Varie

Varie (1683)

– COMUNICATO STAMPA –

Il presidente di Confapi Calabria Francesco Napoli, entusiasta del progetto “Sapar per il gioco responsabile”, accoglie la proposta dell’azienda che ha fatto la storia dell’Automatico Italiano. La “SAPAR - servizi apparecchi per le pubbliche attrazioni ricreative”, ha aderito alla confederazione della piccola e media industria privata e ha contestualmente presentato un progetto per la lotta alla ludopatia, a favore del gioco legale e pulito in cui verrà coinvolta anche l’associazione consumatori Codacons. Un modello vincente già diffuso e rodato nella regione Lazio e che presto, grazie a Confapi, si estenderà anche in Calabria. «Il gioco responsabile parte dalla prevenzione e dalla promozione di quello legale – commenta Napoli – bisogna arginare quello clandestino. Sono numerosissimi i siti online illegali e incontrollabili, per combatterli bisogna fare più informazione». La SAPAR conta migliaia di produttori e ha permesso all’industria di settore non solo di far valere i propri diritti nelle sedi istituzionali, ma anche di progredire costantemente, fino ad acquistare il massimo prestigio a livello internazionale.

Obiettivi del progetto sono la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di dipendenza da gioco d’azzardo, e la riduzione dell’impatto e delle ricadute sulla collettività in termini di costi, sicurezza e legalità. Il programma intende realizzare azioni di prevenzione rivolte alle fasce più fragili della popolazione a rischio di GAP (Gioco d’Azzardo Patologico) e azioni di sostegno psicologico delle persone già colpite dal fenomeno. Diversi gli strumenti da mettere in campo, anche per dimostrare a un’opinione pubblica sempre più consapevole della problematica del GAP e allo stesso tempo disinformata su quanto già si sta facendo. SAPAR - supportata da evidenze scientifiche internazionali -  punta da sempre sulla formazione, l’informazione, l’educazione e il sostegno, convinta di quanto questo giochi un ruolo estremamente positivo nel contrasto ai fenomeni patologici. 

Un modello esemplare che verrà presentato alla Regione Calabria - grazie a Confapi Calabria e SAPAR – per essere introdotto nelle scuole di tutte le provincie del territorio calabrese. 

Valeria
 
Ufficio stampa 

– COMUNICATO STAMPA –

Dopo il primo giorno, vissuto con successo dall’iniziativa “Convivio d’Ottobre/Festa dell’Uva e del Tartufo” in programma sino a questa sera nel rione Civita grazie all’Amministrazione comunale, con la collaborazione della Pro Loco, la continuazione della stessa rilancia il ruolo di appunti come Civita..nova, tra le iniziative storicizzate riconosciute dalla Regione, per il ruolo che possono svolgere questi borghi antichi nel promuovere i frutti della Terra che rendono tipici i comprensori.
“Così- aggiunge il Sindaco, Domenico Lo Polito- si affermano le eccellenze, come il Tartufo del Pollino, che ci contraddistinguono anche in quei segmenti di nicchia, più ricercati e preziosi, di cui il mercato e gli intenditori vanno #a caccia# per l’unicità dei prodotti ulteriormente resi da uomini e donne, dalle capacità e professionalità che li caratterizzano e, soprattutto, dalla salubrità degli ambienti in cui si perpetuano.”
“Fattori che qui- aggiunge- abbiamo voluto rimettere in gioco grazie a sostenibilità, sensibilità e dedizioni umane, implicate con azioni che desiderano raccontare dal vivo, coinvolgendo, le opportunità che fanno interessanti questi momenti per la collettività e le intraprese le quali cercano, a loro volta, d’interpretare vocazioni e tradizioni.” Gli appuntamenti di questa sera, nei Chiostri del Protoconvento francescano nuovamente resi dalla degustazione del Tartufo del Pollino, aiuteranno a rendere tutto ciò grazie, soprattutto, agli interpreti della nostra Cucina. La serata e, quindi, le proposte, si congederanno dal pubblico alle ore 22, con un concerto di Amedeo Minghi in piazza Castello a cura dell’agenzia Sinfony & Sinfony. “L’offerta complessiva di valorizzazione che in queste due serate è stata veicolata attraverso l’ecotipo del Tartufo del Pollino – conclude Lo Polito- ribadisce che al Sud lo sviluppo passa per il #sostenibile# nelle mani della gente, dei giovani e di quanti comprendono che queste risorse hanno bisogno di essere aiutate ad esprimersi al meglio per competere con i propri talenti che tanti c’invidiano.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

– COMUNICATO STAMPA –

«Essere dalla parte delle famiglie vuol dire assumere responsabilmente atti concreti che vadano nella direzione di sostenere e condividere con il nulceo portante di una comunità la vita quotidiana, offrendo più servizi al minor costo. Ecco perchè abbiamo scelto di innalzare la fascia Isee per l'esenzione di due servizi essenziali per le famiglie della nostra comunità: la mensa ed il trasporto scolastico rappresentano gli strumenti operativi che sostengono i nuclei nella loro quotidianità riferita alla scuola. In un piccolo borgo come il nostro - ha aggiunto il Sindaco, Giuseppe Regina - crediamo di aver operato in maniera coraggiosa per dimostrare fattivamente di voler essere una amministrazione che condivide e prende in carico un pezzo dei problemi che vivono le famiglie che popolano il nostro borgo».

Una scelta fatta con «grande orgoglio» - hanno aggiunto tutti i membri della giunta comunale - che si colloca nel solco delle scelte fatte «per il bene comune, promesso ed operato dall'inizio del nostro mandato alla giuda di Mormanno». Con questa scelta siamo certi si «creano maggiori possibilità per le famiglie e per i bambini di usufruire di servizi comunali essenziali».

Vincenzo Alvaro
- giornalista -

– COMUNICATO STAMPA –

E’ stato costituito un Tavolo di confronto che, con cadenza mensile, vedrà direttamente impegnati il Direttore Generale dell’ASP di Cosenza , Raffaele Mauro, e le Associazioni promotrici della manifestazione per la tutela dell’Ospedale di Castrovillari (Associazione Famiglie Disabili (AFD), Associazione Medici Cattolici (AMCI), Associazione Volontari Italiani Sangue (AVIS), Associazione Volontari Ospedalieri (AVO), Associazione Amici del Cuore, Associazione Non Più Soli Nella Lotta Contro I Tumori, Associazione Solidarietà e Partecipazione). Il Tavolo sarà finalizzato a valutare i problemi e l’andamento degli interventi relativi all’Ospedale di Castrovillari. Questo un primo, importante risultato della manifestazione che, stamane, ad onta di un clima piovoso non certo favorevole, ha portato una grande folla di centinaia di cittadini di Castrovillari e del comprensorio a manifestare davanti la sede dell’ASP di Cosenza.

Diversi i pullman utilizzati, oltre ai tanti che hanno usato mezzi propri, e ad Associazioni di Cosenza e di Castrovillari (tra gli altri il Movimento NOI di Cosenza e il Centro Anziani L’Amicizia di Castrovillari, con la sua Presidente Angela Rizzuto) che hanno voluto partecipare a questa giornata di democrazia partecipata.
Neanche le Istituzioni hanno fatto mancare il loro supporto alla iniziativa popolare (vivace, oltre che partecipata, ma che si è svolta nel massimo ordine e senza sbavatura alcuna). Hanno infatti dato la loro concreta adesione, partecipando alla manifestazione, i Sindaci di Morano, Mottafollone, San Donato di Ninea e San Sosti e il Consigliere Regionale Carlo Guccione.

Una folta rappresentanza dei manifestanti è stata ricevuta dal Direttore Generale dell’ASP, Raffaele Mauro, a cui è stato illustrato e consegnato un dettagliato documento di analisi della situazione dell’Ospedale di Castrovillari, ma soprattutto una nutrita e motivata serie di richieste e di proposte, che il Direttore si è impegnato a riscontrare a breve. Richieste che riguardano la gravissima carenza di Personale, le inaccettabili lungaggini dei vari lavori manutentivi e di ristrutturazione, la mancanza di attività cliniche fondamentali e urgentissime come ad esempio l’area del post-acuzie (cioè i Reparti di Lungodegenza e Riabilitazione Intensiva Fisiatrica per un totale di ben 30 posti letto, immediatamente attivabili), vera pietra angolare per il rilancio dell’Ospedale, per la cura di pazienti delicatissimi e per incrementare il numero dei posti letto che continuano drammaticamente a diminuire. Dai previsti 223, mai raggiunti, ai 120 di qualche anno fa, ai 93 attuali. E’ assolutamente necessaria una programmazione seria e concreta tesa a riorganizzare l’attività del nosocomio del Pollino e che inverta l’attuale, pericoloso trend di declino che rischia di cancellare del tutto l’Ospedale.

In merito, poi, alla insistita richiesta fatta dalle Associazioni, di abbinare la definizione di tempi certi alle iniziative intraprese o da intraprendere, il Direttore Generale ha assicurato la massima disponibilità, nei limiti del possibile, ed anzi, ha anticipato che proprio in questi giorni ci dovrebbero essere chiarimenti sulle nuove sale operatorie.

Il documento stilato dalle Associazioni sarà inviato a tutti gli Organi istituzionali interessati e sarà divulgato e fatto oggetto di pubblico dibattito, sempre nell’ottica della informazione e partecipazione democratica che deve interessare e coinvolgere tutta la popolazione.

Castrovillari 5 ottobre 2018

Associazione Famiglie Disabili (AFD),
Associazione Medici Cattolici (AMCI),
Associazione Volontari Italiani Sangue (AVIS),
Associazione Volontari Ospedalieri (AVO),
Associazione Amici del Cuore,
Associazione Non Più Soli Nella Lotta Contro I Tumori,
Associazione Solidarietà e Partecipazione.

 

– COMUNICATO STAMPA –

Lo sapevi che un prodotto che nella sua genesi è stato testato su animali, può definirsi vegan? E che può addirittura essere certificato vegan?

Reolì è un grasso vegetale spalmabile (una sorta di margarina) che è stato sviluppato effettuando test in laboratorio su 70 ratti, presso l'Università della Calabria.

Il prodotto non solo viene definito “adatto a consumatori vegani e vegetariani” dall’azienda stessa, ma ha ottenuto la certificazione vegan da parte di ICEA.

Ci chiediamo come si possa definire vegan un prodotto unicamente perché composto da ingredienti “vegetali” ignorando il fatto che è stato sviluppato mediante test che hanno comportato la morte di decine di animali.

Il termine vegan, così come coniato da Donald Watson 70 anni fa, rappresenta “un modo di vivere che cerca di escludere, per quanto possibile e praticabile, tutte le forme di sfruttamento e crudeltà verso gli animali per il cibo, i vestiti o qualsiasi altro scopo”. Appare quindi evidente che chiamare vegan un prodotto testato su animali sia un controsenso.

Visita il sito e scopri di più sull’investigazione di Animal Amnesty nel mondo dei test alimentari.

http://www.vivisezionenelpiatto.it/CertificatoVEG/

Ufficio stampa Animal Amnesty

Martedì, 02 Ottobre 2018 20:20

Mormanno. Microchip Day

Scritto da

– COMUNICATO STAMPA –

L'amministrazione comunale di Mormanno in collaborazione con l'ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) organizza per sabato 6 ottobre a partire dalle ore 10.30 in contrada Pantano presso la casette di legno nei pressi del Lago il Microchip Day.

Medici veterinari, guardie zoofile, volontari dell'Enpa forniranno a tutti i proprietari di cani utili consigli sulla gestione degli animali oltre a procedere con l'applicazione dei Microchip sotto cute che non è dannoso per gli animali ed è ormai una pratica obbligatoria per legge.

Tutti i possessori di animali a quattro zampe potranno presentarsi nell'apposita postazione organizzata dall'amministrazione e da Enpa muniti di carta di identità, ricevuta di pagamento del bollettino dell'importo di 18,75€ precedentemente versato all'Asp di Cosenza c/c 16353872 - Causale Diritti Veterinari Cod A 28/05. «Con questa iniziativa - spiega l'assessore Manuela De Luca - vogliamo dare ai cittadini di Mormanno proprietari di cani l’opportunità di adeguarsi alla normativa vigente in materia di detenzione di cani mettendo a disposizione un veterinario Asp che si occuperà dell’inoculazione dei microchip. L’attuazione della L.281/91, tutta, è l’unico modo possibile per combattere il randagismo»

Vincenzo Alvaro
- giornalista -
Pagina 9 di 169
Saturday the 16th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.