Varie

Varie (1694)

COMUNICATO STAMPA

Iniziare un percorso che sarà occasione di incontro tra due comunità, per confrontarsi e sviluppare nuovi e più stretti legami di amicizia, in una comune prospettiva europea alla quale concorre la gente comune. E' con questo spirito che il Comune di San Basile, guidato dal Sindaco Vincenzo Tamburi, si prepara a vivere il gemellaggio europeo con Himare, città dell'Albania scelta per affinità demografiche e peculiarità geografiche simili. Comune dell'Albania meridionale, la cittadina è un noto centro turistico immerso in una riserva naturale.

L'ambizioso progetto di gemellaggio bilaterale, che richiama lo spirito del fondatore di queste esperienze di contaminazione e scambio culturale - il francese Jean Bareth, uno dei promotori del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa - è coordinato da Giovanna Bellizzi, specialista incaricata dall'amministrazione di San Basile per guidare questo approccio alla realtà europea. «La comunità di San Basile - spiega la Bellizzi - si è aperta con entusiasmo a questo strumento politico e culturale capace di aprire scenari e prospettive per tutta la collettività». La volontà dell'esecutivo Tamburi è quello di consolidare «processi adatti a manifestare l'unità di intenti nella differenza, cominciando a fare arretrare il pregiudizio, l'intolleranza, la xenofobia e il razzismo».

Il processo di conoscenza tra i due comuni è già attivato e dovrà essere consolidato, fino al momento conclusivo del giuramento solenne dei due partner europei. In questa prima fase la comunità di San Basile sta procedendo alla costituzione di un Comitato di gemellaggio, che comprenderà ogni fascia di età e vedrà rappresentate - mediante un percorso di sensibilizzazione - tutte le componenti della comunità locale.

Successivamente si farà visita alla città di Himare, che a sua volta vedrà ricambiata l'ospitalità in terra italiana, attraverso una delegazione che metta in campo buone pratiche da sviluppare nei campi dell'arte, della cultura, delle politiche giovani, della cittadinanza e lo sviluppo sostenibile, senza dimenticare i servizi pubblici locali lo sviluppo economico territoriale e l'inclusione sociale, la solidarietà.

Il percorso prevede la partecipazione operativa delle associazioni locali: Ecomuseo del coscile e del Garga, Gruppo Culturale, Pro Loco, Centro Anziani, Malemalegroup, Parrocchia di san Basile. «Questa esperienza - spiega il Sindaco, Vincenzo Tamburi - è stata promossa per consolidare positive risposte attraverso il dialogo, rafforzando la partecipazione dei cittadini e riscoprendo l'identità locale.

Dalla scelta di stabilire relazioni permanenti sovranazionali, discende immediatamente l'allargamento di orizzonte del luogo in cui abitiamo e della comunità alla quale apparteniamo».

Vincenzo Alvaro

– COMUNICATO STAMPA –

Nella Parrocchia San Giuseppe in Sibari, guidata da don Michele Munno, sabato 12 gennaio avverrà la dedicazione della chiesa parrocchiale di Gesù Buon Pastore. La dedicazione è un rito che inaugura una chiesa. L’edificio era stato aperto al culto nel febbraio dello scorso anno, ma ora è stato completato con la realizzazione dei poli liturgici stabili: altare, ambone, battistero, sede e tabernacolo. Inoltre, sono state realizzate le vetrate artistiche e nei prossimi mesi saranno completati e collocati il mosaico e l’immagine mariana. Il programma prevede oltre che la dedicazione, in apertura, alle ore 17, l’inaugurazione del Centro di prima accoglienza per senza fissa dimora voluto dal Vescovo di Cassano all’Jonio, mons. Francesco Savino, che sarà presente ad entrambi i momenti. Il Centro sorge sempre a Sibari, nei pressi della Chiesa, dove alcuni anni fa venne ucciso padre Lazzaro, sacerdote dedicatosi agli ultimi e alla carità, ed è a lui dedicato.

Diocesi di Cassano all'Jonio
Ufficio per le Comunicazioni Sociali
Direttore: Dott. Roberto Fittipaldi

– COMUNICATO STAMPA –

L’attacco al nostro territorio, rappresentato dal nefasto progetto che vorrebbe portare a Cammarata, nel cuore del Distretto Agro-alimentare di Qualità di Sibari (DAQ), dalle regioni centro-meridionali d’Italia, il contenuto di fosse settiche, fanghi di depurazione, scarti della macellazione e mille altre porcherie, mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro, ha subito un altro duro colpo. A seguito della denuncia di numerose Associazioni locali e di cittadini decisi a difendere i propri diritti e i propri legittimi interessi, è intervenuta anche la Direzione Generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Tutta l’area in cui si vorrebbe collocare il maleodorante e rischioso megaimpianto dei rifiuti, oltre che un ambito agricolo protetto, prezioso e delicato è, infatti, anche caratterizzata da numerose emergenze archeologiche, di altissimo pregio culturale, sottoposte anche a vincoli ministeriali. Emergenze che certo non possono coesistere –per loro natura e per vincoli di legge- con l’ambiguo e poco trasparente insediamento industriale proposto dalla ditta Ecologia Sud Servizi, su cui il Dipartimento Ambiente della Regione Calabria, diretto dall’Arch. Orsola Reillo, deve dare o negare l’autorizzazione. Dopo le Osservazioni tecniche oppositive, presentate da Associazioni di categoria degli Agricoltori, Sindacati, Associazioni e Comitati ambientalisti e civici, Imprenditori singoli e consorziati e dalla Dirigenza dello stesso DAQ di Sibari; dopo le denunce di irregolarità amministrative (che già da sole avrebbero dovuto portare all’archiviazione definitiva della richiesta di autorizzazione, come previsto dalla normativa) -oggetto anche di interrogazioni parlamentari da parte degli onorevoli Pino D’Ippolito e Paolo Parentela; dopo gli interventi a tutela del territorio delle senatrici Silvana Abate e Margherita Corrado, ecco ora l’ennesimo grave rischio a carico del patrimonio culturale e paesaggistico della nostra Comunità. E tutto questo, mentre sempre più acuta e ingovernabile si fa la crisi dello smaltimento dei rifiuti in Calabria, come riconosciuto dagli stessi Vertici politici e tecnici regionali. Come è possibile, in questo contesto, anche solo continuare a discutere se importare in Calabria centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti da altre regioni, in uno stabilimento che ne produrrebbe a sua volta migliaia e migliaia di tonnellate l’anno? È davvero un preoccupante mistero! Da un lato l’arrogante tracotanza di interessi privati che mettono a rischio gravissimo i Beni Comuni di un intero territorio e i diritti -Salute, Lavoro, Ambiente, Cultura- delle popolazioni che vi abitano e dall’altro l’Ente Regione, che di questi diritti dovrebbe essere garante, che dovrebbe intervenire, con decisione, rapidità e trasparenza e che invece continua a tergiversare e a dilatare i tempi, senza decidersi a respingere e cancellare, una volta per tutte, un progetto che presenta mille falle e che, per di più, avrebbe conseguenze disastrose per tutta la Regione. Ci siamo opposti in passato e continueremo a farlo, per la difesa dei Beni Comuni e con lo strumento della partecipazione democratica, ma chiediamo che ognuno faccia la sua parte e che le Istituzioni regionali preposte tutelino le Comunità dell’area vasta del Pollino e della Sibaritide e non si trasformino nei loro carnefici.

Castrovillari 5 gennaio 2019

Cammarata Forum per la tutela e la valorizzazione del territorio
Gruppo Archeologico del Pollino – Associazione per la tutela e la valorizzazione dei Beni Culturali
Associazione Cittadina “Solidarietà e Partecipazione” – Castrovillari
Associazione Ambientalista “il riccio” – Castrovillari
Associazione Pensieri Liberi Pollino Castrovillari –Lungro
Circolo Culturale Cammarata
Associazione Medici per l’Ambiente ISDE-Italia

Sabato, 05 Gennaio 2019 21:02

Messa della Stella

Scritto da

– COMUNICATO STAMPA –

La Basilica Minore di San Giuliano, nel borgo antico di Castrovillari, anche quest’anno celebra la Messa della Stella. Il consueto appuntamento è per la sera di sabato 5 gennaio.
La ricorrenza prevede la processione, la quale si muoverà da Largo Caduti sul Lavoro(antistante palazzo Cappelli) -ex Largo Cavour-, alle ore 23,30 per arrivare in chiesa, nel cuore del rione Civita, il centro storico del capoluogo del Pollino, a mezzanotte, dove verrà officiata la tradizionale liturgia della Epifania del Signore: la Sua Manifestazione al Mondo.
La processione- come è stato annunciato- dopo essersi mossa da Largo Caduti sul Lavoro attraverserà via Giudeca, per giungere, infine, alla Basilica Minore di San Giuliano.
Come è ormai tradizione il momento è atteso e pregno di quella religiosità e devozione popolare che lo contraddistinguono e che quest’anno continua ad affermare
valori ineludibili come accoglienza, promozione della dignità ed integrazione richiamati sempre più dal Papa contro un nichilismo sempre più strisciante e preoccupante per la stessa affermazione dell’Umano.
Per i bambini, poi, come al solito, ma sempre meravigliosamente, un’altra notte di attesa ed un risveglio per sorprendere la Bellezza della Venuta del Bambin Gesu’ anche in questa occasione. Per la città ultime ore prima di spegnere gli addobbi che hanno contraddistinto in questo periodo strade ed alcuni luoghi, rendendola accogliente e suggestiva.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

– COMUNICATO STAMPA –

Si conclude alla Vigilia dell'Epifania, sabato 5 gennaio 2019, il cartellone di appuntamenti natalizi organizzato dall'Amministrazione Comunale di Oriolo, guidata dal sindaco Giorgio Bonamassa e nello specifico dall'assessorato alla Cultura, coordinato dal vicesindaco Vincenzo Diego. Musica e Arte al Castello nella serata del 5 gennaio. Le note dell'Accademia Musicale "Gustav Mahler" di Trebisacce apriranno la serata, alle 18.30, con un concerto di flauti ad opera di Filomena Gabriele e Carmine Zuccarelli. A seguire un concerto per flauto e pianoforte con Carmine Zuccarelli (flauto) e Tecla Cerchiara (pianoforte). Tecla Cerchiara a soli 23 anni è già docente di pianoforte presso l'Accademia "Gustav Mahler" di Trebisacce. Nell'ultimo anno è stata impegnata in periodi di studio all’estero, prima in Russia presso il celebre conservatorio “Rimsky-Korsakov” di San Pietroburgo; per poi spostarsi in Germania, alla prestigiosa Hochschule für Musik und Theater di Monaco. Carmine Zuccarelli, 19 anni e promettente interprete del flauto traverso si esibisce sia da solista che in formazioni da camera.

Saranno questi giovani e talentuosi musicisti ad allietare gli ospiti dell'affascinante maniero medievale di Oriolo, tra "I Borghi più Belli d'Italia". Dalle 9,30 di mattina, invece, sempre al castello, sarà aperta la mostra Biennale curata da Gianfranco Pugliese. La Biennale avrà il suo culmine nel prossimo mese di aprile, ospitando più di cento artisti. Per l'ouverture del 5 gennaio è prevista l'esposizione fuori concorso del maestro Nello Spataro. L'artista nasce a Locri nel 1958 e nei suoi quadri ripropone umili case con vicoli e piazze. Antichi borghi dove gli uomini si rintanano dopo intense giornate di lavoro. Gli appuntamenti di Arte e Musica, entrambi ad ingresso gratuito, al castello di Oriolo saranno allietati da una degustazione di prodotti tipici a cura dell'Associazione per lo Sviluppo dell'Alto Jonio.

Vincenzo La Camera, giornalista
Comunicazione Istituzionale Comune di Oriolo

− COMUNICATO STAMPA −

La 13^ edizione della “Befana del Poliziotto”, organizzata dal Sindacato Italiano Unitario Lavoratori di Polizia, il SIULP, con il patrocinio del Comune di Castrovillari, dell’Ente Parco nazionale del Pollino e dell’A.N.A.S.- Ente del Terzo settore, arriverà puntuale sabato, il pomeriggio del 5 gennaio, al Teatro Sybaris del Protoconvento francescano, carica di doni, grazie ad una sinergia di sensibilità capace tra spettacolo , con il famoso e simpaticissimo attore-comico e showmen Pippo Franco, la Scuola di Ballo “Sogno Latino Ballet Academy“ di Brunella Musmanno, la sesta edizione del Concorso Artistico- Letterario per il conferimento di una consegna di Beneficenza, nel segno della solidarietà ed attenzione all’altro, nonché con la riflessione, a più voci, sul ruolo de “La Ludopatia (psicoterapia che consiste nella pratica di giochi organizzati e svolti sotto controllo medico): quando il gioco diventa fenomeno sociale e patologico”.
Qui interverranno il Vescovo di Cassano allo Jonio, monsignor Francesco Savino, il Sindaco, Domenico Lo Polito, lo psichiatra Domenico Cortese, la psicologa Rosa Cerchiara, i segretari provinciale di Cosenza, il segretario regionale e nazionale del SIULP, rispettivamente Luciano Lupo, Giuseppe Lupia e Franco Caracciolo, moderati dalla giornalista Paola Chiodi.
L’intrattenimento verrà, invece, condotto, da Antonio Pandolfi e Cinzia De Santis.
L’appuntamento coinvolge diversi sponsor e ribadisce il ruolo educativo di momenti del genere che non possono fare a meno di una partecipazione diffusa e molteplice di soggetti attenti anche alla crescita, sviluppo e prevenzione dei più piccoli.
Occasioni che hanno bisogno, continuamente, di ogni ambito della società per essere promossi e partecipati, affermando il vero Cuore di ciò che si vuole richiamare oltre- in questo caso come da anni nel capoluogo del Pollino- il significato sostanziale dell’Epifania e, come pensato per la serata, tra espressioni di condivisione, circa il ruolo vero del gioco per i giovanissimi che oggi si può sostenere con un metodo psicoterapico fondato sui benefici effetti di un'attività ricreativa razionalmente organizzata.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Pagina 3 di 170
Sunday the 21st. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.