Varie

Varie (1586)

COMUNICATO STAMPA

L’educazione come vocazione della vita. Passa da questo  fattore imprescindibile l’iniziativa, aperta all’incontro ed alla festa nella stessa proposta di coinvolgimento per tutti, del Centro dell’ASP di salute mentale  di Castrovillari, con  gli operatori, gli utenti e le associazioni che collaborano con il Centro stesso.

L’appuntamento è per sabato 30 giugno, a partire dalle ore 17,30  presso i giardini del Villino “Ferrari” dell’Ospedale.

Un’occasione, con più momenti di socializzazione, a cui l’Amministrazione comunale, patrocinante l’evento, parteciperà con il Sindaco , Domenico Lo Polito,  e  l’Assessore Pino Russo.

Il semplice avvenimento – precisa proprio l’amministratore municipale con delega al sociale - anche d’inclusione, pone inequivocabilmente al centro la persona con la sua fragilità e capacità di sorprendere, di essere, d’interloquire ed esprimersi per affermare il desiderio di Bellezza e Felicità che la animano e che nell’esistenza rifluisce con la carica propria che le dona il proprio “dna”. E’ con questi sentimenti che partecipiamo e ci accompagneremo all’evento, certi che circostanze del genere concorrono alla crescita armoniosa di ciascuno quanto della comunità stessa che ne è interessata.”

Un modo, poi, anche originale, e sempre efficace, per rendere ed attraversare i luoghi della vita dove l’uomo riporta direttamente e discretamente, con una forza tutta sua, la domanda di significato per il vivere quotidiano: la scommessa di ciascuno di fronte alla realtà che apre, come il filo rosso di questa manifestazione, affermando la portata inalienabile dell’esistenza - e il suo valore “dell’altro mondo”- pure per dedicare del tempo al servizio. Un’esperienza che è, così, anche di educazione alla "legge" più importante dell'esistenza: la gratuità.

E’ questo il vero motore che muove l’evento e che richiama a questo sguardo- l’uno per l’altro- determinante per ogni incontro che si rispetti e si ritiene tale.

In quest’alveo, naturalmente, tanto da scoprire per tutti, nonostante spesso lo si dia per scontato, anche perché la partecipazione è sempre bisogno e domanda di convivialità: un aspetto della vita un po’ in crisi - ultimamente nella nostra società- ma che è necessario incoraggiare , valorizzare ed incrementare per renderla provocazione buona nella quale l’assetto sociale è interrogato e reinventato.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

Un altro cospicuo finanziamento, per il consolidamento delle aree colpite dalla frana del 2015, è stato ottenuto dall'Amministrazione Comunale di Oriolo guidata dal sindaco Giorgio Bonamassa. Nei giorni scorsi il vicesindaco Vincenzo Diego e il responsabile dell'Ufficio Tecnico, Luigi Formichella si sono recati presso gli uffici regionali dei Lavori Pubblici per incontrare l'assessore al ramo, Roberto Musmanno e il dirigente generale del Dipartimento Lavori Pubblici, Luigi Zinno,  e sancire così l'avvenuto finanziamento di euro 4.432.500,00. Il vicesindaco e il tecnico del Comune di Oriolo hanno partecipato alla riunione assieme agli ingegneri Antonella Rino, Maria De Filpo, Lucia Sansò, Luana Urizio, Daniel Barranchini,  e alle dottoresse Marianna Siclari ed Elisa Pellegrino.

Circa quattro milioni e mezzo di euro dunque da investire per il consolidamento del rione San Leo, nella parte alta del centro abitato, una delle aree più colpite dai movimenti franosi e sicuramente un'immagine simbolo di quei giorni difficili d'inizio primavera del 2015.

Dopo le necessarie procedure burocratiche che prevedono anche la pubblicazione della gara d'appalto, entro quest'anno inizieranno i lavori che si concluderanno entro la metà del 2019. «L'impegno di questa amministrazione comunale sul problema frane è stato costante - commenta il vicesindaco Diego -. Da subito abbiamo lavorato in stretto contatto con la Regione Calabria per consentire al paese e i ai nostri concittadini di poter ritornare in sicurezza alla normale quotidianità. A tal proposito ringrazio il governatore Mario Oliverio, il responsabile della Protezione Civile, Carlo Tansi, il dirigente dell'Autorità di Bacino Regionale, Salvatore Siviglia». 

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)

 

Ubi tu Gaius, ibi ego Gaia.

Formula nuziale latina

 

Ieri, sabato, 23 giugno 2018, la nostra collaboratrice, Rosy PARROTTA, è convolata a giuste nozze col suo fidanzato, Vincenzo TAMBURI.

Gli sposi, nel pomeriggio, sono stati uniti in matrimonio con una cerimonia religiosa, avvolti dal calore dei presenti e benedetti dal parroco, zoti Mario ALUISE, presso la parrocchiale di San Giovanni Battista, del comune dello sposo, SAN BASILE / SHËN VASILI, secondo il rito orientale, greco bizantino, tipico delle comunità arberesche.

Gli stessi, poi, in serata, hanno salutato parenti e amici con un banchetto, nel tripudio, dagli invitati a loro tributato, che ha pervaso il poggio di Ferrocinto, in CASTROVILLARI, città della sposa, da dove, dominando la vallata, si poteva godere d'una splendida visione d'insieme dei vari abitati che la popolano, tra cui, proprio, quelli degli sposi.

E' così che lo sposo, sindaco del comune arberesco, rapendo il cuore d'una castrovillarese, ha donato, alla propria comunità, la sua prima cittadina, unendo le due realtà, ulteriormente, in amorevole vincolo.

Da queste colonne, gli auguri d'una brillante vita alla coppia, estesi alle loro famiglie; l'attenzione va in special modo a Mario PARROTTA, Angela MICIELI e Francesco PARROTTA, rispettivamente, padre, madre e fratello della sposa, tutti collaboratori di questo nostro organo d'informazione.

Viva gli sposi! «Io Hymen Hymenaee io, | io Hymen Hymenaee» (Gaio Valerio Catullo [84 a.C. - 54 a.C.], Carmi, LXI: Epitalamio di Manlio e Aurunculeia).

COMUNICATO STAMPA

UN LAVORO DI SQUADRA PER EVITARE UN ALTRO 2017. 

 

Sarà questo il messaggio che il Presidente del Parco Nazionale del Pollino On. Mimmo Pappaterra rivolgerà a tutte le Istituzioni preposte nella Conferenza Stampa fissata per giovedì 21 giugno alle ore 10:30 a Castrovillari presso il Centro Servizi di Palazzo Gallo per presentare le linee guida del Piano AIB 2018.

Occorre mettere in atto un percorso di prevenzione che eviti il ripetersi di quanto è accaduto l’estate scorsa che sarà ricordata non solo come una delle più calde estati del nostro pianeta, ma anche per la proliferazione di tantissimi incendi, molti dei quali di origine dolosa che hanno distrutto tantissimo patrimonio naturale e boschivo.

Anche per quest’anno il Parco è pronto per questa nuova sfida avendo approvato il Piano AIB 2018 le cui linee guida si possono anticipare attraverso alcuni numeri:

-          30 Associazioni di Protezione Civile;

-          960 volontari operativi per controllare il territorio e per la lotta attiva;

-          53 mezzi pick-up e 16 fuoristrada per i primi interventi;

-          2 droni e velivoli ultraleggeri per il controllo dall’alto;

-          telecamere fisse per avvistamenti a lunga distanza.

 Nel corso della Conferenza Stampa sarà rinnovato anche per il 2018 il Protocollo d’Intesa con l’Istituto penitenziario di Castrovillari e l’Associazione ANAS per l’impiego di alcuni detenuti nella sorveglianza di alcune zone del territorio protetto della località Petrosa di Castrovillari. 

Inoltre, se sarà necessario, nel periodo di maggiore emergenza il Parco è pronto per stipulare con il Dipartimento dei Vigili del Fuoco apposita convenzione per avere a disposizione una squadra completa di Dos dedicata esclusivamente al territorio del Parco Nazionale del Pollino.

Ufficio Stampa – Parco Nazionale del Pollino

COMUNICATO STAMPA

Per rispondere adeguatamente ai reali bisogni dei cittadini in ambito di assistenza ritracciando una più attinente forma organizzativa che risponda alle nuove esigenze dell’Ospedale e del Territorio.

Il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito,  in qualità di coordinatore della Commissione Sanità nata dall’urgenza di porre azioni, per il rilancio dello Spoke di Castrovillari e della Sanità nel Territorio,  ha svolto una riunione,  presenti  Sindaci, Amministratori, consiglieri comunali, operatori sanitari ed esponenti del Comitato Territoriale delle Associazioni per la tutela della salute e dell’ospedale di Castrovillari.

Durante il momento, svoltosi nel palazzo di Città,  sono state poste le diverse questioni che ancora angustiano fortemente il nosocomio a partire dall’esigenza di personale in ogni ambito: dall’Unità di  Ortopedia al collaudo delle nuove sale operatorie che rimosse piccole anomalie dovrebbero partire ad ottobre e necessarie per rispondere alle varie patologie, ai problemi inerenti posti letto e professionalità di altre Unità sempre più ridotte come soffre ed esprime il laboratorio di analisi ( anche per le quiescenze) e risentirà maggiormente nel periodo estivo senza parlare i lavoro che si sobbarca sempre più  dal lavoro territorio; altro problema serio il pronto-soccorso bisognoso di unità e dignità, l’anestesia che deve caricarsi  dei bisogni dei diversi reparti,  l’oculistica da garantire  come Unità Dipartimentale anche per l’alto numero di interventi effettuati, la lungo degenza/ post-acuzie,  gastroenterologia , reumatologia con le deficienze che si trascinano le specialistica tra  urgenze di nuove capacità per dare risposta e miglioramenti anche strutturali oltre che arredi.

A tal proposito è stato redatto un preciso documento che il Sindaco di Castrovillari  trasmetterà   al direttore dell’ASP, Mauro, al Commissario Regionale, Scura, al Presidente della Regione, on. Oliverio e al Prefetto al fine di segnalare e  richiamare l’attuale situazione che preoccupa sostanzialmente operatori e cittadinanza.

L’iniziativa, legata al miglior svolgimento di questo percorso congiunto, condiviso e partecipato per ottenere risposte immediate ed adeguate nonché monitorare costantemente scelte, investimenti strumentali ed interventi dell’ASP,  si dipana – come è stato detto- a tutela del diritto alla salute e quindi dello stesso spoke come luogo che deve comprendere quei contenuti , come richiama l’atto aziendale, per cui svolge il suo ruolo sul Territorio (nonostante le criticità oggettive e grazie all’impegno ed ai sacrifici di tutti gli operatori) e la legge gli attribuisce con ben 223 posti letto da offrire ed ancora non del tutto disponibili.

I servizi con le soluzioni attese per lo Spoke di Castrovillari saranno la testa di ponte di questo impegno che viene rilanciato ancora una volta a più voci  per raggiungere, poi, gli obiettivi proposti e da determinare nelle sedi opportune, tra ASP e Regione su cui - è stato detto- è fondamentale una sostanziale attenzione rispetto alle esigenze di cura dei cittadini per i livelli minimi di assistenza, a rischio se non salvaguardati e potenziati come si deve.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.

COMUNICATO STAMPA

Mormanno, Laino Borgo e Laino Castello pronti a dare battaglia al commissario Scura per il pericolo di spoliazione della «già esigua rete assistenziale». Come già fatto in passato Giuseppe Regina, sindaco del comune della Lenticchia e del Bocconotto, insieme ai primi cittadini di Laino Borgo e Laino Castello, rispettivamente Francesco Armentano e Gianni Cosenza, hanno scritto al Prefetto di Cosenza per chiedere con urgenza la istituzione di un tavolo che veda la partecipazione della Regione Calabria e del Commissario alla Sanità, Scura, «funzionale a definire» ciò che era stato già deciso nel piano sanitario dell'Asp di Cosenza che rispetto alla Casa della Salute di Mormanno. 

Quello che è avvenuto nel passato «con la temeraria riduzione dei 30 posti letto di riabilitazione intensiva, che offrivano una qualificata risposta ai cittadini del Pollino» è un «atto di violenza che è continuato con i provvedimenti assunti dal commissario Scura in spregio agli accordi già sanciti, sollecitato dallo stesso commissario e perfezionato dai tre comuni che hanno investito 2 milioni di euro del sisma 2012 nella riorganizzazione della struttura di Mormanno, promossa da Scura come Casa della Saluta con annessa Rsa». 

Le previsioni riguardanti la Casa salute di Mormanno hanno disatteso «completamente l'accordo sottoscritto quando Sindaco della comunità era Guglielmo Armentano presso la Prefettura di Cosenza alla presenza del direttore generale dell'Asp, Raffaele Mauro, del prefetto di Cosenza, del rappresentante dell'ufficio del Commissario, dottor Urbani, del dirigente del dipartimento regionale salute, dottor Pagliaro, del delegato alla sanità del presidente Oliverio, dottor Pacenza e dei sindacati Fp Cgil, Confial Sanità, Uil Fpl.  

 L'accordo prevedeva la dimissione dei 30 posti letto di riabilitazione intensiva da trasferire all'ospedale di Castrovillari, contestualmente all'attivazione di 40 posti letto di Rsa di cui 20 medicalizzati e 20 per anziani, in aggiunta ai 20 già confermati di riabilitazione estensiva.

 Proprio sulla base di questa previsione i tre comuni deciso di investire risorse del terremoto per la messa in sicurezza e di adeguamento ai requisiti di accreditamento della struttura stessa unitamente alla verifica della possibilità di collocare su Mormanno l'assistenza residenziale del servizio di Disturbi dei comportamenti alimentari; l'impegno a verificare la possibilità di ripristinare la Uoc di riabilitazione.

 Nonostante tutto questo l'autorità commissariale «ha cancellato tutto, determinando così un danno di assistenza ed economico alle casse comunali, che si era sacrificate sensibilmente per le loro risorse per far si che il loro presidio sanitario continuasse ad essere punto di riferimento del territorio».

 Pertanto per «tutelare gli interessi delle nostre comunità abbiamo deciso di rivolgerci al professore Ettore Jorio per verificare se ci sono le condizioni anche legali per opporci a tale volta faccia rispetto alle decisioni già assunte e deliberate. Con forza - sempre nel rispetto delle regole democratiche - difenderemo l'interesse delle nostre comunità ed il diritto alla salute che ci è dovuto».

  Vincenzo Alvaro - giornalista - 

Pagina 5 di 159
Saturday the 22nd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.