Varie

Varie (1703)

COMUNICATO STAMPA

L’Associazione Cittadina Solidarietà e Partecipazione, aderente al Forum Intercomunale per la Tutela del Territorio, esprime vicinanza a quei cittadini di Morano Calabro querelati dal proprio Sindaco per aver esternato, con forza, sui social, la loro contrarietà alla allocazione dell’Ecodistretto nel proprio comune.

Si tratta di una iniziativa inspiegabile, quella intrapresa da parte del primo cittadino moranese, anche alla luce della definitiva archiviazione dell’affaire Ecodistretto, nei confronti del quale vi è stata una indisponibilità unitaria e perentoria, sancita unanimemente da tutti gli abitanti di Morano. Le querele notificate hanno il solo effetto di creare ulteriori strascichi della spaccatura tra amministrazione e popolazione che, dopo diversi incontri di civile confronto, sembrava ricomposta, perseguendo l’obiettivo di tutela del territorio.

Non conosciamo quanto riferito dal Sindaco di Morano alle Autorità, ma ci sentiamo in dovere di far rilevare che le opinioni dei cittadini, seppur espresse con termini forti, sono state esternate sui social in un contesto di timore, angoscia e preoccupazione per la propria salute e per gli interessi di tutta la Comunità moranese. A ciò si aggiunga che i social sono ormai, notoriamente, comune veicolo di esternazioni –non soltanto riguardo la vicenda dell’Ecodistretto- magari sopra le righe ma che certo non rappresentano, di norma –e nel caso specifico in particolare- concreta minaccia per alcuno. Ciò è confermato dal fatto che tutti i cittadini moranesi, negli incontri “reali” di confronto sul tema Ecodistretto, hanno sempre partecipato in maniera costruttiva difendendo civilmente le proprie ragioni, anche quando si è trattato di dissentire con chiarezza e fermezza dalle posizioni assunte da Sindaco e Amministrazione.

Solidarietà e Partecipazione, in qualità di aderente al Forum Intercomunale, chiede perciò al Sindaco di Morano l’immediata rimessione delle querele sporte poiché, pur rendendoci conto della difficoltà del ruolo di amministratore, non è certo con queste modalità che si riconquista il consenso di una comunità né è così che si ricompone un tessuto sociale uscito provato dalle ultime vicende. L’unica strada è quella del pacato confronto e del superamento delle passate divergenze di vedute, che, lo ribadiamo, bisogna tener conto, sono nate dalla incomprensibile disponibilità comunale ad allocare un mega-impianto di trattamento dei rifiuti nel proprio territorio.

Ribadendo la nostra vicinanza e sostegno ai cittadini colpiti dalla vicenda, ci auguriamo che il buon senso prevalga, che questo brutto strascico venga al più presto cancellato con il ritiro delle querele da parte del Sindaco e che tutto il comprensorio del Pollino sposi la via intrapresa della valorizzazione del territorio, rigettando con forza le proposte incompatibili con lo stato naturale dei luoghi e le sue naturali vocazioni, che già rappresentano le fondamenta dello sviluppo economico dell’intero comprensorio.

 

                                                                              Associazione Cittadina “Solidarietà e Partecipazione” - Castrovillari

Martedì, 24 Settembre 2019 20:32

Mormanno celebra il bocconotto

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

La nona edizione della festa dedicata al dolce tipico della città del faro votivo è pronta ad animare il borgo del Pollino con convegni, musica, spettacolo, degustazioni e laboratori per i bambini

Dici Mormanno e pensi al bocconotto. Il dolce tipico della città del faro votivo, così chiamato per la sua caratteristica che permette di mangiarlo in un sol boccone, sarà celebrato il prossimo 28 e 29 settembre a Mormanno nel corso della nona edizione della Festa del Bocconotto. Ma c'è una matrice storica nella produzione di questa forma di pastafrolla che oggi ha assunto i connotati di un vero e proprio ambasciatore del gusto per la città del Pollino, di recente protagonista con una forma da guinness dei primati alla festa del peperoncino di Diamante.  

In un saggio del professor Domenico Crea, infatti, si narra che a Mormanno già dal 1300 venivano preparati dei «dolci molto simili, le - varchigghije - cucinate dalle monache per la tavole del Vescovo Barone, scrigni di pasta frolla che racchiudevano un ripieno di farina di mandorle e zucchero, che prendevano il loro nome dalle apposite forme di metallo a forma di barca in cui venivano cotti». Poi a partire dal 1800 - «nelle case dei mormannesi si produssero li bucchinòtti: le grandi forme di metallo delle varchigghije vennero sostituite da piccole formine, sempre di metallo, e il costoso ripieno di farina di mandorle venne rimpiazzato con una più reperibile marmellata d’uva fatta in casa».  

Oggi la tradizione secolare è stata ereditata dagli artigiani del gusto della città che insieme all'Amministrazione comunale di Mormanno, guidata dal Sindaco Giuseppe Regina, hanno inserito il Bocconotto al centro di una azione più complessiva e strutturata di marketing territoriale per valorizzarne la produzione, sostenere la filiera, utilizzarlo come strumento di racconto di un'identità alimentare che si inserisce nel quadro complessivo del Parco Nazionale del Pollino.  

La due giorni che inizia sabato prevede momenti di dibattito, approfondimento e degustazione del dolce di pasta frolla, il concerto di Renanera in piazza 8 Marzo sabato 28 settembre alle ore 21.00, ed il taglio di un bocconotto da guinness dei primati. La domenica invece laboratori esperienziali per bambini sulle modalità di preparazione del dolce tipico di Mormanno, l'esibizione del minifolk del Gruppo Miromagnum, ed un momento di degustazione con la federazione italiana cuochi ed i produttori locali.  

Sabato 28 Settembre alle ore 18:00 presso il teatro San Giuseppe il convegno "Bocconotto di Mormanno: prodotto agroalimentare tradizionale - la valorizzazione dei prodotti tipici come volano di sviluppo per le aree interne" vedrà protagonisti il Sindaco, Giuseppe Regina, Antonio bruno, presidente della Pro Loco di Mormanno, bruno Maiolo, direttore generale dell'Arsac, Giuseppe Cersosimo, vice presidente associazione provinciale cuochi cosentini, i produttori del bocconotto, Mauro D'Acri, consigliere regionale con delega all'Agricoltura, Domenico Pappaterra, presidente del Parco Nazionale del Pollino, Fulvia Caligiuri, senatrice della Repubblica, per un ragionamento complessivo sulle potenzialità di sviluppo di questo importante dolce della tradizionale locale. 

 Avi Communication / Vincenzo Alvaro [ Giornalista ]

COMUNICATO STAMPA

Il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, questa mattina ha sottoscritto, a Catanzaro, presso la cittadella regionale, una convenzione con la Regione e le Ferrovie della Calabria per il recupero del vecchio locomotore e la sistemazione dell'area circostante, presso l’autostazione, attraverso un sistema di illuminazione e video sorveglianza.

La firma è avvenuta alla presenza del Presidente della Regione, onorevole Mario Oliverio, e dell'Assessore alla Cultura, Maria Francesca Corigliano, che, insieme all'Assessore alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, hanno seguito l'iter.

Con la sigla di questo atto- ha dichiarato il primo cittadino a margine del momentoviene data la possibilità al Comune di Castrovillari d’intervenire su un bene, il locomotore, e lo spazio circostante di proprietà delle Ferrovie della Calabria che, più constatazioni, hanno indotto i cittadini a segnalare lo stato di abbandono. Attraverso l’accordo l’Ente potrà operare direttamente su detti beni con una dotazione di 50mila euro messi a disposizione dalla Regione Calabria. Tale intesa ha riguardato, oltre il capoluogo del Pollino, altri tre Comuni calabresi e precisamente Bova Marina, Cinquefrondi e Spezzano Sila.”

“Un sentito grazie va alla Regione- ha dichiarato Lo Polito dopo essersi accomiatato dagli amministratori regionali-  per l'attività svolta, ed alle Ferrovie della Calabria che daranno questa possibilità al nostro Comune di adoperarsi nell’interesse di propri beni.”

L’ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Venerdì, 20 Settembre 2019 17:03

Mondo cane. A ottobre la tredicesima edizione

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Si svolgerà sabato 19 ottobre 2019 la tredicesima edizione del Corso “Mondo CANE”:  iniziativa di sensibilizzazione promossa  dal Gruppo “Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” di Castrovillari in collaborazione con l’associazione “Pensieri Liberi Pollino”.  

Si tratta di una giornata formativa rivolta agli aspiranti proprietari  e ai proprietari di cani . L’iniziativa rientra tra le tante iniziative al fine di sensibilizzare Castrovillari e il territorio del pollino contro l’abbandono degli animali e ad un corretta convivenza tra le persone e gli animali. Il corso formativo  si svolgerà  c/o la sala convegni del Centro di formazione Efal Castrovillari dalle 9.30 alle 12.30  successivo lunch break e dalle 15.30 alle 19 .

Si discuterà della evoluzione psicologica del cane dalla nascita all’età adulta; sulla etologia (comportamento e linguaggio) del cane; consigli utili per prevenire alcuni problemi comportamentali del cane; informazioni sul benessere e la salute del cane; primo soccorso negli avvelenamenti e intossicazioni del cane; sugli obblighi di legge del proprietario e responsabilità civili e penali.

Relatori del corso saranno i medici veterinari di Castrovillari dott. Antonio Varcasia, dott. Pierpaolo Avolio, dott.ssa Giada Gugliotta e per la parte legislativa l’avvocato Francesco Martire. Per partecipare al corso è obbligatoria la prenotazione:  3404187311-3881709734-3471959887 , e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Ai partecipanti verrà consegnato un attestato di partecipazione.

 

COMUNICATO STAMPA

Completati in largo anticipo rispetto al crono programma, i lavori di pavimentazione del cimitero nuovo di Oriolo in località Santo Stefano, a ridosso della Ss 481, pochi chilometri prima del centro abitato. A darne notizia è il vicesindaco Vincenzo Diego che assieme al primo cittadino Giorgio Bonamassa hanno da subito preso a cuore questo intervento edilizio nel rispetto del luogo sacro e dei familiari dei defunti che quotidianamente si recano per una preghiera sulla tomba dei loro cari.

I lavori – per un importo di 25 mila euro e realizzati da una ditta di San Lorenzo del Vallo – sono iniziati alla metà di aprile, per essere consegnati dopo neppure un mese (nelle foto), con una trentina di giorni di anticipo rispetto a quanto previsto sul progetto. Lo stesso vicesindaco comunica inoltre che sono iniziati i lavori per la realizzazione dell’illuminazione – naturalmente a led – lungo la circonvallazione dei Cappuccini e nell’area della cappella dedicata alla Madonna delle Virtù, praticamente l’accesso al centro storico dal ponte Falce, lungo la Ss 481.

 

Vincenzo La Camera, giornalista

Comunicazione Istituzionale Comune di Oriolo

 

Lunedì, 13 Maggio 2019 08:52

Ospedale di Castrovillari. Emergenza Sanità

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Scongiurata per il momento la chiusura del Laboratorio di Analisi di Castrovillari che da lunedì avrebbe potuto non erogare più servizi agli esterni essendo sottorganico e con pochissime unità a disposizione.”

Lo ha dichiarato, questa mattina, a margine dell’autoconvocazione dei Sindaci del Pollino all’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, il Sindaco di Castrovillari , Domenico Lo Polito,  coordinatore del Comitato Territoriale per la Salute il quale durante la riunione ha posto pure il problema della continuità di Ortopedia con il blocco di qualsivoglia provvedimento di trasferimento, seppur di pochi giorni, di personale assegnato all'Ospedale Spoke di Castrovillari.

Erano presenti per l’occasione i primi cittadini di Morano Calabro Nicolò De Bartolo, di Lungro Giuseppino Santoianni con il consigliere Vincenzo Pavone, di Mormanno Giuseppe Regina, di Saracena Renzo Russo , di Firmo Gennarino Russo ,  di Frascineto Angelo Catapano, di  Acquaformosa Gennaro Capparelli con l’Assessore Giovanni Manoccio, nonché  il presidente del consiglio Piero Vico ed i consiglieri comunali  Peppe Santagada ed Era Rocco di Castrovillari, oltre Vincenzo Casciaro per la Cgil e Pino Angelastro in rappresentanza del Comitato per la tutela  dell’Ospedale di Castrovillari e della Sanità del Territorio.

La manifestazione ha voluto richiamare e rilanciare- come ridetto- urgenze non più procrastinabili per le unità operative del nosocomio di Castrovillari e non solo, con l’ultima legata al Laboratorio d’Analisi.

Fattori che erano stati richiamati da tempo e che hanno prodotto quello che si sta soffrendo- è stato ricordato - perché non affrontati in tempo da chi doveva occuparsene, sapendo dove si stava andando incontro.

La convergenza su Cosenza è stata resa necessaria-si è fatto presente- per scuotere organismi ed istituzioni su un serio e solidale  lavoro che corregga queste deficienze le quali non possono che essere ricentrate per  migliorare il sistema, ormai in “tilt” tra strutture, diffusione dei servizi, distrazioni di personale e altro, espressione della grande situazione  emergenziale della sanità in cui si nuota.

E che- è stato richiamato fermamente- non possono più essere tollerati dalle popolazioni, bisognose di un’organizzazione certa che eroghi il dovuto con responsabilità e continuità.

L’Ufficio Stampa del comune di Castrovillari

(g.br.)

Pagina 1 di 171
Friday the 24th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.