Varie

Varie (1587)

COMUNICATO STAMPA

Cresce l'attesa ad Oriolo, uno dei "Borghi più belli d'Italia", per l'appuntamento storico in programma domenica 20 maggio, quando la preziosa "reliquia del dito grosso del piede destro" di San Francesco di Paola sarà accolta per la prima volta nella storia presso il Santuario dedicato al grande taumaturgo calabrese, per ritornare in serata ad Oriolo. Nel 1483 San Francesco lasciò la Calabria alla volta della Francia. Non fece più ritorno nei suoi luoghi natali e morì a Plessis-Lez-Tours il 2 aprile 1507, venerdì santo. Il 20 maggio 2018, l'alluce mummificato dell'eremita francescano tornerà dunque a Paola per la prima volta dopo oltre 500 anni. Un altro tassello importante, decisivo, che conferma la venerabilità della reliquia e quindi la sua inconfutabile veridicità, già confermata con una lettera del 9 maggio 2008 a firma della Postulazione Generale dei Minimi di Paola, indirizzata all'allora parroco di Oriolo, don Nicola De Luca. L'Amministrazione Comunale di Oriolo, la parrocchia San Giorgio Martire guidata dal nuovo sacerdote don Nicola Mobilio, la Città di Paola e la Basilica - Santuario di San Francesco hanno organizzato nei dettagli questo storico pellegrinaggio che coinvolgerà la comunità di Oriolo ma anche tanti fedeli e amministratori locali dei comuni viciniori.

Domenica 20 maggio, alle 6.30, partiranno da piazza del Borgo alla volta di Paola, almeno quattro pullman con numerose auto a seguito. Pellegrina d'eccezione la sacra reliquia che sarà accolta alle 9 all'inizio del Viale del Santuario a Paola, dove in  processione si recherà verso la Basilica. Qui è prevista la consegna delle chiavi della città di Oriolo da parte del sindaco Giorgio Bonamassa. Sino alle ore 11, i pellegrini potranno dedicarsi alla preghiera personale e alla visita dei luoghi del Santuario. Alle 11 si snoderà la processione verso la nuova chiesa di San Francesco. Prima della Santa Messa, prevista per le 11.30, è in programma l'intervento del professor Vincenzo Toscani di Oriolo, il quale ha seguito in maniera minuziosa l'iter storico, rispolverano antichi documenti, che hanno portato al riconoscimento della reliquia. Poi i saluti istituzionali del vicesindaco di Oriolo, Vincenzo Diego e del primo cittadino di Paola, Roberto Perrotta. La Messa sarà celebrata dal padre provinciale dei Minimi, Gregorio Colatorti e dal sacerdote di Oriolo, don Nicola Mobilio. Al termine della celebrazione eucaristica è previsto uno scambio di doni.

«Ci prepariamo a vivere una grande giornata di fede e devozione - commenta il vicesindaco di Oriolo e assessore alla Cultura, Vincenzo Diego, in prima linea nell'organizzazione di questo prestigioso appuntamento -. Questo storico pellegrinaggio con la reliquia- continua - è il meritato riconoscimento per la forte devozione che la gente di Oriolo ha nutrito per San Francesco di Paola nei secoli. Vivremo questa giornata da fedeli». Una nota di apprezzamento per l'iniziativa è giunta anche dal noto antropologo Luigi Maria Lombardi Satriani che ha contribuito alla nascita ad Oriolo del Centro Studi Calabro-Lucano.

Intanto la reliquia dell'alluce di San Francesco è pronta per comparire su 4000 santini che saranno distribuiti a Paola domenica prossima. E don Nicola Mobilio ha già in serbo una serie di iniziative che coinvolgeranno la reliquia dopo questa importante quanto affascinante peregrinatio. «La reliquia non è un pezzo da museo - dice - ma una testimonianza di fede sempre a disposizione della gente».

La commozione traspare nel volto del professore Toscani che ricorda tutto l'excursus storico e gli aneddoti attorno alla reliquia. «Il legame della nostra comunità con San Francesco di Paola - commenta - esempio superiore di carità e giustizia e protettore di Oriolo, oggi viene definitivamente suggellato».

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)

Martedì, 15 Maggio 2018 18:36

Castrovillari vers​o Isola Ecologica 2

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Il Comune di Castrovillari, come già anticipato dall’Amministrazione Lo Polito, sta realizzando la seconda isola ecologica (Ce.R.D. – Centro per la raccolta differenziata) nei pressi della zona PIP.

Lo ricorda l’Assessore all’Ambiente, Pasquale Pace, richiamando la portata dell’opera “che si sviluppa -precisa- in quella logica attenta al ciclo virtuoso per lo smaltimento dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata e ad una sua continua migliore diversificazione attraverso un approccio che non può fare a meno del senso civico dei cittadini.”

La scelta di quest’area, estesa per oltre 6mila metri quadri, ai fini dell’edificazione dell’Isola -spiega- non è stata casuale ma ponderata e giustificata, soprattutto: 1)  dall’immediata disponibilità del luogo, che fa  parte del patrimonio immobiliare dell’Ente sollevandolo, così, dall’acquisizione di un altro sito privato con contestuale esborso di risorse per l’esproprio; 2) dal fatto che si trova alla periferia della parte nord del centro abitato e quindi a portata di mano per offrire migliore e maggiore fruizione ai cittadini che possono raggiungerla facilmente; 3) infine, essendo ubicata a circa 3km dall’uscita autostradale Castrovillari/Frascineto, risulta facilmente raggiungibile da quei mezzi che devono trasportare fuori dal territorio le varie frazioni di rifiuti.

L’area – aggiunge l’amministratore - rappresenterà, poi, il vero quartier generale della stessa Calabra Maceri e Servizi S.p.A. che effettua la raccolta differenziata nel territorio comunale e che, con il Comune, gli Uffici ed i vari soggetti coinvolti, sta sviluppando una serie di azioni per renderla più efficiente e fruibile possibile.

Lo spazio in realizzazione, oltre a prevedere e garantire le opportune azioni di raccolta per tutte le frazioni di rifiuti, accoglierà  una struttura dedicata alla direzione, al personale (con appositi spazi e servizi), alle operazioni di coordinamento circa l’ingresso, l’attesa degli utenti, l’accettazione dei conferimenti e la pesa.

E’ previsto nello stesso -fa presente ancora  Pace-  un Centro per il riuso (detto Ricicleria), di circa 155 mq per portare ciò che non si usa più ma che può ancora essere utile. Questo luogo, per il riuso, sarà a disposizione di tutti gli utenti, integrando la funzione del Centro per la raccolta differenziata al fine di contrastare e superare la cultura dell’«usa e getta» sostenendo la diffusione di una cultura del riuso dei beni basata su principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale; promuovendo altresì, il reimpiego ed il riutilizzo dei beni usati al fine di prolungarne il ciclo di vita oltre le necessità del primo utilizzatore. Tale buona pratica sarà tesa a ridurre la quantità di rifiuti prodotti ed a consentire alle fasce più deboli della popolazione la possibilità di ottenere una certa quantità di beni non nuovi ma ancora in grado di essere utilizzati per gli usi, gli scopi e le finalità originarie dei beni stessi.”

Naturalmente, ancora una volta, obiettivo dell’opera, con le altre in itinere ed avviate -afferma l’amministratore-, è quello di supportare i cittadini, offrendo maggiori servizi e sostegni per la raccolta differenziata, verso il riutilizzo ed il corretto smaltimento degli stessi. In tal senso il Comune –conclude Pace– si sta muovendo e si sta organizzando sempre più, per coinvolgere tutte le componenti del territorio e ottimizzare le varie metodiche e prassi sul ciclo di vita dei vari materiali o frazioni che vengono assorbite dalla raccolta differenziata al fine di favorire l’aumento dei quantitativi delle frazioni riciclabili e recuperabili e, di conseguenza, ridurre le frazioni indifferenziate destinate allo smaltimento conclusivo. Una scommessa tutta da giocare in compartecipazione con la collettività nella convinzione che il contributo del singolo con le proprie azioni quotidiane sia di vitale importante per la salvaguardia dell’ambiente e la crescita sociale ed umana di una Comunità”.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

L’Ospedale di Castrovillari – se quanto si sente dire circa il possibile trasferimento, nella Casa della Salute di Mormanno, dei posti letto di Riabilitazione Intensiva (ben diversa da quella Estensiva!) fosse vero- è ormai diventato da Ospedale Spoke a Ospedale Supermarket. Dove ognuno entra, si serve e sottrae servizi ai cittadini. Incurante se poi ciò comporti anche la sottrazione del diritto alle cure di pazienti gravi e delicati. Già da anni, ormai, per l’arrogante ignoranza dei “soliti noti” e la complicità di una malapolitica volta solo a “fare piaceri” sulla pelle di chi soffre, i pazienti assai delicati, reduci da situazioni gravi  -ictus, infarti, interventi chirurgici, riacutizzazioni di malattie reumatiche invalidanti, ecc.- e con più malattie concomitanti –diabete, ipertensione, anemia e tante altre ancora- sono stati privati, di fatto, del diritto alle cure loro necessarie. Costretti a “migrare” o a provvedere in proprio o, addirittura, a non potersi curare del tutto.

Questa vergogna deve cessare!

L’Atto Aziendale dell’ASP di Cosenza prevede esplicitamente – e giustamente- i posti letto di Riabilitazione Intensiva negli Ospedali Spoke, e non altrove.

Anche alla luce della preoccupata nota stampa diffusa dalle Associazioni che da anni si impegnano nel volontariato, noi delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione” vogliamo sapere -e lo vogliamo sapere subito!- perché il Direttore Generale dell’ASP di Cosenza –Raffaele Mauro- non abbia ancora disposto l’attivazione dei posti letto di Riabilitazione Intensiva Fisiatrica nell’Ospedale di Castrovillari. Vogliamo sapere -e lo vogliamo sapere subito!- che intenzioni abbia e se ha fondamento l’ipotesi di uno spostamento dei suddetti posti letto, in un ambito – tra l’altro- inadeguato a fornire il necessario supporto terapeutico per l’assenza dei servizi specialistici continuativamente necessari ad affrontare i momenti di criticità clinica. E, sempre a questo riguardo, ci chiediamo cosa stiano facendo Sindaco e Amministrazione di Castrovillari a tutela della salute dei cittadini. Ricordiamo che ci sono delibere consiliari chiare e forti, votate all’unanimità, che imporrebbero un ben diverso atteggiamento nei confronti del progressivo depauperamento dell’Ospedale di Castrovillari e del diritto alla salute delle popolazioni del comprensorio.

Noi di “Solidarietà e Partecipazione” facciamo un pubblico appello a quanti hanno ancora a cuore il diritto alla salute dei cittadini. Di certo, noi non resteremo inermi, né silenziosi, né immobili spettatori di fronte alla distruzione della nostra sanità pubblica.

Le Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”  

Venerdì, 11 Maggio 2018 16:18

Premio Sangineti. Sabato la premiazione

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Fare memoria, ma invitare a pensare. Scrivere per focalizzare il tempo, riflettere sulle dinamiche della contemporaneità ricordando chi siamo e da dove veniamo. Nel Premio giornalistico "Giuliano Sangineti" c'è il ricordo dell'uomo, del docente, del professionista della comunicazione. Ma sempre più il premio, rivolto ai ragazzi delle scuole superiori - campo professionale nel quale Giuliano Sangineti era fortemente impegnato -, diventa spazio per comunicare, dialogare, confrontarsi sui temi del presente. «Uno spazio reale di confronto, approfondimento, per aiutare le giovani generazioni a rendersi protagonisti del presente. Crediamo nel riscatto culturale che i giovani di oggi possono dare alla nostra terra - afferma Vincenzo Alvaro, direttore responsabile di Abmreport e presidente dell'Associazione culturale Pensieri Stilografici che organizza il premio insieme alla famiglia del collega scomparso prematuramente - e per questo ogni anno li sollecitiamo sui temi che riteniamo importanti per la loro crescita ed il loro domani».  

Quest'anno la fase della premiazione degli elaborati - cresciuti rispetto alla prima edizione - si svolgerà nel Cine Teatro Vittoria sabato 12 maggio alle ore 18.00. I giovani studenti delle scuole superiori si sono confrontati con i temi dei cambiamenti climatici, le forme dell'acqua, il tema della libertà personale e collettiva e l'utilizzo dei social ed anche la scottante attualità delle fake news. Patrocinato del Comune di Castrovillari e dal Circolo della Stampa Pollino - Sibaritide il premio assegna un riconoscimento in denaro ai primi tre classificati delle categorie carta stampata e fotografia.  

Il 12 maggio al Cinema Vittoria sarà presente il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, Michele Martinisi, Presidente del Lions Club di Castrovillari che sostiene per il secondo anno consecutivo l'evento, Vincenzo Alvaro, presidente del sodalizio organizzatore, Stefania Ruotolo e Barbara Sangineti, moglie e figlia del collega Giuliano, in rappresentanza della famiglia. In questa edizione l'organizzazione del premio ha inteso inserire nei premi due mensioni speciali in ricordo di Antonio Laurito e Pino Caligiuri, rispettivamente giornalista e fotografo della città del Pollino recentemente scomparsi. «Con questa scelta - hanno commentato gli organizzatori - crediamo giusto mantenere viva la memoria di altre due personalità del mondo della comunicazione che hanno segnato la storia e la vita della nostra città e che i giovani di oggi, se non hanno avuto modo di conoscere, devono imparare ad approfondire».

Redazione [abm]

COMUNICATO STAMPA

Nel segno della Festa mondiale della Croce Rossa. La presidente  del Comitato CRI  di Castrovillari , Maria Grazia Mainieri , ha consegnato oggi pomeriggio, per l’occasione, al Sindaco, Domenico Lo Polito, nel suo studio, presso palazzo di città,  alla presenza diversi volontari, la bandiera crociata  come richiede l’accordo ANCI/ Croce Rossa al fine di affermare l’opera meritoria di questa Associazione.

La bandiera è stata esposta sul balcone centrale del palazzo di città (come avviene in altri centri),  a fianco di quella italiana ed europea, e vi sosterà per una settimana per ribadire ruolo e funzione dell’antica istituzione internazionale a tutela dei diritti umanitari nel rispetto della persona umana , della sua vita e salute.

Questi sono stati sottolineati dalla rappresentante locale durante la consegna del vessillo e richiamati dal primo cittadino che, oltre a ringraziare il CRI per quanto svolge, ha menzionato l’importante funzione ed impegno profusi in città.

Un’occasione, pure- è stato ribadito-,  per sensibilizzare l’opinione pubblica e far conoscere ancor più la Croce Rossa (sorta dal Convegno di Ginevra del 1863 -26-29 ottobre- da cui nacquero le società nazionali di Croce Rossa; in Italia prese forma a Milano nel giugno del 1864) e le attività che svolgono i Volontari.

La festività capita nel giorno della nascita di Henry Dunant, fondatore dell'Associazione, ed è l’opportunità per coinvolgere la società, a più livelli, sui principi fondanti a cui si rifà la Croce Rossa rilanciando umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità e universalità propri della sua opera.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

La Stella al Merito del Lavoro, attribuita a chi viene segnalato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per singolari meriti, è stata consegnata il 1 maggio, nell’Ufficio Territoriale del Governo di Catanzaro, dal Prefetto Ferrandina al castrovillarese Gino Lia pensionato Enel; presente per conto dell’Amministrazione comunale del capoluogo del Pollino il consigliere Nicola Di Gerio che ne ha sottolineato la valenza congratulandosi con la famiglia.

Il decreto del conferimento del titolo di Maestro del Lavoro, firmato dal Presidente  della Repubblica Sergio Mattarella e controfirmato dal Ministro Giuliano Poletti, proponente, è stato accolto con particolare emozione dal decorato il quale, nel ringraziare il funzionario della prefettura, ha richiamato il valore e significato particolare, per lui, di quel riconoscimento.

Una testimonianza importante che afferma la portata di tante capacità a servizio del nostro Paese e del suo sviluppo che non può fare a meno di umanità che lo rendono con dignità e sacrificio, tese non solo alla crescita del sistema produttivo, determinante per le condizioni  materiali e spirituali dell’esistenza ma, soprattutto, della persona attraverso la concreta espressione della propria responsabilità e cultura.

Pagina 7 di 159
Sunday the 23rd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.