprese realizzate all’interno del Parco Nazionale del Pollino, fino all’uscita dal territorio italiano, dalla conquista del Monte Bianco, partendo dal versante francese fino ad arrivare al versante italiano, fino all’ultima impresa realizzata, la scalata del monte Elbrus ai confini dell’Europa. Il video di quest’ultima impresa sarà proiettato durante il convegno.

 Il Convegno sarà aperto al pubblico che toccherà il Festival ma anche rivolto alle associazioni sportive e naturalistiche, speleologiche e culturali, alle comunità ed agli amministratori presenti all’interno del Parco Nazionale del Pollino. Il convegno incentrato sulle imprese di Zaccato mira a far conoscere anche le bellezze, gli usi, i costumi presenti nel Parco in una visione di comparazione con altri territori nazionali ed internazionali in una prospettiva di sviluppo economico eco-compatibile.

Pagina 9 di 166
Sunday the 16th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.