Varie

Varie (1461)

− COMUNICATO STAMPA −

Si è insediata questa mattina nel palazzo di città del capoluogo del Pollino la rinnovata Commissione Elettorale relativa al Circondario del Tribunale di Castrovillari (Ce.Cir.).

Questa è presieduta dal già vice Prefetto a.r. , avvocato Carlo Ponte, nominato con decreto della Corte d’Appello di Catanzaro, e composta dai signori Emilio Corrado, Lorenzo Armentano, Piera De Rosa, Ottavio Leone, Federica Pietramala, Tonia Rimolo, Franceschina Crivaro, ed assistita, con funzioni di segretario verbalizzante, dall’avvocato Carmine Marini, delegato dal Sindaco del capoluogo del Pollino. Presente, per l’occasione, pure il segretario generale dell’Ente, dottore Angelo Pellegrino.

L’organismo si riunirà periodicamente, presso il Comune di Castrovillari, nella fase che precede le elezioni politiche del 4 marzo 2018. La Commissione, come per Legge, decide a maggioranza di voti dei partecipanti alle Sedute, ed in caso di parità fa prevalere il voto del Presidente.

Tutte le determinazioni della stessa , attraverso i propri verbali, vengono trasmessi, entro 5 giorni, al Prefetto, al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari, affinché questi possano eventualmente, là dove ce ne fosse bisogno, prendere visione delle attività svolte dai vari uffici elettorali.

Inoltre la Commissione vaglierà le posizioni di quegli elettori che hanno perso la capacità del diritto al voto per motivi giudiziari ,e deciderà su una eventuale riammissione degli stessi.

L’organismo controlla, anche, e verifica l’operato degli Uffici Elettorali dei 22 Comuni, ricadenti nel circondario del Tribunale di Castrovillari che, in questo periodo, inoltre, sono impegnati nelle varie operazioni di aggiornamento delle liste.

Tale istituzione, poi, quindici giorni prima dell’andata alle urne vaglierà e controfirmerà le stesse liste sezionali dei Comuni, attraverso le quali i cittadini voteranno i candidati i candidati che andranno a costituire le due Camere del Parlamento.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

− COMUNICATO STAMPA −

Sono le maschere della commedia castrovillarese con al centro Organtino, l’immagine del manifesto del 60 Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore, in programma nella città del Pollino, dal 03 al 13 febbraio 2018. Lo scatto è stato realizzato da Stefano Ferrante, la grafica da Elmira Boosari STEXEMC2, le maschere in cartapesta dai professori Mimmo Martire e Maura Bianchini, i vestiti della farsa dialettale “Organtino” (di Cesare Quintana) di un progetto più ampio curato dall’Associazione Culturale “ Aprustum “ di Castrovillari, di Francesca Tocci realizzati dalla sartoria “Conte di Marene”, nelle vesti della maschera castrovillarese, Fedele Battipede. Quest’anno è un ritorno al passato ricordando il professore Vittorio Vigiano che nel 1959 diede l’avvio alla prima edizione del Carnevale di Castrovillari ufficializzando una tradizione di festeggiamenti e sberleffi consolidata da secoli e che va sotto il nome di: "I mmasckarate”. Ma le radici, si perdono nella notte dei tempi e si possono far risalire probabilmente alla prima metà del '600 allorquando venne diffusa la storia diOrgantino (farsa dialettale di Cesare Quintana) proprio in occasione dei "riti" carnascialeschi, farsa rappresentata presso il Comune di Castrovillari nel febbraio del 1635. La presentazione del manifesto è stata fatta nella sala “De Cardona” del Centro Direzionale della BCC Mediocrati di Rende, da anni sponsor ufficiale della manifestazione. Al tavolo, il presidente della BCC Medio Crati, Nicola Paldino, che crede nella manifestazione perché come ha sottolineato, il Carnevale ha un ruolo importante non soltanto per la città ma per tutta la Calabria ed è sicuramente un indotto da supportare per incentivare cultura ed economia. Il vicesindaco di Castrovillari, Francesca Dorato, che ha sottolineato l’impegno e la sensibilità costante dell’Amministrazione Comunale all’evento, puntando, anche quest’anno, oltre che sulle maschere anche sui carri allegorici per la cui realizzazione sono stati disposti 20 mila euro. Il presidente del Parco del Pollino, Mimmo Pappaterra, oltre a sottolineare la valenza della manifestazione che apre di fatto i grandi appuntamenti invernali programmati dall’Ente, l’evento, ha detto, rappresenta un grande indotto ed è sicuramente un motivo di vanto che deve inorgoglire gli organizzatori e tutto il nostro territorio con la consapevolezza che ormai ogni edizione deve arricchirsi sempre di più. Il presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli, ha sottolineato l’impegno della BCC Mediocrati di Rende e del suo presidente Paldino, che da anni sposa il progetto “Carnevale”, della locale amministrazione comunale e del Parco del Pollino. Grazie a loro e alla vicinanza di tanti sponsor, ha detto il presidente, si riesce a fare una manifestazione ricca di appuntamenti. Auspichiamo, ha concluso Iannelli, che questa vicinanza ci venga fatta anche da altri Enti che purtroppo da qualche anno a questa parte non sono presenti economicamente. Gli ha fatto eco il direttore artistico della Pro Loco, Gerardo Bonifati, sottolineando che la manifestazione viene fatta con un bilancio di circa 60 mila euro, niente a che vedere con i bilanci dei grandi eventi nazionali, nonostante ciò, il Carnevale di Castrovillari grazie al riconoscimento del Touring Club, è entrato a far parte dei “Carnevali più belli d’Italia” e dallo scorso anno è stato riconosciuto dal Mibact alla pari dei grandi carnevali storicizzati di grandissimo prestigio come Viareggio, Venezia, Putignano, Sciacca, Cento etc. Si pensi, ha concluso Bonifati, che noi spendiamo quello che è un quarto della realizzazione di un carro fatto a Viareggio o Putignano, e nonostante ciò, riusciamo ad offrire per dieci giorni, intrattenimento a costo zero per gli spettatori che vengono anche dalla vicina Puglia, Campania, Basilicata, fatta eccezione, per gli spettacoli al chiuso dove i biglietti hanno un prezzo popolare.

Il primo atto ufficiale di questa grande manifestazione è stato espletato, mentre per conoscere il cartellone degli appuntamenti, spalmati in 10 giorni, si dovrà attendere la presentazione ufficiale prevista per venerdì 26 febbraio a Castrovillari.

L’ evento è organizzato dalla Pro Loco cittadina in collaborazione con la locale Amministrazione Comunale, la Regione Calabria, il Parco Nazionale del Pollino, la BCC Medio Crati di Rende, la Gas Pollino , la Federazione Italiana Tradizioni Popolari, lo I.O.V Italia, la Provincia di Cosenza e sostenuta da numerosi sponsor privati che da anni credono nella manifestazione diretta artisticamente da Gerardo Bonifati e presieduta da Eugenio Iannelli, ed impreziosita dai brand A.C.T. ( Ambiente, Cultura,Turismo) e da “ Castrovillari Città Festival”.

Castrovillari 16 febbraio 2018

UFFICIO STAMPA
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −

Bocciato il cosiddetto Ecodistretto! Il progetto proposto dall’Amministrazione di Castrovillari per portare i rifiuti della Provincia di Cosenza in un mega-impianto da allocare a fianco del cementificio Italcementi è stato dunque bocciato dalla Regione Calabria. Bocciato per l’opposizione e la mobilitazione delle popolazioni, bocciato per tutta una serie di vincoli escludenti presentati in un documento elaborato a cura del “Comitato per la Difesa del Territorio – Pollino”. Un lavoro di ricerca e di studio che l’Amministrazione di Castrovillari avrebbe avuto l’obbligo di fare –in quanto atto dovuto- prima di inviare la propria dissennata candidatura a ricettacolo della spazzatura provinciale. E che colpevolmente non ha fatto, sollevando una mobilitazione popolare e creando un grande allarme sociale di cui non si sentiva alcuna necessità. Un comportamento tra il superficiale e il doloso assolutamente inescusabile, condotto, tra l’altro, in un clima di scandalosa clandestinità (mancata tempestiva informazione addirittura ai Consiglieri comunali). Assieme al cosiddetto ecodistretto viene bocciato il tentativo di aggressione al territorio, alla salute delle popolazioni e ai loro interessi economici ed occupazionali, al loro diritto alla partecipazione democratica nelle scelte che li coinvolgono pienamente e da cui l’Amministrazione di Castrovillari ha cercato di escluderli, ammantando questa brutta vicenda sotto l’alibi –durato per altro assai poco- di un velleitario e bugiardo tentativo di solidarietà ai lavoratori del cementificio in cassa integrazione. Ipotesi irrealizzabile per mille ragioni: l’assenza di qualsiasi accordo al riguardo con Italcementi, i tempi di realizzazione (incompatibili con quelli della cassa integrazione), le qualifiche professionali necessarie, l’estrema esiguità dei posti collegati al megaimpianto, e via dicendo. Ma altri due aspetti emergono da questa sconcertante vicenda. Il primo, suggerito da anni di aggressioni sempre uguali, è che il nostro territorio è affetto da una classe politica che pensa che l’unico futuro della nostra terra sia nei rifiuti, dimenticando il patrimonio ambientale, turistico e delle eccellenze agro-alimentari che invece lo caratterizza e che potrebbe dare assai di più di quanto già non dia, se solo ci fosse un governo del territorio adeguato. Il secondo aspetto deriva dalla lettura della nota della Regione Calabria, contenente la bocciatura delle autocandidature di Castrovillari e Castrolibero. Tra le motivazioni, chiaramente espresse nelle osservazioni inviate in regione ma soltanto parzialmente riportate nella nota regionale, vi è quello dell’assetto idrogeologico e sismico della zona. Inoltre, e dato che, nella nota regionale e nelle parole di esponenti istituzionali del territorio, si fa cenno ad una “filiera del legno” da allocare sempre in area cementificio, per alimentare la centrale dell’Enel della valle del Mercure, mettiamo in guardia su possibili, nuove e analogamente impraticabili e dannose iniziative. Infatti è proprio di questi giorni l’enorme clamore sollevato da tutti i mezzi di informazione che grondano di allarmanti notizie riguardo proprio la filiera del legno, controllata dalla ‘ndrangheta per alimentare le centrali a biomasse, prima tra tutte il “mostro del Mercure” dispensatore di danni ambientali e rischi per la salute nel cuore del Parco del Pollino.

Facciamo presente a tutti gli “attori” del tavolo che prende nome da un ex Assessore regionale dimessosi perché iscritta nel registro degli indagati dalla direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, che sull’area del cementificio, in base alla sua pericolosità sismica (l’area si trova esattamente sopra ben due faglie, quella di Frascineto e quella del Pollino) non è consentita nessuna nuova edificazione, ma soltanto il consolidamento antisismico delle strutture già presenti.

Diciamo questo a futura memoria, per evitare nuove improvvide e illegali pseudo-iniziative, strumentalmente adottate dai soliti politicanti di turno, alle spalle di ignari e incolpevoli lavoratori.

Abbiamo invece una proposta operativa -alternativa e praticabile-, che unirebbe fattibilità, occupazione, coerenza con il tessuto sociale e produttivo dell’area. Si inserisca l’area del cementificio –ormai solo centro di macinazione- nel programma regionale delle bonifiche e lo si colleghi con attività di promozione turistica, ambientale ed eno-gastronomica, nonché con iniziative di trasformazione dei prodotti agricoli locali. Tuttecose che coniugherebbero le vere vocazioni del territorio con aspetti occupazionali reali e concreti.

Castrovillari 12 gennaio 2018

Il Comitato per la Difesa del Territorio – Pollino

− COMUNICATO STAMPA −

Da ieri, Venerdì 12 Gennaio, dopo soli 5 giorni di lavoro, gli uffici comunali sono operativi nell'immobile dell'ex scuola elementare in Via Agostino Casini. Un trasferimento avvenuto in tempi rapidi grazie alla solerzia delle ditte incaricate e al lavoro incessante di tanti, tra amministratori e dipendenti comunali, che, oltre a garantire i servizi essenziali e ad assolvere alle ordinarie attività di ufficio, hanno lavorato senza sosta e con grande senso di responsabilità - molti anche al di là dell'orario di lavoro - per facilitare le impegnative operazioni di trasloco. Non si sono registrati disagi per i cittadini che, pur nel comprensibile disordine, hanno fruito regolarmente dei servizi nei consueti orari di apertura al pubblico.

La struttura di Via Carlo Pisacane sarà interessata nei prossimi mesi da lavori di ristrutturazione e adeguamento alle normative vigenti per renderla idonea ad ospitare il centro operativo comunale di protezione civile. I lavori, per un importo complessivo di 495.000 euro, sono finanziati con un contributo del 95% dalla Regione Calabria, 470 mila euro, mentre la parte restante è a carico del bilancio comunale.

I recapiti telefonici comunali non sono variati, così come gli orari di apertura al pubblico degli uffici comunali ai quali si accede da “Piazza Castello”.

--
Renzo Russo
Sindaco di Saracena (CS)

− COMUNICATO STAMPA −

Domenica 14 gennaio dalle ore 9.30, nell'incantevole cornice imbiancata del Pianoro di Novacco, lo Sci Club Saracena Leone Viola apre della stagione sciistica 2018, in collaborazione col Comune di Saracena.

In un meraviglioso scenario pronto ad accogliere turisti, amanti degli sport invernali e della natura incontaminata, i soci dello Sci Club aiuteranno tutti gli appassionati ad avvicinarsi alla pratica dello sci.

Dopo qualche anno, il gatto delle nevi, finalmente riparato ed efficiente, tornerà a battere le piste per garantire a tutti coloro che raggiungeranno il centro montano una pista battuta e sicura. A tutti gli appassionati della neve e della natura non resta, dunque, che preparare tutto l'occorrente e lasciarsi trasportare in un paesaggio da sogno.

Alle 18 poi, all'Auditorium degli Orti Mastromarchi, ci sarà un nuovo appuntamento della rassegna teatrale "Sipario d'Oro di Saracena - Premio Biagio Di Benedetto" organizzata dalla Pro Loco Sarucha in collaborazione col Comune di Saracena. La Compagnia teatrale LA BANDA DEGLI ONESTI di Altamura presenterà una commedia in vernacolo in due atti dal titolo omonimo. Una domenica, dunque, all'insegna dello sport, della natura, della cultura e del divertimento, una domenica per tutti, una domenica da non perdere.

[...]

--
Renzo Russo
Sindaco di Saracena (CS)

− COMUNICATO STAMPA −

L’Amministrazione comunale di Castrovillari “chiarisce quanto apparso sulla stampa in seguito a una nota che darebbe per bocciato, da parte della Regione Calabria, quanto proposto per l’eco-distretto della differenziata, per il recupero di ogni frazione riciclabile contenuta nei rifiuti urbani e provenienti sia da essa (secca o umida) che dall’indifferenziato prodotti dai cittadini, utilizzando come area per l’intervento un apposito lotto all’interno dell’ex cementeria nel massimo rispetto dell’esistente.”

“Lo fa con atti alla mano e precisamente- aggiunge - a partire da una lettera del Dipartimento Ambiente e Territorio di qualche giorno fa nella quale si prende atto della volontà del Comune di Castrovillari di discutere della vicenda, osteggiata dai dissensi provenienti da diverse realtà territoriali che tendono ad invalidare tale
candidatura, all’interno del cosiddetto “Tavolo Barbalace sulla questione Italcementi”, temporaneamente interrotto ed in attesa di ripresa sebbene Ente Parco, Sindaci e Sindacati del Pollino ne abbiano congiuntamente richiesto la convocazione nel mese di Dicembre .”

In particolare, come richiamato anche nella nota oggetto della disquisizione, tale richiesta di confronto alla presenza di tutti gli attori coinvolti in tale processo decisionale era stata correttamente formalizzata dal primo cittadino il 22 dicembre scorso al fine di esporre le diverse istanze, richieste, necessità e finalità della specifica candidatura prima di qualsiasi decisione dell’Ente Regionale.

Nella stessa lettera di risposta del Dipartimento Regionale -precisa l’Amministrazione comunale- si palesa comunque la volontà dell’organismo sovra territoriale di continuare a cercare ulteriori siti per la realizzazione di tale impianto, nel più breve tempo possibile e nelle more dei chiarimenti.

“Intanto- ribadisce l’Amministrazione-, siamo in attesa della convocazione per precisare e chiarire impegni ed idee, ma anche per affermare ruolo e potenzialità sostenibili della proposta che, oltre a dare risposte alla città sulla sensibile materia rifiuti, ridarebbe sollievo anche a quelle unità dell’ex Cementeria, riconvertite
all’occorrenza per un nuovo servizio.”

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari
(g.br.)

Pagina 1 di 147
Saturday the 20th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.