Cultura

Cultura (541)

− COMUNICATO STAMPA −

CITTA' DEL VATICANO, 12 OTT - "Diffondere il codice Braille è fondamentale e, allo stesso tempo, è doverosa l'attenzione verso le persone non vedenti che devono avere le nostre stesse opportunità.

Proprio per questo il libro su Papa Francesco è disponibile anche in versione Braille e audiolibro". E' quanto afferma Antonio Modaffari, autore di Buonasera. Francesco il primo papa social, testo edito dalla casa editrice cosentina Editoriale Progetto 2000, che rivive questi primi anni del pontificato di Bergoglio attraverso una lettura in chiave social.

"Dal Giubileo della Misericordia ai Bergoglismi sono tanti i gesti 2.0 rivoluzionari operati dal Pontefice argentino che sono entrati nella nostra vita, e uno di questi sarà sicuramente l'udienza riservata ai cani guida in programma il prossimo 18 ottobre - spiega Modaffari -. Ho deciso di donare il testo a Radio Scalo San Marco, che ringrazio per la preziosa collaborazione nella codificazione del lavoro e che, come già in occasione del mio primo libro su Papa Wojtyla, ha realizzato materialmente la trasformazione del libro dal nero al Braille perché leggere è un diritto di tutti e quella del Braille è una battaglia di civiltà per cui mi spenderò in prima persona". (ANSA).

− COMUNICATO STAMPA −

Giovedì 12 ottobre alle ore 17:00 verrà presentata, presso la libreria “La freccia azzurra” (C.so Calabria, 80), l’”Agenda sentimentale”, una novità della casa editrice CoccoleBooks. Un’agenda dove si trovano senz’altro le ore, i giorni e i mesi del tempo che scorre, ma anche uno spazio personale, delle frasi per ogni settimana che invitano a fermarsi, per annotare le esperienze più intime che accompagnano la complessa ed emozionante “vita scolastica”.

L’incontro rivolto al corpo docente, ai genitori, ai formatori, ha lo scopo di presentare l’ “Agenda sentimentale”, ma soprattutto soffermarsi sul ruolo dell’oggetto libro nell’interazione con la crescita personale e individuale di ogni ragazzo/a; le strategie, le tecniche e le modalità per permettere che si sviluppi quella fondamentale empatia tra i giovani e il mondo della letteratura loro dedicato.

Saranno presenti gli autori, Antonio Ferrara e Daniela Valente.

Antonio Ferrara è autore, illustratore e formatore. Per diversi anni ha lavorato presso una comunità alloggio per minori a Novara, dove è nato il suo interesse a diffondere la passione della lettura nei giovani. Nel 2012 ha vinto il Premio Andersen per la fascia over 15 con il libro Ero cattivo, il cui protagonista è un adolescente vittima di pregiudizi. Ha pubblicato con diverse case editrici come Mondadori, Rizzoli, Salani, CoccoleBooks, San Paolo, Interlinea, Artebambini ed altre. Tiene laboratori di illustrazione e scrittura creativa “per emozioni” per ragazzi, insegnanti, detenuti e degenti, presso scuole, biblioteche, librerie, carceri, associazioni culturali e ospedali.

Daniela Valente è autrice, formatrice e direttore editoriale della casa editrice CoccoleBooks per bambini e ragazzi, fondata insieme al marito Ilario Giuliano nel 2006. Autrice di diversi titoli per bambini e ragazzi, si occupa di promozione della lettura e tiene incontri di scrittura creativa e lettura interpretativa nelle scuole.

− COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari. “Premio “Frontiere Aperte” III edizione a due eccellenze castrovillaresi, al dr Bruno Rizzuti ( nell’ambito scientifico) e al dr.Gerardo Bonifati (nell’ambito culturale). Bruno Rizzuti, del Cnr-Nanotec di Rende che da un farmaco antipsicotico ha aperto nuove speranze contro il tumore al pancreas; Gerardo Bonifati, direttore artistico della Pro Loco di Castrovillari, vincitore dell’Oscar mondiale del folklore ad Haifa (Israele), assessore alla cultura FITP. Eccellenze capaci di portare fuori l’identità territoriale perche il premio si chiama “frontiere aperte”, si va oltre però poi si opera nel proprio paese, così il direttore artistico, Rosy Parrotta. Premio lo ricordiamo inserito nel cartellone della VII edizione del Calàbbria Teatro Festival, manifestazione inserita negli eventi storicizzati della Regione Calabria al VI° posto della graduatoria ed organizzato dall’Associazione Culturale “Khoreia 2000” in programma a Castrovillari fino al 15 di ottobre.

Onorati di aver ricevuto questo riconoscimento così i due premiati Rizzuti e Bonfati che hanno sottolineato che fa sempre piacere ricevere riconoscimenti per il proprio lavoro. Il merito però è frutto di un lavoro di squadra che da la dimensione di quello già fatto e uno sprone per andare avanti e continuare in quello che si sta facendo. Ma la seconda giornata del Festival si è aperta con la presentazione del libro, Cosa Manca di Giovanni B. ALGIERI (EDIZIONE PELLEGRINI) I° classificato alla I^ edizione del Premio Internazionale Città di Castrovillari – Poesia, Prosa, Arti figurative e Teatro, moderato dal direttore organizzativo dell’evento, Angela Micieli. Algieri, giovane calabrese di Corigliano Calabro, prende spunto da un documentario girato a Londra dove si parla dei giovani artisti in fuga dall’Italia. La prefazione del libro è stata curata dal cantautore Brunori Sas, di cui si richiama il verso: “…come in una specie di staffetta esistenziale, tra incanto e disincanto, questi poveri cristi dipinti da Giovanni Algieri si passano il testimone nell’eterna corsa ai traguardi della vita“. Un romanzo composto di cinque racconti, dove i protagonisti delle storie sono padri e figli a confronto: genitori apprensivi e tradizionali, con figli che se ne vanno in giro per il mondo e che padroneggiano il continente come nessun’altra generazione ha mai fatto prima d’ora.  La fuga dei giovani verso mete sconosciute in cerca di lavoro, ha dato modo di aprire il dibattito. Andare via è più facile che rimanere, spesso manca il coraggio di restare anche se ogni persona parte con dolore perché non ha la possibilità di rimanere così hanno sottolineato i tanti giovani presenti al dibattito che si sono confrontati con l’autore e con gli ospiti al tavolo. Mettersi in gioco essere attivi è la chiave di svolta dei territori, così il sindaco di San Basile nonché consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi presente all’evento. Manca il “tempo”, ricollegandosi alla tematica del festival, di vivere le cose e di capirle, così il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito; abbiamo la possibilità di vivere in una regione, la Calabria, dove la natura offre tante opportunità ma non riusciamo a coglierne la bellezza.

Il festival ha continuato questa sera alle 21,00 al Teatro Sybaris con il suggestivo spettacolo di Francesco Busani uno dei più grandi mentalist a livello nazionale “Mind Cabaret” in cui l’attore si racconta tra ricordi di infanzia e lo scorrere della vita attraverso l’arte del mentalismo.

Per mercoledì ad ingresso gratuito, i bambini avranno modo di essere incantati da Achille Veltri dell’Associazione di promozione sociale “Art Patachipi”,con lo spettacolo “la poesia in una bolla di sapone” .Uno spettacolo sul mimo con l’aiuto delle fantastiche bolle di sapone.

Da sottolineare che anche gli studenti under 19 grazie all’idea partita dall’associazione denominata “ A teatro con noi”entrano gratuitamente agli spettacoli.

PROGRAMMA

Teatro Sybaris

Martedì 10 ottobre – Ore 21:00

Francesco Busani
Mind Cabaret

Mercoledì 11 ottobre

Ore 21:00 – Teatro Sybaris

Associazione “Art Patachipi”, La Poesia in una bolla di sapone
Spettacolo di mimo di e con Clown Fofo (Ingresso libero)
Ore 22:00 – Protoconvento francescano

Convivio

Per prenotazioni ai laboratori punto informativo  Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20

Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20

L’evento è organizzato con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Gas Pollino e della Gestione Pollino Impianti, con il patrocinio della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza, con i brand ACT (Ambiente-Cultura- Turismo) e Attraversando Natura.

Castrovillari 10 ottobre 2017

Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

− COMUNICATO STAMPA −

Castrovillari -Dopo le tappe in altre regioni, e che hanno suscitato entusiasmo e consensi, prosegue in Calabria il tour per la presentazione dell’originale prezioso libro “il cane e il gatto nelle massime di Franco Scillone” ( pagg. 176; 400 massime suddivise tra il cane e il gatto; 40 foto a colori a tutta pagina; Edizioni Prometeo), un raffinato tascabile che si differenzia totalmente, nella stesura, dalle tante pubblicazioni sui pet. Archiviata da poco la trionfale “serata” a Saracena, il volume “approda” a Castrovillari , dove sarà presentato sabato 14 ottobre , ore 17.30 – a cura  dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari , che vanta  il programma culturale “Incontro con l’autore” – nella Sala Convegni del Centro Efal (via Ettore Gallo, nei pressi della sede INPS). Relatori: dott. Ferdinando Laghi, presidente dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione”; dott.ssa Mariella Buono, del gruppo tematico “Passione Animali” inserito nell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” ; dott. Pierpaolo Avolio, Medico Veterinario; Franco Scillone, giornalista e scrittore. Moderatore: avvocato Francesco Martire. Ivana Trimani, studentessa universitaria, leggerà al pubblico alcune massime del libro.Schietta e immaginifica, generosa e palpitante, quest’opera letteraria che ha ottenuto – oltre agli unanimi giudizi positivi espressi  dalla stampa italiana ed estera , nonché dall’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali)- un autorevole e “storico” riconoscimento “da oscar” con la gentile e cordiale lettera di congratulazioni e di auguri inviata a Franco Scillone dalla Regina d’Inghilterra Elisabetta II, che ha esaltato il virtuoso valore del libro, rimarcandone l’intimo e riflessivo messaggio umano mirante a praticare, a rinvigorire e a diffondere l’impagabile dovere di amare, soccorrere e proteggere gli animali, nel rispetto puro e schietto, sano e incondizionato.

Gruppo ”Passione Animali” dell’associazione “Solidarietà e Partecipazione” Castrovillari

− COMUNICATO STAMPA −

Con la collettiva d'arte contemporanea πάντα ῥεῖ PantaReiTuttoScorre, in perfetta sintonia con il tema della VII^ edizione del “Calàbbria Teatro Festival”, il “tempo”, si è aperta l’edizione 2017 dell’evento culturale, manifestazione inserita negli eventi storicizzati della Regione Calabria al VI° posto della graduatoria. Il festival è organizzato dall’Associazione Culturale “Khoreia 2000” sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e quella organizzativa di Angela Micieli, in programma a Castrovillari fino al 15 ottobre 2017.

La collettiva d’arte contemporanea, curata dall’ Associazione culturale “Mystica Calabria” con la sua dinamica presidente, Ines Ferrante, ha visto la partecipazione di ben 27 artisti che si sono cimentati attraverso la pittura, la scultura, la fotografia e le installazioni, nello scorrere del “Tempo” attraverso la loro visione personale. Questi gli artisti presenti alla mostra allestita nella sala museale del Castello aragonese visitabile tutti i giorni fino al 15 ottobre dalle ore 18.00 alle ore 20.00, Francesco Aversa, Enzo Bruno, Luigi Caputo, Giovanni Di Cunto, Gianni De Marco, Dario Di Giosa, Maria Di Lorenzo, Giuseppe Diodati, Salvatore Diodati, Massimo Donato, Salvatore Doni, Francesco Gagliardi, Matteo Grisolia - Pietro D'Agostino, Antonio Grobi, Rita Mantuano, Roberto Mendicino, Enzo Martire, Anna Nigro, Francesco Ortale, Francesco Ottato, Carmelo Perri, Antonio Pesce, Francesco Senise, Salvatore Sisca, Mario Talarico Stefania Vena, Fabio Vindigni Ricca. E poi una sezione speciale dell'artista Lucia Longo dal titolo "Hic et Nunc, il tempo di un fiato". Al taglio del nastro, Rosy Parrotta e Angela Micieli, rispettivamente direttore artistico e direttore organizzativo del festival, Ines Ferrante, presidente Associazione “Mystica Calabria” organizzatrice dell’evento artistico, il consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi ed il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito che ha sottolineato la passione, che hanno messo i 27 artisti presenti alla collettiva d’arte, la crescita culturale per la città di Castrovillari e la grande professionalità degli organizzatori del Calàbbria Teatro Festival.

Due gli appuntamenti in programma per oggi lunedì 9 ottobre. Si parte alle ore 18,00 al Teatro Vittoria la presentazione del libro Cosa Manca di Giovanni B. ALGIERI (EDIZIONE PELLEGRINI) I° classificato alla I^ edizione del Premio Internazionale Città di Castrovillari – Poesia, Prosa, Arti figurative e Teatro Intervengono:Vincenzo TAMBURI – Consigliere provinciale, Domenico LO POLITO – Sindaco di Castrovillari e Giovanni B. ALGIERI – Autore. Coordina: Angela MICIELI Direttore organizzativo del festival. A seguire la Cerimonia di premiazione del Premio “Frontiere Aperte” che quest’anno verrà conferito, nell’ambito scientifico al dr Bruno Rizzuti (ricercatore) in quello delle tradizioni popolari al dr. Gerardo Bonifati (direttore artistico della Pro Loco di Castrovillari) per essersi distinti nei campi di appartenenza.

Parte oggi il primo dei tre laboratori quello cinematografico per ragazzi “L’utopia di fare il cinema” a cura dell’Associazione culturale “Gli Utopisti”, un’Associazione che nasce da un gruppo di persone desiderose di trasmettere la propria passione e le proprie conoscenze del cinema ma, soprattutto, dalla convinzione che quest’arte sia un incredibile veicolo di tolleranza e coscienza delle diversità. Il laboratorio si svolgerà al Castello aragonese da oggi (9 ottobre) fino al 14 di ottobre dalle 15,00 alle 18,00. Iscrizione gratuita. Prenotazione obbligatoria. Il progetto si propone di sensibilizzare i ragazzi verso una comprensione e una conoscenza approfondita e diretta del cinema. Il fine del corso è quello di presentare la narrazione cinematografica come un tramite per la rielaborazione della realtà in cui i ragazzi vivono e crescono. Il corso prevede, infatti, la realizzazione di un cortometraggio. Le competenze fornite risulteranno frutto di un percorso di studio e di analisi dei processi di visione, ideazione e critica di opere cinematografiche, oltre che della capacità di rielaborazione e concezione di testi cinematografici.

Per prenotazioni ai laboratori punto informativo  Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20 Per abbonamento agli spettacoli Teatro Vittoria Castrovillari dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20 L’evento è organizzato con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, della Gas Pollino e della Gestione Pollino Impianti, con il patrocinio della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza, con i brand ACT (Ambiente-Cultura- Turismo) e Attraversando Natura.

Castrovillari 9 ottobre 2017

Ufficio Stampa
Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

PROGRAMMA

Lunedì 9 ottobre

Ore 18:00 – Teatro Vittoria
Presentazione del libro Cosa Manca di Giovanni B. ALGIERI

A seguire
Cerimonia di premiazione del Premio “Frontiere Aperte

Cosa Manca di Giovanni (edizione Pellegrini)- B. ALGIERI :C'è Carlo Barbagallo, il Geppeto felice del paese, benvoluto e amato da tutti e che con il suo agriturismo e le sue euforie ha allietato i palati, le giornate e gli umori di intere generazioni. Quando durante la festa dei suoi sessant'anni,
balzando a piedi nudi sul suo tavolo, annuncia pubblicamente di voler trasformare lo storico agriturismo Barbagallo in una scuola di salsa, suo figlio Tibaldo, umile e anonimo supplente di italiano, lo crede pazzo e vi si oppone a modo suo cercando l'assenso della famiglia e dei conoscenti, imbattendosi in paradossali incontri ed avventure che mai avrebbe immaginato di vivere. C'è Pito, ricciolone sbarbato, laconico e introverso, che vive da due anni in un buco nero fatto di caffè, fotocopie e scontrini per il rimborso spese. Quando realizza che tra una settimana sarà avvocato, gli crolla il mondo addosso. E così, in una afosa mattina di luglio, durante la proclamazione di laurea della sua migliore amica Valentina, sfida il suo cervello, cambia sguardo e cerca, inconsciamente, ogni appiglio, ogni piccola occasione che potrebbe stravolgergli la vita pur di non passare da un buco nero a un altro.

Martedì 10 ottobre

Ore 21:00 Teatro Sybaris
Ore 22,00 convivio Protoconvento francescano
Francesco Busani
Mind Cabaret
Tra ricordi d’infanzia e oggetti unici e misteriosi il mentalista e cantastorie Francesco Busani racconta episodi in cui la sua vita si è intrecciata con l’impossibile e il paranormale. Toccando le emozioni del pubblico – per una volta non solo spettatore, ma vero e proprio protagonista – parlerà i amore, viaggi, sogni e paure. Il suo tavolo sarà essenziale: solo un mazzo di tarocchi, una candela e alcuni artefatti risalenti alla tradizione spiritica del primo Novecento. Mind Cabaret è uno spettacolo che mescola emozioni forti, misteri e risate. Perché Francesco è un mentalista che non riesce a prendersi quasi mai sul serio. Nemmeno quando parla della morte.

Francesco BUSANI
È un mentalista di fama nazionale, indagatore dell’occulto e studioso di misteri e della tradizione esoterica. Si è esibito in teatri e locali, nell’ambito di convegni e festival di strada. È il primo al mondo ad aver approfondito dal punto di vista teorico e pratico il mentalismo “uno a uno”. Scrive su svariate riviste del settore illusionistico ed è autore di due saggi: Neuro Bill (2012) e Magia a tu per tu (2015). Ha presentato conferenze per prestigiatori in tutta Italia. «Sono, semplicemente, un Mentalista. Ognuno di noi possiede una dote, la mia è quella di riprodurre i fenomeni paranormali. La utilizzo per emozionare il pubblico: che siano mille persone, oppure una soltanto, non importa. Mi chiamano anche mindperformer oppure psychic entertainer e sono in grado di dimostrare la mia abilità nel leggere il pensiero, nel predire eventi futuri, nel muovere oggetti senza toccarli e, in generale, di compiere ogni tipo di meraviglia che potrebbe legittimamente essere scambiata per paranormale».

− COMUNICATO STAMPA −

Sarà inaugurata sabato 7 ottobre 2017 alle ore 17 a Cosenza nel Complesso monumentale di San Domenico la mostra personale di Sandro Nucci, dal titolo Nel vento dei miei sogni. Nucci già dirigente comunale, più volte capo di gabinetto, sindacalista, Presidente del Distretto Scolastico per oltre 30 anni, è un protagonista della vita culturale della nostra città grazie al suo talento artistico che lo ha visto realizzare decine di mostre personali e partecipare ad innumerevoli mostre collettive.

Autore di una particolarissima interpretazione della Via Crucis nella Chiesa Santa Maria di Monserrato a Rende, è ricordato anche per le tante copertine e le illustrazioni di libri e per essere stato negli anni '90, vignettista del settimanale Buongiorno Cosenza.
Colpito nei mesi scorsi dalla perdita della carissima moglie, Nucci ripresentare il suo lavoro nella sua città dopo circa 15 anni, ospite dell’Amministrazione comunale, riproponendosi in veste di sensibile pittore che riesce a comunicare sensazioni e stati d’animo. Grandi tele, piccoli paesaggi e scatole, cornici, orologi dipinti, avvolti dal “vento dei suoi sogni… veri, reali e vivi con il loro movimento” cercheranno di coinvolgere quanti hanno seguito l’evolversi della sua pittura negli oltre 40 anni di impegno e quanti vorranno incontrarlo in questa sua nuova mostra.
I saluti dell'Amministrazione comunale cosentina saranno portati dall'assessore alla Comunicazione Rosaria Succurro, mentre un intervento introduttivo alla mostra sarà portato da Angela Cenisio. La mostra sarà visitabile fino a sabato 14 ottobre 2017.

Pagina 10 di 55
Wednesday the 23rd. Castrovillari in Rete

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.