Varie

Varie (1699)

E’ troppo bello e  facile parlare di pari opportunità, sono state fatte le migliori campagne elettorali sfruttando la politica femminile,  poi nel concreto?

Questo mio sfogo nasce dalla constatazione che spesso alle parole non seguono i fatti.

Da presidente del Centro Italiano Femminile di Castrovillari, da già assessore alle Pari Opportunità del Comune di Castrovillari e da componente di Progetto Donna Calabria  mi sento veramente delusa dagli ultimi tagli fatti in seno alle politiche paritarie e per le associazioni femminili.

A novembre 2012  il  CIF  aveva partecipato con l’amministrazione comunale di Castrovillari  in partenaritato con l’ASP di Cosenza,  l’Associazione Donne Avvocato di Castrovillari , l’Associazione Medici Cattolici e il sindacato Caf , Confsal e Snals, al Progetto dal titolo INFODONNA per il   Programma- obiettivo per l' incremento e la qualificazione dell' occupazione femminile, per la creazione, lo sviluppo ed il consolidamento delle imprese femminili, per la creazione di progetti integrati in rete, per le azioni positive, ai sensi dell'art.2 della legge 10 aprile 1991,n.125 e dell'art.7,D.lgs.23maggio 2000, n.196.  bando emanato dal Ministero delle politiche sociali e del lavoro.

Ma a febbraionella sezione Pubblicità Legale del sito istituzionale di questo Ministero, al numero di repertorio 63/2013, è stato pubblicato il Decreto Direttoriale n. 15 del 7 febbraio 2013   si legge  Mancato seguito Programma Obiettivo 2012, in sintesi i  soldi per i progetti non ci sono più.

Altro grave episodio è quello del non finanziamento per l’anno 2013 di Progetto Donna della Regione Calabria , voluto fortemente dalle donne calabresi e dalle  associazioni femminili nel lontano 1995  ed istituito  dalla  legge regionale n. 22  proprio in quell’anno.

Abbiamo appreso  la notizia  dal messaggio  e-mail che trasmette il  verbale della riunione del Coordinamento del Progetto Donna della Regione Calabria, tenutasi lo scorso  9 aprile.

“La coordinatrice Antonella Stasi comunica alle componenti del coordinamento che per l’esercizio finanziario 2013 la legge istitutiva del Progetto Donna non è stata finanziata, ciò  in un’ottica di spending review e di razionalizzazione della spesa. Pertanto informa il coordinamento che Progetto Donna è una norma destinata a scemare”.

In momento in cui a livello nazionale si pensa di avviare azioni positive specifiche per fermare il femminicidio continuo e sempre più cruento, in Calabria si coglie l’occasione per fermare una legge voluta dalle donne e che negli anni ha concorso a realizzare nella nostra regione centri di informazione, biblioteche delle donne, telefoni rosa, percorsi formativi d’eccellenza. Più di cento sono le associazioni femminili iscritte all’Albo regionale del Progetto Donna che hanno sempre difeso con il loro impegno e la loro determinazione gli scopi fondativi della legge e che non si sono mai stancate di presentare proposte e progetti di genere.

Voglio, con questo mio breve  trafiletto, portare a conoscenza di tutti delle  enormi difficoltà che già come  donne  viviamo ed  ancor di più come associazioni femminili che credono nel lavoro di prevenzione , di informazione e comunicazione , ma che hanno bisogno  di tutto il supporto possibile ,anche economico, per continuare un  lavoro capillare di pari opportunità.

 A tal proposito, io per il settore servizi  e le altre tre  rappresentanti delle associazioni femminili di Progetto Donna, Nadia Gambilongo (Settore Informazione), Nella Mustacchio (Settore Cultura) e Margherita Gulisano (Settore Lavoro), abbiamo  avviato una petizione per rilanciare Progetto Donna con un’adeguata copertura finanziaria che renda operativa la programmazione intrapresa con non poche difficoltà.

La petizione di può firmare contattando il CIF di Castrovillari o direttamente online su http://www.activism.com/it_IT/petizione/difendiamo-il-progetto-donna/44159. Fiduciosa della collaborazione di tutte le persone sensibili alle tematiche paritarie vi invito a firmare. Grazie

Rosalia Vigna ( presidente Cif Castrovillari)

COMUNICATO STAMPA

Domenica 2 giugno alle 20 al Castello Aragonese di Castrovillari sarà  presentata una nuova realtà radiofonica del territorio: KONTATTO RADIO...  emittente del gruppo Media Telecom sintonizzata sui 98 e 500 fm. Due anni fa, un gruppo di amici accomunatidalla grande passione per la comunicazione ed in particolar modo per la radio, fondano la Kontatto Production.  Questo il nome dell’ associazione Socio Culturale che si fa strada occupandosi di organizzazione di eventi per la città, con l’obiettivo di offrire un servizio d’informazione/comunicazione. Da qui il punto di partenza che, attraverso l’ impegno dei soci, ha dato oggi vita all’emittente KONTATTO RADIO. Un momento importante che punta  ad un lavoro sinergico anche attraverso la collaborazione di altre associazioni presenti sul territorio, le quali saranno invitate a collaborare ai numerosi progetti fino ad ora pensati, al fine di creare nel concreto un patrimonio comune da condividere insieme e con la città. Il fine è quello di dare un contributo qualitativo alla nostra Castrovillari per ciò che concerne l’informazione, auspicando in futuro di fare rete, estendendo i rapporti anche con il comprensorio. A risentirci sui 98.500 Kontatto Radio….la Passione Per la Radio.

                                                                                          Associazione Kontatto Production

Domani, martedì 28 maggio, la raccolta del secco non riciclabile potrebbe risentire di una flessione che porterebbe la ditta competente,  a coprire solo parte del territorio comunale.

A tal riguardo l’Amministrazione comunale invita la cittadinanza alla collaborazione, in quanto non sarà possibile espletare il servizio su tutto il territorio.

Causa: la chiusura dell’impianto di c.da Bucita in  Rossano, dove viene conferito il secco non riciclabile (indifferenziato) prodotto dal Comune di Castrovillari, da giovedì 23 Maggio, per  la mancata proroga, da parte della Regione Calabria, del contratto con il gestore.

Da qui la richiesta alla popolazione di collaborare per non lasciare i sacchetti, eventualmente non ritirati, fuori dalle abitazioni e, dunque,  per prevenire spiacevoli accumuli nonché inconvenienti igienici connessi.

Il Servizio  riprenderà regolarmente  mercoledì 29  maggio con la raccolta dell’umido (da depositare all’esterno delle abitazioni martedì 28 tra le 19 e le 24), così come da calendario.

 (g.br.)

Un corso su come comportarsi nelle emergenze che possono riguardare il proprio animale o un animale randagio. Si tratta del “corso di primo soccorso animali feriti” ennesima iniziativa promossa dal gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari.Le cure che ogni proprietario ha il dovere di rivolgere al proprio cane o gatto non siesauriscono con la somministrazione di cibo ed affetto, ma implicano anche la tutela e lasalvaguardia della salute dell'animale. Certe nozioni diprimo soccorso possono rivelarsi utili, non solo per il proprietario ma anche nei confronti dei poveri cani e gatti randagiche, giornalmente, sono vittime di incidenti e che, chiunque ami realmente gli animali nonpuò non sentire l'impulso di aiutare. A volte, sono gli interventi effettuati immediatamente dopo l'incidente adessere determinanti per la risoluzione favorevole del trauma.

Il corso,gratuito,si svolgerà domenica 16 giugno dalle 17.30 alle 20.30 presso la sede dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari. Relatori dell’interessante corso saranno la dott.ssa Giada Gugliotta e il dott. Francesco Spanò, medici veterinari di Castrovillari. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

E’ gradita la prenotazione ai numeri:

340.4187311- 347.1959887;

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.oppure presso l’ Associazione “Solidarietà e Partecipazione” , via XX Settembre n. 37 Castrovillari (ogni sabato dalle 11.30 alle 12.30).

L’Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla - Calabria ha realizzato un cortometraggio dal titolo “Presto” per raccontare, con un linguaggio vicino ai giovani, la sua mission. L’Associazione intende, infatti, incoraggiare, coordinare e sostenere la ricerca rivolta alla prevenzione, diagnosi e cura della Sclerosi Multipla con particolare riferimento alle sue connessioni con l’Insufficienza Venosa Cronica Cerebro - Spinale (CCSVI). L’Associazione vuole dare visibilità al movimento di malati che sostiene le ricerche del Professore Paolo Zamboni e del Dottor Fabrizio Salvi, secondo i quali la Sclerosi Multipla potrebbe essere legata all`Insufficienza Venosa Cronica Cerebrospinale, una malformazione dei vasi sanguigni. 

Il cortometraggio, diretto dal regista Gianluca Sia, vuole essere un “inno” al coraggio, alla grande forza di volontà, al vivere il presente senza risparmiarsi. Lunedì 27 maggio, alle ore 18.00, presso il Cinema Italia di Cosenza, si terrà la prima del cortometraggio che vede anche l’amichevole partecipazione dell’attore Costantino Comito (Squadra Antimafia, il Capo dei Capi, Gente di Mare). Gli altri attori sono: Domenico Barbaro, Serena Ferrante, Antonio Crescibene, Francesco Cerminara, Luigi Sprovieri e Rita Locanto. Le musiche originali sono di Giovanni Gatto. Testimonial del progetto l’attrice Larissa Volpentesta.

Saranno presenti il Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto e il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio.

Dopo la visione del cortometraggio si terrà una tavola rotonda alla quale parteciperanno  Assunta Mazzei, Presidente Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla Calabria, Giovanni Perri,  Radiologo, il regista Gianluca Sia, l’attore Costantino Comito, l’attrice Larissa Volpentesta, il musicista Giovanni Gatto e gli attori protagonisti, Domenico Barbaro e Serena Ferrante. L’associazione consegnerà un ricordo della serata a chi ha contribuito alla realizzazione del cortometraggio. 

L’ingresso è libero.

 

Lunedì, 20 Maggio 2013 12:51

Castrovillari. Una giornata di Cani

Scritto da

Thursday the 23rd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.