Varie

Varie (1587)

– COMUNICATO STAMPA –

Nella sala giunta del Palazzo di Città di Castrovillari, alla presenza del sindaco, Domenico Lo Polito, del direttore artistico di EIF, Antonio Notaro, dalla funzionaria della Polizia Locale, Maria Rosa Mordacci, si è proceduto all’estrazione dei biglietti del contributo volontario della lotteria della 33 Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino. Prima di procedere all’estrazione, il Direttore Notaro, ha omaggiato con targhe a ricordo della manifestazione, consegnate dal primo cittadino, il Commissario Papaleo, per l’ottimo lavoro svolto dai suoi uomini durante tutti gli eventi del “Festival”; targa consegnata anche alla comandante della Polizia Locale, Losardo per l’ottimo lavoro svolto, ritirato dalla funzionaria.
Questo l’ordine dei biglietti estratti: 
1° N° 803 Crociera MSC Meraviglia nel Mediterraneo (Palermo, La Valletta, Barcellona, Marsiglia, Genova) con partenza da Civitavecchia il 9/12/2018 Valida per una persona offerta da Euro Pollino Travel- Mormanno
2° N° 828 Collana con turchese, onice e agata nera, offerta da “2AGioielli”
3° N° 708 “Angel” Collana in argento 925 realizzata a mano offerta da “Severini creazioni orafe”
4° N° 564 Radio con USB Majedtic
5° N° 1351 Bottiglia grappa 903 barricata offerta da “Bar Gran Caffè”
6° N° 1488 Asciugacapelli Imetec 2000w
7° N° 733 ferro da stiro
8° N° 682 Telefono Disney Minnie
9° N° 324 Ventilatore piantana
10 N° 944 Confezione Romeo Gigli offerta da “Theriam Service”
I premi potranno essere ritirati presentandosi presso l’Autoscuola Notaro, Via XX Settembre, Castrovillari muniti del biglietto vincente in originale

Castrovillari 28 agosto 2018
Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

– COMUNICATO STAMPA –

Sabato primo settembre, terza giornata di appuntamenti dell’evento “Civita..nova vivere il centro storico” , Castrovillari accoglierà nel Chiostro del Protoconvento francescano, alle ore 18, la presentazione del libro “Quelli che se ne vanno”, edizioni Il Mulino, sulla nuova emigrazione italiana di giovani e meno giovani, del docente universitario, Enrico Pugliese, della “Sapienza” di Roma.
L’incontro è moderato dal Sindaco, Domenico Lo Polito, e prevede i contributi dei docenti UNICAL, Vittorio Cappelli e Matteo Marini, oltre quello del segretario comprensoriale della CGIL, Giuseppe Guido. Le conclusioni sono affidate naturalmente all’autore.
“Un appuntamento importante- sottolinea il primo cittadino- che non è assolutamente avulso dal contesto in cui si propone perché riguarda distacchi importanti crescenti e , per tale motivo preoccupanti per la nostra società; questi “esodi” rendono più difficile lo sviluppo dell’esistente bisognoso di capacità fresche e dinamiche per dare forza ai Territori. Un incontro ed uno spazio di dialogo- precisa- interessanti, che raccontano il nostro presente e il nuovo cambiamento nei luoghi della vita a partire da un testo estremamente realistico che fotografa la realtà oggi, in movimento.”
La manifestazione per vivere appieno il centro storico nel rione- quest’ultimo denominato anche salotto della città per le tracce identitarie che v’insistono- supportata nella quattro giorni dall’Amministrazione comunale con il patrocinio della Regione e l’ausilio dell’attenta e scrupolosa direzione artistica della Pro Loco attraverso Gerardo Bonifati, offrirà, ovviamente, come già presentato nel programma, altra animazione ed incontri. Alle ore 20 Reading teatrale di Maria Zanoni ed Enzo Cordasco ancora nel Chiostro del Protoconvento; a seguire l’apertura dei percorsi artigianali ed enogastronomici che accompagnano l’intera iniziativa; mentre alle ore 21,30 si terrà , tra i vicoletti, la sesta rassegna d’arte di strada tra giocolieri, teatro, musica e magia. Già le presenze, che hanno caratterizzato i primi giorni, esprimono coinvolgimenti importanti che registra l’appuntamento per come si pone e per quello che trasmette in un “fiume” di risorse.
Il tutto in un contesto arricchito dalle postazioni nel Castello Aragonese con mostre e proposte d’itinerari per conoscere e visitare come la passeggiata storico naturalistica in programma alle ore 16 con avvio da palazzo Cappelli alla riscoperta delle testimonianze presenti.
Il museo archeologico è aperto presso il Protoconvento a cura del Gruppo Archeologico del Pollino, mentre i diversi spettacoli animeranno, grazie alle associazioni partecipanti, i vari angoli: fatti dai location e Salotti, come tra gli altri farà quella culturale Kemusica nella piazzetta Sant’Andrea con lezioni, esibizioni e james session musicali.
Una girandola di opportunità, grazie alla presenza di uomini e donne del lavoro con le loro intraprese, che si offre, certi -aggiunge il Sindaco Lo Polito-, che i centri storici sono i veri motori identitari e trainanti del nostro tessuto sociale quando incontrano dedizioni appassionate: le forze che trasportano l’esistente.
“E’ questo il Cuore dell’evento – ricorda ancora –, che desidera rendere protagonista la realtà da suscitare, rilanciare e farla percepire come possibilità di crescita."

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Sempre sensibili alle tematiche dei cittadini tutti, soprattutto se appartenenti alle categorie più deboli, dichiarandoci vicini alle loro necessità, ricevuta questa lettera aperta, con preghiera di pubblicazione, provvediamo in tal senso, augurandoci che ciò contribuisca a una maggiore diffusione della condizione d'un lavoratore, il quale, ci auguriamo, possa vedere risolta la propria penosa condizione nel più breve tempo possibile.

Egr. Dott. Paolo MARINO
Amministratore Unico
Ferrovie della Calabria Srl
SEDE
Agli organi di stampa
LORO SEDI

Castrovillari 31/08/2018
Oggetto: Lettera APERTA

Egregio Dott. Marino,
questa, è la terza lettera aperta che Le scrivo, ma so per certo che, questa volta, posso esimermi da spiegarle chi sono, cosa faccio e cosa mi hanno fatto dentro Ferrovie della Calabria.
Sicuramente saprà che, sull'ultima mia missiva del 17 maggio u.s. dove Lei era in indirizzo, è stata aperta una inchiesta a mio carico,  per presunte “illazioni e le esternazioni” da me scritte.
Inoltre, la stessa "commissione di inchiesta" mi accusa di aver scritto sul social “Facebook” e “divulgato a mezzo stampa storie infondate, inesatte e diffamatorie” nei riguardi di Ferrovie della Calabria e per questo, passibile di destituzione, licenziamento e denuncia penale in base all'articolo 595 del C.P.
Oggi, riflettendo, pensavo alle parole scritte nel verbale delle contestazioni dalle persone incaricate dal D.G. secondo le quali, “dall’alto della mia condizione” (sic!) avrei approfittato della mia “autorità” (non riesco a ben capire dove stia). Ripeto a me stesso che l’unica autorità che conosco, è la macchina che filtra il mio sangue e l’unica posizione quella di essere sdraiato sul lettino dialitico che mi consente di sopravvivere.
Di conseguenza, sulla mia pelle, mi sono accorto che un lavoratore se chiede rispetto, soprattutto quando malato come nelle mie condizioni, finisce addirittura sotto inchiesta “avvisato” di un eventuale licenziamento e/o destituzione.
Ancora non riesco a spiegarmi, il motivo di una inchiesta dopo anni, per un singolo post su Facebook o di una lettera aperta, a carico di Francesco Martino, e non a carico di persone che hanno creato una serie di sperperi, vertenze legali e vessazioni ai lavoratori.
Non mi prolungo, perché sarebbe del tutto superfluo, ma da semplice “dipendente” (non si sa ancora per quanto tempo) dell’azienda che Lei amministra, Le chiedo di utilizzare qualche minutino (magari mentre io sono sdraiato a dializzare con gli aghi in arteria) per approfondire la questione e visionare la documentazione che mi riguarda, superando chi ha dichiarato di conoscere la mia situazione da qualche mese.
Infine, tengo a precisare che, se la corposa documentazione agli atti aziendali riguardante Francesco Martino non dovesse far venire a galla le condizioni positive ad una deliberazione di destituzione, licenziamento e querela sarà mia viva speranza che la commissione stessa allarghi gli orizzonti su chi abbia effettivamente creato questa “assurda” situazione e condizione.

Distinti Saluti
Francesco Martino
Matr.7036

– COMUNICATO STAMPA –

“La quattro giorni - dal 30 agosto al 2 settembre-, intitolata Civita…nova, vivere il centro storico di Castrovillari, è la piccola avventura che questa amministrazione propone annualmente nel segno di una intuizione avuta nel 1991 (forse troppo presto abbandonata per essere poi ripresa soltanto nel 1996 e 1997, e definitivamente rilanciata con cadenza annuale con la prima amministrazione Lo Polito nel 2012) per suscitare i valori radicati e legarli all’importanza di creare opportunità di crescita che la tradizione, con i luoghi e la tante sensibilità possono rendere per il bene comune e le esigenze di sviluppo vocazionale.”
Lo afferma il Sindaco, Domenico Lo Polito, richiamando la portata dell’iniziativa, che si avvale della sapiente direzione artistica della Pro Loco, la quale mira a valorizzare le bellezze di quell’esistente che fanno unica la proposta turistica della nostra realtà.
Questa è impreziosita da una serie di fattori che gli appuntamenti di questi giorni- aggiunge il primo cittadino- sottolineeranno.
Venerdì 31 agosto, alle ore 10, presso il Protoconvento francescano, il programma già avviato-anche con la presentazione nel teatro Sybaris della squadra di calcio pronta a questa nuova avventura in serie “D” e la consegna del premio per meriti sportivi-, prevede, in apertura di giornata, corsi di danza popolare a cura dell’Associazione Taranta in collaborazione con la F.I.T.P. Calabria per riscoprire i balli tradizionali calabresi. Alle ore 19,30 I Piccoli della Pro Loco in piazzetta Civitanova creeranno balli, animazione e giochi tradizionali con Tiziana La Vitola, coinvolgendo. E in serata dalle ore 21 l’apertura del percorso artigianale ed enogastronomico che precede l’appuntamento tra i vicoletti denominato “Civita in…canta”, Festival dei Cantastorie a cura di Calabria Sona e dell’Unione Cantastorie. Contestualmente in via Amedeo de Cesare, sempre nel Rione, intorno alle ore 21,30, l’incontro con Khoreia 2000 su “aspettando il Calàbbria Teatro Festival”, un’altra capacità di Castrovillari “Città Festival”.
“Civita…in gastronomia”, poi, dove saranno interpreti i manufatti dei prodotti locali nella quattro giorni, vede ad accogliere “I Sentieri del Gusto” con la collaborazione dell’Associazione Culturale Aldo Schettini. Le Cantine del Borgo nei Vicoletti caratterizzeranno altra convivialità che sarà condivisa ed offerta pure nel Fossato e nella Corte del Castello Aragonese nonché presso il Chiostro del Protoconvento al Protos Cafè. Tutti “cullati” da spettacoli a cura dei gruppi dell’Associazione “Città di Castrovillari”, della Pro Loco e di Castrum Sound; questi impreziosiranno le antiche viuzze, Largo Vescovado e gli altri luoghi adibiti. A fianco i mercatini con le mostre e le visite guidate che rimarcano, con la presenza di cittadini, l’importanza dell’evento ai “piedi” del Pollino come risorsa da non perdere di vista, tutti certi che fare sistema è la modalità più adatta per sostenere progettualità tese a valorizzare il patrimonio come a rispondere al bisogno più diffuso fra la gente di ritornare ad una fisicità e gioiosità di vita di relazione che tali appuntamenti suscitano, sollecitando.
“E’ con questa consapevolezza- conclude il primo cittadino- che viviamo il momento d’inclusione, convinti che il recupero dei centri storici e delle bellezze artistiche nonché la rivalutazione di quelle naturalistiche che v’insistono, non possono che passare dall’apporto entusiasta per un’opera che vuole ridare significato e slancio a ciò che è stato ereditato ed è fortemente corrispondente alla nostra idea di sviluppo.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

– COMUNICATO STAMPA –

La nuova edizione di “Civita…nova, Vivere il Centro Storico” aprirà i suoi battenti, nel Castello Aragonese, giovedì 30 agosto, alle ore 18, con la mostra “Il Mediterraneo ed i Colori di Mimmo Sancineto”, sottolineando che siamo al Centro di un’area ricca di Tracce originali e di sfumature epocali.
Alle ore 20, invece, con una nota prettamente sportiva, al teatro Sybaris, nel Protoconvento francescano, la presentazione della squadra del Castrovillari Calcio e la consegna del premio per meriti sportivi. Un ambito , anche qui, espressione di storia e tradizione sentite.
Gli appuntamenti precedono l’avvio del percorso artigianale ed enogastronomico che accompagnerà, nell’antico Rione, la Quattro Giorni farcita di espressività multivalenti le quali danno prestigio alla nostra Terra come l’evento che li preannuncia e che, a partire dalle ore 21,30, nella prima serata, farà gustare un singolare accompagnamento tra musica e teatro di strada a cura di associazioni culturali.
Tutto ciò comincerà a far toccare con mano ed a far capire cosa l’evento desidera legare e che tipo di messaggio intende trasmettere. Questi sintetizzano, anche quest’anno, di voler “possedere” e rilanciare, con dignità, quello che i nostri padri hanno tramandato.
Il “Tornese”, per esempio, antica moneta in uso nella Castrovillari antica, che tanto successo ha riscosso lo scorso anno tra i visitatori, coniata esclusivamente per l’evento e per poter acquistare qualsiasi prodotto in vendita solo ed esclusivamente durante la manifestazione e all’interno dei suoi spazi, è uno dei fattori che richiama, in piccolo, questo forte desiderio di tramandare e valorizzare, sensibilizzando. Ciò viene coniugato grazie alla direzione artistica della Pro Loco, per la sua Capacità, ed all’Amministrazione comunale per la continua Volontà di affermare- con l’appuntamento annuale- questi fattori identitari che, “mescolati nella storia attuale- ricorda, continuando, il Sindaco Domenico Lo Polito-, ribadiscono l’impegno di rendere luoghi, interpretazioni e chiavi di lettura strumenti di rivitalizzazione con le risorse e talenti presenti, veri potenzialità di un territorio.”
L’Amministrazione comunale, anche a tal riguardo, per il tramite dell’Ufficio Pianificazione, diretto dall’ingegnere Roberta Mari, esporrà i progetti che hanno concorso al Bando per il miglioramento funzionale di piazzetta Civitanova.
Ad abbracciare l’evento , sin da mercoledì 29 agosto, mostre di foto antiche e non solo, ospitate nel Castello Aragonese e riguardanti tra l’altro: “Le Ferrovie della Calabria” a cura dell’Associazione Culturale Fremo Calabria; “C’era una volta la locomotiva a vapore” a cura di Carmine Bonadies; ”L’affascinante mondo del baco da seta” a cura del centro studi Momorandum Cortale di Catanzaro; ”I liutai di Bisignano” per mano dei Fratelli De Bonis; ed ancora “Racconta il Carnevale” mostra sulla 60^ edizione a cura di Francesco Limonti;”Esposizioni statiche di auto d’epoca” per mano del Historic Club Castrovillari; ”La tortura Medievale, strumenti e metodi” mostra a cura del Polo Tecnico Turistico tra Sybaris e Laos; una Collettiva di Pittori oltre un omaggio al fachiro castrovillarese “Blacaman” a cura di Mistyca Calabria e una mostra fotografica di Federica Marino. Dal 30 agosto tutto ciò sarà ulteriormente reso palpitante da animazioni per opera di più soggetti e lezioni di danza a cura della Scuola di Ballo “New Dance Only Dance” e “Liscio Mania Dance”.
Ma tanto altro ancora arricchisce l’appuntamento teso a far visitare, a far conoscere quelle testimonianze storiche e quegli ambienti nei quali la risorsa umana è principe di ogni condivisione che suscita come i mercatini dell’usato e dell’artigianato richiameranno.
Da qui l’ennesima sfida a colpi di attenzione sugli aspetti che ci possono rendere ancor più attraenti dal punto di vista turistico e ricettivo, e che i protagonisti delle attività culturali impreziosiscono.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

– COMUNICATO STAMPA –

"Torna dal 30 agosto al 2 settembre “CIVITA...nova”, la manifestazione che coniuga, nel rione Civita, “cuore antico” di Castrovillari, il patrimonio storico, con le capacità degli uomini e donne della città che caratterizzano la vita culturale, sociale ed economica del Pollino, espressione di legami connaturati.”
La rilancia, dopo la presentazione in città, il Sindaco, Domenico Lo Polito, in una dichiarazione affidata alla stampa nella quale precisa, tra l’altro, la valenza dell’iniziativa che si svolge con la direzione della Pro Loco ed il coinvolgimento di altri soggetti per mettere in moto fattori propulsivi.
Ancora nucleo dell’evento il principio che i centri storici e, quindi, i borghi antichi sono i veri motori identitari e trainanti del nostro tessuto sociale, con le dedizioni di tanti e di quella crescita sostenibile che si vuole perseguire coniugando l’Esistente con i Manufatti, il Patrimonio e il Costume con la Tradizione e la Memoria.
“E’ questo il Cuore irriducibile dell’evento – ricorda il primo cittadino riaffermando le ragioni della manifestazione prossima all’apertura- per far pulsare, ancora una volta, il rione Civita e rilanciare la valenza di queste occasioni per lo sviluppo vocazionale locale, valorizzando, sostenendo e rendendo protagonista la realtà, la conoscenza e l’offerta delle specificità sussistenti."
“L’azione castrovillarese nella “Città Festival” e dei festivals riconosciuti – conclude Lo Polito- è, dunque, per promuovere la città e le risorse presenti, tracce inestimabili delle nostre comunità, in una progettualità più ampia che riguarda la valorizzazione del territorio, delle capacità esistenti, dei prodotti locali con il recupero del centro storico, delle bellezze artistiche e naturalistiche nonché una forte attenzione all’aspetto turistico e ricettivo.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

Pagina 2 di 159
Sunday the 23rd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.