Varie

Varie (1683)

Mercoledì, 24 Aprile 2013 08:51

98 anni di vergogna!

Scritto da

Chissà perché ci sono uomini che, anche dopo essere stati assassinati, lo vengono ulteriormente dopo morti!

Chissà perché ci sono popoli che, dopo essere stati sterminati, devono subire il silenzio assordante della Storia!

Chissà perché ci sono delle realtà che non si vuole, non si può, non si deve consegnare alla Verità!

Non vogliamo spendere una parola nel raccontare cosa è successo, lasciando al lettore l'incombenza, ma vogliamo urlare a Dio & all'Umanità la nostra indignazione per ciò che sta continuando a succedere.

È oggi il giorno che il popolo armeno (che si ritiene dimenticato anche da Dio, se infatti afferma che quando Egli fece la Terra, tutte le pietre che Gli avanzarono le gettò nel loro Paese!) commemora il così detto Genocidio armeno od Olocausto degli Armeni o Massacro degli A. (e che nella loro lingua madre suona Metz Yeghern, “Grande Male”).
 
Onore al popolo armeno, che tra l'altro ha anche l'orgoglio di aver adottato nel 301, primo al mondo, il Cristianesimo come religione ufficiale.
 
Chissà perché ci sono popoli che anche dopo essere stati dimenticati in vita, meritano l'infamia della condanna all'oblio!
 
Quando questa congiura del silenzio finirà?
 
Sono 98 anni.
 
Di vergogna!
 

Una bella risposta, ma soprattutto un bell'esempio ai vari ministri che, in questi ultimi anni si sono succeduti alla Pubblica Istruzione, ci viene da due maestre della provincia di Modena. Loro sì che alla scuola ci tengono!

"Una vera e propria favola con un popolare gioco a premi sullo sfondo. E' la storia di Alessandra Niemann (mora, 36 anni) e Monica Frasca (bionda, 37 anni) che hanno vinto centomila euro al "Money Drop" condotto da Jerry Scotti. Le due maestre hanno deciso di utilizzare la somma per ristrutturare la sede del loro asilo, il Toodler's di Sassuolo, che era in condizioni pessime. La decisione di partecipare al telequiz dopo l'ennesimo rifiuto delle banche di concedere un mutuo per finanziare l'operazione.
IDEA VINCENTE. E' stata Monica Frasca a presentare la domanda alla Endemol. La società di produzione ha quindi chiamato la scuola e convocato le due insegnanti per il provino. La scorsa settimana Monica e Alessandra sono state poi invitate per la registrazione della puntata di Money Drop andata in onda lunedì scorso. “L’abbiamo presa molto come un gioco, non ci siamo fatte tanti problemi - dice Alessandra - qualche risposta l’abbiamo azzeccata per fortuna, qualcuna la sapevamo, c’eravamo preparate genericamente su temi di cultura generale”. Quindi, con la posta ch si alzava, il domandone finale: “E’ nata prima Sofia Loren o Gina Lollobrigida?”. Le due maestre non lo sapevano, ma ci hanno ragionato su. E la Lollo ha consentito alle due maestre di iniziare il loro progetto."

da Leggo.it

 

Papa Francesco, oggi, in Piazza San Pietro, commentando il Vangelo del Buon Pastore si è rivolto ai giovani invitando, più volte, a esternare, a gran voce,  il proprio consenso ai tanti accorsi per ascoltarlo: “Qualche volta avete sentito la voce del Signore che attraverso un desiderio, un’inquietudine, vi invitava a seguirlo più da vicino? L’avete sentito? Avete avuto voglia di essere apostoli di Gesù? La giovinezza bisogna metterla in gioco per i grandi ideali”. Durante il Regina Coeli, davanti a una folla festosa, ha ricordato che “la voce di Gesù è unica” invitando a pregare, poi, per le vittime della violenza in Venezuela e per quelle del terremoto in Cina. E proprio in questa domenica dedicata ai giovani e “Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni”,  il Pontefice,  in mattinata, ha celebrato la messa per l’ordinazione di dieci nuovi sacerdoti della diocesi di Roma, giovani diaconi che hanno detto “sì a Gesù” diventando “pastori e non funzionari, mediatori, non intermediari”.

Rosy Parrotta

Dopo il grande successo delle precedenti edizioni torna anche quest’anno il corso “Mondo Cane” corso formativo per proprietari o aspiranti proprietari di cani da compagnia. Il corso di base per proprietari di cani, giunto alle settima edizione, è organizzato dal Gruppo “Passione animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari e dall’associazione “Pensieri Liberi Pollino”. L’iniziativa rientra in una serie di attività che le associazioni hanno avviato da diversi anni nel territorio del Pollino al fine di sensibilizzare contro l’abbandono degli animali e nella logica di interventi programmatici e tecnici rivolti alla riduzione del randagismo canino. Il corso, che si svolgerà tra settembre e ottobre 2013, si propone di fornire nozioni di base sulla evoluzione psicologica del cane dalla nascita all’età adulta; una panoramica sulla etologia (comportamento e linguaggio) del cane; consigli utili per prevenire alcuni problemi comportamentali del cane; informare sugli obblighi di legge del proprietario (anagrafe canina, responsabilità civile e penale del proprietario). Relatori del corso che inizierà il 28 settembre 2013 e prevede 5 incontri della durata di due ore , saranno i medici veterinari di Castrovillari dott. Antonio Varcasia e dott. Pierpaolo Avolio e l’avvocato Francesco Martire. Termine di scadenza per le iscrizioni è il 27 settembre 2013 ( costo di iscrizione 20 euro ). Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Per info sulle iscrizioni: 340.4187311- 347.1959887;  e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure presso l’ Associazione “Solidarietà e Partecipazione” , via XX Settembre n. 37 Castrovillari (ogni sabato dalle 11.30 alle 12.30).

Sabato, 20 Aprile 2013 09:06

Un macabro ritrovamento

Scritto da

Manifesto della crudeltà umana nei confronti dell' animale definito "miglior amico dell' uomo", la foto choc che sta facendo il giro del web. Un veloce click scattato da un giovane di Agropoli, sul litorale di Paestum e postato su facebook per condividere un raccapricciante ritrovamento. Un cane con le zampe e il muso legati, abbandonato in mare da ignoti e che il mare ha restituito. Chiaro l'intento di chi ha commesso il macabro gesto che si evince dall' immagine, meno chiaro il suo senso, perché un senso non ce l'ha. Resta soltanto un episodio tanto grave quanto preoccupante di violenza gratuita.

Rosy Parrotta

Una mostra fotografica, patrocinata dal Comune che si svolge in collaborazione con la Parrocchia di San Francesco sulla vita di suor Semplice Maria Berardi, Serva di Dio, è allestita a cura dell’omonima Associazione  nella sede del Gruppo, sito in via Roma , al numero civico 9 di Castrovillari.

L’iniziativa, che presenta 22 quadri e l’esposizione del suo abito monacale, è a disposizione di quanti vorranno incontrare la storia di questa religiosa che ha fatto tanto per gli altri, divenendo un punto di riferimento.

La mostra è stata allestita nel 60° Anniversario  della morte di Suor Semplice, avvenuta il 23 marzo del 1953, e si tiene anche in prospettiva della traslazione della sua salma dal Cimitero del capoluogo del Pollino alla chiesa di San Francesco, prevista per il prossimo mese di settembre.

Nella chiesa, ubicata in piazza Municipio, i resti della religiosa saranno tumulati sotto l’immagine di Santa Chiara, dove è presente una nicchia.

Suor Semplice, al secolo Maria Domenica Berardi, nacque in Castrovillari il 16 luglio 1873 da Giorgio e Agnese Filomia. La nascita di Suor Semplice, si racconta, fu profetizzata da una Suora cieca e paralitica in un giorno al Monastero delle Pentite di Castrovillari.

L’otto dicembre 1892, nella Chiesa della SS. Trinità di Castrovillari- spiega la sua biografia- Suor Semplice, Serva di Dio, prendeva i voti, scegliendo di essere Monaca di Casa. Con il trascorrere degli anni Suor Semplice si ammalò gravemente, tanto da rimanere immobile dal 1915 al 1927 per una grave forma di artrosi. L'umile casa di Suor Semplice è sempre stata luogo importante per tanti e tutti quelli che la conoscevano, la chiamavano teneramente "Zia Monaca", «La Monaca Santa».

La testimonianza di Suor Semplice è il gran numero di persone che si reca nella "Casa di Preghiera", in via Roma al n. 11,  ribadiscono la devozione di molti.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Saturday the 16th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.