Politica

Politica (1264)

Ieri sera, presso la Sala 14 del Protoconvento Francescano di Castrovillari, si è tenuto l’incontro con Marco Minniti, già Vice Ministro dell'Interno (governo Prodi II) e candidato al Senato della Repubblica come capolista del PD nella regione Calabria.

Ha aperto il sindaco della città Mimmo Lo Polito che, dopo aver fatto chiarezza sulla vicenda del Tribunale, ha passato la parola a Lucio Rende.

Il capogruppo consiliare, citando Bersani che nella sua campagna elettorale ha usato un solo linguaggio sia a Nord che a Sud, ha ribadito la necessità, dopo questi ultimi vent’anni, di mantenere viva l’idea che è possibile vincere solo se si sta tutti insieme, Nord e Sud, ricchi e poveri. Ha sottolineato, infine,  come la presenza nelle liste del PD di un 40% di donne e di molti giovani sia forte segno di speranza per un futuro migliore.  

Ma è stato Antonello Pompilio, segretario della sezione locale, a dare la parola al candidato, non prima di aver ribadito ai presenti  che una delle priorità del centro- sinistra è il Mezzogiorno.

Non ha risparmiato Minniti, nel suo intervento, dure critiche e al passato governo di centro-destra e all’attuale amministratore Scopelliti, rei di aver trascinato sia l’Italia che la Calabria in una situazione drammatica, ricordando i continui trasferimenti di risorse dalla Calabria al Nord, come i cinque milioni di euro destinati alla SS 106 ma finiti per le quote latte. Ha accusato poi Berlusconi  di “truffa elettorale” circa il rimborso IMU, la promessa di quattro milioni di posti di lavoro e la realizzazione del Ponte sullo Stretto.
Ha sottolineato la situazione disastrosa della nostra regione in tema di sanità, rifiuti e assetto idrogeologico e la necessità di rimuovere i tre commissari preposti per restituire il legittimo potere ai calabresi.
E dopo aver indicato nel lavoro e nella rottura dell’isolamento i rimedi principali per rimettere in moto l’economia, ha invitato, prima di salutare, a non disperdere il voto. “Grillo è la febbre non la medicina”.

Angela Micieli

Per le imminenti elezioni politiche, la macchina organizzativa si muove anche a Castrovillari.

In un comunicato stampa, il dottor Franco Martino, responsabile dell’Ufficio elettorale, fa sapere “che sabato 23 febbraio, dalle ore 14 alle ore 15, nella Sala Giunta, al primo piano di palazzo Gallo, sede del Comune del capoluogo del Pollino, verrà consegnato ai presidenti di seggio il materiale, necessario per il servizio elettorale che dovranno effettuare nelle sezioni, domenica 24 e lunedì 25 febbraio prossimi in occasione delle elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica”.
“I presidenti di seggio dovranno presentarsi – ricorda sempre il responsabile dell’Ufficio Elettorale del Comune – muniti della nomina del Presidente della Corte d’appello, e accompagnati dal segretario, per espletare anche quelle formalità propedeutiche all’insediamento delle Sezioni.”

Conto alla rovescia quindi e tutto pronto alla partenza.

 

Angela Micieli

“In riferimento a quanto riportato da alcuni organi di stampa circa l’iniziativa  politica  tenuta dal PDL a Mormanno nella giornata di Domenica scorsa, dove l’onorevole Santelli ha chiesto  al sottoscritto  di spiegare le vicende,  relative  al riordino  delle circoscrizioni giudiziarie ed  alla scongiurata  soppressione del Tribunale di Castrovillari, preme evidenziare  alcuni fatti storici:

1)Nella proposta originaria l’unico Tribunale da sopprimere nella regione Calabria era quello di Castrovillari; questo è  quanto comunicato dall’onorevole Andrea Orlando alla nostra rappresentanza istituzionale recatasi a Montecitorio.

2) A seguito  della presa di posizione del sottoscritto e degli  altri rappresentanti istituzionali, il PD ha preso  una precisa posizione; questa il giorno successivo  all’incontro, tenutosi a Montecitorio, è stata  estrinsecata dal Commissario regionale del PD , Alfredo D’Attorre nella Sala 14  del Protoconvento francescano in Castrovillari ed  era  la seguente: nessun Tribunale  deve essere chiuso in Calabria. Tuttavia se va fatta  una graduatoria  il primo da salvare è quello  di Castrovillari.

3) Nel parere formulato dalla Commissione Giustizia  della Camera dei Deputati, relatore l’onorevole Donatella Ferranti del PD, venivano formulati  tre parametri  per la salvezza dei Tribunali: a) la presenza di nuove strutture; b)l’estensione geografica delle circoscrizioni; c) la presenza della criminalità. Castrovillari era l’unico  dei Tribunali a rischio  soppressione ad avere tutti e tre i requisiti. Il Ministero ha tenuto conto soltanto del dato della criminalità organizzata.

L’onorevole Iole Santelli, ad onor del vero, è stata la prima a comunicarmi la bella notizia, in netto anticipo, della salvezza del nostro Tribunale, rappresentando tutta la sua soddisfazione per il comune traguardo raggiunto.

Il Sindaco

Domenico Lo Polito

In un comunicato stampa, il Sindaco della città del Pollino annuncia ancora disagi nei prossimi giorni per i cittadini nell'ambito della raccolta differenziata. Essi continueranno a verificarsi  perché l’impianto  di Rossano, dove il  Comune di Castrovillari è autorizzato  a conferire i propri rifiuti in base all’Ordinanza del Commissario regionale, non è funzionante.

Angela Micieli

 

“A proposito del progetto “Ecologica Sud” e del nuovo comunicato stampa delle Liste Civiche, il sottoscritto ritiene opportuno che l’atto deliberativo del Consiglio comunale, insieme alle posizioni di tutte le parti politiche ed all’apposita disciplina legislativa di riferimento , inviati  alla Conferenza dei  Servizi, vengano trasmessi anche a questa forza  politica affinché si renda conto di ruoli, competenze e funzioni.

Questo Sindaco ha tutelato  ambiente  e salute, interessando della probabile contaminazione la Procura della Repubblica con denuncia a propria firma.

Nel  contempo  ha coinvolto  gli  organismi pubblici, preposti al controllo, per verificare quanto comunicato.

Per fortuna tali organismi hanno escluso i rischi paventati. L’Amministrazione comunale non ha partecipato a nessuna Conferenza  dei Servizi,  per il semplice motivo che un progetto  industriale per fortuna non richiede più l’avallo politico, ma solo  il parere  tecnico della  compatibilità urbanistica.

Un’attività industriale deve  essere svolta in zona industriale, qual è l’area ASI di Castrovillari.

Tutto il resto è pure e semplice demagogia di chi parla, mancando, sistematicamente, l’approccio risolutivo del problema.

Nel mentre si lavora con solerzia  alla soluzione  definitiva del problema rifiuti, che richiede diversi anni, “qualcuno” ancora  non si è accorto  che i rifiuti  non vengono  raccolti  perché gli impianti, di altri Comuni, non possono smaltire i rifiuti  di Castrovillari.

Anzi, si coglie l’occasione per segnalare ai cittadini dei disagi che continueranno a verificarsi  nei prossimi giorni perché l’impianto  di Rossano, dove il  Comune di Castrovillari è autorizzato  a conferire i propri rifiuti, in base all’Ordinanza del Commissario regionale, non è funzionante.”

Il Sindaco

Domenico Lo Polito

Martedì, 19 Febbraio 2013 16:32

Mattatoio: il Sindaco Lo Polito fa chiarezza

Scritto da

Per fare chiarezza! Si parla del mattatoio ed il consigliere provinciale, Riccardo Rosa, pone un problema che è già all’attenzione di questa Amministrazione.

Nessuno vuole vendere il vecchio mattatoio ed il piano di alienazione degli immobili di cui si è occupata questa Amministrazione riguarda il nuovo mattatoio di contrada Celimarro e non quello ubicato a valle di via Sant’Aniceto.

Quest’ultima struttura era stata destinata dalla precedente Amministrazione comunale a Centro di Aggregazione  Giovanile, ed in tal senso era stato richiesto il finanziamento nell’ambito  dei POR FESR 2007/2013- Linea 4.2.4.1. “per la realizzazione di nuove strutture nelle aree territoriali con maggiori criticità sociali”, non trovando finanziamento perché il progetto di recupero  si era classificato al 154° posto.

Questa Amministrazione, che non ha, come già detto, alcuna intenzione di alienare  il vecchio mattatoio di Via Sant’Aniceto ma, anzi, valorizzarlo per scopi socio - aggregativi e di sviluppo del territorio, per tale ragione, ha inserito la ristrutturazione  di questo immobile per la richiesta di un apposito finanziamento, in via di predisposizione, stante la prossima pubblicazione del Bando PSR Calabria 2007/2013 nell’ambito della Misura 323 per la "Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale".

Una procedura che tiene conto delle necessità della città e delle esigenze sempre più diffuse dei giovani di ritrovarsi, ma procedendo da atti e fatti precisi.”

Il Sindaco

Domenico Lo Polito

Wednesday the 19th. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.