Varie

Varie (1611)

COMUNICATO STAMPA

Mormanno, Laino Borgo e Laino Castello pronti a dare battaglia al commissario Scura per il pericolo di spoliazione della «già esigua rete assistenziale». Come già fatto in passato Giuseppe Regina, sindaco del comune della Lenticchia e del Bocconotto, insieme ai primi cittadini di Laino Borgo e Laino Castello, rispettivamente Francesco Armentano e Gianni Cosenza, hanno scritto al Prefetto di Cosenza per chiedere con urgenza la istituzione di un tavolo che veda la partecipazione della Regione Calabria e del Commissario alla Sanità, Scura, «funzionale a definire» ciò che era stato già deciso nel piano sanitario dell'Asp di Cosenza che rispetto alla Casa della Salute di Mormanno. 

Quello che è avvenuto nel passato «con la temeraria riduzione dei 30 posti letto di riabilitazione intensiva, che offrivano una qualificata risposta ai cittadini del Pollino» è un «atto di violenza che è continuato con i provvedimenti assunti dal commissario Scura in spregio agli accordi già sanciti, sollecitato dallo stesso commissario e perfezionato dai tre comuni che hanno investito 2 milioni di euro del sisma 2012 nella riorganizzazione della struttura di Mormanno, promossa da Scura come Casa della Saluta con annessa Rsa». 

Le previsioni riguardanti la Casa salute di Mormanno hanno disatteso «completamente l'accordo sottoscritto quando Sindaco della comunità era Guglielmo Armentano presso la Prefettura di Cosenza alla presenza del direttore generale dell'Asp, Raffaele Mauro, del prefetto di Cosenza, del rappresentante dell'ufficio del Commissario, dottor Urbani, del dirigente del dipartimento regionale salute, dottor Pagliaro, del delegato alla sanità del presidente Oliverio, dottor Pacenza e dei sindacati Fp Cgil, Confial Sanità, Uil Fpl.  

 L'accordo prevedeva la dimissione dei 30 posti letto di riabilitazione intensiva da trasferire all'ospedale di Castrovillari, contestualmente all'attivazione di 40 posti letto di Rsa di cui 20 medicalizzati e 20 per anziani, in aggiunta ai 20 già confermati di riabilitazione estensiva.

 Proprio sulla base di questa previsione i tre comuni deciso di investire risorse del terremoto per la messa in sicurezza e di adeguamento ai requisiti di accreditamento della struttura stessa unitamente alla verifica della possibilità di collocare su Mormanno l'assistenza residenziale del servizio di Disturbi dei comportamenti alimentari; l'impegno a verificare la possibilità di ripristinare la Uoc di riabilitazione.

 Nonostante tutto questo l'autorità commissariale «ha cancellato tutto, determinando così un danno di assistenza ed economico alle casse comunali, che si era sacrificate sensibilmente per le loro risorse per far si che il loro presidio sanitario continuasse ad essere punto di riferimento del territorio».

 Pertanto per «tutelare gli interessi delle nostre comunità abbiamo deciso di rivolgerci al professore Ettore Jorio per verificare se ci sono le condizioni anche legali per opporci a tale volta faccia rispetto alle decisioni già assunte e deliberate. Con forza - sempre nel rispetto delle regole democratiche - difenderemo l'interesse delle nostre comunità ed il diritto alla salute che ci è dovuto».

  Vincenzo Alvaro - giornalista - 

Mercoledì, 20 Giugno 2018 14:54

Castrovillari verso EXPO 2018

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Dal 23 giugno al primo luglio si terrà a Castrovillari, nel Villaggio Scolastico,  con una partecipazione del Comune in partnership con altri soggetti, a partire dall’Ente Spazio Fiera, vera locomotiva dell’evento, una nove giorni i cui interpreti saranno l’artigianato, l’industria, il commercio , l’agricoltura, il turismo, i prodotti tipici e quelle opportunità legate ad ecotipi del Territorio come il Tartufo del Pollino o la cipolla bianca di Castrovillari rendono con altri fattori, esprimendo la forza propulsiva di quest’area con il suo patrimonio indigeno tra tradizioni e costume.

Lo rende noto e afferma l’Amministrazione comunale la quale, oltre a richiamare la portata dell’iniziativa, intrigante per Castrovillari, rammenta quella già vissuta dalla città negli anni passati grazie ad amministratori come Francesco Muraca e Nunzio Masotina che, con le proprie amministrazioni ed altri, hanno perseguito tale strada, certi che la crescita passa e si moltiplica con quei talenti propri che annodano il terziario con le imprese e, quindi, con quell’intrapresa tutta umana che rende ogni possibilità fattiva negli interscambi e raffronti.

L’appuntamento- spiega sempre l’Amministrazione-  oltre ad essere una vetrina sul potenziale esistente, coniugato in più modi tra presenze, spettacoli nel segno dell’identità, approfondimenti dedicati sulle peculiarità che rendono, esaltano e presentano interessante quest’area, è sicuramente uno spazio per rilanciare le imprese degli uomini e donne del lavoro, esempi che reagiscono, mettendosi in gioco a fianco della comunità e collettività per affermare un percorso che è sempre vincente quando è inclusivo e partecipativo. L’idea, insomma- aggiunge-,  è quella di mettere, anche qui, in rete una serie di persone, rapporti ed ambiti che già dialogano, certi che questi momenti sono il vero accompagnamento allo sviluppo vocazionale dei territori. Una compagnia che si distende un passo alla volta per valorizzare esperienze, competenze, potenzialità, prodotti e la realtà stessa. L’ambito di Expo è tutto questo e tanto altro ancora- rincara la dose l’Amministrazione, concludendo- con appuntamenti legati a ciò che sa far rifluire e richiama la parola Turismo legati al benessere dell’esistente che non è disgiunto dall’azione sostenibile delle persone nelle loro attività, i veri attori di questo appuntamento multiplo che nasce dalla volontà di mettersi insieme per dare visibilità ad un distretto locale che ne ha per tutti i gusti e, come ogni lembo di Calabria, rappresenta e trasmette da secoli, forte delle sue Testimonianze e Tracce, ciò che le esemplifica, sintetizza, rilancia e partecipa nel segno di quella eredità che bisogna riguadagnare sempre più con dignità, riconoscendo la forza che si sprigiona da essa grazie a ciò che la perpetua.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Questa mattina, in occasione del centenario della morte della Medaglia d'Argento al Valor Militare Cap. Ettore Manes, presso la sede della 2^ Compagnia Guastatori di Castrovillari, intitolata all'eroe, ha avuto luogo una sentita e solenne cerimonia commemorativa.

Il Colonnello Alessandro DEL BIONDO, Comandante dell'11°Reggimento Genio Guastatori di Foggia, reparto dell'Esercito Italiano in cui la 2^ Compagnia di Castrovillari è inquadrata, ha reso onore nel suo discorso alla figura eroica del Cap. Manes, Ufficiale castrovillarese caduto a Fosso Palumbo (Treviso) nel 1918 durante il Primo Conflitto Mondiale, distintosi per molteplici atti di eroismo e decorato con tre Medaglie d’Argento al Valor Militare.

Il Comandante nel suo intervento ha sottolineato che celebrare i caduti con il loro estremo sacrificio significa riconoscere il grande contributo che hanno dato nel permettere di realizzare gli ideali di unità nazionale, infine ha ricordato come spirito di sacrificio, altruismo, impegno, lealtà e onore militare rappresentano i pilastri dell’etica militare. 

A suggellare la solennità della giornata, la cerimonia è proseguita con gli onori ai caduti in guerra, la deposizione di una corona di alloro presso la lapide commemorativa presente in caserma, in memoria dell’eroe e a conclusione dell’evento è stata celebrata la Santa Messa in caserma. 

Alla cerimonia hanno sentitamente partecipato, in segno di genuina vicinanza alla Compagnia, al Reggimento e alla Forza armata, la Signora Maria Manes, nipote dell’eroe e numerose autorità civili, militari e religiose.

L’11° Reggimento Guastatori di Foggia e la 2^ Compagnia di Castrovillari sono i Reparti del Genio della Brigata Pinerolo che così come i loro omologhi delle altre Brigate, grazie alle esperienze maturate nei teatri operativi e alla elevata connotazione “dual use”, operano in favore della comunità nazionale sia con la bonifica di residuati bellici, ancora ampiamente presenti sul territorio nazionale, sia in caso di pubblica utilità a favore della popolazione civile.

 

COMUNICATO STAMPA

Parte da Castrovillari, sabato 9 Giugno, alle ore  9,30, nella sede dell’ENSA, in via La Falconara, il primo modulo del corso gratuito di preparazione per educatori volontari di sicurezza stradale che prevede tre livelli e la formazione di figure dedite all’educazione e diffusione di questa importante cultura. 

L'iniziativa,patrocinata dalla Regione Calabria e dall’ACI,  fa parte delle finalità previste  nel progetto denominato  "Sulla strada con saggezza e in sicurezza" promosso dall'ASSAPLI,  Associazione appartenenti alla Polizia Locale Italiana, firmataria della Carta Europea della Sicurezza Stradale “25.000 vite da salvare”.

Un percorso che coinvolgerà anche i centri di Villapiana e Cassano allo Jonio, sviluppando appositi incontri come ricorda il presidente nazionale dello stesso organismo, l’avvocato Dario Giannicola,  il quale sottolinea la portata degli approfondimenti , determinanti, in quel contesto che riguarda la prevenzione e salvaguardia della persona, per una conoscenza di quei comportamenti che sulla strada hanno un valore incalcolabile proprio per ciò che possono evitare se osservati da parte di chi guida autoveicoli, moto, bici ed è anche pedone.

Fattori – aggiunge il presidente nazionale-  che desiderano suscitare ed indirizzare, accompagnando per capire quanto è importante la sicurezza stradale per la vita di ciascuno.

ASSAPLI

 

COMUNICATO STAMPA

La capacità innovativa del programma PLL nell'ambito delle Politiche Attive per il Lavoro dove diversi giovani si mettono in gioco- ma opportunamente sostenuti- in un percorso virtuoso al fine di creare intrapresa ed interagire con le imprese sarà al centro del convegno in programma mercoledì,  nel Circolo Cittadino di Castrovillari, a partire dalle ore 16, con il titolo “Nuove risorse e nuove opportunità per il nostro Territorio”, quelle che di fatto hanno dimostrato nel Paese, con la loro vitalità, quanto sia decisiva per il nostro sistema economico la risorsa dell’iniziativa.

Da qui i 22 giovani, vincitori del bando, presenteranno alla manifestazione i loro progetti e le loro idee strategiche per lo sviluppo del Territorio nel settore turistico, agroalimentare e della sostenibilità ambientale.

Questi sono Anna Amato, Rosita Cersosimo, Rosangela Curcio, Graziella D’Acri, Giuseppe Doni, Valentina Fondacaro, Giuseppina Valeria Mazzillo, Annamaria Francesca Mete, Valeria Minasi, Michele Naso, Vincenzo Roma, Giovanvincenzo Solano, Carmine Tufo, Francesco Antonio Zaccaria, Michele De Rose, Antonella De Rosis, Pietro Gaudio, Maria Romilda Marsiglia, Mariapiera Mele, Alessia Pignataro, Domenico Regina e Francesco Salomone.

Le capacità in questione ,con un alto profilo formativo (con età non superiore ai 35 anni e lauree specialistiche che vanno da Scienze biologiche ad Alimentari sino a quelle Turistiche, nonché a Lingue, Giurisprudenza, Economia, Ingegneria, Geologia e Teoria della comunicazione d’azienda) hanno iniziato il percorso formativo di nove mesi a novembre 2017, mentre altri tre sono stati inseriti nello scorso aprile per lo scorrimento della graduatoria.

Per la precisione nel settore agroalimentare dei 9 beneficiari, sei realizzeranno un progetto di impresa e tre dovrebbero essere inseriti in aziende del settore; invece dei 13 affermatisi per il comparto turistico, sei compiranno un progetto di impresa  e sette saranno immessi in aziende specifiche;
dei rimanenti 4, per il settore ambientale – green economy, due, invece, concretizzeranno un progetto di impresa mentre altri due dovrebbero operare in apposite aziende.

Partecipano all’evento di conoscenza, presentazione e approfondimento pubblico  i Sindaci dei 59 Comuni del PLL del progetto Neos Pol.J.S. L’iniziativa verrà introdotta dai saluti del primo cittadino di Castrovillari, Domenico Lo Polito, del dirigente del Settore Piani Lavoro e Sviluppo e Politiche Territoriali della Regione, Cosimo Cuomo, e conclusi dal Vescovo della Diocesi di Cassano, monsignor Francesco Savino.

La Diocesi è parte integrante del partenariato, guidato dalla città di Castrovillari, in qualità di Comune capofila di una cordata che coinvolge ben 89 partner : da Rocca Imperiale, sull’Alto Jonio, fino a Scalea sull’Alto Tirreno, con tre comunità montane, l’Ente Parco del Pollino , due distretti rurali, la Soprintendena, le Terme, il fior fiore delle imprese agricole, i consorzi turistici e la già enunciata Diocesi. Un fatto che esprime l’importanza di fare sistema e rete.

Un’azione sinergica, a sostegno e sviluppo delle vocazioni dei Territori e per l’occupazione duratura e di qualità, che nasce dal basso- ricordano gli organizzatori-, come sancito nel progetto Neos Pol.J.S., realizzato in collaborazione con il Gal Pollino Sviluppo e arrivato al primo posto in Calabria nel 2014 grazie alla volontà di interfacciarsi con l’esistente e di dara vita a un’Intesa per suscitare e raggiungere finalità di crescita solidale, sostenibile, integrata e dedicata inoltre a espandere il comparto delle piccole e medie imprese.

Al momento interverranno, per richiamare spirito ed azione del progetto e dei PLL ,pure Giuseppe Campisi, responsabile Por FSE della Regione per la Linea d’intervento Mercato del Lavoro, i direttori dei GAL Pollino, Alto Jonio e Riviera dei Cedri, rispettivamente Francesco Arcidiacono, Franco D’Urso e Domenico Amoroso, nonché il presidente dell’Ente Parco del Pollino, Domenico Pappaterra, il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, ed il consigliere regionale con delega all’agricoltura, Mauro D’Acri.

L’iniziativa che si pone in una logica d’insieme, per la crescita del lavoro e nel solco delle politiche per la coesione, ribadisce l’imprescindibilità di questi fattori e percorsi per ogni sviluppo che si rispetti quanto per le nostre realtà bisognose di tali tracce al fine di rendere armoniosamente un patrimonio, tra talenti, vocazioni ed eccellenze che lo tramandano e lo hanno ereditato, pronto ad essere riguadagnato con dignità.

L’ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

Con enorme piacere porgo, a nome mio e dell’Amministrazione comunale, i migliori auguri  al concittadino, l’ispettore superiore, presso il Commissariato  PS di Castrovillari, Rocco Botta che il 2 giugno, in occasione della ricorrenza del 70° della Festa della Repubblica, durante la manifestazione svoltasi a Cosenza in piazza XI Settembre, presso l’Ufficio Territoriale del Governo,  ha ricevuto l’onorificenza al merito  di Cavaliere del Presidente della Repubblica dalle mani del Prefetto, Gianfranco Tomao; presente all’atto di consegna il Questore, Giancarlo Conticchio, e il primo cittadino del capoluogo del Pollino (dinanzi a rappresentanti di tutte le Forze armate e dell’Ordine, il rettore dell’Università, Sindaci, Parlamentari della provincia e tanti cittadini).

Un vanto, nello specifico, per la Polizia di Stato, il Commissariato, dove opera da anni, e la Città di Castrovillari che lo conoscono per signorilità, impegno, professionalità, capacità  e distinte doti umane, sempre pronto, con i suoi colleghi e superiori, ad impiegarsi in azioni a tutela delle regole e della legalità, improntate ai principi di salvaguardia e promozione del bene comune.

E’ con questi sinceri sentimenti di stima che lo salutiamo, certi che uomini e dedizioni del genere fanno l’Italia, forte di valori e sacrifici humus della storia del nostro Paese come esprime tale momento che sottolinea il valore assoluto della Repubblica su cui si fonda la Costituzione, entrata in vigore il 1 gennaio 1948.

Il Sindaco

  Domenico Lo Polito

Pagina 8 di 162
Friday the 19th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.