Politica

Politica (1115)

COMUNICATO STAMPA

Questa amministrazione, come al solito, è insuperabile nella politica dell’annuncio! Nell’ultimo consiglio comunale, con ben 14 punti in discussione, la maggioranza, che supporta l’amministrazione Lo Polito, non si è sentita in dovere di spiegare alla città ciò che ha in animo di fare per il 2017.

Per la prima volta nella storia amministrativa di Castrovillari si è approvato il preventivo 2017 senza aver, prima, chiuso i conti dell’anno 2016; per la prima volta nella storia politica di Castrovillari il silenzio tombale di tutti i consiglieri di maggioranza è calato nella sala consiliare!

Mai è accaduto, prima del 13 aprile, che un sindaco non prendesse parola, nella massima assise democratica di Castrovillari, al fine di illustrare la “manovra finanziaria” comunale. Il Consiglio Comunale di Castrovillari è stato relegato ad un ruolo di mero organo di ratifica di atti di giunta.

Le funzioni del Consiglio Comunale sono, invece, quelle di formare l’indirizzo politico della città, di dare l’impulso e di essere da stimolo all’amministrazione.

Il Consiglio Comunale è il luogo dove si deve svolgere il dibattito politico cittadino, non dove si alza solo la mano senza aprire bocca.

Nel merito, poi, dei punti in discussione quello che si registra non è tanto la scarsa “agibilità” finanziaria, quanto, piuttosto, la conferma di tutto ciò che il commissario prefettizio, dott. Mariani, aveva adottato nel suo anno di attività.

I cittadini più attenti ricorderanno gli attacchi provenienti da Lo Polito e rivolti, nella sua campagna elettorale del 2015, al commissario prefettizio ed ai consiglieri comunali dimissionari, additati dai palchi come gli unici responsabili dell’aumento, ai massimi, di tutte le aliquote e le tariffe pubbliche.

Ebbene, per ben 3 bilanci consecutivi Lo Polito, la sua amministrazione e la sua maggioranza, hanno confermato tutto quello che il Dott. Mariani ha fatto. Per ben 3 anni tutte le aliquote e le tariffe pubbliche sono rimaste ai massimi!

Perché non si sono abbassate le aliquote e le tariffe tanto criticate dal Lo polito candidato, durante la sua campagna elettorale, ed oggi sindaco della Città?

Domanda a cui, da quasi due anni, si attende una risposta.

Così come è singolare il silenzio dei revisori dei conti difronte all’esplicito quesito posto, da noi consiglieri delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione, circa la completezza del documento contabile del 2017. La domanda è stata obbligata perché nel 2016 era “misteriosamente” saltata una colonna del bilancio di previsione, poi inserita solo in novembre, in sede di assestamento. Noi lo avevamo scoperto e denunciato pubblicamente, tant’è che il sindaco Lo Polito ha dovuto ammettere “l’errore”, guarda caso però, solo dopo la nostra esplicita richiesta in Consiglio. Nessuno si è sentito in dovere di notiziare tutti i consiglieri comunali, di maggioranza e di minoranza, della “svista” avuta; solo il solito silenzio, perché di tale insipienza la città non deve saperne nulla!

Nulla si è previsto per le politiche giovanili, nulla per la formazione professionale dei dipendenti comunali, eppure le possibilità finanziarie ci sono, basti pensare che l’Amministrazione Lo Polito è l’unica che può vantare una corposa riduzione del personale dell’Ente, per pensionamenti e cessazioni del rapporto di lavoro; tra il 2015 e la fine del 2017 la pianta organica del personale si riduce di ben 21 dipendenti, una enorme diminuzione di spesa che questa amministrazione non è stata in grado di utilizzare al meglio, non avendo previsto nessuna forma di progressione per i dipendenti “contrattualizzati” e neppure la trasformazione in full-time dei tanti dipendenti con contratto part-time a 30 ore.

Non va meglio negli altri settori strategici: solo 700 euro stanziati per l’agricoltura, agroalimentare e pesca; 2.500, euro per il trasporto pubblico locale, 5.000 euro per il sistema di protezione civile; solo 20.000 euro per l’edilizia residenziale pubblica e economico–popolare; solo 20.000 euro per la tutela, valorizzazione e recupero ambientale; solo 22.500 per le piccole e medie imprese; in sostanza, tutti i settori che in campagna elettorale sono stati sbandierati come settori su cui investire per la “ripresa”, non hanno le risorse finanziarie per poter agire concretamente sul territorio. Così come non un centesimo è stato stanziato per i comitati di quartiere, sui quali si sono sprecati fiumi di inchiostro.  Immutato per il 2017 rimane anche il pagamento della TARI a carico dei cittadini, e le poche agevolazioni previste sono per lo più fittizie. Anche per il 2017 l’Ente non attuerà il passaggio al sistema della tariffa puntuale basato sull’effettiva produzione di rifiuti prodotti, che avrebbe consentito una diminuzione significativa dei costi a carico dei cittadini e vantaggi per le aziende come la deduzione fiscale di iva e quota parte di imponibile.

Tutto resta come nel 2016, tutto è fermo da anni, senza una visione di città, in compenso si esulta per l’aumentano degli stanziamenti per le borse lavoro, quando in realtà non si dovrebbe festeggiare per l’aumento della povertà.

Dove sta, la vera demagogia e il vero populismo?

Maria Antonietta Guaragna

Ferdinando Laghi

Giuseppe Santagada

Consiglieri Comunali delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”

 

COMUNICATO STAMPA

Il presidente del Consiglio comunale di Castrovillari, Piero Vico, su determinazione della conferenza dei capigruppo, ha convocato una nuova riunione dell’Assise municipale per lunedì 8 in prima seduta, alle ore 13,30, in sala Giunta ,e martedì 9 maggio, in seconda, alle ore 16,30, nella sala consiliare del Palazzo di città.

Sei i punti all’ordine del giorno: oltre le interrogazioni ed interpellanze, il parlamentino cittadino si occuperà  del riconoscimento dei debiti fuori bilancio, dell’approvazione del rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2016,  dell’approvazione del regolamento di  contabilità comunale , dell’accettazione del piano di rientro del debito verso la Regione riguardante somme dovute per lo smaltimento di rifiuti inerenti gli anni 2014/2015 con l’apposito schema di convenzione e dell’approvazione  delle modifiche al regolamento per la concessione di aree per la costruzione di edicole private nel cimitero.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

 

COMUNICATO STAMPA

Giovedì 20 aprile alle ore 17 presso la sede del PD di Rossano in via Galeno 117, in vista delle primarie   del 30 aprile  in cui iscritti e non decideranno quale sarà il nuovo Segretario Nazionale del PD, si terrà la conferenza stampa di presentazione dei candidati all’Assemblea Nazionale  della lista “Noi con Emiliano” per il collegio provinciale di Cosenza 2.

All’incontro parteciperanno oltre al coordinatore regionale della mozione Emiliano in Calabria  Enzo Reda e al responsabile provinciale di Fronte Democratico Francesco Madeo i candidati Giovanni Manoccio (Acquaformosa), Maria Barbara Scorza (Rossano), Francesco Crescente Castrovillari), Caterina Tacconi (Spezzano Albanese), Emanuele Petrone ( Trebisacce), Carmela Acquaviva ( Corigliano) e Carmine Rende ( Cerzeto), donne e  uomini che hanno deciso con il loro impegno diretto di dare corpo e voce, anche in questa parte di Calabria,  all’area politica e culturale che si riconosce nelle posizioni di Michele Emiliano.

L’occasione  sarà utile,  oltre che a presentare i candidati,  a mettere in evidenza le tante e buone  ragioni a sostegno di questa scelta politica che parte dalla necessità di   rimettere al centro della  nostra comunità politica la partecipazione dal basso e il ragionamento di quello che ci piace definire il “collettivo pensante”
al posto del “io solo al comando” che negli ultimi anni  ha dominato le scelte e l’agire del nostro partito.

Alla conferenza stampa sono invitati tutti coloro che vogliono condividere con Noi questo momento di partecipazione discussione politica.

Comitato Emiliano Castrovillari

COMUNICATO STAMPA

L’Alternativa c’è anche in Calabria, sarà questo in estrema sintesi il progetto politico al centro del dibattito e delle scelte del 1° Congresso regionale calabrese di Sinistra Italiana.

E per costruire l’alternativa, lanciare un progetto di una sinistra unita, propositiva, inclusiva all’Hotel Lamezia dalle ore 9.30 di Sabato 22 Aprile sono stati invitati le Organizzazioni sindacali, il partenariato sociale, le forze politiche della sinistra, le Associazioni e i movimenti, i comitati di lotta e i coordinamenti in difesa dell’ambiente e della Costituzione, personalità della cultura, impegnate nel sociale e in difesa della legalità. Insomma tutti quei soggetti, singoli o associati, che in questi anni sono stati costretti a gestire le pesanti ricadute di politiche fallimentari, liberiste, che hanno ulteriormente impoverito la parte più debole della società e creato le condizioni di un impoverimento di fasce sociali che si consideravano garantite.

Soggetti che hanno avvertito e denunciato come ancora più urgente in Calabria il bisogno di rilancio di serie e radicali politiche di cambiamento, dopo il disastro provocato dal centro destra e l’assoluta inadeguatezza dell’attuale governo regionale, che non ha determinato quel necessario cambio di passo e quella rivoluzione nei metodi e nel merito indispensabile per la situazione calabrese e che i cittadini hanno chiesto a gran voce col voto alle ultime regionali.

Sinistra Italiana della Calabria, proprio per approfondire l’analisi sulla fase, sia a livello nazionale, ma soprattutto a livello regionale, per avviare una discussione su prospettive e progetti alternativi, vuole fare di questo primo congresso una possibilità di confronto ampio, con tutti i soggetti interessati, per creare quella sponda politica alla rappresentanza sociale di bisogni e interessi che drammaticamente in questi anni non hanno avuto forza politica e potere contrattuale.

          SINISTRA ITALIANA – COORDINAMENTO REGIONALE CALABRIA

 COMUNICATO STAMPA


Apprendiamo della dichiarazione del consigliere comunale di Castrovillari Avvocato Sara Astorino resa in assise comunale nella quale dice di sentirsi parte integrante del centro-destra, prendendo le distanze dai vari gruppi civici, e della sua ferma intenzione di collocarsi all'opposizione della maggioranza di sinistra.

La cosa non può che farci molto piacere, anche guardando in prospettiva auspicando una ricostruzione del centro-destra e sapere che vi è una rappresentante che porti all'attenzione dell'assise tutta le esigenze dei cittadini e di quella parte politica che non si rivede in Lo Polito e i suoi uomini.

Pertanto i delegati all’assemblea nazionale Nicola Aronne e Vincenzo Ventura, nonché tutto il gruppo MOVIMENTO NAZIONALE per la SOVRANITÀ augurano un buono e proficuo lavoro al Consigliere Astorino e al suo gruppo auspicando una futura collaborazione per la ricostruzione del centro destra cittadino.

 

 

Movimento Nazionale per la Sovranità
Castrovillari 

COMUNICATO STAMPA

Venerdì 7 Aprile, presso il Cinema Ciminelli si è svolto il primo Congresso Provinciale dei Popolari per l’Italia che ha visto l’elezione di Franco Dolce, alla carica di Coordinatore Provinciale e di Vincenzo Fuscaldi a quella di coordinatore cittadino del nuovo movimento politico. La manifestazione ha affrontato un tema sempre dibattuto ma attuale quale quello delle potenzialità e delle prospettive di sviluppo del nostro territorio. Dopo la brillante introduzione dell’avv. Pierangelo De Padova, responsabile organizzativo dei Popolari dell’Italia nonchè moderatore dell’evento, il senatore Mario Mauro, Presidente Nazionale del partito, ha aperto i lavori congressuali ricordando le vittime innocenti dei bombardamenti avvenuti nei giorni scorsi in Siria, nazione ormai stremata dalla guerra civile. Partendo proprio da questa introduzione, l’ex Ministro della Difesa, ha voluto ribadire la centralità e la posizione strategica che oggi il Mezzogiorno, ed in particolare la Calabria, ha assunto nel variegato scacchiere geopolitico mondiale. Una grandissima opportunità da sfruttare per un territorio ricco di risorse naturali, architettoniche ed umane, che potrebbe tranquillamente risollevarsi attraverso la loro valorizzazione. Al congresso, presieduto dall’on. Vincenzo Niro, consigliere regionale del Molise e Vicepresidente dei Popolari per l’Italia, hanno inoltre partecipato come relatori politici il Coordinatore regionale PPI Giuseppe Vincelli ; Franco Dolce, nuovo coordinatore provinciale
PPI ; Vincenzo Fuscaldi, nuovo coordinatore cittadino PPI, Giuseppe Bonifati, della segreteria organizzativa PPI; Ernesto Rapani, Coordinatore Regionale FDI, Luigi De Rose, Coordinatore Regionale Forza Italia Giovani; mentre come relatori istituzionali Giuseppe Gigliotti, Segretario Comprensoriale – Pollino Coldiretti Cosenza e la prof. Delly Fabiano, Professore Universitario dell’Unical. Gli illustri relatori istituzionali hanno apportato interessanti contributi di idee per il rilancio del tessuto socioeconomico, nonché critiche costruttive nei confronti della burocrazia e della classe politica regionale considerata poco efficiente specie nel settore della programmazione dei fondi europei e nazionali. Successivamente gli interventi dei coordinatori regionali di FDI e Forza Italia che hanno accolto con favore l’ avvento dei Popolari per L’Italia sulla scena politica locale, auspicando anch’essi la massima collaborazione ed unione d’intenti per un centrodestra unito capace di sconfiggere una sinistra fallimentare su tutti i fronti, ormai scollata dalla realtà sociale. Al termine delle brillanti relazioni, si è proceduto alla premiazione delle eccellenze del territorio: il prof. Avv. Giovanni Brandi Cordasco Salmena di San Quirico, quale autore rinomato e docente di Diritto Romano Ellenistico presso l’Università di Urbino, Giuseppe Gigliotti per il suo impegno quotidiano a sostegno del settore agroalimentare e la prof. Delly Fabiano per il suo impegno costante nel mondo accademico e nell’Università della Calabria. Durante i lavori congressuali, il nuovo coordinamento provinciale, ha ribadito con forza la volontà di lavorare per il bene comune a sostegno del territorio, ed in particolare Vincenzo Fuscaldi si è soffermato sul “malgoverno cittadino dell’ attuale amministrazione di sinistra, ormai accasciata su se stessa e senza alcuna visione lungimirante di ciò che potrebbe diventare o che potrebbe esprimere questo bellissimo territorio, che ha fame di sviluppo e di lavoro specie per i giovani ”, che a suo parere, “hanno più coraggio e grinta nell’affrontare il mondo rispetto a quel che se ne dica!”
“ Per questi ed altri motivi,” continua Fuscaldi, “come già sta facendo circa 2 anni, il gruppo politico dei Popolari per l’Italia, continuerà a lavorare sul territorio, ascoltando le esigenze e le problematiche della popolazione , confrontandosi con le altre forze di centrodestra per dar vita ad un progetto politico serio e che parta da un programma congiunto, da una coalizione unitaria e poi da un candidato Sindaco condiviso con tutte le forze del centrodestra.” I nuovi dirigenti provinciali e cittadini dei Popolari Per l’Italia hanno rivolto così un formale invito a tutte le forze politiche di centrodestra per iniziare ad intraprendere questo percorso, consapevoli che, citando le parole di Don Luigi Sturzo “ Nella politica, come in tutte le sfere dell'attività umana, occorre il tempo, la pazienza, l'attesa del sole e della pioggia, il lungo preparare, il persistente lavorio, per poi, infine, arrivare a raccoglierne i frutti.” I Popolari per l’Italia, accettano la sfida, si faranno trovare pronti per le prossime competizioni elettorali e vogliono essere protagonisti insieme agli amici del centrodestra, di un reale cambiamento della politica nazionale e locale, che come già detto, dovrà partire dal basso, dalle reali esigenze dei cittadini.

Popolari per l'Italia

Coordinamento provinciale di Cosenza

 

Pagina 1 di 112
Wednesday the 26th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.